Tag: padre

Gio

25

Apr

2019

Non riesco a sopportare mio padre

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Allora, quando ero piccolo i miei si sono separati e sono andato a vivere con mia madre, quindi mi ha cresciuto solo lei perché mio padre non ha mai fatto niente per i suoi figli, ora che sono grande cerca sempre di intromettersi nella mia vita!

Questo mi da molto fastidio, ho provato a dirglielo ma niente, mi dicono sempre che devo stargli vicino perché non ha nessuno, ma io non ho solo lui! 

So di essere egoista ma ho bisogno di spazio vitale! 

Ha pensato prima a se stesso che a me e ora vuole che io lo perdoni. 

Non credo di essere in grado di farlo e sinceramente non lo voglio neanche! 

(Se ci sono errori scusatemi ma non sono madrelingua) 

Tags: padre

Lun

22

Apr

2019

festività del cazz

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Altro

queste feste mi mettono tristezza. giusto un anno fa ero in vacanza all'estero con quello che credevo fosse l'uomo della mia vita. mi ero illusa tanto, mi aveva dato tante dimostrazioni, sembrava che ci tenesse davvero a me... e invece era l'ennesimo stronzo. eppure i campanelli d'allarme c'erano, ma io non li ho voluti vedere...

sono passati 5 mesi da quando l'ho lasciato. mi mancano quei bei momenti...ero come narcotizzata, quando ero con lui... o meglio... nei primi mesi in cui ero con lui. poi cambiò e divenne strano, cupo e assente, nonostante continuasse a dire che voleva andare a vivere con me...altro non era che un parassita. 

sto meglio, sì...nel senso che non piango più ogni giorno, non voglio più suicidarmi, sto viaggiando e riscoprendo vecchi hobby...e faccio yoga, pilates, psicoterapia... 

la dottoressa ha detto che sono una persona sana e che lui aveva dei tratti da psicopatico..e ha detto che io ho sopportato i suoi soprusi emotivi perché inconsciamente credo di non essere degna di amore e considerazione... e questo accade perché per tutta la vita sono stata insultata e svalutata da mio padre...e quest'ultimo attuava gli stessi comportamenti che attuavano i miei ex... e io regivo sempre allo stesso modo, diventando muta, sottomessa, impotente, cupa...

quindi una parte di me non ha autostima, nonostante la gente pensi il contrario. sembro  e sono determinata, grintosa, sportiva, creativa, allegra, credo in me stessa... ma in amore funziono in maniera diametralmente opposta e trovo sempre questi stronzi qua e, anziché fuggire, ne divento dipendente.

ho avuto un 2018 di merda per colpa di quello stronzo. mi ha fatto soffrire per tutta l'estate e l'autunno. poi, ogni tanto si comportava benissimo, facendomi dimenticare tutti i torti subiti. vessazioni sottili, rifiuti, silenzi, giramenti di frittate (e di coglioni), gelosie gratuite, manipolazione emotiva... alternate e coccole, carezze, presentazioni di amici e partenti, giornate al mare, paroline dolci...

non mi stancherò mai di dirlo, ma i miei anni migliori sono stati quelli da single. capelli quasi rasati e unghie corte e senza smalto: ero troppo impegnata a raggiungere i miei obiettivi per pensare a certi dettaagli! eppure avevo tanti ragazzi intorno, uscivo, mi divertivo, avevo le mie avventure e non volevo impegnarmi.

poi la mia vita è cambiata e, dalla metropoli, sono andata alla noiosa cittadina di provincia, con un nuovo lavoro, frustrante e ripetitivo...non avevo più una vita. riempivo i miei vuoti facendomi crescere i capelli e curandoli, facendomi le unghie, cazzeggiando sui social... mi sentivo molto sola. mi è venuta voglia di impegnarmi con qualcuno ed è arrivato lui, che sembrava il principe azzurro che avevo sempre voluto. lui, con i suoi complimenti esagerati, con i suoi eccessivi slanci affettivi e le sue promesse esagerate, sin dalle prime settimane... mi chiamava "moglie", cercava un rapporto simbiotico da me... e io mi sentivo oppressa, era asfissiante...ma al tempo stesso qualcosa dentro di me si smuoveva. dopo poco tempo già lo amavo, lo adoravo, era la mia divinità, il fulcro della mia vita...ancora oggi non capisco come sia potuto accadere. e dopo 6 mesi ha iniziato ad essere strano...evidentemente quello era il suo modo di fare con tutte. non gli bastava portarsele al letto, lui voleva prendersi il cuore, otlre che la figa. che uomo di merda. deve morire male. ammazzato. in un letto di ospedale.per quello che ha fatto a me e a tutte le sue ex. e  a quelle che staranno con lui.bello, simpatico, colto e intelligente. difficile non cadere nella sua rete. o forse no... una persona "normale" sarebbe diffidente, vedendolo così lanciato...

prima di incontrarlo, mi sentivo figa e single. dopo un solo anno, mi sento zitella e vecchia. è come se la vita non avesse più senso, senza di lui. il lui dei primi tempi, però. tuttavia è meglio così, stare con lui mi faceva morire lentamente, come la rana nella pentola di acqua bollente..conoscete quella storia?

mi sento triste: non mi va più di troieggiare per locali. vorrei tanto trovare l'amore. a volte mi sento così triste. faccio un lavoro di merda, non posso permettermi di vivere da sola, non faccio vita sociale e non scopo da mesi. ora non mi pesa, ma se questo andasse avanti, sarebbe una tragedia. vivo in una città del cazzo. morta. senza un cazzo. colleghi vecchi o cmq con figli. neanche un caffè possiamo andarci a bere, a causa dei loro molteplici impegni. sì, ho gli hobby, ma mi sento sola. e ho paura che se la cosa continua, un giorno ricadrò tra le braccia dell'ennesimo stronzo.

al tempo stesso sono diventata molto diffidente: mi sono ripulita da un sacco di cattive abitudini e seleziono le persone con cura- mi apro di meno, con tutti.

ma poi, se gli over 30 sono tutti sposati, io sto cazzo di fidanzato dove devo andarmelo a trovare??

eppure, nella mia vita non ho mai conosciuto uno, dico uno, con cui valesse la pena fidanzarsi. non sono schizzinosa (anche se potrei permettermelo) ma mancano le basi, proprio. ragazzi mammoni o maschilisti o cafoni o donnaioli o egoisti o bambini o approfittatori ...questi non sono i difetti della serie "ognuno ha i suoi difetti"...eh no, signori miei...questa è proprio gente che va evitata come la peste. vorrei trovare una persona affidabile e onesta, niente di più. so che esistono belle persone: come esistono belle donne, esisteranno anche begli uomini (parlo dell'interiorità, non dell'aspetto fisico)... ma magari io non li attiro o non mi piacciono perché mi sembrano noiosi e/o sfigati e/o troppo brutti esteticamente...eh boh. e poi sono tutti sposati. e ci sono quelli che lo sono e fingono di non esserlo. no comment.

da single non mi sento quasi mai sola, da fidanzata invece mi sentivo ssempre sola... quando viene a mancare la complicità, la comunicazione, è così...cmq non credo al destino. non credo che se uno è destinato a sposarsi, succederà- a volte penso che sia troppo tardi (ho quasi 33 anni e vivo in una piccola città di provincia) e mi dispiace molto. ho diverse amiche single, mie coetanee, amiche dell'università...loro sono come ero io prima di fidanzarmi con quello. serene e felici. vorrei poter ritrovare quello stato mentale. vorrei che tutto questo non fosse mai successo... mi ha lasciato un pessimismo e un senso di sfiducia che non avete idea.

sento a volte storie di gente che ha trovato l'amore a 35 anni, addirittura una suora che è stata chiamata per insegnare religione a scuola e si è innamorata e sposata con un collega a 38 anni... però boh. io mi sento pessimista. ho bisogno di avere obiettivi personali e riempire la mia vita...avevo pensato a una seconda laurea ma poi ho paura di stressarmi troppo...studiare e lavorare...l'ho fatto e vorrei pure godermela questa libertà che mi sono costruita, ma non so come fare.

eh sì. sono lagnosa. ma del resto, questo è un sito di sfoghi. i miei conoscenti e i miei cari mi vedono come una allegra e solare...e forse lo sono anche. ma non ora. 

Lun

15

Apr

2019

Ti odio

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Alcolizzato di merda, torni a casa ubriaco da quando ho memoria. Ti ho visto in condizioni pietose, mi hai fatto fare figure imbarazzanti da ragazzina con gli amici, alle cene di famiglia, sei stato in grado di rovinare ogni festività, ogni occasione felice di ritrovo, hai distrutto il tuo matrimonio che si trascina solo per inerzia. Ogni giorno una roulette russa, nella speranza di vederti varcare le soglie di casa nel pieno delle tue facoltá mentali. Ma tu continui a negare. E continui a prenderci per il culo. 

Neghi l’evidenza anche quando hai gli occhi iniettati di sangue e biaschi le parole, neghi che sia un problema reale, neghi la sofferenza che da sempre causi a me e a mia madre. Non ti rendi conto che se ormai ti disprezziamo e cerchiamo di evitarti è a causa dei tuoi comportamenti, perché tu sei il migliore del mondo, per te il fatto di lavorare ti eleva su chiunque altro. Arrogante e senza vergogna, pensi che dovremmo venerarti, permetterti di cagarci in testa e magari ringraziarti pure, perché tu sei quello che porta avanti la baracca. Non importa se mamma lavora assieme a te e oltre a questo lava, stira, pulisce e cucina. Ultimamente ti permetti addirittura di buttare via con disprezzo il cibo che ha preparato se la sera avete discussioni. La fai cucinare e poi lo getti per umiliarla, dicendo che ti ha fatto perdere la fame. Schifoso del cazzo, ti sputerei in faccia. 

Sei arrivato a definirla un parassita l’ultima volta che avete litigato: sei fortunato che lei non ti abbia sentito, ma ti è andata male perché ti ho sentito io. Non avevo mai desiderato prima di piantare un coltello nella schiena di qualcuno, merda umana che non sei altro. Stai rendendo tali pure noi, riempiendoci di odio e cattiveria.

Che dramma dev’essere per un uomo così piccolo soffrire di megalomania e non trovare riscontro alla propria immagine di sé grandioso. Ma due domande non te le fai. Potresti rischiare eh, tanto non c’è il pericolo che si attivi una coscienza quando non se ne possiede una. 

Oggi hai avuto il coraggio di dirmi che “ogni tanto” puó capitare di tornare a casa un po’ alticci. E noi dovremmo semplicemente lasciarti perdere quando capita. Che siamo di mentalità poco aperta. Hai ragione, scusami. Tu sei devastato dal lavoro, devi mantenere gli studi a una figlia unica e le spese superflue di quella parassita di tua moglie che per qualche incomprensibile ragione te la dà poco. È veramente una frigida e ammazzarsi di alcol è il minimo per tirare avanti in questa vita di stenti. Siamo noi ingrate e aride, con la nostra assurda pretesa di trascorrere sereni l’unico momento in cui siamo tutti e tre insieme, con il nostro assurdo desiderio di avere qualche normale scambio con una versione di te che non assomigli ad un ritardato del cottolengo.

 

Ti ho mandato affanculo e ti ho urlato contro. Ti ho detto che mi fai schifo. Chissá se un giorno avró anche coraggio di dirti quanto io ti odi. Intanto oggi ho trovato il coraggio di dirlo a me stessa. 

Lun

08

Apr

2019

Mio padre mi ha reso ansioso

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Non sono mai stato sveglissimo lo ammetto a me stesso, ma mio padre durante l'infanzia mi ha reso davvero ansioso... Sarà che sono stato sempre un po pauroso ma con lui davvero mi immobilizzavo... e quando chiedevo se era giusto così mi rispondeva che era "sano" che io avessi timore di lui... mia madre non ne parliamo, timorata e spaventata anche lei...

Durante l'infanzia era come se mio padre fosse in "berserk", sempre a combattere contro tutti, per carità non mi ha fatto mai mancare nulla, tranne forse l'autostima... Se perdevo un giubbotto a scuola mi subissava. Mi ricordo una volta che non schiaccai il pulsante dell'ascensore in un albergo... apriti cielo mi mangiò vivo, come se fossi un ritardato...

Frequentavo il liceo in città e partivo la mattina da un paese, non si rendeva conto che per me era tutto nuovo e pretendeva la maturità di un uomo adulto...

Se prendevo note erano, complice mia madre, o da nascondere o si aspettava il giudizio malevolo di mio padre... Mio nonno, suo padre, era a tratti spaventato da lui quando si incazzava...

Insomma, gli vorrò sempre bene perchè capisco i sacrifici fatti per la famiglia, ma quando penso al passato a tratti ho ancora paura... Non so se lo facesse per il mio bene, per "scantarmi", forse si, ma ho recepito male il messaggio...

Sta di fatto che ora sono un'automa, prendo ordini sul lavoro e arranco per arrivare a fine mese...  

Tags: padre

Sab

09

Mar

2019

Senso di colpa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non so se posso considerare mio padre un alcolizzato. Gli piace bere molto e ha la classica ciucca cattiva. È di famiglia perché 2 dei suoi tre fratelli sono morti per le conseguenze del bere. Lo stesso vale per sua madre. 

Le conseguenze del suo problema lo hanno portato a soffrire di gotta e infine diabete. Posso capire che sia una cambiamento drastico per la sua vita ma noi non ne siamo la causa. La colpa è sua. Ha passato due mesetti a rigare dritto, fin quando il diabetologo gli ha detto che un bicchiere di vino a pasto poteva berlo. Quel bicchiere sono diventati molti di più. 

Aggiungiamo al mix il possibilissimo disturbo borderline di personalità, una passione per i programmi televisivi di telelombardia, una dipendenza da facebook e ne ricaviamo un mix esplosivo e molto pericoloso. 

Fa il poliziottoqquindi ha un'arma in casa.  

Stasera, festa della donna, per un motivo futile - annebbiato dall'alcool - mi ha aggredita. Spintonate, calci, sberle, insulti. Mia madre ha subito lo stesso trattamento. Sono corsa a chiamare aiuto da un vicino per farlo staccare da mia madre. 

Avendo in casa una pistola ho temuto il peggio. Così ho chiamato i carabinieri. Mio padre mi ha proprio sfidata a chiamarli, credendo che non ne fossi capace o troppo debole. 

Mentre aspettavamo i carabinieri mi ha detto una cosa di una crudeltà assoluta "fammi un favore: sterilizzati" 

Io non sono stata una santa e ho detto molte cose brutte ma da qui a sbattermi contro gli spigoli di un mobile ce ne vuole. Quando il nostro vicino gli ha fatto notare che la violenza non è mai giustificata ha minimizzato la cosa. "ma quali botte! Ero da solo contro due" (100kg di uomo contro 60 kg di donne) 

Arrivati i carabinieri gli hanno sequestrato l'arma per precauzione e molto probabilmente perderà il lavoro ad un anno dalla pensione. Inoltre ha riscritto la faccenda dipingendosi come povera vittima. 

Non volevo che si arrivasse a questo ma cosa potevo fare? Minimizzare tutto e dare la colpa all'alcool?! Ci ha fatto male nell'anima per nulla, per baggianate. 

Però mi sento in colpa, anche se non dovrei. La mia famiglia è distrutta. 

 

Mar

19

Feb

2019

odio mio padre

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ho appena litigato con mia madre perchè solitamente i ragazzi nella mia città escono il sabato sera in una zona di mare pienza di bar,anche io ci vado e ci sono andata più di una volta.

Lei alla mia richiesta risponde che dovrei comportarmi meglio con lui ed evitare di rispondergli male cosi ho iniziato a litigare con lei.

ci sono vari motivi per cui odio mio padre

-mi tratta male,insultandomi e più volte mia madre ha cercato di fermarlo da darmi uno schiaffo.

-torna a casa ubriaco da sempre,rompendo e lanciando cose mie,insultando sia me che mia madre.

-non ha un lavoro e quando io dico che non ci sono soldi mia madre dice che ora ci sono i soldi del lavoro che faceva prima,quello che penso io è,e quando finiranno,cosa si fa?

-insulta e tratta male mia madre

-la nostra casa fa schifo e ho messo 14 anni per convincerlo a prendermi una scrivania un armadio e un letto per bene.

-fuma sprecando soldi che potrebbero servire a mettere a posto la casa e anche a cose più futili come cene fuori,uscite ecc

-non parla più con la sua famiglia quindi anche con la mia,da poco è nata mia cugina e lui non vuole andarla a vedere insultando la bambina,la madre e il compagno.

-non parla più con sua sorella e cerca sua madre,cioè mia nonna,solo per chiederle soldi.

-esce sempre

Mia madre afferma che lui non beva da due mesi e che quindi sia un passo avanti,non è un passo avanti,io bene o male ricordo cosa mi ha fatto e cosa mi fa passare,sobrio o ubriaco che sia.

Mia madre si ostina a dare. ragione a lui continuando a dire che comunque si tratta di mio padre?

si può portare rispetto a una persona del genere?No,le persone a cui portare rispetto sono altre.

i suoi comportamenti hanno avuto diverse reazioni su di me

-sono diventata anoressica,perchè per un periodo l'insulto usato su di me da parte sua era:grassa

-non riesco ad avere un'idea difamiglia felice,in ogni sogno o storia che mi immagino il padre è sempre un personaggio viscido che non fa niente per la famiglia e che non se ne frega di essi.

-in ogni film,libro o situazione vera in cui vedo un padre che abbraccia o parla normalmente con i suo figli o con sua moglie io mi immagino un padre viscido e quindi provo ribrezzo per quella scena,non riuscendomi ad immaginare in quella situazione non avendo una immagine di un padre premuroso e che si preoccupa dei suoi figli

-non riesco ad avere una relazione più o meno seria per quanrto si possa avere a questa età,sono diventata inaffettiva anche se cerco di sforzarmi e quando con un ragazzo arriva il momento di fidanzarci cerco di allontanarmi dicendo o che non voglio una cosa seria quindi solo andare con lui "(ci si piace ci si bacia ma non è una relazione) oppure lo allontano dicendo che non provo niente per lui,ad esempio mi piace questo ragazzo ma piacendo molto a lui e sapendo che lui vuole una cosa abbastanza seria lo sto allontanando anche se ci soffro.

-i miei genitori si lamentano se prendo un brutto voto(che sono pochissimi ) a scuola (liceo linguistico) però non si rendono conto che non è facile studiare con i loro continui urli e urli per me.

-prima portavo rispetto per mio padre ora rispondo a lui come se fosse un adulto estraneo a me(cioè come lo considero)quindi insultandolo e rispondendo con indifferenza.

Comunque sono una tipa estroversa e faccio amicizia molto velocemente motivo per cui ho molti amici e mi trovo molto molto bene con i miei compagni di classe 

scusate se ci sono alcuni errori grammaticali ma è scritto molto di fretta.

perfavore rispondete appena potete, ne ho bisogno.    

Tags: padre

Mar

29

Gen

2019

Buenos Aires : Un anno dopo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Grattacieli alti,malavita,gente che balla il tango per strada e molto altro ancora...Ma un momento: E IL PASSAPORTO?

Ebbene signori è stato tutto frutto di uno stato comatoso che mi ha colpito,precisamente uno stato di coma epilettico...brutto vero? Comunque tutto è partito nel 2016 quando stavo mettendo da parte dei risparmi con i quali avrei acquistato un rudere in argentina alla modica cifra di 4.000 dollari almeno cosi' recitava l'annuncio.Ma nel 2016 la mia vita è stata stravolta dopo una lite iniziata prima su un social e poi proseguita con esiti sfociati nel penale nel mondo reale (Sintetizzo:Non le ho prese ma le ho date e avevo all'epoca 26 anni).Soffro di epilessia dal 2007 e dal 2015 in cura con appositi farmaci ma solo nel 2016 fu che cessarono le convulsioni grazie alla giusta combo di farmaci ed oggi non soffro piu' di nulla.Ma sebbene le avessimo stoppate dovete sapere che i miei con complici tutto il viscido e vigliacco parentado mi hanno celato di essere stato in coma epilettico stracciando le carte del ricovero e aggiungo anche altre aggravanti: Hanno tentato e in parte ci sono riusciti a mettermi contro mia madre usando la mia malattia,affermando cose come "potrebbe farti del male" o "è posseduto da demoni" e lei gli è andata dietro e mi crede pazzo!!! Mio padre (del quale ho sentito dire non essere il mio padre biologico) mi ha negli anni minacciato di farmi fare un TSO (trattamento sanitario obbligatorio) ed in piu' ha riempito tutto il paesino dove stiamo di calunnie nei miei confronti sia lui che i suoi fratelli,preciso inoltre che quando studiavo a scuola mi derideva di questo con i suoi colleghi di lavoro i quali non aspettavano altro che questo.Comunque questo è niente se non il fatto che all'eta di 54 anni scopava con la ragazza che mi piaceva che di anni ne aveva 27 e con la quale aveva pure avuto un figlio che lei ha perduto con aborto spontaneo (fffi..meno male),Una volta è stato scoperto da mia madre e lei vincolata a lui non ha nemmeno chiesto il divorzio.Dulcis in fundo 3 anni fa durante la mia ultima crisi convulsiva lui mi ha insultato dandomi del pazzo e dicendomi che avevo il cervello malato e mi ha sputato in faccia mentre io ero li a non potere reagire!!! Nonostante dai 19 ai 26 io abbia lavorato le persone mi hanno sempre dato del mantenuto poiche' vivevo ancora in famiglia.Quest'anno ne compio 30 e o sono fermo da 3 anni pertanto con quei pochi soldi che possiedo ho deciso di cambiare vita e di partire ma non a Buenos Aires bensi' in una bella cittadina spagnola..Non solo per evitare scocciature come i visti di soggiorno ma anche per la moneta corrente.L'anno scorso il fratello di mia madre ha provato pietà per me dicendomi "c'è ne ha milioni come te" EH NO CA**O ORA BASTA!!! Parto a settembre e quello che trovo mi prendo cosi' finalmente mi libero di lui,del suo mangiare che mi passa e dei medicinali che ahime' devo prendere.Ricomincero' da Zero sono stanco di soffrire,ho sofferto fin troppo.Addirittura (e scusatemi se vi sto annoiando) qualcuno del parentado affermava che io avessi avuto un bambino con una nel 2016 (MA CON QUALI PROVE???TI AZZARDI A FARE CERTE AFFERMAZIONI???) Che se fosse stato vero non l'avrei abbandonato per nessun motivo al mondo.Passiamo ora al pianeta M come Mamma: L'errore piu' grande della sua vita è stato sposarsi..Ella ha perduto nel 2014 la madre da tempo malata e il padre (il mio super nonno) morto all'improvviso nel 2015 a un'anno e 8 mesi di distanza.Lei era legata a mia nonna piu' di quanto lo fosse con me quindi vi lascio immaginare...Ha pianto per 2 anni interi,oggi raramente sorride e l'anno scorso è stata ricoverata per problemi legati al suo stato di salute e l'hanno imbottita di medicine che tutt'oggi assume.Le ho parlato della mia futura partenza e lei dopo avermi sbraitato un po' addosso cose come "morirai di freddo e di fame,farai il barbone,etc" si è convinta che alla fine è anche meglio per me se trovo una qualche semi-stabilità in spagna purchè io resti in ocntatto con lei.Ma a me cari sfoganti l'unica cosa che mi interessa è andarmene da questo posto intriso di dolore e di odio.Buenos Aires non l'ho vista e sicuramente mai la vedro',forse non avro' nemmeno dei figli ma almeno saro' libero e svincolato da questo bastardo che quando morirà (se non muoio prima io) lascerà la casa ai suoi fratelli probabilmente.Ma questo in futuro non lascero' che succeda,dovessi mettere tutto all'asta per 10.000 Euro e con il ricavato allora si che potrei acquistare una piccola porzione di terreno in sudamerica :) alla faccia sua e di quella scopina della sua amante che oggi ha 31 anni ed è sola come un cane e per sempre lo resterà.

Grazie staff di sfoghiamoci,è stato meglio di una visita dallo psico...Hasta luego!

Lun

14

Gen

2019

Odio mio Padre

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Buon pomeriggio ho 33 anni ed odio mio padre! 

Mi ha fatto vivere una vita di merda e anche al mio fratellino più piccolo di me di 4 anni e a mia madre!

In casa mia e in quella di mia Nonna ( la mamma di mia Mamma) , dove noi trascorrevamo le vacanza, solo grida, grida, grida, terrorizzando tutti Noi, lanciando piatti, posaceneri, pentole, spaccando porte. Svegliandosi con le urla e andando a dormire con le urla. Il mio fratellino si e’ fatto la pipi’ A letto fino ai 12 anni. Ed ha avuto ed ha ancora grandi problemi psicologici. Mia mamma e’ sempre depressa. Ed io sono iniziata a scappare di casa andando a lavorare sempre fuori dai 15 anni pur di non sentirlo più. Lasciando mia madre e mio fratello in questo incubo....si me ne sento in colpa! Ma mia mamma ne’ ha avuto la forza e ne il coraggio di lasciarlo. Capisco che era più immatura anche lei e che noi eravamo piccoli, ma adesso che Noi siamo tutti grandi dovrebbe lasciarlo!!!

Io in questi anni che ho vissuto all estero sono stata benissimo!!! Una vita serena finalmente. Nonostante da lontano ho dovuto lavorare su me stessa per cercare di guarirmi ciò che lui mi aveva causato. Spesso sentivo mia madre e la situazione a casa mia non era cambiata anzi peggiorata, e fra i sensi di colpa dell essere andata via, e la rabbia che mi risaliva verso di lui... ho cercato di combatterlo anche da lontano.

Ho scritto una lettera lunga lunga lunga dove ho tirato fuori tutto!!! Piangevo mentra la scrivevo... e gli e l’ho anche mandata a mio padre! Tu mi hai fatto del male e io pure te lo faccio.... dicendoti la verita’!!!! Del me che ci hai fatto.

Purtroppo sono 3 mesi che sono tornata a casa e sono 3 mesi che viviamo con grida, urla, negativita’, lanciare oggetti , parole cattive su tutto il mondo!

Lui definisce mia madre e fratello malati, e tutto il mondo e’ una merda! Lui e’l unico bravo e Sano!!! Se lui grida e’colps degli altri che sono delle merde!!!!!!! Non capisce un cazzo!!!!! Lui e’ L unico malato della situazione, ed ha fatto ammalare mia madre e fratello! Lui non si prende la responsabilita’ Della  sua vita e azioni! Accusa solo gli altri! Inoltre pretende dalle persone, tutti dobbiamo agire, pensare e criticare come fa’ lui!!!!! Siccome adesso e’ in pensione passa tutto il tempo su Facebook a litigare!!!!! Tratta noi membri della famiglia malissimo e siamo costretti ad ascoltare tutte quelle merde di parole che escono dalla sua fogna di bocca. Parla solo di guerre, peggior nemico, Patti, traditori, infami e miserabili! 

oggi io ho avuto L ennesima discussione con lui. Con me a chiuso. Per me e’ morto!!!!! Io presto ripartiro’! Mi dispiace per mia madre e fratello ma sono anni che gli dicono insieme parliamogli e spieghiamogli che così non si può andare avanti. Ma alla fine mi fanno fare la guerra solo a me e da sola.  Basta! Quando non ce la faranno più neanche loro prenderanno le loro decisioni! 

Non credo stia sbagliando. Ma non posso rovinarmi la vita per lui e loro!!!  

 

Spero che mio padre muoia prima di mia madre e mio fratello altrimentiii Non so che macello possa accadere! Per non dire altro.....

 

Muori muori muori  

 

Tags: odio, padre

Dom

13

Gen

2019

La vita è una girandola del male e dei tradimenti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao!  

Questo è il mio primo di molti sfoghi e penso che mi sfoghero' ancora in futuro. 

La mia vita è stata difficile ma sembra che ultimamente sia anche peggio. Ho subito negli ultimi 6 mesi il tradimento delle migliori amiche che hanno deciso di chiudere la nostra amicizia di punto in bianco facendomi passare per il palo della situazione( in pratica servivo affinché loro potessero t******e i loro ragazzi e le mamme non fossero preoccupare che succedevano cose strane alle loro vergini- ma quando? - figlie) ritrovandomi quasi senza nessuna spalla con cui parlare. In famiglia la mia signora madre pensa che sia meglio annebbiare la sua depressione tra i fumi delle sigarette e l'alcol per dimenticare un amore passato che non è ovviamente mio padre e la perdita di un'altra persona amata. Mio padre vuole passare per il martire della situazione e farsi compatire a destra e sinistra per la depressione della moglie e su quanto abbia difficoltà quando in realtà la gente non sa che uomo è nel suo piccolo, una nullità di uomo ma soprattutto un essere incapace di amare e di provare la minima emozione se non per il suo erede che ovviamente non sono io( teoricamente frutto di un tradimento, salvo che il DNA dice tutt'altro). Oltre a questo nella mia vita di M***A aggiungiamo pure il lavoro che manca e entriamo in un brodo di giuggiole. 

Spero solo a tutti colore che mi hanno fatto del male tra quelli citati che possano provare delle pene infinite in futuro per avermi calpestato.  

Dom

06

Gen

2019

PADRE CHE GUARDA I PORNO COME UN MANDRILLO IN CALORE

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao cucciolotti, uno dei sentimenti che si addice di più a me medesima è la rabbia incondizionata contro tutti i cazzoni che si presentano, senza alcun pudore per il genere umano, sotto ai miei occhi. Questa rabbia colpisce non solo i conoscenti, ma anche quei sacchetti di merda che hanno il coraggio di definirsi miei parenti. In particolare quel grande stronzone di mio padre. Tutta quest'ira è molto MOOOOLTO più fondata di quanto possa apparire dal titolo, ma suppongo che ne scriverò più avanti. Per ora sono incazzata come una bestia per il fatto che quel vecchiaccio mandrillone di mio padre si spara porno come fossero patatine san carlo. No product placement. Cioè, almeno cancella la cronologia prima di passarmi il tuo cell. Non voglio vedere quello che ti spari in bagno. E io, piccola ingenua che credevo che stesse in bagno TAAAANTO TAAAAAAAANTO TEMPO per leggere. E voi penserete, crisi di mezza età (passata da un pezzo), ci sta. E INVECE NO, ZUCCHERINI MIEI. Avevo 8 anni, lui ancora non aveva lo smartphone e GIà AVEVA VIDEO PORNO SALVATI. E sembravano girati da lui. Mi aveva dato il cell per giocarci e io sono capitata per sbaglio nella GALLERIA SBAGLIATA, diciamo così. EVVAI, INFANZIA ROVINATA! TETTONE STRAENORMI DI UNA DONNA PROBABILMENTE PROVENIENTE DA UNO STRIP BAR A 8 ANNI. Pensavo gli fosse passata questa mania col passare del tempo, ma no. A quanto pare, il pipo volante non si trattiene! Vivere di filosofia (o almento di immaginazione) non è il suo forte. Dite quello che volete, che un padre rimane pur sempre un uomo dentro di sé e ha diritto alla sua privacy -->  MA NON è PRIVACY SE NON CANCELLA MANCO LA CRONOLOGIA. E inoltre, fa l'ipocrita. Per esempio, io non ho netflix e spesso sono costretta a guardarmi film in streaming per questo. MA SAPPIAMO TUTTI CHE I FILM IN STREAMING SONO SU SITI CHE CONENGONO PUBBLICITà DI PORNO A GO GO. Riesco a chiudere le pagine che si aprono in maniera veloce, ma chiaramente le tracce nella cronologia (anche quando la si cancella rimangono). Una volta mi padre arriva sostenendo che lo aveva chiamato la polizia postale perché ero andata su "siti poco edificanti" (PAROLE SUE). IO STAVO SCOPPIANDO. LUI CHE MI HA ROVINATO L'INFANZIA CON QUEI VIDEO PORNO DEL CAZZO, LUI CHE LI HA GUARDATI TUTTO QUESTO TEMPO, LUI, PROPRIO LUI, MI VIENE A DIRE CHE GUARDAVO PORNO E CHE PER DI PIù NE STAVO GUARDANDO DI ILLEGALI. Ma ho reagito con prontezza e senza incazzarmi. Gli ho spiegato dei film in streaming. E gli tirato un avvertimento alla fine. Una frecciatina. So che guardi porno, animale. Non costringermi a mostrare le prove. (parte mod.)  Non costringermi a farlo. Non devo alcun rispetto a uno come te. Non devo rispetto a nessuna persona che si sega senza tregua su dei porno. La carne è debole, ma non la mia. La masturbazione è salutare, ma non quella continuativa. Quello vuol dire essere pervertiti, e ipocriti. è proprio vero che i vecchi tornano bambini (o meglio adolescenti).

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14