Tag: tristezza

Mer

13

Dic

2017

Vorrei essere felice

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

  • Ho 20 anni e non sono felice ..  dall' età di 11 anni che ormai non lo sono più ... A causa di storie d'amore complicate ... Potrete pensare ad 11 anni ? Storia complicata ?  Bè .. si  ho avuto una storia assurda è orribile che mi ha cambiato la vita ... Innamorata per la prima volta di un ragazzo quattro anni più grande che mi chiedeva denaro per la droga e poi è morto ... I miei mi hanno sgamata ho passato anni infernali tra tribunali assistenti sociali e quant altro ... Poi mi sono innamorata di un ragazzo che mi amava alla follia che avrebbe e farebbe tutt ora pazzie per me sono stata 4 anni ... Ma sono stati quattro anni di infelicitá allo stesso tempo.    Perché ai miei non piaceva e non me lo facevano vedere ... Fino a quando ad aprile di quest'anno stanca e debole per la situazionee un ragazzo mi ha fatto perdere la testa quindi ho lasciato il mio ex ... Ma con questo ragazzo non è andata bene perché abbiamo provato poi ci siamo lasciati ora lui è fidanzato e io per un mese ho fatto l amante e ora ho deciso di chiudere però è il cognato di mia sorella quindi lo vedrò sempre e ci soffro perché ora non riesco a guardare altri ragazzi all' infuori di lui ... Sono stanca di stare male è una vita che non passo un Natale felice spensierata magari con la persona che amo ... Ogni natale ogni capodanno da quando avevo 11 anni sogno sempre un Natale migliore .   Che però non arriva ... Ne ho passate tante ho sofferto tanto non so se sono forte per affrontare ogni situazione oppure troppo debole per averne passate troppe .

Tags: tristezza

Mer

29

Nov

2017

Illusioni

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao, mi sfogo qua perché non so dove sennò. Sono un ragazzo, 17 anni, amo cantare, scrivere poesie, leggere, suonare. Da quando ho iniziato il liceo mi sono interessato tatissimo di una ragazza in particolare: molto magra, misteriosa, occhi profondi, non se la tira. Divenimmo subito migliori amici. In prima e seconda avevo semplicemente una cotta. In terza, quando si fidanzò, stetti male per due giorni, poi basta. Da ottobre 2016 a giugno 2017 non ci cagammo l’un l’altro, la nostra “migliore amicizia” sembrava finita. Ad agosto di quest’anno si lascia; ritorna da me. Io, ingenuo che sono, voglio che ritorniamo amici. A settembre, ad una festa in casa di amici, lei mi bacia. Io sono restio, ma poi mi abbandono al momento. Decidiamo di metterci compagni di banco. Inizio dell’anno con un po’ di imbarazzo (non parlammo dell’accaduto fino a qualche settimana fa). Dopo la prima settimana di scuola ci iniziamo a mollare: ci teniamo per mano, lei mi fa i grattini, tutto durante le lezioni. Alla seconda settimana, ora di scienze, lei mi prende la mano e la mette sulla sua coscia. Inizio a toccarla nei punti sensibili. Il pomeriggio mi scrive che è bagnata e che vuole rifarlo; sono felicissimo. Caratterialmente ci intendamo, io la capisco, lei capisce me, a fatica, dato che sono molto complicato, ma almeno ci prova. Verso fine settembre inizia ad inviarmi le prime foto nuda, i primi video, le prime conversazioni spinte e passionali. Vado a casa sua, ci tocchiamo, la vedo nuda per l’ennesima volta, ma nessun bacio; non ho avuto il coraggio di baciarla. Poi, una sera, all’ennesima foto, mi dichiaro per messaggio... Squallidissimo, ma sono inesperto, non ci so fare. Lei dice che sì, samo intimi, ma mi vede come un amico. E fin qua ok, non è la prima friendzone che mi ritrovo. Due giorni tristi tutti e due; dopodiché le cose ricominciano come prima. Arriviamo a toccarci pure in pubblico, e lei mi fa una sega in teatro. Poi, a inizio novembre, lei nom vuole più. Tutt’un tratto niente toccatine, niente tenersi per mano, niente sguardi. Le chiedo il perché, lei dice “non so, scusa”. Le proprongo un periodo di pausa. Lei accetta. Stiamo una settimana senza parlare, poi mi scrive: mi fa capire che sono il suo migliore amico e che non vuole perdermi. Io accetto, perché io non imparo dagli errori. Ma le cose peggiorano: non ci parliamo neanche più. Lo scorso sabato decido di distrarmi e di bere; un mio amico per scherzo mi prende il telefono ed inizia a scriverle: le chiede perché non voglia più, lei risponde che si sente con un altro. Non sono mai stato così male, due sere prima mi aveva detto di essere mia, ed io avevo detto di essere suo, e adesso ha un altro, conosciuto su ask, per lo più. A scuola imbarazzo: non una parola con lei, non un’occhiata, non un cenno... Le giornate mi stanno diventando massacranti... Vederla scrivere ad un altro tutto il tempo. Oggi sono usciti, si sono baciati (viva instagram e le sue storie). Oggi mi sono tagliato, per la prima volta: 5 tagli come i giorni che lei si sente con un altro. Mi ha gettato via, mi ha illuso, ma la colpa è solo mia... Perché invece di essere stronzo con lei e provocante, le ho dedicato pezzi al pianoforte e scritto 33 poesie... Perché non sono alto e non ho le vene sulle braccia... Perché non sono popolare... Non so cosa fare, sono arrivato ad un punto in cui non so se abbia senso continuare. Certo, potreste dire “per una deusione amorosa?”. Sì, perché lei era l’unica con la quale riuscivo ad essere me stesso, perché è la prima che ho amato veramente. E lei adesso ha un altro, che la toccherà, che la amerà e che, a differenza mia, verrà amato... Mi sfogo perché non so cos’altro fare... Se avete idee, o consigli su che fare, o semplicemente opinioni a riguardo, ditelo, perché solo come ora mai mi son sentito. 

Sab

25

Nov

2017

Aiuto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve a tutti e grazie per l'attenzione

Avevo già scritto qualche tempo fa ,avevo ricevuto degli ottimi consigli..quindi eccomi di nuovošŸ˜‡ 

 Il mio fidanzato è tutto per me! Lo amo tantissimo ā¤lui è dolce,intelligente,sensibile,maturo .Non ha avuto una vita semplice,purtroppo i suoi genitori hanno fatto tante scelte sbagliate,lui ha vissuto qualche anno con i nonni,poi è tornato a vivere con la madre,i fratelli e il nuovo compagno di lei.

Sono stati anni molto difficili...8 anni di violenza domestica da parte di questo "signore" nei confronti di sua madre.

Lui era piccolo,era ancora minorenne ,aveva tanta paura e non sapeva cosa fare.

Dopo 8 anni  questo incubo finì  ...e lui è  diventato il capo famiglia.Si è preso cura della madre,dei fratelli ,delle faccende di casa,dei compiti. 

Sua madre nel frattempo, ha continuato a fare errori uno più grande dell'altro e lui ha cercato di aiutarla ma....con il tempo, ha accumulato tanta rabbia nei suoi confronti.

Siamo andati a convivere ,leiha cercato di renderci la vita impossibile all' inizio,lui ha saputo mettere i paletti ...io ci ho litigato e non le ho parlato per 3 anni.

nel frattempo ,lei ha fatto tante altre  cavolate ,ha accumulato debiti, ha avuto un bambino......e il mio fidanzato ha accumulato tanta rabbia e tanta tristezza ......ieri mi ha detto:" io ho sempre desiderato una famiglia unita,una madre e un padre responsabili e maturi...io non posso più aiutarla,sono stanco...avevo solo 13 anni e lei mi ha fatto vivere in un clima di violenza,debiti e tristezza...le voglio bene,ma  basta! Mi sento in colpa per i suoi errori ,anche sé non è colpa mia:"

 Come posso aiutarlo a vincere il suo senso di colpa?lo amo tantissimo ! È una persona specialeā¤vorrei eliminare il dolore che ha provatoā¤

Nessun si merita di soffrire

Grazie a tuttišŸŒž 

 

 

 

 

Sab

11

Nov

2017

Sto perdendo la mia migliore amica...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Io e la mia migliore amica ci conosciamo da tantissimo tempo (quasi 6 anni) e da un po' si sta comportando in maniera a dir poco deludente:

- Ha lasciato la scuola per stare attaccata 24h/24 a giochi online e a chattare con altre persone conosciute nei social media di altri paesi. (Studievamo tantissimo, ci eravamo fatte un mazzo per arrivare in quinta superiore ma lei ad un tratto smise divenire a scuola, mandando affanculo il nostro impegno)

-Sta segregata a casa a posto di fare una sana passeggiata con me (per esempio, non usciamo più tanto insieme come prima perché preferisce starsene seduta al pc fino alle sette del mattino del giorno seguente chattando)

Ora mi chiedo:

Cosa c'è di tanto divertente a stare difronte ad un PC?

Da quando ha scoperto i giochi di ruolo Online, sembra che io sia passata in seconda posizione. Le sembra più importante stare attaccata a fare le partite che parlare di cosa potrà fare senza la quinta superiore, a lei sembra che non le importi un bel niente, che le importi solamente alzarsi di livello e di fare giochi di ruolo stando insonne, per poi avere la risposta "ho mal di testa, mi sento male. mi chiedo cos'ho"

E ogni volta che voglio parlare? si ferma un attimo da una conversazione e mi risponde solamente "ok" e "Capito", sparendo ore e ore, per poi magari non cercarmi più a meno che non passi un intero giorno

 

Mi manca tantissimo quando passavamo noi invece le giornate a parlare...

sembra un'altra persona...ma in modo negativo...

Mi manca la mia vecchia migliore amica.

Mar

07

Nov

2017

Quello che mi passa per la testa

Sfogo di Avatar di ciabattarociabattaro | Categoria: Altro

Da quanto tempo sono single? Un anno e mezzo? due? Boh, sembra un'eternità, cerco di ricordare come ci si sente all'inizio di una storia d'amore, ma ogni ricordo si sfuma, come se fossero passati decenni e quello che un tempo è stato il presente adesso è dubbiamente reale, sembra quasi di ricordare un film visto tanto tempo fa, o come quando appena svegliati da un sogno ti chiedi: Ma è successo davvero o me lo sono sognato? Comunque in generale ho una pessima memoria, a lungo e a breve termine, il mio cervello butta via di tutto, volti, nomi, episodi importanti, frasi, nozioni, libri, momenti belli, momenti brutti. Quindi se mi ci metto un po di impegno potrei arrivare a pensare che in realtà sono venuto al mondo in questo istante esatto e tutto ciò che sono è un eco di qualcosa di lontano, di molto più grande che non riesco ad afferrare con la mente.

Ogni tanto di notte quando guardo il cielo scoperto dalle nuvole penso a quanto è grande l'universo, anche se da qui riesco a vederne solo un pezzetto. È grande e silenzioso. Ma se mi immergo con gli occhi e con le orecchie e faccio attenzione mi sembra di sentire il richiamo dell'universo, come un grido fortissimo che mi raggiunge inspiegabilmente dall'altra parte del cielo.

Ultimamente mi ritrovo spesso a mettere in dubbio le più profonde radici di ciò che vuol dire essere un "essere umano", e a volte a rinnegarle totalmente. Lo faccio perchè non capisco, e perchè non so. Ma poi mi rendo conto che in realtà nessuno capisce, e nessuno sa veramente, e stremati da questa fregatura ci si limita a vivere.

Perchè ci si innamora? Ma bisogna proprio innamorarsi? E allora perchè soffriamo di solitudine? E poi perchè la natura é così terribilmente ingiusta da rendere definitivamente impossibile "vedere"  cosa c'era, prima dell'inizio? Perchè sono nato nel 1996 e non tra mille anni o mille anni fa? Quale incredibile susseguirsi di eventi pensieri e scelte mi hanno portato proprio qui, proprio adesso?E poi il sesso, che strana cosa perchè ci piace tanto? Ma bisogna farlo per forza? Un lembo di carne pieno di sangue che entra in un buco umidiccio e fa odori e rumori strani, ma che roba é? Fa quasi ridere...fa quasi schifo in realtà.

Ma se non sapessi parlare e capire le parole adesso, cosa starei pensando? Cosa pensavano gli uomini all'inizio della civiltà?

Mi reputo colpevole di avere delle emozioni. Vorrei essere duro come l'acciaio, inscalfibile, totalmente invulnerabile, non provare niente, ma essere comunque intelligente e conscio. Sarebbe fantastico, niente gioia, niente tristezza, non esiste l'una senza aver conosciuto l'altra. Ci ho provato per un periodo, ma alla fine sono scoppiato in lacrime disperate. Cerco di convincermi che non sono reali, che non esistono nell'universo ma solo nella mia testa, e ancora non si sa neanche dove esattamente. Ma se scartiamo tutto solo perchè "è solo nella nostra mente", allora non rimane un bel niente.

Per quanto tutto sembri girare intorno alla moneta, tutte le cose grandiose di questo mondo sono create dalle emozioni e creatrici di emozioni. Una canzone nasce da un'emozione e fa nascere emozioni negli altri. L'umanità vive di emozioni e per provare emozioni, e io cerco disperatamente di ucciderle, di assopirle definitivamente, ma sono troppo troppo potenti, troppo grandi per me...non guarirò mai.

Cosa ci spinge davanti ad un bivio a prendere sempre la strada che più ci allontana dalla felicità? Perchè ad alcuni di noi è stata negata l'abilità di essere contenti e relizzati nel fare quello che amiamo, circondati dalle persone che amiamo e che ci amano?

Nell'inferno degli invisibili c'è un girone per i disabili emotivi.

Non c'è rifugio dalla propria mente, non c'è riposo dallo straziante lavoro che è pensare. Vorrei smetterla di pensare per qualche minuto, vorrei essere un sasso. 

 

 

 

Mer

01

Nov

2017

Stanca

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono sttanca ddella mia tiidezza, non so mai cosa fare. Sono stanca di restare a casa da sola e non sapere cosa fare. Non vedo l' ora di poter lavorare. Dopo sono sempre in colpa perchè certe volte mangio cose che non dovrei anche se so che non devo dimagrire ancora. Mi manca lui, ogni volta che succede che lo devo incontrare la mia sfortuna arriva e non me lo fa nenanche vedere. lui vive lontano da me e questo  me lo fa desiderare ancora di più. sono stanca di quesa stupidissima sfortuna, vatti a farti fottere sfigaggine di merda. ODDIO QUESTA CAZZO DI SFORTUNA, LA MIA VITA E COSI MONOTONA, ODDIOOOOOOOOOO!

TIMIDEZZA DI LA, TIMIDEZZA DI QUA, TRISTEZZA LA, DELUSIONE QUA BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

MI SONO ROTTA LE SCATOLE, MAI UNA FOTTUTA VOLTA CHE MI SUCCEDE UNA COSA DAVVERO BELLA, MAI. VAFFANCULO MONDO DI MERDA. TUTTI SUPERFICIALI, TUTTI STUPIDI, TUTTI IMMATURI, BASTAAAAA. PERCHE LE PERSONE PIU CATTIVE DEVONO ESSERE LE PIU FORTUNAATE?! DITEMELO!

DOPO CE QUELL' ALTRA STRONZA DELLA MIA "AMICA" CHE NEANCHE RIESCO A LASCIARE ANDARE, NON RIESCO. CAMBIO IDEA CONTINUAMENTE. LEI STA SEMPRE CON LA SUA AMICA (POPOLARE) E MI IGNORA E DOPO SCUOLA CHE FA? MI VIENE A CONTATTARE A ME PER USCIRE PERCHE LA SUA AMICHETTA STA SEMPRE CON LA SUA AMICA. MA VAFFANCULO VA. NON RIESCO A REAGIRE. MONDO DI MERDA. 

Gio

26

Ott

2017

Diffidare dalle suggestioni

Sfogo di Avatar di ciabattarociabattaro | Categoria: Altro

Il mio coinquilino dice che casa nostra mette grande tristezza e depressione e che ci rende vecchi e noiosi.

E io gli dico vaffanculo se non ti piace vattene, scherzosanente, e poi penso che quello che dice è vero, ma non reale. È vero che mette tristezza, è all'antica e mezza cassonata, ma quello che sente è solo una suggestione, e allora penso, ma dobbiamo proprio lasciare che quattro pareti bianche e un pavimento di legno condizionino negativamente il nostro umore? Alla fine sono solo quattro pareti e un pavimento. Perchè le suggestioni sono cosí potenti e ci sembrano reali a tal punto da farci cambiare stato d'animo?

Pensate ad una cella di prigionia, piccola, senza finestre, monotona e silenziosa, una terribile punizione, solo perche siamo affetti dalle suggestioni dell'esterno. 

Diffidare dalle suggestioni o ascoltarle? 

Dom

15

Ott

2017

Perche odio le donne?

Sfogo di Avatar di ciabattarociabattaro | Categoria: Accidia

Non sono sicuro di odiarle ma osservando il comportamento che ho tenuto negli ultimi mesi e i pensieri che ho avuto nei confronti dell'altro sesso mi fanno proprio pensare che sia cosí. Non parlo mai con le mie coetanee, quando loro mi parlano cerco in tutti i modi di agire da repellente con tono sgarbato, commenti troppo spinti o semplicemente me ne vado con qualche escamoutage. Le reputo inferiori e non degne di avere una conversazione, intelligente o frivola, con me. Non lo faccio apposta, mi viene spontaneo, il sentimento negativo sale a grande velocità quando ci sono ragazze nei dintorni.

Spesso immagino di piacchiarle con tutta la mia forza, di sbatterle a terra, quando vedo una ragazza bella o brutta che sia il primo pensiero fisso è quasi sempre violento. Mi da quasi sollievo chiamarle con nomi riprovevoli,tra me e me si intende.

Io non vorrei essere cosí, ma questi sentimenti non si controllano, mi sorgono automatici, e non so da dove nascono. Ma la cosa che mi preoccupa di più è che sessualmente parlando sono molto attratto, fantastico su tutte quelle che trovo anche minimanente gradevoli all'occhio, ma nel frattempo sono catturato dentro al mulinello di sentimenti violenti sopracitati. Mi fa stare molto male.

Io vorrei vedere le donne come tutte le altre persone ma non ci riesco proprio, e alla mia età non è una bella cosa, io ho bisogno delle donne e ho bisogno di avere contatti con le donne, per crescere e per stare bene, ma non posso.

In genere mi reputo una persona abbastanza introspettiva ed empatica, ma nei confronti delle ragazze? Zero, ogni tentativo di comprensione si trasforma in disprezzo e arroganza, come se esser donna sia una meritata condanna. Come se le donne siano colpevoli di qualcosa alla radice. 

Non vedo una via d'uscita, più ci penso e ci rifletto più la cosa peggiora e meno trovo risposte sensate a ciò che provo.

Nell'ultimo mese ho ridotto veramente al limite ogni contatto umano, in università non mi perdo mai in chiacchiere e al termine della lezione si va di corsa a casa. Non chiamo mai i miei genitori, ne i miei amici, ne nessun altro. Cosa sto combinando? Dove finisce sta roba?

 

 

 

Mer

04

Ott

2017

Riprovare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

In questi ultimi anni Ho cercato di ascoltare gli altri pareri...ho sempre subito critiche negative sul mio modo di vestire,troppo scollata ,troppo truccata ...i tacchi non ti servono sei alta! Allora ho optato per un look più sobrio...la gente mi dava più retta,mi sono trovata delle nuove amiche.... e mi sono sentita dire  da chi mi aveva sempre criticata che non ero più la stessa,peccato,bla ,bla,bla

Il mio fidanzato è una persona speciale ,siamo molto innamorati e non ha mai cercato di cambiarmi...ma io voglio migliorare ! Solo che sbaglio sempre! Sono tanto triste  e delusa.....ho sempre voluto avere un bel rapporto con mia sorella,mi sono trasferita a 600km da casa ,lei era contraria per parecchio tempo mi sono pure sentita in colpa.....non mi cerca mai , non mi considera una persona in gamba.....io ci ho provato mille volte ad avere un dialogo con lei ma.......io non capisco nulla,non valgo mulla secondo lei....il mio cuore è a pezzi per questo ma pace

Una carissima amica d'infanzia ,non mi ha parlato per2 anni dopo che mi sono trasferita ,stavo molto male ma...non ho mai smesso di cercarla ,adesso ci riparliamo ma la sento lontana ,la sento cattiva d'animo,parla male di tutti ,le ho detto di smetterla ,perché le voglio bene...risultato? Si offende ,preferisce essere assecondata!

 Perché sono sbagliata?eppure ci provo e ci riproverò sempre! Darò sempre seconde possibilità ,anche alle persone che mi hanno fatto  tanto MaLe Ma......È Dura Essere Sensibili

Dom

01

Ott

2017

troppi problemi, troppi pensieri

Sfogo di Avatar di redhood91redhood91 | Categoria: Altro

vorrei che il tuo lavoro ci permetterse di passare qualche ora in più assieme..... solo qualche oretta in più, non chiedo molto.
vorrei non dovermi sempre e solo occuparmi io del cane e passare invece più tempo con te. 
vorrei avere i mezzi, soprattutto economici, per realizzare tutti i nostri sogni, anche lavorativi, ma non li ho e non so come agire per ottenere quel pezzetto di mondo e di vita che vogliamo.

vorrei non dovermi spaccare sempre e solo io la testa in quattro otto mille pezzi per poter trovare le soluzioni a tutto. 

vorrei..... quanti vorrei.... 

eppure, l'unica cosa che vorrei veramente e solamente, è averti qui e parlare con te. 

uffa... sempre sola. 

un cane, per quanto ti faccia compagnia, non parla e non mi aiuta con tutte le faccende di casa e a trovare idee per il nostro futuro....... a questo non avevi pensato..... 

uffa.... 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti