Tag: cattiveria

Ven

06

Set

2019

Ho rotto i rapporti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

con un'amica a cui tenevo molto, per autodifesa, perchè lei essendo borderline e bipolare e sicuro autolesionista pensava solo a se stessa e io mi sentivo come la sua copertina di linus. Per un po' ho resistito mi faceva pena ed era cosi sola, odiata da tutti. Poi ho capito che mi mentiva sempre per farmi pena e fare la vittima. Litigava a morte con tutti, roba da pazzi. Ed essendo io una cretina empatica assorbivo ogni magagna come fosse mia. Mi stavo logorando. Ho chiuso con lei quando ho capito che non sarebbe mai cambiata. Mi ha odiato a morte per questo e sono certa che nonostante siano passati 3 anni (l'avevo bloccata sui social e whatsapp xchè mi mandava infinti messaggi di insulti ecc) se potesse farlo, mi tirerebbe sotto con la macchina. Da una che conosco ho saputo che questa ancora va in giro a sparlare di me e dei fatti miei che le avevo confidato quando eravamo amiche. Ma perchè non la smette e si vive la sua vita??? Poi si chiede come mai 'mai una gioia' per lei. Eh ma se sei cosi matta e porti rancore al mondo come se tu fossi la migliore di tutti, per forza il karma non ti aiuta. Mah...

Dom

07

Lug

2019

Scambiare la gentilezza per stupidità

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Molto stanca e molto arrabbiata. 

Sono una donna di 33 anni che si scopre "invecchiata" bene, una bella donna. E nel tempo ho mantenuto un certo temperamento aperto: mi piace conoscere le persone, mi piace parlare con loro. Non metto in dubbio quello che mi viene detto, non vedo perché a qualcuno che mi racconti qualcosa della propria vita spontaneamente io non debba credere. Sono educata, sorrido molto alle persone, nonostante il mio proverbiale senso dell'umorismo caustico e una certa inclinazione alla misantropia. Cerco di rendere le cose facili a tutti in ambiente lavorativo e tra gli amici, perché diamine, che motivo ho di complicare la vita agli altri generando frustrazione che poi si scaricherà addosso a tutti, me compresa? Questi sono connotati della mia personalità di cui sono profondamente consapevole, su alcuni ho lavorato per raggiungerli, altri li ho scoperti in psicoterapia. Sono acutamente consapevole del fatto che sono armi a doppio taglio: per qualcuno possono essere pregi, per altri punti deboli.

Ed è di questi ultimi che sono stanca. I più li ritrovo tra i miei ex. Nelle relazioni sentimentali questa mia "malleabilità" si è sempre amplificata, in nome della costruttività. Disinnesco, concedo il beneficio del dubbio, cerco di rendere sereno l'altro. E finisco per essere trattata da idiota. Ho sempre avuto uomini che alla fine si sono rivelati meschini, che negli ultimi giorni di relazione in un modo o nell'altro hanno svelato il trucco. L'ultimo con cui sono uscita mi ha letteralmente riso in faccia, dopo avermi raccontato vari aneddoti della sua esistenza, e chiedendomi come ho fatto a raggiungere la veneranda età di 33 anni credendo a tutto quello che mi viene detto. Poi ha cominciato la sua opera di demolizione e tentativi di manipolazione, per spingermi ad essere la donna dei suoi sogni. Ho cominciato semplicemente a girargli al largo, senza neanche usargli l'educazione di una risposta garbata.

Sono arrabbiata, moltissimo. Le persone credono che dietro all'educazione si nasconda una sorta di ritardo mentale. E se questa situazione è tollerabile in un ambiente lavorativo, fatto di soggetti che dopotutto non devo sposare e della cui stima il più delle volte mi importa poco, non lo è assolutamente con quelli a cui regalo un pezzo di cuore. Oramai con il mio ci si possono fare le frattaglie in padella e darle al cane. Sono piombata in una sorta di coma emotivo per il quale non do più retta a nessuno, le manipolazioni altrui mi scivolano addosso, immagino una sorta di protezione dalla dissonanza cognitiva che mi ha attanagliato nell'ultima relazione. Ma evidentemente sono ancora la stessa persona che attira questa gente, perché capitano tutti a me.

Cosa c'è di sbagliato in me? Cosa attira così tanto?

Gio

13

Giu

2019

GENITORI CHE NON SANNO FARE I GENITORI

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Vi odio, non meritate nulla, vi siete riprodotti alla cazzo di cane, tanto per, anzi diciamo per errore. Siete la peggior categoria esistente: pensate di poter comandare sulla vita dei figli solo perché durante una scopata avete sbagliato qualcosa e 9 mesi dopo vi siete trovati un terzo in comodo.  Crescete i figli nel terrore, ogni loro sbaglio è visto peggio di un omicidio, ma forse quell’errore è proprio causa vostra, dopotutto i figli li avete cresciuti proprio voi, quindi siete voi quelli sbagliati, siete voi quelli che hanno fatto diventare un bambino, l’adulto che è: se voi siete dei bugiardi seriali, e fidatevi che i vostri figli lo capiscono, anche loro lo diventeranno, dopotutto voi siete stati il loro modello, e agiranno esattamente come voi, strano vero? Poi vi arrogate anche il diritto di rovinare la loro vita per una bugia, bugia che voi avete insegnato a dire! Caro genitore maschio, e uso questo termine perché di essere chiamato padre non lo meriti proprio, menti cosi tanto che mi fai ancora scappare da ridere, ahh, tu e tutte le balle sui soldi che spariscono e i tuoi debiti di merda, ogni volta che davanti al genitore femmina racconti stronzate, giuro che mi viene da ridere, perché io ho imparato il tuo stesso modo di mentire e appena apri quella tua lurida bocca, riconosco subito una bugia dalla verità, e racconti cosi tante balle, che se per ogni cagata che dici, ti regalassero un euro, a quest’ora avresti finito di pagare tutti i tuoi debiti del cazzo e pure la casa.

TI incazzi talmente tanto con me perché non ho avuto il coraggio di ammettere di essere indietro con l’università, quanto tu sei il primo a non avere le palle di dire la verità su tutti i soldi che hai da pagare e fai scenate della madonna, e mi minacci in tutti i modi possibili, senza nemmeno provare ad aiutarmi, e capirmi, sei solo bravo a inveire, incazzarti e minacciare una ragazza indifesa la cui unica colpa è avere genitori di merda. Ma tanto il karma gira, e prego e spero che prima o poi morirai, perché se mai ti rimarranno dei soldi, appena li avrò, li userò tutti per pulirmici il culo.

Adesso è il momento della cara mammina di sto cazzo, perché ho da dire anche contro di te: sei una strega, sei la cattiveria in persona, satana avrebbe paura di te.

Gli unici momenti che ho di te nella mia testa sono le tue urla da pazza isterica e le tue sgridate. Sei una frustrata del cazzo, hai avuto una vita di merda, dei lavori di merda, che tu ti sei scelta e poi vai a piangere miseria in giro e ti fai compatire per una vita che hai scelto tu! Ti lamenti tanto del tuo lavoro, della tua prossima disoccupazione, ma sai solo piagnucolare, non fai niente per cercare altro. Ti lamenti che non c’è lavoro e stronzate varie, ma non hai mai mosso un dito per cercare altrove, perché ti tira il culo, sei solo una poveretta. E sei talmente povera che riversi la tua frustrazione sulla tua prole.

Io nei miei giovani 20 anni ho commesso un solo errore, rimanere indietro di qualche esame universitario, e non l’ho mai detto perché tanto la reazione sarebbe stata la stessa di adesso, momento in cui la verità è scoppiata: urla e basta, senza capire che avevo e ho difficoltà. Mi hai sempre obbligata a vivere dentro una scatola di cristallo, e poi all’improvviso mi hai gettata nella fossa dei leoni senza niente con cui potermi difendere. Sei una persona ignobile, meriti le peggiori cose, e godrò infinitamente quando anche tu creperai, ballerò sulle vostre tombe di merda, riderò a squarciagola quando sarà il momento.

Vi odio con tutta me stessa, e giuro che certe volte mi incrinate così tanto che mi viene voglia di arrendermi una volta per tutte, far trovare questa lettera alle persone giuste e vedere la vostra vita rovinata così come voi la state rovinando a me. Poi però penso che forse non vale la pena morire per voi, e che sarà meglio vivere per potervi sotterrare io stessa il più in basso possibile.

appena ne avrò la possibilità me ne andrò il più lontano possibile da voi, non mi vedrete mai più, meritate il male assoluto.

Invidio tanto tutti quei bambini che hanno sempre avuto i genitori dalla loro parte, affianco  a loro in ogni situazione, voi invece siete sempre stati pronti a puntare il dito contro di me, senza mai ascoltarmi nemmeno una volta.

Perfino un ladro, un assassino davanti ad un giudice è trattato con più dignità di me.

Quindi cari genitori, se non sapete gestire e amare i figli, evitate di concepire “errori” e uccidetevi, fareste solo una favore al mondo intero a togliere di mezzo le vostre facce del cazzo.

Ven

07

Giu

2019

Senza parole

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Il mio ragazzo non fa altro che ripetermi che oramai sono una donna finita e che nessuno ormai mi prenderà più .Lui è stato l'unica e l'ultima possibilità che ho avuto di stare con qualcuno e che quindi è meglio che mi accontenti

Lun

03

Giu

2019

volevo solo qualcuno con cui parlare

Sfogo di Avatar di RoxambraRoxambra | Categoria: Altro

Volevo solo trovare qualcuno con cui parlare. Possibilmente con i miei stessi interessi, sono sempre da sola, non mi confronto piu' con nessuno. Ho provato con le chat, ho provato quelle che si presentavano come "chat in amicizia", ma in realtà sono stata assalita da un orda di uomini all'ovvia ricerca di altro. Allora ho provato a cercare qualche donna, ma sono rimasta scoinvolta dalla bruttezza d'animo di coloro con le quali ho parlato. Piene di arroganza, pregiudizio, indifferenza, mi hanno offeso e dato della bugiarda senza conoscermi. Il risultato è che mi sono cancellata da tutto, mi sono spaventata, arrabbiata e demoralizzata. Poi ho provato a giustificare l'atteggiamento di quelle donne, ma non riesco a trovare ragioni coerenti per trattare male qualcuno a prescindere. Io voglio solo trovare qualcuno con cui parlare. Ho 27 anni e sono sposata e con una bimba e sono appagata di ciò, ma sono sola. Vorrei capire perchè alcune persone sono così cattive.

Mar

23

Apr

2019

Sono io lo sbaglio?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Salve è la prima volta che scrivo qui... Lo faccio xk voglio un parere esterno xk tra amici si sa molto spesso ci si da ragione.. Io sono una ragazza di 25 anni e il mio compagno ne ha 40...stiamo assieme da 2 anni.  Lui è una persona molto particolare ha una visone della vita tutta sua ed è anche molto prevenuto. Vede il male in tutto. Ma andiamo al dunque..  Qualche giorno fa mi ha fatto conoscere una ragazza..  Amica del suo amico. . Con cui abbiamo trascorso il giorno di Pasqua a casa sua. Questa ragazza vive da sola con un figlio di 4 anni. Dunque siamo andati a casa sua e qualche minuto dopo essere entrati, l ex marito suona alla porta, lei esce e da sopra sentiamo che lui aggredisce verbalmente questa ragazza... Insulti grida da parte di entrambi... Abbiamo cmq finito la giornata a casa sua e la sera siamo andati via... In macchina il mio compagno mi parla bene di lei.. Mi dice che le sembra una ragazza a posto semplice, disponibile e simpatica... A Pasquetta torniamo da lei a pranzo assieme ad un altro ragazzo, un amico.... Trascorriamo tutto il giorno lì, anche per cena rimaniamo lì... Poi questa ragazza, sapendo che cerco lavoro mi informa che la sua estetista cerca una ragazza per le pulizie, allora le di il mio numero in modo di mettermi in contatto, successivamente, con la sua estetista. Il mio compagno mi dice: ma per forza devi darle il tuo numero? E io dico si ha un lavoro per me! La sera dopo cena andiamo via, in macchina siamo io il mio compagno, mio figlio di 5 anni e un amico del mio compagno. . A quel punto, per strada, mi chiede ma perché le hai dato il tuo numero, non puoi sapere che persone conosce... E io dico che l ho fatto per il lavoro. . Lui dice non sai che persone sono non sai chi è lei e ora il tuo numero è sul suo cellulare.. Mi dice che potrebbe avere il telefono sotto controllo... Io rispondo dicendo: ma come? Me ne hai parlato bene!  E lui mi dice: ma va bene per me non per te ed io faccio da filtro! A quel punto comincia a grid armi contro a insultarmi, sei una cretina una testa di c...., senza cervello, una deficente rincretinita, tutto questo urlando e screditandomi davanti al suo amico. Io mi sono sentita male, tremavo, sudato freddo... Allora mi dice che la ex marito era stato arrestato per spaccio e che lei conosce persone poco serie. Che l'ex marito ha l allontanamento ed è una bruttissima persona. Allora io dico: scusa ma perché non me ne hai parlato? Xk non me lo dicevi? Fino a ieri mi hai parlato benissimo di lei.. Ma la cosa principale è..  Perché se sono così pericolosi mi hai portato proprio dentro casa di questa persona??  E non solo, mi ci hai portato per 2 giorni, anche dopo la lite che ha avuto con l ex marito... E ci porti me con mio figlio! Mi umilia e mi tratta come una pezza davanti al suo amico xk ho passato il mio numero ma allora lui che mi ci ha portato a casa sapendo che erano persone del genere? E soprattutto io non lo sapevo perché non me ne aveva parlato! Detto ciò me ne salgo a casa piangendo... Lui continua tra messaggi ad insultarmi... Poi si pente mi dice hai ragione scusa e qualche minuto dopo ricomincia con gli insulti, sei una cretina una testa di minc....una rincretinita. . E mi dice che il suo amico, che si trova con lui, mi sta dando della scema e che ha ragione.. Quindi mentre io ero a casa a piangere, lui era in macchina a insultarmi con il suo amico. La mia  colpa è quella di aver dato il mio numero per lavoro ad una ragazza, di cui all inizio mi hanno parlato bene. Ma se io aveSsi saputo non l avrei dato. Adesso chiedo per favore la vostra sincerità e le vostre opinioni. Grazie

Lun

25

Mar

2019

Ruota di scorta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

 

Ci sono sempre per il mio migliore amico, da sempre, ogni giorno, riesco a consolarlo quando le cose vanno male, aiutarlo nei momenti difficili, però dal niente sono stato sostituito. Mi sento usato, una ruota di scorta, quello che serve solo nel momento del bisogno e poi basta, quello con cui puoi sfogarti perchè sai che c'è e ci sarà sempre. E poi? Alla prima occasione sostituito con persone che non si meritano nulla o che adirittura si sono comportate malissimo nei confronti suoi confronti.

Questo sono, una ruota di scorta, quello a cui puoi mandare un mesaggio a qualsiasi ora del giorno e della notte perche sai che tanto come un povero deficiente è sempre li pronto ad ascoltarti e ad aiuarti, e sapete il vero guaio qual'è? che riconosco tutto questo ma non riesco a cambiare, ci provo, mi ripeto, ''da domani faccio lo stronzo'' e invece niente, punto e a capo.

Avevo bisogno di sfogarmi, tutto qua. 

Dom

24

Feb

2019

Cattiveria repressa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Penso di essere la persona apparentemente più buona o quantomeno a livello di fatti (22 anni)

 - Soffro di ansia sociale (probabilmente,visto che non ne parlerei mai con nessuno)

 - sono terribilmente insicuro/timido o qualcosa del genere

Vorrei tanto socializzare con altre persone ma semplicemente non posso! mi sento malissimo,ho pochissimi amici conosciuti in precedenza e tra impegnati con ragazze(io non parlo con nessuno,figuriamoci con le ragazze) o altro talvolta sono a casa nel fine settimana! 

Tendo  a farmi mettere i piedi in testa da chi è stronzo e non,perchè si,persino le persone buone in certi contesti mi mettono i piedi in testa in quanto praticamente parlo meno di 0.ma più che altro mi mandano in bestia gli stronzi,perchè si,loro hanno capito come si campa in questo mondo,tanto ognuno è propenso a fottere il prossimo e so che anche se battezzassi di violenza una di queste persone non basterebbe mai,il mondo ne è pieno!

Iniziai a fare il pugile e devo dire che mi sta aiutando molto con la propria autostima,ma non è effettivamente quello che mi manca,sono tutto un insieme di cose!

Riesco a sentire la cattiveria dentro di me,ma per il mio temperamento non posso fare niente! non so letteralmente parlare quindi non posso rispondere male a tutte queste persone stronze e non,vorrei fare del male fisicamente,ma qualcosa me lo impedisce!! so che se una persona per strada mi mandasse in bestia e mi mettesse le mani addosso,preso dall'ira le farei terribilmente male,penso che arriverei a picchiare persino chi lo difende nella foga.

Voglio davvero far soffrire gli altri(perlomeno quelli che secondo me lo meritano),tanto superficiali, che non sanno niente di me e sparano o quantomeno pensano ( in base al loro comportamento sono convinto di sapere cosa pensano di me e non parlando manco mi confronto). 

Secondo me avanti così prima o poi schizzo e chissà che succede. 

NO CHE NON SONO PENTITO,IO NON HO MAI FATTO NULLA DI MALE,NON HO SCELTO IO QUESTA CONDIZIONE.È IL MIO TEMPERAMENTO O QUALCOSA CHE MI HANNO INCULCATO,VAFFANCULO A TUTTI!(scusa tipo tranquillo). 

Mar

22

Gen

2019

Mi sfogo o no?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Un anno fa una persona a me molto vicina mi ha fatto un torto tradendo la mia fiducia in un momento di grandissima difficoltà a seguito di una tragedia familiare. Mi ha abbandonata facendomi sentire molto sola. In quel periodo non ho avuto nessuno a parte il mio uomo a tirarmi su, ho fatto tutto da sola senza questa persona. È passato un anno e ho capito dopo molta introspezione quanto sta tizia sia una persona marcia e anaffettiva. 

Il problema è: io e lei non siamo mai arrivate a un confronto. Io presa dall'ira l'ho mandata a fanculo da un giorno all'altro senza nessuna spiegazione.. forse per disperazione o per codardia. Non l'ho più voluta sentire, ho chiuso tutti i contatti perché mi feriva moltissimo stare a contatto con questa gente. 

Ora voglio cercare di capire se sia il caso "mandarla a fanculo meglio" per dirle quello che mi ha fatto passare in questo anno. Ho proprio voglia di riaprire il vaso di Pandora ma il rischio è enorme. Però lei non sa nulla, sa solo che l'ho mandata a cagare e che non voglio più stare con lei. Mi da fastidio che continui la sia esistenza senza sapere quanto sia marcia dentro. Io sono sempre stata matura ma sta cosa mi sta mangiando dentro, sono una persona che non risponde ai torti e continua per la sua vita a testa alta e con dignità..  

Gio

20

Set

2018

Madre distruttiva psicologicamente, insopportabile

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

mia mamma è ed è sempre stata insopportabile.Ho 23 anni e con lei ne ho passate di tutti i colori, è stata sempre molto tirchia,lamentosa, sin dall'infanzia sempre incline a dare "botte" e a maltrattare, io mi ricordo i pianti che mi facevo erano immensi, ho avuto anche problemi a scuola perchè ero diventata insicura e non parlavo con nessuno e sono anche stata vittima di bullismo per qualche anno.  Ultimamente la cosa sta degenerando perchè sto studiando all'università ho superato il primo anno  e  a volte fa delle discussioni sull'invidia, dicendo che alcune madri sono invidiose delle figlie....se tipo vedono che sono migliori di loro ecc....cosi infatti lei cosa fa,  cerca di elogiare mia sorella  e di disprezzare me   insomma cerca di fare distinzioni e poi tutte le cose negative le attribuisce a me.   Quando devo fare una cosa io succede l'inferno, anche se semplicemente mi devo portare la macchina, e dice che odia il mio fidanzato...mentre il fidanzato di mia sorella è fantastico....Con me si rivolge proprio male,scorbutica,  quando gli chiedo di prestarmi qualcosa mi manda a quel paese, o anche semplicemente se voglio parlare con lei mentre è in salone nel divano, non mi calcola, guarda il cellulare.   Quando però le conviene, mi cerca e vuole fatta compagnia per fare la spesa o  dal dottore insomma per il comodo. Alcune volte in passato è capitato che mi faceva complimenti, anche fisicamente ma è come se poi ci riflette ed è invidiosa.  In realtà sono abbastanza carina anche per quello che mi dicono gli altri....Questa situazione a casa è pesante perchè mentalmente sono molto disturbata infatti soffro di ansia  e ho avuto anche la depressione che mi ha fatto perdere 3 anni di studio ma dalla quale mi sono ripresa da sola grazie anche al mio fidanzato che mi fa da supporto, diciamo che mi ha aiutata molto.

Non sono mai stata da uno psicologo,  inoltre io reputo di avere problemi nel senso che sono eccessivamente timida e chiusa in me stessa e non sono una di quelle che parla in pubblico anzi tremerei solo al pensiero, insomma dicono di me che non parlo proprio mai....la gente pensa questo di me....e per questo sono anche vittima di prese in giro perchè mi prendono per una "troppo buona"  però questo deriva proprio da un mio stato interno di preoccupazione continua e rabbia che ho, anche economicamente non stiamo molto bene, abito in quartiere misero infatti avevo pensato di studiare fuori ma non posso per questo motivo.   Ne ho provate tante, a cercare lavoro fuori e mi è andato tutto male.   Non so come fare continuare a studiare? con lei che molte volte accende la radio o tenta di distrarmi e cmq sopportarla durante il pranzo e cena con le sue provocazioni tanto per poi dirmi che sono irritabile ??....  Sono proprio stressata al massimo mi mantengo così proprio tutti i giorni. Mio papà in tutto ciò è uno che non conta, non si esprime, nel senso che è succube di mia madre perchè fa tutto quello che dice lei nonostante è solo lui che lavora.

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8