Tag: paura

Ven

24

Mag

2019

Lui 26, io 22. Lui ha una figlia, io ho paura.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho conosciuto da poco un ragazzo di 26 anni che ha una figlia di 3 anni.

Sono appena uscita da una storia che mi ha ferita molto e non sono sicura di essere pronta per un'altra grande relazione.

Vorrei prendermela con calma e non affrettare le cose, diciamo che vorrei essere il più spensierata possibile.

Questa situazione mi spaventa, non mi è mai successo.

Non so come comportarmi.

Mar

21

Mag

2019

Momento di crisi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Il titolo dice il succo del discorso, sto vivendo un momento di crisi. Sono una ragazza di 27 anni, fidanzata da 4.

Lavoro da quasi un anno in una fabbrica e da qualche mese ho iniziato a lavorare sia di notte e nei fine settimana in base alla turnazione. Non è un problema tutto ciò o comunque non mi pesa, però lo stile di vita cambia e tutto quello che per gli altri è normale o scontato(come uscire solo il venerdi o il sabato sera) non lo è per me.

Ma arriviamo a un altro punto; per caso un giorno sono uscita in città per fare dei regali accompagnata da un amico più piccolo di me di 5 anni: scherziamo sempre, ci facciamo battutine ed è sempre stato così. Dopo questa prima uscita, complice probabilmente questa crisi e vedendo meno il mio ragazzo, ho iniziato a pensare sempre di più a questo mio amico.

Con la scusa che anche lui fa i turni, un giorno durante la settimana gli ho chiesto di fare un giro in un centro commerciale distante circa 100 km da casa e lui mi ha portato senza problemi. Come sempre abbiamo scherzato e parlato e per sdebitarmi gli offro qualcosa da mangiare: per ringraziarmi va per darmi un bacio sulla guancia, io un pò tontolona non l’avevo visto e stavamo quasi per trovarci uno di fronte all’altro! Lui se ne esce con “stava per succedere il fattaccio” e io imbarazzata. Ma a parte questo nient’altro, a parte che trovo scuse su scuse per sentirlo e quando iniziamo a scriverci è difficile smettere.

ho paura, non so che pensare o cosa fare. Amo il mio ragazzo, sto vivendo 4 anni con lui molto intensi, ma ho paura di essere sbagliata. Scusate lo sfogo ma ne avevo bisogno😬 

Dom

19

Mag

2019

Ho un problema

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Devo prendermi la patente, la cosa mi terrorizza molto perché soffro di attacchi di panico, ma la cosa che mi preoccupa di più è la matematica che serve nei quiz, ho abbandonato lo studio molto tempo fa, tante cose/persone mi hanno portato ad essere insicura delle mie capacità, non sono stupida e so che posso farcela, non voglio darla vinta alla paura, ho abbastanza tempo per prepararmi bene, mi potreste dire secondo voi cosa dovrei studiare per riuscire a fare icalcoli che mi serviranno per quando dovrò iniziare a studiare per la patente?  Grazie in anticipo 

Mer

08

Mag

2019

Tu all'estero, io qua. Schifo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ebbene, eccomi qua, a vivere con l'angoscia aspettando il momento in cui partirai per andare a lavorare in un altro paese.

Professionalmente parlando, te lo meriti, e sono molto felice per te.

Per quanto riguarda la nostra relazione, inutile dire che la sto vivendo male, e non posso nemmeno esplicitarlo più di tanto ovviamente.

Per non fraintenderci, sono sempre stata una ragazza indipendente, che pur amando il proprio ragazzo ha sempre avuto bisogno dei propri spazi, abbastanza introversa, tuttavia mai pesante, non sono mai stata addosso.

Bene, ma la distanza adesso si farà reale, e io sono davvero convinta di non essere fatta per una relazione a distanza.

Una relazione è fatta per essere coltivata con costanza, e la distanza cambia le persone; cambia le aspettative, i desideri, fa venire voglia di fare nuove esperienze. Chi lo nega è un grande ipocrita, e io a questo non sono pronta.

Non voglio pensare negativo, mi sforzo di essere positiva, ma il pensiero che andrà tutto a fare in culo è sempre lì, fisso.

Come si fa a cambiare idea sulle relazioni a distanza? Io le odio, e il mio più grande incubo si è avverato.

 

ciliegina sulla torta? probabilmente dovrà condividere una camera pagata in trasferta condivisa con un'altra ragazza. BELLA MERDA 

Sab

04

Mag

2019

Sfogo da bimbaminkia innamorata dei Tokio Hotel

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti. Sono una ragazza di 21 anni. Da quando avevo 9 anni sono innamorata dei Tokio Hotel. Non voglio annoiarvi troppo ma grazie a loro sono riuscita a sopravvivere durante la mia pre adolescenza. Sono  stata vittima di abusi sessuali da parte di un vecchio porco maledetto (avevo solo 11 anni) e sembre durante le medie sono stata bullizzata per il mio peso (per carità non era come nei film americani ma quelle prese in giro che ti feriscono, poi sempre durante le medie c'erano sempre liti in famiglia e io dovevo prendere le difese di mia madre. Mio nonno che mi trattava male e che mi diede della puttana come mia madre, vedere mia madre piangere ogni giorno, subire ingiustizie dai compagni e dai prof inermi, io che ho iniziato a essere bulimica proprio a 11 anni ed esattamente 10 anni fa feci un incidente stradale  quasi mortale in cui feci un volo di tre metri. Illesa, solo una cicatrice sul naso che non si vede nemmeno tanto che presto toglierò. 

Nonostante questo passato da sfigata (direte voi, ma chiunque lo direbbe), loro sono stati la mia salvezza. Grazie a loro, ora parlo fluentemente il tedesco (vabbè si aggiunge un ex crucco di Germania a 18 anni, sfigata anche in amore), e sono sempre stata la migliore in tedesco fino alla maturità nonostante i prof ingiusti. 

Dopo questa introduzione, volevo parlarvi di questo mio problemino:

I Tokio Hotel verrebbero a un'ora di distanza da casa mia venerdi prossimo.

Non so se andarci o meno.

1) sarei da sola perche mia madre è in ospedale e non so se verrà dimessa in tempo  

2) non ho amiche con cui andarci perchè quelle a cui piacciono i TH sono all'estero (beate loro)

3) ci sarebbe uno tipo con cui andarci ma ho paura che mi faccia il bidone (nel 2017 mi mandò il giorno dopo del concerto il biglietto VIP che sosteneva di avermi comprato, ma per ripicca non mi ci portò)

4) mia mamma mi ha detto "vacci, che te ne frega, domanda a un nostro amico di famiglia se ti può portare".

 5) Ho troppa paura a conoscerli, o meglio farmi una foto assieme a loro. Psicologicamente non mi sentirei pronta, ma da una parte mi piacerebbe.

6) stavo valutando di dormire in un B&B vicino al concerto 

Quindi non so se aspettare che ritornino in Italia non si sa quando (magari tra qualche anno), o andarci (sempre se trovo un mezzo e butto via la paura).

PS musicalmente non mi piacciono molto, la musica di adesso è bella ma troppo elettronica, sono rimasta al 2008 quando avevano una melodia più rock.  Quindi andrei solamente per incoronare un sogno.

Vi prego non giudicatemi male e non mi offendete. So che uno sfogo frivolo ma io ci sto male, e non so cosa fare perchè essendo del segno della Bilancia, sono un'eterna indecisa.

 

Mer

24

Apr

2019

Problema a relazionarmi con un uomo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Alle medie non ho avuto un buon rapporto con i miei compagni maschi. Per tre anni sono stata vittima di bullismo  che non si limitava solo agli ambienti scolastici, ma anche al di fuori  della scuola. Loro mi offendevano in continuazione, usavano molta violenza fisica e verbale su di me e  ciò  mi ha portato nel tempo ad odiarmi, odiare il mio corpo e a sottostimarmi senza sosta. Negli  anni successivi ho notato che  rispetto  alle mie amiche  avevo  paura  a stare con un ragazzo e quando ne frequentavo uno ero in preda  ad attacchi di panico e paranoie  sul non essere all'altezza  di essere apprezzata come persona e donna. Sul lato sessuale solo a pensarci  mi sento male, mi sento un' incapace e non degna di provare certe emozioni. Mi sento inferiore alle altre eppure nessuno penserebbe queste cose di me. Ho 23 anni e non ho avuto una vera relaziome, nessuno che riesca  a  rispettare i miei  tempi , a trasmettermi quella fiducia che riesca a far tacere le mia debolezza 

Sab

20

Apr

2019

Aiuto ho bisogno di un consiglio

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti. Sono l'autrice dello sfogo "sogno strano" in cui parlavo di una mia ex amica (La penso spesso perché mi manca) delle superiori, la quale qualche giorno fa la sognai ritornando amiche. Oggi mi sembra di averla vista al tosano (lei non mi ha vista, sempre se fosse stata lei). Stasera dopo essere tornata a casa, ho pensato di farle gli auguri di Pasqua tipo così " Ciao X, come stai? Sono (mio nome), non so se ti ricordi di me. Volevo farti gli auguri di buona Pasqua, mi sei venuta in mente perché mi sembra di averti vista al tosano venerdì." Ma non so che fare. Ho paura che mi risponda e che poi finisca il discorso li e inoltre ho paura che vada a dire alle amiche (sempre della scuola che mi conoscono) "oh guardate chi mi ha scritto". Sono passati ormai quasi due anni dalla fine della scuola e da quando persi questa amica a cui volevo bene come una sorella. Ho paura del rifiuto della gente in generale, essendo stata abbandonata ma molte persone, soprattutto da mio padre. Ho paura di tutto  alla veneranda età di 21 anni sono ancora cosi: estremamente fragile e sensibile e soffro per tutto  vi prego datemi un consiglio voi, altrimenti faccio a meno di scriverle anche se sarei tentata  buona Pasqua a tutti voi ❤

Dom

14

Apr

2019

Paura Erasmus

Sfogo di Avatar di ildiariodiunasfigataildiariodiunasfigata | Categoria: Ira

Mi hanno preso, che gioia.
L'ho presa bene ma non sono saltata dalla gioia, come avrei voluto.
Sembra di andare al patibolo. Strano perchè per fare il colloquio di ammissione, ho fatto sacrifici (oltre a risalire subito a Milano per farlo)ed è stato davvero duro passarlo. Credevo fermamente di non esser passata.
Ora che sono passata, sono contenta si ma non sprizzo felicità da nessun poro. Sarà perchè ho ansia come al solito e la mia famiglia non è che mi aiuta: mia sorella mi fa venire attacchi di panico, perchè crede che io non ce la faccia a stare lì da sola e che mi verranno anche lì attacchi di panico; mia madre credeva che non andassi, o quantomeno era fermamente convinta che prima della scadenza io mi sarei ritirata; mio padre è inutile quindi a lui non cambia niente,

La me stessa di 2 anni fa a quest'ora lo avrebbe gridato a tutto il mondo, sarebbe stata felicissima, com'è che adesso ho una paura grandissima?
Si, ho paura di sentirmi male e che lì non siano sufficientemente preparati. (mio cavillo onnipotente)
Poi non conosco nessuno dei ragazzi che verrà nella stessa città mia, insomma mi sento sola, come al solito.
Io vorrei che qualcuno mi supportossa, mi dicesse che andrà tutto bene ma se questi pensieri non partono da me, come faccio ad esigerli dagli altri?

Tags: paura, erasmus

Ven

12

Apr

2019

Paura di rimanere sola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

E' da qualche mese che mi sono traferita con mio marito in una città nuova. Adesso sono in dolce attesa, abbiamo una vita piena di impegni e credo di essere felice... ma..ho paura di rimanere sola.

Mio marito spesso è via per lavoro (anche oltre oceano) le nostre famiglie abitano distanti da noi e io ho il terrore che durante l'ultimo mese e mezzo di gravidanza mi possa succedere qualcosa e lui non possa raggiungermi in tempi brevi. Fino a qualche giorno fa gli ho detto che finchè si trattava di lavoro capivo che non poteva rinunciare ma da quando mi ha detto che starà via un lungo fine settimana anche con gli amici non ci ho visto più dalla rabbia..

 E' vero che le sue traferte durano 3/4 giorni al massimo ma se quasi tutte le settimane lui si assenta tre giorni vuol dire che ci vediamo solo nel fine settimana e se lui si organizza anche quei pochi giorni io sono SEMPRE a casa da sola.

 Mi ha però promesso che i 15 giorni prima della data del parto non andrà da nessuna parte, è vero che sto avendo una gravidanza magnifica, non ho mai avuto nessun problema, però adesso che si avvicina la data sono terrorizzata.

 

Come convincerlo a cambiare idea? 

Dom

07

Apr

2019

Ho paura per il mio futuro

Sfogo di Avatar di UnaPersonaACasoUnaPersonaACaso | Categoria: Altro

La mattina apro gli occhi, e quando realizzo di essere sveglia sento dentro di me una sensazione di vuoto, come se i miei organi stessero marcendo, e tutto stringe e fa male. Poi mi alzo e vado a scuola, e quando metto piede in quell edificio mi viene ansia, perchè non riesco a studiare, non riesco a concentrarmi, perchè non ho amici e non parlo con nessuno, allontano e deludo tutti. Poi torno a casa e ci sono i miei, che litigano o mi riempiono di domande. Poi la sera vado a letto, e spesso piango perchè sento come se fossi rinchiusa in un posto che non mi piace, piango finchè non mi addormento, e poi il ciclo si ripete.  

Non sono sicura di avere un futuro, non so se starò mai bene, non so se troverò qualcuno con cui stare. Mi passa la voglia di fare tutto, non ho neanche più voglia di vivere.