Superbia

Sfoghi più votati:

Sfoghi: (Pag. 1)

Sab

19

Mag

2018

Ho offeso il mio mentore, aiutatemi!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Sono una studentessa universitaria di 26 anni e nei precedenti anni universitari ho avuto dei ''problemi'' con un professore.
Sembrava ci fosse dell'antipatia nei miei confronti per vari motivi: frequentavo poco, arrivavo tardi alle sue lezioni, non intervenivo mai a lezione, non apprezzava il mio carattere insicuro, mi trattava con sufficienza, mi bocciava continuamente perchè troppo insicura o con delle lacune. I miei compagni non avevano nessun problema con lui, solo io ero sempre in difficoltà.

L'anno scorso dopo la seconda volta che mi bocciava al solito esame gli chiedo un colloquio per farmi spiegare nel dettaglio cosa avevo sbagliato e come invece avrei dovuto fare. 

Lui mi dà delle motivazioni (che tuttora non ritengo consistenti, ma vabbè) per la mia bocciatura. Mi consiglia di essere piu' attiva, piu' presente e mi dice che avrei dovuto aumentare le ore di tirocinio per fare esperienza. La vedo come un'altra punizione, ma sotto sua richiesta (fatta al direttore da lui stesso) mi trovo costretta a fare il doppio del tirocinio che avrei dovuto fare. Inoltre provo a essere un po' meno me stessa e un po' piu come mi vuole lui; mi espongo durante le lezioni, se c'è bisogno di una dimostrazione pratica davanti alla classe mi faccio avanti (sotto il suo sguardo pressante), cerco di partecipare a molte attività dove è presente lui, gli faccio molte domande su gli argomenti che non mi sono chiari... ritento l'esame e lo supero.

A quel punto sembra essersi sciolto un nodo.
Capisco che quella è la strada giusta e continuo a darmi da fare e il rapporto con lui sembra migliorare. Inoltre durante il tirocinio lo prendo come punto di riferimento per dimostrargli sempre il mio interesse e per questo lavoriamo spesso insieme. Nonostante il nostro rapporto sia migliorato non pensate che mi abbia preso in grazia: ci sono stati momenti dove ho sbagliato e lui mi ha fatto piu di una partaccia davanti a tutti, i voti a gli esami sono rimasti bassi, e la sua opinione sulle mie capacità non sembra essere cambiata.

Durante quest'anno abbiamo fatto un colloquio per discutere del mio andamento universitario. Mi ha spiegato nel dettaglio e senza mezzi termini tutto quello che pensava di me e delle mie capacità professionali (non sono stati commenti positivi). Dicendomi cosa migliorare e come farlo. Poi ha concluso dicendo ''Anche se non sono commenti positivi c'è da dire che hai seguito i miei consigli, mi cerchi sempre quando non capisci qualcosa e stai migliorando''. Anche se le sue opinioni su di me non sono cambiate, il fatto che ''perdesse del tempo'' nello spiegarmi come fare, cosa fare, perchè, e senza mostrare sufficienza mi ha fatto davvero piacere... e per questo vi dico che sento che il rapporto stava cambiando in positivo.

Ho seguito i suoi consigli e ho continuato a lavorare sempre con lui quando mi era possibile. Mi sono resa conto che mi piaceva quello che mi insegnava, che era molto bravo nel suo lavoro, apprezzavo il tempo che dedicava a insegnare solo a me, insomma alla fine è diventao il mio punto di riferimento. Adesso non vedo l'ora di lavorare con lui quando mi è possibile (nonostante mi stressi molto per le pretese alte che ha). E mi sembra di percepire che anche a lui non dispiaccia la situazione visto che adesso mi saluta sempre, mi sorride, ci diamo del tu (d'altra parte siamo quasi coetanei), fa battute, e non mi ignora come faceva anni fa.

Oltretutto, credo, se devo dirla proprio tutta... credo di aver sviluppato una cotta nei suoi confronti. Non so fino a che punto si tratta di stima per la sua bravura e quanto diinteresse nei suoi confronti. Fatto sta che mi sento sempre agitata e in imbarazzo se mi tocca o mi guarda per paura che intuisca qualcosa.

Ora arriva il dramma. 

un mese fa circa ho visto che stava lavorando a un progetto(ve lo paragono a un problema matematico per questioni di privacy) e gli ho chiesto se potessi rimanere ad osservare. Voleva risolvere questo problema come sfida personale perchè nessuno all'interno dell'università ci era riuscito. Immaginate che sia un'equazione difficilissima e nessun professore di matematica (lui compreso) fosse mai riuscito a risolverla. Quel giorno sono rimasta con lui un paio di ore finchè non si è arreso. Poi ha continuato a provarci per tutto il resto del mese. 

La scorsa settimana fumiamo un sigaretta insieme dopo le lezioni (ci siamo beccati per caso). E' venuto diretto verso di me (anche se c'erano altre persone che conosceva con cui andare a parlare). Lui sembrava particolarmente scherzoso e in confidenza. Mi guardava dritto negli occhi. Faceva battute. Abbiamo chiaccherato del piu' e del meno. 

Ero molto in imbarazzo perchè non sapevo come comportarmi e allo stesso tempo contenta che mi stesse trattando come una sua amica. Prima di andare via gli dico ''ho un po' di tempo libero, vedrò di risolvere il problema di matematica dell'università'', lui ride e io me ne vado.


E qui succede il casino.

...riesco a risolvere il problema matematico.
 Ero da sola in un'aula vuota quando lo vedo passare e su di giri lo chiamo.
Faccio un respiro profondo per ricompormi e non sembrare una pazza. Gli faccio vedere la soluzione al problema. Lui la guarda e fa una faccia sconvolta e incredula. Era basito.
Gli dico '' e' giusta no?'' con indifferenza
Lui ''sì, sembra di sì... come hai fatto?''
E io che volevo scherzare perchè ero felice dico è ''ehh.. è un segreto professionale'' senza rendermi conto che poteva essere una battuta fuori luogo!
Lui ha fatto un'espressione offesa e io ho subito detto ''no vabbè.. ho fatto così '' e gli ho spiegato brevemente il procedimento che avevo utilizzato.
Lui annuisce dice ''brava'' a denti stretti e se ne va.


E io ci rimango di merda.

Non volevo assolutamente offenderlo o mancargli di rispetto. 
Lui ha un po' di manie di superiorità (perchè in effetti è bravissimo nel suo lavoro) perciò è facile che si sia offeso sul serio.
Avrà pensato che la prima studentessa cretina che spunta dal nulla viene a mettere in discussione le sue capacità.
Ho davvero paura che mi odi. Accidenti alla mia boccaccia e alla mia incapacità di relazionarmi cazzo. Ma cosa mi è saltato in mente di rispondere in quel modo? Perchè non so comportarmi come una persona normale?!
Mi sento davvero una merda perchè non volevo offenderlo... ero contenta e volevo condividere il mio successo, non ho pensato che l'avrei fatto sfiguare!! 
Sono giorni che non riesco a pensare ad altro! Mi odio tantissimo! 
Ho paura di aver perso il rapporto che avevo costruito con lui e l'opportunità di lavorare insieme!
Sono proprio una cretina!!

Mi aiutate? cosa ne pensate di tutta questa storia? Cosa fareste al mio posto? Come interpretate i suoi comportamenti e la sua reazione? Vi prego, vi prego rispondetemi e datemi dei consigli perchè non so piu dove sbattere la testa per il casino che ho combinato. :(

Dom

29

Apr

2018

Figlia preferita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Ciao a tutti mia sorella non la sopporto più! Abbiamo rotto i rapporti e lei quando viene a trovare i miei fa sempre la vittima e fa la ruffiana per non parlare che quando viene nemmeno mamma in casa aiuta più il fidanzato è contento che noi stiamo litigate e poi ho il sospetto ke lei dica bugie a mamma vivendo lontana da noi seconfo me le mente anche sul lavoro x me non lavora o lavora poco e a mamma ci crede i miei le danno ragione per tutto cosa posso fare per nn soccombere?

Tags: maledetta

Dom

01

Apr

2018

Non riesco a ficcarlo.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

e da anni che ci provo ma non riesco mai a FICCARLO dentro la mia Ragazza Mi date un consiglio?

 

Mar

13

Mar

2018

Le cose davvero importanti per una madre

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Ho questo jeans taglia 40 comprato in un periodo di quasi magrezza quando avevo 16 anni e che tuttavia non mi è mai entrato, ora che sono oltre la ventina ho cambiato conformazione fisica e stranamente mi ci ficco ma mi mette in evidenza i tre-quattro chili di sovrappeso che ho sotto forma di una ciambellina che fuoriesce dai fianchi. Senonché ogni volta che lo indosso e mi metto davanti allo specchio per truccarmi, mia madre arriva alle mie spalle e guarda la suddetta ciambella (2-3 cm, eh) con un'aria schifata e perplessa, non so se credendo che non la veda o di proposito perché io mi senta a disagio notando il suo disappunto riflesso nello specchio.
Adesso io detesto scendere al livello dell'insulto fisico fra donne, perché la trovo una faccenda umiliante e preistorica, nonché nel mio caso totalmente fuori luogo dato che 1) fortunatamente non ho particolari problemi né in faccia né sul corpo  e 2) ho una tale mole di problemi comportamentali e relazionali che l'estetica è l'ultimo dei miei problemi;

ma che una persona che è stata una grassona dedita ai piagnistei per tutta la vita, sporca e sciatta, che si veste in modo ridicolo per la sua età sperando forse di essere arrapante, che è convinta di avere una grande dote intellettiva e poi ha la maturità relazionale delle mie compagne più sceme alle scuole medie, un essere traboccante odio, livore, disprezzo, che in vita ha saputo legarsi solo a soggetti rabbiosi e manipolatori credendo che l'avrebbero portata in giro su un piatto d'argento restituendole il ruolo di élite che nei suoi sogni un destino crudele le aveva tolto e invece se l'è presa sempre in culo perché è pure scema, si permetta di guardare con disprezzo sua figlia -che solo dal punto di vista del risultato scolastico potrebbe già sputarle in faccia- perché ha un rotolino di grasso che le esce da un jeans taglia quaranta, mi fa pensare che, porca puttana, sei proprio umanamente inutile, perché visti i tuoi evidenti problemi di autostima potresti concentrare la tua attenzione su una competizione di tipo culturale o intellettivo, invece che rimanere nel tuo stato di minorità che ti relega al confrontarti sul piano estetico in cui sei pure sfacciatamente perdente, e non solo con me.

Ma poi vuoi entrare in competizione con me? A quasi sessant'anni non hai la minima consapevolezza di te stessa e il tuo problema è il chilo di lardo in più di tua figlia ventenne? Ma che tipo di inusuale complesso di Edipo avete voi madri in competizione con le figlie? Che poi davvero, anche dal punto di vista psichiatrico se io sono come sono non è colpa tua, ma ti rendi conto che sei il patetico cliché di una casalinga frustrata senza essere nemmeno casalinga e pensi di poterti permettere il disprezzo per chicchessia? Devi ringraziare l'assistenzialismo di questo Paese se non sei in ginocchio a pulire i cessi di qualche stazione come meriteresti per il tuo atteggiamento umiliante, distruttivo e strafottente nei confronti del mondo circostante.

E io provo persino stima per te, figurati, perché ci vuole effettivamente una tempra d'acciaio a inciampare continuamente nella realtà per poi rialzarsi e correre in giro gridando che gli scemi sono sempre gli altri. Io comunque di qui a un anno forse sarò ancora più magra, e quando quel rotolino di ciccia non ci sarà più che farai? Ti suiciderai o guarderai con disprezzo l'altra figlia? No, quella ti somiglia troppo, forse mi verrai a dire che stavo meglio con qualche chilo in più, come fai in genere per poi rifilarmi facce schifate mentre indosso una taglia che tu non avevi nemmeno a otto anni.

Ecco, vedete, il modo in cui vi stanno i pantaloni è il metro del successo delle vostre mamme: cercate di non deluderle, che hanno investito tutta la loro vita nella vostra magrezza.

Mer

07

Mar

2018

Sono un'anonima

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

O forse un anonimo? O un anonimo biologico che però si identifica come anonima? Chi lo sa. Però la mia grammatica è perfetta. O quasi. No, non è vero.

Comunque, ho un problema. Credo che la mia cagnolina sia lesbica, perché non va d'accordo con i cani maschi. Lei sta bene solo con le femmine! Ma il vero problema non è lei. È che i cani assomigliano sempre ai padroni, e l'unica altra femmina che sta con la cagnolina è mia cugina. Che però ha il ragazzo!

Io ora come glielo dico che la sua ragazza è lesbica? :c

Mer

14

Feb

2018

Amica pseudo-depressa o roba simile

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

senti, io capisco che hai molte difficoltà con l'uni, che il tuo unico genitore è una madre iperprotettiva ansiogena e ignorante, che non hai mai avuto una figura paterna.

PERò ADESSO VAFFANCULO.

cioè chi cazzo sono io la tua psicologa?  che mi devo sorbire ogni tua cazzo di crisi (o LAMENTELA) perchè non sai fare questo, non hai un buon metodo di studio, non sai fare il pollo al curry, e qualunque minima stronzata per cui vai in crisi.

cioè porca puttana io a un certo punto vorrei anche essere felice,  anche io vengo da una situazione fmigliare complicata ma tu non lo sai perchè non voglio fare il gioco a chi ha l'infanzia più problematica, però mi sono comunque FATTA IL CULO per andare via di casa, e ora (momento autocelebrazione) sono una ragazza bella e in gamba, che sa quello che vuole e LO OTTIENE, qualsiasi sia la difficoltà, e soprattuto che se si accorge di avere problemi che non riesce a risolvere da sola si fa auitare DA UN CAZZO DI PSICOLO PORCA MERDA.

Ed è proprio questo che a te manca, il concetto di FARSI IL CULO, no, tu stai li a lamentarti finchè la sfigata di turno (cioè me )non arriva impietosita e ti fa trovare la pappa pronta, come è accaduto per la casa, come accade per qualsiasi cosa che sia al di fuori del "mangiare, bere, e dormire"

sai cosa, a volte penso di esserti amica solo perchè vedendo te mi rendo conto di quanti progressi ho fatto, di quanto io sia forte e indipendente.

e voi direte STRONZAAH!!!!11!!! SI CAZZO! sono una stronza, perchè sono  proprio gli stronzi che vanno avanti in questo mondo.

Sab

10

Feb

2018

Voglio tradire un segreto di una "amica"

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Sfogo rivolto a una persona che non mi vuole ascoltare e non mi fa parlare... ma avevo bisogno di fare l'infame per una volta nella vita e fare come il servo di re Mida, altrimenti non mi toglierò questo rospo! 

 

Oggi hai difeso quell'arpia che mi fece soffrire come un cane dalle mie parole. Bene. Siete amiche: bene, ma non benissimo. E non vuoi sentire perchè ti metto in guardia da lei. Io mi accorgo di tante cose che non vedi... so che ti parla alle spalle... so che ti tiene a distanza perchè non si fida di te... che ti considera strana e incomprensibile... non vuoi sapere, non vuoi sentire, non mi crederesti. Ma sono una persona discreta. Per cui non posso dirlo a te, lo dico qui! Tanto l'arpia parla di me con nomi e cognomi ai quattro venti, non faccio un torto a nessuno... e poi non ho problemi ad ammettere che gli errori li ho fatti pure io. Poi si impara e si rimedia. 

Quando ti ha presentata a me ti prendeva in giro alle spalle appena te ne andavi. Ti considerava una un po' stupida, anche facile. Rideva di te per i tuoi scritti acerbi. Mi diceva che eri una persona pallosa, che non sapeva nemmeno come dirti di finirla lì perchè non coglievi i suoi "gentili" segnali ad interpretazione. Che non ti capiva, che non si fidava di te. Che eri strana. Che probabilmente non eri normale. E facevi tutto il contrario di quello che voleva lei. Ti teneva a distanza. Ha provato a liberarsi di te un paio di volte in modo subdolo, ma tu non hai capito e le sei corsa dietro. Non le sei mai piaciuta e non le piaci neanche adesso. Parlava male anche della tua amica davanti a te: cosa ti ha mai fatto pensare di essere diversa? Pensi forse che con le sue amiche perbene lei sia fiera di te, che si vanti della vostra amicizia, o forse che ti tratti come ha trattato tutte le altre? Ah sì... pensi davvero che ti consideri AMICA?

Quanto vorrei che tu sapessi! Che tu scoprissi chi è veramente la tua amica! Il meglio purtroppo è avvenuto di persona alle tue spalle. Perchè sì, sono infame anch'io, ma poi ti ho conosciuta dopo questi eventi... ho cambiato idea su di te... e ho provato a rimediare... 

 

(No, non mi pento di aver raccontato tutte le confidenze di quella stronza. Del resto se la stronza era mia amica un motivo dev'esserci.)

Mar

16

Gen

2018

Ho abbattuto l'iper-critica

Sfogo di Avatar di WendyJWendyJ | Categoria: Superbia

Una cosa mai successa prima: in palestra ho guardato la mia immagine riflessa.Una voce maligna ha detto "guarda quella montagna di ciccia traballante!", e un'altra voce gli ha risposto subito "Vuoi dire una bellissima montagna di ciccia traballante!".
SiparioStanding ovation

Ven

12

Gen

2018

Lui e l'auto nuova

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Nuovo contratto con la stessa azienda, aumento di stipendio e TFR del precedente contratto e il mio ragazzo 28enne vuole fare un finanziamento per comprarsi un auto nuova da 25 mila euro. Io gli ho consigliato di prendersi una macchina meno costosa visto che non ha nemmeno cura dell'auto viste le condizioni dell'attuale e di mettere i soldi da parte magari per cambiare appartamento poiché quello dove abita anche a detta sua non è sto granché. Eppure mi ha risposto che non devi fargli i conti in tasca e che la macchina che prenderà gli durerà per molti anni e che lo attacco su tutto ( il mio era solo un consiglio). Non so più cosa fare con lui, voi che ne pensate a riguardo? 

Ven

12

Gen

2018

Sono fidanzata ma sono attratta da un altro

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

ciao,sono fidanzata da quattro anni e da un anno sono diventata anche mamma di un bimbo meraviglioso.

purtroppo mi è successo che da poco più di due mesi mi piace  un altro... è un ragazzo più giovane di me,io ho 35 anni...Non so perché ma provo un'attrazione fisica e sessuale bruciante per lui e ho la testa completamente nel pallone...

so che nn dovrei,io amo il mio compagno e soprattutto mio figlio,ma nn so perché mi è capitata questa cosa...lo sogno e sogno di andare a letto con lui e aanche quando faccio l'amore col mio fidanzato penso a lui.

sto impazzendo...ogni tanto ci maandiamo sms,e quando lo vedevo sentivo nel profondo che anche lui mi vuole.

non so più cosa devo fare,sto bruciando di passione per lui

e mi sento in colpa 

 

Succ » 1 2 3 4 51

Questo non si fa.

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti