Tag: ansia

Gio

23

Mag

2019

sfogo o forse primo tentativo di chiedere aiuto?!

Sfogo di Avatar di sowhysowhy | Categoria: Altro

Non so se possa essere definito uno sfogo, forse è più un tentativo di iniziare a liberarmi da un peso ed avvicinarmi al momento in cui riuscirò a parlarne con qualcuno a me vicino.

Sono bulimica! è un anno e mezzo che la cosa va avanti, non una situazione grave (per quanto si possa dire così  di una cosa che è grave di per se, ma ne sono conscia).

Sono infelice, mi allontano da tutto e ne sono conscia ma è un circolo vizioso da cui non è facile uscire. Ancora peggio è il non riuscire a parlarne con qualcuno che ti sta vicino perchè non capirebbe e non so se riuscirei a sopportare anche solo un sguardo di "ma che cavolo combini?!A volte mi abbuffo come se non ci fosse un domani, senza controllo su me stessa... per poi sentirmi uno schifo totale 

Mer

08

Mag

2019

Mi sono rotto il ca.......

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

 

Sono un adolescente semplice di 17 anni e non sono mai riuscito  a comunicare tranquillamente con altra gente (tranne quella piu stretta e cara) cioe mi sale sempre l'ansia inoltre sono balbuziente e molto insicuro di me  (per colpa della balbuzie)......... Comunque in questo periodo mi sto conoscendo con una ragazza e questa mia insicurezza balbuzie e ansia mi danno fastidio e mi fanno fard brutte figure per caso ce n'è qualcuno che ha o ha avuto il mio stesso problema se si come avete risolto?  

 Scusate se non c'azzecca.

Sab

04

Mag

2019

Sfogo da bimbaminkia innamorata dei Tokio Hotel

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti. Sono una ragazza di 21 anni. Da quando avevo 9 anni sono innamorata dei Tokio Hotel. Non voglio annoiarvi troppo ma grazie a loro sono riuscita a sopravvivere durante la mia pre adolescenza. Sono  stata vittima di abusi sessuali da parte di un vecchio porco maledetto (avevo solo 11 anni) e sembre durante le medie sono stata bullizzata per il mio peso (per carità non era come nei film americani ma quelle prese in giro che ti feriscono, poi sempre durante le medie c'erano sempre liti in famiglia e io dovevo prendere le difese di mia madre. Mio nonno che mi trattava male e che mi diede della puttana come mia madre, vedere mia madre piangere ogni giorno, subire ingiustizie dai compagni e dai prof inermi, io che ho iniziato a essere bulimica proprio a 11 anni ed esattamente 10 anni fa feci un incidente stradale  quasi mortale in cui feci un volo di tre metri. Illesa, solo una cicatrice sul naso che non si vede nemmeno tanto che presto toglierò. 

Nonostante questo passato da sfigata (direte voi, ma chiunque lo direbbe), loro sono stati la mia salvezza. Grazie a loro, ora parlo fluentemente il tedesco (vabbè si aggiunge un ex crucco di Germania a 18 anni, sfigata anche in amore), e sono sempre stata la migliore in tedesco fino alla maturità nonostante i prof ingiusti. 

Dopo questa introduzione, volevo parlarvi di questo mio problemino:

I Tokio Hotel verrebbero a un'ora di distanza da casa mia venerdi prossimo.

Non so se andarci o meno.

1) sarei da sola perche mia madre è in ospedale e non so se verrà dimessa in tempo  

2) non ho amiche con cui andarci perchè quelle a cui piacciono i TH sono all'estero (beate loro)

3) ci sarebbe uno tipo con cui andarci ma ho paura che mi faccia il bidone (nel 2017 mi mandò il giorno dopo del concerto il biglietto VIP che sosteneva di avermi comprato, ma per ripicca non mi ci portò)

4) mia mamma mi ha detto "vacci, che te ne frega, domanda a un nostro amico di famiglia se ti può portare".

 5) Ho troppa paura a conoscerli, o meglio farmi una foto assieme a loro. Psicologicamente non mi sentirei pronta, ma da una parte mi piacerebbe.

6) stavo valutando di dormire in un B&B vicino al concerto 

Quindi non so se aspettare che ritornino in Italia non si sa quando (magari tra qualche anno), o andarci (sempre se trovo un mezzo e butto via la paura).

PS musicalmente non mi piacciono molto, la musica di adesso è bella ma troppo elettronica, sono rimasta al 2008 quando avevano una melodia più rock.  Quindi andrei solamente per incoronare un sogno.

Vi prego non giudicatemi male e non mi offendete. So che uno sfogo frivolo ma io ci sto male, e non so cosa fare perchè essendo del segno della Bilancia, sono un'eterna indecisa.

 

Dom

28

Apr

2019

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di doppiaenneedoppiaennee | Categoria: Altro

.. Ciao , sono un ragazzo di 17 quasi 18 anni ,,... una persona normale di solito quando si sveglia la mattina pensa '' è un nuovo giorno e lo affronta con tutto l'entusiasmo di vivere '' .... noi cazzo ci svegliamo la mattina e pensiamo '' sopravviaviamo anche oggi ''.. affrontiamo le nostre abitudini quotidiane come tipo andare a scuola o scorrere velocemente a comprarsi le sigarette o qualsiasi altra cosa che siamo obbligati a svolgere.. per poi andarci a nascondere il più velocemente possibile rinchiudendoci in noi stessi... mo ognuno si sfoga a cazzi suoi,, chi con il pianto che puo susseguire con  la droga o  con l'erba o  con l'alcool come nel mio caso ... ho abusato di tutt e 3  per diverso tempo per scappare un po dalla realtà o per fare quattro chiacchere con un'' falso amico drogato'' che stia con me solo perche abbiamo pippato o abbiamo fatto colletta  insieme o con lo scopo che lo rifaremo in futuro,,,ma non per affetto ,, e non cè da meravigliarsi che un drogato con il solo scopo di fare colletta .. ma è il solo individuo che ti ci puoi ritrovare nei discorsi perchè daltronde un pò ci assomigliamo ... anche se metti pure che  lui lo fa solo perchè cosi .. a caso una volta ha provato ed ha continuato ... io no... io lo facevo e magari lo rifarò,,, per scappare dalla realtà ..anche se poi quando rientro a casa sto peggio di quando sto normale e per questo a volte stoppo tutto.. ho stoppato con l'erba da ormai 3 settimane per il fatto che mi provocava  un ansia ed una depressione ancora maggiore... ma non e questo il punto........ noi siamo privi di affetto nei nostri confronti ..bassissima autostima .. anche se per pochi minuti potrebbe incrementare per un no sò,,,  sappiamo che poi andrà a scpomparire.. siamo privi di quella persona che si vede nei film che quando sei giù fa di tutto per renderti felice o che magari viene sotto casa tua per stare un po insieme o farti un regalo ,, e non per venirti a rompere i coglioni perche magari vuole fumare o non ha compagnia altrui e va a convenienza .. e dopo che gli dici no non voglio o non posso scendere .. ti riempie di critiche o insulti del tipo.. stai sotto fra ..sei uno sfigato che non esci a natale per esempio o tantissimi alri esempi mo ognuno ha il propio stato.... siamo privi di un lieto fine.. o che magari ancora non arriva .. ma noi stentiamo a crederci perche dalle tante esperienze vissute o dalla mentalità della (massa di popolazione felice) noi gia sappiamo come va a finire...  siamo privi di affetto ripeto... potremmo avere anche laffetto dei nostri genitori che è molto impotìrtante a parere mio ma non abbastanza sufficiente,, perche come si dice ,,( ogni scarrafone è sempre  bello per sua mamma) ce i tuoi non diranno mai che sei un annullità a meno che non siano dei bastardi senza cuore ora non so nel tuo caso ci siano genitori così anche se litigano,,, però il punto sta che non e sufficiente tutto questo per stare bene pechè noi ci conosciamo dentro .. ci potremmo anche illudere di trovare conforto in un partner.. che poi alla fine la storia finirà o per un motivo o per un altro e ci sentiremo ancora oiù abbattuti ... ce manco noi sappiamo che cazzo vogliamo ... e la cosa peggiore che ci osteniamo a non fare cazzate e quindi rimanere chiusi in noi stessi malinconicamente depressi con la speranza di un non so che cosa... che ci stravolga la vita .. ma la vita è una.. e  noi il 20 percento di questa ce la siamo fumata e noi lo sappiamo bene anche se proviamo a pensare che un giorno tutto ciò possa cambiare ma ripeto .. non ci crediamo molto,,, parlo al plurale perche la situa e più o meno la stessa per tutti chi più chi meno.... ce chi si sente abbattuto per il suo aspetto chi per la poca iniziativa per il futuro che si abbassa man mano perche si sà di essere (uno sfigato/a) e quindi si convive malamente con tutto cio,,, chi per altro ecc,,, non ci sono psicologi manco il piu bravo al mondo che possa eliminare questo stato depressivo ,,, lunica cura a mio parere è l'amore (vero) di una persona uguale a te con i tuoi stessi difetti e le tue steesse paure... così da superarle insieme e vivere .. ripeto vivere o per meglio dire (convivere) con la lealtà e la fiducia di entrambi ... facendo una vita felice con impegni da svolgere come tipo andare a  lavorare perchè è essenziale per vivere per poi tipo andare in palestra o stare al bar con gli amici o andare a giocare a calcetto ecc ... peròò .. con la coscienza che poi una volta ritornato nel tuo mondo ci sia conforto,affetto e lealtà... e non abbattimento per colpa di qualcuno o della prvincia della noia o  per il suo aspetto fisico... perche una volta trovato tutto quello che ho elencato ... ogni cosa negativa risulterebbe nulla...  perchè noi non siamo tipi che possiamo convivere con noi stessi da solii con tutte queste paranoie per la realtà o per il mondo che cè li fuori...  siamo persone molto sensibili .. ma alcune persone anche forti a nascondere tutto questo malessere facendosi comunque rispettare in comitiva o avendo una buona gestibilità della situazione o essere socievole con altri.. però tutto cio e mascherato da una grande voglia di ritornare a casa e nasconderci il più possibbile .. nella speranza di che???... vabbhe ora ho finito che sono le 5 di mattina e sono stanco ( finalmente) potrei scriverci un libro su tutto ciò...  attendo risposte.... non da psicologhi del cazzo   o psicologi o come cazzo si scrive  .. ma da ragazzi/e come me ... 

Dom

14

Apr

2019

Meno male

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ultimamente non so se è il tempo o il pre ciclo ma mi ritrovo a pensare a cosa farei se i miei non ci fossero più ...  Io e il mio compagno lavoriamo ma abitiamo con i miei genitori che lavorano anche loro (per fortuna) e quindi riusciamo a sopravvivere.... Non so quanto prendano i miei di stipendio, nemmeno lo voglio sapere, ma spesso mi capita di vedere le bollette e li mi viene in mezzo infarto tutte le volte e mia mamma non vuole nemmeno che le paghiamo perche contribuiamo ad altre spese e abbiamo fatto un mutuo per sistemare la casa che condividiamo, però penso spesso a come potremmo fare se un giorno i miei non ci fossero più.... Come faremo a mantenere le spese? ovviamente non saranno come adesso, ma ho sempre paura di non arrivarci, di non riuscire a pagare tutto.... Penso anche al fatto che non riusciamo a mettere da parte niente per un eventuale imprevisto... Non sono una che va in ferie tutti gli anni, anzi.... Però spero che non giorno riuscirò  a trovare un altro lavoretto per mettere due soldini da parte.... 

Gio

11

Apr

2019

NON SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Io soffro della comunissima e banalissima paura di stare da sola. Alla fine quando lo racconti, sottovoce e un po' imbarazzata, la gente ti risponde: "massì, ma guarda che tutti stanno così, è normale". Sarà anche normale, ma la soluzione qual'è? No perchè, io più sento questa paura arrivare e più mi ritrovo in situazioni in cui davvero sono costretta a stare da sola. Evidentemente mi circondo della gente sbagliata. Ma la gente giusta dov'è, che io non la vedo anche se la cerco disperatamente?

Ma la fine al peggio non c'è mai fine, perchè, dopo storie d'amore passate nelle quali ho sempre avuto accanto persone che mi amavano incondizionatamente, mi sono chiusa in una relazione con uno che una relazione probabilmente nemmeno la vuole, e che, di conseguenza, mi fa sentire da sola. 

E' come se mi obbligassi in un qualche modo a sostare e morirci in questa condizione di isolamento.

Ma non si stava meglio quando le serate le passavi davanti al caminetto, le donne a fare a maglia e gli uomini a... non so cosa facessero, ma insomma, non si stava meglio in quella società dove mancavano tutte queste incredibili opportunità che il mondo d'oggi offre, ma dove, alla fine, non si era mai soli?

 

ps. ma se io il sabato sera non esco, e neanche il venerdì e la domenica, va bene lo stesso?

Gio

04

Apr

2019

Alla fine dovrei esserne contenta e invece no

Sfogo di Avatar di ildiariodiunasfigataildiariodiunasfigata | Categoria: Altro

Sto benedetto giorno è arrivato, finalmente mi hanno fatto sapere se sono stata presa per andare in Erasmus: esito positivo, si parte a settembre.
Devo esser sincera, all'inizio tutto è partito come se fosse un gioco, perchè non volevo rimpiangere il non averci provato, come ho fatto l'anno scorso. 
La situazione l'ho trascurata dopo la situazione di mamma, ma sono comunque risalita a Milano per far il colloquio. Insomma, un pò me lo aspettavo di esser presa, magari non nella prima destinazione ma nelle altre.. Ora è deciso, ma non so perchè, non ne sono tanto felice. Non salto dalla gioia, non festeggio come avrei dovuto (o avrei voluto?), come tutti gli altri.
I primi 5 minuti ero serena, ma subito dopo ho incominciato a farmi *********** trip mentali, ho paura che ualcosa possa andare male, ho paura d'esser la prima a rovinarmi questa esperienza, ho paura di avere attacchi di panico etc.. non voglio rinunciare a questa esperienza ma nello stesso tempo mi sento un'ansia addosso che non potete capire.

Ho controllato e ci stanno alri ragazzi con me, con uno ho provato a parlarci ma ha chiuso discorso subito (milanese antipatico ahahah eh) spero nel tempo di fare amicizia con gli altri e magari spero di prendere casa con loro, anche se non voglio risultare una psicopatica ma... vorrei avere come amici le persone che, sicuramente, dovranno chiamare l'ambulanza quando io avrò le convulsioni, no? :-)

Gio

14

Mar

2019

Un consiglio a tutti: studiate e fate sempre quello che vi piace

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

E' uno sfogo un pò diverso dal solito: non insulterò nessuno, a parte quell'eterno indeciso che sono. Stronzo. 

Date retta ad uno che ci è passato e ci sta passando: fate sempre quello che vi piace, studiate quello che vi piace. Se non volete studiare lavorate, purchè facciate ciò che si allinea con il vostro spirito e con le vostre inclinazioni/gusti personali. Non ci sono soldi o posizioni che tengano: non c'è niente che potrà mai pagare la nostra infelicità. Sarete sempre delle anime in pena.

  Lo scrivo perchè vorrei che nessuno cascasse nel tranello in cui sono capitato io. Inizialmente scelsi nella mia vita il percorso di studi che mi piaceva (all'epoca non offriva molto la verità a livello lavorativo). Così, al conseguimento della triennale, cambiai percorso iniziandone un'altra, che mi procurò subito un lavoro (retribuito bene). Il risultato fu che feci quello che non mi piaceva, che mi rendeva nervoso e depresso, ma pagava. Ne valeva la pena? Forse no, forse si, chi può mai saperlo?

 Così reiniziai il percorso iniziale, ma le offerte dal secondo continuano ad arrivare, e rifiutarle è per me sempre motivo di imbarazzo e angoscia, verso chi non ha lavoro, verso chi amo, verso tutti. Forse anche verso me stesso?

 

FATE SEMPRE QUELLO CHE VI PIACE, NON SPRECATE TEMPO, LA VITA E' UN BATTITO DI CIGLIA.

 

Mer

06

Mar

2019

Sono stancaa (ma non riesco a smettere di fare cose per gli altri)

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Questa doveva essere una settimana di pausa dopo un mese pesante di spostamenti e corsi e lavoro. Una settimana di cui ho bisogno per riuscire a partire per questa nuova stagione con un po' di energie, che adesso mi mancano. Sento il bisogno di staccare dal lavoro, di prendermi qualche giorno in cui non pensare a ciò che ho da fare, preparare, programmare, pianificare per i mei a venire.
Ovviamente da quando ho deciso di mettermi a riposo, si sono presentate una serie infinita di cose da fare che ho bisogno di completare prima di poter staccare definitivamente la testa. Progetti da visionare, compleanni di persone a cui vuoi bene che però vorresti tanto poter rimandare, amiche che a breve partiranno per lungo tempo e che non sto frequentando abbastanza, scadenze, colleghi che mandano materiale o chiedono pareri.
E io sono stanca,esausta, esaurita e vorrei solo fermarmi, ma non riesco a smettere.

La mia terapista è in maternità e io ho voglia di urlare e sparire per un po'.

Anche il tempo che ho etichettato come svago mi pesa e lo sento come un dovere: non sono capace di prendermi del tempo davvero per me.
Tempoper uscire con le amiche diventa tempo da passare con loro perchè presto non le vedrò più.
Tempo per la creatività diventa tempo in cui provo laboratori o attività che mi servono per lavoro.
Tempo per leggere diventa dempo per leggere tutto quel materiale che devo approfondire per non sentirmi inadeguata al prossimo incarico.

E allora qualsiasi cosa diventa un peso: prepararmi da mangiare, mettere via i vestiti, lavarmi, leggere, riordinare, pensare.

Sono stanca,stressata ed esausta e non riesco a smettere di fare

Vorrei solo sparire dalla vita di chiunque per un po', così che non possa avere bisogno di me e io non mi senta in dovere di accorrere o debba chiedere una tregua.

Mar

19

Feb

2019

Beccato a barare per una verifica

Sfogo di Avatar di uno studente depressouno studente depresso | Categoria: Altro

Dio mio... Ho tanta ansia per questo anno, studio bene e mi comporto sufficentemente, ma sono un coglione. Sono in 3a media e capite che ci sono gli esami... Ho una prof che mi detesta e gli sto sul cazzo, oltretutto devo fare la tesina e sono l'unico della classe a cui non ha aiutato a farla, in questo 2o quadrimestre sto cercando di comportarmi meglio... Ma oggi (19/02/2019) ho fatto una cosa cosi piccola ma cosi grande: avevo ansia per la verifica di geometria e non mi ricordavo le formule, me le sono scritte sul braccio il giorno prima e io arrivato a scuola alla fine dell'ora di inglese stavo parlando con un mio amico e si era intravisto il braccio per poco... CHE COGLIONE CHE SONO STATO! La prof di inglese lo ha visto e all'inizio gli ho detto che me lo ero fatto per fare lo scemo ma dopo che ha intravisto delle A e delle √, AVEVA SUBITO CAPITO...HO PENSATO CHE ADESSO SONO FOTTUTO e meno male il mio amico a fianco gli ha detto che era per una verifica scorsa... Mi ha detto ok prima o poi lo andra' a sapere. Arriva la prof dopo la ricreazione (di geometria) ho subito pensato: TI PREGO PROF DI INGLESE VATTENE VATTENEE!! E POCO DOPO CHE LEI SE NE ERA ANDATA LA PROF DI GEOMETRIA HA DETTO DI PREPARARSI PER FARE LA VERIFICA, LA PROF DI INGLESE HA SENTITO E SUBITO HA DETTO DI ANDARE A TOGLIERMI LE SCRITTE, non se ne andavano. L'ANSIA SALIVA, PERCHE' ERO STATO ANCHE L'UNICO IMBECILLE A FARMI BECCARE DALLA PROF (inoltre il 97% della classe stava barando T-T) la prof di geometria ha detto che era calma quel giorno e mi ha lasciato fare la verifica con il braccio con le scritte per tutto illeggibili ToT. Oltre tutto ho fatto la verifica senza guardare le formule... Sono pure cosi bravo ad non aver barato dopo che mi sono beccato questa roba.

Torno a casa... Apro il registro elettronico (FRAM) vedo in comunicazioni:

Gentile famiglia si informa che oggi *il sottoscritto pentito* aveva trascritto le formule necessarie per la verifica di geometria sul suo braccio sinistro.

Ne terrò chiaramente conto nella valutazione finale

Cordiali saluti

*Nome prof che prima o poi gli diro' la mia sincerita'*

 Ne terrò chiaramente conto nella valutazione finale--->Capite la gravita' della cosa TOTora sia mia madre e TUTTE le/i prof mi staranno addosso!!!ToT 

Aiutatemi vi prego sono in uno stato di paranoia... SPERO che non mi valutera' cosi male nel voto finale!! ;_; 

Che io non riesco a convivere con una tale cosa addosso :( ditemi come togliermelo dalla testa vi prego, speriamo in piu' anche che questa nota non sia pubblica...SPERO ;-) 

speriamo mia madre non lo venga a sapere senno' rip 

Il problema e' piu' che devo concentrarmi sullo studio e sono in fase adolescenziale :(