Tag: genitori

Sab

13

Lug

2019

Mio padre!

Sfogo di Avatar di Serena138Serena138 | Categoria: Ira

Torno a casa dal lavoro, passo a fare la spesa per la cena e corro a casa perché devo assolutamente studiare per un esame.

Chiedo a mia mamma di preparare qualcosa mentre io inizio a studiare quando mio padre torna ad inveire contro mia madre.

Io non ce la faccio proprio più, vorrei non averlo mai conosciuto.

Mia madre non è stata una mamma ne una moglie perfetta, ma lui sicuramente non può proprio parlare ne rimproverala in alcun modo... lo ha sempre messo al primo posto.

Piuttosto quelli che dovrebbero urlare dovremmo essere io, il mio fratellino e la mia sorellina che non ce li siamo di certo scelti due genitori folli.

Il motivo della lite è stata la scelta di un film: mio padre ha preso la palla al balso per sfogare tutte le sue frustrazioni da uomo fallito, quale è.

 Ma si può urlare per una cosa del genere?

 Io in fin dei conti in un modo o nell’altro sono cresciuta e anche troppo bene visto la mia storia...

presto, spero me ne andrò.

ma non voglio che mio fratello e la mia sorellina crescano nel terrore come sono cresciuta io... con un padre pazzo ed una madre che se ne frega. 

Mar

09

Lug

2019

Fanculo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

I miei genitori non perdono occasione per farmi sentire in colpa che li vedo poco. 

Mi avete riempita di botte da bambina, ora ho la mia vita all'estero e se vi vengo a trovare rompete il cazzo dopo 4 giorni.

Ma lasciatemi in pace. Schiattate piuttosto. Ho 35 anni, non vi sopporto più.  

Tags: genitori

Mar

09

Lug

2019

Adulti Frustrati

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Vaffanc. a quei genitori frustrati che affondano i valori dello sport, comprando a suon di soldoni, sovvenzioni sottobanco, il patacchino del loro figlio per farlo credere migliore di quel che è, per vantarsi con amici e conoscenti e soprattutto per sentirsi migliore di chi invece il risultato che ha lo ottiene con lavoro quotidiano, sacrificio, costanza, impegno.

Vaffanc. alle società che permettono a genitori frustrati di prendersi gioco di ragazzi volenterosi per proprio tornaconto personale.

Schifo, schifo, schifo.

Evviva lo sport, quello vero fatto di conquiste giornaliere, sudore, impegno, fatica, passione. 

Ven

05

Lug

2019

Genitori

Sfogo di Avatar di Adam love ManuelAdam love Manuel | Categoria: Altro

Stamattina sono andato con mia mamma a fare delle commissioni, siamo andati in una via "araba" , nel senso che e' frequentata per lo più da arabi e hanno negozi li, perché mia mamma tende a comprare alcune cose lì, anche se e' italiana, a un certo punto, mio padre è uscito da un negozio con due suoi amici, eravamo tipo a un metro di distanza da lui, ci ha guardato e mi ha fulminato con lo sguardo, senza dirmi nulla, volevo parlargli ma ero tipo bloccato, poi ha parlato nervosamente in arabo con i suoi amici e l'unica parola che ho capito e' hawal (non so come si scrive, ma vabbè) che in italiano sarebbe "frocio" , dopo di che se ne andato e mentre se ne andava assieme ai suoi amici si è girato a guardarci e i suoi amici se lo sono portato via dicendo qualcosa tipo che li dispiaceva, non ho capito molto perche di arabo so pochissimo. Io e mia mamma abbiamo finito di comprare e lei per tutto il tempo era silenziosa e mi rispondeva solo a monosillabi se le chiedevo qualcosa, tornati a casa la stessa cosa, i miei sono divorziati ma mia mamma è succube di mio padre da sempre e ancora adesso, lui le ha detto piu' volte che io sono omosessuale per colpa sua e che non è stata una buona madre. Io lo so che non è così e che mia mamma non c'entra nulla, ma la vedo stare male e mi dispiace, mi dispiace anche che mio padre per strada invece che salutarmi si innervosisca , vorrei solo che fossero felici , in pace e che mi volessero bene . Scusate la rottura di palle ma non vedo il mio ragazzo fino a stasera e avevo bisogno di sfogarmi 

Mar

02

Lug

2019

Famiglia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

La mia non è mai stata una famiglia felice:i miei genitori litigano da quando ne ho memoria. Forse perché hanno vissuto vite molto diverse:mio padre è stato amato e coccolato dai suoi genitori, ha ricevuto molto affetto (forse anche troppo. ) Dopo essersi fatto una famiglia propria ha continuato a vivere quasi cose se non si fosse sposato, assecondando sempre e comunque i suoi bisogni prima di qualsiasi altra cosa. Mia madre,al contrario, ha avuto una vita difficile:è cresciuta in una casa con dieci fratelli ed i suoi genitori non hanno mai dimostrato mostrato nessun segno di affetto:botte, insulti e violenze psicologiche erano all'ordine del giorno. Nonostante tutto lei è sempre stata una persona fin troppo buona:ci ha cresciuto togliendosi anche quel poco che aveva, perché nonostante non lavorasse ha sempre voluto che avessimo ciò che lei non ha potuto avere. I miei vivono ancora nella stessa casa, nonostante non si parlino praticamente più se non per litigare:mio padre l'accusa di tutto, di tutti i problemi che ci sono in famiglia, di aver rovinato il matrimonio. Lei non esce più di casa, sta sempre più male e io non ce la faccio più a vederla in queste condizioni. Ho paura che si ammali seriamente, ma non so come aiutarla perché lei è come bloccata e non riesce a lasciare mio padre, a rifarsi una vita. Io non potrò più starle vicino fra un po' perché Inizierò l'università lontano da casa. Cosa posso fare per farle capire che lei non ha rovinato niente, che non è colpa sua se ha avuto una vita dura, che può ancora ricominciare a vivere la sua vita? 

Mar

02

Lug

2019

Costantemente criticata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sto vivendo un periodo di merda, e mi sento di morire dentro.

Mia madre non fa altro che criticarmi.

mi spiego meglio: qualche giorno fa sono uscite le pagelle. Mentre molte sue “amiche” (mia madre si sente spesso con alcune madri di miei compagni di classe, che usano i figli come un qualcosa per cui vantarsi e sentirsi realizzate) e loro erano estremamente contente dei risultati ottenuti dai figli, e sventolavano ai quattro venti i loro risultati, anche se non è questo il punto.

Stamani, viene da me, incazzata nera. Mentre stendevo i panni, si avvicina e dice: “che schifo, tutti con un voto più alto del primo quadrimestre e tu no, che delusione”. Diceva che mentre tutti gli altri erano migliorati tantissimo, io ero rimasta sempre allo stesso livello (media dell’8).

Mia madre è molto criticona, e fa tantissimi paragoni che mi fanno sentire una merda. piano piano con il tempo però, ero riuscita a non farmeli pesare.

così la guardo, e rido dicendo: sai che mi importa

lei mi tira uno schiaffo, dicendomi che so solo risponderle male e che non faccio un cazzo dalla mattina alla sera, che non mi merito niente e che non servo a un cazzo.

Comincio a singhiozzare, mentre lei mi attaccava e mio padre guardava in silenzio.

da lì cominciamo un’accesa discussione, che vi risparmio.

dopo, vengono da me entrambi i miei dicendo “Basta ora ricominciamo da zero, ci siamo sfogati e ok” mentre sorridevano.

io ho guardato entrambi e mi sono stata in silenzio.

non ho parlato loro tutto ieri, e oggi, è ricominciato tutto.

mi ha sequestrato il cellulare, dicendo che per lei sto troppo tempo li (vabbè...) ma dopo poco tempo, l’ho ritrovato.

lei quando se n’è accorta, ha cominciato a urlarmi contro, dicendo che sono una vigliacca è piuttosto che trovarlo sarebbe stato meglio chiederlo a lei, e invece no perché mi faccio forte quando non lo sono. Inoltre, mi ha rinfacciato una cosa riguardante gli esami di terza media (fatti due anni fa) dicendo che anche lì avevo dimostrato di essere una menefreghista, per il semplice fatto di aver terminato la tesina la settimana prima degli esami orali, e di non aver copiato bene agli scritti di matematica, andando male (un 7) e facendole fare una figura di merda; di seguito, ha cominciato a fare paragoni anche con miei compagni che entrati con il 7 sono usciti con l’8, mentre io entrata con 9 ero uscita con 9.

lì mi sono arrabbiata, dicendole che per lei contano solo le apparenze, e parla anche quando non sa i fatti (ad esempio, se la tg fanno vedere una notizia di un ragazzo suicida perché la madre gli ha sequestra il Pc, lei comincia a dire “eh che generazione di merda, guarda che stupidi, dove andremo se sono tutti coglioni” etc..)

Io le ho detto che mi sento meglio quando lei sta zitta, che mi sento più tranquilla e sollevata. Entrambi i miei mi hanno detto che con loro posso anche non parlare più, io ho risposto semplicemente “va bene” e le ultime frasi dette da me e mia madre sono state: “che delusione di figlia” (lei) e “hai fallito come madre” (io) 

dopo ovviamente si è messa a dire cose come “io mi spacco il culo dalla mattina alla sera per non farti vivere nella merda e tu mi ripaghi così”

Io non so davvero cosa pensare e cosa fare, penso di aver sbagliato io tutto.

p.s so che è uno sfogo molto lungo, perdonate la grammatica scorretta e l’italiano merdoso, e grazie a chiunque abbia il piacere di leggere.

 

Mar

02

Lug

2019

Genitori di merda

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Io vorrei sapere dove cazzo sono quei genitori che mostrano in tv, comprensivi e propensi ad aiutare i figli quando vedono che soffrono e stanno malissimo, pronti a farsi tagliare un braccio pur di farli sentire bene e amati?!! Io sto passando degli anni merdosissimi a casa mia, sono piena di problemi di salute e altro e quando ovviamente il mio umore è sotto le scarpe, piango istericamente, non dico una parola e sono sempre irritata, mi devo pure sentir dire da mia madre che rompo le palle a non dire una parola, che in quel modo le rendo la vita un inferno. La sua, di vita, che ha sessant'anni suonati e alla mia età aveva già vissuto pienamente mentre io ancora aspetto i famosi migliori anni dell mia vita a cui ripensare da vecchia (sempre che alla vecchiaia ci arrivi). MA VAFFANCULO STRONZA DI MERDA!!!! L'unica cosa che ti avevo chiesto per aiutarmi, ti rifiuti di farla. VAFFANCULO!!!

Dom

30

Giu

2019

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

 Sono una ragazza di quasi 17 anni. Sto vivendo un’adolescenza che non avrei mai sperato. Parto con il dire che sono fidanzata da circa un mese e con questo sono felice, mi fa stare bene e tutto, nulla da dire, l’unico problema è che i miei non lo accettano solo perché è musulmano. È già con questo fatto mi fanno veramente incazzare; cosa c’entra se è di un’altra religione? io di questo con i miei ho già parlato e mi fanno hanno regole diverse rispetto a noi cristiani, e con questo sono d’accordo, ma per questo fatto io non posso vederlo? non mi lasciano uscire? o meglio non mi portano nella città dove abita?(abita a 40 minuti da me,ma non mi faccio problemi) Ogni volta che gli chiedo se mi portano mi fanno di no, solo perché non vogliono che io stia con “stranieri”. Hanno paura, ma io mi chiedo di cosa? solo perché sentono alla TV che molte ragazzine vengono stuprate da loro? e io dico ci sono pure italiani che lo fanno. Tengo moltissimo a lui, è l’unica persona che c’è per me praticamente, io chiedo solo lui e i miei me lo vietano. Parlando di altro i miei genitori non sono come altri, vedo molte ragazzine che escono quasi ogni giorno e i loro genitori le danno il consenso, io è già tanto se riesco ad uscire una volta a settimana pur con orari limitati dai miei genitori. Facendo così non ho amici, o meglio si ma solo sui social e se mi chiedono di uscire rimando sempre, finché non me lo chiedono più, solo per colpa dei miei genitori. Non riesco più ad andare avanti così, ho sempre degli orari, non si fidano di me, non mi lasciano andare alle feste alla sera, sono sempre a casa. Io ci parlo con loro ma non mi ascoltano, non mi danno ragione, io così non vado avanti. Mi sento diversa da tutto e da tutti, ho bisogno di qualcuno. Nessuno che mi comprende 

Gio

20

Giu

2019

18 anni e non posso partire ne fare nulla.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Buonasera a tutti, mi chiamo Vincenzo e ho 18 anni, li ho compiuti a Gennaio, purtroppo però così come i miei precedendi anni non ho libertà nel fare nulla, ne uscire da solo, ne viaggiare. Vi spiego, io vorrei partire per una destinazione europea che costa poco con i miei soldi, nulla chiesto a loro ma non è quello il problema. Non posso viaggiare ne da solo ne con gli amici, ovviamente preferisco da solo perché hai autonomia e libertà nelle cose da fare durante il giorno. Il problema è che loro chiudono la porta e non mi danno le chiavi, non mi fanno uscire. Quindi non ho possibilità ne di partire ne di uscire di casa per andare a comprare un qualcosa che mi serve, ma devono andarci loro.. sempre non chiedendo soldi. Fanno scenate se mi avvicino alla porta e quindi di conseguenza come detto la chiudono. Quest'estate dato che non ho nessuno con cui andare a mare mi hanno detto che non ci vado. Io pensavo di prendere la valigia, chiamare un taxi e farmi portare direzione aeroporto, ma purtroppo se capita che ci sono loro in casa o non ho le chiavi, rimango fregato e perdo tutti i soldi. Secondo voi come mi potrei comportare? 

Un bacio a tutti <3  

 

Dom

16

Giu

2019

Tranquillità

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

È da quando ho scritto uno sfogo su questo sito (lite con tutti)  che la situazione va per il meglio, avevo litigato con mia madre ...ma una cosa che posso dirvi è, all'inizio tutti i problemi sembrano catastrofi specialmente con i genitori e durante le liti si dicono cose che non si pensano...Io amo immensamente mia madre e la mia famiglia, e nei piccoli gesti quotidiani sò che loro amano me. 

Se penso ad un futuro, non lo vedo lontano da loro ma vicino...non potrei mai lasciare i miei affetti che nonostante tutto, ci sono anche quando non sei circondata da amici sinceri. 

Tenetevi stretti i genitori e donate loro il vostro amore.💕

Tags: genitori