Ira

Sfoghi più votati:

Sfoghi: (Pag. 1)

Ven

18

Gen

2019

Sono molto in crisi problemi con il lavoro

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono una dottoressa medico di 48 anni, lavoro per la asl da 15 anni. Ho sempre fatto lavori di routine, come commissioni o vaccinazioni. Circa due mesi fa la mia direttrice mi ha mandato in un distretto alquanto poco igienico per far vaccinazioni a zingari ed extracomunitari. Ho fatto un certo ostruzionismo, dicendo anche che per la profilassi e le vaccinazioni anti polio io non ero coperta. Anche con l'avvocatessa però è andata male. Ora, una sera, mentre ero con mia figlia di 18 anni nel mio studio, una mia cara amica mai coetanea mi ha dato un suggerimento che poi ho seguito : mi ha consigliato vivamente di riferire alla mia superiore ed ai miei capi che c'erano buone probabilità che fossi incinta, che questi erano i giorni giusti per rimanerci, e che mi astenevo volontariamente da un lavoro così rischioso.l'ho riferito subito ai miei superiori che, oltre a non crederci per via della mia età non proprio fertile, hanno preteso anche un test di gravidanza che ovviamente non posso fare. Però questa scusa mi sembrava perfetta anche perchè al lavoro sanno che mio marito lavora all'estero ma che da un mese a questa parte era tornato a casa . Adesso hanno minacciato provvedimenti disciplinari e la mia direttrice è stata anche molto scortese in quanto appena l'ha saputo mi ha detto che non ero più in età per essere gravida e che pertanto considerava la mia come una vera scusa bugiarda per sfuggire alle mie responsabilità. Mi date qualche consiglio sincero? Non so come fare!

Ven

18

Gen

2019

Gli sbagli della vita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho conosciuto un uomo e mi sono innamorata follemente....lui ha fatto un tira e molla ....mi ha sempre detto che mi voleva bene....mi ha spinto a separarmi così potevamo vederci più libetamente.....dal giorno della separazione però lui mi ha detto che non potevamo più vederci perché doveva pensare alla sua famiglia...  mi sento uno schifo ..Non ho più voglia di vivere

Tags: ac, bd

Ven

18

Gen

2019

Quando ti ammalerai gravemente mi masturberò, quando cadrai in disgrazia ed in povertà stapperò 7 bottiglie di champagne, quando resterai solo darò una festa, quando ti sapro in lacrime disperato, riderò e mi comprerò dolci e vestiti nuovi. Quando

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Se un giorno tu dovessi apprendere che i guai che stai passando sono la giusta punizione per il male che mi hai fatto,e che se esistono le ietture, tutte le tue tremende sventure sono il risultato delle mie maledizioni, e ti venisse in mente di chiedermi perdono.

Troppo facile, merda, chiedere scusa non serve a ridarmi ciò che mi hai tolto.

Messaggio a tutte le merde che pensano di cavarsela con delle scuse: Esiste un prezzo da pagare commisuratamente al danno, carissime latrine pubbliche.

Un prezzo, merda. Un prezzo,pezzo di merda. Ed il prezzo per quello che mi hai fatto, non te lo puoi permettere, pisciazza.

Non ho molti nemici e a nessuno di questi auguro del male.

Non hai l'onore di essere tra i miei  nemici tanto che sarebbe vigliacco da parte mia prenderti a calci nel culo per quanto mi risulterebbe facile. 

Striscerai per chiedermi perdono, ma non potrai permettertelo.

 

 

Ven

18

Gen

2019

Quando vuoi aiutare la persona che ami, ma lei rifiuta il tuo aiuto e sta bene così.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho conosciuto il mio (ormai ex) ragazzo circa un anno fa, è stato lui a fare il primo passo: a detta sua e di tutti i suoi amici gli sono sempre piaciuta tantissimo, non solo fisicamente: di me apprezzava l'intelligenza, la simpatia, la maturità, l'indipendenza, il mio amore per i viaggi; adorava il fatto che io avessi moltissime passioni.

Abbiamo quasi la stessa età (27 io e 24 lui), ma le nostre esistenze sono state e sono tuttora diametralmente opposte: lui, purtroppo, non ha avuto un passato facile... cattivo rapporto con i genitori separati, praticamente cresciuto dai nonni, contatti con il mondo dello spaccio e della droga, relazioni sentimentali abbastanza disastrose; io, invece, sono cresciuta in una famiglia molto unita e affettuosa, ho sempre avuto a che fare con contesti "sani" e, pur avendo affrontato difficoltà parecchio gravi come la malattia di mia madre e un periodo di forte depressione, non posso dire di aver avuto un'esistenza infelice. Tutto ciò lo devo solo ed esclusivamente i miei, che hanno dedicato la propria vita a impartire a me e a mio fratello valori forti, solidi e positivi.

Quando ci siamo incontrati e lui mi ha raccontato la sua storia, mi sono impegnata in qualsiasi modo per restituirgli e compensare tutto l'amore che, in un modo o nell'altro, nel corso della sua vita gli era stato negato; inconsciamente volevo diventare un punto di riferimento per lui, così che fosse sereno, tranquillo, appagato, felice! Volevo dimostrargli che, oltre il degrado in cui è cresciuto e col quale ha avuto a che fare, c'è molto altro.

All'inizio è andato tutto bene, ho lavorato sodo per dargli tante attenzioni e fargli molti regali, tra cui anche dei viaggi: a differenza mia, lui non aveva mai viaggiato all'estero e quindi ha fatto questa esperienza per la prima volta con me; lui era entusiasta, incredibilmente felice... mi diceva che grazie a me la sua vita era cambiata in meglio, che io ero la sua "unica via di fuga" da un mondo mediocre, ingannevole e poco stimolante.

Con il tempo, però, le cose sono mutate: io, innamoratissima, ho sempre continuato ad esserci per lui, in tutti i modi che potevo e non di certo solo con regali o cose materiali. Avevamo una relazione a distanza e, ogni qual volta lui si sentiva giù per vari motivi, mollavo tutto e lo raggiungevo, tralasciando il resto. Gli ho dato tutto quello che potevo dargli, fino a svuotarmi come persona e individuo: non avevo più tempo per le mie passioni, per lo studio e a momenti nemmeno per il lavoro (che già di per sé è stato sporadico e scarseggiante durante questi mesi), perché lui era la mia unica priorità; nel frattempo si è chiuso in se stesso... passato l'entusiasmo iniziale ha ricominciato a fare la sua vita di sempre, condita di noia, spaccio e uso di sostanze stupefacenti occasionali. Inutile dire che questo non mi piaceva per nulla. Io non ho mai preteso di cambiare la sua vita, ma quando mi ha detto che grazie a me stava vivendo meglio, ne sono stata felicissima e ho pensato che ciò poteva rappresentare, per lui, una buona occasione di rinascita.

Col tempo le cose sono andate sempre peggio: lui ha continuato su questa strada, dandomi fra l'altro sempre meno attenzioni, io invece ho sofferto molto per questo suo graduale ritorno alle sue origini. Ma non è tutto; non solo è tornato "all'ovile", per così dire, ma ha iniziato anche a pretendere che io accettassi e abbracciassi questo suo stile di vita e abbandonassi il mio: in sostanza, secondo la sua opinione, sarebbe giusto che io vivessi con lui, rimanendo indifferente a ciò che fa e contemporaneamente dovrei rinunciare a tutto ciò che mi ha sempre reso felice: viaggiare, visitare nuovi posti e avere la vita che ho sempre avuto.

La situazione si è aggravata quando io gli ho detto che tra i miei piani c'era l'idea di andare all'estero per qualche mese per un progetto che mi interessava: lui, ovviamente, si è infuriato, dicendo che andare all'estero è da stupidi, che lui mai e poi mai si muoverebbe dal posto in cui si trova (cosa che io non gli ho mai chiesto, fra l'altro) e che io dovrei andare a vivere con lui nel suo paese, posto che non sopporto proprio per il degrado che ho descritto prima.

In queste discussioni, poi, non manca occasione per rinfacciarmi che io sono napoletana (mentre lui vive in un piccolo paese in provincia di Milano), infatti afferma che io sono abituata al degrado e che non dovrei lamentarmi (è anche razzista verso i napoletani); è vero, io abito nella zona nord di Napoli, le Vele di Scampia non sono lontane da casa mia ma, nonostante la merda che mi circonda, ho sempre autonomamente scelto di avere una vita differente, che mi permettesse di percorrere una strada più costruttiva e soddisfacente per se stessa.

Adesso mi sembra assurdo che la persona che ho amato tantissimo e che amo ancora non solo si rifiuta di uscire dal suo mondo tossico e di cui conosce la pericolosità, ma vuole anche trascinarvi me, tarpandomi le ali e non tenendo minimamente conto delle mie aspirazioni e inclinazioni (cosa che io invece ho sempre fatto con lui, accettando anche situazioni obiettivamente poco gradevoli e che di conseguenza non mi piacevano per nulla).

Ho deciso di mettere un punto a tutto ciò, ma mi sento in colpa: ho lasciato a se stesso un ragazzo che forse sarà sempre destinato ad avere a che fare con certi ambienti; nella mia testa si materializzano tanti dubbi, forse avrei dovuto insistere di più? Avrei dovuto adottare una linea più dura per farlo riflettere? Io lo amo tantissimo e per lui vorrei solo il meglio, ma quando mi risponde che lui nel suo mondo "sta bene" io cosa dovrei fare? Sono tanto triste. Mi sento inutile, fallita e incapace come fidanzata. 

Gio

17

Gen

2019

Fanculo il passato.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

 

 

Vaffanculo a me per come ho vissuto gli ultimi 20 anni della mia vita.

Fanculo al tempo perso.

Fanculo a me per averci creduto.

Fanculo ai sogni sbagliati, alle scelte stupide e agli amori falsi.

Fanculo a tutte le donne che ho amato nella mia vita.

Fanculo a te che sei andata ed al destino che si è portato via l'unica cosa che era rimasta.

Fanculo a me per quello che sono.

Fanculo alle immagini che ho nella mente.

Fanculo a quello che provo adesso.

Fanculo ai miei 40 anni.

Fanculo alla falsità, alle bugie e all'ipocrisia.

Fanculo alla lealtà, alla fiducia e alla fedeltà.

Fanculo al vuoto ed al silenzio.

Fanculo al rimorso.

Fanculo alla libertà.

Fanculo ai pensieri, ai sentimenti e alle illusioni.

Fanculo ai sogni.

Fanculo alla rabbia, al dolore e alla maliconia.

Fanculo a ciò che ero.


 

 

Gio

17

Gen

2019

Ora faccio di testa mia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho 18 anni e questi ultimi mesi sono stati un inferno, e la colpa è solo vostra, adulti figli di puttana! Non tenete mai in conto le mie passioni, i miei sogni, e pensate solo alla convenienza! 

Uscita con 100 e lode dal liceo classico, ho preso ingegneria perché mi dicevate che è più facile trovare lavoro e stabilità economica... Quando vi ho spiegato che volevo fare lingue o mediazione linguistica mi avete riso in faccia, spiegandomi che le lingue oggigiorno non sono un fine ma un mezzo e che non si può vivere di quello... Ed eccomi qui a studiare materie che odio profondamente e che mi sembrano aride e vuote, mentre tutti i miei amici sono felici della loro carriera universitaria. 

Ma ora ho capito che non posso continuare a stare così male, fanculo tutto e ricomincerò da zero! L'anno prossimo mi iscriverò a lingue e punto, non mi sbatte di quello che pensate! So che se farò quello che mi piace supererò tutti gli ostacoli che la vita mi presenterà, se non troverò lavoro qui me ne andrò, e se non lo troverò altrove imparerò a fare altro che mi possa servire... Ma non accadrà perché ce la farò. Rimanendo qua sarei solo una mediocre. Ora guardo al futuro non più con oppressione, ma con speranza...

Grazie per avermi sopportata, Laura

Gio

17

Gen

2019

Ti schifo e devi morire atrocemente e lentamente senza alcuna speranza tu e chi ti sta vicino pezzo di merda vomitato dai tuoi morti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mi hai rovinato il mio unico momento più bello  , io che ho sempre sofferto e sono sempre stato buono e altruista.  ora sono diventato malvagio nel cuore e spero che satana ti tormenti in eterno spero di essere io satana .

 

Gio

17

Gen

2019

Le mogli sono morti viventi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

 Ma che cazzo campano a fare le mogli. Conducono una vita vuota e inutile sono come degli zombie,  non chiavano non ridono non si divertono più. Corna,ci vogliono le corna la droga gli alcolici  il calcio  le puttane  le scommesse e le cazzate per sopportare queste stronze zombi 

 

Mer

16

Gen

2019

matrimonio merda

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Qualche poeta cortese diceva che il matrimonio è la tomba dell'amore.

Nella mia faglia quasi ogni matrimonio stava per finire in separazione, altri ci sono arrivati invece.

Su questo sito tutti cornuti, tutti infelici, tutti che non si volevano sposare.

 

Ma allora che cazzo vi sposate a fare, e che cazzo si sposerà a fare la gente se finisce sempre male? Raga il matrimonio è la cosa più sbagliata di questo mondooooo. La convivenza intossica se dura anni. E se ci sono di mezzo i soldi alcora peggio...

Virginia Woolf ha fatto un libro che si chiama tipo "una stanza tutta per sè" dove dice che una donna dovrebbe avere un posto tutto suo dove può farsi i cazzi suoi e stare in pace.

Se un giorno mi venisse in mente di sposarmi, mi rpenderei a frustate da sola sulla schiena, piuttosto di cadere in questo sporco tranello pieno di sogni, illusioni e idealizzazioni. Poi finisce l'incantesimo e devo spendere soldi per l'avvocato. Come no.  Solo perchè si vuole indossare l'abito bianco, ricevere l'anello, la luna di miele. ma vaff

Vi ricordo che il matrimonio esisteva solo per scopi economici, per questo duravano. Mantre chi si sposava per amore poi si separava sempre, esempio a cazzo il poeta Lord Byron.

Chi si ama davvero tuta la vita è 1caoppia su 7milairdi, e qualcuno dei due avrà  sgrarrato almeno una volta. 

 

Mar

15

Gen

2019

Odio i SOCIAL NETWORK

Sfogo di Avatar di VanessaVanessa | Categoria: Ira

Spero di non essere l'unica, lo spero davvero.

 Mi trovo qui a sfogarmi dopo una cena dove mio padre, mia sorella, mio zio e anche mio nonno hanno passato l'intera serata con quel cazzo di cellulare in mano. Chi per postare su whatsapp, chi per mettere foto su instagram, chi messaggiava e chi faceva su e giú con le chat come un ossesso.

E io? Io a guardarli schifata di questo mondo che tocca piú schermi che pelle.

Odio i social network. Odio i cellulari quando vengono usati cosí.

E a voi? É mai successo di trovarvi soli come cani perché all'improvviso caricare un selfie o mettere un post con le solite frasette sembra meglio?

Succ » 1 2 3 4 101 ...201 ...301 ...401 ...501 ...601 ...626

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti