Tag: fidanzato

Ven

04

Gen

2019

Che dilemma

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Penso che il mio ex sia l'unica persona fatta per me e non incontrerò più nessuno nella mia vita come lui.

Pero ci sarà un motivo per cui è EX? Esattamente, nonostante eravamo compatibili a livelli assurdi, siamo entrambi fottuti di testa, ma lui di più. E ovviamente quando non stai bene con te stesso non starai bene nemmeno con gli altri. La relazione fù quindi tossica.  La relazione è stata 50% normale e felice, ma l'altro 50%... cazzo... Mi ha rovinata.
Tutti gli errori che ha commesso li ho pagati sulla mia pelle. E mentre lui migliorava negli atteggiamenti( grazie agli errori) io morivo piano piano. 
Nonostante tutto ci penso ancora a quello stronzo, e non so come fare altrimenti. Sto impazzendo.
Non riesco nemmeno ad avere relazioni romantiche con altri tipi perchè nella  mia testa c'è sempre lui... abstardo, figlio di buona donna. Mi sento proprio una rincoglionita,scema,illusa,idiota ed altri aggettivi negativi...

E comunque sperimentanto con altri individui, mi sono resa conto che nessuno corrisponde al mio ideale, nessuno riesce davvero a paicermi, nessuna alchimia. Con il mio ex è successo subito invece.

E' difficile trovare un rapporto romantico che sembri metafisico con gli altri ragazzi, non ne hanno le capacità, la sensibilità... 

E quindi stavo contemplando se scrivergli e vedere che succede, o lasciarlo stare per il resto della mia vita (bastardo del cazz). 
voi che fareste? Consigli ? 

Ven

14

Dic

2018

Paura della solitudine

Sfogo di Avatar di PaolvskiPaolvski | Categoria: Accidia

Appena finita relazione di due anni. Sto così così, da un lato penso che magari non sarà definitiva, d’altro canto invece penso che non ritorneremo mai insieme.

La cosa che mi lascia perplessa e che mi rende tutto più difficile è il fatto che sono una ragazza madre e ho una bambina. Pensare di ricominciare con un altro uomo da fare conoscere a mia figlia, anche nel futuro prossimo, mi fa star male. In realtà io nn ci sto male per il fatto che ci siamo lasciati, è forse la paura di far tutta da sola che mi fa star male. Perché così mi sento adesso, sola. 

La relazione non andava bene da tempo e se fosse capitato al di fuori della bimba, ci saremmo lasciati da un pezzo.  Ma che brutto ancorarsi alla gente per paura della solitudine. 

Che sia chiaro, io sono economicamente indipendente e ho anche molti amici, ma mi fa paura non aver più nessuno Con cui condividere la giornata, è una cosa stupida? Io mi sento molto stupida.  

Ven

30

Nov

2018

Finalmente rinasco e vorrei dirti queste cose in faccia, davanti a TUTTI

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Altro

Grazie a Dio mi sono liberata di te: altro non eri che un narcisista manipolatore. Se vedo le nostre vecchie foto piango. Se ascolto le canzoni che tu mi suonavi e mi cantavi con la chitarra dopo avermi portato la colazione a letto, piango.. 

Ma mi sono documentata, dopo notti passate a piagere seguite da risvegli improvvisi all'alba con la tachicardia, dopo aver pianto in pubblico, persino davanti al dirigente, agli alunni, in palestra, nei negozi, con gli amici, al telefono coi miei... BASTAAAAAA!!!!!!!!!

E mi sono documentata e ho letto tanti articoli scientifici provenienti da fonti autorevoli e ho visto tanti video che parlano del tuo disturbo di personalità. Sei una persona malata e ti devi curare. Tutti, ma proprio tutti i tuoi comportamenti sono riconducibili a quelli descritti nelle innumerevoli fonti che ho letto. La somiglianza è impressionante. 

Il narcisista manipolatore agisce secondo tre fasi e io sono stata fortunata e furba da uscirmene prima che tu mettessi in atto la terza. La prima è il bombardamento d'amore (un corteggiamento spietato ed esagerato per agganciare la vittima: mi sentivo stressata per la tua onnipresenza, però sentivo che facevo l'amore e non sesso, sentivo connessione emotiva, mi facevi promesse e carinerie, facevamo viaggi, condividevamo libri, canzoni e film e facevamo progetti e credevo di essere innamoratissima di te). La seconda è la svalutazione (iniziavi ad essere assente, sfuggente, freddo, come se nascondessi qualcosa, mi trascuravi, non avevi più voglia di vedermi e sentirmi, nascondevi il tuo cellulare, sparivi per ore senza avvisare accampando stupide scuse e attuando le tecniche di manipolazione più disparate, proiettando su di me i tuoi difetti, dandomi della pazza, inventando scuse ridicole per giustificarti e facendo ogni tanto un gesto carino perché io dubitassi di me stessa e delle tue sensazioni oppure smettevi di parlarmi...). La terza è quella dello scarto, alla quale io per fortuna non sono arrivata perché sono stata io a farti fuori, nonostante soffrissi.

Soffrivo da mesi: eri strano e non mi guardavi più negli occhi. non mi cercavi più e non mi baciavi con la lingua. non avevi più voglia di condividere cose con me. Ormai mi sembrava di stare con un tro**amico e non con un fidanzato. mi sentivo sola e triste ma se te lo dicevo, rispondevi che io ero troppo esigente e insicura.

Credevo di amarti alla follia ma l'idea di convivere con te mi ha sempre terrorizzato. Mi disperavo per i tuoi comportamenti; eppure ero la tua crocerossina e ti aiutavo a fare tutto, ti ho fatto tanti regali e scarrozzato ovunque... e tu? cosa hai fatto per me? non sei neanche venuto a conoscere i miei, e quando ho pianto davanti a me te ne sei fregato (empatia zero). io invece ho conosciuto tutta la tua famiglia, mi sono messa in gioco, ho avuto le pa**e per farlo.

Tu non hai neanche mai avuto le pa**e per fare una discussione faccia a faccia. Poi mi attaccavi il telefono se volevo dirti qualcosa e continuavi per messaggio, dandomi della cattiva e della pazza, vittimizzandoti e dicendo che io ti criticavo e ti giudicavo... tutti i miei amici hanno visto i miei messaggi e tutti mi hanno detto che ero stata fin troppo comprensiva e carina.

Eppure hai instillato in me il dubbio: mi sono spesso sentita in colpa per come ti ho trattato. E invece sei stato tu a creare tutto questo!

Sei un grandissimo str**zo e chi sa se sei cosciente del tuo disturbo..ti devi curare! sei solo una persona malata e ti devi curare. E' colpa di tua madre che ti ha viziato, giustificandoti sempre, facendoti credere che tutto ti fosse dovuto, che il mondo dovesse prostrarsi ai tuoi piedi...

Dicevi che tutte le tue ex erano state pesanti e meschine con te... tutte loro poi sono rimaste innamoratissime di te e ti cercano ancora...anche in loro hai suscitato una dipendenza afettiva ed emotiva.. una ha imparato l'italiano per venire a stare con te. un'altra ha fatto l'erasmus per venire da te. un'altra si è fatta tanti km con la scusa di venire in vacanza nella tua città estera ma voleva solo venire a parlarti. e delle altre so poco. so solo che una ti picchiava...ora capisco perché!!!!! sei sparito con tutte e con nessuna hai voluto un chiarimento faccia a faccia, neanche con me! sei un senzapalle!!!

sei stato rappresentante d'istituto al liceo e poi avevi una band e suonavi, sei stato animatore nei villaggi: sempre in primo piano, sempre protagonista...sì---un vero narcisista! credevi di essere un buon partito (ma a 30 anni ancora all'università e senza un lavoro vero, che partito sei?), credevi di essere bravo a suonare e cantare (ma io ho studiato al conservatorio...tu invece sei come un artista di strada che non sapeva leggere le note né suonare con tecnica e a volte eri stonato ma non te ne accorgevi), ti guardavi allo specchio alzando il sopracciglio, per fare il figo... ti strappavi i peli della tua barbetta che io amavo ma la cosa mi inquietava...

sei bello, intelligente, perspicace, profondo, simpatico, colto, divertente...suoni e cucini da dio, scopi da dio, sei un sole, un adone... sei tanto positivo quanto negativo. come possono caratteristiche e comportamenti così opposti coesistere in un'unica persona?

peccato che io sia più furba di te e,nonostante la mia enorme sofferenza, sia scappata prima che fosse troppo tardi. i campanelli d'allarme erano tanti ma io non ho dato loro ascolto perché ero troppo assuefatta da te. sei come una droga, un cancro che ti opprime sempre di più. se tornassi, saresti una metastasi. sparisci dalla mia vita, mi hai tolto il sorriso per mesi! chi sa se mi hai mai tradito, avevo dei sospetti, ero diventata sempre + insicura e paranoica...

so però che i narcisisti tornano, anche solo per avere conferme...così facesti quando andammo in quel locale dove c'era quella signora 42enne con cui sco**vi l'anno scorso...ti sei fatto vedere da lei con me e l'hai anche salutata...fai schifo!

però mi hai anche dato tanto: mi hai insegnato ad essere più egoista ed edonista... ti ho dato troppo, ero la tua appendice, il tuo satellite: pensavo sempre e solo a te. quante cose ho trascurato! devo amarmi di più e concedermi dei piccoli piaceri, come fai tu, togliermi i miei sfizi e viaggiare... devo rispettarmi e farmi rispettare ed essere fiera di quello che sono. poi ho capito che è bello avere una bella storia d'amore e che non voglio più fare la tr**a nei locali (o meglio: quello non è più il mio ideale di vita ma ora sono single e se mi va lo faccio, ahahahahah!). ho capito che devo riprendere a coltivare le mie passioni e ad amarmi di più, ho capito che devo fidarmi di + del mio istinto (all'inizio mi sembravi falso e non mi fidavo di te ma poi, a causa del mio innato desiderio di stare nel caldo abbraccio di un uomo, mi sono arresa a te, che hai fatto strage di me, mi hai fatto carne da macello). 

sono giovane ancora e voglio ricostruire la mia persona, voglio diventare una persona migliore. niente accade per caso: sei una me**a ma ti ringrazio perché, in un modo o nell'altro, mi hai arricchito. 

dopo tanta sofferenza, rivedo il sole: sono io il mio sole! sicuramente continuerò a piangere, sono molto delusa, affranta... ma anche arricchita e convinta di tante cose. non ho niente da rimproverarmi. 

Scriverò un romanzo su di te, raccontando tutto quello che facevamo a letto, raccontanto tutto, tutto, tutto...e poi racconterò le tristi verità su di te e i tuoi disturbi... diventerò ricca!!

e poi mi farò un tatuaggio sulla spalla e viaggerò...  

magari sembrerò una pazza borderline, eppure... non mi sono mai sentita così bene, così consapevole, così raggiante in vita mia! 

e ora... vivrò con serenità. non ho bisogno di nessuno. un giorno vorrei stare con qualcuno ma ora...voglio ripartire da me e crescere. buona vita a tutti e tu, imbecille, curati, che stai inguaiato!!!!!  

Ven

16

Nov

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Dopo 10 anni vedo che il mio ex sta ancora con quella con cui mi ha tradito... E penso... Come cazzo ho fatto a rovinare tutti sti anni con uno stronzo del genere? Oltretutto si è imbruttito da matti.... Spero che siano andati a convivere insieme e che lei gli faccia le corna, perché tanto dopo un po' di tempo lui si stancehera e cerchera carne fresca... L ha fatto con la sua ex con me, poi con me con questa qui esicuramente tra qualche anno mollerà quest' ultima con un altra ancora.... che tristezza 

Ven

16

Nov

2018

Imbecille che non sei altro!

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Ira

Sei un luridissimo stronzo. Come ti permetti di trattarmi così? Sparisci per ore (7-8) e non perché sei a lavoro: ti connetti e non mi scrivi e non mi cerchi mai. Esci la sera senza avvisare e rincasi all'alba, non facendoti sentire dalle 23 alle 12 del giorno dopo. Scopro che sei uscito solo perché vedo che hai fatto l'ultimo accesso alle sei del mattino. Ti organizzi per fare le cose tue senza tenermi in considerazione, ed io come una stupida ad aspettarti. Mi tengo libera e poi scopro, all'ultimo minuto, che avevi altri piani.. piani che non includevano me. Che ti costa dire: "il giorno X non ci vediamo perché vado lì?"

Ti faccio presente CHE ERI TU quello che ai primi tempi si arrabbiava tanto perché io non ero abituata a farmi sentire, a vedere sempre un ragazzo, a metterlo al primo posto, ad avvisare se uscissi, ad augurare il buongiorno e la buonanotte, a includerlo nella mia vita...e ora ti comporti esattamente così, dopo che mi hai abituato ad essere in un modo in cui non ero. Stavamo bene, entrambi ci comportavamo bene e le cose sono andate così per mesi. Perché ora sei cambiato?

Mai nella mia vita mi sono sentita così maltrattata, ignorata. Sei peggio del mio ex storico. Anzi no, uguale.

Non chiedo regali né gesti assurdi, solo rispetto e considerazione. Sei uno stronzo, un maledetto stronzo. Anche se non riesco a stare senza di te perché ti amo, ho deciso di troncare perché non merito tutto ciò. A quanto pare, non è servito a niente a dirtelo, visto che perseveri nei tuoi comportamenti. O sei ritardato e non capisci, o sei stronzo e strafottente. Decidi tu. Per me, ormai, non ha più importanza.

 Ti ho dato tutto, ma proprio tutto. Non capisco come sia potuto succedere. Alla mia età, ho fatto proprio una brutta fine. Non voglio mai più vederti né sentire parlare di te. Voglio dimenticarti.

Non potrò mai più riaverti per come eri prima; il vero "te stesso" è quello con cui mi sono relazionata in questi ultimi mesi. Devo rassegnarmi e amare di più me stessa e dimenticarti. Sto soffrendo come un cane e tu te ne freghi. Muori.

Mer

03

Ott

2018

Sbaglio?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non so se sono io che sbaglio. Di sicuro so che mi girano le balle.
Il mio compagno non fa mai nulla di significativo, di grande, per me. La prima persona nella sua vita è lui stesso, poi, a mio parere, la sua famiglia. Dopo viene il suo lavoro, poi io.
Secondo lui non è così. Ma anche se mi sforzo non riesco a trovare un atto di romanticismo nei miei confronti che sia veramente impegnativo, o un regalo che non sia stato esplicitamente chiesto da me. Fa piccoli gesti, ok, ma roba che non richiede molto impegno. Per se e per il lavoro invece spende soldi, impiega tanto tempo e tante energie.

Se penso al mio ex, che a dire il vero mi manca,
ma alla fine della relazione è cambiato molto quindi la cosa non era più recuperabile, vedo differenze enormi.

Il mio ex mi organizzava feste a sorpresa, faceva lunghi tratti in macchina per venirmi a trovare in un'altra città nel periodo in cui ero in trasferta, così, tanto per sorprendermi alle 7 con la colazione, mi faceva bellissimi regali, e soprattutto, fino a quando non è cambiato (e mi ha tradita) mi metteva sempre al primo posto. Con me non aveva segreti, eravamo un team e ci supportavano sempre.

Col mio attuale compagno...mah. Sta lì. Fa le sue cose. Ogni tanto ci guardiamo un film o facciamo una vacanzina canonica. Fa piccoli gesti che mi inteneriscono, ma tutta robetta che per tanto tempo mi è apparsa grande perché la mia autostima era veramente sotto le scarpe e sarei stata grata a un piccione per cagarmi in testa.

Ora però alcune cose sono cambiate. Ho fatto carriera e sono più consapevole del mio valore come persona....e noto che questo qui si sbatte proprio il minimo...

Ha tanti tanti tanti difetti. Li accetterei se almeno mi mostrasse il suo impegno. Ma nemmeno quello...

Che faccio lo mollo? Ho una certa età e paura di ricominciare un'altra volta...

Sab

15

Set

2018

Gelosa del ragazzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Gli invidio le sue esperienze, il fatto che ha sperimentato sensazioni e vissuto la sua adolescenza a pieno: serate, ubriacature, droghe fumo cazzate con gli amici etc. Era un teppistello, ora ha messo la testa a posto e ha un lavoro con casa, una vita piu "negli schemi".

Però non ha mai concluso le superiori. Ha la terza media, lavora come operaio e si spacca la schiena di lavoro, a detta sua lui sta bene così e non aspira a finire gli studi né a farsi la patente, per ora si arrangia con la bici e il suo lavoro.

Io sono il suo opposto. Ho passato quasi tutta la mia adolescenza sui libri a studiare, non ho avuto una compagnia con cui fare serata, non mi sono mai drogata, ho provato a fumare ma non mi piace . I miei hobby sono sempre stati tranquilli come uscire con le amiche, serie tv, tanti anime, cartoni, Disney, lettura, musica, animali etc etc. 

Lui invece si spaccava fino alle quattro del mattino, per poi dormire fino alle sei di sera e poi uscire ancora. Io alle sei di sera finivo di studiare e accendevo vvvvid fino all'ora di cena. Ergo lui ha vissuto molto più di me, spesso e volentieri mi rimprovera che non so stare al mondo a causa delle mie poche esperienze che avrei dovuto vivere ai tempi del liceo.

Il punto è che mi rode che lui continui a fare esperienze senza di me. Ad esempio lui sa che vorrei riprovare gli spinelli perché sono curiosa e vorrei togliermi tanti pregiudizi dati dalla mia educazione e background familiare ma lui nada, mi ha esplicitamente detto che con me non fumerà mai perché non si fida e poi ti sale il presamale etc ma la cosa che mi rattrista è che lui fumi coi colleghi e amici, non ha MAI voluto farlo con me. Neanche una volta per provare. Eppure sa che ci tengo. Ma trova un sacco di scuse. Io non conosco gente che me la possa procurare, lui si in pratica i suoi amici di d'infanzia sono quasi tutti ex tossici o giù di lì. Con le mie amiche non se ne parla di provare, sono messe peggio di me. E poi io voglio farlo con lui essendo "esperto", è da quando stiamo insieme che ci penso. Non è un chiodo fisso però insomma l'altro giorno ad esempio mi ha detto di aver fumato con un collega, non ho detto niente ma avrei voluto protestare. Mi sono morsa la lingua. 

Disclaimer: chiedo di provare una tantum, non voglio assolutamente iniziare a fumare con lui ma due, tre volte quando ci gira e stop.  

Lun

03

Set

2018

Cosa devo fare????

Sfogo di Avatar di Artemis141Artemis141 | Categoria: Altro

Salve a tutti
Ho frequentato un ragazzo fidanzato per pochi mesi, errore fatale lo so, anche se con l'attenuante di non saperlo da subito.
Dopo pochi mesi fatti di 3 incontri (con baci) e attenzioni ogni giorno, ho deciso di chiudere perché non mi stava bene vivermi quella situazione ed essere "l'altra". Lui ha continuato a cercarmi e ci siamo sentiti sporadicamente. Ogni volta lui ribadiva il suo desiderio ,soprattutto fisico, verso di me, la mancanza, il suo pensarmi e non saper cosa fare, e io ogni volta contraccambiavo dicendo che però a quelle condizioni non potevo starci.
Così siamo arrivati a fine giugno quando io, per non sentirmi più vulnerabile, gli ho detto di non farsi sentire mai più e di pensare solo alla sua ragazza.
A luglio invece mi ricontatta dicendomi quello che mai avrei pensato: la sua storia è finita, dopo 9 anni. Mi ha fatto intendere che questa doveva essere una sorta di dimostrazione per me, ma io non ci ho mai creduto davvero e su consiglio della mia amica che tanto mi ha visto star male, mi sono mostrata più fredda e distaccata aspettandomi che lui, se davvero mi voleva, mi avrebbe chiesto presto di vederci. 
Intanto sui social, dove è tornato molto attivo e dove avevo il sospetto che contattasse qualcuna, è arrivato al punto di contattare una mia amica (non sapendo che lo fosse) e chiederle di uscire dopo mezz'ora scarsa di conversazione e senza averla mai vista prima. e quando lei le ha detto di essere mia amica lui ha continuato a provarci.

Ora io non so cosa fare; gli ho chiesto di non farsi sentire più perché so che da donna con buon senso questa dovrebbe essere la soluzione ma non sto affatto bene. Lui è single, può fare ciò che vuole e magari, vista la mia freddezza, si è "scocciato" ed è corso altrove. non lo sto giustificando, ci mancherebbe, ma penso che forse le colpe le ho anche io.

Mi manca tanto, ed è un pallino fisso, avevo voglia di viverlo e ho paura di restare per sempre col rimpianto. So che non è l'uomo giusto, e che la cosa non partirebbe con i migliori auspici, ma è da stupide pensare che vedendosi le cose potrebbero cambiare ed evolversi col tempo, vista comunque la grande attrazione fisica e la sintonia che c'è?

Cosa devo fare? Grazie se mi aiuterete 

Sab

01

Set

2018

Ho il dubbio che mi abbia tradito. Aiutatemi.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti, vi scrivo perchè sono confusa sulla situazione che sto vivendo con il mio fidanzato (che in questo racconto chiamerò G per comodità). Il dubbio mi sta mangiando l'anima e mi sembra tutto una presa per il culo. Non so piu' cosa credere e allora chiedo un parere esterno a persone che non mi/ci conoscono. E magari mettere tutto nero su bianco mi aiuterà.
Premessa:
E'un anno che stiamo insieme. Io 25 anni studentessa, lui 26 anni fotografo.Sono stata felice con lui, mi ha sempre coinvolta con la sua allegria e leggerezza. Tuttavia, ci sono stati momenti in cui ho sofferto perchè non mi sentivo (e tuttora non mi sento) parte integrante della sua vita. Vivamo in città diverse, ci occupiamo di ambiti diversi, non abbiamo amici in comune. Io non mi sono mai sentita la sua compagna. Mi sono sempre sentita un'estranea le poche volte che siamo usciti con i suoi amici. Non conosco la sua famiglia, non sono mai stata a casa sua. Ci sono voluti diversi mesi prima che che dicesse ai suoi amici stretti che ''usciva'' con me. Inoltre, ho dovuto fidarmi fin da subito (diffile per me considerando che vengo da storie passate di tradimenti) quando ho scoperto che la maggior parte delle sue amicizie sono femminili, fra cui pure la sua ex di 5 anni fa.Inoltre mi ha sempre ferito la sua riservatezza. Non mi ha mai voluto parlare delle sue ex (non so nemmeno i loro nomi), non posso toccare le sue cose (ad esempio il portafoglio, l'unica volta che l'ho fatto mi è caduta una fototessera di una sua amica con cui è finito a letto una volta anni fa. Si è giustificato dicendo che aveva perso una scommessa e doveva tenere la sua foto nel portafoglio), fino alla settimana scorsa non sapevo nemmeno il suo indirizzo di casa. Ma sopratutto non posso in nessun modo toccare o vedere il suo cellulare, non posso avvicinarmi che blocca la schermata e cambia sempre  codice di sblocco. Eppure passa un sacco di tempo al cellulare, le volte in cui gli ho fatto domande si è innervosito  perchè dice che non mi fido, sono stressante e che parla con i suoi colleghi di lavoro.
Ci vediamo poco e sempre ad orari assurdi (una volta a settimana, magari all'1.00 di notte). Perchè lui lavora nelle discoteche e  nei fine settimana, mentre io ho lezione e lavoro tutto il giorno. 
Insomma, mi sono sempre sentita ''tenuta a distanza'' e non mi sento ufficialmente la sua ragazza, quasi mi tenesse nascosta o avesse dei segreti. Riguardo a questi comportamenti mi ha sempre detto che lui è riservato e che comunque non vuole che la sua vita privata con me diventi di dominio pubblico. 
Ovviamente questo tipo di comportamento ha fatto crescere delle insicurezze in me, dei dubbi sulla sua fedeltà o quanto meno su quanto effettivamente ci tenga a me. 

Il fatto:
Due giorni fa mi chiama il mio ex (con cui ho un rapporto di amicizia) dicendo che è a un festival di musica e ha visto G. che baciava un'altra.
Pochi istanti dopo mi chiama G per sapere cosa facevo e io rispondo normalmente chiedendogli con chi era al festival. Mi dice che è con delle sue amiche (evasivo), ma che in quel momento era andato a prendere una birra da solo. Fine chiamata.
Salgo in auto richiamo il mio ex che mi descrive quello che ha visto, sento che chiede conferma ai suoi amici che hanno visto tutto.
Arrivo al festival e chiamo nuovamente G. e gli chiedo dov'è.
G: sono seduto su una panchina lontano dalla musica per parlare... ci sentiamo dopo?
io: Perchè? Sentiamoci ora. Con chi  sei?
G (innervosito): Perchè ora sto parlando, te l'ho detto
Voce di ragazza in sottofondo: no no, parla, tranquillo
io: Con chi?
G: Te l'ho già detto con chi sono, cosa succede? che cos'hai? 
io: perchè non vuoi rispondermi? chi era quella ragazza?
G (sempre piu' nervoso): Era Sara! (migliore amica) Ora mi dici cosa c'è?!
io: niente, mi sembravi solo strano. Ci voleva tanto a dirmi che era Sara?
Ci siamo salutati, parcheggio, ed entro al festival a cercarlo per vedere se mi stava dicendo cazzate o no.  

Lo cerco ma non riesco a trovarlo.
Allora gli invio una foto di un anello che vendevano alle bancarelle dicendo se passava a comprarmelo perchè  mi piaceva e avevo paura che lo comprasse qualcuno. Gli dico che la foto me l'ha mandata un'amica ma che era già andata via. 
Lui mi ha detto che non aveva soldi (non l'ho mai visto uscire senza soldi), che me lo veniva a comprare domani, che le bancarelle probabilmente erano già chiuse.. io ho insistito tantissimo come se fosse l'anello della mia vita, ma niente. Non è voluto andare.

A questo punto inziano a venirmi dubbi sempre piu' grandi e sale la paura che sia effettivamente con un'altra. Lo cerco, ero agitatissima. Non lo trovo. Lo chiamo:
io: Dove sei?
G: Sto andando via..
io: ah... io sono venuta a farti una sorpresa, per questo ti ho detto della bancarella. Dai dove ci vediamo?
G: Eh io sto andando via ormai, sono all'uscita
io: Anch'io sono qua. Ci vediamo davanti la scritta 'uscita'?
G: ok, dammi 10 min e arrivo
io: no ti raggiungo allora, dimmi dove sei
G: io sono già davanti l'auto, stavo andando via. 
io: Ma pure io sono nel parcheggio! Sono venuta fin qui per farti una sorpresa, almeno salutami cazzo
G:  Senti, questi giochetti mi hanno rotto il cazzo. Prima l'anello, poi vieni qua a controllarmi. Ci vediamo domani
io: bravo, allora dimmi con chi sei in auto.
G: Con Sara, devo accompagnarla a casa. ciao
io: ma che cazzo fai?! Sono qui nel parcheggio, fermati cazzo
G: no, hai rotto i coglioni con queste storie. ci vediamo domani 
io: se te ne vai ora, è finita. fammi vedere con chi sei in auto
G: allora è finita. buonanotte
io: ma cosa cazzo dici? ma sei impazzito? 
G: se vuoi ci vediamo dopo per parlarne ora devo portare Sara a casa
io: no, fermati ora!
Chiude la chiamata. 
Chiamo Sara. Sara mi risponde addormentata dicendo che era con G fino a poco prima, ma era già tornata a casa.
Lo chiamo 5 volte e non risponde.
Mi sento morire.
20 min dopo gli scrivo di vederci al parco.

Il confronto:
Quando arriva gli dico che Sara era a dormire e voglio sapere con chi cazzo era.
Mi dice che era la sua ex (quella con cui è stato 5 anni fa e ora sono amici).
Gli dico ''per me è già finita per come ti sei comportato, perciò puoi dirmi anche la verità. Sono venutà perchè mi hanno detto che ti stavi baciando con un'altra. Quindi con chi ti stavi baciando; con la tua ex o con una nuova?''
Lui nega tutto. Dice che era con la sua ex e le altre sue amiche. Che non c'è stato nessun bacio, che non mi fido di lui, che si sentiva offeso, che non vuole altra ragazza oltre me, che non si permetterebbe di farmi questo visto quello che ho passato, etc.
Mi dice che c'è stato un abbraccio, un bacio sulla guancia e uno sulla fronte mentre la consolava perchè lei stava piangendo e che magari chi mi ha chiamata ha visto male al buio. Mi ha incolpato di fidarmi di piu' del mio ex che di lui, che ho 0 fiducia nei suoi confronti e lo sto accusando ingiustamente.
Io gli chiedo perchè non si è fermato nel parcheggio allora, se non c'era nulla da nascondere che senso ha avuto fuggire in quel modo davanti a me?
Lui mi dice che non si è fermato perchè aveva paura che gli facessi fare una figuraccia perchè ero incazzata nera.
Gli chiedo di descrivermi come era vestita la sua ex e la scena dell'abbraccio... corrispondeva alla scena che mi avevano raccontato.

Il giorno dopo contatto la sua ex su instagram. Mi presento e gli dico che vorrei parlarle appena è disponibile.
1ora dopo sono con G e gli arriva un messaggio da lei: '' Nome Cognome è la tipa con cui stai uscendo?''
Mi sono sentita morire quando mi sono resa conto che la sua ex non aveva la minima idea che lui fosse fidanzato e nemmeno quale fosse il nome della sua fidanzata da un anno. Mi sono sentita  uno schifo, invisibile. Come se nella sua vita non avessi mai contato un cazzo.
Lui mi dice che non è mai capitato di parlarne e che comunque lui è motlo riservato riguardo la sua vita privata.

La conclusione:
Io non saprò mai se lui mi ha tradito. Non ho prove materiali. Non ho visto niente.Mi sono state riferite delle voci e basta.
Ma quello che ho visto è lui che scappava via in auto insieme a un'altra ragazza, mentre io gli urlavo di fermarsi e farmi vedere con chi era. Lui non si è fermato. Lui è scappato letterlmente via.
E se è vera tutta la sua versione, perchè scappare? Perchè avere paura di una figuraccia? Perchè non dare spiegazioni alla tua fidanzata che ti sta urlando di fermarti?

Sinceramente, voi cosa ne pensate?
Ci credereste?
Cosa fareste?
Sono esagerata?

Datemi un giudizio su tutto; sul suo essere evasivo, sul tenermi lontana dalla sua vita, su quello che è successo quella sera...
Io non ci capisco piu' nulla. Ho bisogno che qualcuno mi dica il suo parere perchè sto diventando pazza.

Lun

27

Ago

2018

quell'idiota del mio ragazzo รจ in vacanza senza me

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non lo sopporto, è un idiota. é partito a trovare "una sua amica" con un altro amico suo più idiota di lui.
 mi ha avvisata a cose fatte, non ha provato a includermi in nessun modo, non mi ha chiesto se ci volessi andare e ogni volta che toccavo l'argomento cercava di cambiare discorso. E adesso? mi scrive che fa snorkeling e fa lunghe passeggiate sulla spiaggia di notte mentre io sono a casa. Ma che si fottesse lui , lo snorkeling,la spiaggia,  l'amica e tutto quello che lo circonda.

si lamenta anche che gli rispondo a monosillabi, poverino.

non voglio rivederlo al ritorno

se prova a portarmi un suvenir so benissimo dove metterglielo.

idiota.