Tag: relazione

Mar

25

Set

2018

Le mie Paure

Sfogo di Avatar di Andyyyyy94Andyyyyy94 | Categoria: Altro

Ciao a tutti mi chiamo Andrea e sono una femmina per chi non lo sapesse , fin da piccola o sempre sofferto di attacchi di ansia e ho sofferto molto di solitudine , adesso ho 24 anni e sono una persona nuova con delle prospetive in più nella vita , cioè aiutare gli altri a combattere questa solitudine soprattutto nei bambini .....

Non vi parlo del mio passato e delle mie precedenti relazione , ma tre mesi fa ho frequentato qualcuno che mi ha fatto stare malissimo e mi ha trattata come un cane , adesso sto conoscendo un ragazzo di cui sono " persa" credo sia normale nelle donne , mi fa stare bene e nelle varie argomentazioni mi sembra un apersona intelligente con una marcia in più....ci stiamo frequentandio e va tutto bene  ma le paure del passato stanno venendo fuori , vorrei essere più sicura di mme stessa perchè vorrei davvero iniziare una storia con questa persona , io sono di Padova lui e di Treviso ma riusciamo ha trovarci spesso , a origini Napoletane ma io il Sud lo amo , penso di essere una veneta mancata , qui siamo molto freddi e frequentare qualcuno di pazzo come me e la cosa più bella , non mi sono mai sentita cosi bene con qualcuno.....

 Questa e la mia paura , cerco di viverla serenamenre , ma ho paura di una cazzata , vi faccio un esempio stupido , mi dice per messaggio (come ieri che ci siamo stritti mattina e pausa pranzo ) che alla sera appena finito di farsi la doccia e cenato che mi avrebbe scritto invece non lo ha fatto ma era online su instagram , poi basta , la mattina mi ha semnplicemente mandato il buongiorno dicendomi che si era addormentato.....una cosa cosi stupida adavvero infine forse voleva starsene solo per conto suo , ci stiamo solo frequentando ma a 18 anni o subito delle cose che non me la sento di sfogarmi qui che mi hanno resa ansiosa alle nuove relazione. In più una sera per farmi sentire rispettata mi ha mostrato il telefono spiegandomi nelle chat le varie persone che c'erano e chi erano .....credo che nessuno farebbe mai una cosa simili...

 per le ragazze  che come me si sentono cosi vi chiedo un consiglio per stare più serena in questa nuova conoscenza...quando ti innamori h ai paura di essere deluso nuovamente....

Tags: relazione

Mar

04

Set

2018

ingenua

Sfogo di Avatar di AKWARD267AKWARD267 | Categoria: Altro

So che la fine di una relazione non è la fine del mondo, non è la fine della vita, so che ci sono cose ben peggiori. ma come mi sento io oggi,dopo quattro anni passati a dare possibilità ad un uomo che non ha fatto altro che farmi del male, bhe come mi sento io oggi fa veramente schifo.Senza dirmelo in faccia, senza dirlo a voce, con un messaggio che ho dovuto sottointendere io. e poi sparire nel nulla. Per cosa?per una playstation. perchè vuole fare tutto quello che vuole senza di me. e mi ritrovo da sola in una casa che ho condiviso con una persona che mi ha presa in giro, che sapeva di non volermi ma per mesi mi ha usato a suo piacimento. mi ritrovo sola in una casa vuota e sono vuota anche io.e lo so che le sofferenze nella vita non sono queste, ma oggi, oggi sono a pezzi. Mi ha portato via la possibilità di un futuro, perchè credevo in lui,in noi, mi ha dato la colpa di volermi impegnare troppo, mi ha dato la colpa di essere troppo innamorata. Sono sbagliata io allora? a 25 anni, a voler iniziare una vita assime ad una persona con cui sto da quattro anni? dopo tutte le possibilità che gli ho dato, mi sento male per quanto sono sbagliata, per quanto mi faccia sentire una nullità. Forse troverò un'altra persona, forse no, sta di fatto che non mi sento più una persona, mi sento niente, come se solo lui potesse volermi, come se nessun altro mi vorrà mai perchè io non vado bene. Mi ha portato via tutto, mi ha tolto tutto quello che avevo. E ho veramente paura stavolta di non farcela, di non tirarmi fuori da tutto.Perchè non sono in grado, perchè in quattro anni mi sono lasciata distruggere e io non ho piu la forza. Mi sento male, per quanto so che c'è di peggio nella vita. io mi sento male.non so come fare.

Sab

01

Set

2018

Ho il dubbio che mi abbia tradito. Aiutatemi.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti, vi scrivo perchè sono confusa sulla situazione che sto vivendo con il mio fidanzato (che in questo racconto chiamerò G per comodità). Il dubbio mi sta mangiando l'anima e mi sembra tutto una presa per il culo. Non so piu' cosa credere e allora chiedo un parere esterno a persone che non mi/ci conoscono. E magari mettere tutto nero su bianco mi aiuterà.
Premessa:
E'un anno che stiamo insieme. Io 25 anni studentessa, lui 26 anni fotografo.Sono stata felice con lui, mi ha sempre coinvolta con la sua allegria e leggerezza. Tuttavia, ci sono stati momenti in cui ho sofferto perchè non mi sentivo (e tuttora non mi sento) parte integrante della sua vita. Vivamo in città diverse, ci occupiamo di ambiti diversi, non abbiamo amici in comune. Io non mi sono mai sentita la sua compagna. Mi sono sempre sentita un'estranea le poche volte che siamo usciti con i suoi amici. Non conosco la sua famiglia, non sono mai stata a casa sua. Ci sono voluti diversi mesi prima che che dicesse ai suoi amici stretti che ''usciva'' con me. Inoltre, ho dovuto fidarmi fin da subito (diffile per me considerando che vengo da storie passate di tradimenti) quando ho scoperto che la maggior parte delle sue amicizie sono femminili, fra cui pure la sua ex di 5 anni fa.Inoltre mi ha sempre ferito la sua riservatezza. Non mi ha mai voluto parlare delle sue ex (non so nemmeno i loro nomi), non posso toccare le sue cose (ad esempio il portafoglio, l'unica volta che l'ho fatto mi è caduta una fototessera di una sua amica con cui è finito a letto una volta anni fa. Si è giustificato dicendo che aveva perso una scommessa e doveva tenere la sua foto nel portafoglio), fino alla settimana scorsa non sapevo nemmeno il suo indirizzo di casa. Ma sopratutto non posso in nessun modo toccare o vedere il suo cellulare, non posso avvicinarmi che blocca la schermata e cambia sempre  codice di sblocco. Eppure passa un sacco di tempo al cellulare, le volte in cui gli ho fatto domande si è innervosito  perchè dice che non mi fido, sono stressante e che parla con i suoi colleghi di lavoro.
Ci vediamo poco e sempre ad orari assurdi (una volta a settimana, magari all'1.00 di notte). Perchè lui lavora nelle discoteche e  nei fine settimana, mentre io ho lezione e lavoro tutto il giorno. 
Insomma, mi sono sempre sentita ''tenuta a distanza'' e non mi sento ufficialmente la sua ragazza, quasi mi tenesse nascosta o avesse dei segreti. Riguardo a questi comportamenti mi ha sempre detto che lui è riservato e che comunque non vuole che la sua vita privata con me diventi di dominio pubblico. 
Ovviamente questo tipo di comportamento ha fatto crescere delle insicurezze in me, dei dubbi sulla sua fedeltà o quanto meno su quanto effettivamente ci tenga a me. 

Il fatto:
Due giorni fa mi chiama il mio ex (con cui ho un rapporto di amicizia) dicendo che è a un festival di musica e ha visto G. che baciava un'altra.
Pochi istanti dopo mi chiama G per sapere cosa facevo e io rispondo normalmente chiedendogli con chi era al festival. Mi dice che è con delle sue amiche (evasivo), ma che in quel momento era andato a prendere una birra da solo. Fine chiamata.
Salgo in auto richiamo il mio ex che mi descrive quello che ha visto, sento che chiede conferma ai suoi amici che hanno visto tutto.
Arrivo al festival e chiamo nuovamente G. e gli chiedo dov'è.
G: sono seduto su una panchina lontano dalla musica per parlare... ci sentiamo dopo?
io: Perchè? Sentiamoci ora. Con chi  sei?
G (innervosito): Perchè ora sto parlando, te l'ho detto
Voce di ragazza in sottofondo: no no, parla, tranquillo
io: Con chi?
G: Te l'ho già detto con chi sono, cosa succede? che cos'hai? 
io: perchè non vuoi rispondermi? chi era quella ragazza?
G (sempre piu' nervoso): Era Sara! (migliore amica) Ora mi dici cosa c'è?!
io: niente, mi sembravi solo strano. Ci voleva tanto a dirmi che era Sara?
Ci siamo salutati, parcheggio, ed entro al festival a cercarlo per vedere se mi stava dicendo cazzate o no.  

Lo cerco ma non riesco a trovarlo.
Allora gli invio una foto di un anello che vendevano alle bancarelle dicendo se passava a comprarmelo perchè  mi piaceva e avevo paura che lo comprasse qualcuno. Gli dico che la foto me l'ha mandata un'amica ma che era già andata via. 
Lui mi ha detto che non aveva soldi (non l'ho mai visto uscire senza soldi), che me lo veniva a comprare domani, che le bancarelle probabilmente erano già chiuse.. io ho insistito tantissimo come se fosse l'anello della mia vita, ma niente. Non è voluto andare.

A questo punto inziano a venirmi dubbi sempre piu' grandi e sale la paura che sia effettivamente con un'altra. Lo cerco, ero agitatissima. Non lo trovo. Lo chiamo:
io: Dove sei?
G: Sto andando via..
io: ah... io sono venuta a farti una sorpresa, per questo ti ho detto della bancarella. Dai dove ci vediamo?
G: Eh io sto andando via ormai, sono all'uscita
io: Anch'io sono qua. Ci vediamo davanti la scritta 'uscita'?
G: ok, dammi 10 min e arrivo
io: no ti raggiungo allora, dimmi dove sei
G: io sono già davanti l'auto, stavo andando via. 
io: Ma pure io sono nel parcheggio! Sono venuta fin qui per farti una sorpresa, almeno salutami cazzo
G:  Senti, questi giochetti mi hanno rotto il cazzo. Prima l'anello, poi vieni qua a controllarmi. Ci vediamo domani
io: bravo, allora dimmi con chi sei in auto.
G: Con Sara, devo accompagnarla a casa. ciao
io: ma che cazzo fai?! Sono qui nel parcheggio, fermati cazzo
G: no, hai rotto i coglioni con queste storie. ci vediamo domani 
io: se te ne vai ora, è finita. fammi vedere con chi sei in auto
G: allora è finita. buonanotte
io: ma cosa cazzo dici? ma sei impazzito? 
G: se vuoi ci vediamo dopo per parlarne ora devo portare Sara a casa
io: no, fermati ora!
Chiude la chiamata. 
Chiamo Sara. Sara mi risponde addormentata dicendo che era con G fino a poco prima, ma era già tornata a casa.
Lo chiamo 5 volte e non risponde.
Mi sento morire.
20 min dopo gli scrivo di vederci al parco.

Il confronto:
Quando arriva gli dico che Sara era a dormire e voglio sapere con chi cazzo era.
Mi dice che era la sua ex (quella con cui è stato 5 anni fa e ora sono amici).
Gli dico ''per me è già finita per come ti sei comportato, perciò puoi dirmi anche la verità. Sono venutà perchè mi hanno detto che ti stavi baciando con un'altra. Quindi con chi ti stavi baciando; con la tua ex o con una nuova?''
Lui nega tutto. Dice che era con la sua ex e le altre sue amiche. Che non c'è stato nessun bacio, che non mi fido di lui, che si sentiva offeso, che non vuole altra ragazza oltre me, che non si permetterebbe di farmi questo visto quello che ho passato, etc.
Mi dice che c'è stato un abbraccio, un bacio sulla guancia e uno sulla fronte mentre la consolava perchè lei stava piangendo e che magari chi mi ha chiamata ha visto male al buio. Mi ha incolpato di fidarmi di piu' del mio ex che di lui, che ho 0 fiducia nei suoi confronti e lo sto accusando ingiustamente.
Io gli chiedo perchè non si è fermato nel parcheggio allora, se non c'era nulla da nascondere che senso ha avuto fuggire in quel modo davanti a me?
Lui mi dice che non si è fermato perchè aveva paura che gli facessi fare una figuraccia perchè ero incazzata nera.
Gli chiedo di descrivermi come era vestita la sua ex e la scena dell'abbraccio... corrispondeva alla scena che mi avevano raccontato.

Il giorno dopo contatto la sua ex su instagram. Mi presento e gli dico che vorrei parlarle appena è disponibile.
1ora dopo sono con G e gli arriva un messaggio da lei: '' Nome Cognome è la tipa con cui stai uscendo?''
Mi sono sentita morire quando mi sono resa conto che la sua ex non aveva la minima idea che lui fosse fidanzato e nemmeno quale fosse il nome della sua fidanzata da un anno. Mi sono sentita  uno schifo, invisibile. Come se nella sua vita non avessi mai contato un cazzo.
Lui mi dice che non è mai capitato di parlarne e che comunque lui è motlo riservato riguardo la sua vita privata.

La conclusione:
Io non saprò mai se lui mi ha tradito. Non ho prove materiali. Non ho visto niente.Mi sono state riferite delle voci e basta.
Ma quello che ho visto è lui che scappava via in auto insieme a un'altra ragazza, mentre io gli urlavo di fermarsi e farmi vedere con chi era. Lui non si è fermato. Lui è scappato letterlmente via.
E se è vera tutta la sua versione, perchè scappare? Perchè avere paura di una figuraccia? Perchè non dare spiegazioni alla tua fidanzata che ti sta urlando di fermarti?

Sinceramente, voi cosa ne pensate?
Ci credereste?
Cosa fareste?
Sono esagerata?

Datemi un giudizio su tutto; sul suo essere evasivo, sul tenermi lontana dalla sua vita, su quello che è successo quella sera...
Io non ci capisco piu' nulla. Ho bisogno che qualcuno mi dica il suo parere perchè sto diventando pazza.

Mar

28

Ago

2018

Non so cosa pensare.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono fidanzata da quasi 8 mesi con un ragazzo. Ci simo conosciuti durante un viaggio (lui ha 17 anni, io 16) ed è stato amore a prima vista per tutti e due. Il giorno dopo la fine del viaggio, inizia a bombardarmi di messaggi a tutte le ore del giorno e della notte. Diciamo che io in quel periodo ero molto confusa, non sapevo se volevo un'altra relazione, visto che le mie storie precedenti sono state catastrofiche. Da subito mostra la sua dolcezza stupenda e io mi scioglievo (e lo faccio ancora) ad ogni suo messaggio. Dopo circa un mese di messaggi, chiamate e videochiamate, si dichiara e successivamente mi chiede di mettermi con lui. La mia risposta gli arriva il giorno dopo e, ovviamente, è sì. 

Il nostro primo bacio è  stato dopo tre giorni dal fidanzamento ed è stata un'esperienza unica. Siccome frequentiamo la stessa scuola, le voci si sono sparse subito e così siamo diventati il centro delle discussioni di tutti in pochissimi giorni. I problemi si sono presentati subito, dato che uno dei miei amici delle medie è in classe con lui e dato che ha avuto la  brillante idea di comunicarlo al resto della mia vecchia classe. La notizia ha subito destato stupore, ha colpito in particolare una mia vecchia amica che non si è fatta sfuggire l'occasione di criticarmi. Ha subito detto "con lui? Ma sei seria?! Tu sei bellissima e lui è inguardabile, puoi avere sicuramente di meglio. Ti vengono dietro un casino di ragazzi, tutti stupendi, hai un'enorme scelta e tu vai a metterti proprio con lui.  Spero che sia una relazione da poco". Io ci sono rimasta malissimo, anche se per me il suo parere non è molto importante perchè nella vita ho sempre fatto tutto ciò che mi rendeva felice senza pensare all'opinione degli altri. Siamo stati il centro del divertimento per circa tre settimane e sono state orribili, sotto questo punto di vista, ma la cosa che mi ha dìferito di più è stata detta dalla mia migliore amica "Non lo meriti. Te sei stupenda, hai un sorriso bellissimo, dei capelli bellissimi, un corpo perfetto che fa invidia a chiunque, delle forme stupende, e un carattere ancora più bello. Non meriti lui, che è tutto tranne che bello, lascialo". Io sono rimasta basita. Anche se questo commento è molto simile a quello della mia vecchia amica e può essere banale, mi hanno fatto molto male queste parole perché credevo che almeno la mia migliore amica mi supportasse.

Comunque, non ho dato ascolto a nessuno, difatti oggi sono ancora fidanzata. Ultimamente però il mio ragazzo mi trascura, nel senso che siccome non possiamo vederci tanto spesso, perché non abito molto vicino a lui e perché è estate, messaggiamo. Però nelle ultime due settimane circa, non mi manda più messaggi eccetto il 'Buongiorno' e la 'Buonanotte' e non mi dice più che mi ama. Alcuni giorni fa, mi scrive che sta avendo dei problemi familiari piuttosto importanti (i suoi geitori divorzieranno), però la conversazione finisce lì. Voglio cercare di pensare che sia solo un periodo, che magari a causa di questi problemi sia più  chiuso con me, (visto che non lo è mai stato) e non che non mi ami più. Mi ha sempre detto che io sono l'unica ragazza che lo apprezza davvero, che sono l'amore della sua vita e che nessuno l'ha mai voluto bene come me. Se dicesse che non mi ama più dovrei pensare a tutto questo e chiedermi se non fosse solo un gioco. Non sono mai riuscito a togliermelo dalla testa questo pensiero, perché in passato i ragazzi dell mie relazioni mi "amavano" solo per le mie tette (passatemi il termine) e il mio sedere. 

Ho paure che con lui possa essere la stessa cosa. 

Ho paura, perché con lui sono felice. Lui è tutta la mia vita e non so cosa farei senza,

Sab

16

Giu

2018

intimità un po' frustrante

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

ciao. ho 22 anni, donna, il mio ragazzo 23. ci siamo conosciuti su internet e poco dopo ci siamo messi insieme, io di milano e lui di firenze. ci arrangiavamo facendo i pendolari :D ora per motivi super partes lui si è trasferito nella mia città dove ha trovato un lavoro, io intanto studio per l'università. bene, dopo questa premessa la questione è: non riesco a soddisfarmi quando lo facciamo. lui non ha problemi a raggiungere l'orgasmo durante il coito, io si perchè (credo, sono mie supposizioni): 1. ha il pene troppo piccolo (ha 17 cm, è il mio primo ragazzo non me ne intendo ahahaah), 2. non mi sento molto coinvolta emotivamente e fisicamente, farlo è  quasi un atto meccanico insipido... e poi farlo con la consapevolezza di non godere non è il massimo, 3. non mi sono mai masturbata nella vagina, perchè mi arrangio col clito e mi piace vincere facile ahahahahhaa. di fatto con l'orgasmo clitorideo non ho problemi, anzi lui per supplire la mia mancanza di orgasmo vaignale mi fa molti preliminari, di modo da non lasciarmi completamente senza orgasmi. ma io sto cominciando a sentire che non mi basta. le mie amiche, la tv, i mass media, intenet, OVUNQUE la donna viene mostrata sessualmente sicura di se e in grado di raggiungere orgasmi su orgasmi vaginali, e io mi sento un po' tagliata fuori. so che è il mio primo ragazzo e io ho davvero pochissima esperienza nella sessualità tuttavia conosco ragazze come me che non hanno problemi a venire con il coito. fisicamente non ho problemi, forse sono insicura caratterialmente, ciò comporterebbe a avere blocchi mentali e paure, ansie, aspettative non realizzate. non voglio diventare una mammina pancina che fa sesso solo per soddisfare l'uomo. ma non so come fare, non so con chi sfogarmi (lui sa di questo mio problema e se ne inteerssa, è bravissimo ma come me non sa come risolverlo), riesco solo a  rodermi il fegato per tutte le donne che giustamente e fortunatamente hanno una vita sessuale soddisfacente al contrario di me. grazie per avere letto il mio sfogo. VM

Mer

30

Mag

2018

Sto litigando con il mio ragazzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono tre giorni che litigo con il mio ragazzo e sono tre giorni che nemmeno mi guarda in faccia. Io vivo con lui, nella sua città a centinaia di chilometri dalla mia di origine. Tutto è nato perché è un periodo che non ho voglia di fare l'amore. Non so nemmeno io perché e questa cosa mi fa stare malissimo. Lui all'inizio mi diceva che "non ti preoccupare, non importa. Abbiamo tempo" e dopo un paio d'ore si incupiva, quasi non mi parlava più. Io gli chiedevo scusa, mi sentivo mangiata dal senso di colpa e lui ancora a dirmi "stai tranquilla". Le cose sono andate avanti e ora non mi guarda più, non mi parla più, nemmeno mi saluta al mattino. Non so da quanto tempo è che non mi fa una carezza o mi da un bacio perché mi dice che se me le fa poi gli viene voglia e a me non va. L'unico contatto fisico ricevuto da parte sua negli ultimi tempi è stato provare "scherzosamente" a mettermi la mano tra le gambe e ad appoggiarmelo, ma quando lo scansavo perché mi dava fastidio se la prendeva. Lui ha un pc, passa il tempo a svagarsi con quello e ci sono pure dei ragazzi online con cui parla spesso. Io sono sola, non ho nessuno. Non ho amici qui e passo tutto il giorno seduta sul letto a guardare il telefono. Non posso nemmeno sfogarmi con nessuno e mi sembra di morire. L'altro giorno gli ho detto per l'ennesima volta che mi sentivo sola, chiedendogli per favore di passare un po' più tempo con me e magari di uscire un po' (sono due settimane che non usciamo a fare qualcosa insieme); la sua risposta è stata "se vuoi uscire, vai, mica ti trattengo. E poi se ti annoi puoi fare qualcosa anche tu". Nemmeno il tempo di andare in bagno un secondo a sciacquarmi la faccia che lui era già tornato al suo pc. Mi sono sentita davvero presa in giro perché viviamo insieme, sa che non conosco nessuno, non guido per colpa dell'ansia , il mio pc praticamente non si accende più..cosa dovrei fare? Lui è l'unica persona che ho vicino al momento. E da lì non mi ha più parlato né guardato. Ieri notte sono uscita a farmi un giro perché non riuscivo più a stare dentro casa, sono tornata dopo un'ora e mezza e lui manco si è accorto subito che ero rientrata (era sveglio, mi ha vista andare via e non si è nemmeno offerto di accompagnarmi. Se non lo salutavo io prima di andare, manco mi avrebbe detto "ciao"). Tutt'ora non sa dove sono stata e cosa ho fatto. Non gli frega proprio di niente. Poi quando siamo a tavola con i suoi mi parla come se niente fosse e io cretina che gli reggo il gioco perché sono una persona riservata e non voglio che loro sappiano che stiamo litigando. Ma vaffanculo, va. Prima mi si è avvicinato e mi ha chiesto "ma se io non vengo a parlarti, quanto andrà avanti questa storia?", io gli ho risposto che non lo sapevo e lui ha detto "ok, dai. Vediamo un po' quanto dura" e si è rimesso al pc. Ma io dico, questa situazione non l'ho voluta io, non mi sono svegliata un giorno dicendo "facciamo che d'ora in poi la mia libido sarà totalmente azzerata yuppi che bello". Io ci sto di merda e lui si sta comportando come un coglione. Dovrei anche chiedergli scusa? Oltre a sentirmi in colpa dovrei pure sentirmi responsabile per i tuoi comportamenti del cazzo? Quanto vorrei spaccargli quel computer di merda, così magari tornerebbe a darmi un minimo di considerazione. Sinceramente non capisco perché si comporta così, è sempre stato molto dolce e attento con me. In passato avevo anche provato a parlargli (facendo delle ipotesi perché io ancora non so perché non ho più voglia di fare sesso), spiegandogli  cosa secondo me andava cambiato per invogliarmi maggiormente ad avere rapporti, ma lui queste cose non le ha mai messe in pratica. Non so più cosa devo fare, davvero. Mi sento così triste e sola. 

Mar

17

Apr

2018

Sensi di colpa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Qualche mese fa sono stata in Inghilterra per un viaggio di studio che ho vinto, e lì ho conosciuto un ragazzo della mia stessa regione, anche lui in viaggio studio. Fatto sta, tralasciando la premessa piuttosto superflua, che pur essendo fidanzata e profondamente innamorata del mio ragazzo, ho avuto un flirt con quello conosciuto lì, arrivando al punto di pensare di aver perso la testa per lui. Non ci ho mai fatto niente se non parlare, magari a volte esagerando nell'esprimere i miei sentimenti, e vederlo un paio di volte quando son tornata in Italia, con l'intento di chiarirmi le idee, ma allo stesso tempo la voglia di starci insieme. Sono passati ormai diversi mesi, non lo sento più e la cotta mi è definitivamente passata, le idee me le sono chiarite e sono più che sicura di voler stare con il mio ragazzo, con cui fra pochi giorni festeggerò il primo anno insieme... e ne sono felice. Il problema è solo uno: non riesco a liberarmi di questo cazzo di senso di colpa per aver pensato di potermi essere innamorata di un altro, nonostante fossi conscia di amare il mio ragazzo. Sono una persona piuttosto aperta sotto questo punto di vista e credo che non sia impossibile amare più di una persona contemporaneamente... ma i miei calcoli erano sbagliati, era una cotta passeggera che però ancora dopo mesi mi tormenta, non per altro ma perché mi sento come se avessi tradito il mio amore, non con i fatti ma coi sentimenti... Spero di riuscire a superare questa merda.

Lun

02

Apr

2018

ho sbagliato, ma mia madre mi sta rovinando

Sfogo di Avatar di PinguinobesoPinguinobeso | Categoria: Ira

premetto che ho 17 anni e così anche il mio ragazzo. A dicembre ho conosciuto questo ragazzo su internet, lui è di Asti e io sono di Venezia. parlavamo tutti i giorni e il nostro legame si è rafforzato fino a che abbiamo deciso di incontrarci. A Carnevale è venuto qui, e abbiamo passato una splendida giornata insieme, al termine della quale mi ha chiesto, nonostante la distanza, di provare a stare insieme. Questo mi ha riempito il cuore di gioia e ho accettato senza indugi. Io non avevo detto nulla a mia madre, lei è troppo protettiva nei miei confronti e non avrebbe fatto altro che controllarmi il cellulare ogni due secondi(lei è fermamente credente). qualche giorno fa, le ho dovuto mentire, le ho detto che sarei andata a dormire dalla mia migliore amica per qualche giorno, invece sarei andata da Asti dal mio ragazzo. Sono scesa dal treno a Torino e lui era li ad aspettarmi, visto che non voleva farmi prendere il secondo treno da sola. in quel momento mi chiama mia madre e mi chiede dove sono (all'inizio ho provato a ignorare le sue telefonate, ma stava diventanto insopportabile e ho dovuto rispondere). Io le ho detto che sono dalla mia migliore amica e allora lei mi ha domandato di parlare con la madre, io le ho detto che non poteva stare al telefono perchè doveva allattare il figlio più piccolo (cosa che nella realtà stava succedendo davvero). la situazione è degenerata e ad un certo punto per la disperazione le ho detto la verità: "Mamma sono a Torino col mio ragazzo". non vi dico che tragedia greca. Ha voluto parlare con lui al telefono e ci ha obbligati a prendere il treno di ritorno e tornare a Venezia. sono crollata in quel momento, non volevo che lui passasse l'inferno che stavo per affrontare. per tutto il viaggio ho pianto e lui aveva paura di incontrare mia madre. quando ha chiamato i suoi genitori e li ha spiegato la situazione, sua madre ha voluto il numero della mia per parlare (il che mi è sembrata una cosa ragionevole). terminata la conversazione tra le nostre madri, eravamo tutti e due più sollevati, poichè andavano d'accordo. giunti a venezia, siamo andati a risotrante, io, lui e mia madre e abbiamo parlato civilmente, abbiamo spiegato tutto ciò che è successo e in qualche modo, abbiamo risolto la situazione. il giorno dopo gli ho pagato i biglietti ed è tornato a casa sua. ieri mia madre mi ha chiesto di vedere il telefono...è da qua è cominciato a crollare tutto: è entrata nella chat di whatsapp che avevo con lui e ha visto alcuni messaggi spinti che ci mandavamo e purtroppo...anche alcune foto (nudes) che non avevo eliminato. ha iniziato ad urlarmi contro e in poche parole mi ha fatto capire che sono una delusione e che si vergogna di me. lei essendo credente, mi ha fatto tutto il discorso "sesso dopo il matrimonio" ed è arrivata al punto di dirmi di lasciare il mio ragazzo. io mi sono rifiutata e le ho detto che ho capito che ho sbagliato, e rimedierò ai miei errori. adesso lei mi tiene il cellulare sotto custodia e mi permette di usarlo pochissime volte. Voglio dire che il mio ragazzo non è per niente una cattiva persona, anzi, è venuto fino a qua per me e non mi ha lasciata sola. Un altro al suo posto mi avrebbe piantata in asso in stazione e mi avrebbe detto di tornare a casa da sola. nonostante tutti questi problemi lui è rimasto con me, mi dice ogni giorno che sono bellissima e che ci tiene a me. mia madre pensa cose orribili: che potrebbe mandare le mie foto in giro o che potrebbe minacciarmi. Ma io lo consco, anche se non da molto, e posso giurare sulla mia vita che non è il tipo di persona che potrebbe fare cose del genere. E nonostante tutto questo vuole venire da me il mese prossimo per stare un po' insieme. figurarsi se mia madre gli farà mettere piede in casa. Io voglio bene a mia madre, per carità ma deve smetterla di essere così iperprotettiva. sinceramente non vedo l'ora di andare via da questa casa, ne ho passate troppe qua dentro, tra litigi dei miei, urla per qualsiasi cosa. A scuola me la cavo, non ho mai fumato nemmeno una sigaretta, non mi drogo, sono ancora vergine, non sono mai andata in discoteca, non esco la sera per andare a divertirmi..a sto punto vado a farmi suora cristo santissimo. la relazione tra me e lui non si basa solo su sesso e cose così, noi vogliamo solo stare insieme, tenerci per mano mentre passeggiamo, giocare a mario kart, passare delle belle giornate insieme finchè possiamo, il sesso è una cosa secondaria. da quando lui è entrato nella mia vita, non sono mai stata così felice e allegra. lei non mi può togliere tutto questo. non lo permetterò.

Tags: relazione

Ven

30

Mar

2018

Bella e Sporca

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Il tempo chiarisce tutto, ripenso a tutto, alle volte che mi hai mentito, alle volte che mi hai tradito, insultato, senza alcun ritegno  a me, una persona come me, che ti stava semplicemente amando. Tu legata a piccolezze "mai perdonate", scemenzine. Arrivando a dire ad altri (parlo di quel giorno in quella casa) uno dei piu grandi regali che io abbia fatto a qualcuno, a te, qualcosa che non ho mai detto a nessuno qualcosa che nessuno direbbe mai forse. parlo di quel giorno da xxxx che sei arrivata a dire cose di me che avevo deciso di regalarti, donarti...lo capisci... era un dono il piu bel regalo che potessi farti.Ora capisco perchè mi hai cercato, vedendo un disegno in cui quella mano ti sembrava non fosse per te, e nel frattempo periodo NO con un ragazzino di 19 anni. Relazione con me a suon di TI AMO, SEI LA MIA VITA, NON LASCIARMI MAI, HO PAURA DI PERDERTI e cose come riavvicinarti a me dopo tempo, permettendo ad altri di esporsi con te, parlare con te a una te interessata da altre persone. E IO LI. Avevi ragione quando mi chiedevi "ma sei sicuro che mi vuoi vedere" "magari ci stai male" ecc ecc perche si poi sono stato male ripensando alle tue menzogne, come il giorno di Tacconi, o quel giorno in cui tornasti alle 7 con XXXXX DA SOLA e dio solo sa cosa tutto avete fatto il giorno, coca, alcool, sesso, il suo affare che alla mia vista sarebbe SUDICIO SCHIFOSO E SPORCO dentro di te. E IO LI a non sapere dove fossi.Come fino a pochi giorni fa. Ero li a pensarti, a sognarti, a pensare che anche tu ti fossi fermata a pensare, DA SOLA , S. , DA SOLA a parlare a te stessa, invece no, ti sei messa con un ragazzetto di cui non posso dire nulla perchè non conosco, sarà  magari anche una bella persona ma è un bamboccio ai miei occhi. La mia vista è cambiata, e ora, ti vedo tanto bella quanto SPORCA. Se volevi giocare al gioco del chi perde chi, gioco a cui io non volevo giocare, beh, a quanto pare mi hai perso tu, perchè da me, amore per te non riesce piu ad uscirne. C'è ma non esce. E la causa di tutto questo non sono io. La mia anima è strapiena di amore S. , stracolma, accumulato da una vita, qualcosa che riuscivo a donarti ogni giorno senza alcuno sforzo, qualcosa che ora a te non mi viene piu di fartelo vedere, annusare o toccare. E' questo che mi hai fatto, forse credendo che tanto sarei stato sempre li.Forse ti aspettavi qualcosa di diverso da me. io non ti odio, anzi, so cose di te che mi portano ad amarti e volerti proteggere, ma ora è troppo tardi come un male nato, e ora troppo cresciuto. Non mi meritavo NULLA delle cose che mi hai fatto, a partire dalle menzogne per continuare per tutto il resto.Sono cose che tu sai e che vuoi ignorare. COSA VUOI ANCORA DA ME....lo sai solo tu.  Come sai solo tu perchè mi hai chiamato amore.

Mer

21

Mar

2018

Che mi prende?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

In questo periodo non so cosa mi succede, vedo apatia ovunque.

Sono fidanzata da 3 anni e fino a qualche mese fa, un paio circa, la mia storia sembrava perfetta. Certo è normale che ci siano alti e bassi, ma percepisco in me un calo di interesse sentimentale, dettato dalla paura della minotonia, che effettivamente sta investendo la nostra relazione.

Premetto che il mio fidanzato lavora lontano dal mio Paese, e scende ogni weekend, e questa cosa non mi ha mai procurato molti problemi visto che mi permette di concentrarmi sulle mie cose. Ultimamente peró i weekend  stanno diventando noiosi, passare il tempo con lui sta diventando noioso, non abbiamo mai niente da fare di diverso, e in questo periodo sembra anche che non abbiamo niente da dirci, niente di cui parlare. Esauriti i discorsi cade il silenzio. Con questo non sto dicendo che stare con lui mi infastidisce, perché anche se non parliamo io sto ugualmente bene, mi sento serena quando lui è presente, non aspetto altro che il weekend per stare con lui.

è una persona, a mio dire perfetta, e questo e un lato negativo sotto certi punti di vista. Ha la testa sulle spalle, è sempre presente, posso raccontargli i miei problemi e lui si mostra sempre disponibile e comprensivo, mi da consigli e cerca di direzionarmi verso la soluzione più appropriata. Ma c'è anche da dire che non ama molto lo svago, non ci siamo mai presi una sbronza insieme, non andiamo mai a ballare, non possiamo fare viaggi perché i miei sono molto trafizionalisti e nonostante io abbia 23 anni, hanno paura di legarsi a quacuno e farlo salire a casa, per tanto il mio ragazzo conosce i miei solo esternamente alla mia casa. 

Sono sicura che è la persona adatta per vivere una vita insieme, perche appunto lui e rassicurante, ma ho cosi tante idee, desideri di realizzarmi sotto diversi profili, che mi turba l'idea che lui possa non rssere d'accordo al cento per cento, visto che toglierebbe tempo alla nostra storia. Presto lui partirà ancora più lontano e non sarà più così semplice vederci, e ne sono preoccupata. 

 Ma la cosa che più mi spaventa è la mia testa che gioca brutti scherzi. Inizio ad immaginare di stare insieme ad altri ragazzi, chiunque susciti il mio interesse o curiosità, diventa il protagonista dei miei film mentali, anche attori di film, cantanti, il salumiere del supermercato. Non c'è interesse particolare, infatuazione o cose simili, è solo un'attrazione fisica verso persone che saltano ai miei occhi.  

Dal punto di vista sessuale siamo abbastanza regolari, o meglio ogni volta che ci vediamo abbiamo rapporti, anche se non sempre terninano bene perché lui è abbastanza precoce e subito dopo mi passa il desiderio di ricominciare. Cerco sempre di non fargli pesare questa cosa, dicendogli che per me non e la priorità il sesso, per me la priorità è il dopo, stare con lui abbracciati e addormentarci. Le sue braccia per me sono la cosa più sensuale, non ho bisogno di altro, non sono mai stata una donna passionale, ma riconosco che nei miei film mentali mi piacerebbe esserlo. 

Mi piace vestirmi in maniera provocante, guardarmi allo specchio e sentirmi donna, sentirmi sexy sia ai miei occhi che a quelli degli altri, senza scopo, solo per sentirmi attraente, e destare un po' di gelosia nel mio ragazzo ( e ho successo in questo).

Come posso fare a recuperare me stessa e la relazione col mio ragazzo? Lo amo tanto e ho il terrore di perderlo, per queste mie stupide seghe mentali. Ho paura del futuro di cui spesso parliamo, e finiamo per dirci "come va va" "se son rose fioriranno". Ma io voglio che sia cosi, voglio condividere la mia vita con lui e al tempo stesso respingo l'idea per paura di questa monotonia.  

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12