Tag: gelosia

Gio

12

Lug

2018

Sfiga, amore e vaff

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Passo la mia esistenza evitando di mentire per ottenere sesso. Credo nell'amore e nel lottare per esso, conscio degli alti e bassi. Evito di sfruttare ragazze.. evito storielle "facili" perché vedo che non c'è futuro in quelle storie e per evitarle mi basta non recitare la parte dell'interessato. Di conseguenza faccio la più grande cavolata del mondo.. mi riempio la testa di pretese.

Mi dico che un domani voglio una ragazza "a posto" al mio fianco. Una con la testa sulle spalle, una con dei valori decenti. Piena d'amor proprio, che tenga alla sua dignità. Mi fidanzo qualche volta e torno single appena scopro quale psicopatica o stronza mi sia capitata.

E intanto una mia amica di vecchia data si mette la testa a posto, smette di comportarsi da idiota dimostrandosi più sennata.. e mi sta dietro fino a quando cedo e decido di star con lei.

Il problema? In amicizia mi venne a raccontare anni fa del fatto che voleva dare la sua verginità allo stronzo con cui stava da qualche mese. Lui non la rispettava, faceva i suoi comodi, litigavano sempre, lei piangeva spesso e cosa fa? Gli dona la sua verginità. Lui poi, soddisfatto, la lascia. Lei, per riconquistarlo, si sente ancora con lui e per 3 settimane gliela da comunque finché lui si mette con un altra gnocchetta.

Un anno dopo lei parte per lavoro e un barista fighetto le spara quattro cavolate, lei ci casca, si fa abbindolare e dopo un mese e mezzo gliela da. Basta una volta e lui si mostra per il merda che è. Lei lo lascia. Poi viene da me e io, in tanti anni.. avendo conosciuto solo donne poco sistemate.. accetto. Anche perché l'affetto che provo per lei era amore che tenevo a freno. Ora però...

 Odio profondamente quelle due merde che passeranno la vita a vantarsi di averla avuta. Di conoscere la sua intimità, quel lato di lei che io considero importante più di quanto facciano quelli che, peggio degli animali, sfruttano il sesso come piacevole passatempo.

È orgoglio il mio, non saprei. So solo che a lei non importa, è felice con me e vuole solo dimenticare il passato. Io invece non mi do pace. Guardare negli occhi la persona che ami. Provare emozioni così belle e sentirsi corrompere da quella rabbia.. opprimente.

È passato, lo so. E non stavamo insieme. Ma penso spesso che se lei avesse evitato atteggiamenti stupidi da svampita eccetera.. cose che ci avrebbero fatto litigare e lasciare sicuramente.. adesso starei bene con lei. Invece di dover lottare per cambiare punto di vista.

È un peso incredibile. Spero di farcela solo per vederla felice e godermi il suo sorriso senza quei mostri che mi perseguitano.

Mar

03

Lug

2018

Mia mamma mi blocca la vita.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono una ragazza di 25 anni e sono molto legata alla mia famiglia. Mi ritengo una ragazza buona, gentile, simpatica, ma nonostante ciò che dice sempre quel che pensa, soprattutto usando i modi. Scrivo qui perché voglio bene a mia mamma, la considero probabilmente la mia migliore amica. Litighiamo e facciamo pace. Facciamo tutto sempre insieme. E forse è proprio per questo che sento che mi blocca la vita. In che senso? Non so come spiegarlo, ma ci provo. Lei è una maniaca del controllo e della pulizia. Pensa solo a pulire in casa, passa le giornate intere senza nemmeno un po’ sedersi o rilassarsi. Fosse per lei nemmeno la spesa si potrebbe fare (e lo dico seriamente). Quante volte non abbiamo cenato a casa, e ci siamo dovuti accontentare tutti di un panino, o di quello che c’era in casa. L’unica persona per cui fa qualcosa è per mio fratello nonostante lui la tratti una merda offrendola. Ed io e mio padre? Non siamo nulla, ed anche mio padre la pensa così. Io ho preso il carattere di mio padre, ossia sono molto orgogliosa. Io apprezzo quello che ho. Tipo io vivo in una famiglia normale, non navighiamo nell’oro ma possiamo permetterci vari sfizi. Mia mamma invece è molto gelosa, è invidiosa. Vorrebbe sempre di più. E la cosa che odio che fa pesare questa cosa dei soldi a me. Ma cosa c’entro io? Adesso mi sento oppressa, perché dice che devo finire l’università che devo lavorare. Ecco io tra pochi mesi dovrei finire. Si bello, ma adesso ho l’ansia per dopo. Poi chissà che si pensa mia madre.. che dopo l’università tutto è più bello. Come no, a me proprio quello mi spaventa, di deluderla. Non riesco nemmeno più a studiare. Poi odio quando si lamenta delle faccende in casa. Vuole fare sempre tutto lei, non posso nemmeno lavare una piatto che inizia a sbraitare. Io quando non c’è in casa lei, ho una sensazione diversa, mi sento bene, sono tranquilla e riesco a fare tante cose. Tipo oggi, è uscita per 3 ore. Appena è tornata si è arrabbiata perché ho pulito il bagno. Cioè ci rendiamo conto? E poi ovviamente come sempre ha messo in mezzo il fatto dell’università e del lavoro. Io non sono nemmeno libera più di dirle cose, o di chiederle un consiglio, menomale che per quello c’è il mio ragazzo. E a proposito del mio ragazzo. Io e lui non abitiamo nello stesso paese, ci vediamo poco sia perché lui lavora sia perché appunto stiamo un po’ lontani, ma l’importante che stiamo bene e che stiamo insieme, infatti sono 3 anni che siamo fidanzati. Qual è il problema? Mia mamma. Le sue frasi assurde tipo: “Ma il tuo ragazzo non può portarti a fare un giro in un posto di mare?” “Perché non ti porta a mangiare in quel ristorante?” “Stasera se viene da te andate a mangiare fuori perché se mangia qua devo pulire il doppio!”. Cioè. Mi vergogno. Poi un’altra cosa che odio.. io adoro le borse, le scarpe, i vestiti. Ero in un negozio con mia mamma, avevo visto una borsa che costava quasi €1000. E mia mamma mi fa “Eh al posto di farvi i regali a sorpresa, puoi dire al tuo fidanzato di regalarti questa al tuo compleanno o così, tanto i soldi li tiene!” Quanto l’ho odiata quel giorno. Si, è vero, il mio fidanzato sta bene economicamente, ma non mi sognerei mai di chiedere una cosa del genere. È anche per questo che mi ama lui, e anche la sua famiglia mi vuole bene, perché sono una ragazza che capisce e non mi approfitto di niente e di nessuno. Come è possibile che ho una mamma così?

Sab

30

Giu

2018

Gelosia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

È diventata un'ossessione, la gelosia mi sta divorando la carne. E non solo sono oltremodo gelosa e insicura di me ma anche orgogliosa da morire per ammetterlo e soprattutto abbastanza consapevole da capire quanto questo atteggiamento sia infantile, eccessivo e stupido, ottima ragione per reprimerlo e sentirmi ancora più frustrata. Non ho idea di come correggere questo comportamento, essere ragionevoli non basta, ogni volta che i suoi occhi si posano su una donna qualunque diversa da me, sento una morsa allo stomaco, mi fanno letteralmente male le viscere e inizio a fare confronti ossessivi con le altre alla ricerca di tutto quello che a me manca. Ho tirato giù una lista notevole di lacune che non sarò mai in grado di colmare e mi viene voglia di piangere. Ho costantemente paura di non essere abbastanza, e la certezza della mia inferiorità. 

Lui poi ha questa amica pazzesca e giovanissima, è stupenda davvero. Tra le più belle ragazze che conosco (tra le altre cose, oltretutto). Gambe perfette, capelli splendenti e sempre ordinati, quinta di seno, viso d'angelo e sguardo intenso. Manca poco che me ne innamoro io! E il punto è che lo so benissimo a cosa pensa quando la guarda, gle lo si legge in quegli occhi sgranati che la seguono passo passo. E lo capisco anche. 

Come è che si fa a staccarsi dalla percezione del "possesso"  dell'altro? Come si convive con la consapevolezza di poter perdere chi amiamo  senza poter individuare un colpevole? Come si accetta di non esseremai  i migliorI, quelli perfetti? Ho bisogno di saperlo e e tornare a vivere decentemente perché mi sto consumando da sola e senza valide ragioni! 

Continuo a costruire trame in testa, a pensare che chiunque può dargli più di quanto non possa fare io con tutto l'impegno di questo mondo, che siano "solo" un paio di enormi tette sode, un sorriso più accattivante o le parole adatte, le emozioni giuste, la simpatia e una mente brillante per essere felice e non desiderare di più. 

Tags: gelosia

Ven

08

Giu

2018

gelosia malata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti, oggi dopo un anno e mezzo sono stata lasciata dal mio ragazzo, lui 39 io 37 anni..il motivo? se devo recuperare una giornata di lavoro non posso farlo da sola con il responsabile devo dire NO, rischiando di perdere il lavoro, premettendo che ho iniziato a lavorare da un paio di settimane e nessuno dei colleghi compreso il responsabile hanno mai dato segno di essere persone invadenti o provarci con me. ma per lui devo evitare di stare sola con qualcuno, evitare di uscire a mangiare una pizza con la mia famiglia, evitare di uscire un minuto dopo l'orario di lavoro, uscire prima di tutti correndo e chiamarlo immediatamente,  evitare di guardare gli altri e di parlarci. Inoltre mi tartassa di domande, sempre le stesse e ripetute fin quando non gli do una risposta quasi certa, quindi non devo MAI essere VAGA. IO mi fido di lui non mi comporto cosi esageratamente, ma lui lo fa con me. E' vero che è una persona che mi rispetta, non va con altre donne esce pochissimo con gli amici nonostante io lo spinga a farlo, ma sembra che lui si voglia completamente isolare con me. A me invece piace socializzare avere amici e amiche cosa che da quando sto con lui non ho piu. Ho perso tutti, per sua volontà, mi ha imposto tante cose, e adesso sono rimasta sola, non so forse è colpa mia, avrei dovuto continuare a reprimermi..o probabilmente avrei dovuto essere più forte e impedirgli di prendere il sopravvento, ma davvero non ci riesco piu...sono stanca di tutte ste fesserie, credo sia solo una forte mancanza di fiducia nei miei confronti e soprattutto insensata.se torna non so se mi trova. cosa fareste voi al posto mio? sto sbagliando qualcosa? grazie a tutti e scusate lo sfogo :)

Gio

12

Apr

2018

Odio i social e le sue amichette

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Odio i social network, hanno rovinato tutto. Non siete d'accordo? un tempo ero tranquilla e non badavo a niente di queste cose, adesso ogni volta che vedo il mio fidanzato e la sua ex del caz*o interagire mi girano le palle. "siamo solo amiketi xD" sì ma non me ne frega nienteeee non mi piace non mi piace per niente! io non parlo più con nessuno dei miei ex perché ritengo NORMALE chiudere i rapporti dopo una storia. E ci sta anche mantenere rapporti buoni per l'amor di dio, ma non da amici normali e che ca*zo. ma voi cosa ne pensate? io vorrei prendere tutti e due a sberle... tanto la scema sono io

Mer

28

Feb

2018

Un'altro caso di gelosia retroattiva

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ci sono passato anni fa. Ho 26 anni. Lei 21.

Non si tratta di essere possessivi o insicuri. Si tratta di quel peso sul cuore che impedisce di vivere una storia al 100%. Sarà un argomento diffuso ma devo sfogarmi.

Conosco la mia lei da 6 anni. Ci siamo messi insieme tre mesi fa, prima non potevo per via del suo carattere difficile. Ed ecco il punto, per maturare ha avuto bisogno di farsi usare un paio di volte. Il primo ragazzo si innamorò di lei ma, da gran bravo ragazzo, partì per divertirsi un paio di settimane ospite da una sua amica lasciando la fidanzata a piangere. La faceva vestire e truccare al meglio perché "vicino a lui vuole solo belle donne".. e faceva da autista a delle sue amiche provocanti nonostante la giustificata gelosia di lei. Giustificata perché poi lui si sarebbe fidanzato con una di queste "amiche".

La mia lei "giustamente" gli diede la sua verginità.. dopodiché lui la lasciò, avendo ottenuto ciò che voleva. Il peggio fu subito dopo, quando per tre settimane, lei continuò a sentirsi con lui solo per copulare (nella speranza che lui tornasse con lei).

 Dopo un anno lei parte per lavoro. Dice di essersi innamorata di me alle amiche ma.. Un collega le fa tre settimane di corteggiamento. Come in passato tutti le dicono che non è una relazione sana ma lei non ascolta nessuno come suo solito. 

Si fidanza, stanno un po e copula anche col lui. Dopo un mese di relazione lo lascia perché capisce che non vale la pena, che era solo una storia estiva.

Al ritorno la trovo cambiata. Più matura, meno bambina, meno impulsiva, più affidabile. Stanca di trovare solo gente che vuole usarla decide di comportarsi bene per stare con me.

Io mi lascio andare, visto che fino a quel momento ho trovato solo storie pessime, e adesso.. sto qua a soffrire cercando lati positivi.. e morendo dentro per colpa di lei, che non ha saputo usare la testa, di loro che sono porci.. e colpa anche mia, che rifiutai in passato più occasioni per "godermi il momento" come faceva lei e ho preferito riflettere. 

Ho una storia di due anni alle spalle.. ma comunque più regolare di quelle di lei. La testa mi dice di essere forte e andare avanti. Il cuore ne soffre.

Vede la mia lei che diventa pian piano parte di me.. e non accetta queste storie da cui mi son sempre tenuto alla larga.

Gio

01

Feb

2018

Ho paura di amarti e di perderti.

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Altro

Stiamo insieme da poco  e già ti amo. Ti amavo anche un mese fa, se è per questo. E mi rendo conto che non ho mai amato nessuno in vita mia, se non te. Ti sono fedele, penso solo a te. Ti stimo e sono attrattissima da te. Quando sono con te sto benissimo, non mi manca niente. Mi sento a casa quando mi abbracci. 

Sei il mio amore, e ho capito che con te la strategia di non sbilanciarmi a parole per non spaventarti non paga. Del resto, alla mia età basta vigliaccheria! Mi gioco tutto e così ieri ti ho detto che ti amavo... o la va o la spacca. Sei rimasto interdetto e in silenzio ma non me ne frega niente. Non ci sono rimasta male perché non sono la ragazzina insicura e senza autostima di un tempo. Un giorno magari me lo dirai anche tu, e anche se non lo fai, non importa perché me lo dimostri sempre con i gesti. Gesti che nessun altro ha mai fatto per me...

Sei un ragazzo (ancora non sei uomo!) romantico e dolce, affettuoso, premuroso, ma anche carino, gentile, divertente, intraprendente, sveglio, colto e bellissimo. Il tuo potenziale è elevato.

Però non piaceresti ai miei perché loro valutano le persone solo sulla base di parametri oggettivi (titoli di studio, potere economico, età...) mentre a me queste cose interessano relativamente. Hai meno titoli e meno stabilità economica di me, ma sei giovane e stai costruendo cose molto interessanti. Io ti stimo e credo tantissimo in te. Farai meglio di quel che faccio io.

Io che non ho mai voluto sposarmi, con te farei un'eccezione... Però ho l'ansia se penso al giorno in cui dovrò dire ai miei di te. Loro non aspettano altro, spesso mi assillano e mi dicono che sarei dovuta rimanere con il mio ex storico, quella palla al piede... mi dicono che sono vecchia e che ormai sono liberi solo i vecchi divorziati con figli... e poi, beh, portare te, leggermente più giovane, proveniente dalla città che più detestano non è il massimo... tutto ciò mi fa agitare. Mi sento sempre il loro giudizio addosso....

Eppure, se ripenso al modo squallido in cui ci conoscemmo, anni fa, in quel locale, in cui lo facemmo dopo esserci parlati per soli dieci minuti...mi sembra tutto così strano! Poi ti ho ricontattato io dopo anni.. Non so perché l'ho fatto. Mi sono ricordata di te e il mio istinto mi dicevi che eri qui, a 1000 km dalla città in cui ci conoscemmo, non so perché, ma non mi sbagliavo.

Io ti amo, amo passare il tempo con te. Ho le farfalle nello stomaco... eppure quando devo andare da te ho sempre l'ansia. A volte mi sento oppressa perché durante il mio tempo libero o sono con te o sono al telefono con te. Poi amo fare sesso con te ma ogni giorno più volte al giorno mi sembra un'esagerazione. Una volta al giorno basta e avanza, per me. Così me la fai irritare, possibile che non lo capisca? XD

A volte mi sembri opprimente e possessivo, se non ti scrivo per qualche ora ti arrabbi...  a volte ti arrabbi per il mio passato (quando il tuo è peggio del mio e lo hai anche ammesso)... Io non sono gelosa perché mi fido ciecamente di te e perché non sono una persona insicura.

Poi mi dici che tra meno di un anno andremo a convivere, che vuoi una villetta, che vuoi un cane, mi parli degli elettrodomestici che vuoi.. mi dici che saresti un buon padre... e io ti rispondo sempre con entusiasmo e ti dico di sì, perché quando te lo dico ci credo davvero. Peccato, però, che quando sia sola sia spaventata da tutto questo. E' qualcosa più grande di me.

Mi sento travolta da questo amore che non ho mai vissuto prima e non voglio assolutamente perdere; d'altro canto, però, temo che tu sia innamorato dell'amore e che magari sia stato così lanciato con tutte le tue ex, anche se mi dici che non ti eri mai sentito così prima.

Io non so cosa pensare, ho paura di amare e di essere amata. Però la mia vita da single fatta di frivole avventure non mi manca; ormai mi ero già stancata e cercavo qualcosa di profondo e totalizzante, proprio come la nostra storia.

Tuttavia per me mesi sono pochi per parlare già di convivenza. Questo discorso mi sembra pesante. Eppure viviamo insieme 3 giorni a settimana su 7... cuciniamo, puliamo, facciamo il letto, lavoriamo, guardiamo film, facciam la spesa...e ci troviamo benissimo (o almeno sembra). Però ho paura, tanta paura.

QUando parlo di te ai miei amici mi commuovo e piango. Quando penso a te il mio stato d'animo oscilla tra un'immensa felicità e l'ansia. Ansia di che? Non lo so. Non riesco a capirlo. A volte penso che non ero pronta per una relazione. Altre volte invece penso di sì. La mia voglia di avventura si è placata. Però vorrei che tu mi dessi degli spazi durante la giornata. Oltre al lavoro e a un po' di sport, non faccio nulla. Ho bisogno di uscire con le amiche e di stare a letto senza fare niente, ascotando musica, leggendo o guardando un film, senza l'obbligo di sentirci per qualche ora. Non penso che ti sto chiedendo la luna.

Ma forse sono io che non sono mai contenta... il mio ex storico era un menefreghista. E infatti lo tradivo e non dovevo inventare scuse. Lui non voleva mai sapere cosa stessi facendo e dove. Tu invece a volte mi chiedi dove sono...la cosa però mi infastidisce. Devo iniziare a fare anche io così con te.

A volte invece penso che ti potrei manipolare, che potrei ottenere totale devozione da te. Potrei approfittarmi di te. Mi sembra un pensiero così perverso che io stessa mi chiedo cocme abbia fatto la mia mente a concepire ciò. Però non lo farò mai perché non sono il tipo.

Però noto che io per te sono come il mio ex era per me. Mi spiego: io al mio ex lo vedevo come un anaffettivo strafottente...e a volte tu mi fai notare, senza usare questi termini, che io sono così. E la cosa mi fa stare male perché io non vorrei mai farti stare male come il mio ex fece star male me. Io ti amo, amore mio, e voglio renderti felice. Purtroppo io non sono come te che hai continui slanci affettivi e sempre voglia di sesso. Mi ritengo mediamente affettuosa e mediamente vogliosa. Tu invece sei sempre esagerato, spropositato...la cosa mi piace ma mi spiazza perché non ci sono abituata. 

A volte quando sto con te perdo il senno... mi sento una persona passiva, che non riesce a esprimere la sua opinione né a usare il raziocinio...la mia mente è annichilita... anche quando sono al lavoro ti penso... 

è forse questo l'amore? sono felice ma turbata. Temo che questa cosa sia nociva per me e per la mia produttività personale, per la mia vita sociale e per la mia salute. Da quando sono con te ho continui malanni e trascuro tante cose: i miei hobby, le pulizie di casa mia, il lavoro, le amicizie e l'alimentazione...e io, che sono sempre stata una donna autonoma e indipendente, queste cose non le accetto. Però non riesco a dirti tutte queste cose. Ti ferirei. Perché tu invece hai cambiato la tua vita per me. Io non potrò mai farlo per te. Lo sto facendo ma mi pesa. 

Ho paura, amore. Ho paura di amarti. Ho paura di perderti.

Sembro un'adolescente ma la verità è che lo sono. Tutti i ragazzi che ho avuto messi insieme non mi fanno provare neanche una briciola di quello che provo per te e allora sono profondamente turbata. Sto vivendo l'euforia dell'adolscenza e tutto mi sembra incredibile ed esagerato. Però una cosa la so: voglio stare con te. A che prezzo, però? 

Mar

23

Gen

2018

Film mentali e/o delusioni...

Sfogo di Avatar di ParnasoParnaso | Categoria: Invidia

Ciao a tutti,

scrivo qui per un confronto più ampio (e spero costruttivo) con più persone. Frequento una ragazza da quasi un anno, lei è estremamente intelligente e mi ha sempra raccontato di essere una persona selettiva, specialmente nei rapporti umani, e lo sono anch'io.

Ci siamo innamorati anche perché siamo due persone decisamente fuori dai luoghi comuni, intellettuali e amanti della cultura, e tanto altro ovviamente. Poi un mese fa complici un paio di bicchieri in più, indicandomi un ragazzo che ci provava con una ragazza, mi inizia a dire che è bello viviere queste "botte di vita", il "brivido", e che sicuramente sarà capitato anche a me (di fare cose la prima sera).

Poi approfonendo la cosa nei giorni seguenti mi svela che oltre la precedente storia storica e un'altra, per un anno è stata su Tinder, lì ha conosciuto 4 ragazzi, uno l'ha solo baciato, ma gli altri 3 se li è scopati subito e poi è finita lì. Di questi, uno ha detto che l'ha sedotta e abbandonata, ma gli altri due? Alla faccia della persona selettiva! Ne avesse scartato uno!

Sinceramente ok mi sono scoperto geloso retroattivo e anche moralista, ma in realtà lo sono soltanto in parte, perché quello che mi ha sconvolto e deluso è la semplicità con la quale la persona che mi diceva che selezionava anche in modo intellettuale le persone, poi conosce questi tizi e se li scopa con una leggerezza, che sinceramente ho anche invidiato, ma non fa parte di me.

Purtroppo scoprendola diversa da me non sono riuscito a portare avanti il rapporto e l'ho lasciata; mentre lei faceva programmi di vita insieme...

Lo so che non si deve vivere nel passato e la troppa morale è una cosa stupida, ma la mia delusione è stata tanta, e poi ho conosciuto una parte di lei che non credevo, che cozza con quello che mi aveva detto prima e che mi aveva anche fatto innamorare e sentire amato, e mi ha distrutto letteralmente.

Cosa ne pensate? 

Mer

29

Nov

2017

Illusioni

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao, mi sfogo qua perché non so dove sennò. Sono un ragazzo, 17 anni, amo cantare, scrivere poesie, leggere, suonare. Da quando ho iniziato il liceo mi sono interessato tatissimo di una ragazza in particolare: molto magra, misteriosa, occhi profondi, non se la tira. Divenimmo subito migliori amici. In prima e seconda avevo semplicemente una cotta. In terza, quando si fidanzò, stetti male per due giorni, poi basta. Da ottobre 2016 a giugno 2017 non ci cagammo l’un l’altro, la nostra “migliore amicizia” sembrava finita. Ad agosto di quest’anno si lascia; ritorna da me. Io, ingenuo che sono, voglio che ritorniamo amici. A settembre, ad una festa in casa di amici, lei mi bacia. Io sono restio, ma poi mi abbandono al momento. Decidiamo di metterci compagni di banco. Inizio dell’anno con un po’ di imbarazzo (non parlammo dell’accaduto fino a qualche settimana fa). Dopo la prima settimana di scuola ci iniziamo a mollare: ci teniamo per mano, lei mi fa i grattini, tutto durante le lezioni. Alla seconda settimana, ora di scienze, lei mi prende la mano e la mette sulla sua coscia. Inizio a toccarla nei punti sensibili. Il pomeriggio mi scrive che è bagnata e che vuole rifarlo; sono felicissimo. Caratterialmente ci intendamo, io la capisco, lei capisce me, a fatica, dato che sono molto complicato, ma almeno ci prova. Verso fine settembre inizia ad inviarmi le prime foto nuda, i primi video, le prime conversazioni spinte e passionali. Vado a casa sua, ci tocchiamo, la vedo nuda per l’ennesima volta, ma nessun bacio; non ho avuto il coraggio di baciarla. Poi, una sera, all’ennesima foto, mi dichiaro per messaggio... Squallidissimo, ma sono inesperto, non ci so fare. Lei dice che sì, samo intimi, ma mi vede come un amico. E fin qua ok, non è la prima friendzone che mi ritrovo. Due giorni tristi tutti e due; dopodiché le cose ricominciano come prima. Arriviamo a toccarci pure in pubblico, e lei mi fa una sega in teatro. Poi, a inizio novembre, lei nom vuole più. Tutt’un tratto niente toccatine, niente tenersi per mano, niente sguardi. Le chiedo il perché, lei dice “non so, scusa”. Le proprongo un periodo di pausa. Lei accetta. Stiamo una settimana senza parlare, poi mi scrive: mi fa capire che sono il suo migliore amico e che non vuole perdermi. Io accetto, perché io non imparo dagli errori. Ma le cose peggiorano: non ci parliamo neanche più. Lo scorso sabato decido di distrarmi e di bere; un mio amico per scherzo mi prende il telefono ed inizia a scriverle: le chiede perché non voglia più, lei risponde che si sente con un altro. Non sono mai stato così male, due sere prima mi aveva detto di essere mia, ed io avevo detto di essere suo, e adesso ha un altro, conosciuto su ask, per lo più. A scuola imbarazzo: non una parola con lei, non un’occhiata, non un cenno... Le giornate mi stanno diventando massacranti... Vederla scrivere ad un altro tutto il tempo. Oggi sono usciti, si sono baciati (viva instagram e le sue storie). Oggi mi sono tagliato, per la prima volta: 5 tagli come i giorni che lei si sente con un altro. Mi ha gettato via, mi ha illuso, ma la colpa è solo mia... Perché invece di essere stronzo con lei e provocante, le ho dedicato pezzi al pianoforte e scritto 33 poesie... Perché non sono alto e non ho le vene sulle braccia... Perché non sono popolare... Non so cosa fare, sono arrivato ad un punto in cui non so se abbia senso continuare. Certo, potreste dire “per una deusione amorosa?”. Sì, perché lei era l’unica con la quale riuscivo ad essere me stesso, perché è la prima che ho amato veramente. E lei adesso ha un altro, che la toccherà, che la amerà e che, a differenza mia, verrà amato... Mi sfogo perché non so cos’altro fare... Se avete idee, o consigli su che fare, o semplicemente opinioni a riguardo, ditelo, perché solo come ora mai mi son sentito. 

Mar

17

Ott

2017

Confusione torale

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono amica con un ragazzo e a volte capita che usciamo in amicizia assieme,ultimamente io sento qualche cosa di più di una semplice amicizia però io a lui non gli ho detto niente perché ho paura di perderlo in questi giorni mi sono fatta mille domande e mille problemi...A volte vedo che esce anche con altre amiche e veramente in quel momento mi parte la gelosia se c'è qualcuno che mi può dare un consiglio su cosa fare sarei molto felice Grazie 

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15