Tag: amore

Ven

24

Mag

2019

Una luce s'è spenta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Il tepore del fuoco s'è sciolto nella gelida aria di maggio Se n'è andato per l'ultimo viaggio E oramai non ritornerà al vólto  
I suoi timidi occhi celesti Così belli, sereni e ridenti Sono chiusi e ricordi stridenti li riportano a me così desti  
Non più vacche dentro la tua stalla Non più viaggi dentro il tuo trattore Ora in cielo s'è accesa una stella Che contemplo con gli occhi del cuore  
Una luce s'è spenta nel mondo Tutto tace, non c'è più rumore Il silenzio mi fa sentir sordo Urla invece straziato il mio amore

Tags: amore, zio, lutto

Gio

23

Mag

2019

‘Volevo dirti tante cose, ma non so da dove iniziare’

Sfogo di Avatar di GigiamimiGigiamimi | Categoria: Lussuria

Non so da dove iniziare.

Hai incasinato tutto, nonostante io sia fidanzata da più di quattro anni e tu esca con le altre. Nonostante tu sia più piccolo di 5 anni. Nonostante siamo amici da tempo e fino ad ora non si era mai presentata questa cosa.

È bastato un paio d’ore insieme da soli per comprare un semplice regalo un mese fa. Sono bastate le tue battutine del cazzo su di me o quando scherzi e mi fai gli apprezzamenti.

Non riesco a non scriverti con una scusa o a non chiederti che fai.

Chissà che pensi, se ci hai mai pensato. Io in questi giorni non faccio altro, penso a come incontrarti da sola o come potrebbe essere un bacio.

Stanotte mi hai consolata dicendomi ‘stai con un ragazzo d’oro, che vuoi di più?’ E mi sono sentita una merda, ma non so realmente che fare e che pensare.

Ditemi che pensate voi, ho bisogno di pareri da qualcuno esterno. 

 

Mer

22

Mag

2019

La sua "ex"

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non so nemmeno se si possa definire ex, perché hanno avuto una storiella di qualche giorno molti anni fa. Eppure, nonostante non si sentano mai, vivano a parecchi chilometri di distanza ed entrambi abbiano dure relazioni stabili, lei continua a fargli auguri molto affettuosi in bacheca su facebook (dove tutti possono vedere), utilizzando nomignoli che si usano nell'intimità e contornandoli con bacini e dichiarazioni di affetto. Noi non siamo una coppia social: non postiamo foto nè nostre nè individuali e solitamente nemmeno pubblichiamo contenuti, di qualsiasi genere essi siano; quindi può essere che io trovi esagerato questo modo di usarlo, semplicemente perché noi siamo refrattari nel senso opposto. Però io non trovo normale questo atteggiamento di lei, come se volesse creare zizzania, o cercare attenzioni.

Mi sto immaginando le cose? Anche a voi farebbe arrabbiare?

Mar

21

Mag

2019

Relazione e insicurezze fisiche

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono sempre stata molto insicura riguardo al mio aspetto fisico: ho un volto banale, comunissimi occhi e capelli castani e, pur essendo normopeso, non sono affatto tonica. L'unica parte del mio corpo che mi piaceva era il seno: una terza soda e dalla bella forma. Parlo al passato perché adesso lo detesto.

Il mio ragazzo, con cui ormai sto da diversi anni, qualche mese dopo l'inizio della nostra relazione, dopo un viaggio con degli amici nella località di mare dove si trovava anche la sua ex (con cui aveva avuto una precedente relazione di pochi mesi), ha avuto qualche ripensamento su di noi. Insomma non era più così sicuro di aver dimenticato lei e di voler stare ancora con me. Ci siamo presi una decina di giorni di pausa e lui alla fine ha deciso di stare con me. Nonostante avesse scelto me, le mie insicurezze si sono nutrite di questa situazione: da quel momento ho iniziato a confrontarmi con la sua ex che aveva un seno molto abbondante.

Dopo qualche tempo vedo che sui social lui commenta diverse modelle e attrici dal seno prosperoso coi suoi amici, dicendosi contento del fatto che siano state rubate alcune foto intime di queste donne. Suggerendo di fatto cosa avrebbe fatto di quelle foto. E io mi sono sentita molto umiliata. Non solo per la solita questione dell'insicurezza e degli inevitabili confronti che ho fatto fra me e loro (uscendone ovviamente annientata); ma anche per il fatto di aver pubblicamente ammesso di masturbarsi su foto di altre donne, rendendolo così noto ai miei amici e alle mie amiche. 

Andando avanti ancora nel tempo ho trovato sul suo cellulare alcune foto di ragazze della zona, prese da un noto social, e salvate in una cartella nascosta. Andando a vedere l'orario di salvataggio delle foto, è saltato fuori che erano state tutte salvate dopo la mezzanotte (spesso dopo avermi dato la buonanotte). Cosa ci faceva con quelle foto? Lui sostiene di aver utilizzato il social per farsi i fatti altrui e che il cellulare le abbia scaricate e salvate (tutte belle ordinate in una cartella nascosta) di sua spontanea volontà. Anche in questo caso mi sono sentita umiliata, oltre che orrenda.

Proprio per questi continui colpi alla mia autostima, ho iniziato delle diete drastiche (di cui non avrei bisogno, stando a vedere i medici) e a fare palestra di continuo (nonostante venga da un infortunio). Inutile dire che il mio seno è calato vistosamente a causa della perdita di peso e che io sto pure peggio. Adesso non riesco a mangiare senza sentirmi in colpa, so che mi sto facendo male ma non riesco a smettere.

L'ho confrontato in tutti i casi citati sopra, ho chiesto spiegazioni, ho espresso i miei sentimenti, ma lui continua ad assicurarmi il suo amore e ogni discussione si conclude con la convinzione, da parte mia, di essere io esagerata, troppo insicura e gelosa.

Non so più cosa fare. Voi cosa ne pensate? 

Mar

21

Mag

2019

Momento di crisi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Il titolo dice il succo del discorso, sto vivendo un momento di crisi. Sono una ragazza di 27 anni, fidanzata da 4.

Lavoro da quasi un anno in una fabbrica e da qualche mese ho iniziato a lavorare sia di notte e nei fine settimana in base alla turnazione. Non è un problema tutto ciò o comunque non mi pesa, però lo stile di vita cambia e tutto quello che per gli altri è normale o scontato(come uscire solo il venerdi o il sabato sera) non lo è per me.

Ma arriviamo a un altro punto; per caso un giorno sono uscita in città per fare dei regali accompagnata da un amico più piccolo di me di 5 anni: scherziamo sempre, ci facciamo battutine ed è sempre stato così. Dopo questa prima uscita, complice probabilmente questa crisi e vedendo meno il mio ragazzo, ho iniziato a pensare sempre di più a questo mio amico.

Con la scusa che anche lui fa i turni, un giorno durante la settimana gli ho chiesto di fare un giro in un centro commerciale distante circa 100 km da casa e lui mi ha portato senza problemi. Come sempre abbiamo scherzato e parlato e per sdebitarmi gli offro qualcosa da mangiare: per ringraziarmi va per darmi un bacio sulla guancia, io un pò tontolona non l’avevo visto e stavamo quasi per trovarci uno di fronte all’altro! Lui se ne esce con “stava per succedere il fattaccio” e io imbarazzata. Ma a parte questo nient’altro, a parte che trovo scuse su scuse per sentirlo e quando iniziamo a scriverci è difficile smettere.

ho paura, non so che pensare o cosa fare. Amo il mio ragazzo, sto vivendo 4 anni con lui molto intensi, ma ho paura di essere sbagliata. Scusate lo sfogo ma ne avevo bisogno😬 

Lun

20

Mag

2019

manchi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

cavolo perché ogni giorno che passa mi manchi sempre di più?

Tags: amore, mancare

Lun

20

Mag

2019

Una vita di inganni

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

La mia prima relazione, io 12 e lui 15, fu uno scatafascio per la mia vita. Ossessione, minacce, violenza, solitudine, depressione, tentativi di suicidio, psicologo... Ci vorrebbero mille termini ma non vale neanche la pena parlare di lui, ormai è acqua passata.

Questa storia ebbe un forte effetto sulla mia vita, poichè  persi tutto: amici, amiche, dignità, uscite, tranquillità. Tutto quanto, perciò dovevo rivendicare ciò che mi era stato rubato.

Il mio desiderio di vendetta lo scatenati andando a letto con altre persone, tante altre. Lui che me lo trovavo a piangere sotto casa e io che gli ridevo in faccia. Mai stata così bene. 

Finalmente dimenticato, la mia routine non la persi ma cambiò ciò che avevo in testa. Ogni persona con cui andavo, provavo sempre qualcosa, non avevo più pensieri maliziosi o altro di simile, semplicemente diventai ingenua, e alla prima bella parola io mi "aprivo" con molta facilità, ma io ci credevo in tutte queste persone.

Alla stessa maniera, due anni fa ho incontrato il mio attuale fidanzato. Era uguale a me, solo versione al maschile: uno sciupafemmine. Ovviamente, per come ero abituata a vivere, lo tradii tante volte, e lui venne a sapere tutta la verità con il contagocce, ma non mi lasciò mai. Lui mi ha cambiata, mi ha aperto la mente verso altri orizzonti, io capii che il tradimento è inutile e che è meglio avere a fianco una sola persona che ti vuol davvero bene piuttosto che mille che vogliono solo sco***e. Diventò il mio chiodo fisso, l'unico di cui mi son potuta fidare CIECAMENTE, ho omesso di mia volontà tutte le persone che avevo a fianco (parlo degli amici di sempre) per stare con l'unica persona con cui sono stata bene.

5 mesi fa lui mi ha tradita, nel modo più assurdo e con la persona più inaspettata, e il mondo mi è caduto addosso. L'unica persona che mi ha insegnato a vivere da adulta (p.s. ora ho 18 anni, lui 23) ha fatto l'errore più grande, ma con tutte le volte che mi ha perdonata, mi sono sentita in dovere di perdonarlo a mia volta. E non penso più a quella storia, ma sto vivendo questi mesi un inferno perché l'ossessiva sfiduciosa ora sono io, e non so più dove sbattere la testa.

Vi ringrazio per il tempo se siete arrivati fin qua. Voi cosa fareste nella mia situazione? 

Dom

19

Mag

2019

E bast’ mo!

Sfogo di Avatar di Feb7Feb7 | Categoria: Altro

Cerco di farla breve, per modo di dire.Sono innamorata persa, persa a tal punto da essermi resa conto di non aver più punti di riferimento, e di sentirmi dispersa questa relazione fatta di pochissime presenze , di tantissime assenze collegate dal sentirci telefonicamente, non sempre, ma troppo spesso per l’apparente inconsistenza del nostro rapporto. È una storia lunga, verosimilmente assurda, per la mia ostinazione nel non troncare un rapporto così avvilente e umanamente degradante. Eppure, ecco, ciò che mi muove a scrivere, a parlarne, a struggermi, è un uomo di 17 anni più grande di me che è stato da sempre parte del mio setting . Uno che ho sempre visto, guardato, osservato insomma. Inutile dirlo: bello, dannato, stronzo, violento, ma tremendamente e terribilmente irresistibile. Di qui ... da un iniziale coinvolgimento... il suo poco dare e il relativo molto togliere ..... mi ha tirato giù in un tunnel. Mi ritengo e so di essere una bella ragazza, ho 28 anni. Non c’è un uomo, un ragazzo, che mi piaccia, che mi interessi, che mi stimoli, come lui. N I E N T E. Vero è che passerà. Ma intanto, di notte, io che dormivo senza problemi, ora mi sveglio col rumore del SUO garage che si chiude. Perché , ciliegina della torta, abitiamo anche a cinquanta metri di distanza. Da sempre. Comunque, fatta la “piccola” premessa, sono arrivata al punto di doverlo implorare di non cercarmi ne’ rispondere più ai miei messaggi, nel caso in cui in momenti di debolezza l’avessi cercato. A che punto questo narciso mi ha portata.... al pregarlo di ignorarmi.... perché da sola non riesco a troncare questo circolo vizioso.... posso dirlo forte... so di amarlo .... a tal punto ......... da riconoscerlo, per me, velenoso, tossico, addiction.... e chiedergli di lasciarmi stare .... perché c’ Del sentimento non corrisposto e non posso vivere così. Non più. Dal canto suo, mi dice che farà come ho chiesto, che se ho bisogno posso cercarlo se avessi necessità di qualcosa, e che non è vero che poco gli cambia ora che così ho deciso. Ovvie frasi di circostanza a cui avrei preferito un eloquente silenzio. Bene. Sono tre giorni che non ho neanche la forza di alzarmi dal letto e la mia giornata oscilla tra un pianto e uno spritz. Specifico che ho pochi amici, per inculature prese e poca voglia di ricucire finti rapporti e troppa capacità di riconoscere anticipatamente quelli falsi. Consigli ?

Ven

17

Mag

2019

Il capitolo più doloroso di tutti

Sfogo di Avatar di EvanescentStarEvanescentStar | Categoria: Altro

A fine agosto scorso, su un sito di incontri, avevo conosciuto un ragazzo milanese con il quale, nonostante l'enorme distanza, ci fu fin da subito, una notevole intesa. Dopo due settimane di chiacchiere abbastanza innocenti, abbiamo ceduto al magnetismo inspiegabile che esisteva tra di noi e ci siamo spinti più in là, senza comunque arrivare a mostrarci completamente senza veli. Ci piaceva dar sfogo alla nostra fantasia e provocarci per come potevamo.

Sentivamo il bisogno di vederci, a suo dire lui voleva esprimere i suoi sentimenti per me di persona, perché si era reso conto fossero più grandi di quanto immaginasse, così ho organizzato tutto e mi sono fatta tutta l'Italia in treno per andarlo a trovare. Sono stati i tre giorni più belli ed intensi della mia vita.

La prima cosa che ho fatto appena ci siamo incontrati, è stato baciarlo... Era tutto così naturale...  

La sera stessa abbiamo ceduto al desiderio, era inevitabile... Del resto non ho fatto che mangiarlo con gli occhi lungo tutto il tragitto dalla stazione a casa sua. Adoravo sentirlo parlare, inebriarmi col suo profumo... 

Siamo stati travolti dalla passione, persino di notte ci svegliavamo per rifarlo. Mi ha fatto provare sensazioni che non avrei mai immaginato di poter provare ed insieme abbiamo esplorato le nostre fantasie più incoffessabili. Non sono mancati i momenti teneri, di docce assieme, coccole, abbracci e cene improvvisate... Persino sfoghi tra le lacrime... 

Lui sapeva della mia natura fragile, dei miei problemi di depressione, delle mie ideazioni suicide... Eppure voleva starmi vicino comunque. 

In un certo senso avrei voluto vedere Milano, ma non mi è dispiaciuto affatto trascorrere quei giorni in quella maniera. 

Il giorno della mia partenza lui era distaccato, distratto... Immagino fosse il suo modo di gestire il dispiacere per la separazione imminente. Sembrava essere così, perché per messaggi tornò ad essere il solito molto presto. 

Passò un mese, nella mia vita accadderò varie cose... Mi ritrovai a casa da sola e tentai il suicidio.

Il suo ultimo messaggio fu "amore, vado in palestra, ci sentiamo dopo".

Poi io sparii per due giorni... I carabinieri mi requisirono il cellulare per oltre un mese, per fare degli accertamenti.

Quando finalmente riuscii a chiamarlo, due giorni dopo, gli spiegai l'accaduto e lui era come gelato... 

Reazione più che comprensibile, pensai... Ma quando mi ritrovai bloccata ovunque senza una spiegazione, persi la testa e mi si spezzò il cuore...

A suo dire, con quella decisione, io lo avevo lasciato. In realtà stavo molto male, non c'era proprio niente di razionale in quello che ho fatto e la mia intenzione non era affatto quella. 

Tentai diverse volte di mettermi in contatto con lui, ma mi ignorava sempre, o in rari casi, mi liquidava freddamente.

Sono passati ormai 7 mesi da quando questa storia assurda si è conclusa, ma ancora mi logora.

Non posso fare a meno di pensare che se non avessi fatto quel che ho fatto, forse starei ancora assieme alla persona più straordinaria mai incontrata... D'altro canto però non riesco ad ignorare il fatto che lui mi abbia sbattuto, senza il minimo scrupolo, una colossale porta in faccia, nel momento in cui avevo più bisogno di averlo accanto... Dopo tutte quelle parole, quelle lacrime versate assieme... Mi sento presa in giro.

Vorrei solo trovare la forza per andare avanti e rimettermi in gioco... Ma non riesco a trovare nessuno che mi interessi.  

 

Ven

17

Mag

2019

mi sono innamorata del ragazzo di una mia "amica"

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ho 17 anni se sono in un casino. qualche sera fa ho accompagnato una mia "amica" che poi, avrei voluto sganciare i rapporti con lei ma non ho mai potutto visto che le nostre mamme sono molto amiche. lei è una brutta persona, mette i piedi in testa a tutti, crea dei litigi, vuole essere la ragazza più conosciuta di tutti, inoltre non è neanche bella, è considerata da un po' di ragazza una gnocca solo perchè fa la sgualdrina con tutti i ragazzi, come avrete intuito non è mai stata capace di far durare una relazione più di un mese. personalmente mi vedo molto più bella di lei, anche se ho meno forme, ma un bel corpo da modella lo ho, e anche dei bei lineamenti. cmq la stavo accompagnando dal suo tipo, io sapevo chi era, ma non l'ho mai visto dal vivo e personalmente lo consideravo il solito ragazzo fighetto. beh appena l'ho visto era un'altra cosa, era perfetto, alto, magro, giusti addominali, bel sorriso, il ragazzo perfetto, è dolce e fa di tutto per inseguire i suoi sogni. tutt'altra persona dalla mia amica che come ho gia detto pensa solo alla popolarità, hai follower su insta, e al suo trucco ed ai suoi capelli. beh io ovviamente mi sono innamorata di lui alla follia, non so cosa mi è preso ma pesn odi amarlo, pesno che sia il ragazzo giusto per me, appena mi ha stretto la mano ho sentito una scossa dentro di me che mi ha accompagnato per tutta la serata. inoltre ho notato che a volte mi fissava, io alzavo lo sguardo e ci fissavamo drittti negli occhi, pesno che quelli sguadi valgano più di mille parole, io non stavo facendo la terza incomoda perchè c'era un amico di lui che era brutto e io non l' ho mai calcolato per tutta la serata, i miei occhi erano fissi su di lui, penso che insieme saremmo perfetti. cosa devo fare aiutooooo