Ira

Sfoghi più votati:

Sfoghi: (Pag. 1)

Mar

25

Set

2018

L'insensatezza di essere

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Perché gli uomini figliano? Perché gli uomini si fanno carico di animali domestici e prole? Perché dare vita a un nuovo essere aspettandosi amore, se l'essere di partenza, cioè noi, presenta a priori carenza di affetto? Non capisco lo stupido ego e non concepisco lo stupido egoismo di chi mi ha messo al mondo e ha preteso. Ha preteso gratitudine, ha preteso applausi e fedeltà, come se a me venisse qualcosa, quando ha fatto girare semplicemente la ruota: lui aveva bisogno di attenzioni, si è riempito 20 anni di vita e ora che tocca a me. Che faccio? Porto avanti tale sistema malato o vivo con coraggio, ma allo stesso tempo pieno di solitudine? Vorrei vivere vittima di tale ciclo, soggiogato dalle banalità di circostanza, ma non ce la faccio. Detesto chi mi ha messo qui e voglio troppo bene a chi non è ancora qua. Non vivo chissà quale situazione, nella mia vita non è mancato mai niente, se non la libertà di essere me, di non dover per forza affermarti di fronte a una figura rigida quale è stata quella paterna, la mia. Mi pento di essere così dannatamente razionale, di non poter fare sparate, di essere così paziente di fronte alle cose che van male e cercare sempre di condurre un gioco reazionario, mai rivoluzionario. So che così andrò più lontano, ma è dannatamente lento e inumano. Quasi quanto mi sento io 

Mar

25

Set

2018

Ospiti sgraditi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

25 ottobre

Stiamo ospitando un essere piu' simile a un cinghiale che ad una persona,questo qui mi sta rompendo le palle,aveva stabilito inizialmente di farsi ospitare da suo fratello e poi visto che moglie e figli di quest ultimo hanno protestato ce lo siamo ritrovati qui in casa nostra fino al 2 di ottobre! Impesta la casa di fumo di sigarette e pergiunta mi ha anche insultato sottilmente quando è arrivato.Mia madre gradisce la sua presenza poicche è un buffone e non ha serietà lei ride continuamente come un'idiota!si vanta di continuo dei suoi tre figli trentenni: uno lavora come uno schiavo sottopagato in un bed and breakfast,l'altra studia sempre onde evitare di faticare e l'altra si e sposata e ha figliato 2 volte non perché lo volesse ma per compiacere gli altri.Mia madre che soffre di depressione invidia cio che lui le mostra con lo smartphone/che verbalmente si vanta di avere e lei di conseguenza sfoga su di me! Per colpa sua non posso girare in mutande e altro,ODIO GLI OSPITI ma soprattutto mi butta pesante vivere ancora a casa mia,se solo potessi provare di avere una figlia sudamericana mia madre soffrirebbe meno giocando con la piccola di soli 3 anni...Tornando all'ospite attendo il 2 per aprire l'ultima bottiglia di spumante che mi e rimasta e peccato non averlo saputo prima altrimenti me la sarei affittata volentieri una casa per 5 giorni.

Lun

24

Set

2018

Sfogone

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Aspettavate? Ne avrei proprio bisogno spero non sia troppo lungo Ho 18 anni, maschio, e sono sempre stato ottimista,allegro e credo che continuerò ad esserlo. La mia vita non è per niente male: ho una bella famiglia che cerca sempre il meglio per me, vado ad un liceo e spero andrò a medicina oppure ingegneria, ho tanti amici e amiche. E fin qui tutto bene direi. Ma manca proprio quello. La ragazza, la voglia di stare con qualcuno. E direte arriverà arriverà arriverà. Ne ho lette da tutte le parti, ma ogni giorno mi pesa sempre di più. Per ora ne ho avuta solo una  ed è stato proprio un colpo di fulmine che però purtroppo è finita. E non so perché dentro credo che non mi fidanzerò mai più (nonostante sia ottimista sotto questo punto sono molto in contrasto dentro) , non perdo la verginità, non potrei provare eseperienze che vedo fare a tutti,TUTTI! Perfino gente che non se lo merita, che mi ha fatto del male in passato con la ex che avevo, ce l’ha. Inoltre mi ritengo pure un bel ragazzo, estroverso, ma niente per me proprio 0. E quando tra amici (perché è logico che tra ragazzi si parli di questo) si parla delle ragazze, delle esperienze avute, io mi sento una nullità, uno sfigato. Ho cercato video,letture su internet per fare il “playboy” ma non è nella mia natura trattare una ragazza come un oggetto da collezione. Forse mi direte, ti fai troppe pare, dovresti solo provarci di più e tutto finisce lì, oppure che non sono sfigato perché tutti hanno i tempi bla bla, ma sti tempi quando arrivano? Perché tra tutti proprio io devo essere quello che deve stare solo? Che non riesce a trovarsi nessuna? Quando sento di ragazzi che mettono le corna, io manco ho la ragazza penso figurarsi le corna, sarebbe un’utopia. Mi direte che forse la ragazza è solo un surplus nella vita, ma io ora ne sento proprio la necessità in tutti i sensi e sento che dentro ardo 

Tags: ragazza

Lun

24

Set

2018

Stronzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Per amore della pace sto facendo finta di essere tranquilla, ma sono incazzata come una bestia. Ieri mi hai di nuovo risposto male. Si ok, ti sei scusato, ma a me girano le palle lo stesso. Cristo ma è possibile che non passino 7 giorni di seguito senza che tu mi risponda male almeno una volta? 

E dire che non sono rompipalle come compagna. Non voglio fiorellini, anniversari o essere accompagnata a fare shopping. Lavoro, mi faccio la mia vita, non ti peso e non ti stresso sulle piccolezze. Se stresso, è per cose importanti. 

Ma tu no. Tu sei un rompicoglioni mestruato e ogni 3 per 2 hai il momento stressato e te la devi prendere con me per minchiate che sono solo nella tua testa. Cristo quanto ti vorrei prendere a ceffoni in quei momenti. Ma forti, da girarti la faccia.  

Basta cristo mi stai rompendo i coglioni! Ma sii un po' uomo per Dio! Sii mentalmente stabile! Non si può stare con un uomo che si fa le paturnie come una donnina col ciclo!!!! 

Vaffanculo!!!!! 

Lun

24

Set

2018

La trappola dei Damanhur

Sfogo di Avatar di WormWorm | Categoria: Ira

Non so se qualcuno di voi sarà a conoscenza dell’esistenza della (...setta...) dei Damanhur, ma spero di si. Sono iscritto a questo sito oramai da un po’, e tramite sfoghi e commenti vari mi è sembrato di capire che una buona parte degli utenti siano del nord Italia, pertanto ci sono buone possibilità che molti di voi sappiano di cosa vi sto parlando. Io spero vivamente che sia così.

 

Allora, comincerò un po’ alla lontana per introdurre il topic oggetto del presente sfogo, circa tre anni fa studiavo assieme a una ragazza che frequentava la mia stessa università, una tipa veramente stranissima, sempre sovrappensiero, del tipo che dovevo chiamarla almeno due volte prima che si girasse anche quando era a mezzo metro da me, ho sempre pensato che fosse un po’ autistica (quantunque lo abbia sempre negato tutte le volte che glielo chiesi), in quanto aveva abilità matematiche veramente fuori dal comune, ricordo che riusciva a calcolare a mente in una manciata di secondi il fattoriale ennesimo di qualsiasi numero intero, anche di numeri molto grandi, e quando le chiedevo come caxxo ci riusciva mi rispondeva che non lo sapeva.

E ogni volta che lei mi sparava il risultato, controllavo su Excel ed era proprio quello, provavo un coacervo di emozioni veramente indescrivibili, mi saliva un brivido pazzesco lungo la schiena, tipo uno spasmo, per me era qualcosa di magico e inconcepibile allo stesso tempo.

Aveva anche tantissimi altri tratti autistici, del tipo che aberrava qualsiasi tipo di contatto fisico con chiunque, anche solo a volte quando le toccavo il braccio così per scherzare si arrabbiava tantissimo e le partiva tipo un pianto isterico per il fatto di essere stata toccata, e in quei casi non sapevo come scusarmi o consolarla. Inoltre aveva la capacità di ricordarsi ogni singola cosa che dicevo, a volte quasi parola per parola, anche a distanza di anni, e devo ammettere che questo mi ha sempre un pochino spaventato! Ero sempre attentissimo quando le parlavo, perché in un certo senso sapevo che era un po’ come se stessi scrivendo quello che le dicevo, in un foglio della sua mente che poteva leggere soltanto lei.

Tuttavia ci fu una sera in cui questa sua particolarità di ricordarsi sempre tutto quanto mi fu davvero provvidenziale, e mi salvò quasi la vita... ma di questo ne parlerò magari più avanti.

Ad ogni modo, ritenendomi anch’io una persona parecchio strana e singolare, abbiamo legato subito tantissimo, devo dire che ad oggi è stata la mia amicizia più bella in assoluto. L’unica persona con cui riuscivo veramente ad aprirmi era lei, su molti aspetti posso dire che sia stata veramente l’unica in grado di comprendermi...e di capire che cosa provo e come mi sento in certi momenti. Con lei ho condiviso una grandissima parte della mia vita, le ho raccontato cose di me che non avevo detto mai a nessuno, e mai avrei avuto intenzione di farlo con qualcuno se non l’avessi conosciuta. Pensieri e segreti che pensavo che sarebbero rimasti nella mia testa per tutta la vita, dei quali non ne avrei mai e poi mai fatto parola con nessuno, a lei invece gli ho raccontati. Era una ragazza veramente fantastica.

Dico ‘era’ perché, quantunque non sia morta ed esista ancora, di fatto per me è un po’ come se lo fosse. È caduta in quella che molti chiamano la “trappola dei Damanhur”

Allora, veniamo al sodo, in Valchiusella , in Piemonte, c’è una comunità che conta mi sembra circa mezzo migliaio di persone, che si definisce come una specie di libera associazione spirituale, quando invece dal mio punto di vista (e di quello di moltissimi altri) si tratta di una setta a tutti gli effetti. All’interno di questa comunità le persone sono tenute a vivere secondo specifiche regole, le quali, di primo acchito, potrebbero sembrare tra le più genuine e sane. Niente fumo, niente alcol, per scaldarsi soltanto “energia verde” (intendo fonti rinnovabili, ovviamente), una totale e assoluta, come dire, commistione con il regno animale e vegetale, in tutti i sensi. A tal punto che tutti i suoi adepti (sì, esatto, dico adepti, perché è una setta!) sono tenuti ad assumere il nome di una pianta o di un animale, dimenticando totalmente il loro nome di battesimo.

Per inciso, risparmiatevi battutaccie legate al nickname Worm e a ciò di cui sto parlando: sì, esatto, se diventassi un Damanhuriano, è possibile che mi chiamerebbero Verme, in piena sintonia con i dettami imposti dalla comunità.

Non lo dite perché l’ho già detto io adesso, quindi non avrebbe più senso dirlo di nuovo.

 

Ok?

 

Ok.

 

Ad ogni modo, alla mia amica assegnarono il nome di Primula. E adesso, vivendo all’interno di questa “libera comunità spirituale” (i.e., di questa setta!!!!), credo che saranno anni che nessuno la chiama più con il suo nome di battesimo. Nemmeno i suoi genitori, che oramai non vede più, in quanto non-damanhuriani. Il fatto è che questo è solo uno dei tantissimi aspetti, il fatto è che oltre al nome ben presto ci si dimentica poco a poco di tutta la vita che si aveva prima di far parte della setta, ritrovandosi costretti a dover tagliare i legami con tutte le persone che conoscevi... in realtà, in senso stretto, loro non ti “costringono” a fare proprio nulla, bensì ti fanno credere che sia stato tu a scegliere quello che loro vogliono che tu faccia. Questa è la cosa che personalmente considero più atroce.

Prima di tutto, sempre nell’ottica di uno svincolamento e di una liberazione totale da questi beni materiali terreni che secondo loro ci uccidono e che ci opprimono, ti viene chiesto giorno dopo giorno di donare tutti i tuoi averi ad una cassa comune gestita dal guru della comunità, i quali vengono successivamente convertiti in una loro valuta interna, riconosciuta solo all’interno della comunità stessa.

In questo modo, qualora tu decidessi di lasciare la setta (oppss, volevo dire, la comunità), ti ritrovi come un cretino in un mondo che ormai non ti appartiene più, senza un euro, senza un lavoro, senza niente. E, cosa più importante, senza amici e senza più legami, visto che la vita all’interno della federazione dei Damanhur impone la completa estraniazione da tutto ciò che non ne faccia parte, familiari compresi. Infatti, da quando la mia amica è diventata una damanhuriana, non ho più avuto modo di vederla, e mi manca davvero un sacco.

Darei qualsiasi cosa per poterla riavere come prima. Ho una carogna addosso verso me stesso per non averla fermata in tempo allorché mi inizio a parlare di sti esaltati manipolatori dei Damanhur, avrei potuto informarmi, cercare su Internet, chiedere, e invece non l’ho fatto, non ho fatto nulla di tutto questo. Mi porterò questo peso addosso tutta la vita, non riesco ad accettare il fatto che avrei avuto l’opportuintà di fermarla e non l’ho fatto. Ultimamente passo le sere a pensare a lei e a quanto stavo bene quando eravamo assieme, molte volte mi verrebbe voglia di prendere la macchina, presentarmi davanti ai cancelli della comunità e vomitare addosso ai responsabili tutto il mio odio e mia la rabbia che ho dentro lo stomaco, ma tanto so che non servirebbe a nulla, so che nulla è più come prima. Lei non è più come prima. L’hanno cambiata, l’hanno manipolata, hanno fatto in modo che non desiderasse vedere più nessuno all’infuori della setta. Me compreso.

Spesso modifico da loggato la pagina di Wikipedia sulla Federazione dei Damanhur, ma ci sono sempre i soliti cazzo di seguaci che fanno il roll-back alla versione precedente sulla base di presunte fonti che non la definiscono come una setta, che in realtà il loro stile di vita è ecologico ed ecosostenibile, che la gente in realtà può andarsene quando vuole, ecc ecc.... Tuttavia la sezione “aspetti critici” all’interno della pagina grazie al cielo continua a sopravvivere, fortunatamente c’è tanta gente che è uscita dalla setta e ha avuto modo di raccontare al mondo intero il plagio mentale a cui sono stati spttoposti, e non solo.

Molti di voi che stanno leggendo, sicuramente si chiederanno “Ma chi sarebbe così stupido da dare tutti i propri soldi a un tizio in cambio di fuffa e chiacchere, fare tutto ciò che gli viene detto, e a rinnegare le proprie origini e la propria famiglia andando a vivere in pochi chilometri quadrati di terreno in capanne fatte a mano, scegliendo deliberatamente di non uscirne più per il resto della propria vita??”

That’s right.

Ebbene, sappiate però che la federazione dei Damanhur è stata fondata nel 1977, ad oggi conta quasi mezzo migliaio di adepti. Viene praticato una sorta di lavaggio del cervello, giorno dopo giorno... Ad esempio, all’interno della setta, in realtà tu potresti portare con te un computer continuare a utilizzare Internet, e magari anche i Social: il fatto è semplicemente ti “riprogrammano” il cervello per non sentire più il bisogno di usarlo, e farti credere che sei tu che non vuoi.

Avrei dovuto organizzare meglio questo discorso e procedere più ordinatamente nello spiegare la vera natura di questa seconda realtà parallela, e di come faccia tramite le sue pressioni psicologiche riesca a tirar dentro così tanti seguaci, ma è notte fonda e sono stanchissimo, ci sarebbe veramente ancora tanto da raccontare... e poi qualora voi non ne foste a conoscenza potreste tranquillamente documentarvi per i fatti vostri, a me in fondo non interessa proprio nulla.

L’unica cosa che mi interessa veramente sarebbe riavere la mia amica, e che fosse tutto come prima

Loro me l’hanno strappata via da me

Dom

23

Set

2018

Vorrei scomparire

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Vorrei scomparire o forse vorrei che tutti coloro che nella vita di ogni giorno mi circondano e mi stanno incollati come cozze su uno scoglio scomparissero per sempre. Ogni giorno temo di raggiungere una volta per tutte l'esasperazione più totale, di arrivare a farmi male da me come a voler reprimere la mia rabbia e la mia aggressività.. Mi son stufato di questa vita così avara... Senza guardare al passato e guardando solo al più vicino presente mi viene il magone. Quest'ultima estate è stata una merda, forse di 26 estati vissute quest'ultima è stata l'estate più brutta e in assoluto più triste. Poi se dalle tristezze più recenti lascio libera la mente di navigare tra i pensieri e i ricordi del passato rischierei di entrare in depressione... Sono malato (ormai da quasi 13 anni}, brutto e poco sveglio, poco furbo e imbranato da morire con le ragazze. Non ne ho mai avuta una, non ho mai dato un bacio (neppure a stampo) e non ho mai fatto (figuriamoci) ciò che tutti già in età adolescenziale sognano di fare. In questi ultimi mesi la mia testa è stata particolarmente tormentata... Più volte e specialmente nelle peggiori giornate mi è capitato di pensare: "Quanta sofferenza mi sarei evitato se quando sono stato davvero male non fossi riuscito a sopravvivere, non mi fossi mai risvegliato o fossi rimasto vittima di una disperata operazione chirurgica, non avessi mai ripreso conoscenza..." Sono pensieri che, specialmente nei momenti in cui è la rabbia a prevalere, si palesano senza che neppure voglia davvero nella mente... Sono pensieri che al tempo stesso mi feriscono ulteriormente, che fanno male e che mi fanno sentire irriconoscente per quella vita che, nel bene e nel male, ho ricevuto doppiamente in dono. Penso al futuro? No! Se già il passato è simbolo di sofferenza, il presente non suggerisce certo rosee prospettive per il futuro... Al futuro non voglio neppure pensarci, oggi. È già tanto riuscire a vivere giorno per giorno  senza piombare nella più nera disperazione. La vita è una roulette russa, è questione di fortuna. Se ti va bene, per quante difficoltà si possano incontrare risulterà tutto semplice.. Se ti va male, invece, la vita è una lenta e sofferta via crucis che non lascia mai spazio alla felicità. Spero che qualcosa cambi in futuro e che un colpo di culo possa farmi cambiare idea su quel che è il cammino che per le strade del mondosiamo chiamati a bruciare, tappa dopo tappa. 

Dom

23

Set

2018

Amiche amiche, e poi..

Sfogo di Avatar di calabresella90calabresella90 | Categoria: Ira

Amiche..amici.. Questa parola è tra le più usate e tra le meno ponderate, perché quando la si usa ci si deve pensare 3000 volte prima di capire davvero il suo significato. Da quando ho la macchina nuova ti ho portata in vacanza due giorni insieme nelle ferie estive (ovviamente con la mia macchina nuova, ok che mi hai pagato benzina e tutto) ,quando vuoi uscire vengo io a prenderti in macchina perché comunque devo fare la strada dove stai tu per arrivare in centro, e riaccompagnarti io, e rifare di nuovo ciò ogni volta che vuoi uscire..tu se mi vieni a prendere è solo una tantum in estate per fare la strada che porta al mare ed è vicino casa mia..tu la macchina ce l'hai ma la usi solo per andare a lavoro o farti le tue uscite (sempre se esci con le altre amiche usando la tua auto). Settimane fa è stato il tuo compleanno (odio festeggiarli ma vabè ), mi hai voluta invitare e io ci son venuta al tuo compleanno.... Salvo poi sapere lo stesso giorno che dovevo venirti io a prendere,avevo una rabbia perché ti aspetto sotto casa tua con la tua macchina davanti la mia,maledetta ... Io.... a .. prenderti..invece di vederci direttamente in pizzeria  ah no deve stare bella comoda lei . PORCA BUTTANA LADRA ma sai qual è la verità? Che se fosse per me tu il compleanno l'avresti passato a casa tua a guardare i puffi,  brutta stronza approfittatrice, in più una tua amica ti ha fatto apposta un regalo sgradevole per dispetto, perché ci provi con il suo ragazzo, hai una confidenza così fastidiosi con gli altri,fosse il mio ragazzo ti avrei distrutta.. Comunque ho goduto per quel orribile regalo ahahah! Ogni volta trovi il modo per fregarmi, eppure hai un bello stipendio non sei povera..mi hai rotto il cazzo con la tua aria da strafiga, sei buona solo a metterti mini vestitini   trucco e tacchi ma la verità è che sei solo una gatta morta e anche peggio dato quello che mi racconti con tutte le storie che hai con gli uomini, e quanti uomini! Dovresti baciarmi il culo per quanto sono stata buona e paziente a non incazzarmi, ma le battutine te le ho fatte, ovvero "di lasciare la macchina a casa sennò si rovina mi raccomando" . Dietro quell'aria da ragazza "ok" si nasconde solo egoismo e stronzaggine infatti gli uomini ti sfruttano perché sanno che con te si può. avevi detto che al compleanno avresti bevuto ecco perché dovevo guidare io  invece sei stata una rincoglionita tutta la sera e non hai bevuto nulla, in più il mio regalo l'hai dimenticato nella mia macchina e l'hai aperto per ultimo. .A bella, vattene a fanculo dai,  più cresci più diventi una deficiente, usa la testa no la f...a, sopratutto con maschi. Vaffanculo stronza , sti cazzi che ti scorazzo più in giro  

Dom

23

Set

2018

Genitori di merda

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

I miei mi danno il voltastomaco, mi disgustano. Mia madre è un'aggressiva passiva che tiene tutti al guinzaglio, si atteggia a donna in carriera ma è un fallita che vorrebbe fare la vita della manager, e che campa solo perché ha la botta di culo di avere sempre qualcuno che si occupa dei suoi affari e evita che crolli tutta la baracca, mio padre è un vigliacco che è stato succube di lei per tutta la vita, non gliene fotte niente dei figli, sa solo fare il cagnetto con lei davanti e poi parlarne malissimo alle spalle, dire che la odia e che gli fa schifo, poi appena è in sua presenza finge di essere calmo e tranquillo. Appena c'è un problema e lei fa le sue scenate da bambina isterica lui pensa solo a lei, cerca di calmarla e per il resto fa finta di non vedere come ci tratta di merda, se si tratta di difendere i figli da lei non esiste, finge di non sentire, di guardare la tv, e poi quando siamo soli ci dice peste e corna di lei. Mio padre è un vigliacco di merda e mia madre una pazza narcisista che se non fai tutto quello che vuole e che dice lei si infuria e rovina la giornata a tutti quelli che sono in casa per farti sentire in colpa, per farti credere che la merda sei tu ed è colpa tua se lei poi tratta male tutti, così tiene tutti sotto scacco, pezza di merda che non è altro, malata mentale, stronza! So già che quando sarai vecchia ci tormenterai tutti, maledetta! Ma per allora io sarò andata dall'altra parte del mondo pur di non essere perseguitata dalla tua negatività, dal tuo carattere vomitevole, ipocrita, bugiardo e mitomane. Lo giuro! Dovessi fare la cameriera a vita, o pulire i cessi fino a farmi cadere la pelle, io me ne andrò via da te e dalle tue pazzie! Non meritate l'amore dei figli, e nemmeno la loro compassione. Meritereste solo di essere svergognati davanti a tutti per le persone schifose che siete, e umiliati per questo fino a restare completamente soli. 

Sab

22

Set

2018

Mi sento una fallita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho 34 anni, il mio compagno non si decide a sposarmi e mi scopa una volta ogni tre mesi, non ho ancora figli.

La mia vita è inutile.  

Sab

22

Set

2018

Io non ce la faccio piĆ¹, mi sono davvero rotto le palle...voglio andarmene...basta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sto male, sto davvero male...voglio andarmene dal mio gruppo musicale, voglio quittare la mia band...non ce la faccio più, troppa pressione addosso e ho solo 19 anni. Vi spiego, siamo insieme da 3 anni e io non mi trovo più bene con loro da un pò di tempo. Me ne sono andato per un mese (mese di pausa) e poi sono tornato. Sono tutte persone di merda, soprattutto 2 o 3 e sono persone cattive. L'unica cosa che mi ha fatto rientrare è il fatto che facciamo buona musica e in quel periodo stava per uscire il nostro disco. Tutt'ora siamo sotto etichetta e agenzia che trova i concerti...eppure dopo 4 volte che li ho parlato dicendo i problemi che avevo all'interno della band loro non sono cambiati di una virgola, forse di una virgola si, ma davvero poco...mi sono rotto le palle del loro atteggiamento, dell'atmosfera che si crea ogni volta che li vedo, quell'intesa che non esiste e tutte cose negative...sono disperato e vorrei parlare con uno psicologo. Stasera voglio trovare un mio amico e parlarne almeno con lui perché davvero sto per esplodere...Il fatto è che io pensavo di dire ai miei compagni di band che me ne voglio andare ma non so come la prenderanno, per una seconda volta... abbiamo un pò di concerti in ballo, loro li vedo tutti "presi bene" di fare cose insieme ma io no. Io non ho voglia più di stare con loro. 
Vi prego quindi di aiutarmi, perché io sto per esplodere e ho troppi pensieri per la mia mente. Non mi piace essere infelice nella mia vita e questa situazione mi sta letteralmente distruggendo l'anima. Come posso andarmene? sono in una situazione di schifo e ogni mossa che faccio sembra quella sbagliata. Aiutatemi, vi prego. 

Tags: aiuto, band
Succ » 1 2 3 4 101 ...201 ...301 ...401 ...501 ...600

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti