Tag: sola

Mar

05

Feb

2019

Mi sento molto sfigata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non sono mai stata brava a socializzare e purtroppo questo ha causato in me poca autostima e poche amicizie. Ultimamente la mia vita sta andando peggio a livello sociale. Sono costretta a passare le giornate a studiare chiusa in casa, ma il problema è che quelle poche volte che esco mi sento come sperduta e imbranata, quando mi capita di conoscere qualcuno il massimo che faccio è annuire e sorridere durante una conversazione, non riesco a sentirmi libera di parlare, ho come qualcosa che mi blocca e nella mia testa penso "dico questo o non lo dico" e ovviamente finisce che sto zitta a fare scena muta. A volte mi sento la testa in uno stato confusionale e di stanchezza e l'unica cosa che penso è "ma chi me l'ha fatto fare ad uscire fuori di casa", è brutto perché facendo così mi sento di non maturare e di non distruggere la mia timidezza. Mi sono anche accorta che quando esco di casa e magari cammino per strada faccio di tutto per non incrociare lo sguardo degli altri, è una cosa che mi porto dietro da tanto tempo. Anche quando sto conversando con qualcuno mi imbarazza troppo guardare l'interlocutore negli occhi. Siceramente è una cosa che vorrei superare, ma più mi impunto a migliorarmi e più faccio schifo. Mi riuscite a dare qualche suggerimento su come "sbloccarmi" e non sentirmi impacciata ad ogni gesto che faccio? Perché sono arrivata un po' all'estremo, mi capita addirittura di sognare di avere una vita sociale intensa e appena mi sveglio mi sento proprio uno schifo e ho paura che andando avanti con gli anni rimanga sempre allo stesso punto, senza amici e sola. 

Lun

31

Dic

2018

Maledetto cretino

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Siamo a capodanno ,io preparo la cena è lui sta sempre al telefono a parlare con il suo amico ,ignorandomi ,ceno da sola lui spizxica ride annuisce ma con il suo amico ,decido di fargli un pompino e sembra che gli piace ,gli do un graffietto di piacere e lui dice di non volere piu fare niente e di sentirsi offeso perché sono aggressiva ,gli chiedo scusa e dico di desiderarlo e lui mi allontana dicendo di non volermi più e se ne va a letto , ora o ha un altra o è gay dato che ogni volta che mi vesto provocante mi critica ,ditemi voi quest uomo se eè normale sto avendo seri dubbi ,sono una bella ragazza e questo mi rifiuta sempre trovando scuse oppure non gli si alza per niente durante i rapporti mi fa sentire molto umiliata  .

Tags: sola

Sab

22

Dic

2018

Una farfalla con un’ala di piombo

Sfogo di Avatar di CherieCherie | Categoria: Altro

Quante volte avete odiato una persona fredda? Cinica?Indifferente? Quante volte ne siete rimasti feriti? Eppure sono certa che sia solo la metà del dolore che sono costretti a provare coloro che hanno un macigno nel petto. 

Come dice Susanna Casciani:

”C’è una parte di me completamente libera, priva di pregiudizi e regole. L’altra parte di me, invece, è rigorosa, attenta a tutto, troppo rigida. Una farfalla con un’ala di piombo: è un casino”

 

E giuro, giuro, che sto impazzendo. Vorrei amare, sentire il cuore scoppiarmi nel petto, voler bene a qualcuno, emozionarmi davanti ad un bel film, invece no! Il peso di tutto questo vuoto mi sta uccidendo, inizio ad avere pensieri orribili.

Non ho pianto davanti al cancro di mio padre, ne davanti alla morte di mio nonno eppure sono scoppiata in una crisi quando ho semplicemente discusso con mia madre. Perché? Perchè le mie emozioni sono così rare e soprattutto emergono nei momenti meno probabili? Posso non emozionarmi davanti al paesaggio più bello del mondo, per poi riempirmi di brividi davanti ad un cielo annuvolato. 

 

Ho ferito moltissime persone, perché non riuscivo a voler loro bene, per poi sentirne la mancanza. E non sapete quanto avrei voluto amarle, tutte quelle persone, invece che allontanarle. 

Ven

21

Dic

2018

Bruttina e verginella

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Odio tremendamente me stessa per questo perché va contro tutti i miei principi ma trascrivo ciò che veramente penso : Voglio essere attraente per qualcuno. Ho 20 anni e mai nessuno si è avvicinato a me per chiedermi qualcosa su di me ma sempre domande sulle mie maledette amiche dalle chiome fluenti, la pella candida e i nasini tremendamente piccoli. Il problema è uno solo: ho un brutto viso. Il mio corpo è ok, alta e con delle belle forme, ma ciò che non va è il mio stupido e sgangherato viso. Gli occhi enormi alle Betty Boop, il naso con la gobba e le labbra tremendamente sottili. Ho il colorito smunto di corpo morto e a peggiorare le cose ci si è messo anche l’acne che mi ha lasciato delle macchie rosse sulle guance che, anche se riesco a coprire abilmente con il fondotinta, mi rendono nervosa al pensiero che con un certo tipo di luce possano venir fuori. Aggiungiamoci una bella frangia che non fa che enfatizzare il mio naso e il quadro è completo. A chi può piacere una ragazza così?! Ho degli interessi strani che non coincidono con il mio stereotipo di genere o con le mie amiche , ad esempio la politica, la letteratura, il cinema d’autore e la scrittura (anche se questa cosa la sto scrivendo davvero male poiché  presa dalla foga del momento. Tutti in paese mi credono una lesbica intellettuale ma non è così, anzi sarebbe molto più facile così però purtroppo non mi attraggono le donne ma gli uomini e ahimè io non piaccio a loro. Non desidero un fidanzato o una storia d’amore scontata come quella di tutte le persone che conosco ma voglio semplicemente ricevere apprezzamenti da qualcuno . Mi vergono di questa mia ricerca di attenzione ed è inusuale per me parlarne così su questo sito che ho trovato nel deepweb per disperazione. È l’unico modo che ho di dirlo a qualcuno . Le mie amiche , che in realtà si potrebbero definire conoscenti poiché non ho un legane vero con loro, liquiderebbero questi miei pensieri con “Ma che dici! Hai una bellezza particolare” aka “Sei una cessa, non si può fare niente”. In sostanza non ho veri legami emozionali ed affettivi perché fondamentale non ho trovato nessuno simile a me che può capirmi. Sono chiusa nella mia solitudine accompagnata al disprezzo per me stessa. Il mio aspetto mi impedisce di essere ciò che sono e impedisce agli altri di vedermi per ciò che sono ovvero una ragazza gentile e simpatica. Detto questo ho finito. Spero che non mi prendiate in giro ma questo è quello che sento e per la prima volta mi sento libera di tirarlo fuori sebbene protetta da un rassicurante anonimo.

Mer

19

Dic

2018

Non ne posso più

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

ho 29 anni e ho perso interesse per qualsiasi cosa. Volevo una bella casa e l’ho avuta, anche se con tanti sacrifici quotidiani. Volevo un figlio e l’ho avuto, anche se è molto più complicato di quanto pensassi. È un bambino che non mangia mai, quindi il mio unico obiettivo è farlo mangiare, il più delle volte inutilmente perché rifiuta e vomita. Non esco quasi mai, odio confrontarmi con le altre mamme che hanno figli perfetti. Non ho amiche. Il mio compagno penso di non amarlo più, sembriamo due conviventi che condividono bollette e preoccupazioni sulla crescita di nostro figlio. Ho una vita inutile, come madre faccio schifo, come compagna anche penso dato che non vengo considerata se non come una rompipalle sempre preoccupata per il figlio. Oggi per esempio sono rimasta tutto il giorno in casa, in pigiama, non mi sono nemmeno lavata perché tutte le mie attenzioni sono per questo bambino che non mangia. Ho perso interesse per qualsiasi cosa. 

Mar

11

Dic

2018

poveraccia

Sfogo di Avatar di RoscoRosco | Categoria: Altro

non sai più a cosa attaccarti...poveraccia...quanta infelicità tutto intorno a te... genitori suicidi, figli deformati dall'ignoranza, ex compagni disprezzati e spremuti come vacche, menzogne, pettegolezzi e veritá piegate a tal punto da divenire ferraglia arruginita conficcata sulla schiena rotta, colleghi di lavoro esasperati, la dimora del baco da seta umida, impolverata, caotica e maleodorante, le mani ruvide e ingiallite da anni di sospirate bionde paglie. Dove credi di andare se non colmerai quel vuoto che invano tenti di riempire con tutta sta monnezza? chi ti credi di essere? il soldatino spendaccione che si sazia col rancio del nemico ha percorso poca strada e non ha vinto alcuna guerra.Simuli di agitare  tra i moncherini la bandiera bianca ma sai benissimo che è un trucco:ne hai solo camuffata una dei pirati con la polverina...ma i pirati spesso vanno in pezzi non dimenticarlo...poveraccia...neanche alla poesia riesce più di farti bella....a mala pena le riesce di svelare il buco che hai nel petto e di riempirlo con gli stracci... vestita di pezze ti credi una gran signora, ma le signore hanno l'animo splendente e gli occhi belli e non zeppo di odio e puzzolente

Ven

23

Nov

2018

Non riesco a trovare l uomo giusto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho 34 anni e un sacco di brutte esperienze alle spalle , genitori menefreghisti,quindi mai avuto un appoggio,e due relazioni con uomini violenti,finite male  .ormai mi sento vecchia e anche inutile ,vorrei solo un po di serenità e qualcuno che mi ami senza pretese ,so già che invecchiero da sola ,non ho figli ne famiglia ,mi chiedo cosa ne sarà di me un giorno.

Tags: sola

Ven

09

Nov

2018

Help! Amico mi propone di conoscere i suoi amici

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Un mio amico, conosciuto tra i banchi di scuola, ultimamente mi sta proponendo di conoscere la sua compagnia di amici. Io con questo mio amico ci vado molto d'accordo, è da un po' di anni che ci conosciamo, conosce tutto di me, sa che non ho quasi nessun amico se non lui e altri 2. Su questo punto voglio un attimo dilungarmi. Molto tempo fa avevo una compagnia di amiche, ci andavo d'accordo, ma era un'amicizia che con il passare degli anni sembrava sempre più finta, ci frequentavamo soltanto per uscire e le solite cose.. Io, andando avanti con gli anni, avevo capito che non era quello che volevo e mi stavo stancando di loro, stavo diventando apatica nei loro confronti. Così, con la scusa dell'università, decisi di chiudere con tutte loro. Forse un gesto un po' estremo, ma mi ha permesso di capire chi sono e di fare cose che magari non avrei mai fatto stando con loro. Mi ha permesso anche di cavarmela in molte situazioni difficili e soprattutto mi ha permesso di apprezzare un lato della solitudine. Questo mio amico conosce tutta questa vicenda, approva il fatto che le abbia "mollate", ma non approva la mia solitudine. Io sono un po' indecisa di conoscere la sua compagnia ed il motivo è che ho paura che questo mio amico mi abbia proposto di conoscere i suoi amici perché gli faccio pena, per il fatto che non ho amiche e che sto sempre in casa. Io ammetto che sto davvero bene da sola, esco ogni tanto, vado in università, quello che mi spinge ad accettare l'invito sarebbe il fatto che da un lato magari potrei conoscere delle persone che potrebbero piacermi. Forse un'altra motivazione che mi frena è il fatto nella compagnia ci sia anche la sua ragazza e al mio amico, parlando del più e del meno mi confessò che la sua ragazza non è il tipo di persona che riesce e stare da sola e che un pochino gli facevo pena. Diciamo che un po’ mi ha ferito. Aggiungo anche che non gli sono mai garbata alla sua ragazza, ma appena ha saputo che mi sto frequentando con un ragazzo, si è tranquillizzata. Mi consigliate cosa devo fare? Se accettare o meno l’invito del mio amico.. Cosa fareste voi al mio posto?

Gio

01

Nov

2018

Ricominciare la mia vita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Avevo una sola unica amica, e da pochissimo lei si decise si lasciarmi per un ragazzo appena conosciuto (che la friendzona e la tratta male, ma lei è cretina e gli sta dietro).

Da moltissime persone mi sento dire che sono una ragazza straordinaria e anche una bravissima migliore amica:

Sono gentile, altruista, sono sempre disponibile e do' consigli.

La mai ex migliore amica, per un periodo, era semplicemente simile a me. (Diceva che mi voleva bene, mi consigliava, ci divertivano da matte) ma, crescendo, divenne una tremenda stronza manipolatrice.

Ogni cosa doveva essere incentrata su di sé.  Sui suoi capricci, i suoi desideri, e cercò di comandare su di me e sulla mia vita.

Da poco cercò di manipolarmi per farmi fallire e farmi bocciare APPOSTA ad un esame importante perché disse che si sentiva estremamente male (persino depressa), e niente, usò questa scusa (per carità potrebbe anche essere vero, ma non credo proprio che un depresso ti manipoli così) pur di farmi allontanare di proposito dallo studio.

Ovviamente non le lasciai fare nulla e, anzi, il Karma volle che venni promossa e lei abbandonò la scuola.

Dopo questo, cominciò a minacciarmi e ad offendermi. L'ultima volta che ci parlammo in poche parole si lagnava perchè non le stavo dietro mentre lei stava male (ps: lei non voleva andare da psicologi. Le ho consigliato uno psicologo perchè anche io sono stata altrettanto male per alcuni anni, la lei mi disse che non aveva bisogno dei miei "merdosi consigli") bla bla, e menomale si incazzò perchè non stavo a seguire i suoi capricci e ordini, così mi lasciò come migliore amica (dopo anni e anni di amicizia) perché -a detta sua- il ragazzo la capiva più di me.

Povera. 

dunque, mi ritrovai senza amici perché lei me li fece allontanare tutti , facendo l'aggressiva gelosa.

Ora sono da sola, ma almeno cerco di superare la cosa parlando con vecchi miei compagni di scuola, sperando di riuscire a ricostruirmi una vita sociale. Mentre lei, appena qualche Oretta fa, mi ha chiamata solo per ridere di me pensando bene di farmi uno scher zo telefonico (e la cogliona non si aspettava di venir riconosciuta dalla sua voce e dal suo numero)Con di sottofondo la voce del coglionazzo di cui lei è innamorata.

Tesoro, io a differenza tua sono autonoma. Tu non sai nemmeno prepararti la colazione e a farti una doccia con sapone.a 20 anni. Andiamo. E poi tra noi due (io 18, lei 20) ero l'unica matura, dato che la mia " amica" si comportava da 15enne trasgressiva -a fingersi ubriaca per poter urlare e ridere in strada per puro gusto di aver attenzioni- con manco metà bicchierino di birra ANALCOLICA.

Coglionazza, ormai siamo entrambe sole. Ma almeno io so recuperare le amicizie. Tu rimarrai sola per sempre con quella stupida tua mania di essere la "povera stella". Ah, comunque il ragazzo di cui ti sei innamorata ti vuole solo per trombare -e nel caso- lasciarti da sola con un bambino da accudide. Ma tu sei idiota, dunque non ti importa nemmeno di questo.

Mi spiace, ma dopo anni di tuoi scassamenti di coglioni, urla, minacce e decisioni prese da te per cose mie, se rimani incinta per tua voglia di cazzo non chiamarmi. Male ti abbandoni come hai fatto con me. Io vivo la mia vita e non mi sono mai sentita così libera con te dietro :)

 

Sab

13

Ott

2018

17enne senza speranze

Sfogo di Avatar di poveraillusapoveraillusa | Categoria: Altro

ciao a chi legge, ho 17 anni e non mi capisco. Credo di essere problematica sul serio. Nella mia vita ci sono sempre state troppe contraddizioni e problemi. Fin dall'asilo, avevo un sacco di amici, stavo bene con tutti, mi divertivo, a volte facevo anche un po' la "leader" (per quanto lo si possa essere a tre anni). Poi però c'erano quelle due bambine, che io chiamavo migliori amiche, che mi escludevano e facevano sentire sempre sbagliata. Alle medie, un po' come tutti, ho vissuto quel periodo in cui non si è particolarmente sicuri di se, quindi prendevo come insulto pesante anche la minima osservazione, ho litigato con la mia migliore amica (quella dell'asilo), eliminato qualsiasi rapporto con tutte quelle persone che tentavano di farsi forza a scapito degli altri e mi sono tirata su. Iniziato il liceo mi sono fidanzata con il ragazzo più carino della vecchia classe, considerato uno dei migliori della scuola, ho cominciato a sentirmi più carina, sicura, a pensare di aver superato la fase dellautostima sotto ai piedi. La nuova classe era pazzesca (e lo è tuttora), ho fatto tantissime nuove amicizie, andavo bene a scuola nonostante avessi scelto un liceo considerato difficile. E adesso? Sono due anni che mi guardo allo specchio e invece di concentrarmi su ciò che ho di positivo, vedo solo un naso grande e storto, un viso disarmonico, i denti di nuovo storti nonostante abbia portato lapparecchio per 3 anni. Due anni che lo stesso ragazzo ritorna periodicamente, fa il carino, mi usa e poi sparisce o mi dice di fare schifo. Due anni che mi bevo tutte le stronzate che escono dalla bocca del primo che ha bisogno di una paccata, che direbbe di essere bellissima pure ad una capra. Perché ci credo? Perche non vedo come sono veramente? perché non la smetto di illudermi? E perché non sono nata davvero bella come spero sempre di essere? Vorrei solo trovare qualcuno che invece di preoccuparsi solo del mio aspetto guardasse qualcos'altro. Ma ormai conta più qualcosa? 

Scusate la lunghezza  

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11