Tag: fidanzato

Sab

15

Set

2018

Gelosa del ragazzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Gli invidio le sue esperienze, il fatto che ha sperimentato sensazioni e vissuto la sua adolescenza a pieno: serate, ubriacature, droghe fumo cazzate con gli amici etc. Era un teppistello, ora ha messo la testa a posto e ha un lavoro con casa, una vita piu "negli schemi".

Però non ha mai concluso le superiori. Ha la terza media, lavora come operaio e si spacca la schiena di lavoro, a detta sua lui sta bene così e non aspira a finire gli studi né a farsi la patente, per ora si arrangia con la bici e il suo lavoro.

Io sono il suo opposto. Ho passato quasi tutta la mia adolescenza sui libri a studiare, non ho avuto una compagnia con cui fare serata, non mi sono mai drogata, ho provato a fumare ma non mi piace . I miei hobby sono sempre stati tranquilli come uscire con le amiche, serie tv, tanti anime, cartoni, Disney, lettura, musica, animali etc etc. 

Lui invece si spaccava fino alle quattro del mattino, per poi dormire fino alle sei di sera e poi uscire ancora. Io alle sei di sera finivo di studiare e accendevo vvvvid fino all'ora di cena. Ergo lui ha vissuto molto più di me, spesso e volentieri mi rimprovera che non so stare al mondo a causa delle mie poche esperienze che avrei dovuto vivere ai tempi del liceo.

Il punto è che mi rode che lui continui a fare esperienze senza di me. Ad esempio lui sa che vorrei riprovare gli spinelli perché sono curiosa e vorrei togliermi tanti pregiudizi dati dalla mia educazione e background familiare ma lui nada, mi ha esplicitamente detto che con me non fumerà mai perché non si fida e poi ti sale il presamale etc ma la cosa che mi rattrista è che lui fumi coi colleghi e amici, non ha MAI voluto farlo con me. Neanche una volta per provare. Eppure sa che ci tengo. Ma trova un sacco di scuse. Io non conosco gente che me la possa procurare, lui si in pratica i suoi amici di d'infanzia sono quasi tutti ex tossici o giù di lì. Con le mie amiche non se ne parla di provare, sono messe peggio di me. E poi io voglio farlo con lui essendo "esperto", è da quando stiamo insieme che ci penso. Non è un chiodo fisso però insomma l'altro giorno ad esempio mi ha detto di aver fumato con un collega, non ho detto niente ma avrei voluto protestare. Mi sono morsa la lingua. 

Disclaimer: chiedo di provare una tantum, non voglio assolutamente iniziare a fumare con lui ma due, tre volte quando ci gira e stop.  

Lun

03

Set

2018

Cosa devo fare????

Sfogo di Avatar di Artemis141Artemis141 | Categoria: Altro

Salve a tutti
Ho frequentato un ragazzo fidanzato per pochi mesi, errore fatale lo so, anche se con l'attenuante di non saperlo da subito.
Dopo pochi mesi fatti di 3 incontri (con baci) e attenzioni ogni giorno, ho deciso di chiudere perché non mi stava bene vivermi quella situazione ed essere "l'altra". Lui ha continuato a cercarmi e ci siamo sentiti sporadicamente. Ogni volta lui ribadiva il suo desiderio ,soprattutto fisico, verso di me, la mancanza, il suo pensarmi e non saper cosa fare, e io ogni volta contraccambiavo dicendo che però a quelle condizioni non potevo starci.
Così siamo arrivati a fine giugno quando io, per non sentirmi più vulnerabile, gli ho detto di non farsi sentire mai più e di pensare solo alla sua ragazza.
A luglio invece mi ricontatta dicendomi quello che mai avrei pensato: la sua storia è finita, dopo 9 anni. Mi ha fatto intendere che questa doveva essere una sorta di dimostrazione per me, ma io non ci ho mai creduto davvero e su consiglio della mia amica che tanto mi ha visto star male, mi sono mostrata più fredda e distaccata aspettandomi che lui, se davvero mi voleva, mi avrebbe chiesto presto di vederci. 
Intanto sui social, dove è tornato molto attivo e dove avevo il sospetto che contattasse qualcuna, è arrivato al punto di contattare una mia amica (non sapendo che lo fosse) e chiederle di uscire dopo mezz'ora scarsa di conversazione e senza averla mai vista prima. e quando lei le ha detto di essere mia amica lui ha continuato a provarci.

Ora io non so cosa fare; gli ho chiesto di non farsi sentire più perché so che da donna con buon senso questa dovrebbe essere la soluzione ma non sto affatto bene. Lui è single, può fare ciò che vuole e magari, vista la mia freddezza, si è "scocciato" ed è corso altrove. non lo sto giustificando, ci mancherebbe, ma penso che forse le colpe le ho anche io.

Mi manca tanto, ed è un pallino fisso, avevo voglia di viverlo e ho paura di restare per sempre col rimpianto. So che non è l'uomo giusto, e che la cosa non partirebbe con i migliori auspici, ma è da stupide pensare che vedendosi le cose potrebbero cambiare ed evolversi col tempo, vista comunque la grande attrazione fisica e la sintonia che c'è?

Cosa devo fare? Grazie se mi aiuterete 

Sab

01

Set

2018

Ho il dubbio che mi abbia tradito. Aiutatemi.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti, vi scrivo perchè sono confusa sulla situazione che sto vivendo con il mio fidanzato (che in questo racconto chiamerò G per comodità). Il dubbio mi sta mangiando l'anima e mi sembra tutto una presa per il culo. Non so piu' cosa credere e allora chiedo un parere esterno a persone che non mi/ci conoscono. E magari mettere tutto nero su bianco mi aiuterà.
Premessa:
E'un anno che stiamo insieme. Io 25 anni studentessa, lui 26 anni fotografo.Sono stata felice con lui, mi ha sempre coinvolta con la sua allegria e leggerezza. Tuttavia, ci sono stati momenti in cui ho sofferto perchè non mi sentivo (e tuttora non mi sento) parte integrante della sua vita. Vivamo in città diverse, ci occupiamo di ambiti diversi, non abbiamo amici in comune. Io non mi sono mai sentita la sua compagna. Mi sono sempre sentita un'estranea le poche volte che siamo usciti con i suoi amici. Non conosco la sua famiglia, non sono mai stata a casa sua. Ci sono voluti diversi mesi prima che che dicesse ai suoi amici stretti che ''usciva'' con me. Inoltre, ho dovuto fidarmi fin da subito (diffile per me considerando che vengo da storie passate di tradimenti) quando ho scoperto che la maggior parte delle sue amicizie sono femminili, fra cui pure la sua ex di 5 anni fa.Inoltre mi ha sempre ferito la sua riservatezza. Non mi ha mai voluto parlare delle sue ex (non so nemmeno i loro nomi), non posso toccare le sue cose (ad esempio il portafoglio, l'unica volta che l'ho fatto mi è caduta una fototessera di una sua amica con cui è finito a letto una volta anni fa. Si è giustificato dicendo che aveva perso una scommessa e doveva tenere la sua foto nel portafoglio), fino alla settimana scorsa non sapevo nemmeno il suo indirizzo di casa. Ma sopratutto non posso in nessun modo toccare o vedere il suo cellulare, non posso avvicinarmi che blocca la schermata e cambia sempre  codice di sblocco. Eppure passa un sacco di tempo al cellulare, le volte in cui gli ho fatto domande si è innervosito  perchè dice che non mi fido, sono stressante e che parla con i suoi colleghi di lavoro.
Ci vediamo poco e sempre ad orari assurdi (una volta a settimana, magari all'1.00 di notte). Perchè lui lavora nelle discoteche e  nei fine settimana, mentre io ho lezione e lavoro tutto il giorno. 
Insomma, mi sono sempre sentita ''tenuta a distanza'' e non mi sento ufficialmente la sua ragazza, quasi mi tenesse nascosta o avesse dei segreti. Riguardo a questi comportamenti mi ha sempre detto che lui è riservato e che comunque non vuole che la sua vita privata con me diventi di dominio pubblico. 
Ovviamente questo tipo di comportamento ha fatto crescere delle insicurezze in me, dei dubbi sulla sua fedeltà o quanto meno su quanto effettivamente ci tenga a me. 

Il fatto:
Due giorni fa mi chiama il mio ex (con cui ho un rapporto di amicizia) dicendo che è a un festival di musica e ha visto G. che baciava un'altra.
Pochi istanti dopo mi chiama G per sapere cosa facevo e io rispondo normalmente chiedendogli con chi era al festival. Mi dice che è con delle sue amiche (evasivo), ma che in quel momento era andato a prendere una birra da solo. Fine chiamata.
Salgo in auto richiamo il mio ex che mi descrive quello che ha visto, sento che chiede conferma ai suoi amici che hanno visto tutto.
Arrivo al festival e chiamo nuovamente G. e gli chiedo dov'è.
G: sono seduto su una panchina lontano dalla musica per parlare... ci sentiamo dopo?
io: Perchè? Sentiamoci ora. Con chi  sei?
G (innervosito): Perchè ora sto parlando, te l'ho detto
Voce di ragazza in sottofondo: no no, parla, tranquillo
io: Con chi?
G: Te l'ho già detto con chi sono, cosa succede? che cos'hai? 
io: perchè non vuoi rispondermi? chi era quella ragazza?
G (sempre piu' nervoso): Era Sara! (migliore amica) Ora mi dici cosa c'è?!
io: niente, mi sembravi solo strano. Ci voleva tanto a dirmi che era Sara?
Ci siamo salutati, parcheggio, ed entro al festival a cercarlo per vedere se mi stava dicendo cazzate o no.  

Lo cerco ma non riesco a trovarlo.
Allora gli invio una foto di un anello che vendevano alle bancarelle dicendo se passava a comprarmelo perchè  mi piaceva e avevo paura che lo comprasse qualcuno. Gli dico che la foto me l'ha mandata un'amica ma che era già andata via. 
Lui mi ha detto che non aveva soldi (non l'ho mai visto uscire senza soldi), che me lo veniva a comprare domani, che le bancarelle probabilmente erano già chiuse.. io ho insistito tantissimo come se fosse l'anello della mia vita, ma niente. Non è voluto andare.

A questo punto inziano a venirmi dubbi sempre piu' grandi e sale la paura che sia effettivamente con un'altra. Lo cerco, ero agitatissima. Non lo trovo. Lo chiamo:
io: Dove sei?
G: Sto andando via..
io: ah... io sono venuta a farti una sorpresa, per questo ti ho detto della bancarella. Dai dove ci vediamo?
G: Eh io sto andando via ormai, sono all'uscita
io: Anch'io sono qua. Ci vediamo davanti la scritta 'uscita'?
G: ok, dammi 10 min e arrivo
io: no ti raggiungo allora, dimmi dove sei
G: io sono già davanti l'auto, stavo andando via. 
io: Ma pure io sono nel parcheggio! Sono venuta fin qui per farti una sorpresa, almeno salutami cazzo
G:  Senti, questi giochetti mi hanno rotto il cazzo. Prima l'anello, poi vieni qua a controllarmi. Ci vediamo domani
io: bravo, allora dimmi con chi sei in auto.
G: Con Sara, devo accompagnarla a casa. ciao
io: ma che cazzo fai?! Sono qui nel parcheggio, fermati cazzo
G: no, hai rotto i coglioni con queste storie. ci vediamo domani 
io: se te ne vai ora, è finita. fammi vedere con chi sei in auto
G: allora è finita. buonanotte
io: ma cosa cazzo dici? ma sei impazzito? 
G: se vuoi ci vediamo dopo per parlarne ora devo portare Sara a casa
io: no, fermati ora!
Chiude la chiamata. 
Chiamo Sara. Sara mi risponde addormentata dicendo che era con G fino a poco prima, ma era già tornata a casa.
Lo chiamo 5 volte e non risponde.
Mi sento morire.
20 min dopo gli scrivo di vederci al parco.

Il confronto:
Quando arriva gli dico che Sara era a dormire e voglio sapere con chi cazzo era.
Mi dice che era la sua ex (quella con cui è stato 5 anni fa e ora sono amici).
Gli dico ''per me è già finita per come ti sei comportato, perciò puoi dirmi anche la verità. Sono venutà perchè mi hanno detto che ti stavi baciando con un'altra. Quindi con chi ti stavi baciando; con la tua ex o con una nuova?''
Lui nega tutto. Dice che era con la sua ex e le altre sue amiche. Che non c'è stato nessun bacio, che non mi fido di lui, che si sentiva offeso, che non vuole altra ragazza oltre me, che non si permetterebbe di farmi questo visto quello che ho passato, etc.
Mi dice che c'è stato un abbraccio, un bacio sulla guancia e uno sulla fronte mentre la consolava perchè lei stava piangendo e che magari chi mi ha chiamata ha visto male al buio. Mi ha incolpato di fidarmi di piu' del mio ex che di lui, che ho 0 fiducia nei suoi confronti e lo sto accusando ingiustamente.
Io gli chiedo perchè non si è fermato nel parcheggio allora, se non c'era nulla da nascondere che senso ha avuto fuggire in quel modo davanti a me?
Lui mi dice che non si è fermato perchè aveva paura che gli facessi fare una figuraccia perchè ero incazzata nera.
Gli chiedo di descrivermi come era vestita la sua ex e la scena dell'abbraccio... corrispondeva alla scena che mi avevano raccontato.

Il giorno dopo contatto la sua ex su instagram. Mi presento e gli dico che vorrei parlarle appena è disponibile.
1ora dopo sono con G e gli arriva un messaggio da lei: '' Nome Cognome è la tipa con cui stai uscendo?''
Mi sono sentita morire quando mi sono resa conto che la sua ex non aveva la minima idea che lui fosse fidanzato e nemmeno quale fosse il nome della sua fidanzata da un anno. Mi sono sentita  uno schifo, invisibile. Come se nella sua vita non avessi mai contato un cazzo.
Lui mi dice che non è mai capitato di parlarne e che comunque lui è motlo riservato riguardo la sua vita privata.

La conclusione:
Io non saprò mai se lui mi ha tradito. Non ho prove materiali. Non ho visto niente.Mi sono state riferite delle voci e basta.
Ma quello che ho visto è lui che scappava via in auto insieme a un'altra ragazza, mentre io gli urlavo di fermarsi e farmi vedere con chi era. Lui non si è fermato. Lui è scappato letterlmente via.
E se è vera tutta la sua versione, perchè scappare? Perchè avere paura di una figuraccia? Perchè non dare spiegazioni alla tua fidanzata che ti sta urlando di fermarti?

Sinceramente, voi cosa ne pensate?
Ci credereste?
Cosa fareste?
Sono esagerata?

Datemi un giudizio su tutto; sul suo essere evasivo, sul tenermi lontana dalla sua vita, su quello che è successo quella sera...
Io non ci capisco piu' nulla. Ho bisogno che qualcuno mi dica il suo parere perchè sto diventando pazza.

Lun

27

Ago

2018

quell'idiota del mio ragazzo è in vacanza senza me

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non lo sopporto, è un idiota. é partito a trovare "una sua amica" con un altro amico suo più idiota di lui.
 mi ha avvisata a cose fatte, non ha provato a includermi in nessun modo, non mi ha chiesto se ci volessi andare e ogni volta che toccavo l'argomento cercava di cambiare discorso. E adesso? mi scrive che fa snorkeling e fa lunghe passeggiate sulla spiaggia di notte mentre io sono a casa. Ma che si fottesse lui , lo snorkeling,la spiaggia,  l'amica e tutto quello che lo circonda.

si lamenta anche che gli rispondo a monosillabi, poverino.

non voglio rivederlo al ritorno

se prova a portarmi un suvenir so benissimo dove metterglielo.

idiota. 

Mer

22

Ago

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ciao,Voglio un ragazzo che è fidanzato.Non riesco a decifrare il comportamento di qst ragazzo, è strano! L'ho conosciuto in palestra e inizialmente mi guardava e fissava tante volte. Passava da dove facevo io degli esercizi forse per farsi notare. Parlava dopo con le stesse persone con cui parlavo io poco prima. Insomma notavo molte cose che mi intrigavano.Ho forzato un po' la mano. Ho deciso di far capitare una serie di coincidenze.quando usciva lui dalla palestra uscivo anch'io ma lo anticipavo sempre con grande fortuna così lui non se n'è mai accorto. Due volte mi è capitato di passare con la macchina di fronte la palestra all'orario in cui solitamente esce lui. E poi prendendo la via di casa mi accorgevo che lui mi era dietro. Abitiamo anche vicino. Altre due volte l'ho incontrato nello stesso posto dici si beve e si balla sul mare e lui mi ha guardato fisso come se mi volesse salutare "detto dalla mia amica", ma io ho solo dato l'idea di tirarmela un po' per rendergli un po' più difficili le cose.Poi però....Un giorno il mio istruttore lo sfotteva e lui lo zittì dicendo che in palestra ci fosse la sua fidanzata. Ragazzi non era la sua fidanzata, bensì l'amica. Un giorno aveva l'occasione di fare gli esercizi accanto a me con il tappetino ma lui prende il tappetino e va a farli da un'altra parte.Poi iniziano le vacanze estive e non lo rivedo più.Però è un vero gnocco, e vorrei davvero avere una serata con lui. Non me ne frega niente che lui sia fidanzato, non guarderebbe e non farebbe il galletto se poi ci tenesse così tanto alla sua fidanzata. Che devo pensare di lui? Come mi devo muovere? Lo voglio e basta. 

Lun

13

Ago

2018

da "altra" a "una delle tante"?

Sfogo di Avatar di Artemis141Artemis141 | Categoria: Lussuria

Salve,
ho frequentato un ragazzo fidanzato per pochi mesi, errore fatale lo so, anche se con l'attenuante di non saperlo da subito.
Dopo pochi mesi fatti di 3 incontri (con baci) e attenzioni ogni giorno, ho deciso di chiudere perché non mi stava bene vivermi quella situazione ed essere "l'altra". Lui ha continuato a cercarmi e ci siamo sentiti sporadicamente. Ogni volta lui ribadiva il suo desiderio ,soprattutto fisico, verso di me, la mancanza, il suo pensarmi e non saper cosa fare, e io ogni volta contraccambiavo dicendo che però a quelle condizioni non potevo starci.
Così siamo arrivati a fine giugno quando io, per non sentirmi più vulnerabile, gli ho detto di non farsi sentire mai più e di pensare solo alla sua ragazza.
A luglio invece mi ricontatta dicendomi quello che mai avrei pensato: la sua storia è finita, dopo 9 anni. Mi ha fatto intendere che questa doveva essere una sorta di dimostrazione per me, ma io non ci ho mai creduto davvero e su consiglio della mia amica che tanto mi ha visto star male, mi sono mostrata più fredda e distaccata aspettandomi che lui, se davvero mi voleva, mi avrebbe chiesto presto di vederci. 
Intanto sui social, dove è tornato molto attivo e dove avevo il sospetto che contattasse qualcuna, è arrivato al punto di contattare una mia amica (non sapendo che lo fosse) e chiederle di uscire dopo mezz'ora scarsa di conversazione e senza averla mai vista prima. e quando lei le ha detto di essere mia amica lui ha continuato a provarci. Io allora l'ho mandato a quel paese (via messaggi) e lui si è anche offeso per le parole che ho usato. Da quel giorno non ci sentiamo più e so che così finirà.
Ora non so più cosa pensare, mi sento piena di stati d'animo differenti: Sono delusa da lui, perché credevo fosse una persona diversa ma al tempo stesso mi dico: "Cosa mi aspettavo da uno che ha tradito la fidanzata?" Beh mi aspettavo nulla di serio, per carità, ma che almeno fossi l'unica con cui ora voleva provarci, dopo tutto quello che ci eravamo detti. Sono delusa da me, per averci creduto e allo stesso tempo ho i rimpianti perché penso che se fossi stata davvero me stessa, e quindi meno fredda, ora lui mi avrebbe chiesto di vederci e magari non sarebbe andata a finire così. Lo odio per come si è comportato ma al tempo stesso mi manca, e la mattina mi sveglio con questo costante nodo alla gola che non mi fa respirare. 


Voi cosa pensereste al mio posto? Come andreste avanti per darvi una spiegazione e sentirvi meglio?
Grazie a chi mi aiuterà.

Ven

10

Ago

2018

da "altra" a "una delle tante"?

Sfogo di Avatar di Artemis141Artemis141 | Categoria: Altro

 

Ciao a tutti, Ho frequentato un ragazzo fidanzato per pochi mesi, errore fatale lo so, anche se con l'attenuante di non saperlo da subito.
Dopo pochi mesi fatti di 3 incontri (con baci) e attenzioni ogni giorno, ho deciso di chiudere perché non mi stava bene vivermi quella situazione ed essere "l'altra". Lui ha continuato a cercarmi e ci siamo sentiti sporadicamente. Ogni volta lui ribadiva il suo desiderio ,soprattutto fisico, verso di me, la mancanza, il suo pensarmi e non saper cosa fare, e io ogni volta contraccambiavo dicendo che però a quelle condizioni non potevo starci.
Così siamo arrivati a fine giugno quando io, per non sentirmi più vulnerabile, gli ho detto di non farsi sentire mai più e di pensare solo alla sua ragazza.

A luglio invece mi ricontatta dicendomi quello che mai avrei pensato: la sua storia è finita, dopo 9 anni. Mi ha fatto intendere che questa doveva essere una sorta di dimostrazione per me, ma io non ci ho mai creduto davvero e su consiglio della mia amica che tanto mi ha visto star male, mi sono mostrata più fredda e distaccata aspettandomi che lui, se davvero mi voleva, mi avrebbe chiesto presto di vederci. 
Intanto sui social, dove è tornato molto attivo e dove avevo il sospetto che contattasse qualcuna, è arrivato al punto di contattare una mia amica (non sapendo che lo fosse) e chiederle di uscire dopo mezz'ora scarsa di conversazione e senza averla mai vista prima. e quando lei le ha detto di essere mia amica lui ha continuato a provarci. Io allora l'ho mandato a quel paese (via messaggi) e lui si è anche offeso per le parole che ho usato. Da quel giorno non ci sentiamo più e so che così finirà.
Ora non so più cosa pensare, mi sento piena di stati d'animo differenti: Sono delusa da lui, perché credevo fosse una persona diversa ma al tempo stesso mi dico: "Cosa mi aspettavo da uno che ha tradito la fidanzata?" Beh mi aspettavo nulla di serio, per carità, ma che almeno fossi l'unica con cui ora voleva provarci, dopo tutto quello che ci eravamo detti. Sono delusa da me, per averci creduto e allo stesso tempo ho i rimpianti perché penso che se fossi stata davvero me stessa, e quindi meno fredda, ora lui mi avrebbe chiesto di vederci e magari non sarebbe andata a finire così. Lo odio per come si è comportato ma al tempo stesso mi manca, e la mattina mi sveglio con questo costante nodo alla gola che non mi fa respirare. 
Vorrei scrivergli per sentirmi meglio con me stessa e sfogarmi in modo pacifico. Voi cosa pensereste al mio posto? Come andreste avanti per darvi una spiegazione e sentirvi meglio?

Mer

25

Lug

2018

Ragazze con dignità e personalità non ce ne sono proprio più?!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Negli ultimi due anni ho perso più d'una amica per colpa dell'invidia! Non ho la certezza che sia per questo, ma se leggerete credo arriverete alla mia stessa conclusione. Tutto è cominciato ben 3 anni fa, quando in terza liceo un'amica ha introdotto nella compagnia del tempo un ragazzo. Tra me e lui è scattato subito qualcosa e così circa 6 mesi dopo mi ha chiesto di metterci insieme! Nulla fu più fatale : l'amica che lo aveva presentato a tutti era convinta fosse il suo ragazzo (???)...in pratica a detta di lui e da quel che si era visto anche durante le uscite non si erano mai nemmeno tenuti per mano, non avevano nulla in comune e lui non la sopportava, però secondo lei stavano insieme! Da quel momento lei ha iniziato a parlare male di me, di quanto fosse "inutile e da sceme fidanzarsi" ecc. ecc. Questa ragazza l'anno seguente si è fidanzata con un altro ragazzo. Sapete cosa c'è di ancora più osceno in tutto questo? Che entrambi erano suoi ex-compagni di classe alle medie ed era stata lei a contattarli dopo anni...questo non può che far pensare che volesse ad ogni costo far vedere di avere il ragazzo, non vi pare? (della serie "basta che respiri" ecc.) Credo che lei oggi non abbia ancora capito che io e lui invece ci siamo messi insieme perchè ci piacevamo davvero. Comunque, da allora, tra me e lei si è andata via via a perdere ogni confidenza, mi son anche pentita di esser stata sincera con lei a volte perchè questa non ha fatto altro che raccontarmi un sacco di bugie e fare le cose alle mie spalle! La ciliegina sulla torta è che è andata in giro a dire che io rubo gli ex e che ci ho provato col suo ragazzo attuale (quando ahimè è successo il contrario, e io ho anche avuto l'onesta di rifiutarlo! Tra l'altro ora anche lui ce l'ha un po' con me perchè non l'ho ricambiato, ma lasciamo perdere va...) rovinando così la mia reputazione anche con altre persone. Lei non sa che ogni volta che il nostro gruppo è uscito senza di lei lui le ne ha dette dietro di tutti i colori. Ha anche ammesso che sta con lei solo perchè a mollarla si sente in colpa (anche lui non dev'essere troppo sano di mente lol)...a oggi lei dice che stanno ancora insieme, fa di tutto per rimarcarlo quando ci sono io, ma ogni volta che usciamo lui la evita quasi tutto il tempo, non le rivolge la parola e non si baciano da quasi 6 mesi, tantomeno si abbracciano o hanno qualsiasi altra interazione da fidanzati. Mi fa sentire insultata il fatto che lei pensa che io mi beva le sue recite da bambina della materna :(!


Poi c'è una ragazza che al liceo era in classe con me, eravamo sempre insieme, pappa e ciccia...quando sia io che l'altra componente del trio ci siamo fidanzate è partita per la tangente...ogni cosa che le usciva bene doveva vantarsene, doveva fare tutto meglio di me, ma soprattutto DOVEVA fidanzarsi! Ci ha provato con tutti quelli che conoscevamo finchè non si è fissata su un nostro ex-compagno mio amico e dopo ben 2 anni di rifiuti da parte di lui, finalmente si sono messi insieme. (Cosa di cui io mi vergognerei al suo posto, onestamente). Io ho smesso di frequentarla perchè ormai cercava solo pretesti per uscire con lui, non gliene fregava niente di me, bastava che uscisse lui con noi e tutti apposto, o che uscisse lei con lui e non aveva più bisogno di chiamarmi. Bell'amica, visto che io invece anche da fidanzata ho continuato a trovare tempo anche per lei.


La terza è una ragazza che personalmente non mi ha fatto nulla di male...ma a volte parlando di ragazzi mi ha fatto alcuni commenti acidini che facevano trasparire quanto in realtà le rodesse che io avessi trovato qualcuno e lei no...

Vorrei solo avere delle amiche femmine come si deve, ho molti difetti, anzi sono socialmente molto imbranata, ma mi sembra assurdo che trovi solo delle vipere già a quest'età...sono messe meglio quelle di sex and the city!

Me la cavo meglio con i ragazzi sinceramente, solo che a quest'età il 99% se ti calcolano è perchè ti vengono dietro, non per essere solo amici...


Forse sono sbagliata io, forse dovrei solo arrendermi all'evidenza che sono tutte false e che la solidarietà femminilie non esiste più, che dite?

Ven

20

Lug

2018

Non sono una scema a tua disposizione!

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Ira

Allora... ora ti sei liberato da quegli impegni che ti rendevano così nervoso, irascibile, freddo e distante, che facevano sì che tu non avessi voglia neanche di telefonarmi, di vedermi, ecc. ecc. Ti sei comportato male con me per ben due mesi!

E ora, che sei più sereno, mi cerchi (o almeno mostri/fingi di nuovo interessamento)...

Ma io non sono un pupazzo da usare a tuo piacimento! Cosa ti aspetti da me? Che ti accolga fra le mie braccia, ti coccoli e sia carina e sorridente, dopo l'abuso emotivo che hai perpetrato ai miei danni per ben ben due mesi? E no, eh, non te la faccio passare liscia.

Mi sono umiliata a chiederti più attenzioni, a cercarti, a starti vicino e a darti amore, a non pretendere di uscire, vederci e fare cose insieme...a piangere ogni giorno... ti ho detto più volte di come mi sentivo ma tu ti limitavi a dirmi che stavo facendo i capricci, che stavi passando un periodo difficile e che non riuscivo a capirti...ma non è così che funzionano le cose: io sono la tua ragazza sia quando le cose ti vanno bene, sia quando ti vanno male... ho pensato (e una parte di me ne è ancora convinta) che non mi volessi più e che addirittura potresti avermi tradito...

Non sopporto questo comportamento... ora torni da me come se niente fosse! NOn te ne accorgi che ho accumulato rancore e risentimento? Se fossi stata infantile e insicura com'ero un tempo (e come sei tu, ancora oggi), magari ti avrei già tradito! Se non l'ho fatto è perché ti amo, non c'è niente da fare, è più forte di me, ti amo alla follia! Sei la mia vita! 

Sembro bipolare ma il problema è che, seppure il cervello ragiona in modo logico, il cuore non ragiona! Vorrei farti capire che non devi mai più permetterti di trattarmi così, ma non voglio litigare..

Non so come dirtelo: con te perdo ogni difesa; sono stupida, ammutolita, annichilita..

Vorrei mandarti a fare in c... ma basta che ti vedo e mi sciolgo...sono un'emerita imbecille, lo so... 

Il problema è che siamo entrambi egocentrici e narcisisti, e poi siamo entrambi dello stesso segno zodiacale (purtroppo credo a ste cazzate)... siamo persone poliedriche, socievoli e allegre (ma solo per finta perchè in realtà siamo introspettive e ombrose), egocentriche e forti di carattere... desideriamo entrambi attenzioni costanti, comprensione, ma non abbiamo un briciolo di empatia...questa comunanza di caratteristiche ci ha fatti avvicinare inizialmente ma temo che a lungo andare sarà anche la causa della nostra distruzione. siamo due fuochi che fanno a gara per essere sempre più grandi...in una coppia invece ci vorrebbe maggior equilibrio, come quello dato da acqua + fuoco...

E quindi... nessuno può abusare emotivamente di me. Mi hai messo da parte e ignorato e ora torni come se niente fosse. Non si fa! ora che sei tornato, dovrei sparire io, così impari! peccato però che non sia una tipa vendicativa! e se lo facessi, non capiresti. bisogna inondarti d'amore, starti vicino, altrimenti ti allontani... e che cavolo, però... ti ci voleva una donna più piccola, più stupidina, più alla tua mercè...

Quando ero single non piangevo mai! Mi prendevo solo il buono dalla gente. Non so come farti capire tutto questo senza ferire il tuo gigantesco ego! Di certo una come me non può tacere di fronte a certi comportamenti, non può transigere...

Non voglio al mio fianco una persona che reagisca così dinnanzi ai problemi, che si chiude, si allontana, che t'ignora.. e se si trattasse di problemi veramente seri, cosa faresti? E se in questo periodo io avessi avuto problemi più seri dei tuoi, cosa avresti fatto? Mi saresti stato vicino? non credo proprio. non potresti mai essere il padre dei miei figli se non cresci un po'. Sei un ragazzino. sei un vigliacco. ma ti amo. è più forte di me.

CHe brutta fine che ho fatto, sono pentita!!!! 

Lun

16

Lug

2018

Come vivere un vita tranquilla ?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve a tutti!

Da molto tempo ormai, cosi tanto che non ricondo quanto, soffro di un'ansia indescrivibile per tutto quello che mi succede. Non dico che ogni minimo cambiamento mi fa andare in crisi ma comunque ho sempre il bisogno di avere ogni piccola cosa sotto controllo altrimenti mi sento inquieta e poco sicura.

Negli ultimi mesi sono capitate cose abbastanza grandi, un nuovo lavoro, una rottura con una persona che era nella mia vita da tre anni, e condizioni familiari poco piacevoli. In tutti questo risedo all'estero con il mio fidanzato che purtroppo in molte occasioni non è capace di farmi stare serena, e con questi intendo non che mi tradisce o altro ma semplicemente finito un problema ne crea uno nuovo e questo per me è fonte di stress ogni volta che si presenta l'occasione. Ho da poco iniziato un nuovo lavoro che mi piace molto e non voglio che queste condizioni mentali influiscano negativamente su questo percorso. 

La mia famiglia al momento, ma forse da sempre, vive situazioni di disagio, i miei non vanno d'accordo e mia madre ultimamente soffre di un fortissimo stress (sarà genetico?), al mio ultimo rietro in Italia sono stata molto male per lei al punto da pensare di rientrare definitivamente l'unica cosa che mi ha fermata è stato il lavoro, sapere quanti sacrifici ho fatto per essere arrivata fin qui e sapere che in Italia al momento dovrei tornare a stare a casa dei miei senza un lavoro e senza una mia indipendenza, con tutto il bene che posso volerli a 26 anni mi sembra di fare non uno ma 100 passi indietro. Nonostante ciò ogni volta che ho contatti con loro mi assalle l'ansia anche perchè non si comportano da genitori ( e mi dispiace dirlo ma è cosi ), mia madre non fa altro che dirmi di tornare ma non capisce che li non ho nessun futuro mentre qui sto cercando di costruire qualcosa per me stessa. Lo so che molti di voi pensaranno che se è stressata lo dice solo per avermi accanto e io questo lo capisco, ma sono cosi stanca di sentirmi sotto pressione cosi dal resto del mondo, nessuno che mi chiede se sto bene o se sono felice, sembra a volte che tutti vogliano scaricare i loro pesi su di me e io per quanto voglio farmene carico a volte davvero non riesco!

La mattina mi sveglio con l'ansia, la notte dormo male, passerei il giorno a dormire se potessi, mi chiudo sempre di più in me stessa e trovo sollievo solo stando da sola anche perchè quando ho bisogno di qualcuno mi arrivano solo una valanga di altri problemi addosso. 

Vorrei avere qualcuno accanto con la quale poter sfogarmi e piangere anche solo per sentirmi più leggera dopo, ma non c'è nessuno e finchè continuo a sentirmi cosi ho paura di continuare a svegliarmi tutte le mattine in questo modo orribile :(