Tag: amicizia

Sab

13

Lug

2019

Sono così diversa dalle mie amiche, a volte questa amicizia mi sta stretta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Siamo amiche da una vita, praticamente dalle elementari! Siamo cresciute insieme, non ricordo la mia vita senza di loro e non saprei immaginarla senza.  Ultimamente però mi rendo conto che sono molto diversa da loro! 

Sono monotone, amano fare sempre le stesse cose e parlare sempre con le stesse persone. Io invece amo la novità, faccio amicizia molto facilmente con tutti e riesco ad interaggire sempre on tutti. Loro nemmeno ci provano! Ieri ho portato con me unamia collega di università che a loro sta simpatica, io e la mia collega parlavamo con persone che non conoscevamo (un nostro conoscente ci ha presentato il suo gruppo du amici) e loro stavano in disparte a guardare. Quando invece sono loro a portare loro colleghe con amiche io sono sempre aperta e disponibile perché sennò che esco a fare? Per tenere il broncio e lamentarmi?  E questo loro atteggiamento mi fa anche pesare ik fatto di fermarmi a parlare con altra gente e "lasciarle da sole ". 

 Sono super informatissime di gossip, a me non me ne frega nulla.

Se un ragazzo mi ferma per strada oer chiedermi l accendino o anche solo per provarci e mi rendo conto che non è un diagiato io ci parlerei, loro no. Anzi, cercano di scappare a tutti i costi da quello che è il contattocon qualsiasi altra persona. 

Se siamo in un bel posto, con bella musica ma attorno vedono gente che non conoscono non vogliono stare.

A volte penso di non essere una di loro, vorrei andarmene e fare la vita che dico io. Ma Io non riesco ad immaginare il giorno del mio matrimonio senza di loro,  o il giorno in cui nascerà mio figlio. Ci sono state dal "diploma"delle elementari fino alla laurea. Nonriesco ad immaginare la mianvita senza di loro, eppure ultimamentemi stanno "strette" aiutoooo

Ven

12

Lug

2019

Gelosamente amico

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Quello dell'amore e delle amicizie è un argomento da sempre molto discusso, ma come si fa a distinguere un amicizia speciale da un infatuazione? Come si riesce a capire da che parte del sottile confine si è? Se è presente la gelosia è per un senso di fraterna protezione verso l'altra persona o per gelosia vera e propria?

Che le vostre opinioni inizino e che mi possano dare una risposta!

Mer

10

Lug

2019

Ossessione sbagliata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Il problema che vorrei confessare è che ho questa piccola ossessione per una mia amica. È fidanzata con un mio caro amico da un paio danni, e le voglio veramente molto bene, cerco di essere suo amico meglio che posso, supportandola nei momenti del bisogno e difendendola quando la vedo in difficoltà, sono sempre disponibile quando si tratta di lei.

Tutto bello, sia per me che per lei, se non per il fatto che sento una leggera attrazione sessuale nei suoi confronti, a volte leggera, altre invece più insistente. Non riesco a non ammirare il suo lato B o la scollatura, ovviamente con discrezione, quando nessuno se ne potrebbe accorgere, soprattutto lei.

Voglio essere chiaro, le sono affezionato in modo molto profondo e sincero, non le farei mai delle avance o robe del genere, anche perché non voglio una storia con lei, l'amicizia che c'è fra noi mi basta, e non metterei mai a rischio né l'amicizia che c'è fra noi due e nemmeno l'amicizia che ho col suo ragazzo.

Ma ogni tanto si fa sentire questa voglia di stringerla a me, baciarla e avere un rapporto a letto con lei. È sbagliato e me ne vergogno, a volte mi domando addirittura se i miei comportamenti da amico affettuoso e protettivo non siano inconsciamente mossi da questo desiderio che provo per lei.

Mer

10

Lug

2019

Parassiti e opportunisti, andate a cagher!

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Ira

Metto questo sfogo nella categoria "ira" ma la verità è che ormai non mi arrabbio neanche più. Dovrei, forse?

 Voglio levarmi dalle balls due "amiche"...

La prima, A, mi doveva già dei soldi (rimborso per vacanza non fatta, ricevuto sul suo conto) e ha avuto il barbaro coraggio di chiamarmi una domenica pomeriggio di maggio per chiedermene altri in prestito perché doveva pagare il carrozziere (mica le servivano i medicinali salvavita) ... due settimane prima voleva andare con me alle Maldive...1400 era il preventivo dell'agenzia... e ora le servivano duecento euro, perché, dopo aver investito dei cinghiali, aveva riportato danni all'auto... e così ha pensato di scomodare me, con quella chiamata, che sono a 800 km di distanza da lei... però dopo 15 giorni era dalle mie parti col nuovo moroso per un concerto e mi ha chiamato, chiedendomi di coprirla, in modo che i suoi credessero che era con me...Poi quel ricchione (non sono omofoba) di suo fratello, dopo una lite col suo ragazzo mi chiama chiedendomi soldi perché il suo bancomat ce l'aveva quel furbo del suo ragazzo e lui era in difficoltà... perché la sorella gli aveva detto di chiedere a me... ma non sono la banca d'italia, cazzo. ad entrambi ho detto che ero dispiaciuta ma non potevo perché avevo molte spese...

sono un'insegnante fuorisede che non può permettersi neanche di andare a vivere da sola. andate a fare in culo. e poi, non contenti, la loro mamma mi chiama chiedendomi di fare ripetizioni alla figlia piccola, la sorellina 11enne...

abbiamo un'amica in comune, che è una persona fidatissima. mi ha detto che questa è una famiglia di parassiti e che non devo dare loro soldi né fare favori perché non li restituiscono più. ha detto che chiedono prestiti e poi fanno roba costosa che ostentano sui social...e infatti ora la signorina è in Grecia... un mese fa ha fatto il laser alle gambe... ma va a morì ammazzata! guadagna 800 al mese, ha l'auto a gas e vive coi genitori..praticamente zero spese. e viene a chiedere i soldi a me...

L'altra "amica", T... siamo amiche dal 2006. E' sempre stata amica mia solo quando eravamo lontane dalle nostre città. Quando poi rientriamo in terronia, distiamo 20 min l'una dall'altra. io le dico che posso venire da lei e lei praticamente non mi caga. dovevamo organizzare una vacanza ma poi lei non ne ha più parlato e ho capito che era perché aveva già organizzato con i suoi amici storici della sua città...doveva venire con me allo stadio a un concerto importante e ha dato forfait...andrò sola... il problema non è il forfait in sé, ma il fatto che, se io non metto in ballo la questione, lei non me lo dice. E poi inventa sempre scuse assurde... ma se lei la scorsa settimana è scesa giù,dicendo che poi sarebbe risalita per il concerto e io poi le chiedo quando sale e lei mi dice che ha problemi perché ha lasciato le chiavi di casa ai proprietari che però sono in vacanza, cosa devo pensare? andasse a morì ammazzata pure lei. Lei, che lavora grazie a me. abitava nella sua cittadina con la mammina a 29 anni. le ho fatto inviare la messa a disposizione nella mia scuola e così ha iniziato a lavorare a milano...e ora lavora lì da 4 anni...andasse a cagare. aveva già pianificato tutto, altrimenti non sarebbe scesa- ci sono rimasta di merda.

a queste due me le voglio levà dal cazzo, ma non so in che modo. la prima è un'ignorante e un confronto finirebbe in lite. con la seconda si potrebbe parlare, ma a che pro??? boh. dopo la relazione con quell'essere tossico e manipolatore, non ho più voglia di rapporti falsi. anzi, certe cose non mi feriscono neanche più. le noto e decido di prendere le distanze. devo solo capire in che modo.

Mer

10

Lug

2019

Sono un amico orribile.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Tempo fa mentre lavoravo conobbi un collega con il quale legai al punto da diventare ottimi amici.

finito il periodo di lavoro, avendo anche vite separate, oggi continuiamo a essere grandi amici ma da parte mia vi è un segreto che porrebbe fine immediatamente alla nostra amicizia.

nell'ultimo periodo di lavoro lui si fidanzò con una ragazza molto bella e ci stava bene insieme tranne il fatto che lui fosse geloso di lei in quanto lei continuava a sentire vari ragazzi e a non dire sempre la verità.

tempo dopo fecimo una festa per la fine del periodo lavorativo tra colleghi alla quale il mio amico non partecipò per altri impegni.

continuammo a sentirci tutto il giorno e lui continuava a chiedermi di "tenergli d'occhio" la ragazza per motivi che, alla festa, mi parsero ovvi. allora così feci, cercando di stare con lei e svincolandola da coloro che ci provavano. lei si ubriacò in fretta e continuò a bere. io tra un bicchiere e l'altro mi ubriacai anche. a fine serata ci trovammo io e lei, molto ubriachi, a parlare del suo ragazzo e del comportamento a mio avviso scorretto che lei aveva avuto nei suoi confronti.

di colpo mi baciò ed io di impulso mi arrabbiai dicendole che non era giusto. ma lei continuò a provocarmi fino al punto di farmi cedere e così ebbimo un rapporto sessuale.

poi andammo a dormire collassati a causa dell'alcool. e quando mi risvegliai non volevo credere a ciò che avevo fatto. ne parlai molto con lei cercando di convincerla a dire la verità o a farmela dire. dopo una grande mole di discorsi lei riuscì a convincermi che nel caso avessi parlato avrei solo fatto del male al mio amico che non stava passando un bel periodo. così le dissi che io non avrei parlato a patto che lei da quel momento in poi sarebbe stata una ragazza migliore per lui. per alcuni mesi in effetti le cose tra di loro andarono molto bene. ma io preso dal rimorso non riuscivo a darmi pace tanto da arrivare a litigare in modo pesante con lei. allora decisi di provare ad allontanarmi. ne derivò che loro poche settimane dopo si lasciarono ed io continuai a sentirmi con quest'amico cercando di aiutarlo nel suo dolore.

l'amicizia continuò ed io non sentii più quella ragazza. lui ha grande fiducia in me e mi vuole davvero bene come io ne voglio a lui.

ed è per questo che ci penso molto spesso ed ho sempre avuto paura a dirgli la verità.

adesso è passato parecchio tempo e le acque si sono calmate, lui sta bene ed è tranquillo. ma io non riesco a darmi pace. certe notti non dormo.

sono un codardo, un vigliacco, un vero pezzo di merda. ormai sono queste le frasi che continuo a ripetermi.

certe volte credo che voglio proteggerlo da una verità dolorosa, mi dico anche che non voglio perderlo come amico ed è la verità.

ma queste sono anche scuse per giustificare la mia codardia. 

il tutto è aggravato dal fatto che non sono riuscito a dirgli la verità per tutto questo tempo. e mi sento sempre più una persona schifosa.

scrivo qui solo perchè voglio farmi coraggio. voglio fare la cosa giusta. la paura mi frena. ma è passato troppo tempo e non ce la faccio più a vivere con questo peccato. però non voglio farlo soffrire facendogli scoprire quanto sia stato bastardo un amico che per lui è un fratello. se riceverò degli insulti saranno più che meritati. ma in tutto questo vorrei chiedervi cosa fareste? come dovrei comportarmi? è giusto essere sinceri al punto di causare dolore?

Dom

07

Lug

2019

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi sento fuori posto in questo mondo. Vedo tanta ipocrisia,  opportunismo, egoismo. Tutti amici, ma solo a parole. Si è amici fino a quando fa comodo. Guai ad invadere il proprio orticello. Amici ma ... stai lontano dalla mia famiglia, dai miei affetti, dai miei interessi. Tu, amico, vieni dopo. E quando in una amicizia qualcosa si incrina, vengono a galla tante cose, tutte quelle non dette in tanti anni per non ferire. Mi sono accorta di balle dette anni fa e sopportate in silenzio, piccole bugie scoperte e mai rivelate per non distruggere un rapporto a cui tenevo. E poi, per una piccola incomprensione, mi si vomitano addosso cose che non avrei mai pensato che la presunta amica pensasse di me. Vengono fuori invidie e gelosie, ripicche meschine. E allora è meglio  non  avere amici, zero delusioni. 

Fine di un'amicizia.

Tags: amicizia

Gio

04

Lug

2019

Page 0

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

È ingiusto, completamente ingiusto, dedicare la tua forza e la tua energia a persone che riescono a dimenticarsi di te, di tutto quello che hai fatto, con amore, quando avevano bisogno e non... Dare tutto te stesso per quelli che hai sempre pensato fossero le persone che avresti portato avanti nella vita, quelle persone che dici "cazzo la mia vita senza di voi sarebbe davvero diversa". Invece è bastato davvero poco, una mia debolezza, un mio problema è stato sufficiente per cancellare anni di amicizia, spariti, uno dopo l'altro... Ma senza cattiveria, senza fare rumore, piano piano senza che me ne accorgessi mi sono ritrovato da solo ma forse è anche così che devono andare le cose, quando un compagno è in difficoltà, lo si lascia indietro... Allora forse l'ho anche meritato e mi pento delle scelte fatte ogni giorno, non essere riuscito a farmi capire è la cosa che più mi tormenta... Non che non ci abbia provato ma è difficile urlare quando ti manca il fiato anche solo per respirare. 

Provo rabbia, provo tristezza, ho del risentimento nei miei confronti ma poi vedo queste persone  ad eventi o sui social e se scavo infondo a ciò che sento, c'è della felicità perché sapere che le persone a cui ho voluto più bene al mondo, stanno bene e si sentono realizzate mi consola in parte. 

Sarebbe sbagliato tornare indietro, soprattutto per me e mi auguro che un giorno, se mai accadrà, anche queste persone rivedendo una mia foto o vedendomi per strada passare si ricorderanno di me e delle mille serate passate insieme a ridere, a piangere, a raccontarci ogni nostro vizio segreto e sentirsi felici di sapere che anch'io ce l'ho fatta.  

Mar

02

Lug

2019

Solitudine

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non sono realmente solo. Convivo con la mia ragazza ed ho la fortuna di lavorare. Ma al di fuori da questo non ho più relazioni sociali tali da definire "amico" qualcuno. Mi sono trasferito in un'altra città per questioni lavorative e non posso più vedere quei pochi amici che avevo nella mia città natale, qui non riesco ad uscire con nessuno o ad organizzare qualcosa. Sul posto di lavoro sono socievole, c'è la battuta, il caffè etc ma non si trasforma mai in qualcosa fuori dal contesto lavorativo. Sorrido sempre ma spesso ho crisi interiori che mi fanno stare male. Ripenso con nostalgia alla mia adolescenza ed al mio gruppo di amici storici. Avrei fatto di tutto per loro, giuro. Li difendevo sempre e comunque. Finito il liceo con qualcuno c'è stato un litigio, con altri semplicemente ci siamo allontanati. Ho avuto diversi amici da allora ma con nessuno sono mai stato bene quanto con loro e questo mi fa soffire. Non riesco a parlare di questo in pubblico e così me lo tengo stretto. 

 Nella nostra società una persona che confida di non riuscire a trovare l'amore e ne soffre viene consolata. Una persona che confida di non trovare amici e ne soffre è etichettata come sfigata. 

Grazie dello sfogo.  

Tags: amicizia

Gio

13

Giu

2019

Quando un amico se ne va....

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve a tutti! Sono un ragazzo di 19 anni e scrivo in questo sito per raccontare una situazione molto spiacevole e dolorosa in relazione a una storia d'amicizia. È da circa un anno e mezzo che mi sono molto legato a un mio compagno di classe, siamo diventati amici, abbiamo cominciato a parlare di più, a scherzare, a stare più tempo inseme durante le lezioni, a chattare tutti i giorni e abbiamo anche cominciato a confidarci molte cose. Mi sentivo al settimo cielo quando ci siamo avvicinati... sono una persona piuttosto sola e speravo che la sua sincera compagnia mi avrebbe aiutato, ci credevo con tutto il mio cuore. In effetti, per questo ragazzo nutrivo (e nutro forse tutt'ora) una grande ammirazione, tanta fiducia e un profondissimo affetto... non riesco a descrivere il bene che gli voglio... pertanto il mio più grande desiderio era quello di diventare un suo buon amico, volevo che entrambi potessimo cominciare ad uscire, ad andare al cinema, a frequentarci al di fuori della scuola ... volevo approfondire quel legame che ci univa. Tuttavia, ben presto tutto è cambiato. Lui si è fidanzato con una mia compagna di classe e,per certi versi, ora mi sembra cambiato, quasi ho cambiato idea su di lui...ma soprattutto ci siamo allontanati...non scherziamo più, passiamo sempre meno tempo insieme, durante le lezioni lui sta sempre con quella p*****a, anche il sui atteggiamento è diverso ... è piu distaccato e meno affettuoso. A me manca da morire e tutto questo mi provoca un dolore al petto che non posso piu sopportare. Ho provato a parlargliene ma non lui non se ne rende proprio conto, non capisce. D'altra parte forse sono io che pretendo troppo e forse quel sentimento che io provo va al di là della semplice amicizia. In ogni caso la sua lontananza mi distrugge e quello che mi fa più male e che sto cominciando a disprezzarlo per alcuni suoi comportamenti. Non so come fare, vorrei tornare a prima che lui si fidanzasse, vorrei per una volta nella mia vita che stringesse dicendomi "da adesso ci sono io e non ti lascio ". Grazie per lo sfogo, vi prego datemi dei consigli

Mer

12

Giu

2019

PER ESSERE FELICI A VOLTE SI DEVE RISCHIARE

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non ho mai potuto..o forse...voluto dirtelo...sino ad ora...avevo troppa paura di rovinare tutto,di non poterti più avere. e' da 13 anni che siamo amici ..praticamente migliori amici. quando alle medie nessuno mi voleva e tutti mi prendevano in giro c'eri tu..un giorni ti sei avvicinato e ti sei seduto vicino a me e da quel giorno non ci siamo piu' mollati,tra risate,scherzi,problemi d'amore e altro siamo cresciuti insieme volendoci sempre un mondo di bene,e d. il bene che ti ho voluto non lo  immagini neanche...farei qualunque cosa per te ma lo sai che lo farei ..mi conosci bene.... poi un giorno le cose tra noi hanno cominciato a farsi piu' strane e forse è stato proprio da quel bacio il giorno del mio compleanno che ci siamo resi conto che ci poteva essere qualcosa e questa cosa probabilmente ci ha fatto paura..tanta paura e così in silenzio ma di comune accordo abbiamo deciso di metterci una pietra sopra..sono passati mesi,anni,siamo diventati grandi e ognuno ha fatto le sue esperienze ma nonostante tutto quello sguardo,quei sorrisi,le nostre mani ,i nostri abbracci infiniti che nessuno di noi due voleva interrompere...ho avuto ragazzi...e si anche ragazze ..ma nessuna relazione mi faceva stare bene..solo con l'ultima mi sono resa conto di una cosa..tu sei sempre venuto prima..sei sempre stato il paragone..con te è tutto diverso mi sono sempre immaginata noi due insieme...potremmo spaccare il mondo insieme,siamo migliori amici,ci conosciamo,e dio cosa non ti farei..quando mi sorridi ,quando ti lamenti di avere il naso grande ma sono persa nei tuoi occhi...quando ti abbraccio e mi accarezzi la schiena..quando mi vieni a trovare a sorpresa a casa  e ti vedo li sulla tua moto mi viene voglia di saltarti addosso...vorrei baciarti il collo..accarezzarti i capelli mentre ti bacio....e...beh farti tante cose ..ma la più importante è che ti amerei molto..ci sarei ..ti tratterei bene e so che tu faresti lo stesso ..ti amo ...credo che si ormai sono certa di questo ..e quando un'anno fa mi hai detto che ti eri fidanzato con una ragazza che avevi conosciuto 4 giorni prima...mi sono chiesta perchè lei si e io no...notavo che ogni volta che ci vedevamo ( che nel frattempo si sono fatte sempre più rade...stavi sparendo) non facevi altro che lamentarti di lei,che la volevi lasciare ma che però non volevi stare solo...e io li a consolarti a cercare di farti ridere e a farti pensare alle cose positive della situazione...ora è finita con lei ..io spervo che per stavolta ci saremmo potuti dare una possibilità ...e l'altra sera quando gurdando i titoli di coda del" signore degli anelli"mi hai preso tra le braccia e mi hai cominciato a dare dai baci sulla guancia ...ad accarezzarmi ..pensavo di stare sognando..ero felice tanto..avrei voluto che quel momento non finisse mai...ma poi non so perchè ti ho detto che io non volevo solo sesso...non da te almeno..tu hai detto che ne avevi bisogno e volevi qualcosa per solo sesso... in quel momento ho deciso per una volta nella mia vita di rispettarmi basta farmi male ...fidati ho fatto una fatica enorme a guardarti negli occhi e a dirti ciò senza finire con il baciarti ..e quella frase che mi hai detto che mi ha spezzato .."saresti una ragazza fantastica,perfetta,ma ho paura di rovinare tutto.." d. io ti ho parlato ..mi sono praticamente dichiarata ,ho avuto il coraggio di dirti che mi piaci e che credo che potremmo essere fantastici insieme,io non ho paura di provarci...meritiamo di darci questa possibilità...sappiamo che ci piacciamo ..è solo una questione di coraggio d. anche io ho paura ma a volte bisogna rischiare per essere felici...ma se tu non vuoi non posso costringerti,e così io rimarro qui,sarò pronta ad abbracciarti quando mi dirai che t stai sentendo con una che avrai fatto sesso,che stai con lei,che ci avrai fatto sesso...io sarò quì ci sono abituata,ci sarò sempre come amica ...e ti amerò ,farà male ,sorriderò ma dentro vorrò piangere ..ma spero che passi..non voglio passare la vita da sola perchè ti devo aspettare,voglio fare la mia vita..ma d. sei stata una delle persone più importanti della mia vita e lo sarai sempre...ti amo buonanotte