Tag: figli

Lun

09

Set

2019

Ho bisogno di un'amante?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ho 37 anni, sono sposato e ho una figlia di 2 anni. Mia moglie 30 anni appena compiuti; dice di non aver più voglia di far sesso, che è stanca, che la bambina le porta via tutta la giornata e la sera vuole solo dormire. Abbiamo fatto l'amore l'ultima volta 1 anno e mezzo fa, le ho detto di parlarne con la ginecologa ma lei lo trova stupido ed inutile, le va bene così. Io invece mi sento troppo giovane per rinunciare completamente alla mia vita sessuale. Non voglio distruggere la mia famiglia e fare del male alla bambina, voglio almeno aspettare che cresca prima di separarmi. Che fare?

Mar

27

Ago

2019

Desiderio di maternità spento

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mah. 

Ho sempre voluto un figlio. Non riesco ad averlo. Ora sono seduta in un ristorante e vicino a me ci sono due donne grasse con due figli nel passeggino.

Eh boh. Non sento nulla. Anzi sono contenta che non ne ho. 

Me ne vado tranquilla in palestra, in piscina, tutto senza rotture di palle.  Non devo occuparmi di nessuno tranne che di me stessa e eventualmente il mio compagno.

Niente piagnistei, niente raffreddori, niente baby sitter. 

Boh..forse è meglio cosìper me.  

Tags: figli

Mer

21

Ago

2019

Mia moglie pensa che sia una merda

Sfogo di Avatar di MortodentroMortodentro | Categoria: Altro

oggi dopo uno sfogo di nervoso serio in cui io ho avuto uno scatto d’ira eccessivo (sia chiaro nessun tipo di violenza ma solo rabbia pura), mia moglie, nel corso della litigata che ne è conseguita, mi ha coperto di merda, rinfacciandomi qualunque cosa non le sia andata giù negli ultimi anni. Sono vecchio, stanco, grasso, pigro, disinteressato, menefreghista e chi più ne ha più ne metta. È andata avanti 20 minuti. Ora come faccio? Quando hai scoperto che la donna che ami ti vede come una merda umana come reagisci? Abbiamo pure due figli. Ho sempre pensato che bisogna aggiustare le cose e non buttarle ma come aggiusti una roba del genere? 

Mer

21

Ago

2019

Viva i bambini!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ora molti mi odieranno. Ma chi se ne importa! Io scommetto per il futuro. Sostengo chi desidera figli, disprezzo coloro che abortiscono e addirittura se ne vantano come ho appena letto tra i commenti di certi sfoghi. Personalmente penso che sia un crimine a tutti gli effetti. I figli possono essere migliori di noi, sono individui che portano felicità seppure qualche problema. Ma anche la solitudine, la vecchiaia ne porta, e pure i soldi portano problemi. Non chiamate egoisti chi mette al mondo dei figli. Sono dei coraggiosi egoisti che non solo fanno il bene proprio ma anche quello del mondo. 

Fate figli. Non chiedono altro che di essere voluti bene! 

Tags: figli

Mer

21

Ago

2019

Forse è meglio che non ho figli

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sto bambino che strilla sul bus proprio ora  lo strozzerei

.  Signora per l'amor del cielo lo faccia smettere! 

Tags: figli

Mar

20

Ago

2019

ancora a casa con i miei

Sfogo di Avatar di aria2424aria2424 | Categoria: Avarizia

Ho 34 anni, mi sveglio la mattina alle 11, faccio colazione e gioco con il mio cagnolino, poi comincio a pulire e riordinare casa, lo faccio per aiutae mia mamma mi dico, in realtà ciò che mi motiva è il mio disturbo ossessivo compulsivo e il mio bisogno di sapere che è tutto pulito e in ordine, non ci posso proprio rinunciare. Finisco le mie faccende intorno alle 14 poi esco con la macchina dei miei , a volte faccio la spesa altre vado al mare per fare il bagno in estate o passeggiare in inverno. Di tanto in tanto vado in palestra e ogni tanto arrivo col treno in città per prendere parte a eventi cosplay o altri gathering nerd dove non mi conosce nessuno, però la gente è simpatica quindi ci scattiamo un paio di foto insieme e su facebook gli altri credono che sono piena di amici. Al sabato sera non esco mai perchè di amici in realtà non ne ho. La sera trascorro il tempo a guardare film in inglese, o a scrivere il mio romanzo. Mi piace scattare foto e mi vesto sempre di rosa. La mia camera ricorda quella di una bambina, e pensare che molti coetanei dormono già nella stanza da letto, con qualche mobile serio e nessun peluche. Ho trascorso in passato un periodo che definisco goldenage, è durato circa sette anni ed è andato dal momento della laurea in filosofia fino a circa il 2015. In quel periodo ho viaggiato molto, sempre da sola, facendo crociere che mi consentivano di vedere tanti posti se pur per un giorno soltanto. Lo so, sembro la solita figlia di papà viziata. Forse lo sono, dopo la laurea i miei non hanno smesso di assillarmi un minuto con la solfa del lavoro. "Tutti lavorano" "ti devi trovare una posizione" "Quando avrai soldi potrai fare tutto quello che vuoi" E io mi immagino a segliarmi alle  6 del mattino con quel forte senso di nausea e spossatezza che non scompare neanche se ho riposato 10 ore. Mi immagino a non saper guardare la gente negli occhi perchè mi vergogno, a non saper dire "No, questo non lo voglio fare", a mettermi a piangere per un torto o una parola sgarbata. Dovrei vestirmi da adulta, scurire i capelli, fingere un tono di voce professionale, mangiare in pubblico, rinunciare ai miei rituali di pulizzia. Dovrei fingere di essere eterosessuale, di amare i bambini e di volerli. Dovrei ignorare il mio corpo che trema, sviene e protesta per la mancanza di sonno e lo stress emotivo. Dovrei fare tutto questo per "realizzarmi". Ho provato a mettere i miei , o meglio mia madre nelle mie scarpe a mostrarle la mia angoscia profonda, ma lei risponde solo con "quindi? lavorano tutti tu non sei diversa" E invece io sono diversa, profondamente diversa, se non lo fossi sarei già sposata con un maschio e farei la mamma, come tutte le mie coetanee.  Non comprendo perchè la gente consideri il lavoro un valore che nobilita, il tempo è una cosa nobile e lo onoriamo solo se lo impieghiamo per lavorare verso un risultato che dia a noi stessi un frutto. Farsi il pane è un lavoro nobile, ma ridursi schiavi consensienti della prima azienda che ti spreme per poi tirarti due spiccioli che ti consentiranno di comprarti il pane fatto dagli altri con i conservanti... Ma cosa vi è preso a tutti quanti? Mia madre dice che non ho dignità, che anche se mi pagano una miseria per dieci ore è sempre meglio che non fare nulla. Ma io di cose da fare ne trovo mille, uso internet per imparare, e di cose da imparare per arricchire la mente ne esistono a milioni. Ho paura, anzi ho terrore del futuro. La depressione in cui spesso cado quando tutti mi fanno sentire una reietta mi ha spinto a tentare il suicidio due volte. Quando penso a quanti anni da vivere ho davanti mi sento morire, come posso sostenermi per tutto questo tempo?La salute di mia madre vacilla e io non ho nessuno al mondo per cui andare avanti, per cui accettare la follia di questa società. Odio mio padre e so che lui vivrà a lungo con me in questa casa (lo so è cattivo pensarlo) ma vorrei soltanto non averlo mai conosciuto. Magari vi farà rabbia perchè vivo grazie  ai suoi soldi e fa rabbia anche a me. Ci sono giornate in cui odio anche mia madre, per colpa sua sono nata, per colpa sua la devo vedere morire, per colpa sua devo provare paura, rimpianto, dolore. Lei sostiene invece che le devo tanto e per questo ho il dovere di lavorare. Secondo voi come posso affrontare tutti questi anni che ho davanti?Io tengo sempre quella confezione di pillole nascoste in una scatola le chiamo "emergency exit"

Mar

20

Ago

2019

Le donne italiane

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi capita di leggere sempre più spesso che le italiane sono viziate, che non curano la casa, i figli e che dopo essere diventate madri non si curano nemmeno più del partner. Che cercano il matrimonio ed i figli per "status" e che se ne approfittano spolpando il poveretto di turno. Io vivo nel nord-est (molto nord) ed ho pochissimo riscontro con quanto ho scritto sopra, qui non ci si sposa, si fanno si figli (tanti rispetto alla media italiana), ma quasi tutte le mamme tornano a lavorare in tempi umani per contribuire economicamente alla famiglia e per la loro soddisfazione personale. Le donne qui sono forse un po' meno curate, pochi tacchi, pochi abitini, poco trucco, unghi naturali e corte, ma le vedo presenti (senza esagerare) con i figli e con i compagni. In genere le coppie mi sembrano abbastanza eque, sia nella gestione familiare che in quella economica. So benissimo che la mia regione non rappresenta esattamente la media italiana, ma mi riesce comunque difficile capire tutto questo astio verso le mie connazionali. Vorrei sapere com'è la situazione nel resto d'Italia, come la vedete e come la vivete voi.

Buona giornata a tutti. 

Lun

19

Ago

2019

Figli,Preferenze

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

come si supera il dolore di essere stato il figlio "non preferito" del genitore di sesso opposto? 

Se ha preferito e continua a preferire  in maniera plateale, spudorata, eclatante, incredibile, eccessiva, L altro fratello, viziandolo in tutto e per tutto, dalle cose più grandi alle più piccole, dalle più insignificanti alle più decisive, se lo ha aiutato in ogni dettaglio, spendendo anche migliaia di euro, e per te non c'è stato mai quasi nulla di tutto questo? E se hai provato in più occasioni a farlo notare, ti è stato semplicemente detto che non è vero, che sei tu che ti fissi, mentre anche dall esterno chiunque nota (e mi fa notare) che il logo rapporto è morboso ai limiti dell incesto? Che non sembrano genitore e figlio ma quasi una coppia di innamorati?

Chi ci è passato? Qualcuno ha vissuto qualcosa di simile? E Come l'ha superato definitamente in età adulta? 

Gio

08

Ago

2019

Gay che adottano figli

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Siete pro o contro? Io rispetto i gay, non sono omofoba, per me posso fare ciò che vogliono, non mi fa impressione ma i bambini lasciateli fuori da questa cosa, cioè i bambini non si chiederanno perchè gli altri bimbi hanno un padre e una madre mentre loro no? Non si chiederanno come sono nati? Come spiegare il discorso degli omofobi, omosessualità e tutta sta roba? Molti penseranno a questo punto: "lo spiegheranno quando sarà grande" si ma raga anche a livello psicologico, non avrà una madre o un padre..è una cosa triste, e poi ha bisogno di una figura materna e paterna per capire come bisognerebbe comportarsi una figura materna o paterna. Capisco il desiderio dei gay di voler avere figli..Ma..mi spiace ma non possono secondo me 

Tags: gay, figli

Mar

06

Ago

2019

madre delusa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

sono stata una delusione per mia madre . Da quando ero una bambina piccola si è convinta che ero falsa e bugiarda e che prima o poi avrebbe scoperto le mie malefatte . Non si è mai interessata della mia vita anche se vivevamo vicine, non sapeva dove lavoro e che lavoro facessi. Prima di morire speravo di riavvicinarmi a lei e che forse avrei avuto il suo amore...ma niente, mi rinfaccio' ancora di essere bugiarda e falsa. E con quella convinzione mancò. Se mi manca? Non lo so: forse mi manca una mamma che mi coccoli, che mi accarezzi e che mi dica che mi vuole bene, una madre che non ho mai avuto. Scusate lo sfogo.

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16