Tag: stanchezza

Mer

13

Dic

2017

Letargia portami via

Sfogo di Avatar di ciabattarociabattaro | Categoria: Altro

È un po che non sfogo, lo faccio solo per far sapere a qualche persona che non conosco e che mai conoscerò, che ciabattaro è ancora vivo e vegeto.

Sono due mesi che non esco con amici in citta per fare una passeggiata o altro, esco di casa solo per andare in università e per il tabacco. Sono astemio da aprile, non fumo erba.

Ho gli esami tra poco, non sono molto interessato ma si fa,  non sono ne triste ne felice, sono molto affaticato in genere, ho smesso di allenarmi, mangio poco e male, e gioco tanto a motogp sul computer.

Relazioni sociali di spessore pari a zero, interesse per me stesso e per il prossimo inesistenti, poche emozioni, molti dubbi, molti pensieri inutili e logoranti.

Nessuna donna in vista nei prossimi tempi, non parlo con nessuna, non scrivo a nessuna, il mio whatsapp è una landa desolata.

Non vedo amici di vecchia data, ne li chiamo per sentire come stanno o cosa fanno. Non sento mai i miei genitori e i miei fratelli.

Vorrei dormire per giorni senza svegliarmi mai senza pensare a niente, annullarmi per un po.

Sono un po stanco di sentirmi male senza motivo mi sto spegnendo del tutto.

Penso che andrò di nuovo a prostitute uno di questi giorni cosí mi sentirò un po vivo, un po animale, un po leone, anche se per finta, anche se per poco.

 Quant'è bella giovinezza...

 

Mar

07

Nov

2017

Quello che mi passa per la testa

Sfogo di Avatar di ciabattarociabattaro | Categoria: Altro

Da quanto tempo sono single? Un anno e mezzo? due? Boh, sembra un'eternità, cerco di ricordare come ci si sente all'inizio di una storia d'amore, ma ogni ricordo si sfuma, come se fossero passati decenni e quello che un tempo è stato il presente adesso è dubbiamente reale, sembra quasi di ricordare un film visto tanto tempo fa, o come quando appena svegliati da un sogno ti chiedi: Ma è successo davvero o me lo sono sognato? Comunque in generale ho una pessima memoria, a lungo e a breve termine, il mio cervello butta via di tutto, volti, nomi, episodi importanti, frasi, nozioni, libri, momenti belli, momenti brutti. Quindi se mi ci metto un po di impegno potrei arrivare a pensare che in realtà sono venuto al mondo in questo istante esatto e tutto ciò che sono è un eco di qualcosa di lontano, di molto più grande che non riesco ad afferrare con la mente.

Ogni tanto di notte quando guardo il cielo scoperto dalle nuvole penso a quanto è grande l'universo, anche se da qui riesco a vederne solo un pezzetto. È grande e silenzioso. Ma se mi immergo con gli occhi e con le orecchie e faccio attenzione mi sembra di sentire il richiamo dell'universo, come un grido fortissimo che mi raggiunge inspiegabilmente dall'altra parte del cielo.

Ultimamente mi ritrovo spesso a mettere in dubbio le più profonde radici di ciò che vuol dire essere un "essere umano", e a volte a rinnegarle totalmente. Lo faccio perchè non capisco, e perchè non so. Ma poi mi rendo conto che in realtà nessuno capisce, e nessuno sa veramente, e stremati da questa fregatura ci si limita a vivere.

Perchè ci si innamora? Ma bisogna proprio innamorarsi? E allora perchè soffriamo di solitudine? E poi perchè la natura é così terribilmente ingiusta da rendere definitivamente impossibile "vedere"  cosa c'era, prima dell'inizio? Perchè sono nato nel 1996 e non tra mille anni o mille anni fa? Quale incredibile susseguirsi di eventi pensieri e scelte mi hanno portato proprio qui, proprio adesso?E poi il sesso, che strana cosa perchè ci piace tanto? Ma bisogna farlo per forza? Un lembo di carne pieno di sangue che entra in un buco umidiccio e fa odori e rumori strani, ma che roba é? Fa quasi ridere...fa quasi schifo in realtà.

Ma se non sapessi parlare e capire le parole adesso, cosa starei pensando? Cosa pensavano gli uomini all'inizio della civiltà?

Mi reputo colpevole di avere delle emozioni. Vorrei essere duro come l'acciaio, inscalfibile, totalmente invulnerabile, non provare niente, ma essere comunque intelligente e conscio. Sarebbe fantastico, niente gioia, niente tristezza, non esiste l'una senza aver conosciuto l'altra. Ci ho provato per un periodo, ma alla fine sono scoppiato in lacrime disperate. Cerco di convincermi che non sono reali, che non esistono nell'universo ma solo nella mia testa, e ancora non si sa neanche dove esattamente. Ma se scartiamo tutto solo perchè "è solo nella nostra mente", allora non rimane un bel niente.

Per quanto tutto sembri girare intorno alla moneta, tutte le cose grandiose di questo mondo sono create dalle emozioni e creatrici di emozioni. Una canzone nasce da un'emozione e fa nascere emozioni negli altri. L'umanità vive di emozioni e per provare emozioni, e io cerco disperatamente di ucciderle, di assopirle definitivamente, ma sono troppo troppo potenti, troppo grandi per me...non guarirò mai.

Cosa ci spinge davanti ad un bivio a prendere sempre la strada che più ci allontana dalla felicità? Perchè ad alcuni di noi è stata negata l'abilità di essere contenti e relizzati nel fare quello che amiamo, circondati dalle persone che amiamo e che ci amano?

Nell'inferno degli invisibili c'è un girone per i disabili emotivi.

Non c'è rifugio dalla propria mente, non c'è riposo dallo straziante lavoro che è pensare. Vorrei smetterla di pensare per qualche minuto, vorrei essere un sasso. 

 

 

 

Gio

26

Ott

2017

Odio la scuola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Queste sono parole di una 18enne veramente stanca di far parte di questo opprimente sistema scolastico. Scrivo quì in seguito all'ennesima umiliazione e posso dire che in cinque anni mi sono veramente stancata di entrare in classe e abbassare la testa a tutto. È mai possibile che non un singolo professore deve ridere degli alunni, non prestare attenzione quando qualcuno viene interrogato, divertirsi nel metterli in difficoltà? Oppure vantarsi che la maggior parte dei propri studenti non riescono a supere i suoi compiti scritti e quindi prendere un'insufficienza? Cos'è la scuola per questi professori? Secondo la mia visione, la scuola è un luogo dove IO, studente, devo essere felice. Un luogo dove poter imparare, non facendo una corsa inutile per finire il programma. Un posto che non mi faccia valutare con voti profondamente SOGGETTIVI.

"Il voto vi sprona a migliorare e a mettervi in competitività." mi sento ripetere, eppure un voto negativo mi ha sempre fatto sentire inferiore e senza motivazioni per continuare. Soprattuto dopo che ti spacchi la schiena in due per studiare e approfondire gli argomenti. Di certo non ho mai provato questa utopica condizione di competitività positiva, al contrario all'interno della classe si utilizzano tutte le armi disponibili per metterci in difficoltà, una vera e propria guerra.

I professori, invece, pensano egoisticamente soltanto alle loro materie, assegnando, non curanti, pagine da studiare credendo che la loro materia sia l'unica da studiare. È orribile dover rinunciare a frequentare un corso di teatro, musica, danza, arte, ecc, solo pechè si hanno così tante materie tutte insieme. Io sono stufa di tornare a casa e sperare di non svegliarmi per non affrontare il giorno dopo. Sono stufa di non sapere i miei voti, (quindi non poter neanche capire dove sbaglio), e di non avere voce in capitolo, perchè i professori avranno sempre il coltello dalla parte del manico. Sono stufa di studiare senza IMPARARE. Sono stufa di far parte di questa tirannia dispotica con il falso nome di "scuola". 

Lun

21

Ago

2017

A dir poco uno sfruttamento

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

salve,a ottobre compio 17 anni,ho iniziato a lavorare in una pizzeria con pochissimi dipendenti(quando ce ne sarebbe molto bisogno),lavoro dalle 17:30 a chiusura(potrebbe essere all'una come alle quattro del mattino),quando parlai per lavorare mi dissero che mi davano 15 euro a serata Perchè c'era molta poca gente e dovevo portare solo i piatti,che non mi urlavano addosso e non commentavano.

A luglio ho lavorato solo il sabato e non sono stata ancora pagata,quindi non so nemmeno se per coscienza avrò aumenti. Ad agosto ho iniziato tutti i giorni e non porto solo piatti,sparecchio,friggo patatine e fritture miste,lavo piatti,li asciugo (tra l'altro devo fare tutto a mano Perchè una volta ogni tanto usano la lavastoviglie),ogni sera riempiamo tutti i tavoli e mi vengono a dire che non c'è gente,quando vengono altri e i tavoli si liberano e non ci sono più cose per apparecchiare mi tocca lavare ciò che  mi serve,asciugare e apparecchiare,devo usare affettatrice per i salumi che vanno sulle pizze,in più devo pulire il bar e pretendevano pulissi anche il bagno,poi quando ho chiesto i guanti mi hanno lasciato pulire solo il bar.

Adesdo mi rimangono solo 5 giorni,ogni volta che prendo soldi di mancia solo per me mi costringono a metterli nelle altre mance che vengono prese da sopra i tavoli,con la scusa che poi si dividono,ma in sala siamo tre,io,la proprietaria e la cognata di questa,quindi dovremmo dividerle solo io e la cognata,ma non so come nè quando.

Non so quando e quanto mi pagano dato che non ho visto un euro,io da persona onesta i soldi che mi danno i clienti li metto nella ciotola delle mance,quando potrei tenerli ma per evitare che quella mi dica che faccio schifo non me li tengo.

Grazie a dio non lavoro per bisogno,ma per esperienza,ma so che un minorenne potrebbe lavorare fino Alle 22:00,e io sono assicurata fino Alle 21,non ho vita sociale Perchè lavoro sempre,mai un giorno libero,una volta sono stata male e sono dovuta andare dopo Perchè avevano bisogno.

Faccio quel che mi dicono e stanno sempre ad urlarmi addosso,ogni cosa che sbagliano loro è sempre colpa mia,l'altro proprietario qualche giorno fa ha sbraitato contro di me senza alcun motivo dicendomi che criticavo la sua attività e sua sorella,senza aver parlato male con nessuno,dicendo a tutti i miei amici di venire a mangiare da me,mi ha detto che dovevo stare lontano dalla figlia,che potevano andare anche i miei a parlare e che li avrebbe presi con i chiodi da venti,che doveva stare lontano dai miei parenti che nemmeno conosce,che dovevo ringraziare che ero una ragazza se no mi avrebbe messo le mani addosso,eccetera.

La sorella ha ribadito che non mi fanno fare nulla di pesante,che mi tengono preservata dato che sono esile è più piccola,l'altro dipendente che aiuta il pizzaiolo leccava il culo a entrambi,screditandomi,eccetera.

quando dovevo mancare Perchè stavo male però avevano bisogno di me,quando c'era loro cugino insieme a me dicevano che io ero molto brava.

Tutto quel che mi rimane di positivo sono i clienti che non fanno altro che complimentarsi con me della velocità del mio servizio e non degli altri che sono lentissimi.

Non ce la faccio più,sono solo 5 giorni ma non so cosa fare per uscirmene con più soldi,Perchè li merito,se chiedo l'aumento non posso sapere come reagiscono,non ho lasciato prima per paura di loro e Perchè vivo in un paesino se avessi lasciato e l'anno prossimo voglio andare a lavorare altrove chiederanno di me,preferisco che dicano che ho lavorato Fino alla fine e non che me ne sono andata prima.

Vi prego datemi un consiglio,per favore. 

Mer

26

Lug

2017

MI SONO PERSA

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Che stupida che sono stata. Mi sono illusa di poter fare tanto, raggiungere vette che altri non hanno raggiunto, invece non ho concluso niente. Parenti e amici che fanno pressione, che mi dicono di muovermi e finire questi studi. Io che volevo studiare archeologia e poi viaggiare e fare ricerca l. Invece, sono qua, senza aver nemmeno raggiunto la triennale. Strada deviata anche dall'amore. Mi ero immaginata davvero diversa e montata da qua alla mia età. Mi ero fatta mille castelli e tutti, senza eccezioni, sono caduti, distrutti. Volevo raggiungere obiettivi altissimi. Mi credevo all'altezza, invece, sono precipitata appena ho fatto il primo passo. Mi sono illusa di essere migliore della vecchia me, di potermi far notare in questo settore, invece, non riesco nemmeno a terminare gli studi. Ora mi sento persa. Ho la mente che ogni giorno cerca di dissuadermi e farmi vivere come se tutto fosse possibile, quando invece, a 25 anni nulla è più possibile. Avevo scelto questa strada perché avevo un sogno e non volevo fare un lavoro qualunque solo per soldi, volevo fare un lavoro che avrei amato, invece, mi ritrovo senza nulla in mano. Solo critiche e litigi per questa università. Mi mancano pochi esami, ma tanto gli anni sono passati e non potranno mai più tornare. Ormai non so davvero più cosa fare. A volte vorrei lasciare tutto, ma anche se sto cercando lavoro, non riesco a trovare nulla, purtroppo alla mia età è tardi cominciare a lavorare senza avere una laurea o esperienze pregresse. Non so come abbia fatto a farmi scivolare via tutto dalle mani. È stata così veloce, che nemmeno mi sono accorta del tempo che passava. Sono sempre stata una persona efficente, puntale nelle cose, seria e che non ha mai preso nulla sotto gamba. Non credevo che sarei affondata così in basso. Non so davvero come fare per poter riemergere...aiutatemi

Lun

10

Lug

2017

Non sopporto mia sorella

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

odio mia sorella mi tratta come una merda mi minaccia e mi insulta sempre e in tutti i modi non fa mai niente a casa niente di niente io invece devo sempre lavare i piatti riempire le bottiglie mettere i vestiti a stendere scendere sempre quando mio padre ha bisogno di aiuto con la spesa lei fa la bella vita mentre io sto a sgobbare non la sopporto davvero ha 2 facce a volte sembra simpatica e altre Lucifero in persona quando lei mi insulta va bene ma quando le rispondo alza le mani su di me non c'è la faccio più sono davvero stanca di questa situazione non aspetto altro che se ne vada di casa quella stronza egoista acida presuntuosa arrogante e perfida di mia sorella 

Ven

30

Giu

2017

Meno di 18 anni e l'adulta di casa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

È da più di un'anno (da quando ci siamo trasferiti) che in casa faccio tutto io. Ho una sorella maggiore e due genitori, ma loro non fanno un cazzo. Sono le 3 di notte e sto aspettando che mio padre finisca di mangiare per ripulire la cucina portata a lucido due ore fa. Ma come è possibile? Io capisco che loro lavorino, ma io studio/ faccio volontariato e cerco di trovarmi quanti più lavoretti possibili. Ma che almeno pulissero quello che sporcano. Sono la seva di casa, come si può vivere così da così giovane? Io aiuto mia nonna, io devo fare le transazioni della banca, io devo fare la spesa, io devo andare a fare una cazzo di visita dall'oculista -da sola- perché non ceco più nulla e loro non mi portano per mesi. Per l'amor di dio... non mi è mai mancato nulla e per fortuna la crisi non ha mai colpito la mia famiglia... ma sono stremata dentro e fuori.

Mar

27

Giu

2017

Stanca di non far nulla

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Lo conosco da parecchio siamo assieme da parecchio... conviviamo. Ma sapete quando improvvisamente apri gli occhi e cominci a pensare che forse non è tanto questa la vita che vorresti fare?

Lui neanche 30enne, lavora sì... tiene dietro un po' alla casa ma è un PIGRO CRONICO. Non so se sia una latente depressione o cosa ma non ha mai voglia di fare niente. Capisco che sia anche colpa mia se mi ritrovo così ora, perché è stato così quasi fin dal principio. Se è caldo è caldo, se è freddo è freddo, se è umido è umido. Stanco dal lavoro, stanco dai doveri casalinghi... insomma i soldi scarseggiano sì non navighiamo nell'oro ma non si fa mai nulla. Io sono decisamente più attiva, non iper-attiva ma attiva. Sono stanca anche io certo ma se ci sono occasioni di feste, concerti, ritrovi, iniziative ci andrei volentieri... lui no. Divano, condizionatore, e scroll sul telefono. Tra noi i coppia per altre cose non andrebbe neanche male, io lo amo. Però ragazzi... io lavoro 8 ore al giorno e al caldo e a 27 anni sinceramente ok si fatica ma ho ancora voglia di vivere. Per esempio sarei voluta andare a quella marea di concerti che ci sono stati tra Milano e Firenze in questi giorni. Niente. "Dei matti quelli lì a stare sotto il sole al caldo...sì figurati". Tra che le amiche erano via e lui così, niente non sono andata. Il mio problema è che ho anche poche amicizie con cui andare e fare cose, purtroppo non ho grandi compagnie. Porei citare altre 3000 cose che io farei e lui no. Ma se non le fai ora certe cose, quando le fai? Adduce spesso il discorso che è stanco e che ora è caldo anche solo per andare a fare un giro in una città diversa dalla nostra, che abbiamo pochi soldi e quindi si sta a casa attaccati al condizionatore. Bah io mi sto stufando. Con tutti i cazzo di soldi che usiamo per tenere acceso il condizionatore potevamo fare 2 vacanze. Se non fosse per me, che una volta all'anno glielo "suggerisco" o prendo in carico l'iniziativa lui non andrebbe neanche in vacanza. Le sue vacanze potrebbero benissimo essere sul divano a casa al risparmio e in relax! Per dire che non ha neanche l'iniziativa o la voglia di fare/visitare altri posti. Non ha voglia di visitare, curiosità, iniziative.. una mostra, un concerto, un teatro. Nulla pare interessargli. In 3 anni che siamo assieme non l'ho mai sentito dire una volta: mi accompagneresti lì? Avrei voglia di vedere quella cosa... o: andiamo là? Mi interesserebbe! Ho già provato alcune volte ad affrontare l'argmento ma nulla cambia. Ovviamente lui inizialmente si sforza di accondiscendere in qualcosa ma è tutto momentaneo. E' la sua natura e io sinceramente non so più se mi basta. Vedo amiche che vanno, fanno, anche con pochi soldi ma tirano fuori cose divertenti da fare in coppia e non. Più che altro vedo esseri maschili con delle passioni! Che sia sport, che sia arte, i viaggi o innumerevoli altre cose. Noi sembriamo due morti per colpa sua. E' tutto sempre una fatica.

Mer

31

Mag

2017

stanco di tutto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira


ho 28 anni. quest' anno, come da quando ho 25 anni, l'ho passato da solo, all' insegna dell'ascetismo totale in fatto di donne ed amici. ho tagliato fuori quelli che si dicevano amici e sono, obbiettivamente parlando, solo come un cane.Vivo coi miei genitori che voglion farmi fare un corso per OSS e sostanzialemte sistemarmi in una vita dove, la mia massima aspirazione, può essere pulire i culi agli anziani. Obbiettivamente non ne posso più. di loro, di non essere "buono abbastanza" per una relazione, un lavoro ecc. Non è piangersi addosso, è frustrazione. A lavoro mi hanno lasciato a casa perchè dopo tre mesi di lavoro di merda sapevo tutto ma ero lento...e nemmeno ero pagato a cottimo!! dico, siete scemi? SIETE SCEMI,SI! LASCIATE A CASA UNO CHE HA BISOGNO DI LAVORARE E PRENDETE QUALCUN ALTRO ALTRI TRE MESI,E VIA A PEDATE NEL CULO!I miei di me NON CAPISCONO un cazzo. Le persone di me è come se si stancassero o giudicassero troppo strano per avere un qualsivoglia rapporto... e la butto sul ridicolo, mi lavo e mi curo. Faccio palestra regolarmente, sono un bel ragazzo a detta di conoscenti... ma non trovo manco uno straccio di ragazza che mi fili. NEMMENO UNA. La relazione più lunga che ho avuto è stata due mesi con una cretina che mi ha mollato perchè "La desideravo troppo" MA SI PUO?E ho messo da parte anche questa cosa di volere qualcuno ormai : chi starebbe con uno che vive con i suoi e non ha quasi nessuno? solo una sociopatica. E ho avuto anche quelle, e sono STANCO di gente con i problemi Sto cercando di tirarmi su, ma continuo a sentirmi dire dai miei "Lascia stare, spendi tempo e denaro inutilemente" e NON SE NE RENDONO CONTO DEL MALE CHE MI FANNO. Mi hanno rovinato con questa mentalità...e poi si rinuncio, mi danno del perdente lazzarone. Sono matti. Mia madre è uyna fessa cresciuta con due alcolisti di merda ed è fuori di testa, mio padre con due morti emotivamente che l'hanno reso freddo dispotico e distante. Mi hanno rovinato, e di questo non voglio più parlarne. Quando riuscirò a mettere i piedi fuori di casa per me saranno totalmente morti Gli amici che ho non chiamano mai. Ogni morte di papa, forse, ma passiamo il tempo a lamentarci più che divertirci. Non riusciamo a superare la merda che circonda le nostre vite, nada, nisba, zero.  Uno è un ragazzo d'oro, ma è pieno di problemi e sempre impegnato, un altro boh, non gli ho fatto nulla ed è sparito - insieme alla compagnia a cui LUI mi aveva introdotto. Uno che frequento molto volentieri è sempre a lavoro - e adesso che ha la ragazza, non lo sento più.  Uno che vuole andare sempre per strip club ed è un saccente rompicoglioni, uno l'ho perso dietro a una donna che PRIMA mi ha fatto lasciare, POI c'ha provato lui.Altri non ne ho. Non ho nessuno, e benchè sia sempre stato molto solo, cazzo ANCHE IO ho bisogno di un po di contatto umano. VOGLIO QUALCOSA DI DIVERSO, MALEDIZIONE!!!!!! E non ironizzate sulla cosa dell'0SS : io voglio vivere come quelli della mia età. mica pulire i culi per socializzare!! SONO STANCO.Stanco di sta solitudine di merdaStanco di questi amici di merdaStanco di questi famigliari di merdaStanco di non avere un lavoroStanco di prese per il culo da parte delle donne Stanco di dover fingere di stare beneNON STO BENE. NON VOGLIO ESSERE SERVO DI NESSUNO NE' QUALCOSA PER AMMAZZARE IL TEMPO DI NESSUNO.  Che devo fare? mi sembra mi stia scivolando via tutto,e a parte i miei interessi,  Sono STANCO!!!!!!!

Sab

01

Apr

2017

solitudine,amica mia... hai rotto i coglioni.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

 

Premessa :  Sono una persona che piace per senso dello humor e intelligenza (me lo dicono parecchi,indi deve essere vero,no? #sticazzi) .

Bella premessa, ma porco cazzo, sono solo come un cane - alchè qualche dubbio mi viene .

Socializzare non mi è (più) così difficile, si ride e si scherza ma puntualmente finisco a farmi i weekend quasi sempre da solo. Ok,c'ho fatto il callo ma cristo, non è possibile che da quando ho 24/25 anni (vado per i 29 quest'anno) NON CE NESSUNO a parte due miei amici che mi chiami con una certa frequenza. NESSUNO. Gli altri "conoscenti" si fanno i cazzi loro, chiedono mai di uscire, e io devo farmi le serate  a casa a fantasicare di uscire e fare qualcosa : finisco davanti al pc a vedere un film e vado a letto. 

Non c'è un cazzo di niente in sta città, a parte eventi ridicoli e discoteche per impasticcarsi. Al massimo si può andare a fare un aperitivo ...ma che aperitivo fai da solo? perchè dovrei andare a ballare da solo? so stare da solo ma perchè rompersi l'anima su sta cosa? Anche io ho bisogno di socializzare,cazzo!! come tutti. E invece... invece BOH. "Tanto simpatico,tanto originale..."sempre da solo. SEMPRE.

E dire che alla solitudine c'ho fatto il callo, ma adesso BASTA. Non trovo nessuno che boh, mi dia qualcosa a livello di feeling per continuare a frequentarsi giorno si giorno no come una normale amicizia. Ognuno sembra indaffarato a stare IN ALTRE compagnie e quelli che frequento hanno sinceramente svangato la minchia con le loro stronzate. Che va detto  - mi cercano solamente quando hanno bisogno di qualcosa,mai per fare qualcosa. E sto cominciando a vederlo sempre di più e  tollerarlo sempre meno.

Ora - come aspetto sono (a detto di altre) un bel ragazzo. Eh, ok. Vuol dire niente alla fine - trovo sempre ragazzine un po fuori che vogliono farsi un giro (probabilmente colpa/merito delimio aspetto tutto tatuaggi neri e vestiti neri,rasato a lametta causa calvizie di merda che nascondo bene) che puntualmente scelgono di stare con idioti tutti calcio e risvoltino. E quindi,sto da solo dopo notti di sesso selvaggio e ADESSO mi pesa. Non capisco,voglio dire... do tutto,humor,iniziativa,sesso....e finisco gettato nel cesso per qualche motivo. Tra maschi invece sono quello che fa ridere tutti, si fa rispettare, ha i suoi interessi e la sua vita...come è possibile che TUTTE E DICO TUTTE le volte che mi cercano è per favori e non per farsi due risate in compagnia? possibile che sia solo attorniato da stronzi e stronze? mi pare assurdo! Forse dovrei essere molto più stronzo io  e fare il prezioso..ma mi sembrerei ridicolo ai miei stessi occhi!.

Dico questo anche per fare un po mea culpa  - nessuno è perfetto. Non sono un maniaco dei social network e non voglio apparire come l'egocentrico di turno,gran parte della roba che gira in tv/radio mi fa sinceramente CAGARE e tendo a diventare molto aggressivo quando si tratta di difendere le mie convinzioni ed "amici"... forse sono queste cose  che mi fanno essere diverso. Comunque...SONO STUFO!! mi pare di fare il nonno a 29 anni!!! Vorrei pure io qualcuno da frequentare che valga la pena conoscere e qualche ragazza che vada oltre la superficie!! non mi sembra chiedere troppo,no?

 

Succ » 1 2 3 4 5 6 7

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti