Superbia

Sfoghi più votati:

Sfoghi: (Pag. 1)

Mer

09

Gen

2019

Ritengo di essere superiore a questa stupida esistenza che la società ti vende al caro prezzo della vita stessa.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Insomma, chi non lo crede? 

Non è perchè sono nato per errore quando mia madre aveva sedici anni. Non è perchè mio padre non mi voleva crescere ed erano sempre tutti e due al lavoro e poi i loro hobbie. Per sette anni mi ha insegnato a fare il figlio che doveva prenderle, senza darmi attenzioni, facendomi assistere ai suoi tradimenti.

Non è perchè poi hanno divorziato e mia madre s'è trovata un altro peggio di lui, più grande e più cattivo. Si fumava le canne, picchiava anche lei, io ero il suo obiettivo preferito, anche li sempre solo. Lui era camionista, quando tornava trovava il modo per deridermi provocarmi, insultarmi e poi picchiarmi. Mi piaceva sognare, quello si, amavo la musica e la letteratura, quando potevo scappavo nel bosco dietro casa e li mi sentivo al sicuro. Anche a scuola dovevo difendermi dagli altri che, divertendosi, mi bullizzavano perchè me ne stavo per i fatti miei, ma se mi istigavano diventavo cattivo e violento, così mi vedevano come un fenomeno da baraccone, un'animale da addomesticare. Ho sempre rifiutato di far parte del loro branco, di fumare le loro canne o come dicevano loro "bruciare" e andare al bar anzichè a lezione. Non riuscivo a studiare, non provato interesse perchè il corso Itis non l'avevo scelto io: lui voleva così, io volevo fare il liceo. Siamo riusciti a scappare, avevo 15 anni. L'anno dopo ho dovuto lasciare gli studi per iniziare a lavorare - lavoravo durante l'estate da quando avevo 11 anni, così non mi sono nemmeno opposto. Leggevo tanto quando tornavo a casa, tanta filosofia, psicologia, narrativa, fantasy e i grandi classici. Cosi ho deciso di mettere via un po' di soldi nascondendoli per iscrivermi ai servizi sociali di nascosto.

Non è perchè quel mucchietto di amici con cui avevo stretto delle amicizie si è sgretolato pian piano, e non è nemmeno per le relazioni disastrose che ho avuto con le ragazze.

Mi sono diplomato con quasi il massimo dei voti, ora sono all'università, ho purtroppo perso il lavoro per la chiusura dell'ufficio. La mia relazione sentimentale s'è conclusa dopo cinque anni e adesso, a venticinque anni mi sento vecchio dentro, guardo gli altri e li vedo felici, mi chiedo come possano essere così entusiasti di un'esistenza cosi patetica, fondata sul denaro, sull'avere. Poi penso, pazienza riuscirò a laurearmi e allora poi mi costruirò un lavoro per aiutare gli altri e realizzarmi. Ma realizzarmi in cosa? A me non interessa avere l'auto bella, avere una casa grande, avere tanti soldi per comprare la prima cazzata che senti alla pubblicità, o andare a ubriacarsi la sera con "gli amici" direi più colleghi o quant'altro per fare chiacchiere morte o seguire una partita del calcio che ho sempre detestato! Come dicevo ho letto tanto, ho capito che la verità è impossibile da trovare: è relativa così come la scienza che dice solo cose esatte fino a prova contraria. Ho compreso il nostro periodo nichilista ed il capitalismo che ormai s'è consolidato in questa società di consumi. Guardo il mio gatto e penso che forse lui se la vive meglio senza tutte queste idiozie.  Io vorrei solo sedermi accanto a qualcuno come me e poter condividere la felicità di un tramonto, qualche parola profonda che vada al di là della superficialità dello specchio d'acqua del lago che siamo tutti abituati a considerare come realtà. Vorrei poter andare al di là delle apparenze. Passare una giornata intera a leggere sdraiti su di una coperta all'aria aperta.. ridere, baciarsi, comprendere quanto sia importante la relazione affettiva al di la dei regali costosi e delle promesse stupide. Mi piacerebbe davvero, ma sono giunto a comprendere che neanche l'amore esiste, perchè vi ho creduto fino alla fine in questa relazione, ma i problemi, i problemi non finiscono mai e alla fine è sempre questione di soldi, di incomprensioni e di una perversa voglia di focalizzarsi sui difetti più stupidi e renderli un handicap per la coppia. Io non credo in nessuna religione, credo che come sono nato un giorno morirò ed il bello sta proprio nel mezzo di potersi vivere il momento, ma non conosco nessuno in grado di comprenderlo, qualcuno che vada al di la del senso comune. La verità è che mi sento sopra a tutta questa illusione perchè ho capito e sento di sprecare il mio tempo in ogni cosa che faccio in ogni cosa in cui ho investito affetto, interesse, amore. Il fatto è che mi sono sempre visto come un funambolo in equilibrio sullo scenario della tristezza e le piccole pennellate qua e là di felicità erano gli uccelli che, di tanto in tanto, passavano e volgevano lo sguardo verso di me provando un po' di empatia, vedendomi li senza ali, ma nonostante tutto compagno del loro paesaggio. Ho sempre amato lo sport, la canoa, l'arrampicata, il trekking, la musica in grado di darti libertà.. ma.. Non è per tutto ciò che mi sento superiore, o forse lontano, alieno a tutta questa finzione. Ed è per questo, perchè ho paura per questo futuro asettico, inoltre non voglio cambiare per essere interessante o sentirmi giusto a questa società individualista conformista. Sto sprecando la mia vita lo sento, non riesco a colmare questo mio vuoto dentro, questa insoddisfazione, questa solitudine, questo mio sentirmi lontano e completamente differente, forse sarebbe meglio farla finita dico a me stesso. Eppure io questo mondo lo amo, c'è così tanto da poter condividere..

C'è qualcuno che un po' si riconosce e che ha qualche consiglio? Qualcosa da dire? 

Ven

04

Gen

2019

Novità per me

Sfogo di Avatar di EmilianalasagnaEmilianalasagna | Categoria: Superbia

Eccomi!

Si non me ne andrò mai!!!e non m'importa se vi sto sulle scatole!in anonimo mi annoio 

 

Io sono così,prendere o lasciare,nero e bianco ,sopra e sotto !!!

A chi pensa che sia una stupida con poco cervello,comunico che in passato il test del QI del MENSA ha dato un risultato sopra la media.

Quindi

Ozy aspetto i tuoi punti di vista sul SISTEMA

Tromba vecchia dove cavolo sei finito????

Confusissima dove seiiii!?

Ah e se sto rovinando il sito attendo che i Mod,o Massy in persona,mi bannino! ANONIMI....

PRRRRR 

 

 

Mar

25

Dic

2018

😈 Donnasummer

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Donnasummer, dove sei?

Rivolgiamo Donnasummer!!!! 

Firmato *******D

(numero di asterischi casuale, e non corrispondente al numero di lettere del nick)

Ven

21

Dic

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Ciao a tutti ho 46 anni mi chiamo Sergio e voglio dire a qualcuno che abbia voglia di ascoltare cosa penso.sono un pallone gonfiato,le cose e le occasioni che mi son passate davanti non ho saputo prenderle perché pensavo di Essere sempre meglio e invece ora che mi guardo allo specchio mi faccio pena e capisco che sono un uomo triste,un pagliaccio senza vita ,la cosa forte è che non mi rendo neanche conto che sono noioso.Me l'ha suggerito un'amica,ma non l'avevo afferrato al volo . Chissà Perché credevo di essere pure divertente a deridere le persone,non capisco ,che cosa c'è di male?Dai, è solo per farsi una risata,e invece le persone rimangono ferite.Che strano.

Gio

20

Dic

2018

Odio mio fratello

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

il mio fratellastro (abbiamo solo la madre in comune) è la persona peggiore che abbia mai visto e sembra che sia l'unico ad accorgermene. è un grandissimo stronzo è molto abile a manipolare le persone (i membri della mia famiglia) sfruttando lusinghe, insulti e senso di colpa per avere ciò che vuole: soldi, favori o beni, senza ringraziare o dare nulla in cambio, anzi si comporta come se nessuno facesse nulla per lui. viveva da solo mentre studiava all'università (casa pagata da suo padre e tutto il resto da nostra madre) ogni tanto veniva atrovarmi, mi riempiva di lusinghe e si fingeva tanto interessato a me e mi chiedeva sempre qualcosa in prestito (soldi o oggetti di un certo valore) promettendomi che me li avrebbe restituiti e facendomi sentire in colpa e apparire uno stronzo con la famiglia se non accettavo. non mi ha mai restituito niente così dopo un po ho capito il suo gioco e ho iniziato a dirgli di no anche se spesso ci cascavo comunque. finisce l'università, si trova un lavoro ben pagato e suo padre allora gli ha detto che doveva trovarsi una casa suo o pagare l'affitto dopo aver tergiversato per due anni senza tirare fuori una lira ha litigato con suo padre e tuttora non si parlano più e nonostante lo abbia mantenuto per 7 anni senza chiedergli nulla in cambio, lui continua a dire che suo padre è stato uno stronzo. quindi è tornato a vivere da noi ed era un peso enorme per tutti. sempre rabbioso con tutti, monopolizzava la tv la sera, si svegliava a mezzogiorno e si arrabbiava molto se veniva svegliato prima, lasciava tutto sporco in disordine e non alzava un dito. pretendeva che mia madre gli comprasse una casa  ci tirava continui insulti velati rinfacciandoci i nostri errori o i nostri problemi ed era continuamente scontroso e litigioso ma pareva che solo io mi accorgessi che aveva un atteggiamento di merda mia madre e mia sorella parevano gradirlo. un giorno mia madre ha risposto a un suo insulto lui ha iniziato a minacciarla di violenza fisica e a tirarle oggetti contro, allora gli ho dato un pugno in bocca e l'ho trascinato di peso fuori di casa. la sera è venuto a casa con sua morosa  (di cui lui è succube, una stronza manipolatrice anche peggio di lui) senza chiedere scusa anzi sua morosa ha rigirato la frittata e ha fatto sentire in colpa mia madre dicendo che lui sta attraversando dei problemi e mia madre non lo aiuta abbastanza (e mia madre lo aiuta anche troppo) che avrebbe dovuto aiutarli a comprare una casa. mia madre ci è cascata in pieno. da allora io lo evito non ci parlo neanche ma mia madre sembra innamorata di lui e vuole indebitarsi per comprargli una casa. ora vive da solo ma ogni sera viene a cenare e continua con sto atteggiamento odioso rinfacciando sempre a mia madre che non gli da abastanza soldi nonostante lui abbia un lavoro. io lo evito e non ci parlo mia madre dice che sono io ad avere un comportamento antipatico e resta il suo figlio preferito fa di tutto per lui. secondo voi come dovrei comportarmi? e non c'è verso di cambiarlo.

Mar

18

Dic

2018

Che bello vivere

Sfogo di Avatar di ScarsoFecciaScarsoFeccia | Categoria: Superbia

Amo essere in vita. Il freddo che brucia la mia pelle fino a farla spasimare. Il piacere di essere finalmente in grado di tenere una sigaretta in mano con stile senza apparire un disagiato. Il nascente apprezzamento da parte dei miei coetanei. L'appagante sensazione di essere in grado di capire la musica moderna e di "annata".

L'essere in grado di mantenere un equilibrio tra lo studio e gli hobby. I viaggi nelle pluricromatiche, caleidoscopiche notti della mia cittadina periferica ignota al mondo. L'orgoglio di poter pensare "ora so che effetto fa fumare erba in compagnia! Sono un drogato!"

Sentirsi accettato da deĺle persone, reali e virtuali che siano. 

Ah, normalità. Ti scorgo in lontananza. Forse, forse ci siamo quasi. 

 

Ho cessato le sedute di ipnosi perché, a detta della tizia, ho un "disturbo della personalità", (mai diagnosticato prima) e l'ipnosi non può farci niente. Non credo di avere alcun disturbo, non appena gli ingranaggi saranno ben oliati, questa parte della mia vita cesserà come per incanto. 

Pregusto le settimane a venire, mentre la prima sessione di esami incombe.  

Tags: happy

Mar

11

Dic

2018

Che "vita"

Sfogo di Avatar di Anonima98Anonima98 | Categoria: Superbia

Non mi sento viva faccio tante cose, tutto ció che voglio lo ricevo poco dopo, non ho interessi, non ho stimoli, non riesco a provare niente e il fatto preoccupante é che non ci sto male per questa situazione però a volte mi rendo conto che fa davvero schifo la mia vita cosi e se anche trovo un qualcosa che mi piace fare, dopo pochissimo tempo non mi da piu stimoli per questo ho avuto molti uomini per sentirmi appaggata e cercare qualcosa di diverso ogni volta, ma alla fine quello che mi rimanere é sempre il nulla! Zero sentimenti zero stimoli zero voglia di tutto bella merda!

Lun

10

Dic

2018

Vorrei essere un mostro

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Sono stanco di subire sempre nella vita... Mi sono rotto le palle di non avere mai la faccia tosta di credere alle cazzate che dico come fanno tutti. Vorrei saper mentire come tutti, illudere e girare frittate... Invece basta che perda un po di allenamento e torno a subire le cagate di tutti. Voglio sentirmi libero, forte e andare incontro a qualche sogno, qualunque basta che mi faccia vivere.... Voglio picchiare chi non mi rispetta, far l'amore con una bonazza... L'avevo gia fatto anni prima, voglio rifarlo... Voglio altre 1000 possibitá, voglio sentire un pò la vita. Voglio sentirmi vivo, voglio essere un mostro... Immorale e perverso, ma libero... Non voglio creare niente per un po, solo distruggere, vivere... Prima di avere rimpianti... Voglio scegliere le mie battaglie personali, non quelle imposte dal sentire comune...

Tags: mostro

Lun

10

Dic

2018

Non ce la faccio più con la gente inutile che tocca frequentare solo perche familiari

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

a natale ogni parente vale. Non sta bene non presentarsi oh no. Cè il cugino che non senti mai. La sua fidanzata che a malapena ti saluta. Tua cugina e il marito che ti trattano come una down. Tua nonna che si lamenta di te per nessun motivo al mondo porcocane (la chiami sempre, la porti a cena fuori) tuo fratello che è ok ma devi sempre chiamare te. Mi sono terribilmente rotta !  

Gio

06

Dic

2018

Aiuto mi sono infatuata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Come spegnere un: infatuazione sul nascere?

Tags: desiderio
Succ » 1 2 3 4 58

Questo non si fa.

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti