Tag: famiglia

Dom

10

Dic

2017

Genitori egoisti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Avarizia

Ho dei genitori egoisti. Hanno fatto i figli solo per farsi una "scopata". E non sto dicendo bugie perché sono incazzata nera con loro, è la verità. Hanno fatto tre figlie, io sono quella nel mezzo, mi hanno sempre trattata male e denigrata. La prima per loro è la figlia perfetta, si è laureata e sta per sposarsi a venticinque anni, ma se le vai a chiedere la capitale della Germania nemmeno ti sa rispondere. Io ho appena fatto la maturità e ho cominciato l'università solo per fare contenti loro e non farmi rompere il cazzo. Io volevo prendere l'anno sabbatico, fare l'aupair all'estero e migliorare le lingue che già conosco e poi cominciare l'università. Per loro una cosa del genere sarebbe stata impensabile, non solo perché non avrei iniziato subito l'università ( loro hanno la terza media e si vogliono vantare al giro di avere una figlia che frequenta l'università, che parla tre lingue e che prende voti alti ) , ma anche perché andare all'estero da SOLA a diciannove anni sarebbe stato ancora peggio. Figuriamoci! Loro mi vedono come una bambina che non sa stare al mondo e che la sera deve essere allattata del latte amaro della madre. Non mi lasciano vivere. A 19 anni uno deve essere libero di scegliere, di poter sviluppare la propria opinione, ma io non posso. Mi sento in un carcere. Fin dalle elementari mi paragonavano ad una bambina che poi è venuta anche al liceo con me, dicendomi che lei era meglio di me, studiava più di me etc etc. Io sono sempre la pecora nera. Non mi drogo, non faccio niente di male. Se bevo con i miei amici torno sempre a casa sobria e non faccio mai cazzate.  Mi hanno fatto crescere con delle convinzioni sbagliate, che ora sto rivalutando. Sono incoerenti, cattivi e ignoranti. Mi addosanno tutte le loro colpe. Ho una sorella più piccola che è al primo anno di un tecnico, la fanno stare dalla mattina alla sera al telefono e va male a scuola. Tratta male tutti e risponde male a tutti. Mio padre mi minaccia sempre e mi dice che faccio schifo e non sono una buona figlia. Una volta alle superiori piansi per cinque ore di fila per le cattiverie che mi dissero il giorno prima. Mi hanno sempre fatta sentire inferiore agli altri, per i soldi che non ci sono o dicono di non avere. Perché non sanno nemmeno parlare italiano in pubblico senza fare errori dovuti alla loro provenienza. Mi mettono le mani addosso nonostante abbia 19 anni. A volte penso che se mio padre non esistesse tutti straemmo meglio, lui non mi ha mai abbracciato. Ha vissuto un'infazia di merda e vuole farcela ripagare. Quando quei due litigano noi figlie ne dobbiamo ripagare le conseguenze. Devono morire. Vorrei essere nata in un'altra famiglia, qui non c'è mai stato dialogo o ascolto. Se io a volte ho dei comportamenti di merda è per colpa loro. A volte mi faccio schifo da sola e sono dura con me stessa.

Tags: famiglia, di, merda

Mer

15

Nov

2017

vita

Sfogo di Avatar di JesonessaJesonessa | Categoria: Ira

Ciao mi chiamo sara e la 1 volta che entro in questo sito,ho 16 anni e venerdi ne faccio 17 sono qui perche ho mille pensieri nella testa che mi stanno uccidendo.non so come fare, non so a chi rivolgermi , mi sono fidnzata da poco ma io ho come l'impressione che non gli interesso veramente qualsiasi cosa che mi renda felice  finisce tutta una merda, anche con i miei genitori non vado d'accordo sono sempre a litigare rega veramente ho bisogno di qualcuno che mi stia vicino ma come si deve qualcuno che mi consiglia perche non riesco piu a farlo da sola non so fare altro che deprimermi,piangere,odiarmi 

Mar

14

Nov

2017

Stufa marcia!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Salve, come suggerisce il titolo sono stufa marcia. Di cosa? Parecchie cose!

Per cominciare, da tutta la vita mi tocca dividere la stanza con una sorella maggiore che non credo sia mai scesa a patti col concetto di condivisione degli spazi. In camera "nostra" lei decide tutto. La tv, la radio e la libreria sono in comune, ma...guarda caso, è lei che decide cosa vedere, ascoltare e occupa tutti gli spazi comuni con roba sua. Chissà come perfino nel mio armadio mi trovo a conservare le sue cose...perchè lei non ha più spazio! Ovviamente non muove un dito quando si tratta di pulizia, ma disperde roba in giro che poi io devo mettere in ordine per evitare confusione. Nelle discussioni lei ha sempre ragione, urla e sbraita come un'oca se ti ritrovi ad esprimere un altro punto di vista, ma se faccio notare certe cose, si comporta come se la cattiva che pretende cose assurde sia io!

Si direbbe una stupidaggine, messa in questi termini, ma aggiunta alla dipartita prematura di uno dei nostri genitori che ha cambiato radicalmente il mio stile di vita, il fatto che non riesco a trovare uno straccio di lavoro e ogni volta che provo ad aprire bocca per dire la mia, vengo inevitabilmente trattata come se fossi invisibile sia da mia sorella che da mia madre (che si trova sempre d'accordo con lei, ma dice di non avere preferenze)...diciamo che alla lunga la situazione tra quattro mura stanca, specialmente dopo tanti anni di convivenza forzata.

Da adolescente ho subito atti di bullismo e forse questo mi ha reso poco incline agli scontri e tendente ad abbassare la testa per evitare liti, ma sono davvero stanca di non reagire e non essere considerata le poche volte che accade.

Chissà quanto ancora ci vorrà prima di potermi permettere un posto tutto mio, certo il fatto che nessuno voglia assumermi in nessun campo perchè priva di esperienza non mi aiuta, ma purtroppo a differenza di tanti, io non ho conoscenze e quando si tratta di aiutare tutti si girano da un'altra parte.

Inoltre, se solo le vecchie "amicizie" non si fossero eclissate dopo il mio lutto (neanche portassi sfiga!), almeno avrei una vita sociale, una distrazione o qualcosa di vagamente simile, senza dover essere circondata sempre e solo da due persone che sì e no tollerano la mia presenza, la mia cosiddetta famiglia...anche se la cosa mi fa ridere.

Grazie dello sfogo. 

Lun

06

Nov

2017

Rammollita

Sfogo di Avatar di tncgintncgin | Categoria: Altro

In teoria dovrei laurearmi a Marzo.
Sono cinque anni che sono iscritta a una triennale che ho capito troppo tardi che mi facesse schifo. Parlarne con la mia famiglia questo inverno è stato qualcosa di devastante per me, loro hanno capito per fortuna, mi hanno detto giustamente "ti mancano due esami, ci sembra una sciocchezza mollare". Sono d'accordo a livello logistico, ma ho il rifiuto più totale per qualunque cosa concernente quegli studi. Avrei dovuto farmi convalidare a Febbraio 14 crediti di tirocinio, non ho mai consegnato le carte e penso sia ormai bello che scaduto tutto e non so come risolvere, era stato complicatissimo anche solo trovarlo, un tirocinio. Mi fa così schifo che continuo a sabotarmi, a fare di tutto per evitare di concludere, eppure da un lato vorrei levarmi questo macigno.

Nel frattempo ho intrapreso una strada complicata, per ricominciare da capo con qualcosa che davvero mi appassiona. Selezioni toste, una estate intera a dannarmi per non essere abbastanza, alla fine ce l'ho fatta e sono tra i venti in tutta Italia a poter studiare nella migliore scuola italiana del campo. Sono orgogliosa di questo traguardo, per la prima volta mi ha resa felice qualcosa che ho fatto e non vedo l'ora di cominciare. Ma ovviamente, dovrei concludere il capitolo precedente. Mi faccio schifo e mi sento una invertebrata. Faccio incubi quasi ogni notte per via di questa preoccupazione. Io sarei disposta a fare la rinuncia degli studi e a ripagare tutto quello che è stato speso per me alla mia famiglia e cominciare da zero con questa nuova esperienza, ma temo che questa soluzione li faccia solo che arrabbiare.

Il fatto è che non so dire di no. Il loro giudizio continua ad essere per me qualcosa di invalicabile, mi fa paura la rabbia, mi fa paura il dolore che posso arrecare. Penso a tutto questo e mi sento un essere ignobile e mi viene anche voglia di morire.  Negli ultimi giorni ci penso continuamente, ho il piombo nello stomaco. 
Probabilmente sono io che esagero, ma mi sento sul serio condannata da una scelta sbagliata fatta a diciotto anni. E dalla quale non so più uscire perché è diventata troppo su troppi versanti.

Gio

02

Nov

2017

Amore interculturale impossibile

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Bello schifo.  

Ho vissuto 28 anni della mia vita credendo nell'amore, quello vero, quello che può superare qualunque ostacolo. "Onmia vincit Amor" ce l'ho persino tatuato sul corpo. Non fraintendermi, non sono una persona romantica, non di quello che vengono in mente a te: tutte rosa e cuoricini. Sono anzi abbastanza indipendente, una donna forte, che non ha bisogno di nessuno. Non credo nel romanticismo da due soldi, intendo che credo nell'amore quello vero. -Fine della premessa necessaria-

Ho vissuto 28 anni credendo nell'amore, quello vero, per poi realizzare che non è invincibile. Che non può superare ogni ostacolo, che può essere "impossibile".  Bello schifo.

Ti risparmio la storyline di come è nato maturato e cresciuto il nostro amore, ti dico solo che quando ho conosciuto questo ragazzo la mia visione del mondo è cambiata. Io sono cambiata. H

Dom

29

Ott

2017

Sono combattuta...

Sfogo di Avatar di OchikondeOchikonde | Categoria: Altro

Aiutatemi a trovare una soluzione... 

Sebbene non mi piacciano i miei attuali coinquilini (a so che rimarranno anche l'anno prossimo) adoro la zona in cui ho trovato questa casa, mi è molto comoda per raggiungere la facoltà che seguo... Il problema è che, sebbene l'affitto non sia elevato, i miei faticano a pagarlo tutti i mesi, sto cercando lavoro per dargli una mano ma fino ad adesso non ho trovato niente (ho degli orari impossibili con le lezioni) e purtroppo dando disponibilità solo il weekend non trovo praticamente niente... Ho la possibilità di richiedere un posto letto (anche se ormai dall'anno prossimo) che verrebbe a pesare meno sulle spalle dei miei genitori, ma questo vorrebbe dire dover lasciare questa casa che, ripeto, sebbene non sopporto i miei coinquilini, adoro per il resto... Sono molto combattuta perché non so cosa fare, ho provato ad esporre il mio punto di vista a mia madre, ma lei pensa solo ai soldi che deve far uscire per pagarmi l'affitto, le ho siegato che per me sarebbe un disagio andare nelle residenze per studenti ma a lei non interessa... Secondo voi sarei una pessima figlia se insistessi a rimanere qui?  

Ven

13

Ott

2017

non ce la faccio piĆ¹

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ho solo 16 anni e potrò sembrare esagerata ma ho bisogno di sfogarmi. litigo costantemente con i miei genitori e mia sorella, prima con papà poi con mamma poi con mia sorella o tutti insieme. ogni volta è sempre peggio. in uno di questi litigi sono corsa a casa di mia nonna, e da allora ne sono ancora tentata e comunque ogni volta che succede qualcosa la chiamo. non so più cosa devo fare. 

Dom

08

Ott

2017

I miei genitori mi hanno dato solo le malattie, nient'altro. Fa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Certe volte mi chiedo come sia possibile che io sia figlia loro, come posso essere figlia di certe persone così disgustose. se volevano solamente mio fratello, il figlio maschio, potevano abortire quando hanno scoperto che in realtà non avrebbero avuto un primogenito ma una primogenita. perche mettere al mondo una figlia e poi farla sentire una merda? A sentirli, anche la fame nel mondo è colpa mia. E gli è andata pure male, perché mentre io ho sempre studiato, posso essere motivo di vanto/orgoglio (ma non è così), il loro tanto amato figlio maschio è un coglione vivente, ma se senti mia madre come parla del figlio con le persone, sembra che sia arrivato il nuovo Einstein con una strabiliante invenzione per l'umanità. E mentre lui, fancazzista, se la gode per bene la vita e a 18 anni ha avuto anche la macchina, io povera cretina a 22 anni devo alzarmi alle 5 per andare a prendere il treno per andare all'università. E almeno io ci vado all'università, e mi faccio il culo a studiare medicina, e anziché vivere in una situazione serena che mi permetta di studiare con tranquillita, ci sono i giorni in cui io sono così incazzata nera che non riesco a studiare per colpa loro. Ma soprattutto i miei genitori anziché essermi vicini, aiutarmi, dopo che ho scoperto di avere una malattia alla tiroide, di essere celiaca e soprattutto dopo aver avuto un'alopecia per fortuna non totale che mi ha messa KO, che fanno? Mi danno addosso, se ne fregano, si mangiano il pane e i pasticcini alla faccia mia, davanti a me, se li comprano per loro e per me no. Mio padre, che si gira il mondo, dice di non sapere dove sia la pasticceria che fa senza glutine. Ma si può dire una cosa del genere? Ci sono genitori che si fanno in 4 per i figli, e poi queste due merde che si comprano i pasticcini per loro e per il figlio e se li mangiano davanti a me alla faccia mia. E se glielo rinfacci, loro dicono che RINUNCIANO A MOLTE COSE PER NON FERIRMI. Per non parlare di quell'ignorante di mia madre, un insulto a tutte le donne che si sono battute per far valere i loro diritti. Un insulto. Merita solamente di vivere in medio oriente dove devi chiedere il permesso anche per respirare. La sua vita è UNA LAMENTELA CONTINUA, UN DISPREZZO CONTINUO, UN RINFACCIAMENTO CONTINUO DI OGNI CAZZATA CHE HA FATTO PER ME (ovviamente mai a quel coglione del figlio). Lei si lamenta che i suoi genitori non la fecero studiare perché dicevano di non avere soldi, e poi si comprarono due garage. E lei con me ha fatto la stessissima identica cosa: io ero stata presa alla bocconi (perché inizialmente non ero passata a medicina e avevo ripiegato su economia) e lei disse che non c'erano i soldi, un anno dopo mio padre ha comprato dei terreni. Fa gli stessi ragionamenti di mia nonna, ma almeno mia nonna ha 80 anni e ragiona come lo si faceva 50 anni fa, ma lei, ma come cazzo puoi dire a tua figlia Chen studia medicina "io non mi farei mai operare da un chirurgo donna, gli uomini sono più bravi"? Come puoi?!?!!! Vattene in Iraq a vivere sottomessa! Io so guidare, quelle rare volte che mi viene lasciata la macchina da mio padre, e so guidare bene, ma ogni volta deve dire che non sono capace, Che mio fratello guida meglio, che è meglio se vado a piedi come fa lei anche sotto il diluvio universale  (perché lei non chiede mai di essere accompagnata da mio padre o mio fratello per non dargli fastidio). Per non parlare della nostra condizione economica dal suo punto di vista, sembra che non possiamo neanche mangiare, deve cercare il risparmio fino all'ultimo centesimo, non capisce cosa significhi "essere accoglienti" "essere gentili" e il suo modo di fare è "se una cosa può essere fatta male risparmiando, perché farla bene?" Qualche settimana fa ho invitato in campagna dei miei amici per fare una grigliata, e sono arrivata a dirle che nella spesa avrei messo anche i soldi del dolce che avevo preparato e lei insisteva che io non dovevo usare dei piatti "belli". Così, senza motivo. Poco tempo fa ho rischiato di prendere la corrente perché sulla veranda c'è una presa messa veramente male e stavano collegate varie cose e stavo per farmi veramente male. Ma perché spendere soldi per avere una casa in sicurezza? Ed è inutile parlare con mio padre, per anni se ne è fregAto di me, quando andavo al liceo e credevo ancora che mia madre non fosse senza speranza, ho scoperto che lui la tradiva con una rumena di 8 anni più grande di me, e quando gli feci capire che lo sapevo inizio a scagliarsi contro di me, e per anni, pur stando in casa qui, non parlavamo e lui diceva a mia madre che io non gli parlavo perché sono una presuntuosa/insopportabile/mi credo il centro del mondo. Ora sembra che si sia redento e sia tutto per la famiglia, ma continua a farmi schifo. E mio fratello sapeva tutto ma ovviamente non gliene fregava un cazzo del male che mio padre faceva a mia Madre.

Ho provato a chiedere aiuto alla mia madrina ma mi ha solo presa in giro, certe volte vorrei solo andarmene da qui ma non saprei come mantenermi e purtroppo la strada per potermi mantenere economicamente è ancora lunga 

Ho passato dei periodi della mia vita terribili, e loro ne sono stati la causa, non mi sono mai stati vicini, anzi. Loro dovevano avere le mie malattie, i miei disagi, loro e quel figlio di merda che si ritrovano. E ormai sto così male che i capelli li sto perdendo di nuovo. 

Ven

22

Set

2017

Mia madre mi insulta e mi vede come un oggetto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Prometto che ho dei amici fantastici,il problema è in casa mia madre... Qualche tempo fa avevo cominciato a fare video sul web, insomma piccoli piccoli video comici, Ma così per divertisi all'inizio era un idea mia

Mia madre invece mi spiace dirlo ma ne è diventata ossesionata a farmi una star del web... Mi critica sempre, dice che faccio schifo, che devo guardare le altre ragazze della mia età come Ambra cotti,Elisa Maino ecc.. Dice che il mio instagram fa schifo e che mi dwvo vergognare... Sul mio instagram non c'è nessuna foto con culo in fuori o tette, insomma foto normalissime... Selfie,panormami

Ma lei ha detto che devo assomigliare più a loro...io studio, obbedisco ma lei ne è diventata pazza e mi sta pesando molto.

Mi ha anche minacciato che se non faccio un altro video non mi iscreve al liceo quello che voglio fare io ma all'estetnon o di mandarmi via di casa

Io non c'è la faccio più, mi dice che mi devo vergognare che faccio schifo.. Solo perché non carico più video... Sembra quasi un obbligo

Quando ho provato a cancellare l'account mi ha quasi picchiato 

 Poi quando carico un video torna "normale"  e comincia fare la carina

Ma non funziona così

Mi sta rovinando e basta... Spesso mi minaccia di uccidermi quando è arrabbiata,  perché giustamente dico la mia ma no se dico la mia alza le mani quindi devo starememe zitta 

Sono molto invidiosa di chi ha una madre amorevole e normale

Io mia madre la trovo veramente una persona orribile..accecata dal vedere del successo... Mi vede solo come un oggetto credo... E io piango ogni volta

Ma d'avanti a lei non lo farò mai... Perché riderebbe di me

Beh spesso i nemici c'è li hai anche dentro casa

Ragazzi se avete una madre che vi vuole bene e ci tiene a voi tenetevala stretta.

Mer

30

Ago

2017

Problemi in famiglia

Sfogo di Avatar di Ibisco83Ibisco83 | Categoria: Altro

io ho un problema con la compagna di mio padre lei mi picchia mi insulta mi da della stronza bastarda figlia di puttana ecc. la cosa bella è che io devo stare zitta e non posso reagire perchè se no la punizione è due cipolle crude da mangiare e per ogni minima cosa che non faccio un kese di punizione che non posso vedere i miei amici io in questo momento sto preparando degòli esami di riparazione e sembra che a lei non gliene freghi niente mio padre non dice mai niente e molto spesso le da ragione io non ne posso più di questa vita cosa posso fare perchè le cose cambino perchè io non posso vivere così 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti