Tag: dolore

Dom

04

Nov

2018

Ancora una volta buttata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

sono ormai due anni e mezzo....ci siamo conosciuti online, la mia vecchia storia stava giungendo al suo termine e tu eri una voce amica e un buon ascoltatore. Ci siamo avvicinati e da subito abbiamo stretto un legame fortissimo. Ma la distanza che ci separava è stata un tormento che mai ci ha abbandonato. Ci siamo messi insieme ma dopo pochi mesi tu già dubitavi di me, non accettavo molte cose del mio carattere, compresa la mia determinazione e sicurezza che tanto ti hanno spaventato e ti spaventano. Ma alla fine si tornava insieme , felici. E quando tutto sembrava perfetto, dopo una stupide lite, tu ti sei allontanato , e da un anno e mezzo circa siamo come una molla. Ti allontani, io mi riprendo,comincio a riaprirmi e tu ricompari, dopo poco ci si risente tutti i giorni ad ogni ora e così per due/tre mesi. Poi succede che la situazione non è chiara perché tu spaventato ed impaurito dall’amore non sai nemmeno cosa provi e non vuoi discutere e se succede metti in dubbio ogni cosa. Passati due tre mesi quindi ti riallontani perché dici tanto non hai promesso nulla, come se solo una promessa potesse illudere una persona....perché gli atteggiamenti , le parole dette, le lunghe conversazioni avute forse per te non significano nulla. Io ogni volta mi riavvicino con un piccolo cuore ricucito, e ogni volta è spezzato perché credo che tu possa superare i tuoi problemi e invece la realtà mi mette di fronte a ciò che sei realmente e io non riesco a crederci. Come ho potuto innamorarmi di una persona come te ? Come posso sentirmi ancora legata??? Tu che mai hai fatto qualcosa per vederci più spesso, tu che mi hai umiliata e mortificata per gli errori commessi. Certo ho sbagliato , abbiamo sbagliato in due. Eppure ho tentato di migliorare e rimediare. Ma sono sempre stata sola in questo. Sempre. E ora vorrei solo avere la forza per mandarti a quel paese e non voltarmi mai piu

Sab

03

Nov

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Un anno a sostenerti, ad amarti e ora mi ritrovo spezzata a metà mentre tu fai la bella vita con lei. 
Domani saranno 5 mesi da quando mi hai lasciata e il 13 saranno 5 mesi da quando sei partito e sei andato a vivere con lei - che conoscevi da neanche un mese.

Mi hai fatto carico dei tuoi problemi familiari e della tua depressione per poi liberarti di me appena lei ha deciso che ti voleva a tutti i costi.
Mi hai sempre detto che odiavi gli estremismi (vegani, animalisti, nazi femministe, attivisti politici, astrologi) eppure hai trovato lei che è tutto quello che odiavi.

Ricordo tutto quello che mi dicevi su persone con quelle idee, come avevi opinioni dure su tutti loro. 

Allora perchè? Te l'ho chiesto molte volte ma non ho mai avuto una risposta da te.
Perchè stai vivendo il tempo della tua vita con lei e io sono qua a fare i conti con il buco nero che ho dentro il cuore?
Perchè ti sta andando tutto maledettamente bene?

Tags: rabbia, dolore

Mer

31

Ott

2018

Tanti piccoli pezzi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho 33 anni e ho tantissimi difetti,mi sono sempre sentita un pesce fuor d'acqua,....mi ci hanno fatta sentire .Ero sempre,troppo alta,troppo magra,troppo bionda,troppo buona,troppo ,troppo educata,troppo sbagliata!

Ho sempre cercato di impegnarmi nel lavoro,nelle amicizie...di non ferire gli altri,di migliorarmi ....eppure ,ho ricevuto tante di quelle delusioni ,non riesco a  dimenticare le cattiverie gratuite che ho subito.

Sono davvero stanca,triste,delusa ......Anche oggi sono stata ferita per l'ennesima volta! E la colpa è solo mia....perché non riesco a farmi rispettare,perché credo nel buono delle persone....

Giustifico sempre tutto e tutti...:" sicuramente avrà sofferto,non avrà voluto offendermi....:" e la pago sempre.

Le parole sono importanti,

Imparerò 😢

 

Grazie a tutti voi❤ 

Mar

16

Ott

2018

dolore.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

perchè mi becco cinquanta afte e taglietti in bocca ogni cristo di volta che mi lavo i denti? ho una forza anomala e non me ne accorgo? nonostante non sia in grado di sollevare una bottiglia d'acqua se è tutta piena? ah okay.

Mer

10

Ott

2018

Accontenarsi di una mediocre relazione

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mi (m,28) sono innamorato di te (f,28) di una maniera cosi profonda che sapevo che eri tu la donna della mia vita. Un amore cosi puro non l'ho mai provato, eravamo inseparabili. Jackpot! Dopo un mezz' anno da favola mi arriva la prima bastonata.. ci tenevi a raccontarmi la prestigiosa professione del tuo ex-ragazzo pilota. Ironicamente ci trovavamo in aereo anche noi e da quella bastonata non mi sono mai ripreso. Quella cosa me l'hai detta in una maniera cattiva, apposta, come un pugno verbale. E questo me lo confessi il Sabato scorso (dopo 1.5 anni) quando avevo deciso di affrontare finalmente quei momenti in cui ho ingoiato m*rda e mai piu digerita.

Ma purtroppo quella m*rda ha fermentato e dall' ora non eri piu in grado di raccontarmi niente senza che ne sarei rimasto ferito. Ho perso l'autostima, non ero piu in grado di darti affetto, ti vedevo come mia avversaria. Quel pugno in faccia mi ha umiliato, sono rimasto senza parola, non sapevo come fosse possibile che la persona che amo da morire mi faccia soffrire usando un amore passato.. e cosi continuai a trascurarti. Hai sofferto anche te. 

 Ora mi sono liberato di te. Sono amareggiato, non provo emozioni, ho perso il sorriso, la leggerezza e ho dubbi su me stesso. Ma perche il passato doveva rovinare un amore cosi vero? Eravamo una coppia solare, tutti volevano averci intorno..

E se torniamo insieme? Come posso assicurarmi che i tuoi racconti non li percepisco piu come pugni in faccia? Il trauma di quella situazione sta ancora li', lo devo curare dasolo. Mi hai offerto il tuo sostegno, ma non siamo mai arrivati alla radice del problema. Abbiamo solo lavorato sui sintomi. Ammetto, che sono un tipo geloso, ma in una maniera protettiva. Ognuno di noi ha fatto esperienze e lo trovo giusto che ne abbiamo imparato. Con le cose che abbiamo scoperto su di noi abbiamo una bella base per iniziare un rapporto. Ma poi - a che mi serve sapere che frequentavi posti a 5 stelle se nello stesso respiro mi assicuri che nel ostello con me ti senti piu al tuo agio? Perche dovevi esagerare certe storie per farmi impressione? 

Te lo dico io, Sabato si sono avverati i miei sospetti: non ti credevi sufficiente. Provo una rabbia e tristezza allo stesso tempo. Rabbia per avermi prima pugnalato il cuore e darmi la mano allo stesso tempo. Tristezza per i bei momenti quando siamo riusciti ad essere vicini e felici senza nessun intruso. Ma purtroppo neanche piaccio piu a me stesso. Quando mi conoscesti ero serio, sicuro di me e forte. Il grande amore per te mi ha reso vulnerabile e ora sono a pezzi. 

Dom

30

Set

2018

Aiuto!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho un po' di timore che il mio ragazzo possa tradirmi, vivo quasi tutti i giorni con questa preoccupazione addosso. A volte vorrei lasciarlo, interrompere tutto per questo motivo, il motivo è che non ho fiducia... e un rapporto senza fiducia non va molto lontano. Premetto che lui è molto bravo con me e mi fa star bene, ma ha una vita sociale molto movimentata rispetto alla mia e per non parlare che adesso dovrà spostarsi per frequentare un università distante da casa. Ho paura che possa perdere la testa per qualcuna o comunque conoscere qualche ragazza, magari meglio di me. La mia non fiducia credo che nasce dalla mia bassa autostima, dalla paura di non trovare nessuno come lui e dal fatto che sono stata sia "vittima" di tradimento e sia "spettatrice", spettatrice in quanto in casa i miei genitori hanno vissuto questi "problemi". Come posso fare? Come posso essere più tranquilla e lasciarmi andare? Lui se ne è accorto che non gli do fiducia, ma non lo faccio con cattiveria, purtroppo ho troppa paura di starci male, ho paura che possa ferirmi e per questo motivo preferirei scappare e mollarlo

Mer

26

Set

2018

Lui è sparito e io impazzisco

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti, ho bisogno di uno sfogo e di un aiuto.

 Si tratta di un ragazzo con cui c'è stato qualcosina in passato mentre era fidanzato. Dopo essersi lasciato (storia lunga) avevamo litigato. Questo mese mi ha ricercata chiedendomi un'altra possibilità, dicendo di volermi vedere e provare a capirci e stare sereni. Io questa possibilità volevo darla a lui, come a me, che l'ho sempre pensato. Abbiamo iniziato a sentirci ogni giorno, ma ovviamente non fidandomi di lui ho avuto un atteggiamento critico, nel senso che ad ogni parola bella che mi diceva (mi manchi, ti desidero, saresti la mia felicità) gli dicevo che comunque, per quanto ricambiassi, non mi bastavano due paroline per fidarmi di lui. In tutto questo le settimane sono passate e di uscire non se ne parlava. Così, sono arrivata al punto di chiedergli chiarezza perché di scriverci senza vederci non ne vedevo il senso. Lui mi ha detto che sono pesante, che lo tratto male e lui non lo merita e che è profondamente deluso da me perché l'ho sempre messo in dubbio mentre lui c'è sempre stato, e che se non ci siamo visti è perché non c'è stato modo. Gli ho risposto che i miei dubbi sono leciti e che semmai troverà questo modo vedremo se io ci sarò.

Ha visualizzato e non ha risposto. Non si fa sentire da due giorni, io gli ho scritto che se vuole allontanarsi sarebbe corretto dirmelo e di nuovo ha visualizzato e non risposto.

Perchè si sta comportando così? Vuole allontanarmi o "punirmi"? vuole prendere tempo per poi ricercarmi o mi sta buttando via?

Io mi sento rifiutata e abbandonata.

Se sarete gentili da darmi un parere, lo gradirei molto. Grazie. 

Sab

22

Set

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi sto frequentando da quasi un mese con un ragazzo.. Conoscendolo ho scoperto che ha avuto solo relazioni leggere, cioè frequentazioni e niente di serio. Io, nonostate sia da un mese che ci stiamo frequentando, ho leggermente percepito che vuole fare la stessa cosa con me, anche perché mi scrive e mi cerca pochissimo. Premetto che è stato lui ha cercarmi e a farsi avanti. Quando sono con lui sto bene, sono spensierata, mi riempie di complimenti, ma ora che mi sono costruita una specie di pregiudizio su di lui nella mia testa, mi sembra tutto finto: dai complimenti, dalle carezze, in sintesi mi sembra tutto costruito. Mi capita anche che quando mi fa un complimento, nella mia testa mi dico da sola che "avrà fatto lo stesso complimento ad un'altra ragazza". Io non dico che voglio qualcosa di serio, ma non voglio nemmeno affezionarmi troppo, e purtroppo più passano i giorni e più penso di affezionarmi. Non voglio nemmeno essere presa in giro o fare da zerbino. Io voglio qualcosa che mi faccia stare bene e non vogio avere il tormento che la persona che frequento mi stia prendendo in giro. Io sinceramente vorrei interrompere questa frequentazione, perché ho paura che mi nuocerà. Purtroppo, per colpa di alcune vicende che mi sono successo in passato, riesco a fidarmi poco, se poi aggiungiamo che questo ragazzo non mi da nessuna sicurezza, mi faccio più paranoie e alla fine non ne ricavo nulla, se non un po' di sofferenza. Cosa mi consigliate? Farei bene ad interrompere o no? 

Lun

17

Set

2018

Vol. 2 del precedente Sfogo, Cotte sbagliate e Prof

Sfogo di Avatar di DarkerDarker | Categoria: Lussuria

Ciao a tutti! È passato qualche mese dal mio precedente sfogo e mi ritrovo qui un’altra volta per condividere pensieri e sensazioni che mi attraversano l’animo.

Se volete farvi un’idea, a chi si è perso la puntata ah no lo sfogo precedente consiglio di leggerlo per avere le idee più chiare.

Tra me e la professoressa non è ancora successo nulla. Maledizione a me che mi faccio 3000 problemi.

È successo, ahimè, quello che non doveva succedere: Mi sto prendendo una bella cotta! Si lo so sono un’idiota. Sono sempre riuscita in tutte le mie brevi frequentazioni a manipolare il mio lato emotivo e a non lasciarmi andare ai sentimenti ma questa volta ho toppato. 

Insomma come avrebbe detto mio nonno: a non voler bere in quella Fontana poi ci anneghi...

Ci siamo conosciute sempre di più, sempre più nell’intimo e mi ha raccontato la sua storia, i suoi drammi, le sue gioie e alla fine di quella serata, dopo averla accompagnata a casa sentivo le farfalle nello stomaco. Quando si è raccontata sui suoi drammi personali ho sentito un forte colpo allo stomaco e le uniche cose che pensavo erano quanto fossimo simili e quanti quei traumi lo fossero, e di come ci hanno irreimediabilmente ferite, mutate. Avevo voglia di abbracciarla, baciarla e trasmetterle tutte quelle sensazioni che mi aveva donato.

La accompagno a casa e ho fatto una fatica enorme a non baciarla, le guardavo le labbra ossessivamente, sentivo il cuore esplodermi nel petto, ero eccitatissima avrei fatto sesso con lei anche sul marciapiede tanto era il desiderio di averla, diciamo 2 stronzate, bacio sulle guance e via verso il portone. Tiro un pugno al volante e per poco non colpisco il clacson (madonna vi immaginate che figura di merda? Ahahahahaha). Accendo e parto verso casa. Sorridevo come una cazzo di ebete in auto, ascoltavo la musica, la brezza fresca della notte di fine estate. La mia città inizia ad avere più colori e dettagli e iniziò a viaggiare con la mente, a come sarebbe fare sesso con lei, sentire il suo sapore, stringerla tra le mie braccia, i suoi versi e gemiti persi nell’infinito di una stanza; arriva il semaforo rosso. Guardò il lato del passeggero vuoto e mi ha assalita una tristezza che non provavo da anni. :

“Lei è fidanzata, ha circa 25 anni più di me... perché dovrebbe calcolarmi? Cosa le potrei dare di più di quello che già non ha? Ma poi io, io cosa posso valere? Manco i miei genitori mi hanno mai amata, tutte le volte che ho provato amore per qualcuno anzi per quella, mi ha masticata e sputata via come una cicca senza sapore... ho passato una vita a fare la sostenuta, quella che se le tromba senza rimorso e anzi ne fa un vanto personale e poi, poi questa con qualche discorso mi spacca la corazza in un miliardo di pezzi. 8 anni contro una cena. Ma che cosa ho fatto allora? ”

E di colpo, le sicurezze conquistate in 8 anni con sangue e lacrime sono crollate come un castello di carta. Accosto l’auto e tengo la mia testa tra le mani, incapace di rallentare o trattenere tutti quei pensieri che viaggiavano nella mia testa.

”Potrei sparire, come ho fatto con F., protrebbe funzionare. Non rispondo più, si sì è la cosa giusta, sto intraprendendo una strada che ha solo una direzione: dolore e rifiuto. Io non voglio mai più stare male per qualcuna, mi ero ripromessa di non innamorarmi mai più o quanto meno non così. Ma come fanno quelli che non si innamorano mai? Ho letto miliardi libri, conferenze tesi scientifiche e psicologiche e poi questa si apre e a me vengono gli occhi a cuore? Ma che cazzo”

Poi penso a non risentirla mai più e mi sento peggio di prima: “Sono fregata, quando ride le si illuminano gli occhi con un bagliore così inebriante da farti sentire felice anche per le cose più stupide, io ste cose ma quando mai le ho notate? Ma quando che facevo il check up tette, culo gambe bocca e via ok trombabile; ora guardò gli occhi, sembro quelle donne che si innamorano per uno sguardo”

 Fumo, fumo, l’auto sembra un bordello di Istambul, la musica è alta e i pensieri scorrono senza fermarsi mai. In un attimo, io, la donna che non vede chiedere mai si è presa una cotta per la sua ex insegnante. Forse la terapia psicologica sta funzionando pensai, è un anno che questa storia va avanti ad intermittenza, anche la persona più glaciale davanti alla persona ideale si spezza e si scioglie, o forse risento di una mancanza di affetto? E se fosse solo  un’ossessione? Magari, magari pensai, almeno quella passa rapidamente. 

Apro l’app per appuntamenti Lesbiche e ho diversi match, se scopo lenisco il mio dolore, mi scrivevo già con una da giorni e mi da appuntamento a casa sua nella sera stessa.

scopiamo, do l’anima, non mi sentivo quasi più io. Finito l’amplesso mi alzo e mi vesto rapidamente come mio solito e la ragazza mi sussurra: “Ci risentiamo?” Con quello sguardo felice e speranzoso.

La guardo spiazzata e le dico la verità: “devo essere sincera, ci frequenteremmo, ti piacerei e forse potresti infatuarti perché non me ne fregherebbe granchè, poi mi inizi a conoscere e ti disinnamori. Non sono capace nemmeno di farmi amare. Mi becchi in una serata anomala emotivamente; o forse io mi sono fatta l’ennesimo viaggio mentale di stasera.”

”beh, almeno tu sei sincera, strana eh ma sincera” sorrido e le dico che se è per solo cose fisiche va bene ma giustamente lei ribatte dicendo di volere qualcosa di più stabile di una scopamicizia. Le auguro di trovare ciò che cerca e torno a casa.

La musica è sempre più alta per riempire quel vuoto che mi mangiava da ore. Mi dirigo verso la spiaggia non ho più voglia di dormire.  

Allora iniziò a chiedermi se tutti quei vuoti emotivi, quelle tragedie infantili e adolescenziali mi abbiano resa una facile preda dell’amore che ossessivamente odio e cerco. Non voglio mai più che qualcuno mi manipoli o mi faccia soffrire, voglio bastare a me stessa. Non voglio una relazione per riempire il vuoto che i miei hanno lasciato. Non voglio essere la seconda scelta davanti a niente e nessuno come è successo con loro che hanno sempre scelto altro a me, le droghe, i partner o qualsiasi altra cosa era sempre più importante di me. Non so da dove incominciare e inizia l’alba, l’alba di un giorno dove raccogliere la mia armatura e forgiarla nuovamente da zero.

Ven

14

Set

2018

Cosa si prova a morire

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

mi sono sempre chiesta se la morte fosse dolorosa...cosa si prova... se vivere senza sentirsi amati, vivere sentendosi ogni giorno solo sia più doloroso della morte o viceversa.

se è vero che chi decide di farla finita nel istante stesso in cui copie l’atto inizia ad avere ripensamenti o addirittura se ne pente.

oggi mi chiedo come sia possibile che a 26 anni io possa sentirmi vuota, senza anima.

come sia possibile sorridere e non sentire la felicità di quel sorriso trapassarmi il cuore con la stessa intensità con il quale il cielo viene spezzato dai lampi illuminando ogni cosa a noi attorno.

come sia possibile che alla mia età riesca ancora a sperare che colui che mai saprà darmi amore possa essere l’unica mia salvezza quando in realtà non fa altro che trascinarmi in posti bui, sconosciuti e spaventosi.

Ho sempre pensato che il mare sia come l’amore... apparentemente bellissimo ma quando ti avvicini o addirittura ti tuffi lui ha la capacità di inghiottirti e di trascinarti in abissi oscuri dove non esiste via di ritorno se non un immensa pace sconosciuta da questa vita.

se non si è amati non vale la pena amare... e se non si sa più amare... tanto vale morire! 

Tags: dolore
Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15