Tag: aiuto

Sab

16

Mar

2019

HO BISOGNO DI UN SERIO AIUTO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Buonasera a tutti,mi chiami Lilia e ho 22 anni,convivo da un anno con il mio ragazzo e la maggior parte delle volte mi sembra di vivere un inferno.

Sono sempre stata una persona romantica che quando si innamora mette non sono il cuore,ma anche l'anima e questo lui deve averlo capito perchè mi trascura. ci sono giorni in cui mi da amo e passione al massimo ed altri invece anche se per una minima litigata,mi ignora,fa finta che non esisto ed io anche se non ho fatto niente di male deve essere esclusa per giorni interi senza nemmeno dirmi buongiorno o buonasera.come un estranea. se provo a parlargli guarda altrove come se io non fossi presente e questo atteggiamento non è giustificabile perchè non succede mai niente di grave tra noi due. anzi più volte io ho trovato sul suo telefono messaggi con amiche e cronologia con connessioni su video chat porno. qualcuno mi può consigliare cosa fare? non so come uscirne e sto soffrendo tantissimo.

Tags: aiuto

Mer

13

Mar

2019

Aiutatemi, non sto bene

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non ce la faccio più.

Non so neanche dire che cos’ho.

Sto male. Credo.

Non riesco ad ammetterlo a me stessa. Forse perché se lo facessi andrei in contro ai miei problemi e non voglio farlo. Sono in bilico. 

Non piango da tanto. 

Non sento  nulla da tanto. Sono insensibile. Le uniche emozioni che provo sono brutte e mi fanno impazzire. Mi sento una macchina.

Mi sento sola. Sono sola. Ma come posso pretendere che qualcuno mi stia vicino? Sono insopportabile, odiosa, scorbutica, fredda... ma perché nessuno passa questi miei difetti e cerca di darmi una mano? Si lo so, non me lo merito. Sono io che mi causo tutti i miei problemi , perché mai qualcuno dovrebbe perdere tempo per me? Per aiutarmi ? Con tutte le persone del mondo perché qualcuno dovrebbe stare con me? Non mi merito niente. Faccio schifo. Sono orribile. Mi odio. 

Ho bisogno di amore. Di sentirmi amata. Di essere amata. Di amare in modo ricambiato per una volta. 

Nella mia testa ci sono troppi pensieri mi esplodono. 

Mi sento sempre fuori posto.

Ci sono milioni di pensieri e cose che vorrei ancora dire. Ma non riesco. Ho bisogno che qualcuno mi salvi. Ma non c’è mai nessuno. So che devo farcela da sola. L’ho sempre fatto. Ma non ci riesco più, ho davvero bisogno di qualcuno. AIUTO.....

Lun

04

Mar

2019

Matrimonio in arrivo...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

e sapevo che avrei avuto rotture di palle. Ma che le rotture di palle arrivassero dalla mia famiglia proprio non me l'aspettavo!

Mi sposo tra due mesi, scelto vestito, location, testimoni, fatte le pubblicazioni, tutto l'ambaradan. È tutto a posto. Non vedo l'ora!

E poi arriva lei. Mia cognata, moglie di mio fratello. Ha visto il mio vestito, era presente quando lo abbiamo scelto.

Eppure vuole comprare un vestito simile al mio, nella forma e nel colore. Il mio matrimonio sarà alternativo, questo è vero, e di solito non mi infastidisce che qualcuno si vesta uguale a me. Ma quando ho visto il vestito che voleva prendersi sono quasi scoppiata in lacrime. Anche perché non ha chiesto a me, non si è interessata minimamente al mio matrimonio. Ho saputo del vestito da mia madre, che le ha subito detto che non andava bene. In pratica, mia cognata mi rivolge la parola solo ed esclusivamente quando ha un bisogno estremo.

Poi mi sono ripresa. Probabilmente è stato un malinteso. Sono andata a chiarire da lei: niente abiti che richiamino il mio, in nessun modo. Quindi niente abiti rossi e preferibilmente niente abiti lunghi. Ma la lunghezza è a preferenza personale. Più che altro, sposandomi a maggio, avrò il vestito lungo e so già che patirò il caldo alla grande, volevo risparmiare la stessa sofferenza alle invitate. Va beh.

Quello che mi lascia di stucco è la filippica con cui mi accoglie. In estrema sintesi, mi dice che è consapevole che il vestito è uguale al mio e che non si aspettava che mia madre desse il veto all'abito. L'ha preso come un affronto personale! Tra una sua delirata e l'altra le dico che è inutile che se la prenda con mia madre, ero stata io a dire di no. Non faccio neanche a tempo a chiederle "ma perché non sei venuta da me a chiedere? Ti avrei chiarito tutto da subito!" che mi dice una cosa che mi lascia ancora più di merda: "dopotutto, anche Ciccio si è presentato al mio matrimonio in jeans e io non ho detto niente!".

Si è sposata 7 anni fa. Io non sapevo che se la fosse presa così tanto per questo, non mi aveva detto nulla. E stavo per dirle "Ok, quando torno a casa parlo con Ciccio e glielo faccio sapere, che sei arrabbiata con lui, ma ormai non posso farci niente. Io non lo sapevo neanche che eri così arrabbiata con me per questo!". Poi ho realizzato che il mio cervello è andato in bamba totale, visto Ciccio non è il mio futuro marito. Ciccio (ovviamente non si chiama così) è il mio ex, che ho lasciato 3 anni fa. Questo ha reso la conversazione ancora più allucinante. Aveva il coraggio di rinfacciarmi, dopo 7 anni, la scelta di vestiti di un mio ex. Che, peraltro, sì, si era presentato in jeans. Ma era perché non aveva altri vestiti, era sovrappeso e senza soldi per prendersi un abito su misura. E quei jeans non erano jeans scrausi, avevano comunque un taglio elegante. Insomma, non il capo ideale per un matrimonio, ma considerando l'abbinata alla giacca e alla camicia, poteva andare peggio. Ma anche se fosse, perché dirmelo dopo 7 anni? Perché dirmelo dopo tre anni che l'ho lasciato??? Pensa se, da sua testimone qual'ero, mi fossi presentata vestita di bianco al suo matrimonio! Probabilmente starei ancora scavando per uscire dalla tomba!

Sono uscita fuori da casa sua in shock. Non mi aspettavo una reazione del genere, tanto che, senza volerlo, ho bofonchiato qualcosa tipo "va beh, prenditi l'abito che vuoi, basta che non sia rosso!". Il mio futuro marito mi ha giustamente chiesto se sono scema, visto che, in buona sostanza, le ho dato il permesso di prendersi quell'abito.

E quando finalmente mi sono calmata e ho cominciato a pensare a come dirle che doveva proprio cambiare genere di vestito, ecco l'altra fulminata, sempre da parte di mia cognata: mi chiede se ho invitato anche sua madre.

Le dico di no, in tutta tranquillità. Niente di personale, semplicemente, io farò un rito pagano, sua madre è cattolica e fortemente credente, e poi è sua madre, con me il mio futuro marito non c'entra un'emerita fava, la vedo solo come un'ospite che nessuno sopporta, neanche mio fratello. In realtà neanche lei la sopporta. E per di più scrocca i pranzi alle feste comandate (quest'ultima parte non gliel'ho detta, ma comincio a pensare che avrei dovuto). E lei mi lascia ancora più di merda perché dice che sua madre è una persona sola, che avrei dovuto pensarci a invitarla, che lei con mia suocera non avrebbe ragionato così (mia suocera è vedova, sua madre è divorziata), che sua madre ormai è di famiglia. Sì, certo. Infatti ho visto i miei ex suoceri al matrimonio di mio fratello, giusto perché erano di famiglia. Sì sì. Ed è coerente trascinarsi una palla al piede per una giornata intera.

Così mi ritrovo tra l'incudine e il martello. Da una parte c'è la ferrea volontà di non invitare la madre di mia cognata, parte rappresentata da me, il mio futuro marito, mio fratello, mia madre e le mie sorelle.

Dall'altra c'è la tendenza a invitarla, rappresentata da mia cognata e da mio padre, che mi dà pienamente ragione, ma dice che, per stemperare, sarebbe meglio consegnarle l'invito e morta lì. Che tra l'altro, è lo stesso ragionamento che sta facendo una piccolissima parte di me.

Sono comunque propensa per il no. Non solo per una questione presa sul personale (che in effetti gioca la sua parte: vuoi vestirti uguale a me per il MIO matrimonio, mi rinfacci robe vecchie di anni e per di più mi imponi anche gli invitati???), ma per un semplice fatto pratico: ormai sarebbe imbarazzante dare un invito anche alla suocera di mio fratello. E poi, mia cognata è una persona molto problematica, con un rapporto amore-odio con i suoi genitori. I suoi sono stati obiettivamente dei genitori di merda, che si sono riavvicinati a lei solo quando ha avuto i miei nipoti. E lo hanno fatto pure malamente, visto che comunque fanno sempre i loro comodi, anche per fare da babysitter ai piccoli, magari tirando pacco all'ultimo secondo e scombinando i piani di tutti quanti, costringendo i miei ad annullare eventuali impegni. Perché sennò la signora si incazza, noi dobbiamo essere la sua famiglia sostitutiva, pronti a compensare le carenze dei genitori di merda.

Ho dovuto rimettere insieme i pezzi del puzzle, per capire che quella donna è invidiosa, anche se non avrei mai pensato che lo fosse. Insomma, perché dovrebbe esserlo? Mi sposo a trentun anni, non ho figli (ora come ora, né io, né il mio futuro marito ne vogliamo, ma per gli altri questo è motivo di compatimento). Ma dagli atteggiamenti che ha è logico: quando stavo per andare a convivere, non si poteva parlare del fatto che stavo per andare a convivere, perché lei sennò se la prendeva, bisognava concentrarsi su di lei.

Non si è mai parlato del fatto che adesso sto comprando casa. Il trasloco l'ho fatto da sola. Per carità, non avevo bisogno di aiuto, non avevo chissà che da portare. Se avessi chiesto, mi avrebbero dato una mano. Ma ho il sospetto che nessuno si sia offerto di darmi una mano anche per evitare problemi con lei.

Il vestito per il suo matrimonio se l'è comprato lei on line, mentre il mio sarà un regalo dei miei genitori. I suoi, giusto per gradire, per il suo matrimonio non hanno speso una lira che fosse una, ed è la loro unica figlia.

L'anno scorso, le mie sorelle hanno avuto problemi di salute e i miei genitori hanno trascurato tutti per stare dietro a loro. Che poi, trascurato è una parola grossa. Io vivo fuori di casa da due anni, mio fratello è fuori di casa da otto. Capirai che trascuratezza!

A questo punto, è logico che si stia logorando dall'invidia e che voglia le attenzioni tutte per lei.

Una volta messi insieme questi pezzi, la domanda a me è sorta spontanea: se anche invitassi quella sderenata di sua madre, risolverei davvero qualcosa?

Io credo di no. Anzi, peggiorerei la situazione, probabilmente.

Davvero, mai avrei pensato che avrei scatenato questo casino!

Scusate la lunghezza dello sfogo.

Dom

10

Feb

2019

รจ sbagliato? aiuto

Sfogo di Avatar di PattyPatty | Categoria: Lussuria

Ciao a tutti sono Patricia e ho 26 anni. Sto col mio ragazzo Giovanni da 7 e siamo andati a convivere da poco. Sto finendo l'università e ho un lavoretto, lui lavora. 

Due mesi fa abbiamo litigato e in un momento di rabbia ho scaricato tinder. Ho incontrato Marco (che non si chiama davvero Marco), un ragazzo bellissimo di 23 anni. Ci vediamo, si presenta uno di 60 anni.. eppure.. scopa da dio. Poi io e Giovanni abbiamo fatto pace, ma io e Marco abbiamo continuato a sentirci per telefono.

Giovanni ci ha beccati, cioè mi ha beccata, e mi ha lasciata. Ho pianto tantissimo, gli ho chiesto perdono mille volte, l'ho pregato in tutti i modi, e alla fine mi ha perdonata. Siamo tornati insieme. Per un po' non ho sentito Marco, ma un giorno mi ha scritto. Allora ho deciso di accettare un nvito per un caffè perchè dovevo dirgli che questa cosa doveva finire ovviamente... vi lascio immaginare com'è finita. Mi sentivo in colpa, tantissimo, ma non riuscivo a resistergli. Abbiamo ricomnciato a sentirci.. e vederci. 

Sono terrorizzata, sento Giovanni sempre più distante, e a mali estremi estremi rimedi ho deciso. Ho smesso di prendere la pillola e non gliel'ho detto. Nessun vero uomo lascia una famiglia, e sono sicura che Giovanni lo è. Mi sento così in colpa

Mar

22

Gen

2019

Problemi in famiglia

Sfogo di Avatar di SGA1SGA1 | Categoria: Altro

ciao a tutti,sono una ragazza di 20 anni..da quando i miei si sono separati il rapporto con mia madre è andato a peggiorare .. lei odia me e la mia sorella,non fa altro che offenderci e trattarci male .. un sacco di volte è andata dagli avvocati a raccontare il falso “per tutelarsi” Qualora un giorno io e mia sorella avremmo agito contro di lei,ma nonostante tutto noi non lo abbiamo fatto e mai lo faremo... è nostra madre,cosa che lei non pensa per noi. Mia sorella è più grande di me e la convivenza non è facile per niente, dopo ulteriori inviti da parte di mia madre a cacciarla fuori,lei ha preferito andare qualche giorno a casa del suo fidanzato per staccare un po’ la spina (e la capii molto bene..non è facile stare in questa casa)e nostra mamma non ci ha pensato due volte ad andare dai carabinieri e a tolglierle la residenza ( infatti adesso mia sorella ha la residenza da mio padre) . Stamani c’è stato un ennesimo litigio io non ce la faccio più a stare in questa casa e lei vuole buttarmi fuori.. ho voglia di cercarmi un lavoro per essere autonoma e non vederla mai più per tutto quello che ci ha fatto passare,però da un altra parte vorrei continuare l’universita Perché sarebbe un peccato ..sono molto brava e mi piace studiare,però così non è più possibile, inoltre lei non so bene cosa stia progettando ma se non ho capito male si sta preparando a buttarmi fuori di casa dicendo il falso e a mandarmi da mio padre(dato che non sono autonoma) ma lui sta lontano dalla mia città e io qui ho delle amiche, lo studio, il fidanzato  :( ... consigli ?

Tags: aiuto

Lun

14

Gen

2019

Ho problemi con mia madre

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ciao a tutti, sono una ragazza di 20 anni e ultimamente sto avendo dei problemi con mia mamma.

Mia madre è una donna molto bella, che nonostante i suoi quasi 50 anni si tiene benissimo, fa sport, mangia bene, lavora sodo, purtroppo è divorziata da quando avevo 3 anni e ho un fratello di 17 anni.

Nonostante lei sia sola (single) siamo messi bene economicamente, io faccio un’università abbastanza costosa e per quanto riguarda i soldi non ci fa mai mancare nulla, ed è proprio questo il problema, i soldi bene o male ci sono se ne abbiamo bisogno, ma lei è veramente poco presente e sta iniziando a comportarsi in modo strano, come se io e mio fratello stessimo diventando un peso per lei, vi spiego meglio:

Sia io che mio fratello abbiamo un rapporto abbastanza schivo con lei, ci parliamo poco e lei non si interessa quasi mai a quello che facciamo, non si è mai interessata a quello che faccio a scuola, dei miei voti, di cosa studio, di quello che fa mio fratello etc. inoltre la maggior parte dei giorni ci vediamo solo la sera (perché va a lavoro molto presto) e dopo averla salutata va direttamente a letto, a causa di questa cosa ho stretto un rapporto molto più forte con mia nonna (la mamma di mia mamma) con la quale faccio tantissime cose e con la quale mi confido per qualsiasi problema, inoltre mia madre è una persona con la quale è davvero difficile avere un dialogo o una discussione, poiché se non sei d’accordo con lei si arrabbia molto facilmente e arriva ad usare toni molto pesanti (anche cose del tipo: ti attacco al muro, ti rompo i denti etc.) e questa è una ulteriore motivazione per la quale anche io a volte preferisco starci alla larga, nonostante questo con il tempo ho imparato a non farmi mettere i piedi in testa da lei e rispondere di conseguenza.

Ritornando ai problemi che sto avendo con lei, come ho già detto, non sembra interessarle molto di quello che io e mio fratello facciamo, sta pochissimo dietro alla casa infatti mia nonna viene a pulire una volta a settimana, mentre io metto in ordine la casa ogni giorno e cucino per me e mio fratello, ultimamente non ha nemmeno più voglia di andare a fare la spesa (con la scusa che non sa cosa prenderci da mangiare, quando basterebbe chiederlo), quindi devo andare a farla io, tutto ciò è davvero paradossale poiché diverse volte a settimana torna a casa con borse piene di vestiti da centinaia di euro, ma al tempo stesso il frigo è vuoto.

Ho una cagnolina che ha preso lei diversi anni fa, ha iniziato a soffrire di problemi di allergia molto gravi a causa del cibo (le veniva una forte dermatite sul corpo e dentro le orecchie) ma nonostante questo lei non la portava dal veterinario e dovevamo farlo io e mia nonna, dovevamo darle solo cibo anallergico ma nonostante questo mia madre le dava comunque il cibo normale, anche dopo svariate volte che le avevo detto di non farlo perché la faceva stare male, ora comunque è guarita e sta bene. 

Se ció non bastasse, ha iniziato a comprare tante cose inutili come quadri, mobiletti, cianfrusaglie che si è messa a disseminare in giro per la casa (che ha già molta roba) rendendola sempre più di cattivo gusto, e infine, l’ultima notizia riguarda una sua idea per quanto riguarda il miniappartamento in cui vivevo fino a qualche mese fa perché ero vicina a scuola, era stato rifatto a puntino con tutti i mobili nuovi e su misura, migliaia di euro e lei ci ha messo piede forse 4 volte in un anno, ci è andata qualche giorno fa e di punto in bianco ha deciso di sbarazzarsi di un letto ed un armadio (nuovi e molto belli) per mettere al loro posto degli altri mobili mediocri, inoltre avrebbe intenzione di ospitare al suo interno una sua amica (che non conosco assolutamente) a tempo indeterminato, con ancora dentro molte cose mie di valore.

Di quest’ultima cosa abbiamo parlato e io ho detto di essere in forte disaccordo, sia per i mobili che per la sua amica, che io non conosco e non mi fido per niente, i mobili non li dovrebbe togliere poiché sono stati fatti apposta per sfruttare al meglio lo spazio della casa e servono per contenere oggetti che altrimenti non sapremmo dove mettere, nonostante lei abbia sentito il mio parere e si sia anche alterata ho paura che faccia comunque quello che vuole, cosa che fa davvero spesso, so che lei ha i soldi e dunque ha il potere, però vorrei che almeno mi ascoltasse poiché spesso certe cose non le dico per darle contro ma per farla ragionare, rimane sempre impuntata sulla sua idea e non vi dico quante volte se l’è presa in quel posto a causa di certe decisioni poco pensate, e diverse volte a causa di queste decisioni sono accadute cose anche molto gravi.

So che questo sfogo è davvero lungo, ma avevo bisogno di parlarne poiché queste faccende continuano a girarmi per la testa e non riesco a togliermele, spero davvero che inizi ad ascoltarci e magari a considerarci un po di più. 

Dom

13

Gen

2019

Non so da dove iniziare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non riesco a cambiare la mia vita.

Va sempre peggio.

Sono stato lasciato da 1 mese dalla mia ex, stavamo insieme da ben 4 anni.

Ho 27 anni, a breve 28, e devo ancora finire l'università, mi mancano 5 esami (legge).

Il problema é che non ho voglia di fare nulla, forse sono depresso.

Ora che sono single mi rendo conto di quanto fosse importante per me la mia ragazza, non che prima non lo sapessi, ma ora sto capendo quanto ho perso.

Come ne esco? Mi sento grande, fallito. Non ho amici veri, quelli che avevo erano "in comune", e non mi ci sento più.

Cosa devo fare? Da dove inizio?

Devo rifarmi una vita sociale, trovare una persona da amare, finire l'università ed inserirmi nel mondo del lavoro... Ho paura di non farcela, mi sento troppo giù di morale.

Il 2018 é finito male ed il 2019 é iniziato peggio.

Help 

Ven

11

Gen

2019

Ansia di tutto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

È un periodo in cui sto andando in confusione..

prima di tutto sono stufa di mia madre, che mi ha sempre giudicata senza mai darmi dimostrazioni di affetto, che invece di incoraggiarmi mi butta sempre giù, che è incapace di voler bene a sè stessa e quindi è incapace di voler bene agli altri

sono stufa del mio partner col quale sto da molto tempo, lo amo ancora ma pensa solo al lavoro, non è più passionale e non ha quasi mai voglia di uscire (nonostante siamo entrambi molto giovani), ha poca voglia di fare sesso perché è pigro e non mi soddisfa... è sempre molto dolce con me e mi rispetta, mi dice che sono bellissima ma sembra che negli ultimi mesi pensi solo a se stesso e al suo lavoro 

sono stufa di studiare nonostante mi piaccia moltissimo e sia in perfetta regola con tutti gli esami e abbia anche una media invidiabile.. per me lo studio è fondamentale, mi piace leggere e studiare ma vorrei tanto FINIRE... questo perché già svolgo il lavoro per il quale sto studiando, anche se in maniera non continuativa perché non ho ancora il titolo e mi piace molto e voglio lavorare ma mancano ancora un paio d’anni e ora come ora tra tutti questi libri non vedo una fine 

sono stufa della mia migliore amica che parla solo e continuamente dei suoi problemi, prima non era così... sto iniziando a sentirmi a disagio con lei perché vedo che quando le racconto qualcosa su di me a lei non interessa e non ascolta, si perde dei pezzi proprio non gliene frega niente.. e riprende a parlare come se ci fosse solo lei. Ma l’amicizia non dovrebbe essere reciprocità?  

mi sembra di non trovarmi più veramente con nessuno e le mie giornate sono sempre uguali: studio/ studio / esami / lavoro / studio / studio

A volte penso che vorrei uscire e conoscere gente nuova, distrarmi e non pensare più a nessuno... di gente che vorrebbe uscire con me ce n’è tanta ma mi sento in trappola e la trappola è anche per causa mia che mi limito molto nella mia vita

C’è  qualcuno che si sente come me? 

 

Gio

10

Gen

2019

Vegetale umano

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ma per quale ragione sono attratta dai ragazzi problematici? Che razza di problemi ho?
Il ragazzo di turno è si può dire una mummia. Se dovessi descrivervelo vi direi che è un rettangolo. E' statico. La sua faccia non tradisce emozioni, e quando lo fa è un lusso. Poco loquace, per portare avanti una conversazione con lui ci vuole la mano di Dio, è come un parto e soprattutto molto imbarazzante. 

Tuttavia,quando parla e spara frasi abbastanza lunghe, dice solo cose giuste. E' un cazzo di genio, ha idee complesse e per niente conformiste, acculturato e intelligente. Peccato che gli manchi l'intelligenza emozionale... sigh

E' palese che abbia qualche forma di ansia sociale, e provo sempre a farlo uscire dal guscio ma ho sempre paura di invadere i suoi spazi e sembrare scortese.
Anche se sembra davvero morto dentro io provo sempre a stuzzicarlo in maniera maliziosa, e quando ottengo una risatina sento finalmente di aver conquistato la vittoria. Nonostante credevo avesse zero impulsi sessuali, ho scoperto invece che guarda i porno (chissà che genere) quindi ho delle speranze, ma non so proprio come muovermi aiutoOooOo

 Come fare un tipo del genere?

 

So già che un tipo del genere non saprà gestire una relazione in un modo sano visto che è pieno di problemi anche derivanti dall'infanzia, ma bho sn malata

Gio

10

Gen

2019

Aiuto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Come liberarsi dai pensieri inutili e deleteri? :(