Tag: depressione

Gio

26

Apr

2018

Consiglio? Non ho più interessi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Buongiorno a tutti intanto... oggi sono un po’ perplessa, mi rendo conto di non avere più interessi/modi per passare il tempo quando sono da sola. Vi è mai capitato? Prima ero molto attiva e seguivo duemila cose... mi interessavo anche alle pagine di serie che mi piacevano o novità, adesso non seguo più nulla.. mi sento un po’ vuota forse è il periodo.. solo che non so come uscire da questa situazione di stallo e apatia 

Mer

25

Apr

2018

Heartbroken

Sfogo di Avatar di Angel without wingsAngel without wings | Categoria: Altro

Ho il cuore a pezzi... lo so, a molti può sembrare una stronzata, ma,fa male. Oh, eccome se fa male. Il mondo non ha,fatto sconti: genitori separati, padre mammone e attaccato alla bottiglia, pianti, dolori, battaglie legali, un casino. Ora credevo di aver trovato un po' di pace, ma a quanto pare no. Sono destinata a stare forever alone. Credevo che mi amasse, che fosse diverso, ma a quanto pare no, un altro stronzo mi doveva capitare.

Gio

12

Apr

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Salve ragazzi, sono immigrato dall'italia in germania dai miei zii, i motivi per il quale sono venuto qui sono svariati.

Problemi familiari e non avere un futuro lì sono  quelli  principali.

Sono venuto in germania(winnenden) il14 febbraio, sapendo che il corso di lingua tedesca, sarebbe iniziato ad aprile.

Mi hanno detto "quì c'é lavoro, quì si sta bene".

E ovviamente ho creduto a tutto ciò.

Adesso mi ritrovo ad essere quì quasi a 2 mesi, aver iniziato solo il corso, non avere un briciolo di lavoro, un pò per i tempi che sono, un pò per l'incapacitá dei miei zii.

Ho da qualche settimana forte ansia e attacchi di panico, a tal punto da non riuscire a mangiare e dormire.

il malessere mi é dato soprattutto dal nucleo familiare in cui mi trovo.

I miei "zii" con un figlio, (non potró mai ringraziali abbastanza per  avermi accolto) sono persone molto particolari, con tutto il rispetto sono persone estremamente ignoranti, sembra quasi che abbiano un ritardo mentale, loro figlio stessa cosa ( da un'albero di mele nascono mele non meloni).

Non hanno il minimo rispetto altrui, mettono il naso in fatti estremamente delicati, dove solo i diretti interessati possono farlo.

Sono perennemente incazzati con la vita, cercano di insegnarti con i loro modi animaleschi, anche a respirare.... insomma  non sono persone con cui ti fa piacere stare.

Io adesso mi sento non so nemmeno io come, sono scoraggiato da tutti i lati, dicono che non ci sono case in affitto quì, ed 1.

Non ho un lavoro valido che mi permetta di pagare un affitto e siamo a 2.

Non ho il minimo sostegno dalle persone che mi circondano, non so fino a che punto vale la pena resistere.3

 

Sto pensando sempre più al suicidio, venendo già da una situazione di merda, condita di depressione e ansi costante.

perchè se dovessi fallire qui non ho idea di come fare. Ed è triste dirlo a 21 anni ma è cosi.

Mi trovo chiuso in gabbia  dentro la mia stessa testa.

Voi cosa fareste al posto mio?

Fino a che punto vale la pena lottare? 

Gio

29

Mar

2018

Non ne posso più!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mi sento da schifo, sono convinta che la mia vita faccia schifo e lo fa... Sono depresso questo lo so ormai da tempo, rifito l'aiuto degli altri, sono masochista mi auto demolisco. Vorrei farla finita con tutte queste turbe mentali... Non voglio più avere a che fare con me stessa... Mi faccio pena da sola... E penso che quando si arriva a questo punto o ti ammazzi o svolti pagina... Io aspetto un cambiamento radicale... Ma una cosa sola vorrei gridare al mondo ed è aiuto... Ma so già che se solo dovessi avere il coraggio di farlo e qualcuno si offrisse per aiutarmi gli direi hei va tutto bene! Non ti preoccupare era uno scherzo o minchiate simili... Passo dal letto al cesso manco fossi un neonato... Ho iniziato a prendermi cibi pronti per far prima e stre il meno tempo possibile fuori dalla mia stanza e alla prima occasione mangio in camera direttamente e se c'è qualcuno in casa ed è una giornata particolrmente di merda più tosto che anche solo risciare di incrociare lo sguardo non mi alzo e non mangio più tosto... Non ne posso più sono un aquila in gabbia... Intrappolate nel mio cervello di merd@... Vorrei farla finita in un modo o in un altro ma io voglio vivere non voglio darla vinta al mio cervello di merd@ per una volta il mio orgoglio del c@zzo serve a qualcosa... È bello dire queste cose liberamente anche se non a voce ma scritte è liberatorio esprimere quello che si a dentro senza ritegno e magari il mio sfogo farà capire a qualcuno che la sua vita è meglio della mia... E magari starà meglio per jn pochino... 

Gio

15

Mar

2018

Dormite sogni tranquilli, che qui ci sono io a prendermi la vostra merda

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Salve, sono un ragazzo di 16 anni la cui disgrazia è essere troppo buono. Io non so per quale motivo sia cosí, ma fin da piccino sono sempre stato buono, pacato, gentile, molto empatico(piango per tutto)ma soprattutto timido e taciturno da far schifo(mi vergogno anche a guardare la gente negli occhi, e per queste cose pensano tutti che sia ritardato... avranno ragione magari). Sono sempre stato incapace di reagire: se qualcuno mi insulta io mi faccio insultare e sto zitto, se qualcuno mi picchia io mi faccio picchiare e sto zitto. Tutto ciò mi ha reso la perfetta vittima dei bulli, di cui ne ho uno a casa in veste di "sorella". Ma io non ne posso piú di essere cosí buono, mi sale il sangue al cervello quando penso a tutto ciò che ho sempre subito(per colpa di mia sorella mi sono rotto il metacarpo e ora non riesco a muovere il pollice destro) . Su di me grava il peso delle fustrazioni altrui, probabilmente è per questo che ora arrivo a voler vedere morta determinata gente. Ed è grave che un ragazzo di 16 anni arrivi a vivere con l'omicidio in mente. Di questo passo un giorno per vivere in pace ammazzerò qualcuno sul serio, ma non perchè sono cattivo io...ma perchè sono cattivi gli altri. 

Mar

13

Mar

2018

Nel baratro....

Sfogo di Avatar di redhood91redhood91 | Categoria: Accidia

ok.... ultimamente pensavo di aver messo abbastanza unf reno a tutta la rabbia, ma in realtà l'ho semplicemente rivlta verso me stessa e il risultato è che si sta trasformanto in un baratro di sconforto e depressione senza fine....

 

trasloco per dare al cane e al mio compagno una casa più grande - fatto
secondo lavoro - trovato

fatica - aumentata a livelli extra

risultati: zero. 

l'unico risultato è che una coppia del nuovo condominio è riuscita a mettermi contro l'amministratore perchè il cane qualche volta piange (ho tutti i video.... venti minuti al mattino tra le 9.30 e le 13.00 e neanche di seguito, ma sparsi nell'arco temporaneo descritto) e piange mentre sia io sia il mio compagno siamo al lavoro. faccio turni di lavoro massacranti, mettendoci anima e corpo perchè nel mio settore se non si dimostra unminimo di affezione a quello che si sta facendo non si vede manco un centesimo di soldo bucato. secondo lavoro che chiede ancor più fatica del primo. tutto il mio tempo libero è passato a portar in giro il cane e a me rimane qualche oretta di sonno, dato che inizio alle 4 del mattino il turno fino alle 13. MA, abbiamo anche la fregatura ntturna: il cane del mio compagno aspetta che ci addormentiamo per salire sul letto e buttarmi letteralmente fuori dal mio posto e il risultato è che da mesi non sto più dormendo molto bene, anzi, sono ripresi vecchi disturbi del sonno, fame nervosa e depressione. 

ad aggiungere un bel carico al mulo da soma, abbiamo la madre del mio compagno che fa pressioni per diventare nonna, mentre io e il mio compagno nonvogliamo avere figli, e la sua presenza a dir poco opprimente ogni volta che c'incontriamo. 

quella che poteva essere una nota positiva, invece, ora è diventata una nota dolente: io e il mio compagno stiamo cercando di aprire un'attività assieme e stiao facendo tutti i passi per avviarla bene, un sogno comune che finalmente si sta realizzando, anche se con molte insidie, dubbie e fatiche. Ma vanno bene, perchè è parte del processo ed ero comunque felice per questo nuovo inizio tutto nostro, finalmente qualcosa assieme! e invece.... e invece sempbra che sia io a manipolarlo e a forzarlo, ottengo pochi riscontri e di continuo sua madre si mette in mezzo e dice che sono io a manipolarlo e a coinvolgerlo in cose che non avrebbe mai pensato lui. ma soprattutto non otteniamo alcunissimo appoggio, nè morale, nè economico. 

 

mi sento e persa, anche perchè di amicizie vicine non ne ho e vorrei parlare, ma con chi?

e allora mi arrabbio. sempre spesso e sovente con me stessa, perchè penso "è colpa mia, se avessi tenuto la bocca chiusa, forse non sarebbe mai successo questo... o quello... o tutto..... e non ci sarebbero tutti questi casini....." e così proseguo le mie giornate incolpandomi sempre di più. in realtà anche scrivendo questo sproloquio, sto pensando " ma si, chissene.... cancella tutto... non frega a nessuno delle tue lamentele..... dici che avresti voluto stare zitta? bene, fallo adesso, no?" e allora avanti così, in un'aspirale che non ha fine e che sinceramente non mi ilascia molte vie d'uscita.... e non so che fare.... 

 

.... forse spero solo che arrivi la notte, così una giornata finisce. peccato che poi mi svegli, di nuovo...  

Mar

27

Feb

2018

Depressione per disoccupazione

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

So che è un problema vasto, che riguarda molti italiani, giovani e meno giovani. Si parla di scelte professionali legate al desiderio d'autonomia. 

Io mi sento molto preparato sulle cose in cui so di essere specializzato e ricevo anche molti complimenti per questo, ma di fatto mai nulla di remunerativo e purtroppo il mio è un campo dove lavoro ce ne è pochissimo e soldi ancora meno.

Mi sento capace di fare solo questo mestiere (che è legato alla scrittura), ma sinceramente non vedo sbocchi e ho quasi 34 anni. Sono stanco e depresso. Tutto il resto lo odio oppure semplicemente non mi ci sento tagliato. Mi sento in un eterno vicolo cieco che conduce alla mezzetà e poi alla morte senza non essere riuscito a combinare un cazzo e, diciamocelo, oggi per combinare qualsiasi cosa se non hai soldi sei fregato.

Tutto ciò che ne risulta è un perenne senso di essere rimasto indietro nella vita rispetto a tantissime persone che conosco. E io non sono neanche una persona con particolari ambizioni tipo farsi una famiglia e sfornare figli, non ci penso proprio. Voglio essere indipendente e vivere per conto mio, tutto qui. Mi sento un figlio di papà per gli aiuti economici che mi dà mio padre, anche se in realtà mi ha sempre viziato poco e ad esempio non mi hanno mai comprato un'auto o un motorino (la patente però ce l'ho). 

 Mi sento bloccato e depresso e non riesco a trovare lo stimolo per far nulla, neanche vedermi con gli amici, figuriamoci provarci per una relazione o anche una semplice cosetta occasionale. Pian piano ho perso delle buone abitudini e passioni che avevo, vorrei riprenderle per rialzarmi e sentirmi più attivo, ma il peso della depressione è più forte. 

 

Dom

25

Feb

2018

L'amore esiste ??

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Visto che non ho un cazzo da fare, mi volevo sfogare sul fatto che mi sento uno schifo..... perché ho perso delle ragazze che mi hanno friendzonato o rifiutato....non capisco cosa c'è che non va in me....a detta di molti sono simpatico, carino, pieno di hobby, non mi arrabbio mai e sono gentile....forse è perchè a voi ragazze piace il ragazzo stronzo, quello che ti snobba ed è sicuro di se. Ecco perché non credo che troverò mai una ragazza, la maggior parte sono stronze e ti snobbano. Ormai ci si innamora di quello che rappresenta una persona e non della persona in se.

Sab

10

Feb

2018

Dolore!

Sfogo di Avatar di SirioBiancoSirioBianco | Categoria: Invidia

Invidioso. Proprio tanto invidioso della felicità degli altri. Amici che uno dopo l'altro trova il/la ragazzo/a e perdono la leggendaria verginità con una persona giusta... dopo due anni e mezzo di relazione precedente sono stato letteralmente abbandonato: un messaggio di addio, voleva restare amica: assolutamente no, dissi. Mi faceva molto male, mi trattava tutti i giorni come pezza da piedi, utile solo a mantenere alto il suo ego. Ebbene, disse che ci temeva a me e mi ha addirittura insultato dopo il mio no.

Pensando di poter andare avanti e trovare una ragazza... che mi volesse davvero bene, mi sono illuso. Dopo un anno e mezzo ho ricevuto solo due di picche e sentito le storie degli altri. Uno dopo l'altro, tutti, hanno trovato qualcuno e hanno perso la verginità con loro. Sì, può trattarsi di status symbol, può essere segno di virilità... ma per me è di più. È manifestazione d'amore, e da qualcun'altro ancora non l'ho ricevuta. Sono stato usato fino alla fine e sfruttato! Spremuto fino all'ultima goccia, senza mai ricevere nulla.

Invece ora scrivo una cosa che odio: 

 Ho un padre che ha avuto un ictus, mi fa imbestialire: sono molto ordinato, pulito, preciso e lui è il contrario. Faccio io da padre a lui! Passa le giornate in bagno...  a fare non so cosa. Porca miseria, a 18 anni devo badare ad un padre che ancora... si masturba? Dopo un ictus, a 55 anni, ovunque. Illuso, pensa che non lo sappia. 

Odio questa situazione. Odio tutto! A tal punto di essermi messo a scrivere testi di canzoni oscuri e depressi, con pensieri negativi.

Mi sono messo ascoltare musica con un'alta concentrazione di toni bassi, come il death metal. Sento una grande tristezza dentro di me che non riesco ad eliminare. Eppure vorrei davvero qualcuno a cui volere bene, che me ne volesse un poco anche a me, almeno un poco. Sono disposto a dare tanto, ancora... ma ho paura di tutto. Sono stato usato e gettato, come un fazzoletto, per soffiarsi il naso e poi buttarlo via. Ho ricevuto due di picche da tre ragazze, nonostante il mio modo di essere che obbiettivamente è giusto e non scorretto. Non sono nemmeno terribile d'aspetto... mi hanno usato pure loro, il mondo conoscerà l'odio che ho in me. Ho odio!!! Odio e tristezza, solitudine. Sto diventando ... cattivo?

Sento di dover fare del male... non è normale, non sono io. Io sono un bravo ragazzo e l'invidia mi sta mutando... non so che fare. Gli psicologi costano e non servono, io non ho soldi. Non ne voglio sapere di psicologi! Voglio che questo mondo capisca il mio dolore, ma non accadrà mai.

 "An utterly terryifing demonstration of natural selection". Il mondo ti vuole morto.

 

Lun

05

Feb

2018

Mi sento depressa e senza uno scopo

Sfogo di Avatar di ClarissameyerClarissameyer | Categoria: Altro

Ho lasciato il lavoro perché l' ambiente era troppo duro e faticoso e ci stavo rimettendo la salute. Lavoravo in un call center e ho sempre fatto lavori di questo tipo per circa 10 anni, risultato? Oggi di anni ne ho 30 e lavorativamente non valgo niente. Sto cercando impieghi come segretaria o cameriera, barista, commessa ma non ho esperienza in nessuna di queste cose . Ho sempre e solo lavorato nei call center e per questo sono a priori considerata un'incapace perché non ho esperienza in altre cose  . Mi sono umiliata a entrare in negozi o ristoranti chiedendo se avessero bisogno di assumere e la risposta è sempre la stessa, no, non mi vogliono . Se fossi piu giovane invece so che mi assumerebbero subito. Mi sento una sfigata. Vorrei tornare indietro e fare scelte diverse, ma so che è troppo tardi. Sto facendo colloqui per posti assurdi tipo promoter dove non ti pagano se non vendi ( e comunque poi non mi prendono mai dato che sono troppo vecchia). Sono depressa e non vedo via d'uscita . Mi sento fallita, arrivata, come se fossi alla fine di qualcosa. Di sera il senso di fallimento è così grande che piango senza riuscire a fermarmi. So che tante persone sono nella mia situazione ma io la vivo proprio come una sconfitta e mi sento inutile e sfigata. 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti