Tag: amore

Lun

24

Set

2018

Situazione imbarazzante.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Per farla breve mi sono fatta un enorme (credo) castello in aria su un ragazzo che abita nello stabile dove lavoro.

Pensavo ci fosse un gioco di sguardi, una confidenza che ha iniziato lui a darmi presentandosi, attaccando bottone e parlandomi per la prima volta.

Ci ho pensato davvero molto prima di fare un primo passo ed in effetti sono passati 7 mesi ed ho deciso di aggiungerlo sui social, per avere un contatto in più visto che i nostri "incontri" seppur casuali erano brevi e sporadici (una o due volte al mese).

Ho dedotto il cognome dai citofoni, si forse ho "stalkerato" più del dovuto infatti avevo il dubbio di metterlo in imbarazzo come credo sia avvenuto.

Pensavo che la situazione si evolvesse in modo totalmente diverso, lui è una persona piacevole, non è che si deve evolvere in amore, si può anche conoscersi meglio e diventare amici...

Insomma, accetta la mia richiesta e tutto muore li, non sembra impegnato (quindi ho abbandonato l'idea magari di una ragazza gelosa che possa vietargli di scrivere o fare conoscenze).

L'ho incontrato di fretta un paio di queste mattine e no so se per mia paranoia o altro (ero in compagna di altre colleghe) mi è parso sfuggevole ed imbarazzato.

Credo di aver preso fischi per fiaschi ed averlo imbarazzato molto con la mia richiesta di amicizia, eppure non sono una persona che si illude facilmente, l'ultima volta che mi ha vista mi ha salutato con due baci e prima di darmeli l'ho visto teneramente imbarazzato nel farlo per questo avevo deciso di spingermi oltre...

Siamo grandi e vaccinati per questo ci sono rimasta male e temo anche di aver rovinato quel poco che c'era prima, il suo sorriso e la sua chiacchiera seppur una volta ogni tanto in qualche modo cambiavano il grigiore della giornata lavorativa. 

Ho davvero frainteso tutto? Il parlarmi, il presentarsi, il "baciarmi" è solo frutto di una sua estrema educazione? se si, come mai non lo fa anche con le mie colleghe? 

Tags: amore

Lun

24

Set

2018

Fidanzata con un ragazzo che non amo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Per paura di restare sola... adesso mi ritrovo dopo ore che sto nel letto con la testa piena di pensieri che non mi fanno dormire, impossibile scacciarli 

Che rabbia 

Com'è possibile stare male dopo essere usciti la sera con chi poco tempo fa amavi.. Ho rischiato mettendomi con lui.. Ero certa ne sarebbe valsa la pena.. E sarebbe stato così, lo avessi amato ancora.. 

Ma pretende troppo da me

Ha troppe aspettative sulla nostra relazione 

Non mi sento leggera 

Mi sento in trappola

Non posso lasciarlo ma non riesco a fingere amore!   

Troppe preoccupazioni..:non riesco a dormire.. 

Dom

23

Set

2018

basta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

sono un ragazzo di 15 anni, mi sono trasferito nelle marche da tre mesi circa, vengo dalla sicilia, ho conosciuto una ragazza della mia stessa città e mi sono fottutamente innamorato, proprio dopo il mio trasferimento ho dovuto conoserla???

sto entrando in depressione c***o, non riesco più a essere felice perchè so che sarei potuto stare con lei benissimo se fossi rimasto nella mia città natale, ho bisogno di aiuto, è l'unica persona che veramente mi fa essere felice, vi prego datemi voi un consiglio perchè io mi sento morire 

Sab

22

Set

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi sto frequentando da quasi un mese con un ragazzo.. Conoscendolo ho scoperto che ha avuto solo relazioni leggere, cioè frequentazioni e niente di serio. Io, nonostate sia da un mese che ci stiamo frequentando, ho leggermente percepito che vuole fare la stessa cosa con me, anche perché mi scrive e mi cerca pochissimo. Premetto che è stato lui ha cercarmi e a farsi avanti. Quando sono con lui sto bene, sono spensierata, mi riempie di complimenti, ma ora che mi sono costruita una specie di pregiudizio su di lui nella mia testa, mi sembra tutto finto: dai complimenti, dalle carezze, in sintesi mi sembra tutto costruito. Mi capita anche che quando mi fa un complimento, nella mia testa mi dico da sola che "avrà fatto lo stesso complimento ad un'altra ragazza". Io non dico che voglio qualcosa di serio, ma non voglio nemmeno affezionarmi troppo, e purtroppo più passano i giorni e più penso di affezionarmi. Non voglio nemmeno essere presa in giro o fare da zerbino. Io voglio qualcosa che mi faccia stare bene e non vogio avere il tormento che la persona che frequento mi stia prendendo in giro. Io sinceramente vorrei interrompere questa frequentazione, perché ho paura che mi nuocerà. Purtroppo, per colpa di alcune vicende che mi sono successo in passato, riesco a fidarmi poco, se poi aggiungiamo che questo ragazzo non mi da nessuna sicurezza, mi faccio più paranoie e alla fine non ne ricavo nulla, se non un po' di sofferenza. Cosa mi consigliate? Farei bene ad interrompere o no? 

Sab

22

Set

2018

Sfogo

Sfogo di Avatar di XXXXXXXX | Categoria: Altro

Prometto che sarò breve e concisa.
Allora io e il mio ragazzo stiamo insieme da tipo otto mesi. Prima che iniziasse l'estate eravamo abituati a vederci tutti i giorni, poiché eravamo nella stessa classe alle superiori. Con l'inizio dell'estate, lui ha cominciato a lavorare e quindi ci vedevamo quando poteva, ossia una volta a settimana (ah mi sono dimenticata che fa triathlon e quindi si deve allenare tutti i giorni, per non parlare nelle gare nel weekend). E a me stava abbastanza bene, cioè capivo che non potevamo fare altrimenti. Andava tutto bene, finché non arrivò il fatidico momento in cui dovevo partire con i miei per una settimana e, caso vuole, la settimana successiva lui sarebbe partito per un ritiro con la sua squadra. Fatto sta che dovevamo vederci sabato prima che io partissi, in teoria tutto il giorno. La sera di venerdì però mi scrive che può stare da me solo di mattina e a pranzo perché il pomeriggio doveva vedersi con i suoi zii. Ed è da questo momento che è andato tutto a rotoli perché diciamo che me la sono presa un po', scrivendogli cose di cui me ne sono pentita nel giro di due secondi, tipo "tanto vale che ci vediamo" e cose così. Lui ovviamente si è incazzato, ma poi scusandomi infinite volte abbiamo chiarito e ci siamo visti. 
Ok, passate due settimane, dove ovviamente ci siamo sentiti poco, solo tramite messaggio e senza nessuna chiamata, ci vediamo lunedì dopo che lui è tornato dal ritiro di triathlon. Sembra che sia tutto normale ecc. 
Mi avvisa anche del fatto che il weekend successivo (e siamo intorno al 10 settembre) deve partire per Venezia per una gara. Notare il fatto che domenica sarebbe dovuto essere il suo compleanno. Io dico "ok, no problem, ci vediamo prima che tu parta"
Ci eravamo messi d'accordo per vederci venerdì, solo che un paio di giorni prima (quindi mercoledì) mi dice che la partenza è stata anticipata giusto a venerdì. Io mi incazzo e mi deprimo come se non ci fosse un domani, iniziamo a litigare, cioè lui litigava, io chiedevo scusa per essermi incazzata. Mi scrive che avrei dovuto supportarlo, essergli vicino, sopratutto in periodi di gare impegnative, visto che per lui è una cosa importantissima il triathlon. Bene chiariamo, ma il giorno seguente gli rimane l'incazzatura ed è freddo, distaccato. Io ovviamente ci sto male, ma non glielo faccio pensare o notare. Passano due settimane, io inizio l'università e nel frattempo si è calmato un po', tranne per il fatto che smette totalmente di chiamarmi amore o dirmi ti amo ecc. 
Ci vediamo quindi dopo due settimane dal litigio e dall'ultima volta che ci siamo visti e gli spiego che mi sembrava che si fosse allontanato un po'. Lui si scusa dicendo che è stato un periodo intenso per lui e cose del genere, ma comunque si è pentito. 
La faccenda sembrava chiusa lì quando martedì (di questa settimana) è venuto fuori che mi comporto in modo strano, dicendo cose come che si è allontanato ecc. e inoltre aggiunge che sente che è cambiato qualcosa nella nostra relazione, non è più come prima. Io gli chiedo se possiamo parlarne a voce per chiarire. Abbiamo chiarito l'altro ieri, via telefono. Mi ha spiegato che si sente oppresso, che ormai vedermi gli risulta un peso, se faccio una scenata ogni volta, gli passa la voglia di passare il tempo con me. Io gli chiedo scusa se sono stata troppo appiccicosa o altro. Poi continua dicendo che comunque vuole ritornare a stare bene con me come prima dei due litigi sopra riportati ma devo essere meno egoista. Io gli chiedo se vuole che gli lasci più spazio e cose del genere ma lui ha detto semplicemente che no, devo stare bene con il suo vero lui e pensare solo che adesso le sue priorità sono l'università e il triathlon. Poi gli ho chiesto se mi ama ancora e lui ha detto "non lo so", quando domenica o quando cazzo era mi ha detto che mi amava. (Horiportato la sintesi di quello che ci siamo detti, anche se la conversazione è durata mezz'ora)
E ora siamo, anzi sono in una sorta di limbo dove non so cosa lui provi per me, se si è stancato definitivamente di me o se vuole davvero che la situazione ritorni veramente come prima. Nel frattempo è abbastanza distaccato, anche se mi cerca abbastanza, però ha tolto l'immagine di profilo di whats dove io e lui ci baciavamo ecc
Io cerco di non pensarci ma la cosa mi sta mangiando dentro, cerco di tenermi occupata il più possibile per non pensarci, ma è difficile. Quando mi fermo a pensare, penso che è tutta colpa mia se siamo in questo casino. Mi sento una fidanzata orribile...

Cosa fare? Tenere duro e aspettare che la situazione cambi? Perché io lo amo, ho molto chiari i miei sentimenti, ma non so come comportarmi. 

Tags: amore, sfogo

Ven

21

Set

2018

La mia ragazza è in viaggio...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Buonasera a tutti,

Sono un ragazzo di 16 anni mi sono fidanzato da pochi mesi con una ragazza fantastica, siccome viviamo abbastanza distanti prendo il treno per andare da lei e visto che la mia famiglia non può darmi troppi soldi uso quelli dei miei risparmi (e il biglietto del treno non costa poco!). Quindi diciamo che sto rinunciando a molte cose per lei.

Arriviamo al punto, ieri è partita con la scuola per la Scozia 10 giorni, ovviamente mi può scrivere poco, ma davvero poco.

Io essendo un ragazzo molto sensibile sento tanto la sua mancanza e non so come sopportare 2 settimane senza di lei, so che per tanti potrebbero sembrare pochi giorni, ma per me no, visto che la penso sempre!

Non so come reagire...

Grazie per avermi ascoltato. 

Mer

19

Set

2018

Perché sono così?

Sfogo di Avatar di ApeironApeiron | Categoria: Altro

Ho bisogno di una sola persona nella mia vita per stare bene. Ho bisogno di sicurezza e onestà. Dal mio ragazzo pretendo cose impossibili. Voglio che non mi dica mai bugie, nemmeno piccole stronzate di poco conto, non voglio che parli con altre ragazze, non voglio che guardi altre ragazze, nemmeno nei film, non voglio che guardi i porno, non voglio che abbia amiche, voglio che ami passare tutto il tempo con me, che abbia voglia di rendermi felice sempre e che sia felice di comportarsi in questo modo, perché io sono così quando amo una persona. Ma un'altra persona come me non esiste e quindi mi chiedo: perché sono così? Sarei potuta nascere normale anch'io e invece no. Se voglio stare con una persona devo accettare che questa mi faccia soffrire, perché soffro per ogni minima cosa. Il mio ex ha fatto tante cose belle per me, era l'unico che si prendeva cura di me davvero, cucinava per me a volte, mi portava il cornetto tutte le domeniche, mi faceva regali, passava molto tempo con me, ma queste cose non bastavano, anzi, non erano necessarie perché a me "bastava" ciò che ho scritto sopra. Lui sapeva com'ero, sapeva che mi faceva stare male, ma per 2 anni e mezzo ha continuato così. L'ho lasciato e ha continuato a starmi tra i piedi senza muovere un dito e dopo un mese (giusto perché mi amava ancora) ha fatto amicizia con delle ragazze (sapendo che non l'avrei accettato e  che quindi non avrebbe avuto più alcuna speranza con me). Io ho provato ad allontanarmi ma non ci sono riuscita, sento il bisogno di avere qualcuno accanto che si prenda cura di me. Adesso sto riprovando a stargli lontano ma con molta fatica, solo un giorno sono riuscita a non scrivergli e sto male davvero. 

Io non volevo essere così, volevo essere normale e non stare male per puttanate. Io so che sbaglio, ma soffro comunque. Se guarda un'altra so che è nella natura dell'uomo ma sto male, voglio essere l'unica o meglioo, voglio essere normale e accettare queste cose normali. 

Mer

19

Set

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di ApeironApeiron | Categoria: Altro

Mi manca condividere anche le cose più stupide con lui.

Mer

19

Set

2018

Cerco consigli

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

La situazione è questa: sono fidanzata da quasi 2 anni con un ragazzo con cui sto molto bene, è come se fosse il mio migliore amico, abbiamo gli stessi gusti, è gentile e disponibile e andiamo molto d'accordo... fisicamente però è da un po' di tempo che mi piace sempre di meno. Però il tempo che passiamo insieme è sempre molto piacevole e lui è colto e intelligente...

Ad aprile ho conosciuto un altro ragazzo, che ha cominciato a scrivermi e siamo entrati sempre più in sintonia... finché mercoledì scorso per farmi una sorpresa è venuto a trovarmi sotto il mio lavoro e abbiamo parlato moltissimo. Non credo che potrei mai trovarmi in sintonia con lui come con il mio attuale ragazzo, eppure lo penso sempre più spesso, quasi ossessivamente. Immagino battute da fargli, di stare insieme, e mi è capitato di pensare a lui andando a letto con il mio ragazzo. per quanto lui abiti fuori città e sia molto diverso da me, non posso negare che mi piaccia, almeno a livello superficiale. oggi gli ho chiesto di non scrivermi mai più, ma invece di sentirmi sollevata mi sento persa e triste.

Cosa dovrei fare? Non riesco a capire se sia una cotta passeggera o il segnale che devo chiudere con il mio attuale ragazzo.

 

Mar

18

Set

2018

ti acchiappo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ieri sera come ogni lunedì il mio ragazzo è venuto a cena dai miei.

Mi fa piacere che si trovino bene insieme, è simpatico, ride spesso con i miei genitori, fa battute, lui adora loro e loro adorano lui.

Evvai finalmente l'uomo giusto dopo tante sbandate andate male.

I miei cotti come zucchine vanno a letto o a trombare di sopra..non so sono spariti. Penso a letto perchè non credo trombino più.

Io e il mio pulcetto guardiamo un film, molto molto carino a detta mia..che ormai soffro di cinefilia. Mentre lui non sa una pippa.

A lui prende un abbiocco pazzecco, ma di quelli super..e crolla sul divano. Io li sveglia come una volpe con due occhi da aquila che seguo attentamente il film.

Il pulcetto si sveglia/lo sveglio.

Mi accoccolo a lui come una piovra in cerca di bacetti..e mi sale una voglia di quelle...

volevo saltargli addosso e sbatterlo come un tappeto.

Ma fattore uno:- i miei sopra ..che non c'è un divisorio tra piano su e piano giù (tipo una porta) ovviamente in camera loro hanno una porta ma mia mamma che soffre di insonnia si alza ogni ora...non mi sembra carino trovarsi la figlia a 90

fattore 2..io e il mio ciclo in circolo e lui fifone che manco mi sfiora.

..bene pulcetto..stasera siamo da te, mi è passato il ciclo, e ti sbatto come un tappeto.

Tags: amore