Tag: fidanzato

Lun

16

Lug

2018

Come vivere un vita tranquilla ?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve a tutti!

Da molto tempo ormai, cosi tanto che non ricondo quanto, soffro di un'ansia indescrivibile per tutto quello che mi succede. Non dico che ogni minimo cambiamento mi fa andare in crisi ma comunque ho sempre il bisogno di avere ogni piccola cosa sotto controllo altrimenti mi sento inquieta e poco sicura.

Negli ultimi mesi sono capitate cose abbastanza grandi, un nuovo lavoro, una rottura con una persona che era nella mia vita da tre anni, e condizioni familiari poco piacevoli. In tutti questo risedo all'estero con il mio fidanzato che purtroppo in molte occasioni non è capace di farmi stare serena, e con questi intendo non che mi tradisce o altro ma semplicemente finito un problema ne crea uno nuovo e questo per me è fonte di stress ogni volta che si presenta l'occasione. Ho da poco iniziato un nuovo lavoro che mi piace molto e non voglio che queste condizioni mentali influiscano negativamente su questo percorso. 

La mia famiglia al momento, ma forse da sempre, vive situazioni di disagio, i miei non vanno d'accordo e mia madre ultimamente soffre di un fortissimo stress (sarà genetico?), al mio ultimo rietro in Italia sono stata molto male per lei al punto da pensare di rientrare definitivamente l'unica cosa che mi ha fermata è stato il lavoro, sapere quanti sacrifici ho fatto per essere arrivata fin qui e sapere che in Italia al momento dovrei tornare a stare a casa dei miei senza un lavoro e senza una mia indipendenza, con tutto il bene che posso volerli a 26 anni mi sembra di fare non uno ma 100 passi indietro. Nonostante ciò ogni volta che ho contatti con loro mi assalle l'ansia anche perchè non si comportano da genitori ( e mi dispiace dirlo ma è cosi ), mia madre non fa altro che dirmi di tornare ma non capisce che li non ho nessun futuro mentre qui sto cercando di costruire qualcosa per me stessa. Lo so che molti di voi pensaranno che se è stressata lo dice solo per avermi accanto e io questo lo capisco, ma sono cosi stanca di sentirmi sotto pressione cosi dal resto del mondo, nessuno che mi chiede se sto bene o se sono felice, sembra a volte che tutti vogliano scaricare i loro pesi su di me e io per quanto voglio farmene carico a volte davvero non riesco!

La mattina mi sveglio con l'ansia, la notte dormo male, passerei il giorno a dormire se potessi, mi chiudo sempre di più in me stessa e trovo sollievo solo stando da sola anche perchè quando ho bisogno di qualcuno mi arrivano solo una valanga di altri problemi addosso. 

Vorrei avere qualcuno accanto con la quale poter sfogarmi e piangere anche solo per sentirmi più leggera dopo, ma non c'è nessuno e finchè continuo a sentirmi cosi ho paura di continuare a svegliarmi tutte le mattine in questo modo orribile :(

Gio

12

Lug

2018

non mi vuoi piu: questa è la verità

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Altro

Sono convinta che tu non voglia piu stare con me.

Quando non siamo insieme mi snobbi e non mi chiami mai. Mi scrivi poche volte di tua spontanea iniziativa e solo a monosillabi. Per 6 mesi sei stato quasi asfissiante: ti arrabbiavi se mi facevo sentire poco, eri iper presente nella mia vita, volevi sapere tutto di me... ora invece devo elemosinare le tue attenzioni e non hai neanche più voglia di vedermi. Non parliamo mai al telefono e l'unica cosa che ti interessa è sapere se sono uscita, dove e con chi. Cos'è, temi che ti tradisca? Chi ha il sospetto ha il difetto! Non ti sei mai fidato di me e ora neanche io mi fido piu di te.

Non mi sento amata, prima eri completamente diverso e sono due mesi che sei cambiato.

 

Temo che non ti interesso piu e che magari ti sei pure fatto qualche scappatella. Mi chiami "amore" ma per me non significa niente. è solo una parola! parlavi del fatto che saremmo andati in vacanza insieme, che avresti conosciuto i miei... sono state tue idee... e ora che abbiamo avuto occasione di affrontare queste cose, ti sei tirato indietro accampando stupide scuse. mi sento veramente presa in giro.

esco con gli amici e mi dicono tutti che ho le corna, che è palese. e poi...quel tuo attaccamento morboso al cellulare.... non ti stacchi da esso neanche per pisciare. chi sa chi ti scrive. hai tanti social che io non ho. poi frequenti amici amanti dell'alcol, delle canne e delle scappatelle...non mi fido di te. ho sempre pensato che fossi furbo. e ora che una delle persone più importanti della mia vita ti ha conosciuto e mi ha detto che hai uno sguardo furbo e che non mi devo fidare, sono ancora più triste e spaventata.

 

mi sento sola. io quando ero single non mi sentivo sola. ora mi sento sola. esattamente come quando stavo col mio ex. tua madre mi ha detto che quando le cose ti vanno male ti chiudi in te stesso... ma io non so se sia solo quello il problema... credo di non piacerti piu e che magari mi hai pure tradito. sono triste. tristissima. mi sono innamorata, per la prima volta in 30 anni, di te. sono stata felicissima per mesi ma ora pendo dalle tue labbra, dai tuoi messaggi, dalle tue parole che non arrivano. ti ho consegnato la mia felicità. sono un'emerita imbecille.

e ora che sono a casa dei miei devo pure farmi vedere da loro in questo stato depressivo. vorrei non averti mai conosciuto. vorrei che parlassimo. ormai non ci raccontiamo piu niente. mi eviti. e non ci vediamo mai. vorrei lasciarti stare ma non ci riesco. voglio farti vedere che io ci sono e vorrei tanto che i miei presentimenti fossero sbagliati. 

Mar

03

Lug

2018

Mia mamma mi blocca la vita.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono una ragazza di 25 anni e sono molto legata alla mia famiglia. Mi ritengo una ragazza buona, gentile, simpatica, ma nonostante ciò che dice sempre quel che pensa, soprattutto usando i modi. Scrivo qui perché voglio bene a mia mamma, la considero probabilmente la mia migliore amica. Litighiamo e facciamo pace. Facciamo tutto sempre insieme. E forse è proprio per questo che sento che mi blocca la vita. In che senso? Non so come spiegarlo, ma ci provo. Lei è una maniaca del controllo e della pulizia. Pensa solo a pulire in casa, passa le giornate intere senza nemmeno un po’ sedersi o rilassarsi. Fosse per lei nemmeno la spesa si potrebbe fare (e lo dico seriamente). Quante volte non abbiamo cenato a casa, e ci siamo dovuti accontentare tutti di un panino, o di quello che c’era in casa. L’unica persona per cui fa qualcosa è per mio fratello nonostante lui la tratti una merda offrendola. Ed io e mio padre? Non siamo nulla, ed anche mio padre la pensa così. Io ho preso il carattere di mio padre, ossia sono molto orgogliosa. Io apprezzo quello che ho. Tipo io vivo in una famiglia normale, non navighiamo nell’oro ma possiamo permetterci vari sfizi. Mia mamma invece è molto gelosa, è invidiosa. Vorrebbe sempre di più. E la cosa che odio che fa pesare questa cosa dei soldi a me. Ma cosa c’entro io? Adesso mi sento oppressa, perché dice che devo finire l’università che devo lavorare. Ecco io tra pochi mesi dovrei finire. Si bello, ma adesso ho l’ansia per dopo. Poi chissà che si pensa mia madre.. che dopo l’università tutto è più bello. Come no, a me proprio quello mi spaventa, di deluderla. Non riesco nemmeno più a studiare. Poi odio quando si lamenta delle faccende in casa. Vuole fare sempre tutto lei, non posso nemmeno lavare una piatto che inizia a sbraitare. Io quando non c’è in casa lei, ho una sensazione diversa, mi sento bene, sono tranquilla e riesco a fare tante cose. Tipo oggi, è uscita per 3 ore. Appena è tornata si è arrabbiata perché ho pulito il bagno. Cioè ci rendiamo conto? E poi ovviamente come sempre ha messo in mezzo il fatto dell’università e del lavoro. Io non sono nemmeno libera più di dirle cose, o di chiederle un consiglio, menomale che per quello c’è il mio ragazzo. E a proposito del mio ragazzo. Io e lui non abitiamo nello stesso paese, ci vediamo poco sia perché lui lavora sia perché appunto stiamo un po’ lontani, ma l’importante che stiamo bene e che stiamo insieme, infatti sono 3 anni che siamo fidanzati. Qual è il problema? Mia mamma. Le sue frasi assurde tipo: “Ma il tuo ragazzo non può portarti a fare un giro in un posto di mare?” “Perché non ti porta a mangiare in quel ristorante?” “Stasera se viene da te andate a mangiare fuori perché se mangia qua devo pulire il doppio!”. Cioè. Mi vergogno. Poi un’altra cosa che odio.. io adoro le borse, le scarpe, i vestiti. Ero in un negozio con mia mamma, avevo visto una borsa che costava quasi €1000. E mia mamma mi fa “Eh al posto di farvi i regali a sorpresa, puoi dire al tuo fidanzato di regalarti questa al tuo compleanno o così, tanto i soldi li tiene!” Quanto l’ho odiata quel giorno. Si, è vero, il mio fidanzato sta bene economicamente, ma non mi sognerei mai di chiedere una cosa del genere. È anche per questo che mi ama lui, e anche la sua famiglia mi vuole bene, perché sono una ragazza che capisce e non mi approfitto di niente e di nessuno. Come è possibile che ho una mamma così?

Gio

31

Mag

2018

x te. ti amo ma...

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Altro

Non so se riuscirò mai a farti leggere questa lettera. Ci sono tante cose che non riesco a digerire. scusa per gli errori, ma non rileggo questa lettera per non cancellare insieme. voglio che sia autentica.

1-La tua ex straniera- sareste andati a vivere insieme qui in Italia. Vi sentivate ogni giorno per ore. Lei stava imparando la nostra lingua per mollare tutto venire a vivere qui dopo i suoi studi ma tu ti facevi le italiane,  nonostante conoscessi la sua famiglia. Mi hai detto che non stavate insieme e che quindi non era tradimento e che anche lei faceva le 6 del mattino non sai con chi. Chi mi dice che non attui lo stesso comportamento anche con me? Se la tua mentalità è questa, perché dovrebbe cambiare?

2-studiare all'estero. Leggittimo che pensi alla tua carriera ma fai domanda per andare lì senza dirmelo! poi ti selezionano e mi dici candidamente che te ne andrai per qualche mese e che poi andremo a convivere...chi me lo dice che non fai come con la tua ex? parli tanto del fatto che io non so come si sta in coppia e poi fai progetti senza di me? poi mi hai detto che non saresti andato via, ma io non ci credo e sono terrorizzata che tu te ne vada, magari quando abbiamo già firmato il contratto per la casa. io i soldi per l'intero affitto non ce l'ho. e cmq sono terrorizzata all'idea di ciò che avvverrà a breve.

3- estate e autunno. sono terrorizzata perché alla fine non ho capito cosa vuoi passare l'estate. mi hai detto sempre versioni diverse ma l'ultima è che vuoi passarla nella tua città, facendo un lavoretto (mentre prima mi parlavi di vacanze insieme ecc). ho capito che vuoi farti l'estate da single mentre io faccio la stupida che ti aspetta. scordatelo!

4-matrimonio della mia amica in sardegna: come osi proibirmelo, con la scusa che si tratta di vacanze separate? si sposa la mia amica e io ci tengo ad esserci. non vado x farmi il mare e ubriacarmi. nessuno può proibirmi niente. sai come sono cresciuta, con quali genitori...e dovresti capirmi. non ti fidi di me ancora oggi.

5-autunno: quando stavamo insieme da solo un mese e mezzo parlavi con entusiamo e trasporto di un'eventuale convivenza in autunno. ora che le cose stanno per concretizzarsi sembri titubante, proprio ora che finalmente mi sentivo meno spaventata a quest'idea e sempre più convinta e serena. dapprima ero terrorizzata all'idea di andare: temevo di perdere la mia indipendenza, di dovermi svegliare presto la mattina, di spendere molti soldi, di affrontare di nuovo l'argomento contraccezione, di sentirmi oppressa vivendo in un paesino, di essere la tua seva... ma poi avevo iniziato a rasserenarmi e proprio ora ti vedo così titubante...temo che tu alla fine voglia davvero tornare single e divertirti. è leggittimo ma dimmelo!

6-contraccezione: in pochi mesi che stiamo insieme mi hai chiesto di prendere pillola, anello o spirale varie volte, tipo 5...come osi? io quella merda non la prenderò mai. all'inizio usavamo i condom e poi tu subdolamente hai fatto sì che non lo usassimo più ma siamo stati entrambi troppo vigliacchi per parlarne. farlo in questo modo per me è già un enorme compromesso ed è il massimo a cui posso scendere. non si discute. e cmq prima mi desideravi anche quando avevo il ciclo mentre ora non più.

7- come osano le tue amiche essere così affettuose con te, davanti a me? non avevo mai visto né sentito parlare di una cosa del genere. mi sento mancata di rispetto.

8-rutti,sporcizia, scoregge, puzze, disordine... non li sopporto. fai schifo! idem la tua mania di mangiarti le unghie e fartiipuntineriebrufoli. quest'ultima tua mania mi spaventa.

9-quando esci con quei tuoi amici ho paura che mi tradisci. sparisci mentre quando esco io mi rompi le palle e mi chiami quando torno a casa. mi sembri mia madre! mi spaventa quando mi dici che per non tradire bisogna stare lontani dalle tentazioni. non è così che funziona. chi vuole tradire lo fa a prescindere e chi non vuole farlo non lo fa. punto. non è vero che l'occasione fa l'uomo ladro.

10-sei insicuro, immaturo e irresponsabile. mi chiedi se sei più bellodel mio exstorico, a volte sei litigioso come una donna con il ciclo, sei maschilista e spendi soldi in cazzate. poi però hai vestiti vecchi e logori, sbiaditi, e scarpe di bassa qualità che fanno puzzare i piedi... la mammina ti fa le pratiche burocratiche e il paparino ti manda soldi e ti paga le tasse universitarie. e anziché studiare stai ore sui social a guardare le foto di tr0ie con le tettedifuori...

11-sei sui social ma non mi cerchi piu, sei sempre connesso ma non mi rispondi mentre prima eri diversissimo. perché? stai sempre con quel kazz0 di cell in mano e non mi consideri minimamente. neanche quando ci svegliamo insieme. la cosa mi rattrista molto. fino a aun mese fa non era così. 

12-sei egocentrico. si parla sempre di te e mai di me. se voglio parlare di me mi dai dell'egoista. sei un ragazzino ma dici che io sono immatura perché amo uscire e divertirmi, odio fare i mestieri e amo la mia libertà. ma io ho fatto molte cose per te e lo fai. sono tutto fuorché egoista. e aver fatto così tante cose mi ha stressata. tu invece, oltre a corteggiarmi come hai fatto con tutte, cosa hai fatto per me?

13- a volte dubito della tua fedeltà. con chi chatti? cosa fai quando esci con quelli? mi ami ancora? non me lo dici piu! e non mi dici neanche piu niente di carino.

14-tu volevi che io pubblicassi le nostre foto ma tu le mie non le hai mai pubblicate. e a quelle che ti contattavano non dicevi che ti eri fidanzato. cosa devo pensare?

15-io non mi sarei mai voluta fidanzare. hai datto tutto tu! e ora che sono davvero convinta, innamorata e ormai "svuotata", mi ignori. sei premuroso quando ci vediamo ma come un fratello. e io soffro. 

16- avrei voluto un uomo al mio fianco e invece ho l'ennesimo ragazzino. menomale che sono in grado di gratificarmi da sola, che ho il mio mondo, le mie cose, le mie certezze e le mie sicurezze. altrimenti ora sarei disperata e ti avrei già tradito, come facevo quando ero giovane e insicura... 

17-vorrei dirti tutto questo ma non ci riesco. e così mi chiudo in una sorta di mutismo e parliamo dei soliti convenevoli. 

Gio

03

Mag

2018

Pentita felice

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ciao!

sono una ragazza di 24 anni. Ero fidanzata con uno stronzo mammone. La sua famiglia e lui mi sfruttavano, al punto che se lo invitato a cena fuori dovevo portarmi i suoi fratelli di 15 e 13 anni e pagare la cena anche a loro. Oppure quando mi invitavano a casa sistematicamente dovevo fare la spesa perche non c'era niente in frigo. Stavo con lui da 3 anni ma prima ero accecata dall'amore...poi ho iniziato a aprire gli occhi. Conoscevo i suoi amici e il suo migliore amico mi piaceva molto. Cosi abbiamo iniziato a uscire insieme di nascosto da amici. Niente di che un aperitivo in cui io mi sfogavo del mio attuale ex e lui si sfogava della sua fidanzata che lo aveva mollato un mese prima. Una cosa tira l'altra e cosi una sera mentre ero col mio fidanzato a casa mia a litigare mi chiama il suo amico e mi dice se voglio uscire. Io non ci penso due volte. Vado a prepararmi e racconto al mio ragazzo che una mia amica ha bisogno di uscire perché ha litigato col fidanzato. Quindi esco con il migliore amico del mio fidanzato pensando a una sera come le altre. Andiamo a mangiare un gelato e camminare sulla spiaggia perché avevo bisogno di rilassarmi. Abbiamo parlato per due ore fino a quando io gli sono saltata addosso, e lui ci é stato. Prendevo la pillola quindi ce ne siamo fregati di quello che poteva succedere. Finito il tutto io sono tornata a casa e avevo il mio fidanzato ad aspettarmi. Aveva voglia di me e non potevo tirarmi indietro perché gli avevo già dato molte scuse e poi mi sentivo un pochino in colpa per quello che era successo. Cosi vado a farmi una doccia e poi faccio sesso anche col mio ragazzo. La mattina seguente lui mi dice che saremmo andati in piscina. E che dovevo non solo bidonare la mia amica venuta da lontano per trovarmi e con la quale avevo prenotato posto sulla spiaggia al mare con lettini e tutto ma che dovevo inoltre pagare il biglietto a sua sorella perché era lei che voleva andare in piscina a trovare gli amici di scuola. Siccome io avevo la macchina ero in dovere di accompagnarla secondo loro e di pagare il tutto rimettendoci anche per la giornata che avevo organizzato mesi prima con la mia amica. Presa dalla rabbia lo ho lasciato. E sono tornata dal suo migliore amico. Lui non rassegnato ha voluto continuare a vedermi e parlarmi per un anno intero. Io nel mentre per vendetta ho continuato a fare sesso sia con lui chr con il suo migliore amico. poi per scrollarmelo definitivamente di dosso gli ho detto che mi facevo il suo migliore amico e che era molto piu dotato di lui. Ho continuato a essere la amica di letto del suo migliore amico felicemente soddisfatta. sono pentita solo di aver sprecato 3 anni di vita con un soggetto simile. Casi umani in abbondanza. 

Sab

28

Apr

2018

Italia: Paese di merda? lavoro carente al massimo?

Sfogo di Avatar di Tamara95Tamara95 | Categoria: Altro

HELLO: mi sfogo per la situazione che viviamo in Italia. Ho 22 anni, non prendetemi per una populista ma io credo che a molte persone stia sfuggendo qualche particolare. Frequento una facoltà universitaria che mediamente ti impiega da qualche parte dopo la laurea entro 1\2 anni. Da questo punto di vista non mi lamento, ho fatto una buona scelta e ciò che studio mi piace (anche se non ci impazzisco): Quello che studio non è stato mai il mio sogno, diciamo che ho cercato un compromesso fra ciò che amo e quello che può darmi futuro. Se tante volte, per la difficoltà delle materie scientifiche in cui sono costretta a cimentarmi, ho voluto lasciare ora non mi pentirò mai della mia scelta... perché se avessi fatto "polpette" sicuramente finirei sul lastrico della strada. Non voglio giudicare nessuno, mi sto solo SFOGANDO. SPero che qualcuno la pensi come me..... fin dal liceo avevo questa pressione del riuscire bene a scuola, perché se no sarei finita a fare la barbona. QUesto è quello che mi ha trasmesso mia madre, non è che mi ha detto testuali parole.... ma mi ha messo molta ambizione.. questo ha fatto si che io uscissi con un voto molto alto e abbastanza soddisfatta. Ovviamente chi se ne frega di cosa hai fatto a scuola? Tutto viene dopo. La mia famiglia è moooolto modesta, e diciamo che campiamo con il lavoro di merda di mio papà (commerciante) e degli affitti di alcune case di mia madre (grazie nonno!) . Evito di dire queste cose ai miei conoscenti se no penserebbero "mmm affittiii, allora non ti lamentare", chiaramente si arriva a circa 1600 E al mese per 4 in famglia. Dobbiamo ringraziare mia madre... per questo penso che lei mi dia queste ansie e che lo faccia per il mio bene; inoltre mio padre credo ch enon veda di buonissimo occhio il mio ragazzo; lui sa che è una persona apposto, buona e sincera, ma non ha tanti soldi... quindi penso che forse si proeitta in lui e non vorrebbe che io finissi come mia madre, a mandare avanti una famiglia. OKKKK Ora ho raccontato troppe cose personali. Quello a cui voglio arrivare è che tutto ciò mi ha portato a GUARDARMI attorno e rendermi conto che il Paese in cui vivo è praticamente povero, davvero. Vedo tantissima sofferenza nei giovani e odio tutti quelli che ci accusano di volere troppo... io sono convinta che i giovani siano davvero degli schiavi, e il futuro è una sorta di realtà distopica. Io la vedo così. Chiaramente ognuno ha la sua situazione, c'è chi è benestante di famiglia, chi è iscritto a medicina, chi ha trovato comunque un buon posto di lavoro ecc... ma per il resto avverto davvero molta crisi. Ho paura per il mio futuro e so che sicuramente dovrò andarmene da qui, perché non c'è un cazzo!!!!! Sto male nel pensare di dover andare via. Un Paese non dovrebbe permettere ai suoi cittadini di essere costretti a fuggire. ODIO tutti i motivi che stanno dietro a questa situazione. Non voglio parlare di governi, economie, tasse ecc. perché potrei dire delle cazzate, ma davvero non se ne può più... L'Italia è fra gli ultimi in Europa per questo motivo.. e... bo, vabbè basta scrivere minchiate. 
Sfogo effettuato.

OVVIAMENTE SCUSATE PER LA PUNTEGGIATURA E PER LA GRAMMATICA. HO SCRITTO DI GETTO COME JAMES JOYCE, CHE NELLE SUE OPERE CREAVA UNA SORTA DI DIALOGO DI COSCIENZA INTERIORE. 
Ditemi che ne pensate, ciao.  

Sab

28

Apr

2018

Mi incazzo quando mi escludono?

Sfogo di Avatar di Tamara95Tamara95 | Categoria: Ira

Salve. Vi è mai capitato di vedere foto dei vostri amici che escono ma che non vi hanno invitato? a me è successo da poco, in realtà due amiche... sono entrambe single e credo che siano nel periodo in cui hanno bisogno di conoscere nuova gente e farsi vedere, infatti pubblicano mille stories su instagram e foto su facebook. Io sono felicemente impegnata, ma odio le persone che appena si fidanzano scompaiono dal giro di amicizie, motivo per il quale cerco sempre uscire con gli altri e sono sempre disposta a fare nuove amicizie. Sono molto impegnata con lo studio, motivo che mi porta a non potere sempre uscire.. inoltre non mi va di fare tardi la sera e andare in quei classici posti per attraccare. Anche quando ero single odiavo tutti quegli ambienti da rimorchio, preferisco andare a vedere concerti, serate in disco con musica selezionata, andare in birreria ecc. Forse è per questo che a volte sono "esclusa". ho dimostrato la mia offesa...ma io sono la prima a ODIARE un amico\a quando si incazza perché è stato escluso, quindi evito fare troppe polemiche. Minchia poi appena si fidanzano anche loro diventeranno più tranquille e non vorranno più fare serata. Boh capisco che ognuno ha il suo "status sentimentale" però che cazzo, non è giusto. 

Ven

27

Apr

2018

Compleanno iniziato di merda

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Oggi è il mio compleanno... sono molto triste e delusa dal mio fidanzato. Stiamo insieme da 14 mesi, non è un tipo molto romantico, mai fatta una sorpresa, i regali per me difficilmente li ha scelti lui... Abbiamo litigato poco fa perché negli ultimi giorni mi ha completamente ignorato ed ero molto triste per questo ed altri motivi, allora gli ho detto di voler andare a letto e lui fa "io ti volevo fare gli auguri, aspetta ancora un po'." È mezzanotte e mezza e ancora non mi ha scritto un messaggio né telefonato, ho provato io a chiamarlo per dargli la buonanotte e nemmeno mi ha risposto. Mi aspettavo, una volta ogni tanto, una sorpresa, un gesto carino, e invece niente. Ogni giorno mi sento sempre più data per scontata. Ho iniziato i miei 16 anni piangendo...

Gio

19

Apr

2018

Il karma esiste?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ragazzi dovete aiutarmi perché mi è entrata in testa un'idea e devo rimuoverla il prima possibile.Il mio ex era fidanzato con una ragazza, si sono lasciati e lui si è fidanzato con me. L'ho lasciato io usando a quanto lui dice le giustificazioni che usava lei, anche se non ho mai approfondito; lui era molto geloso e possessivo nei miei confronti. adesso io sto frequentando questo ragazzo e ho notato di essere diventata io quella gelosa, parlando con un amico è venuto fuori questo concetto di karma e non capisco bene quanto riderci sopra o preoccuparmene. Secondo voi sta girando la ruota anche per me? mi sembra di essere impazzita ultimamente vi giuro. Spero possiate dirmi la vostra buona serata a tutti 

Gio

19

Apr

2018

Sono triste perché so già che finirà

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Accidia

Ormaii sono mesi che siamo insieme e io sono innamoratissima di lui. E' una persona intelligente, simpatica e bella sia fuori che dentro (almeno così sembra). Tuttavia, ho molte perplessità... abbiamo una concezione della vita diversa.

lui si è vissuto la gioventù e ha fatto tantissime cazzate. Io ne ho fatta qualcuna soltanto sotto i trent'anni, perché solo allora ho avuto la mia indipendenza economica e ho potuto quindi vivere lontano dai miei, che non mi avevano mai permesso di fare niente.

lui sogna matrimonio e figli, una casa grande con cane, giardino, la donna che cucina per lui, è sempre disponibile, non ha particolari pretese e prende la pillola. Io non sogno niente di tutto ciò, né con lui né con nessuno. io ho fatto tanto per avere la mia libertà e non sono disposta a rinunciarvi. tra l'altro, voglio studiare ancora e cambiare lavoro un giorno.

TUttavia, sono ormai uscita da quella vita in cui avevi solo voglia di divertirmi. amo lui e gli sono fedele. non mi sono mai sentita così felice con nessuno. condivido molte cose con lui ma non sono pronta per fare una vita così come la vuole lui e forse non lo sarò mai. non è colpa sua, ma della mia indole e del mio vissuto.

io gli ho spiegato che per me il matrimonio e i figli non sono mai stati un sogno, anzi, tutt'altro. tuttavia tra qualche anno potrei cambiare idea... ad ogni modo lui vorrebbe andare a convivere tra qualche mese ma io sono terrorizzata al solo pensiero di alzarmi presto per andare al lavoro, pagare l'autostrada e la benzina (ora vado al lavoro a piedi), di dargli conto dei miei stati d'animo, di dover cucinare per lui e vivere in un paesino isolato.. anche l'idea di non essere mai da sola mi spaventa. poi con lui so già che spenderò un sacco di soldi...

Però l'idea che mi terrorizza di più è la seguente: noi abbiamo un argomento tabu', che è la contraccezione. Per lui gli unici contraccettivi esistenti sono quelli ormonali, che io non voglio assolutamente prendere.

La sola idea di farlo mi terrorizza in modo allucinante. preferisco soffrire per la nostra separazione, piuttosto che ingerire roba simile. abbiamo fatto più volte questo discorso ma sempre in modo vago e un po' scherzoso. peccato, però, che ogni volta che mi ritrovo a tornare a casa da sola in macchina, penso a questi discorsi e piango. sono sicura che sarà questo il motivo della nostra rottura. non riusciamo ad accordarci in alcun modo. il fatto che lui voglia convincermi lo trovo egoistico e irrispettoso nei miei riguardi. mi ha sempre detto che le sue ex invece avevano accettato. ma che tornasse da loro, allora! 

Lo adoro ma quando penso a questo discorso, vorrei non averlo mai conosciuto. so già che soffrirò tantissimo quando ci lasceremo. Non so proprio come fare per affrontare il discorso in modo maturo e fargli capire una volta e per tutte che non cambierò mai idea a riguardo. è sempre lui a tirare fuori l'argomento, io non ne ho il coraggio; e quando lo fa, dopo due battute scherzose, smettiamo di parlarne. mi sento una bambina.