Tag: odio

Sab

28

Apr

2018

SUOCERI DA INCUBO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho 28 anni, sono gay e da circa 3 anni convivo con il mio ragazzo. Tramite il coraggio che lui mi trasmette ho avuto il coraggio di lasciare il mio precedente lavoro, lasciare la mia vita nella mia città (Milano) e trasferirmi a Napoli. Tutto sarebbe perfetto tra di noi se non fosse per la sua famiglia... APPARENTEMENTE la sua è la famiglia più aperta del mondo, papà commercialista molto noto, madre casalinga, fratello sportivo e studente universitario, due persone della buona borghesia che sanno di noi e non sembrano ostacolarci in alcun modo, MA:

- suo padre è un despota, il classico padre padrone, stupido e ottuso che pretende di comandare moglie, figli e qualsiasi persona gli graviti in torno. Già da prima che mi mettessi assieme al figlio mi disprezzava come uomo e come persona e di certo non lo nascondeva (parlava molto chiaramente con il mio ragazzo di quanto gli desse fastidio la mia presenza come persona, non come suo fidanzato). Omofobo come pochi altri, tutto ciò che io faccio è oggetto di derisione e/o commiserazione perché, a differenza sua, credo non tutto nella vita giri attorno ai soldi come invece lui e, sempre a differenza sua non mi circondo di cafoni arricchiti (di cui poi ovviamente sparla appena voltano le spalle) solo perché hanno la villa a a Cortina o la casa a Porto Cervo... Pure il mio compagno mi ha detto che se avessi una f**a da mostrargli ogni tanto qualche milione in banca i nostri rapporti andrebbero meglio, ma il problema è che non ho nè l'una, nè gli altri.... Il vuoto assoluto non sarà mai assoluto quanto la mente del mio (ahimè!) suocero 

- la madre (donna stracornificata con mezza Campania e mezzo Lazio) è la classica cameriera sottomessa e succube di un marito che, pur mai violento, non le nasconde il suo disprezzo e, anzi, la tratta come una mezza ritardata umiliandola davanti ai figli e, spesso, anche davanti a me che in fin dei conti sarei un estraneo

- il fratello lasciamo perdere perché a 26 anni è già un mezzo fallito nella vita... Non solo è fuoricorso, ma non lavora nè fa qualcosa di utile per se stesso ma spende cifre notevoli al gioco, coperto dal padre che stravede per il figlio puttaniere (come lui), omofobo (come lui), cafone (come lui), giocatore (come lui) e marcio (forse più di lui)

insomma, tre meravigliose persone che, se non fosse per il mio compagno non cagherei di striscio nemmeno alla fila delle Poste ma con i quali mi devo purtroppo confrontare perché, PURTROPPO, mi sono venuto a trasferire nella loro cittadina dove non conosco nessuno...

Per fortuna il mio compagno non è stupido e capisce l'insostenibilità di questa situazione a lungo andare ma non ha molto da fare dal momento che lavora con il padre nello studio commercialistico (dove OVVIAMENTE non ha uno stipendio fisso ma una specie di paghetta tipo bambino alle elementari che il padre gli dà per tenerlo sotto controllo).

a volte pensiamo o, meglio, sognamo di scappare da questa realtà ma poi ci manca il coraggio... Anche perché anche la mia famiglia (sono di origine siciliana) è ormai a pezzi, con un padre presente assente, una madre depressa e che - conoscendola - si suiciderebbe pur di non vedere lo scandalo di un figlio gay, un fratello omofobo.

Scusate lo sfogo lungo e banale ma... 

Mer

25

Apr

2018

Heartbroken

Sfogo di Avatar di Angel without wingsAngel without wings | Categoria: Altro

Ho il cuore a pezzi... lo so, a molti può sembrare una stronzata, ma,fa male. Oh, eccome se fa male. Il mondo non ha,fatto sconti: genitori separati, padre mammone e attaccato alla bottiglia, pianti, dolori, battaglie legali, un casino. Ora credevo di aver trovato un po' di pace, ma a quanto pare no. Sono destinata a stare forever alone. Credevo che mi amasse, che fosse diverso, ma a quanto pare no, un altro stronzo mi doveva capitare.

Mar

24

Apr

2018

Quel fardello di mio cognato

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Odio mio cognato.

Il fratello del mio compagno è un fardello: è un fallito di quasi 33 anni, senza lavoro, che sta ancora studiando e che vive ancora a casa con i suoi, che si ubriaca fino a vomitarsi addosso ed addormentarsi per strada e che ruba ancora i soldi dal portafoglio della madre.

È un ignorante, senza un briciolo di cultura o di educazione, che pensa di essere furbo, ed invece è solo un approfittatore. E si approfitta soprattutto della bontà del mio compagno, il quale non riesce a vedere il marcio che c'è in suo fratello, ma anzi lo difende perchè "anche se per te amore è un fardello, per me resterà sempre mio fratello e non lo escluderò mai dalla mia vita".

Mio cognato è la classica persona che, per proprio interesse, manderebbe in galera sua madre senza battere ciglio. 

Il mio compagno non comprende la mia frustrazione, ma anzi continua a dire ai nostri amici in comune, con i quali io faccio presente il mio dissidio, che sono esagerata e che non è vero che io odio il fratello, ma che anzi gli voglio bene.

Ovviamente io provo un senso di non sopportazione viscerale nei suoi confronti: sono arrivata al punto che anche il solo sentirlo nominare mi innervosisce tanto da rovinarmi l'intera giornata. 

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata quando ha deciso d i lamentarsi di me con il mio migliore amico e di dirgli di tenermi nascoste alcune notizie. Pertanto, ho chiesto al mio fidanzato di evitare che tra me e il fardello ci fossero contatti per un po', dato che avevo bisogno di "disintossicarmi" dalla sua presenza costante. Ciò che ho ottenuto è stato una bella gita in campagna organizzata con i miei amici, alla quale il mio compagno ha deciso di invitare anche il fratello "perchè pare brutto se non lo invito" e la prospettiva dell' ennesima estate a tre: io, lui e suo fratello. Al che, ho fatto presente al mio compagno quanto queste 2 scelte rendessero me infelice, e gli ho detto di non passare l'estate in 3, ma in 2 (io e il mio fidanzato da soli), e la risposta che ho ricevuto è stata "mi hai messo davanti a una scelta, davanti a un aut aut,  sei una persona cattiva e meschina, mio fratello non lo farebbe mai" ed anche un qualcosa di simile a "o accetti mio fratello, o tra noi è finita". E non sapete quanto avrei voluto dirgli "non lo accetto xk dopo 8 anni di sopportazione la mia pazienza è finita, quindi lasciami", ma poi ho pensato "non buttare all'aria la tua storia per un coglione, cerca un modo alternativo per mostrare al tuo compagno quanto vergognoso sia suo fratello". Ora devo solo trovare un modo alternativo. 

Quindi ricapitolando mio cognato è un fallito, un approfittatore, ed anche un incredibile idiota. È una persona fastidiosa, vile e infantile: ha 33 anni, ma ne dimostra si e no 16. È il classico imbecille a causa  del quale vietereste a vostra figlia di uscire. Mio cognato è quello che al sud chiamerebbero "omm e merd". Mio cognato è un insignificante punto nero, senza arte nè parte. 

IO LO ODIO PIU DI QUALUNQUE ALTRA COSA E SPERO CON TUTTO IL CUORE CHE IL MIO COMPAGNO SI RENDA CONTO DELLA MERDA CHE È E LO MANDI FINALMENTE A QUEL PAESE, CON TANTO DI CALCIO NEL SEDERE.

Io ti odio. Ti odio con tutta me stessa. Sei un emerito fallito, sei un parassita, vali quanto la merda di una mosca poggiata su una merda. Il mio desiderio più grande sarebbe che tu non fossi mai nato. Sei solo un peso, un enorme peso, che io - per amore del mio compagno - dovrò sopportare per il resto della mia vita. E CHE NON VOGLIO SOPPORTARE. 

Ti detesto. Ti odio. Vorrei che tu te ne andassi per sempre; ma più di tutto vorrei che il mio compagno mi desse il giusto peso che mi merito dopo 8 anni in cui ho donato tutta me stessa, ed invece CONTINUA A DIRMI CHE SUO FRATELLO CI SARÀ PER SEMPRE NELLA SUA VITA ( E CONSEGUENTEMENTE ANCHE NELLA MIA). Spero di tenere duro fin quando il mio compagno non muterà la sua posizione e non mi dirà "amore mi dispiace per tutto quello che hai dovuto sopportare, non lo vedremo mai piu".. altrimenti esploderò prima o poi..... 

Il solo fatto di aver cercato un blog dove sfogarmi é indice di quanto io sia frustrata per colpa di mio cognato, e di quanto sia amareggiata nell aver capito di non contare così tanto come credevo per il mio compagno.

 

- P. - 

Lun

02

Apr

2018

Cosa ho fatto di male?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Domani sera devo andare al compleanno del mio ragazzo sui navigli.. mia mamma voleva farmi tornare alle 11 di sera.. ovviamente mi sono opposta e ha iniziato a dire chiama tuo padre e vedi ho chiamato mio padre appena ho messo giù gli ho detto che papà mi dava ragione è arrivata verso di me cattiva mi ha messo le mani ai polsi strette spingendomi all'indietro e poi mi ha messo le mani al collo.. soffro di attacchi di panico.. e inevitabilmente me ne è venuto uno e mentre ero li che tremavo e facevo fatica a respirare è arrivato quel burino del suo compagno a dire qual è il problema domani fa le valigie e se ne va da suo padre. Io non capisco cosa gli ho fatto di male per meritarmi ciò? Perchè si accaniscono cosi su di me? Non sono neanche una fancazzista, nel mio piccolo faccio sempre il possibile per farli stancare il meno possibile.. inutile dire che da quando si è lasciata con mio padre 10 anni ormai non è la prima volta che capitano queste discussioni..ma non mi ha mai messo le mani al collo.. non riconosco più mia mamma, non la voglio una mamma cosi. Ho 17 anni, vivo in un paesino di campagna in periferia di Milano non ho amiche l'unica persona con cui parlo è il mio ragazzo che sa sempre tutto prima anche dei miei, ma ho bisogno di altro.

Ven

30

Mar

2018

Bella e Sporca

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Il tempo chiarisce tutto, ripenso a tutto, alle volte che mi hai mentito, alle volte che mi hai tradito, insultato, senza alcun ritegno  a me, una persona come me, che ti stava semplicemente amando. Tu legata a piccolezze "mai perdonate", scemenzine. Arrivando a dire ad altri (parlo di quel giorno in quella casa) uno dei piu grandi regali che io abbia fatto a qualcuno, a te, qualcosa che non ho mai detto a nessuno qualcosa che nessuno direbbe mai forse. parlo di quel giorno da xxxx che sei arrivata a dire cose di me che avevo deciso di regalarti, donarti...lo capisci... era un dono il piu bel regalo che potessi farti.Ora capisco perchè mi hai cercato, vedendo un disegno in cui quella mano ti sembrava non fosse per te, e nel frattempo periodo NO con un ragazzino di 19 anni. Relazione con me a suon di TI AMO, SEI LA MIA VITA, NON LASCIARMI MAI, HO PAURA DI PERDERTI e cose come riavvicinarti a me dopo tempo, permettendo ad altri di esporsi con te, parlare con te a una te interessata da altre persone. E IO LI. Avevi ragione quando mi chiedevi "ma sei sicuro che mi vuoi vedere" "magari ci stai male" ecc ecc perche si poi sono stato male ripensando alle tue menzogne, come il giorno di Tacconi, o quel giorno in cui tornasti alle 7 con XXXXX DA SOLA e dio solo sa cosa tutto avete fatto il giorno, coca, alcool, sesso, il suo affare che alla mia vista sarebbe SUDICIO SCHIFOSO E SPORCO dentro di te. E IO LI a non sapere dove fossi.Come fino a pochi giorni fa. Ero li a pensarti, a sognarti, a pensare che anche tu ti fossi fermata a pensare, DA SOLA , S. , DA SOLA a parlare a te stessa, invece no, ti sei messa con un ragazzetto di cui non posso dire nulla perchè non conosco, sarà  magari anche una bella persona ma è un bamboccio ai miei occhi. La mia vista è cambiata, e ora, ti vedo tanto bella quanto SPORCA. Se volevi giocare al gioco del chi perde chi, gioco a cui io non volevo giocare, beh, a quanto pare mi hai perso tu, perchè da me, amore per te non riesce piu ad uscirne. C'è ma non esce. E la causa di tutto questo non sono io. La mia anima è strapiena di amore S. , stracolma, accumulato da una vita, qualcosa che riuscivo a donarti ogni giorno senza alcuno sforzo, qualcosa che ora a te non mi viene piu di fartelo vedere, annusare o toccare. E' questo che mi hai fatto, forse credendo che tanto sarei stato sempre li.Forse ti aspettavi qualcosa di diverso da me. io non ti odio, anzi, so cose di te che mi portano ad amarti e volerti proteggere, ma ora è troppo tardi come un male nato, e ora troppo cresciuto. Non mi meritavo NULLA delle cose che mi hai fatto, a partire dalle menzogne per continuare per tutto il resto.Sono cose che tu sai e che vuoi ignorare. COSA VUOI ANCORA DA ME....lo sai solo tu.  Come sai solo tu perchè mi hai chiamato amore.

Gio

22

Mar

2018

Pazzia di mia madre

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mia madre fin da bambino ha fatto figli e figliastri ho un fratello di un anno più grande a lui tutto e a me niente Cioè a me solo rimproveri a lui soldi pacche sulle spalle belle parole e mio padre guardava e stava zitto mi ha fatto dormire per strada vestire come un mendicante e mio fratello godeva

Tags: odio

Sab

17

Mar

2018

Ma ci senti?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Porca di quella..... Che nervi dio santo quando parlo e tu non ascolti, già il fatto che fai come ti pare a te in casa mia mi urta parecchio, poi mi fai la ramanzina perché tutte le settimane lavo le lenzuola e non metto il coprimaterasso.... Ma se io lo voglio senza e voglio le lenzuola pulite, a te cosa stracazzo te ne frega! Sei qui da 6, e dico 6 giorni,e ancora non ti ho sentito o visto fare una doccia.... la bimba ha avuto la febbre e ha sudato e mi hai detto su perché le ho fatto il bagno, dicendomi che dovevo solo cambiarle la maglia.... Ma io dico ... Vivi nelle caverne? Hai paura che ti faccio pagare la bolletta dell acqua prima che vai via? Inoltre ti chiama tua sorella e che fai? La inviti in casa mia senza nemmeno chiedere.... Va bene che la conosco e non mi da fastidio, ma porca maiala chiedi! Io non vengo a casa tua e invito i Miei parenti come mi pare a me. Mi stressi tutti i giorni e anche le tue amiche chiamandoti perché ancora non si sa niente, ma se non succede niente io cosa posso fare? Ti avevo detto che era meglio se venivi su più tardi, hai scelto i giorni, ora non mi rompere i coglioni e ti prendi quello che viene. Oggi proprio te la sei cercata e ti ho risposto perché proprio non ce la faccio più, già non riesco a dormire bene, la bimba è malata, tu che fai come ti pare e non ascolti... Basta... Spero arrivi presto la data che te ne vai, se no giuro che faccio in maniera che scappi di tua volontà... 

Sab

17

Mar

2018

Suocera ma quando vai fuori dai maroni?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Io non sopporto più mia suocera! Deve mettere il becco in tutto e quando si muove sembra che stia passando la cavalleria rusticana va be che hai la stazza di un elefante ma cazzo mi devi proprio svegliare il bambino facendo cadere tutto cio che può cadere e ridendo con una voce che ti sentono fino dall altra parte del mondo? E poi no non gli metto questa crema e si lo porto fuori oggi anche se non c è il microclima perfetto di 20 gradi che vuoi tu e no non glielo faccio il battesimo perché tu mi rompi i maroni e no non sai tutto anche se sei vecchia come matusalemme e si dici delle gran stronzate, non mettere il bambino a pancia in su mentre dorme si soffoca...no veramente è il contrario rimbambita! Il momento più bello è quando ti levi dalle palle ciao

Gio

15

Mar

2018

Dormite sogni tranquilli, che qui ci sono io a prendermi la vostra merda

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Salve, sono un ragazzo di 16 anni la cui disgrazia è essere troppo buono. Io non so per quale motivo sia cosí, ma fin da piccino sono sempre stato buono, pacato, gentile, molto empatico(piango per tutto)ma soprattutto timido e taciturno da far schifo(mi vergogno anche a guardare la gente negli occhi, e per queste cose pensano tutti che sia ritardato... avranno ragione magari). Sono sempre stato incapace di reagire: se qualcuno mi insulta io mi faccio insultare e sto zitto, se qualcuno mi picchia io mi faccio picchiare e sto zitto. Tutto ciò mi ha reso la perfetta vittima dei bulli, di cui ne ho uno a casa in veste di "sorella". Ma io non ne posso piú di essere cosí buono, mi sale il sangue al cervello quando penso a tutto ciò che ho sempre subito(per colpa di mia sorella mi sono rotto il metacarpo e ora non riesco a muovere il pollice destro) . Su di me grava il peso delle fustrazioni altrui, probabilmente è per questo che ora arrivo a voler vedere morta determinata gente. Ed è grave che un ragazzo di 16 anni arrivi a vivere con l'omicidio in mente. Di questo passo un giorno per vivere in pace ammazzerò qualcuno sul serio, ma non perchè sono cattivo io...ma perchè sono cattivi gli altri. 

Lun

12

Mar

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di ricardenericardene | Categoria: Ira

Credo di essere arrivata ad un punto di rottura. Credo di non starcela facendo più. O muoio o scappo. La situazione in famiglia è delle peggiori, e forse dovrei dire "famiglia". Un padre non ce l'ho, ho una madre che urla che siamo una famiglia di merda, due sorelle, una che dice lo stesso, e non fanno altro che augurarsi di morire a vicenda. Va avanti da troppo tempo.

 Mi spiego meglio: mio padre se n'è andato di casa 5 anni fa. Ha tradito mia madre, e non solo, ma ci metteva le mani addosso.

Sono stufa. Mi convinco sempre di più che non saremmo mai dovuti esistere come famiglia, che non facciamo altro che farci male a vicenda, e non aspetto altro che andarmene da qui. Sono in terapia da un anno, ho un disturbo alimentare, mi tagliavo, mi drogavo, bevevo, insomma mi sono fatta male in tutti i modi. Una settimana fa ho tentato il suicidio. (Io non lo chiamerei così ma il terapista l'ha definito tale).

Voglio scappare, altrimenti non vedo altro futuro che una bara, per me.

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti