Tag: dolore

Lun

13

Mag

2019

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho trascorso l'ennesima giornata nell'attesa che lo schermo del telefono s'illuminasse mostrandomi quel nome. Sguazzo ormai nell'irrequietezza, a spasimare ci sto lasciando la salute. Il flebile principio di vibrazione che precede i più classici segnali di chiamata mi fa trasalire tutte le volte , è sufficiente una frazione di secondo per scompaginare le mie difese; e poi il fremito, avverto nitidamente l'insorgere delle perturbazioni fisiologiche insidiare il mio labile equilibrio e volgere in malessere. Ogni telefonata è un prezioso omaggio, un'enorme cortesia, una generosa concessione, uno freddo moto di umanità. Vorrei liberarmi di tutto ciò. Oggi evidentemente non è bastato nemmeno quel minimo di compassione di default, perché il contentino non è stato elargito. Mi sento totalmente svigorita, mentalmente e fisicamente logorata, vorrei che tutto non fosse mai iniziato, adesso che non sono in grado di farlo finire. Mi riprometto di mandarti a fare in culo ogni volta, che dall'indomani mi comprerò come se per me tu non fossi mai esistito, recuperando così il benessere. Vorrei avere la forza di  non risponderti mai più, ma la verità è che non riesco nemmeno ad immaginarlo. Porca puttana, ti odio. Sei la mia distruzione, da sempre. Mi stai demolendo. 

Come faccio ad uscirne se mi sembra insopportabile l'idea di non sentirlo per un giorno, come farò quando sarà una settimana, un mese e poi un anno, il solo pensiero mi annienta, è insostenibile, mi si stringe il petto, l' idea mi toglie il respiro.                          Vorrei  ricominciare come se niente fosse mai accaduto, perché vedo troppa sofferenza davanti a me, e l'incapacità di sostenere tutto ciò, mi sento sopraffatta.

Mer

08

Mag

2019

Niente serve più

Sfogo di Avatar di troppoventotroppovento | Categoria: Altro

Devo fare uno sforzo sovraumano per scrivere queste righe, perché qualsiasi azione mi costa troppa fatica.

Soffro di depressione maggiore, tra qualche giorno compirò 45 anni.

Non ho un lavoro, non ho costruito niente, mi sento del tutto inutile.

Ho una splendida figlia che...

Vedete? Non ce la faccio più a scrivere perché non serve a niente. Niete serve più.

 Il mio non è uno sfogo. È un grido.

Gio

11

Apr

2019

LESBICHE E NON, VI CONDIVIDO IL MIO INCONFESSABILE E IMMENSO DOLORE, HO UN DISPERATO BISOGNO DEL VOSTRO CONSIGLIO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ho vent'anni, sono lesbica, per la prima volta in titta la mia vita mi innnamoro follemente di una ragazza che frequenta la mia stessa facoltà. All'inizio non ci conosciamo, sento un'innata simpatia per lei, che vedo per alcuni aspetti simile a me. Noti che i nostri sguardi si incrociano spesso. Decido di entrare nel coro in cui canta per conoscerla. Perdo completamente la testa per lei. Ma non so se lei sia lesbica o meno. Poi vengo a sapere di una sua presunta storia con uno,  disperazione. Il tempo passa vengo a sapere che frequenta un locale gay. Euforia. Poi però vengo a sapere che in realtà ci va con un gruppo di amici fra cui ci sono gat e le loro amiche etero. Sconforto e delusione più totale. Eppiure noto che alle prove di coro ci scambiamo sorrisi complici e proviamo entrambe una spiccata simpatia l'una per l'altra, ci facciamo un po' di scherzi infantili ci punzecchiamo un po'. 

Poi la svolta: ieri abbiamo avuto un concerto, dopo siamo andati.a ballare in dicoteca, e io subito voglio ballare con lei e vedere che succede. Le insegno qualche passo di salsa, le nostre mani si toccano, io sono al settimo cielo. Poi ci sepatiamo ballando non a coppia, ma sempre vicine. Poi il sogno che si avvera, lei mi rixhiede di ballare a coppia e io allora cerco  di farlr capire quelio che provo e quindi cerco di incrociare le mie dita con le sue e noti che lei accetta, però non ho il coraggio di guardarla negli occhi, nè di avvicinarmi troppo, nè tanto meno di baciarla, anche se non avrei voluto fare altro. Poi si ritorna a ballare separate, con momenti alterni di imbarazzo per il ballo a volte poco spontaneo.  A un certo punto ci annoiamo un po' decidiamo di andare via insieme al resto dei miei amici coristi, compreso mio fratello. Camminiamo, rimaniamo io lei mio fratello e una amica, io dico così: Stasera ho capito molte cose. Lei, e mio fratello mi chiedono cosa. Io con lo chalance dico che non posso dirlo. Lei insiste, mi chiede di dire almeno cosa riguarda in generale. Io ripeto che non posso perchè riguarda uno di loro. Mio fratello non sa nulla, pensa che stia dicendo cose a caso. Poi mi volto a mio fratello e gli dico, non riguarda te... o forse sì. Lo dico ne disperato tantativo che lei capisca che sto alludendo a lei.  Io mi sono fatta aggiungere nel gruppo di amici di lei che frequenta il locale gay, si chiama Unicorni e non. E nel gruppo c'è anche mio fratello ( che è dichiaratamente gay, si lo so asssurdo che mio fratello non sappia che anche io non sono gay). E ovviamente in questo gruppo c'è ancbe lei, anzi è lei che mi aggiunge. Oggi io ero a lezione lei no. Ci scambiamo messaggo simpatici su whatsupp. Poi il pomeriggio durante la lezione pomeridiana lei arriva in ritardo e si siede accanto a me, io super impacciata, amcbe perchè pensavo non venisse, si era vestita tutta carina e profumata, io ero conciata un po'male,.non  pensavo di vederla a lezione, senno mi sarei fatta una doccia, mi sarei messa qualcisa di carino, quindi le dico qualcosa ma poco e anche lei mi sembra freddima, io vado nel panico convinta che mi veda bruttina e malconcia e che magari non mi trovi più attraente. Anche quando ci salutiamo non c'è piů l'affetto con cui ci siamo lasciate l'altra sera. Io cado in una profonda disperazione, forse se mi fossi ^preparata^ alla sua presenza a lezione, mi sarei messa meglio, le avrei scambiato più parole. Avrei fatto un'impressione migliore, cazzo!

Le chiedo se stasera va al locale gay, come mi aveva detto ieri. Mi dice che no,.non ci va.Ma cos!?!?!?? Va be ci salutiamo senza affetto, poi va be io non riuscivo a pensare lucidamente. Va be' quest ultima parte magari vi sembra strana e non la capite, è che ci skno trop e cose da spiegare. 

Ditemi solo una cosa: dai insomma mi ha chiesto di ballare, ci.siamo.incrociate le.dita.delle mani, eravamo entrambe un po'imbarazzo. Lei prova qualcosa per me? E se oggi avessi rovjnato l'impresione di bella e sjmpatica ragazza di ieri?  

Innanzi tutto forse farò coming out con mio fratello, magari gli dico che sono bisessuale, Perchè mi vergogno meno e poi,  perchè  si senturà tradito che gli ho nascosto la mia omosessualità per tutto sto tempo. Poi bho.dovrei dichiararmi?  Ho jma fottuta paura di non essere alla sua altezza, lei è veramente bella, fascinosa, intelligente e simpatica, io sono meno bella, meno simpatica e meno intelligente e poi non mi vesto benissimo, mi vesto in maniera poco femminile e un po'infantile.

Vi prego aiutatemi, in nome della nostra.comune appartenza alla razza umana e al.nostro comune soffrire per ragioni di amore

 

scusate errori di ortografia, è la fretta dello sfogo 

Mer

20

Mar

2019

Sparirà questo stupido dolore?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho 20 anni, sono al primo anno di università. 

Mi sono trasferita ad ottobre, fino a gennaio tutto ok. Ora invece mi sento terribilmente sola, non sono riuscita a stringere neanche un'amicizia. Questo mi butta profondamente giù. Mi butta ancora più giù sapere che è colpa mia. Non so da dove cominciare.

Essendo lontana dalla mia famiglia, mi sento persa. Non ho nessuno qui. Vorrei tanto essere diversa. Questa situazione mi rende così triste che certi giorni non ho voglia di studiare.

Qualcuno si è trovato o si trova nella mia stessa situazione?

A tratti sto così male che scoppio a piangere e desidero morire. 

Mer

20

Feb

2019

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

Il male nel mondo mi fa soffrire soprattutto il male sui bambini. Sono tre giorni che non riesco a smettere di piangere dopo aver letto l'ennesima notizia di cronaca nera. Cerco di evitare ogni notiziario ma capita di imbattercisi nel web senza volerlo. E inizia l'incubo. Per giorni e giorni non riesco a non pensarci, mi sento impotente mentre corri salvarli tutti. Mi sento così terribilmente male. E mi spiace perché le mie bimbe mi vedono piangere e sono troppo piccole per capire perché. Vorrei tanto riuscire a mettere una barriera alle mie emozioni ma non ce la faccio. A volte penso che la morte sia un miracolo e un dono perché mette la fine al dolore. 

Mar

05

Feb

2019

La tortura continua.

Sfogo di Avatar di BlackseaBlacksea | Categoria: Altro

Come già raccontato in un altro sfogo, sono innamorato follemente di un mio amico, nonché vicino di banco.

 Più il tempo passa più ne sento la mancanza, ogni momento, seppur piccolo, passato con lui è per me qualcosa di bellissimo. Il suo profumo è qualcosa che boh ti rallegra la giornata, per non parlare del suo sorriso e della sua risata, che non ti permettono di rimanere impassibile di fronte a tale bellezza. Ogni momento della giornata è caratterizzato dalla sua presenza nei miei pensieri.

Sto facendo di tutto pur di tenermelo stretto, la paura di perderlo mi perseguita e mi terrorizza, per questo assaporo ogni suo singolo dettaglio.

e di tutto ciò nessuno sa nulla, ci sono solo io, da solo, che urlo dentro di me in cerca di conforto, di un abbraccio; un suo abbraccio, mentre lui ignaro di tutto, continua la sua vita.

E da qui capisco cosa vuol dire Amore. Amore è piacere e godere delle piccole cose, Amore è “sentire” una persona in modo particolare. Ma Amore è anche soffrire, soffrire per qualcosa che sai di non poter avere, provare dolore nel vedere tutto così distante.

Lun

04

Feb

2019

Sincerità o ipocrisia?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

In che mondo viviamo? Un mondo tanto ipocrita che se avvisi qualcuno del pericolo, hai sbagliato e se non lo avvisi hai sbagliato comunque.

Convivo da 2 anni. E stiamo insieme da 6. 

Suo padre è uno stronzo maschilista pezzo di merda... Che mi ha toccato il culo davanti al Figlio........ Che non ha mosso un dito (a suo dire era rimasto spiazzato come me e pensava mi avesse dato una pacca sulla schiena...) . Il padre si è scusato dicendo che lo ha fatto come lo farebbe a una figlia...... Con tanto di palpeggiamento mi chiedo io? E con tanto di frase 'hai messo su un chiletto o due eh?' Ma sono io davvero che mi sto facendo i castelli o sembra che qualcosa non quadra? 

Cosa che ho detto in confidenza alla fidanzata del cognato... Per metterla in un certo senso in guardia da quella sottospecie di uomo. Ovviamente questa puttana da 4 soldi (evidentemente) anziché prendere atto e ringraziare... Ha spifferato tutto a mio cognato, con tanto di ira sua e del mio convivente. Ho sbagliato e dovevo starmene zitta? E se lei si fidasse troppo e lui facesse anche di peggio con lei? Ho sbagliato e mi sono presa la colpa ma non so se è giusto. 

Inoltre lui è estremamente attaccato ai suoi in modo insano a parer mio. Suo padre porta la amante in casa e sua madre soffre come un cane? Anziché dare una svegliata alla madre e togliere la parola al padre perché è egoista a livelli spropositati, oltre che un deficiente senza palle che anziché dire alla moglie che ha un altra e se ne va di casa, preferisce sparire nel nulla per un mese e farsi la vacanza al mare con l'amante. Comunque il figlio di questo decerebrato, nonché mio fidanzato, non fa niente. Si piange addosso. È triste. Mi manda in bianco perché è triste. Se scopiamo è solo per farmi contenta e quindi il livello di godimento è sotto lo zero. Se glielo faccio notare si incazza. Sono io la egoista o stiamo rasentando la follia? Fatemi capire un po' voi. 

 Ora io vorrei andarmene. Ne ho le palle piene. Ho contattato una mia cara amica che vive a 300km da dove sto io. E lei sarebbe disposta ad ospitarmi e aiutarmi a rifare una vita. Ho già fatto una lista del necessario da portar via. E diviso i soldi che avevamo messo da parte entrambi. Sono disoccupata. Non ho nulla da perdere in quel senso. 

Ma... C'è un problema. Il problema è che non sono al 100% convinta di far la cosa giusta. Di solito è facile, quando ero a terra e mi sono dovuta raccogliere col cucchiaino... Lui nemmeno lo sa...vivevamo distanti...e ho ricominciato da capo... L'unica cosa che ho mantenuto della mia 'precedente vita' è lui... E forse scrivendo queste righe posso dire che è anche l'unica cosa che ho sbagliato se mi trovo punto e a capo. Avrei dovuto lasciare anche lui e finirla li. Ma il problema, che mi fa pensare di non essere convinta, è che lo amo. 

Non ho problemi a lasciarlo, ma ci starei male da cani... È questo che voglio? 

Di contro ho affianco una persona che mi dice di imparare a starmene zitta. Anziché apprezzare la mia sincerità. E solo perché il pezzo di merda in questione è suo padre!!! Quindi? Dovevo mettere una pietra sopra e fare finta di niente? La pietra la avevo messa ma non riesco a far finta di niente. 

Apritemi gli occhi, fatemi vedere dove sto sbagliando vi prego. Ho un occasione di ricominciare, di trovare un lavoro (in città è più semplice) e invece sto qui a crogiolarsi nei miei dubbi. Sono proprio una stupida? 

Ven

18

Gen

2019

Provo qualcosa per la mia scopamica

Sfogo di Avatar di samaras88samaras88 | Categoria: Altro

Ciao a tutti, lo scorso settembre una mia carissima amica si è lasciata dopo una storia di 5 anni (di cui 3 di convivenza). I due mesi successivi sono stati duri per lei, anche perché ha scoperto in seguito che l'ex aveva un'altra da prima che si lasciassero. Per farla breve col tempo diventiamo più intimi fino a quando a dicembre facciamo sesso: lei è stata chiara dicendo di non avere la testa per una storia seria al momento e ci siamo perciò accordati su una frequentazione senza impegno. Il fatto è che, anche in questa fase, abbiamo continuato ad uscire e fare cose insieme, come se fossimo una coppia (lei è addirittura venuta a pranzo con la mia famiglia a natale, io sono stato da lei il 26 e abbiamo passato il capodanno insieme; poi mi dava tante attenzioni, ad esempio cucinava per me. Tutto sembrava andare bene fino al 6 gennaio, da allora ha cominciato a darmi buca di continuo, a sua detta a causa dello studio. Alla fine la cosa mi ha infastidito e le ho chiesto chiarimenti, se ci fosse un altro ecc. Mi ha risposto di non farmi paranoie e stare tranquillo e vivere la cosa con leggerezza. Fatto sta che ormai non ci sentiamo quasi più per messaggio e ci vediamo pochissimo: sono ormai sicuro che dietro questo comportamento ci sia la presenza di un altro. Ho deciso di evitarla, mi fa troppo male vederla e mo viene da piangere...non so cosa fare

Ven

04

Gen

2019

Se finisce subito fa meno male

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve a tutti, ho 15 anni e sono stanca: da ormai 4 anni nella mia famiglia non c'è più pace a causa di mia nonna che, dopo un'incidente in macchina, ha perso l'uso delle gambe e sinceramente anche del cervello. Il trauma del colpo l'ha infatti condotta ad una sorta di demenza senile che ha portato via la pace a tutti in famiglia.

Quando è accaduto l'incidente mia madre era alla guida e si sente in colpa per ciò che è successo e non c'è verso di farle cambiare idea. Da 4 anni mia nonna vive in casa nostra e, visto che non è autosufficiente, gli serve aiuto per qualunque cosa e di notte urla in continuazione i nomi di tutti i parenti vivi e morti che possiede.

Io ho il sonno profondo e non me ne accorgo ma i miei genitori sì, mio padre in particolare non sopporta questa situazione ma più di ogni altra cosa non sopportiamo più come mia madre è diventata: piange sempre, è irritabile a causa del sonno perso, perde spesso la pazienza con mia nonna ma non sopporta l'idea che venga mandata in un istituto per paura che muoia per incuria o per malattia.

Da un lato capisco il suo punto di vista ma dall'altro vorrei solo che tutto questo finisse: sono stanca di vedere mia madre distrutta dal senso di colpa e vorrei solo che mia nonna smettesse di soffrire. Io le volevo bene ma ora so che non è più lei e che è solo l'ombra di quello che era un tempo e se potessi vorrei poter fare in modo di porre fine alle sue sofferenze ma so che la sua morte peggiorerebbe solo le cose.

Mia madre dice sempre di non poter vivere senza di lei e che vorrebbe morire con lei. Non posso darle tutti i torti ma la situazione è ormai insostenibile da troppo tempo. Io vado bene a scuola, non ho più problemi di bullismo e ho degli amici ma tutto ciò non cancella il fatto che la mia vita familiare sia diventata un'inferno.

Abbiamo già provato a parlare con qualcuno ma quell'idiota dello psicologo non ha fatto altro che dare a mia madre farmaci a caso che le hanno dato solo più sonnolenza ma non hanno risolto il vero problema che ci attanagliava. Quando glielo abbiamo detto ci ha solo detto che per quello lui non poteva fare niente e che doveva essere mia madre a decidere cosa fare.

Adesso siamo di nuovo a un punto morto e io non ce la faccio più e vivo nell'amarezza da un pezzo. Non so più cosa fare e spero solo che la morte arrivi a sistemare tutto ma ormai è passato un casino di tempo e credo che purtroppo ne dovrà passare ancora molto, la morte è una vera stronza e non è mai in orario, arriva sempre troppo presto o troppo tardi.

Non so se qualcuno avrà mai il tempo di sentire questo sfogo ma avevo bisogno di sfogarmi in qualche modo visto che non ce la faccio più.  

Mer

02

Gen

2019

Amore impossibile

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

 

 Salve a tutti,

Sono un ragazzo e amo un mio amico etero, siamo compagni di classe da 4 anni ma è dall'anno scorso che abbiamo legato. Sono una persona solitaria, non ho amici ma solo delle persone a c ui voglio bene ma quando sono con loro non mi sento a mio agio ma come un pesce fuor d'acqua, sento che quello non è il posto giusto per me. La mia famiglia va alla deriva, a casa ci sono problemi su tutti i fronti e per me questo amico rappresenta una via d'uscita da quel grande inferno che è la mia vita. Come detto prima lui è etero, non sa che lo amo né che sono gay e si è appena fidanzato....cosa che mi ha dato il colpo di grazia e mi ha spinto a scrivere questo post. Non so cosa fare.... non voglio perderlo perche significherebbe perdere l'ultima cosa bella che mi rimane, con lui sto bene in qualunque contesto, mi fa sentire libero, mi fa sentire forte .... mi fa sentire il bellissimo sapore della libertà e per lui provo un'attrazione fisica a tratti incontenibile.... lui è proprio bello!  Adesso mi sento davvero morire e non so come fare... se avete una cura magica per amori impossibili o semplicemente un consiglio commentate. Grazie 

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17