Tag: relazione

Mar

13

Nov

2018

Sostegno economico all'uomo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vorrei essere in grado di fornire al mio ragazzo la possibilità di non lavorare continuativamente, ma temo moltissimo il giudizio della gente. Mi spiego: lui è molto più incline di me ad occuparsi della casa, ed è piuttosto dotato nei lavori di falegnameria, ma non ha la stoffa dell'imprenditore, e non riesce a trovare da dipendente. Siamo entrambi giovani, io guadagno abbastanza. L'unica cosa che temo, è che gli altri lo vedano come un fallito, e che lui si deprima per questo, perché per esempio i miei genitori non la vedrebbero certamente bene.

Come la vedete, voi? Mi consigliate? 

Sab

10

Nov

2018

Sono troppo seria?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

buongiorno,

sono una ragazza giovane ma ultimamente mi sto chiedendo se sono io ad essere sincero troppo matura dal punto di vista sentimentale o se forse è la persona che ho accanto che non lo è affatto.

Partiamo dal principio. Amicizia con questa persona durata una vita che poi si trasforma in qualcosa di più, come tutte sappiamo gli uomini vanno a caccia, cercano in ogni modo di procacciarsi la preda ed una volta che c'è l'hanno in pugno, non rimane loro che fruirne nel modo in cui si vuole per poi passare alla prossima (mi dispiace per il pensiero così puramente pessimistico). Direi che questa metafora rappresenta esattamente quello che negli ultimi due mesetti di un totale di otto, frulla nella mia testa. A ciò ovviamente si è arrivato attraverso step. 

1) l'uomo si accorge che si sta allontanando dagli amici e si mette in guardia;

2) l'uomo si accorge che il fuoco non è più lo stesso;

3) inizia a presentarsi qualche segno di titubanza, il carattere sembra essere cambiato;

4) se, come nel mio caso si ha almeno (siamo sicuri sia una nota positiva?) a fianco un uomo sincero si assiste con dolore ad ogni fase fino a che non arrivano ad uscire cose su cose su cose.

 

Ecco con questo intendo che tutte le teorie sui diversi step iniziano a divenire fatti reali, testimoniati dallo stesso ragazzo che sentendosi impaurito dal dover essere "intrappolato" da quella che è ormai una storia seria, inizia a fare degli scivoloni. 

La mia domanda è: è paura da parte del mio lui che gli fa dire alcune cose? è il mio cervello che sta cercando di sabotare tutto perché vuole convincere me stessa accendendo un campanello d'allarme su questa persona?

per essere un po' meno generica vi voglio raccontare l'ultimo fatto che ha di nuovo rovinato un momento insieme.

Usciamo a pranzo, tutto bene, sino al momento in cui lui (non ricordo in che contesto) mi riferisce che quando vede una bella ragazza si potrebbe accendere da parte sua anche un desiderio sessuale, al che basta per il mio cervello è buio pesto ed inizia la discesa veloce verso la disperazione. Perché si chiuderanno alcuni/e di voi? Semplicemente perché quando invece vedo un bel ragazzo non mi passa nemmeno per la testa alcun tipo di desidero sessuale. 

 

La domanda definitiva è cosa ne pensate? forse io sono pronta a qualcosa di serio ma l'altra persona no? Forse non fa proprio per me come persona? O forse sarà impossibile trovare una persona di sesso maschile etero in questo caso, che non abbia sempre tanti ormoni in circolo?

 

si comunque direi che sono possessiva.

Grazie a chiunque per l'ascolto, sto davvero male ed è difficile riuscire a trovare una risposta 

Lun

05

Nov

2018

Inconsistente

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Perdonate il titolo ma non sapevo cosa scrivere al riguardo.

Vivo una relazione con il mio compagno da 8 anni. Stiamo bene, diciamo, un po' di scoglionamenti ogni tanto però bene. Siamo sui 33 e io mi sento ancora vitale, donna e desiderosa di attenzioni...anche sessuali.

Da 1 annetto lui, coetaneo si è come raffreddato in quel senso. Per me complici i porno di facile reperibilità che alcune volte gli ho trovato sul portatile (anche io li visito saltuariamente... soprattutto per sopperire a mancanze) o per il non volersi applicare, non facciamo più tanto l'amore. Mi sono squallidamente messa a segnare "GLI EVENTI" sulla mia agenda e sfioriamo le 2 al mese. Il fatto è che uno dicesse: beh dai, in una vita frenetica come quella di oggi, se quelle due volte sono di qualità.... NO.

Questa estate almeno, lo erano. Ora è una cosa infattibile. Proprio questo weekend, a seguito di mie avances si è praticamente concesso... ed è stato un flop totale. Già partito scarico... il tutto è andato avanti ancora più scarico. Ha concluso, però io non ho sentito NULLA. NULLA.

 

Parlo alle donne: vi è mai capitata una situazione simile? Quando lui insiste, è dentro ma voi comunque non sentite nulla? A me quasi irrita di più che uno che mi dica, guarda... lasciamo stare proveremo un altra volta. Io cerco sempre in quelle occasioni di riattizzare il momento. Dire cose sconce, gemere di più, darmi da fare di più ma niente. Era tipo un palloncino sgonfio. Alla fine ha finito ma per me era stato come non fosse successo.

Quando succede lui sicuramente se ne acorge, lo sa, di non avere fatto una prestazione normale-decente, anche perchè vede la mia faccia che non è arrabbiata ma abbastanza impassibile. Quindi rimane un po' triste per qualche minuto poi a seguito di mie rassicurazioni e coccole gli passa e...via come nulla fosse. Io però rimango arrabbiata. Certo, poi lui si impegna in altri modi per portarmi all'orgasmo ma mi interesano ben poco. A me piacerebbero amplessi completi, senza bisogno di stimolazioni secondarie perché tu non ce la fai o sei scarico.

Non credo proprio lui abbia l'amante, è già molto riesca a soddisfare me figuriamoci un amante: troppo impegno, troppa poca energia.

Penso sia semplicemente svogliato. Certo, c'è da dire che quando siamo a casa io e lui non siamo proprio il prototipo delle persone SEXY. Io tendenzialmente freddolosa sono spesso in tuta, con i capelli raccolti, gli occhiali.... lui uguale: sempre in tuta, ciabatte arruffato. Quindi immagino sia per me che per lui che la libido non sia proprio ai massimi. Ma che devo fare, stare sempre o spesso in Lingerie sexy? Ma daaaai....

 

Comunque questo weekend la situazione mi ha fatto rimanere abbastanza amareggiata. Già lo facciamo di rado in più se è anche come non farlo...

Come potrei intavolare il discorso con lui senzxa che lui si arrabbi?E' molto suscettibile e ho paura prenda tutto troppo in negativo. L'altro giorno ho pensato nella mia testa di vedere come va ed ad una prossima dirgli: senti, devo dirti che la nostra vita sessuale non mi appaga più. Cosa facciamo per migliorare? Però sarei decisamente diretta. 

Mar

16

Ott

2018

Relazione

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Io e il mio ragazzo stiamo insieme da quasi tre mesi, siamo praticamente uguali, stessi gusti e stessi sogni. L'unico intoppo? La distanza. Per un po' siamo riusciti a vederci molto spesso nonostante tutto, ora per un motivo o per un altro no e la cosa inizia a pesare. Lui é distaccato, torna da lavoro e si attacca alla PlayStation ignorandomi per giornate intere. In questi giorni mi sono "ribellata" perché questa situazione mi stava facendo stare molto male, tanto da non farmi dormire la notte e lui non l'ha presa bene e ha iniziato a trattarmi male e a dirmi cose che mi hanno ferita. Anche se è da poco che stiamo insieme io ci vedo il mio futuro con lui e proprio per questo non voglio che finisca. Consigli?

Gio

27

Set

2018

Insicurezza

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sto frequentando questo ragazzo da poco, lui e originario di Napoli io di treviso , ci troviamo molto bene insieme è abbiamo molte cose in comune , nel frequentarci ci troviamo molto spesso durante la settimana ,tra cene , serate a film mi sto innmorando...ma mi mette a disagio il fatto che parla molto spesso della sua ex (ormai lasciata da un anno e mezzo perchè lei non lo amava più).

scrive stati e strofe di canzoni tristi con cuori spezzati su instagram e wattsapp , dove logicamente sa che io li vedo

 

Sinceramente non so come comportarmi...non vorrei fossi semplicemente un angolo di sfogo o una specie di strumento di mancanza perchè si sente solo....

 

mi sento molto triste...e amareggiata  

 

posso capire he quando hai amato non puoi dimenticare....ma a volte bisogna andare avanti e trovare chi veramente ti potrebbe rendere la vita migliore...spero che mi apra il suo cuore altrimento sto perdendo solo tempo.....e amore

 

Mar

25

Set

2018

Le mie Paure

Sfogo di Avatar di Andyyyyy94Andyyyyy94 | Categoria: Altro

Ciao a tutti mi chiamo Andrea e sono una femmina per chi non lo sapesse , fin da piccola o sempre sofferto di attacchi di ansia e ho sofferto molto di solitudine , adesso ho 24 anni e sono una persona nuova con delle prospetive in più nella vita , cioè aiutare gli altri a combattere questa solitudine soprattutto nei bambini .....

Non vi parlo del mio passato e delle mie precedenti relazione , ma tre mesi fa ho frequentato qualcuno che mi ha fatto stare malissimo e mi ha trattata come un cane , adesso sto conoscendo un ragazzo di cui sono " persa" credo sia normale nelle donne , mi fa stare bene e nelle varie argomentazioni mi sembra un apersona intelligente con una marcia in più....ci stiamo frequentandio e va tutto bene  ma le paure del passato stanno venendo fuori , vorrei essere più sicura di mme stessa perchè vorrei davvero iniziare una storia con questa persona , io sono di Padova lui e di Treviso ma riusciamo ha trovarci spesso , a origini Napoletane ma io il Sud lo amo , penso di essere una veneta mancata , qui siamo molto freddi e frequentare qualcuno di pazzo come me e la cosa più bella , non mi sono mai sentita cosi bene con qualcuno.....

 Questa e la mia paura , cerco di viverla serenamenre , ma ho paura di una cazzata , vi faccio un esempio stupido , mi dice per messaggio (come ieri che ci siamo stritti mattina e pausa pranzo ) che alla sera appena finito di farsi la doccia e cenato che mi avrebbe scritto invece non lo ha fatto ma era online su instagram , poi basta , la mattina mi ha semnplicemente mandato il buongiorno dicendomi che si era addormentato.....una cosa cosi stupida adavvero infine forse voleva starsene solo per conto suo , ci stiamo solo frequentando ma a 18 anni o subito delle cose che non me la sento di sfogarmi qui che mi hanno resa ansiosa alle nuove relazione. In più una sera per farmi sentire rispettata mi ha mostrato il telefono spiegandomi nelle chat le varie persone che c'erano e chi erano .....credo che nessuno farebbe mai una cosa simili...

 per le ragazze  che come me si sentono cosi vi chiedo un consiglio per stare più serena in questa nuova conoscenza...quando ti innamori h ai paura di essere deluso nuovamente....

Tags: relazione

Mar

04

Set

2018

ingenua

Sfogo di Avatar di AKWARD267AKWARD267 | Categoria: Altro

So che la fine di una relazione non è la fine del mondo, non è la fine della vita, so che ci sono cose ben peggiori. ma come mi sento io oggi,dopo quattro anni passati a dare possibilità ad un uomo che non ha fatto altro che farmi del male, bhe come mi sento io oggi fa veramente schifo.Senza dirmelo in faccia, senza dirlo a voce, con un messaggio che ho dovuto sottointendere io. e poi sparire nel nulla. Per cosa?per una playstation. perchè vuole fare tutto quello che vuole senza di me. e mi ritrovo da sola in una casa che ho condiviso con una persona che mi ha presa in giro, che sapeva di non volermi ma per mesi mi ha usato a suo piacimento. mi ritrovo sola in una casa vuota e sono vuota anche io.e lo so che le sofferenze nella vita non sono queste, ma oggi, oggi sono a pezzi. Mi ha portato via la possibilità di un futuro, perchè credevo in lui,in noi, mi ha dato la colpa di volermi impegnare troppo, mi ha dato la colpa di essere troppo innamorata. Sono sbagliata io allora? a 25 anni, a voler iniziare una vita assime ad una persona con cui sto da quattro anni? dopo tutte le possibilità che gli ho dato, mi sento male per quanto sono sbagliata, per quanto mi faccia sentire una nullità. Forse troverò un'altra persona, forse no, sta di fatto che non mi sento più una persona, mi sento niente, come se solo lui potesse volermi, come se nessun altro mi vorrà mai perchè io non vado bene. Mi ha portato via tutto, mi ha tolto tutto quello che avevo. E ho veramente paura stavolta di non farcela, di non tirarmi fuori da tutto.Perchè non sono in grado, perchè in quattro anni mi sono lasciata distruggere e io non ho piu la forza. Mi sento male, per quanto so che c'è di peggio nella vita. io mi sento male.non so come fare.

Sab

01

Set

2018

Ho il dubbio che mi abbia tradito. Aiutatemi.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti, vi scrivo perchè sono confusa sulla situazione che sto vivendo con il mio fidanzato (che in questo racconto chiamerò G per comodità). Il dubbio mi sta mangiando l'anima e mi sembra tutto una presa per il culo. Non so piu' cosa credere e allora chiedo un parere esterno a persone che non mi/ci conoscono. E magari mettere tutto nero su bianco mi aiuterà.
Premessa:
E'un anno che stiamo insieme. Io 25 anni studentessa, lui 26 anni fotografo.Sono stata felice con lui, mi ha sempre coinvolta con la sua allegria e leggerezza. Tuttavia, ci sono stati momenti in cui ho sofferto perchè non mi sentivo (e tuttora non mi sento) parte integrante della sua vita. Vivamo in città diverse, ci occupiamo di ambiti diversi, non abbiamo amici in comune. Io non mi sono mai sentita la sua compagna. Mi sono sempre sentita un'estranea le poche volte che siamo usciti con i suoi amici. Non conosco la sua famiglia, non sono mai stata a casa sua. Ci sono voluti diversi mesi prima che che dicesse ai suoi amici stretti che ''usciva'' con me. Inoltre, ho dovuto fidarmi fin da subito (diffile per me considerando che vengo da storie passate di tradimenti) quando ho scoperto che la maggior parte delle sue amicizie sono femminili, fra cui pure la sua ex di 5 anni fa.Inoltre mi ha sempre ferito la sua riservatezza. Non mi ha mai voluto parlare delle sue ex (non so nemmeno i loro nomi), non posso toccare le sue cose (ad esempio il portafoglio, l'unica volta che l'ho fatto mi è caduta una fototessera di una sua amica con cui è finito a letto una volta anni fa. Si è giustificato dicendo che aveva perso una scommessa e doveva tenere la sua foto nel portafoglio), fino alla settimana scorsa non sapevo nemmeno il suo indirizzo di casa. Ma sopratutto non posso in nessun modo toccare o vedere il suo cellulare, non posso avvicinarmi che blocca la schermata e cambia sempre  codice di sblocco. Eppure passa un sacco di tempo al cellulare, le volte in cui gli ho fatto domande si è innervosito  perchè dice che non mi fido, sono stressante e che parla con i suoi colleghi di lavoro.
Ci vediamo poco e sempre ad orari assurdi (una volta a settimana, magari all'1.00 di notte). Perchè lui lavora nelle discoteche e  nei fine settimana, mentre io ho lezione e lavoro tutto il giorno. 
Insomma, mi sono sempre sentita ''tenuta a distanza'' e non mi sento ufficialmente la sua ragazza, quasi mi tenesse nascosta o avesse dei segreti. Riguardo a questi comportamenti mi ha sempre detto che lui è riservato e che comunque non vuole che la sua vita privata con me diventi di dominio pubblico. 
Ovviamente questo tipo di comportamento ha fatto crescere delle insicurezze in me, dei dubbi sulla sua fedeltà o quanto meno su quanto effettivamente ci tenga a me. 

Il fatto:
Due giorni fa mi chiama il mio ex (con cui ho un rapporto di amicizia) dicendo che è a un festival di musica e ha visto G. che baciava un'altra.
Pochi istanti dopo mi chiama G per sapere cosa facevo e io rispondo normalmente chiedendogli con chi era al festival. Mi dice che è con delle sue amiche (evasivo), ma che in quel momento era andato a prendere una birra da solo. Fine chiamata.
Salgo in auto richiamo il mio ex che mi descrive quello che ha visto, sento che chiede conferma ai suoi amici che hanno visto tutto.
Arrivo al festival e chiamo nuovamente G. e gli chiedo dov'è.
G: sono seduto su una panchina lontano dalla musica per parlare... ci sentiamo dopo?
io: Perchè? Sentiamoci ora. Con chi  sei?
G (innervosito): Perchè ora sto parlando, te l'ho detto
Voce di ragazza in sottofondo: no no, parla, tranquillo
io: Con chi?
G: Te l'ho già detto con chi sono, cosa succede? che cos'hai? 
io: perchè non vuoi rispondermi? chi era quella ragazza?
G (sempre piu' nervoso): Era Sara! (migliore amica) Ora mi dici cosa c'è?!
io: niente, mi sembravi solo strano. Ci voleva tanto a dirmi che era Sara?
Ci siamo salutati, parcheggio, ed entro al festival a cercarlo per vedere se mi stava dicendo cazzate o no.  

Lo cerco ma non riesco a trovarlo.
Allora gli invio una foto di un anello che vendevano alle bancarelle dicendo se passava a comprarmelo perchè  mi piaceva e avevo paura che lo comprasse qualcuno. Gli dico che la foto me l'ha mandata un'amica ma che era già andata via. 
Lui mi ha detto che non aveva soldi (non l'ho mai visto uscire senza soldi), che me lo veniva a comprare domani, che le bancarelle probabilmente erano già chiuse.. io ho insistito tantissimo come se fosse l'anello della mia vita, ma niente. Non è voluto andare.

A questo punto inziano a venirmi dubbi sempre piu' grandi e sale la paura che sia effettivamente con un'altra. Lo cerco, ero agitatissima. Non lo trovo. Lo chiamo:
io: Dove sei?
G: Sto andando via..
io: ah... io sono venuta a farti una sorpresa, per questo ti ho detto della bancarella. Dai dove ci vediamo?
G: Eh io sto andando via ormai, sono all'uscita
io: Anch'io sono qua. Ci vediamo davanti la scritta 'uscita'?
G: ok, dammi 10 min e arrivo
io: no ti raggiungo allora, dimmi dove sei
G: io sono già davanti l'auto, stavo andando via. 
io: Ma pure io sono nel parcheggio! Sono venuta fin qui per farti una sorpresa, almeno salutami cazzo
G:  Senti, questi giochetti mi hanno rotto il cazzo. Prima l'anello, poi vieni qua a controllarmi. Ci vediamo domani
io: bravo, allora dimmi con chi sei in auto.
G: Con Sara, devo accompagnarla a casa. ciao
io: ma che cazzo fai?! Sono qui nel parcheggio, fermati cazzo
G: no, hai rotto i coglioni con queste storie. ci vediamo domani 
io: se te ne vai ora, è finita. fammi vedere con chi sei in auto
G: allora è finita. buonanotte
io: ma cosa cazzo dici? ma sei impazzito? 
G: se vuoi ci vediamo dopo per parlarne ora devo portare Sara a casa
io: no, fermati ora!
Chiude la chiamata. 
Chiamo Sara. Sara mi risponde addormentata dicendo che era con G fino a poco prima, ma era già tornata a casa.
Lo chiamo 5 volte e non risponde.
Mi sento morire.
20 min dopo gli scrivo di vederci al parco.

Il confronto:
Quando arriva gli dico che Sara era a dormire e voglio sapere con chi cazzo era.
Mi dice che era la sua ex (quella con cui è stato 5 anni fa e ora sono amici).
Gli dico ''per me è già finita per come ti sei comportato, perciò puoi dirmi anche la verità. Sono venutà perchè mi hanno detto che ti stavi baciando con un'altra. Quindi con chi ti stavi baciando; con la tua ex o con una nuova?''
Lui nega tutto. Dice che era con la sua ex e le altre sue amiche. Che non c'è stato nessun bacio, che non mi fido di lui, che si sentiva offeso, che non vuole altra ragazza oltre me, che non si permetterebbe di farmi questo visto quello che ho passato, etc.
Mi dice che c'è stato un abbraccio, un bacio sulla guancia e uno sulla fronte mentre la consolava perchè lei stava piangendo e che magari chi mi ha chiamata ha visto male al buio. Mi ha incolpato di fidarmi di piu' del mio ex che di lui, che ho 0 fiducia nei suoi confronti e lo sto accusando ingiustamente.
Io gli chiedo perchè non si è fermato nel parcheggio allora, se non c'era nulla da nascondere che senso ha avuto fuggire in quel modo davanti a me?
Lui mi dice che non si è fermato perchè aveva paura che gli facessi fare una figuraccia perchè ero incazzata nera.
Gli chiedo di descrivermi come era vestita la sua ex e la scena dell'abbraccio... corrispondeva alla scena che mi avevano raccontato.

Il giorno dopo contatto la sua ex su instagram. Mi presento e gli dico che vorrei parlarle appena è disponibile.
1ora dopo sono con G e gli arriva un messaggio da lei: '' Nome Cognome è la tipa con cui stai uscendo?''
Mi sono sentita morire quando mi sono resa conto che la sua ex non aveva la minima idea che lui fosse fidanzato e nemmeno quale fosse il nome della sua fidanzata da un anno. Mi sono sentita  uno schifo, invisibile. Come se nella sua vita non avessi mai contato un cazzo.
Lui mi dice che non è mai capitato di parlarne e che comunque lui è motlo riservato riguardo la sua vita privata.

La conclusione:
Io non saprò mai se lui mi ha tradito. Non ho prove materiali. Non ho visto niente.Mi sono state riferite delle voci e basta.
Ma quello che ho visto è lui che scappava via in auto insieme a un'altra ragazza, mentre io gli urlavo di fermarsi e farmi vedere con chi era. Lui non si è fermato. Lui è scappato letterlmente via.
E se è vera tutta la sua versione, perchè scappare? Perchè avere paura di una figuraccia? Perchè non dare spiegazioni alla tua fidanzata che ti sta urlando di fermarti?

Sinceramente, voi cosa ne pensate?
Ci credereste?
Cosa fareste?
Sono esagerata?

Datemi un giudizio su tutto; sul suo essere evasivo, sul tenermi lontana dalla sua vita, su quello che è successo quella sera...
Io non ci capisco piu' nulla. Ho bisogno che qualcuno mi dica il suo parere perchè sto diventando pazza.

Mar

28

Ago

2018

Non so cosa pensare.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono fidanzata da quasi 8 mesi con un ragazzo. Ci simo conosciuti durante un viaggio (lui ha 17 anni, io 16) ed è stato amore a prima vista per tutti e due. Il giorno dopo la fine del viaggio, inizia a bombardarmi di messaggi a tutte le ore del giorno e della notte. Diciamo che io in quel periodo ero molto confusa, non sapevo se volevo un'altra relazione, visto che le mie storie precedenti sono state catastrofiche. Da subito mostra la sua dolcezza stupenda e io mi scioglievo (e lo faccio ancora) ad ogni suo messaggio. Dopo circa un mese di messaggi, chiamate e videochiamate, si dichiara e successivamente mi chiede di mettermi con lui. La mia risposta gli arriva il giorno dopo e, ovviamente, è sì. 

Il nostro primo bacio è  stato dopo tre giorni dal fidanzamento ed è stata un'esperienza unica. Siccome frequentiamo la stessa scuola, le voci si sono sparse subito e così siamo diventati il centro delle discussioni di tutti in pochissimi giorni. I problemi si sono presentati subito, dato che uno dei miei amici delle medie è in classe con lui e dato che ha avuto la  brillante idea di comunicarlo al resto della mia vecchia classe. La notizia ha subito destato stupore, ha colpito in particolare una mia vecchia amica che non si è fatta sfuggire l'occasione di criticarmi. Ha subito detto "con lui? Ma sei seria?! Tu sei bellissima e lui è inguardabile, puoi avere sicuramente di meglio. Ti vengono dietro un casino di ragazzi, tutti stupendi, hai un'enorme scelta e tu vai a metterti proprio con lui.  Spero che sia una relazione da poco". Io ci sono rimasta malissimo, anche se per me il suo parere non è molto importante perchè nella vita ho sempre fatto tutto ciò che mi rendeva felice senza pensare all'opinione degli altri. Siamo stati il centro del divertimento per circa tre settimane e sono state orribili, sotto questo punto di vista, ma la cosa che mi ha dìferito di più è stata detta dalla mia migliore amica "Non lo meriti. Te sei stupenda, hai un sorriso bellissimo, dei capelli bellissimi, un corpo perfetto che fa invidia a chiunque, delle forme stupende, e un carattere ancora più bello. Non meriti lui, che è tutto tranne che bello, lascialo". Io sono rimasta basita. Anche se questo commento è molto simile a quello della mia vecchia amica e può essere banale, mi hanno fatto molto male queste parole perché credevo che almeno la mia migliore amica mi supportasse.

Comunque, non ho dato ascolto a nessuno, difatti oggi sono ancora fidanzata. Ultimamente però il mio ragazzo mi trascura, nel senso che siccome non possiamo vederci tanto spesso, perché non abito molto vicino a lui e perché è estate, messaggiamo. Però nelle ultime due settimane circa, non mi manda più messaggi eccetto il 'Buongiorno' e la 'Buonanotte' e non mi dice più che mi ama. Alcuni giorni fa, mi scrive che sta avendo dei problemi familiari piuttosto importanti (i suoi geitori divorzieranno), però la conversazione finisce lì. Voglio cercare di pensare che sia solo un periodo, che magari a causa di questi problemi sia più  chiuso con me, (visto che non lo è mai stato) e non che non mi ami più. Mi ha sempre detto che io sono l'unica ragazza che lo apprezza davvero, che sono l'amore della sua vita e che nessuno l'ha mai voluto bene come me. Se dicesse che non mi ama più dovrei pensare a tutto questo e chiedermi se non fosse solo un gioco. Non sono mai riuscito a togliermelo dalla testa questo pensiero, perché in passato i ragazzi dell mie relazioni mi "amavano" solo per le mie tette (passatemi il termine) e il mio sedere. 

Ho paure che con lui possa essere la stessa cosa. 

Ho paura, perché con lui sono felice. Lui è tutta la mia vita e non so cosa farei senza,

Sab

16

Giu

2018

intimità un po' frustrante

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

ciao. ho 22 anni, donna, il mio ragazzo 23. ci siamo conosciuti su internet e poco dopo ci siamo messi insieme, io di milano e lui di firenze. ci arrangiavamo facendo i pendolari :D ora per motivi super partes lui si è trasferito nella mia città dove ha trovato un lavoro, io intanto studio per l'università. bene, dopo questa premessa la questione è: non riesco a soddisfarmi quando lo facciamo. lui non ha problemi a raggiungere l'orgasmo durante il coito, io si perchè (credo, sono mie supposizioni): 1. ha il pene troppo piccolo (ha 17 cm, è il mio primo ragazzo non me ne intendo ahahaah), 2. non mi sento molto coinvolta emotivamente e fisicamente, farlo è  quasi un atto meccanico insipido... e poi farlo con la consapevolezza di non godere non è il massimo, 3. non mi sono mai masturbata nella vagina, perchè mi arrangio col clito e mi piace vincere facile ahahahahhaa. di fatto con l'orgasmo clitorideo non ho problemi, anzi lui per supplire la mia mancanza di orgasmo vaignale mi fa molti preliminari, di modo da non lasciarmi completamente senza orgasmi. ma io sto cominciando a sentire che non mi basta. le mie amiche, la tv, i mass media, intenet, OVUNQUE la donna viene mostrata sessualmente sicura di se e in grado di raggiungere orgasmi su orgasmi vaginali, e io mi sento un po' tagliata fuori. so che è il mio primo ragazzo e io ho davvero pochissima esperienza nella sessualità tuttavia conosco ragazze come me che non hanno problemi a venire con il coito. fisicamente non ho problemi, forse sono insicura caratterialmente, ciò comporterebbe a avere blocchi mentali e paure, ansie, aspettative non realizzate. non voglio diventare una mammina pancina che fa sesso solo per soddisfare l'uomo. ma non so come fare, non so con chi sfogarmi (lui sa di questo mio problema e se ne inteerssa, è bravissimo ma come me non sa come risolverlo), riesco solo a  rodermi il fegato per tutte le donne che giustamente e fortunatamente hanno una vita sessuale soddisfacente al contrario di me. grazie per avere letto il mio sfogo. VM

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13