Tag: tradimento

Mer

19

Set

2018

Cerco consigli

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

La situazione è questa: sono fidanzata da quasi 2 anni con un ragazzo con cui sto molto bene, è come se fosse il mio migliore amico, abbiamo gli stessi gusti, è gentile e disponibile e andiamo molto d'accordo... fisicamente però è da un po' di tempo che mi piace sempre di meno. Però il tempo che passiamo insieme è sempre molto piacevole e lui è colto e intelligente...

Ad aprile ho conosciuto un altro ragazzo, che ha cominciato a scrivermi e siamo entrati sempre più in sintonia... finché mercoledì scorso per farmi una sorpresa è venuto a trovarmi sotto il mio lavoro e abbiamo parlato moltissimo. Non credo che potrei mai trovarmi in sintonia con lui come con il mio attuale ragazzo, eppure lo penso sempre più spesso, quasi ossessivamente. Immagino battute da fargli, di stare insieme, e mi è capitato di pensare a lui andando a letto con il mio ragazzo. per quanto lui abiti fuori città e sia molto diverso da me, non posso negare che mi piaccia, almeno a livello superficiale. oggi gli ho chiesto di non scrivermi mai più, ma invece di sentirmi sollevata mi sento persa e triste.

Cosa dovrei fare? Non riesco a capire se sia una cotta passeggera o il segnale che devo chiudere con il mio attuale ragazzo.

 

Sab

01

Set

2018

...zero sensi di colpa.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

ho un bimbo di 5 mesi...sto con suo padre da meno di 3 anni...c’erano molti problemi già prima che rimanessi incinta...

da oltre 1 anno sento il mio amore platonico nato 11 anni fa. Da poco ci siamo rivisti e io non penso ad altro. Solo un bacio, ma mi ha fatta vibrare e sentire viva, come non accadeva da tanto tanto tempo.

non riesco a sentirmi in colpa. Il mio compagno una volta al mese se mi va bene, si ricorda che esisto. E, scusate la volgarità, ma mi scopa, non fa l’amore con me.

mai un gesto carino. Tutto sempre dato per scontato.

ci provo, in molti modi a migliorare la situazione: giochini, confronti, lingerie. Niente. Potrei girare nuda per casa senza sortire il minimo effetto. 

davvero dovrei arrendermi a una vita così piatta per il bene di mio figlio? 

 

Sab

01

Set

2018

Ho il dubbio che mi abbia tradito. Aiutatemi.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti, vi scrivo perchè sono confusa sulla situazione che sto vivendo con il mio fidanzato (che in questo racconto chiamerò G per comodità). Il dubbio mi sta mangiando l'anima e mi sembra tutto una presa per il culo. Non so piu' cosa credere e allora chiedo un parere esterno a persone che non mi/ci conoscono. E magari mettere tutto nero su bianco mi aiuterà.
Premessa:
E'un anno che stiamo insieme. Io 25 anni studentessa, lui 26 anni fotografo.Sono stata felice con lui, mi ha sempre coinvolta con la sua allegria e leggerezza. Tuttavia, ci sono stati momenti in cui ho sofferto perchè non mi sentivo (e tuttora non mi sento) parte integrante della sua vita. Vivamo in città diverse, ci occupiamo di ambiti diversi, non abbiamo amici in comune. Io non mi sono mai sentita la sua compagna. Mi sono sempre sentita un'estranea le poche volte che siamo usciti con i suoi amici. Non conosco la sua famiglia, non sono mai stata a casa sua. Ci sono voluti diversi mesi prima che che dicesse ai suoi amici stretti che ''usciva'' con me. Inoltre, ho dovuto fidarmi fin da subito (diffile per me considerando che vengo da storie passate di tradimenti) quando ho scoperto che la maggior parte delle sue amicizie sono femminili, fra cui pure la sua ex di 5 anni fa.Inoltre mi ha sempre ferito la sua riservatezza. Non mi ha mai voluto parlare delle sue ex (non so nemmeno i loro nomi), non posso toccare le sue cose (ad esempio il portafoglio, l'unica volta che l'ho fatto mi è caduta una fototessera di una sua amica con cui è finito a letto una volta anni fa. Si è giustificato dicendo che aveva perso una scommessa e doveva tenere la sua foto nel portafoglio), fino alla settimana scorsa non sapevo nemmeno il suo indirizzo di casa. Ma sopratutto non posso in nessun modo toccare o vedere il suo cellulare, non posso avvicinarmi che blocca la schermata e cambia sempre  codice di sblocco. Eppure passa un sacco di tempo al cellulare, le volte in cui gli ho fatto domande si è innervosito  perchè dice che non mi fido, sono stressante e che parla con i suoi colleghi di lavoro.
Ci vediamo poco e sempre ad orari assurdi (una volta a settimana, magari all'1.00 di notte). Perchè lui lavora nelle discoteche e  nei fine settimana, mentre io ho lezione e lavoro tutto il giorno. 
Insomma, mi sono sempre sentita ''tenuta a distanza'' e non mi sento ufficialmente la sua ragazza, quasi mi tenesse nascosta o avesse dei segreti. Riguardo a questi comportamenti mi ha sempre detto che lui è riservato e che comunque non vuole che la sua vita privata con me diventi di dominio pubblico. 
Ovviamente questo tipo di comportamento ha fatto crescere delle insicurezze in me, dei dubbi sulla sua fedeltà o quanto meno su quanto effettivamente ci tenga a me. 

Il fatto:
Due giorni fa mi chiama il mio ex (con cui ho un rapporto di amicizia) dicendo che è a un festival di musica e ha visto G. che baciava un'altra.
Pochi istanti dopo mi chiama G per sapere cosa facevo e io rispondo normalmente chiedendogli con chi era al festival. Mi dice che è con delle sue amiche (evasivo), ma che in quel momento era andato a prendere una birra da solo. Fine chiamata.
Salgo in auto richiamo il mio ex che mi descrive quello che ha visto, sento che chiede conferma ai suoi amici che hanno visto tutto.
Arrivo al festival e chiamo nuovamente G. e gli chiedo dov'è.
G: sono seduto su una panchina lontano dalla musica per parlare... ci sentiamo dopo?
io: Perchè? Sentiamoci ora. Con chi  sei?
G (innervosito): Perchè ora sto parlando, te l'ho detto
Voce di ragazza in sottofondo: no no, parla, tranquillo
io: Con chi?
G: Te l'ho già detto con chi sono, cosa succede? che cos'hai? 
io: perchè non vuoi rispondermi? chi era quella ragazza?
G (sempre piu' nervoso): Era Sara! (migliore amica) Ora mi dici cosa c'è?!
io: niente, mi sembravi solo strano. Ci voleva tanto a dirmi che era Sara?
Ci siamo salutati, parcheggio, ed entro al festival a cercarlo per vedere se mi stava dicendo cazzate o no.  

Lo cerco ma non riesco a trovarlo.
Allora gli invio una foto di un anello che vendevano alle bancarelle dicendo se passava a comprarmelo perchè  mi piaceva e avevo paura che lo comprasse qualcuno. Gli dico che la foto me l'ha mandata un'amica ma che era già andata via. 
Lui mi ha detto che non aveva soldi (non l'ho mai visto uscire senza soldi), che me lo veniva a comprare domani, che le bancarelle probabilmente erano già chiuse.. io ho insistito tantissimo come se fosse l'anello della mia vita, ma niente. Non è voluto andare.

A questo punto inziano a venirmi dubbi sempre piu' grandi e sale la paura che sia effettivamente con un'altra. Lo cerco, ero agitatissima. Non lo trovo. Lo chiamo:
io: Dove sei?
G: Sto andando via..
io: ah... io sono venuta a farti una sorpresa, per questo ti ho detto della bancarella. Dai dove ci vediamo?
G: Eh io sto andando via ormai, sono all'uscita
io: Anch'io sono qua. Ci vediamo davanti la scritta 'uscita'?
G: ok, dammi 10 min e arrivo
io: no ti raggiungo allora, dimmi dove sei
G: io sono già davanti l'auto, stavo andando via. 
io: Ma pure io sono nel parcheggio! Sono venuta fin qui per farti una sorpresa, almeno salutami cazzo
G:  Senti, questi giochetti mi hanno rotto il cazzo. Prima l'anello, poi vieni qua a controllarmi. Ci vediamo domani
io: bravo, allora dimmi con chi sei in auto.
G: Con Sara, devo accompagnarla a casa. ciao
io: ma che cazzo fai?! Sono qui nel parcheggio, fermati cazzo
G: no, hai rotto i coglioni con queste storie. ci vediamo domani 
io: se te ne vai ora, è finita. fammi vedere con chi sei in auto
G: allora è finita. buonanotte
io: ma cosa cazzo dici? ma sei impazzito? 
G: se vuoi ci vediamo dopo per parlarne ora devo portare Sara a casa
io: no, fermati ora!
Chiude la chiamata. 
Chiamo Sara. Sara mi risponde addormentata dicendo che era con G fino a poco prima, ma era già tornata a casa.
Lo chiamo 5 volte e non risponde.
Mi sento morire.
20 min dopo gli scrivo di vederci al parco.

Il confronto:
Quando arriva gli dico che Sara era a dormire e voglio sapere con chi cazzo era.
Mi dice che era la sua ex (quella con cui è stato 5 anni fa e ora sono amici).
Gli dico ''per me è già finita per come ti sei comportato, perciò puoi dirmi anche la verità. Sono venutà perchè mi hanno detto che ti stavi baciando con un'altra. Quindi con chi ti stavi baciando; con la tua ex o con una nuova?''
Lui nega tutto. Dice che era con la sua ex e le altre sue amiche. Che non c'è stato nessun bacio, che non mi fido di lui, che si sentiva offeso, che non vuole altra ragazza oltre me, che non si permetterebbe di farmi questo visto quello che ho passato, etc.
Mi dice che c'è stato un abbraccio, un bacio sulla guancia e uno sulla fronte mentre la consolava perchè lei stava piangendo e che magari chi mi ha chiamata ha visto male al buio. Mi ha incolpato di fidarmi di piu' del mio ex che di lui, che ho 0 fiducia nei suoi confronti e lo sto accusando ingiustamente.
Io gli chiedo perchè non si è fermato nel parcheggio allora, se non c'era nulla da nascondere che senso ha avuto fuggire in quel modo davanti a me?
Lui mi dice che non si è fermato perchè aveva paura che gli facessi fare una figuraccia perchè ero incazzata nera.
Gli chiedo di descrivermi come era vestita la sua ex e la scena dell'abbraccio... corrispondeva alla scena che mi avevano raccontato.

Il giorno dopo contatto la sua ex su instagram. Mi presento e gli dico che vorrei parlarle appena è disponibile.
1ora dopo sono con G e gli arriva un messaggio da lei: '' Nome Cognome è la tipa con cui stai uscendo?''
Mi sono sentita morire quando mi sono resa conto che la sua ex non aveva la minima idea che lui fosse fidanzato e nemmeno quale fosse il nome della sua fidanzata da un anno. Mi sono sentita  uno schifo, invisibile. Come se nella sua vita non avessi mai contato un cazzo.
Lui mi dice che non è mai capitato di parlarne e che comunque lui è motlo riservato riguardo la sua vita privata.

La conclusione:
Io non saprò mai se lui mi ha tradito. Non ho prove materiali. Non ho visto niente.Mi sono state riferite delle voci e basta.
Ma quello che ho visto è lui che scappava via in auto insieme a un'altra ragazza, mentre io gli urlavo di fermarsi e farmi vedere con chi era. Lui non si è fermato. Lui è scappato letterlmente via.
E se è vera tutta la sua versione, perchè scappare? Perchè avere paura di una figuraccia? Perchè non dare spiegazioni alla tua fidanzata che ti sta urlando di fermarti?

Sinceramente, voi cosa ne pensate?
Ci credereste?
Cosa fareste?
Sono esagerata?

Datemi un giudizio su tutto; sul suo essere evasivo, sul tenermi lontana dalla sua vita, su quello che è successo quella sera...
Io non ci capisco piu' nulla. Ho bisogno che qualcuno mi dica il suo parere perchè sto diventando pazza.

Mer

29

Ago

2018

la vita fa schifo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho appena lasciato il mio trombamico perchè mi sono innamorata di lui, ma lui si è fidanzato. Partendo dall'inizio: io uscivo da una relazione complicata di 8 anni, l'ho conosciuto e per prima cosa gli ho detto che non cercavo una cosa seria, abbiamo iniziato ad uscire e divertirci. Dopo qualche mese mi ha proposto un fine settimana insieme e dopo un tira e molla alla fine ho rifiutato, da lì ha iniziato ad allontanarsi, ci siamo sentiti poche volte in due mesi e poi lui l'ha incontrata e si sono messi insieme e abbiamo riniziato ad uscire. Ora lui l'ha presentata a tutti come la sua ragazza e io ho deciso di non vederlo più perchè come una stupida mi sono innamorata e non credo sia giusto continuare ad essere il terzo incomodo. Ci sto soffrendo tantissimo, avrei potuto sopportare la situazione pur di continuare a vederlo ma non lo trovo giusto e non credo neanche che sia giusto soffrire così tanto per uno che non si fa nessun problema a fare le corna alla ragazza con cui sta da poco. 

Lun

27

Ago

2018

Ho messo la testa a posto (forse)

Sfogo di Avatar di VerdeacidoVerdeacido | Categoria: Altro

Nell’ultimo anno ho deciso di mettere la testa a posto.

Ho avuto una vita parallela per 12/13 anni. Dalle semplici corrispondenze, all’amicizia poi portata nel reale (mentendo sull’origine), a uomini coi quali son finita a letto. Uno dei quali, è stato mio amante per quasi 5 anni e mezzo.

Perché ho iniziato ad avere una vita parallela? Per via di una famiglia opprimente e dei suoi problemi che sono ricaduti su un’adolescente. E per via di un fidanzato (poi diventato marito) geloso e possessivo fino al midollo. Si va bè, lo so, niente giustifica l’essere una persona di merda. Va bene avere amicizie ma le storielle di sesso potevo risparmiamele, va bene.

Poi un paio di anni fa ho iniziato a pulire la mia vita dalle cose tossiche. Ho iniziato a metterla in ordine. Ho iniziato a chiudere tutti i rapporti inutili. Via prima gli uomini (ormai già in via d’estinzione), via poi le corrispondenze (ormai, trovarne una autentica è cmq cosa rara, son più le fregature).

L’effetto collaterale è stato perdere anche l’amica, con estremo dolore. Un dolore assurdo.

Abbiamo iniziato corrispondendo. Una corrispondenza meravigliosa. Poi abbiamo iniziato a frequentarci e… e niente, un’amicizia per me semplicemente meravigliosa.

Non appena la sua vita è diventata più interessante mi ha messa da parte. Nel momento sbagliato… perché complice la mia operazione chirurgica di rimozione delle persone ‘superflue’ è finita che ci ho perso pure lei, un annetto fa.

Oggi il mio matrimonio funziona. Tanto che abbiamo deciso di metter su famiglia.

“Brava cogliona che non hai chiuso prima con tutto quello che ti intossicava le visuali” mi dico.

Ma mi sento smarrita. Ho paura. Continuo ad allontanare le persone.

Ho ridimensionato il rapporto con la mia famiglia.

La cosa particolare è che mio marito non sapendo di tutti gli altri che avevo attorno, ovviamente, non può capire che ora mi sento sola. Per lui lo sono sempre stata.

Ma alla fine, nonostante questa sensazione di solitudine, ho ridotto anche i miei rapporti con le poche persone che ho nel mio quotidiano. Alcune persone hanno sofferto la mia mancanza, lo so. Ho tirato dritto.

Che cretina. Ho paura di rimanere sola e che faccio? Sparisco.

Mio marito vorrebbe un figlio. All’inizio non volevo. Non volevo perché ho avuto una famiglia opprimente ed ho paura di sbagliare. Ho paura di non essere una buona madre, visto che le righe di cui sopra evidenziano una persona di merda.

Ho paura poi che questo bimbo rovini l’equilibrio con mio marito. Ho paura che si senta poi trascurato. Leggo di mogli che una volta usato il marito come inseminatore, lo ripongono sul camino tipo soprammobile (esattamente come fece la moglie del mio ex amante) e sta cosa mi sta sui nervi. 

Non tralasciamo che mi piacciono troppo gli uomini, specie se dominanti, per la monogamia. 

E oltre a non meritare mio marito una moglie stronza, mio figlio non meriterebbe una mamma zoccola.

Tra l’altro vari esami hanno tirato fuori qualche problemino nel concepire. Forse nemmeno la natura vuole che sia madre. Ma se alla visita che ho fra poche settimane, la dott.ssa mi dicesse che non posso averne… penso sprofonderei. Mio marito continua a dire che mi ama, che vuole un figlio da me ma che se non potessimo averne la nostra famiglia saremo noi… ma so che se non potessi averne, lo deluderei. Mi ha persino proposto di adottare. Lui… egoista, stronzo e razzista, addirittura mi ha proposto di adottare un bambino anche straniero. Cosa di cui io sarei davvero felice. Anzi. Cosa di cui IO sono felice, perché mio marito si sta dimostrando un marito perfetto. Diventato perfetto dalle ceneri di uno stronzo egoista e quasi violento. Ancora su alcune cose fa fatica. È gelosissimo di qualsiasi cosa non lo coinvolga… quindi sono bandite le frequentazioni ‘solo mie’. Aperitivi con colleghi, iniziative etc… tutto bandito.

E niente. Mi sento smarrita. Non ho nessuno. Questo mi fa paura. Ma continuo ad allontanare le persone.

 

Dom

26

Ago

2018

Non ce la faccio più!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti. E da un po' di tempo che mi sono stati riferiti dei comportamenti che la gente ha nei miei confronti all'esterno della mia presenza. Vi spiego meglio: vado ancora a scuola, e fortunatamente non mi sono trovata in classe con nessuno dei miei conoscenti. Ricordo che in 3 elementare litigati brutalmente con la mia ex migliore amica, dato che lei per i miei gusti era troppo vanitosa e presuntuosa. Non arrivammo ad usare le mani, nessuno pianse e la storia si concluse semplicemente. Non ci parlammo piu a meno che non si trattasse di un saluto obbligatorio. Quando cominciarono le scuole medie pero, lei (ripeto, fortunatamente) si trovò in una classe differente dalla mia. Così, ancora piena di rancore (inesistente) decise di sputtanarmi (senza avere motivi per farlo) nella su classe, inventando storie di bullismo inesistenti e trasformando il tutto in una tragedia greca. Ovviamente, quei cretini dei suoi compagni ci credono pure, e ciò ha portato Delle conseguenze non proprio gradevoli, ho perso molti "amici" e questo mi impedì anche di farmene di nuovi. Scrisse addirittura dei testi sulla sua storia di "bullismo" scatenando le vocine di quei menomati dei suo compagni, che chiedevano chi fosse il "bullo" in questione. Successivamente, accadde un'altra cosa spiacevole. Avevo un'amica che aveva la faccia a forma di mela, e le dissi "che carina la tua faccia, ha una forma di mela!" Lei si offese, andò piangendo dalla madre e lei mi accusò di "crimini" da me mai commessi. Chiamo mia madre, dicendole "signora, sua figlia ha dei problemi mentali... evidentemente ha preso dai genitori" e successivamente mi accusò di altro, ovvero. "sua figlia si guarda i porno e bullizza mia figlia" cose OVVIAMENTE false, che vennero confermate dai nomi dei "testimoni" che lei diede. I testimoni vennero telefonati e tutti mi dissero che avevo tagionr io, ma questa donna mia accusò dicendo "ovvio che le danno ragione, hanno paura di lei" e altro. Successivamente uscirono altri fatti, questa donna aveva gia BULLIZZATO, PERCHÉ QUELLO CHE FA LEI È BULLISMO.  Già altri bambini e addirittura ADUKTI. e persi ancora molti amici. Quest' anno invece, sembrava tutto andare per il meglio, quando chiesi una curiosità su una persona a una mia amica. Le dissi esattamente "siccome tu sei sua amica, è vero che lei è lesbica?" Siccome io in quel periodo non riuscivo a capire se fossi etero o no, sperai che lei mi avrebbe potuto aiutare a definire il mio orientamento. E invece? Tragedia greca! Questa tipa mi accusa di aver detto il suo segreto a tutti, nonostante lei lo avesse scritto praticamente OVUNQUE. E da lì, le scrissi delle scuse (senza aver fatto niente) e lei non mi degnò di una risposta! E mi sono fatta un altra nemica! Ma io mi dico, tutte a me devono capitare?! Basta, non ce la faccio proprio più! Io non ho fatto praticamente nulla, loro ne hanno fatta una tragedia! Scusate il lungo messaggio, ma ora dopo essermi sfogata mi sento meglio.

Mer

22

Ago

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ciao,Voglio un ragazzo che è fidanzato.Non riesco a decifrare il comportamento di qst ragazzo, è strano! L'ho conosciuto in palestra e inizialmente mi guardava e fissava tante volte. Passava da dove facevo io degli esercizi forse per farsi notare. Parlava dopo con le stesse persone con cui parlavo io poco prima. Insomma notavo molte cose che mi intrigavano.Ho forzato un po' la mano. Ho deciso di far capitare una serie di coincidenze.quando usciva lui dalla palestra uscivo anch'io ma lo anticipavo sempre con grande fortuna così lui non se n'è mai accorto. Due volte mi è capitato di passare con la macchina di fronte la palestra all'orario in cui solitamente esce lui. E poi prendendo la via di casa mi accorgevo che lui mi era dietro. Abitiamo anche vicino. Altre due volte l'ho incontrato nello stesso posto dici si beve e si balla sul mare e lui mi ha guardato fisso come se mi volesse salutare "detto dalla mia amica", ma io ho solo dato l'idea di tirarmela un po' per rendergli un po' più difficili le cose.Poi però....Un giorno il mio istruttore lo sfotteva e lui lo zittì dicendo che in palestra ci fosse la sua fidanzata. Ragazzi non era la sua fidanzata, bensì l'amica. Un giorno aveva l'occasione di fare gli esercizi accanto a me con il tappetino ma lui prende il tappetino e va a farli da un'altra parte.Poi iniziano le vacanze estive e non lo rivedo più.Però è un vero gnocco, e vorrei davvero avere una serata con lui. Non me ne frega niente che lui sia fidanzato, non guarderebbe e non farebbe il galletto se poi ci tenesse così tanto alla sua fidanzata. Che devo pensare di lui? Come mi devo muovere? Lo voglio e basta. 

Mar

21

Ago

2018

Ma siete tutte suore?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ma possibile che non c'è una che ci prova se ti vede la fede al dito? Caspita eppure non sono da buttar via... solo perché sono sposato e ho un figlio non ti guarda più nessuna. Ma dove sono le tanto nominate "rovina famiglie?" Tutte integerrime? Ma dove siete? Una che si faccia avanti non c'è? E provateci no? Provate a rovinare sta famiglia che intanto è già corrosa dentro... 

Mer

08

Ago

2018

ma perchè si tradisce?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ma perchè stai con qualcuno se poi lo tradisci? se non stai bene con qualcuno non fai prima a mollarlo? vorrei capire cosa passa per la testa delle persone. io ho scoperto di essere stata l'amante e ci sono rimasta male io e ancora ci sto male, mi sono fatta un sacco di problemi manco fossi stata io quella che non riesce più a passare dalle porte... 

Gio

02

Ago

2018

La mia condotta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

In una pausa di riflessione ho tradito. Non mi sentivo in colpa perché per me la storia era finita. Ma adesso sì