Tag: amici

Mer

02

Mag

2018

Ruote di scorta e ripieghi in amicizia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

La farò molto breve. Sento che io e le mie amiche siamo usate come ruota di scorta. Anni fa ero molto amica con una ragazza...poi crescendo ci siamo allontanate ed ognuna di noi si è fatta un nuovo gruppo di amici. A me lei però mancava così ho tentato di farla inserire anche nel mio gruppo, ma lei ha deciso di fregarsene e ci ha respinte. Passa un altro paio di anni ede io di nuovo provo ad avvicinarla trovando ancora una volta un muro. Mi rassegno. Passano tre anni e questas sbuca dal nulla invitandomi per un caffe io scema la invito con le mie amiche e scopro che ha irriparabilmente litigato con il suo gruppetto ( ma raccontando al tempo stesso una balla a tal proposito ). Ora io ho intenzione di troncare totalmente i rapporti con lei...per sette anni non ci ha volute, litiga con le sue amichette e pretende di fare C*** e camicia con noi? Io non ci sto più. Ogni volta che sul gruppo di messaggistica arriva un suo sdolcinato messaggio mi vien voglia di insulatrla, quando la vedo mi vien voglia di smerdarla davanti a tutte dicendle che ci sta usando ( perche alle mie amcihe, mica lo ha detto di aver litigato con il suo gruppetto ). Questa volta a dire no voglio e devo essere io per rispetto di me stessa e delle mie amiche. Faccio bene? Siamo un ripiego/ruota di scorta? 

Tags: amici, ripiego

Sab

28

Apr

2018

Mi incazzo quando mi escludono?

Sfogo di Avatar di Tamara95Tamara95 | Categoria: Ira

Salve. Vi è mai capitato di vedere foto dei vostri amici che escono ma che non vi hanno invitato? a me è successo da poco, in realtà due amiche... sono entrambe single e credo che siano nel periodo in cui hanno bisogno di conoscere nuova gente e farsi vedere, infatti pubblicano mille stories su instagram e foto su facebook. Io sono felicemente impegnata, ma odio le persone che appena si fidanzano scompaiono dal giro di amicizie, motivo per il quale cerco sempre uscire con gli altri e sono sempre disposta a fare nuove amicizie. Sono molto impegnata con lo studio, motivo che mi porta a non potere sempre uscire.. inoltre non mi va di fare tardi la sera e andare in quei classici posti per attraccare. Anche quando ero single odiavo tutti quegli ambienti da rimorchio, preferisco andare a vedere concerti, serate in disco con musica selezionata, andare in birreria ecc. Forse è per questo che a volte sono "esclusa". ho dimostrato la mia offesa...ma io sono la prima a ODIARE un amico\a quando si incazza perché è stato escluso, quindi evito fare troppe polemiche. Minchia poi appena si fidanzano anche loro diventeranno più tranquille e non vorranno più fare serata. Boh capisco che ognuno ha il suo "status sentimentale" però che cazzo, non è giusto. 

Ven

27

Apr

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Abito in un piccolo paesino, circondato da altri piccoli paesini, lontano dalle grandi città; il mio gruppo di amici è sempre il solito da anni... siamo una decina (19-23 anni),nessuno di loro ha mai voglia di programmare niente, ci incontriamo per stare ognuno al cell per i cavoli sua, ormai lavoro e di tempo per andare a giro a conoscere gente nuova ne ho poco, anche perché i miei "amici" sono ostili a tutto ciò che è nuovo.

È fondamentalmente una compagnia del cazzo .

 PORCA MA****A MA NON POTETE SPEGNERE QUEI CAZZO DI TELEFONI IN QUELLE  2 MISERE ORE CHE CI VEDIAMO?!

 

Dom

22

Apr

2018

Povertà e amici

Sfogo di Avatar di Tamara95Tamara95 | Categoria: Avarizia

Questo è il mio primo di TANTISSIMI sfoghi. 

 Mi fa stare troppo male il fatto di avere pochi soldi. Ok, non sono proprio povera, ok ho dei soldi da parte ma non posso usarli per uscire la sera o shopping o altro, devo conservarli se dovessi pagarmi un corso di inglese o qualcosa del genere (sono universitaria), cioè praticamente sono squattrinata. Non posso lavorare perché sto finendo di laurearmi e non posso perdere tempo. Ma il fatto non è questo. Spesso ho problemi con amici o col mio ragazzo perché non posso permettermi di andare a prendere anche un panino da 8 euro fuori casa, o un cocktail da 5. Le mie amiche sono tutte benestanti, non hanno problemi di soldi, è evidentemente, inoltre mi da fastidio vedere infatti in alcune atteggiamenti di tirchiaggine, non voglio fare i conti in tasca di nessuno ma credetemi che essendo amiche strette posso dirlo. La cosa bella è che non mi vergogno a dire spesso che non posso uscire perché (invento) che ho speso soldi già nella settimana, mica è colpa mia se non ho soldi! Chiaramente tutto questo è amplificato dal fatto che non frequento persone che hanno le mie stesse possibilità economiche. 

Quando esco col mio ragazzo quasi sempre gli dico che preferisco mangiare a casa appunto perché non ho soldi, lui essendo studente fuori sede è più  squattrinato di me, quindi mi sento in colpa a farmi pagare le cose... una volta mi ha invitato a casa sua e abbiamo ordinato le pizze, io gli ho dato la mia quota pensando che avrebbe rifiutato per offrirmela però niente. Devo ammettere che quella volta mi sono un po' infastidita perché penso ma scusa se mi inviti a casa tua almeno 3€ di pizza offrirmela! Però vabbè poi so che se non lo fa è perché deve sostenere tante spese.

Sono molto frustrata da questa situazione perché prima i miei mi davano più soldi, ora quando esco non me li danno quasi maj e io mi sento in colpa a chiederli, ma non so, forse sono un po' cogliona?

 

Ven

16

Mar

2018

ho parlato male di alcuni miei amici

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

in classe ci sono due ragazzi che non interagiscono con il resto della classe, ma io parla tranquillamente con loro e mi fanno anche dei favori, oggi i miei compagni stavano parlando male di loro ed io mi son messo a ridere e ho fatto delle battutine (con tutto che c'erano loro qualche banco più in là). Mi sento una merda e spero vivamente che non mi abbiano sentito.....

Mar

13

Mar

2018

aiutatemi a socializzare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

prossimamente andremo in gita con tutte le altre classi del mio anno, e secondo me è l'occasione fantastica per farmi qualche nuovo amico e magari uscirci durante le vacanze di pasqua, dato che nella mia classe le persone provenienti da paesini lontani sono molti ed escono tra di loro. Avete qualche idea di come fare? Avevo pensato di parlare in aereo, o in pullman, però non mi viene in mente nient'altro. Poi come faccio a trasformarla in un'amicizia e non solo chiacchere? 

Sab

10

Mar

2018

Sono cattivo non esco mai

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Devo solamente macinarmi 70km tra andata e ritorno per passare una serata in compagnia di gente che neppure mi considera! E' mio cugino a volere ardentemente che ci vada, dice che loro non mi considerano perché ci vanno piano, non mi conoscono e hanno paura a parlare con me. Quindi per rimediare a questo problema, il genio mi ha aggiunto alla loro chat privata di whatsapp, pensate che bello... c'è una foto megagalattica di loro tutti insieme e ovviamente non mi cagano neppure lì! Come del resto succede già su Facebook dove nonostante li abbia tra gli "amici" non rispondono MAI ai miei messaggi.

Oggi lui viene pure a casa mai per sapere COME MAI NON VOGLIO SAPERNE PIU'! Secondo me è un minorato mentale!!! Devo dirgli in faccia di andare a fanculo lui e i suoi amici del cazzo!??!?

Tags: amici

Dom

04

Mar

2018

forse è uno sfogo, ma si tratta più di una riflessione che ci tengo a condividere per avere diversi pareri, sperando sia utile quello che sto facendo.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

COSA RACCONTERÒ DELLA MIA ADOLESCENZA? che mi facevo complessi e che a tredici anni scoprii questo sito in modo tale da sfogarmi quando alle persone a me vicine dicevo sempre le stesse cose... da allora sono passati tre anni. Certo, si può dire che ho vissuto/sto vivendo la mia adolescenza come una persona normale, sempre un po' nascosta per la troppa insicurezza che mi porto dentro perché non riesco a migliorarmi, perché non mi piaccio e perché non so come relazionarmi con il mondo esterno. Infatti tutta questa insicurezza mi ha portato anche a non vivere le cose a pieno e spesso me ne pento ma penso che non sia il caso di rifugiarsi nel passato, sennò non avrò mai un futuro. Questa era solo un'introduzione su quello che ho da dire, il punto è un altro. Io sogno un'adolescenza fatta di ribellione, però attenzione, non come la maggior parte dei ragazzi di oggi che fanno cose solo per farsi notare: io voglio viverla al meglio per ricordare poi in futuro quei momenti trascorsi nei posti giusti e con le persone giuste. Ed è questo il punto, non ho nessuno... o quasi. Vivo in un paese di provincia e qui ho solo un'amica che si trova nella mia stessa situazione, un'altra abita a una ventina di minuti da me e per vederci c'è il bisogno di usare i mezzi pubblici (non che questo sia un problema). Le mie compagne di classe, quelle con cui vado più d'accordo hanno orari diversi dai miei, in più ci sono giorni in cui non possono uscire, ma accetto la situazione perché ognuno è diverso e fatto a modo suo. L'argomento princiapale è che voglio una vita sociale e non so da dove iniziare. Non so che posti frequentare, e non so come fare per conoscere gente nuova, ma anche se ciò succedesse, potrebbero diventare persone con cui trascorrere del tempo? La solitudine mi sta portando ad uscire il sabato e la domenica con persone con cui non mi sento a mio agio, annoiandomi anche. Vorrei dei consigli, mi piacerebbe, ne avrei bisogno... 

Ven

02

Mar

2018

tutti gli altri hanno già un gruppetto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

frequento il liceo e la maggior parte dei miei compagni viene da paesini vicini ed esce con le stesse persone dalle scuole medie. Io ho un gruppetto delle medie che frequento ancora, nel senso che ci vediamo a ricreazione ma non usciamo, a volte escono tra loro e mi sento un po' lasciato da parte.

Lun

26

Feb

2018

Non sono la santa di nessuno

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Qualche tempo fa scrissi su questo sito che, trovandomi in Erasmus, provavo una forte attrazione per un ragazzo che abitava insieme a me e che mi sentivo in colpa per questo con il mio ragazzo, pur non avendo fatto niente.

Bene.

Questa è la storia di come, alla fine della storia, quella che ha preso l'inculata sono stata io.

Scendo a Natale decisa a sistemare le cose. Voglio chiarire, confrontarmi ecc. Usciamo insieme io e il mio ora ex, la gelosia patologica di lui sembra scomparsa. Mi dico: riproviamoci. Diamo un'opportunità a quest'uomo, che mi vuole bene. Le chimere sono belle finchè non ti divorano: l'altro ragazzo probabilmente non ne vorrà mai sapere di me.

Che stupida

Torno in Portogallo ma tornano, insieme a me, anche i vecchi demoni. La sua gelosia si accuisce anche perchè conosco nuove persone, esco con loro, molti italiani "emigrati" come me ma anche tanti e tante portoghesi. Faccio nuovi progetti per il futuro, mi propongono una magistrale all'estero ma io decido di pensarci, preferisco in Italia insieme a lui.

A lui che mi colpevolizza se si sente in sospetto o se si sente trascurato

A lui che mi dice che a letto faccio schifo.

Morale della favola. Alla fine non ce la faccio più. La tentazione non se n'è andata, e le cose non sono migliorate. Non ho più intenzione di fare nulla col coinquilino, ma prendere in giro un'altra persona no, questo no. Gli chiedo di sentirci su Skype, ne parliamo, ci molliamo. Lacrime da tutte e due le parti.

E direte, finita qui

No ecco l'inculata

Per farla breve, mentre io ero appena tornata su in Portogallo lui aveva già iniziato a guardarsi intorno, senza tanti riguardi per i miei sforzi di far funzionare le cose. E non era andato troppo lontano a cercare. Si è messo con la mia migliore amica, dopo averla frequentata, sì, anche mentre io titubavo all'estero se lasciarlo o meno. La persona di cui, sbagliando ciecamente, mi fidavo di più al mondo. E me l'hanno detto solo ora. Lei, per mail. pretendendo che l'amicizia continuasse come niente fosse.

Con un'ipocrisia e un egoismo beceri lei mi ha chiesto di non dirlo a nessuno perché ha paura del giudizio degli altri e condividiamo gli stessi amici. 

Ma io non sono la santa di nessuno

Io ora le calo la maschera davanti a tutti, così che vedano che lupa si nascondeva dietro la maschera da santerellina che si mette tutti i giorni, ipocrita schifosa.

Perché dopo il dolore, tutto quello che mi è rimasto, è la rabbia. 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti