Tag: lavoro

Dom

13

Gen

2019

Non so da dove iniziare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non riesco a cambiare la mia vita.

Va sempre peggio.

Sono stato lasciato da 1 mese dalla mia ex, stavamo insieme da ben 4 anni.

Ho 27 anni, a breve 28, e devo ancora finire l'università, mi mancano 5 esami (legge).

Il problema é che non ho voglia di fare nulla, forse sono depresso.

Ora che sono single mi rendo conto di quanto fosse importante per me la mia ragazza, non che prima non lo sapessi, ma ora sto capendo quanto ho perso.

Come ne esco? Mi sento grande, fallito. Non ho amici veri, quelli che avevo erano "in comune", e non mi ci sento più.

Cosa devo fare? Da dove inizio?

Devo rifarmi una vita sociale, trovare una persona da amare, finire l'università ed inserirmi nel mondo del lavoro... Ho paura di non farcela, mi sento troppo giù di morale.

Il 2018 é finito male ed il 2019 é iniziato peggio.

Help 

Lun

07

Gen

2019

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Pulire, lavare, stirare, portare le bimbe a scuola, lavoro, andarle a prendere, portarle in palestra, cucina, sistema, lavale e metterle a letto.... gli orari sempre diversi, le cose da fare sempre di più e nessuno che mi aiuta... Inizio davvero a stufarmi e nemmeno se non muovo piu un dito funziona, anzi è peggio. In più la bimba che fa la sciocca, il compagno che non fa altro che lamentarsi e farsi gli affari suoi. Feste andate malissimo, brutte notizie e parenti senza cervello.... 

Non ho iniziato bene l'anno anno... Spero che prosegua meglio...  

Ven

04

Gen

2019

Il mio futuro rovinato!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti ho 33 anni e mi ritrovo senza una possibilità di lavoro certo, per colpa delle scelte che i miei genitori hanno fatto in passato, portandomi quando ero adolescente,all' estero. Sono stata infatti costretta, per non perdere tempo, a laurearmi in un paese dell'est,cosa che ha reso la mia laurea svalutata nonostante il mio impegno e le infinite pratiche per riconoscerla. In seguito sono rientrata in Italia, avendo ormai perso, in quasi 6 anni, le mie poche amiche del liceo (anche quest'ultimo interrotto e a finito all'estero). Dico poche amiche, sempre a causa dei miei genitori, che essendo in crisi, mi impedivano di uscire e di fare nuove amicizie per varie questioni di interesse e di benessere della loro coppia e che mi volevano egoisticamente tenere legata alla famiglia con il ricatto di aver bisogno di loro per vivere e che senza di loro sarei finita chissà come! Poi un pomeriggio per caso, ho incontrato un uomo,che data la mia ingenuità e la mia mancanza di esperienza nelle relazioni a causa della severità e della chiusura che c'era da parte dei miei genitori, mi ha intrappolata in una storia d'amore e di dipendenza affettiva(stavo con lui per sfuggire alla realtà infelice che loro mi avevano sempre fatto vivere) che è durata altro tempo, quanto bastava per risvegliarmi, e rimettere a posto pezzi dispersi della mia vita, tardando ancora di più nel mio cammino. Ho dovuto ricostruire tutto da capo, amicizie, autostima e capire chi ero veramente. In tutto questo, adesso i miei genitori cambiano discorso, fingono di non aver mai fatto niente di male e io invece intanto vedo le mie coetanee tranquille, laureate nelle loro città, che hanno fatto le loro esperienze da ragazzine,che adesso sono sposate, insomma che hanno avuto una vita normale. Io mi sento invece come se mi avessero interrotta e rovinata. Adesso non ha più senso laurearsi di nuovo, il tempo di finire avrei minimo 36 anni e nessuno assumerebbe una neolaureata di 36 anni senza esperienza.Purtoppo nelle posizioni che ho ricoperto mi hanno sempre poi valutata "non abbastanza formata" e quindi non ho mai avuto un lavoro stabile. Accidenti che rabbia però! Che colpa ne ho se gli altri hanno deciso per me e mi hanno demolita per poi lasciarmi a me stessa e alle mie torture che mi rendono insonne e che non posso condividere con nessuno perchè m ne vergogno!!!

 

Grazie e scusate lo sfogo.

 

D. 

Gio

20

Dic

2018

Lasciatemi lavorare!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Io vorrei tanto sapere che cazzo pretende la società da noi giovani, sembra che ogni cosa che facciamo sia sbagliata! Se cerco insistentemente lavoro nell'ambito per cui ho studiato guadagnandomi una faticosa laurea dopo anni di investimenti economici e stress sono una viziata che vuole il lavoro comodo bello e pronto e mi dicono "se volessi davvero lavorare andresti anche a lavare le scale", ma se cerco altre mansioni mi viene detto "ma sei scema che vai a fare la sguattera dopo esserti laureata?". Se cerchi qualsiasi tipo di lavoro ti ritrovi con stage retribuiti pochissimo o lavori da cameriera pagati a nero quindi zero contributi, zero crescita professionale e pericolo di essere mandata via da un giorno all'altro, perciò non puoi nemmeno prenderti una stanza da qualche parte perché dalla sera alla mattina rischi di non poter pagare nemmeno duecento miseri euro d'affitto. A casa i genitori fanno i despoti e ti trattano come un'adolescente anche se hai trent'anni perché non hai un lavoro e quindi devi stare ai loro comandi e vergognarti anche se esci a farti una passeggiata per prendere una boccata d'aria perché"potevi restare a casa ad aiutarmi", quando già praticamente dedico tutto il mio tempo a fare qualsiasi cosa possa essere di aiuto. Sono mesi che non riesco nemmeno ad uscire una sera per incontrare degli amici e devo anche sopportare che mi facciano sentire in colpa per aver detto che avevo bisogno di un paio d'ore un pomeriggio per rilassarmi un po'. Poi accendi la televisione e senti un opinionista del cazzo con il culo bello comodo sulla sedia dire che i giovani italiani sono viziati e stanno più comodi a casa con mamma e papà, ma col cazzo! Noi vogliamo lavorare, vogliamo farci una vita, avere un futuro! Sono stanca di questi cinquantenni di merda che dicono che ai loro tempi si lavorava in qualunque modo, grazie al cazzo, avevate la casa di proprietà ereditata dai nonni e anche un cameriere prendeva un bello stipendio a fine mese, sufficiente per campare. Secondo questi vecchi per essere considerati degni del paragone con loro dovremmo accettare di fare gli schiavi pagati a nero, sapendo che poi a quarant'anni potrebbero lasciarci in mezzo alla strada senza uno straccio di contributo o promessa per il futuro! Bello schifo! Sono stanca di questa società di vecchi bacucchi che hanno fatto fortuna quando le cose erano facili, potevi fare il cazzo che volevi senza controlli e bastava il diploma per andare a lavorare dove ti pareva mentre oggi vogliono attestati, esperienza di anni e cazzi vari. Ma fatemi lavorare porca puttana, dove vi pare, purché io possa almeno comprarmi da mangiare senza dover sentire in continuazione le lamentele e i giudizi dei miei genitori e di una società di merda che a noi ci ha buttati nel cesso da anni!

Ven

14

Dic

2018

Nuovo lavoro con orari impossibili!

Sfogo di Avatar di LeidiaLeidia | Categoria: Altro

Ho trovato lavoro! Alleluia direte tutti! Ma un full time da 44 ore settimanali, con 6 giorni di spezzati...Non glie la posso fa!

Ok ovvio che ce la posso fare, sarà che sono due mesi che faccio quelloc he mi pare all'ora che mi pare...Ma iniziare la settimana di natale in un supermerato di casalinghi! Oddio no! Lo so mi dico da sola che sono idiota a pensarla così, ma che cazzo avevo detto ormai il natale me lo godo a casa... e no invece!

Va bo, alla fine vedo come va... Ho problemi di cunso..ore, e la cosa mi preoccupa, vediamo come son messa ...Magari è meglio di quello che penso!

Mar

11

Dic

2018

Quando la ragione sonnecchia, Accidia prende parola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

Il mio ragazzo desidererebbe che, una volta finiti gli studi, lavorassi assieme a lui (sì, con lui e non per lui). I miei studi riguardano tutt'altro campo, ma, guardando l'esempio dei suoi, so che questo genere di carriera renderebbe tanto, faticando poco. Sono ad un passo dalla laurea e ogni tanto questo pensiero mi attira, e ci ricamo un po'. Poi, però, torno alla realtà e mi disgusto dinnanzi alla mia mancanza di iniziativa e ambizione. Mi rifiuto che la mia carriera sia definita dalle mie relazioni private. Continuo ad amarlo teneramente e so che farò di tutto per aiutarlo, pur conservando gelosamente la mia indipendenza.

Lun

10

Dic

2018

Andarmene o non andarmene

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non so se questo è più uno sfogo una richiesta di consigli, allora sono quasi straniera poiché pur nascendo non Italia da babbo italiano e mamma brasiliana, sono andata a vivere in Brasile quando avevo 7 anni, vivevo in una citta tranquilla cioe a Brasília-, un luogo molto lontano dagli stereotipi festa, spiaggia, calcio, poverta. È una città localizzata nella zona centrale quindi nell'entroterra, è li silavkra e basta, e non è difficile trovare lavoro.

Quando ho compiuto 18 anni mamma mi ha detto di venire ad abitare con delle zie, sorelle di mio padre, e tutto a posto, gentilissime, mi hanno accolto come una figlia, mi sono laureata e dopo tanta, ma tanta ricerca nessun lavoro serio, solo un lavoro per il banco in una pizzeria dove lavoro tuttora. Siccome mamma è sarta e mi piaceva vedersela lavorare in laboratorio ho deciso di fare un corso per diventare sarta modellista, e qui nascono i problemi, un corso nel campo della moda fatto in Italia ha molto peso all'estero, è mia madre mi ha detto di finire il corso, sono tre anni quindi mancano due, e quindi tornare in Brasile per lavorare come sarta ad un buon livello.

Io però mi sono molto affezionata all'Italia, amo i Borghi, i paesaggi, la storia, l'arte, amo soprattutto la montagna, amo l'Abruzzo soprattutto. E mi chiedo come potrei vivere senza queste bellezze!! Dal Trentino alla Sicilia i paesaggi sono meravigliosi e in materia di bellezza l'Italia non ha rivali, però come dice mia madre non si puo vivere e mangiare i monumenti nè i paesaggi, è insomma l'indipendenza economica manca. Tra io cuorio cuore e i soldi non so proprio cosa fare 

Sab

01

Dic

2018

Che rottura di C....ni!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vi faccio un sunto dell’ultimo anno:  DI MERDA!

Ho 30 anni, laureata, con mille lavori per tirare avanti, fidanzata da 8 anni con interruzione di 3 con lo stesso. Sono amareggiata,  tanto. Da poco ho avuto una brutta notizia, sono stata operata due mesi fa al cuore, è andata bene, ma il responso: non posso avere figli. Che immenso dolore per me, non sono infertile, c’è solo il piccolo particolare che il mio cuore non supererebbe una gravidanza ne tantomeno il parto. Il mio fidanzato non vuole figli, direte meglio così. Un corno! Io ne voglio però, scartiamo l’adozione, lui non vuole il matrimonio, ecco che sono arrabbiata, ma follemente innamorata di lui. Sono un’idiota. Lo so.!!! E poi il lavoro! Ragazzi mi faccio un culo come un paiolo, ovviamente oltre a fare a gratis quello per cui ho studiato, faccio altro, commessa, cassiera, addetta gastronomia, fastfood ecc,.. ve ne dico alcuni.. Ma non riesco a trovare un cazzo di lavoro stabile, ma dico che ho fatto di male alla vita…, NO perché negli ultimi anni si è ben accanita con me, ho perso mio padre per un tumore, e poi i miei nonni, e poi il lavoro e ci si è messa pure la mia salute, in una settimana mi dicono: sospetto tumore ipofisi e cardiopatia da operare. Il tumore non c’era, ma che cavolo si settimane di attesa prima del responso. Il cuore invece no, malato, se ne sono accorti tardi, ovviamente il mio un caso raro ed anomalo , ma dopo un viaggetto fuori regione per operarmi, ho scelto il meglio per me! Dove abito io, di casi simili al mio max 100 l’anno in tutta la regioe.. Ergo di corsa a Ravenna, centro specializzato, 10000 casi all’anno operati , e sto come un picchio ora, il mio cuore reagisce alla grande, operazione non invasiva e sistemiamo tutto. Ovviamente ho dovuto smettere di lavorare, non potendo far sforzi, ed eccomi ad oggi, in disoccupazione, senza prospettive future certe, so che siamo davvero in tanti nella stessa situazione, ergo scusate lo sfogo, ma dato che a casa sono sempre positiva, sorridente, affabile, e nascondo il mio dolore bene, ho proprio bisogno di dirlo:” MI SONO ROTTA I C…..NI! “ e come dice Masini: “ VAFFANCULO! VAFFANCULO! VAFFANCULO!”

Lun

26

Nov

2018

Ansia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vorrei tornare ad avere le sicurezze che avevo prima, potermi stancare piu fisicamente che mentalmente.... Poter dormire lanotte senza svegliarmi con la tachicardia, vorrei essere più sicura di me, più forte. Vorrei che quando parlo con te tu mi sostenessi e incoraggiassi, invece mi aggredisci e mi ferisci. Io non sono un tuo collega, sono la tua compagna e ho bisogno di te. 

Gio

22

Nov

2018

Contro il lavoro

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi sfogo: il lavoro è brutto puzza e pure antipatico. Bisogna palesemente stare a contatto con persone di cui non ce ne frega niente. Quindi per favore, qualche anima illuminata mi.dice un modo non troppo faticoso per fare soldi velocemente e non lavorare piu? Grazie non ricambiero il favore.

Tags: lavoro