Tag: depressione

Gio

23

Mag

2019

sfogo o forse primo tentativo di chiedere aiuto?!

Sfogo di Avatar di sowhysowhy | Categoria: Altro

Non so se possa essere definito uno sfogo, forse è più un tentativo di iniziare a liberarmi da un peso ed avvicinarmi al momento in cui riuscirò a parlarne con qualcuno a me vicino.

Sono bulimica! è un anno e mezzo che la cosa va avanti, non una situazione grave (per quanto si possa dire così  di una cosa che è grave di per se, ma ne sono conscia).

Sono infelice, mi allontano da tutto e ne sono conscia ma è un circolo vizioso da cui non è facile uscire. Ancora peggio è il non riuscire a parlarne con qualcuno che ti sta vicino perchè non capirebbe e non so se riuscirei a sopportare anche solo un sguardo di "ma che cavolo combini?!A volte mi abbuffo come se non ci fosse un domani, senza controllo su me stessa... per poi sentirmi uno schifo totale 

Ven

17

Mag

2019

Sospesa

Sfogo di Avatar di EvanescentStarEvanescentStar | Categoria: Accidia

Ho un disturbo di personalià diagnosticato, per il quale sono in terapia, anche farmacologica, da circa due anni.

In questo lasso di tempo ho avuto modo di conoscere il mio funzionamento più o meno, so cosa dovrebbe farmi star bene... Eppure quando arriva il momento di metterlo in pratica divento completamente incapace. 

Il mio psichiatra rincara puntualmente la dose di qualche farmaco dopo ogni colloquio, mentre la mia psicoterapeuta sostiene che dovremmo avviarci verso la sospensione ed io sinceramente mi sento confusa. A volte vorrei solo allontanarmi da tutti e tutto. Ho ancora pensieri fortemente autodistruttivi ed ideazioni suicide, ma la mia terapeuta non si scompone mai più di tanto, eppure in passato ci sono stati anche dei tentativi.

Ho conseguito alcuni obiettivi importanti, eppure non ne percepisco alcuna soddisfazione o appagamento. Non riesco ad essere felice per niente. Passo le mie giornate ad anestetizzarmi col cibo e le cose futili, mentre riprendo i chili faticosamente perduti l'anno scorso. Vado alla deriva, e non riesco nemmeno a preoccuparmene.

Mi sono ripromessa di riprendere dieta e palestra dalla settimana prossima, ma dubito mi faranno sentire più viva di così.

Non ho amici e ho troncato anche le conoscenze virtuali, per la gioia della mia terapeuta, dal momento che mi annoiavano. Non capisco se sono quel tipo di relazioni ad annoiarmi o proprio le persone in generale... So solo che a tratti mi sento estremamente sola e vorrei qualcuno attorno... 

Ven

10

Mag

2019

Nullità

Sfogo di Avatar di Jin soloJin solo | Categoria: Altro

Mi sento un perdente sto cercando lavoro dopo che ho lasciato un posto fisso per problemi di acufene  he grazie a dio almeno quello ho curato. La mia Compagna non mi guarda più come prima e ho paura che prima o poi se ne andrà e si porterà via nostro figlio.. Ho serio bisogno di parlare con qualcuno 

Mer

08

Mag

2019

Niente serve più

Sfogo di Avatar di troppoventotroppovento | Categoria: Altro

Devo fare uno sforzo sovraumano per scrivere queste righe, perché qualsiasi azione mi costa troppa fatica.

Soffro di depressione maggiore, tra qualche giorno compirò 45 anni.

Non ho un lavoro, non ho costruito niente, mi sento del tutto inutile.

Ho una splendida figlia che...

Vedete? Non ce la faccio più a scrivere perché non serve a niente. Niete serve più.

 Il mio non è uno sfogo. È un grido.

Lun

06

Mag

2019

Come cantava Zucchero..."Ho bisogno di un piccolo aiuto"

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Schiaccio quel rettangolo giallo con la scritta "sfogati" ogni giorno,ed ogni giorno scrivo che sto male e poi cancello tutto.

Questo perché non riesco ad ammetterlo nemmeno a me stessa che sto crollando?

Non dormo e piango spesso durante il giorno,anche adesso mentre scrivo non riesco a bloccare il flusso di lacrime che scorre sul viso .

Non riesco a liberarmi di questo dolore fisso nel petto . 

Non mi riconosco più e non mi piace quello che sto diventando.

Sto male.

 

Lun

29

Apr

2019

morto dentro

Sfogo di Avatar di laPluielaPluie | Categoria: Ira

era l'ennesima notte in cui non dormivo.
tutte quelle sedute non cambiavano nulla in me. ero sicuro che fosse solo una perdita di tempo. avevo lo sguardo vuoto, perso tra pensieri negativi che pareva facessero a gara a chi mi facesse disperare di più. tutte le emozioni che percepivo mi facevano male qualunque tipo di  emozioni fossero. avevo fatto dell' apatia mio scudo e quindi non ero più abituato a sentirmi deluso. era come un effetto collaterale.
quella mattina, al contrario delle altre, ci misi di meno ad alzarmi. feci la doccia e mi preparai per dirigermi alla seduta con la solita faccia da schiaffi di chi lo fa perché obbligato. mi rivedo spesso in un bambino che vuole giocare ma deve fare ciò che gli dice la mamma.
allacciai le scarpe persi due minuti nel farne su una  e iniziai a incamminarmi verso la fermata dell'autobus. era un giornata che prospettava bene, si sentivano i primi odori di primavera e il sole iniziava a scaldare le persone in modo timido.
arrivai 25 minuti in anticipo, del resto era calcolato, così mi fermai alla solita panchina nel sentiero dietro il palazzo dove stava l'ufficio dello psichiatra. fumai la solita canna prima della seduta, quella che mi permette di espormi agli altri con maggior sicurezza. fumavo e fissavo dai buchi della rete il laghetto che avevo difronte. sembravo un carcerato che assaporava la libertà solo guardandola.
"medito su il problema ed il problema è che medito"
diceva. entrai e mi ricevettero praticamente subito.
aveva di nuovo spostato tutti i mobili dello studio, in maniera da renderlo un posto nuovo ad ogni seduta. leggeva di parecchi studi e immagino facesse parte di determinate condizioni per mettere a proprio agio i suoi pazienti più disagiati come me. apprezzavo il tentativo ma non ho mai dato rilevanza allo sfondo.
mi offrii una tazza di caffè e ci mise due cucchiai di zucchero, ormai conosce i miei gusti.
come sempre tentai di dribblare le solite domande senza risposta.
"come stai?" "miglioramenti?" "pensi ancora al suicidio come soluzione?"
ormai sapeva chi ero. sapeva che le stavo dicendo quello che uno psichiatra vorrebbe sentirsi dire. sapeva che sotto sotto ero una merda.
poi dopo una discussione piuttosto accesa sul perché io non collabori lei se ne uscii con una domanda provocatoria quanto giusta. " i tuoi amici che adesso sono consapevoli di ciò che stai passando scommetto avranno cambiato modo di trattarti, ti dà fastidio avere tutte queste attenzioni o sei felice di vedere che ora che sanno si preoccupano?" una domanda del genere ebbe in me un effetto devastante. mi mise sotto il naso ciò che ignoravo.lei abituata a così tanti casi mi stava dicendo che era normale l'aumento delle attenzioni da parte dei miei amici.
ma in realtà nulla era cambiato. anzi i rapporti si stavano probabilmente slacciando da lì in poi. ciò vuol dire che non mi vogliono bene?
o che hanno paura di me?
dopo quei secondi di riflessione finsi che aveva ragione e che loro mi stessero stressando l'anima per distrarmi e fare cose a tal punto da infastidirmi.
ma la verità era un'altra.
la verità è che anche se mai fu mio scopo avere le loro attenzioni in quel momento ne sentivo la mancanza. avevo notato la totale assenza di dimostrazioni d'affetto da parte loro. del resto dopo le sceneggiate che hanno fatto quando gli raccontavo dei due tentati suicidi forse sarebbe stato lecito aspettarsi un po di sostegno. invece 0, anzi.
avevo mancanza di amore e d'amicizia.
non mi sentivo solo, quello capitava spesso che sia per mia volontà o no, quella volta mi sentivo abbandonato.
avevo una sola persona e passavamo il nostro tempo a scopare per fingere di amarci. si perché lei era come me. tutto l'amore che non abbiamo mai ricevuto noi lo mettevamo nel sesso.
dagli altri, quelli che dovrebbero essere i miei amici, nulla.
come se tutto fosse passato dal giorno alla notte.
fu una gran botta a primo impatto. capire che le persone che stimi oltre a schifo poco piu fanno.ormai sono in pace solo se da solo.   

Lun

29

Apr

2019

Mi detesto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

non riesco ad accettarmi, mi rendo conto che do la colpa ad altri e mai a me stessa.. ma in fondo so perfettamente che la colpa è mia!

mia mamma fun da piccola stava super attenta alla mia dieta, a non farmi ingrassare, diceva che avevo i geni della famiglia di mio padre.. tutti alti e obesi!! Crescendo probabilmente ha notato che effettivamente tendevo ad ingrassare facilmente quindi le merendine erano solo per mio fratello minore o mia sorella maggiore.. entrambi magri naturalmente, senza sforzarsi..

io in compenso mangiavo di nascosto e cercavo di seppellire le prove, tra i cuscini del divano o nelle tasche dei pantaloni puliti.. che avrei messo il giorno dopo per andare a scuola, così da poter buttar via le prove!

mi detestavo! Perché proprio io..

nutile dire che quando ho terminato le superiori, sono andata a vivere fuori casa per gli studi universitari e li devo dire che ho dato prova del peggio di me.. in pochi mesi ho messo su una decina di chili di troppo.. ma in fondo non ero grassa, mi dicevo.. sono alta, i vestiti ancora mi entrano..

 Il secondo anno mi sono innamorata.. e poco dopo averla conosciuta siamo andate a vivere insieme.. 6 anni intensi.. come erano intensi i miei sobbalzi tra dimagrire e ingrassare.. sono arrivata a pesare 95kg per 1,74.. poi mi mettevo a dieta anche seguita da dietologi.. arrivavo a pesare 70kg e poi di nuovo, la bilancia puntava più in alto..

ci siamo lasciate e sono tornata a controllarmi.. perdendo nuovamente peso.. la dieta precedente non funzionava più quindi muova dietologa e di nuovo a controllare periodicamente la bilancia.. 75kg questa volta...

sono riuscita a mantenerli più o meno per un’annetto.. dopo di che ovviamente i vestiti hanno ripreso a tornare stretti nonostante seguissi il regime alimentare imposto mi!

84kg il nuovo peso.. per i successivi 2 anni..

ora mi ritrovo a controllare il peso, a fare dieta, a camminare almeno un’ora e mezza al giorno, a fare degli esercizi specifici per l’addome e le cosce e certamente non posso dimenticare le braccia!!

risultato? In poco più di un mese sono tornata a pesare 94kg..

nelle ultime due settimane alterno giorni assolutamente salutari e attivi a giorni di disprezzo.. mi abbuffo e mi piango addosso! Altre volte sto talmente male che vomito.. e non vomito autoinflitto.. ma il mio corpo rigetta tutto il cibo che mi sono ingozzata!!

Ma i miei sbalzi d’umore non sono solo legati al peso.. mi sento inerme, non riesco a soddisfare i miei genitori sul lato lavorativo.. a 32 anni non so neanch’ora cosa vorrei fare da grande.. non so per cosa sono predisposta..

alle volte vorrei solo sparire, per non dover vedere il disappunto delle persone a me care!

  

Dom

28

Apr

2019

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di doppiaenneedoppiaennee | Categoria: Altro

.. Ciao , sono un ragazzo di 17 quasi 18 anni ,,... una persona normale di solito quando si sveglia la mattina pensa '' è un nuovo giorno e lo affronta con tutto l'entusiasmo di vivere '' .... noi cazzo ci svegliamo la mattina e pensiamo '' sopravviaviamo anche oggi ''.. affrontiamo le nostre abitudini quotidiane come tipo andare a scuola o scorrere velocemente a comprarsi le sigarette o qualsiasi altra cosa che siamo obbligati a svolgere.. per poi andarci a nascondere il più velocemente possibile rinchiudendoci in noi stessi... mo ognuno si sfoga a cazzi suoi,, chi con il pianto che puo susseguire con  la droga o  con l'erba o  con l'alcool come nel mio caso ... ho abusato di tutt e 3  per diverso tempo per scappare un po dalla realtà o per fare quattro chiacchere con un'' falso amico drogato'' che stia con me solo perche abbiamo pippato o abbiamo fatto colletta  insieme o con lo scopo che lo rifaremo in futuro,,,ma non per affetto ,, e non cè da meravigliarsi che un drogato con il solo scopo di fare colletta .. ma è il solo individuo che ti ci puoi ritrovare nei discorsi perchè daltronde un pò ci assomigliamo ... anche se metti pure che  lui lo fa solo perchè cosi .. a caso una volta ha provato ed ha continuato ... io no... io lo facevo e magari lo rifarò,,, per scappare dalla realtà ..anche se poi quando rientro a casa sto peggio di quando sto normale e per questo a volte stoppo tutto.. ho stoppato con l'erba da ormai 3 settimane per il fatto che mi provocava  un ansia ed una depressione ancora maggiore... ma non e questo il punto........ noi siamo privi di affetto nei nostri confronti ..bassissima autostima .. anche se per pochi minuti potrebbe incrementare per un no sò,,,  sappiamo che poi andrà a scpomparire.. siamo privi di quella persona che si vede nei film che quando sei giù fa di tutto per renderti felice o che magari viene sotto casa tua per stare un po insieme o farti un regalo ,, e non per venirti a rompere i coglioni perche magari vuole fumare o non ha compagnia altrui e va a convenienza .. e dopo che gli dici no non voglio o non posso scendere .. ti riempie di critiche o insulti del tipo.. stai sotto fra ..sei uno sfigato che non esci a natale per esempio o tantissimi alri esempi mo ognuno ha il propio stato.... siamo privi di un lieto fine.. o che magari ancora non arriva .. ma noi stentiamo a crederci perche dalle tante esperienze vissute o dalla mentalità della (massa di popolazione felice) noi gia sappiamo come va a finire...  siamo privi di affetto ripeto... potremmo avere anche laffetto dei nostri genitori che è molto impotìrtante a parere mio ma non abbastanza sufficiente,, perche come si dice ,,( ogni scarrafone è sempre  bello per sua mamma) ce i tuoi non diranno mai che sei un annullità a meno che non siano dei bastardi senza cuore ora non so nel tuo caso ci siano genitori così anche se litigano,,, però il punto sta che non e sufficiente tutto questo per stare bene pechè noi ci conosciamo dentro .. ci potremmo anche illudere di trovare conforto in un partner.. che poi alla fine la storia finirà o per un motivo o per un altro e ci sentiremo ancora oiù abbattuti ... ce manco noi sappiamo che cazzo vogliamo ... e la cosa peggiore che ci osteniamo a non fare cazzate e quindi rimanere chiusi in noi stessi malinconicamente depressi con la speranza di un non so che cosa... che ci stravolga la vita .. ma la vita è una.. e  noi il 20 percento di questa ce la siamo fumata e noi lo sappiamo bene anche se proviamo a pensare che un giorno tutto ciò possa cambiare ma ripeto .. non ci crediamo molto,,, parlo al plurale perche la situa e più o meno la stessa per tutti chi più chi meno.... ce chi si sente abbattuto per il suo aspetto chi per la poca iniziativa per il futuro che si abbassa man mano perche si sà di essere (uno sfigato/a) e quindi si convive malamente con tutto cio,,, chi per altro ecc,,, non ci sono psicologi manco il piu bravo al mondo che possa eliminare questo stato depressivo ,,, lunica cura a mio parere è l'amore (vero) di una persona uguale a te con i tuoi stessi difetti e le tue steesse paure... così da superarle insieme e vivere .. ripeto vivere o per meglio dire (convivere) con la lealtà e la fiducia di entrambi ... facendo una vita felice con impegni da svolgere come tipo andare a  lavorare perchè è essenziale per vivere per poi tipo andare in palestra o stare al bar con gli amici o andare a giocare a calcetto ecc ... peròò .. con la coscienza che poi una volta ritornato nel tuo mondo ci sia conforto,affetto e lealtà... e non abbattimento per colpa di qualcuno o della prvincia della noia o  per il suo aspetto fisico... perche una volta trovato tutto quello che ho elencato ... ogni cosa negativa risulterebbe nulla...  perchè noi non siamo tipi che possiamo convivere con noi stessi da solii con tutte queste paranoie per la realtà o per il mondo che cè li fuori...  siamo persone molto sensibili .. ma alcune persone anche forti a nascondere tutto questo malessere facendosi comunque rispettare in comitiva o avendo una buona gestibilità della situazione o essere socievole con altri.. però tutto cio e mascherato da una grande voglia di ritornare a casa e nasconderci il più possibbile .. nella speranza di che???... vabbhe ora ho finito che sono le 5 di mattina e sono stanco ( finalmente) potrei scriverci un libro su tutto ciò...  attendo risposte.... non da psicologhi del cazzo   o psicologi o come cazzo si scrive  .. ma da ragazzi/e come me ... 

Sab

13

Apr

2019

depressione

Sfogo di Avatar di VaracolaceVaracolace | Categoria: Altro

Ciao a tutti, ultimamente ho perso la voglia di fare qualsiasi cosa e di vedere le persone. Mi sento vuoto, mi sento di non aver raggiunto nulla nella mia vita. Sono sicuro che se sparissi in questo momento non se ne accorgerebbe nessuno e se anche qualcuno se ne accorgerebbe non gli interesserebbe. Vorrei per una volta trovare nella mia vita un briciolo di serenità un gesto di affetto e invece rimango qui a chiedermi se vale ancora la pena vivere cosi

Dom

07

Apr

2019

Ho paura per il mio futuro

Sfogo di Avatar di UnaPersonaACasoUnaPersonaACaso | Categoria: Altro

La mattina apro gli occhi, e quando realizzo di essere sveglia sento dentro di me una sensazione di vuoto, come se i miei organi stessero marcendo, e tutto stringe e fa male. Poi mi alzo e vado a scuola, e quando metto piede in quell edificio mi viene ansia, perchè non riesco a studiare, non riesco a concentrarmi, perchè non ho amici e non parlo con nessuno, allontano e deludo tutti. Poi torno a casa e ci sono i miei, che litigano o mi riempiono di domande. Poi la sera vado a letto, e spesso piango perchè sento come se fossi rinchiusa in un posto che non mi piace, piango finchè non mi addormento, e poi il ciclo si ripete.  

Non sono sicura di avere un futuro, non so se starò mai bene, non so se troverò qualcuno con cui stare. Mi passa la voglia di fare tutto, non ho neanche più voglia di vivere.