Ira

Sfoghi più votati:

Sfoghi: (Pag. 1)

Ven

22

Mar

2019

Sempre mia sorella

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mi sono sfogata innumerevoli volte per colpa sua su questo sito, con toni talvolta iracondi e talvolta più pacati, ma lei rimane la rottura di cazzo fissa della mia vita.

Boh, vi ripeto la storia banalissima della mia vita: mia sorella maggiore è un'immatura lamentosa del cazzo convinta di essere una vittima, lei poverina ha avuto una vita d'inferno, tutti ce l'hanno con lei, ma lei ha delle doti ineguagliabili e prima o poi sovrasterà tutti con le sue capacità (e invece no). Migliaia gli aspetti fastidiosi della sua personalità che me l'hanno fatta odiare nel corso degli anni, ma meditando e soprattutto confrontandomi con persone che hanno avuto uguali problemi sono giunta a una conclusione definitiva, cioè che non la considero una sorella ma una scassacazzi invadente che gira per casa e che mi ha reso la vita a tratti infernale e a tratti semplicemente fastidiosa.

Non sopporto più il suo bisogno di fare tragedie tanto più grande quanto più sono demenziali e insignificanti i problemi che si inventa.
Lei ha tutto dalla vita in relazione a quello che avrebbe potuto avere viste le condizioni economiche e sociali di mia madre e soprattutto in relazione a quello che ho avuto e ho io. Mia madre è pienamente colpevole del suo essere viziata e questo lo riconosco, perché avrebbe dovuto tirarle una caterva di schiaffi quando a tredici anni ancora faceva i capricci come una bimba e non lo ha fatto, ma ormai la situazione è talmente compromessa che funzionerebbe solo una lobotomia. Lei e la sua ansia, l'ansia, che ansia, lei ha sempre l'ansia poveretta: ma solo quando deve fare il suo dovere e con la scusa dell'ansia può delegarlo ad altri. Inutile dirvi quanto sia invalidante l'ansia reale nella vita di chi ne soffre autenticamente (me compresa), ma vi assicuro che non è questo il suo caso. 

 

Ultimamente sto anche realizzando che le sue doti sono state ingiustamente ingigantite con un danno rilevante anche per lei stessa, visto che la sua superbia unita all'incapacità le ha creato parecchi problemi nel conseguimento dei titoli e di conseguenza nell'ipotetica carriera. Per esempio è stata pompata all'inverosimile nelle sue doti letterarie: l'hanno portata sul palmo di una mano come fosse una novella Giacomo Leopardi, in realtà secondo me scrive in modo abbastanza patetico, non sa esprimere dei concetti intelligenti e spesso ha poca autonomia di pensiero; talvolta non si capisce proprio cos'abbia detto in italiano, ma questo temo sia conseguenza del suo strafottersene totalmente dell'interlocutore. E ve lo devo dire, non è mai stata intelligente, a trent'anni sta arrivando pian piano a comprendere delle cose su sé stessa e sul mondo che io nella prima adolescenza avevo già compreso (e vi assicuro che non è una lode a me stessa, è che secondo me lei è proprio un po' stupida).

È una persona melodrammatica e pesante che sembra tuttavia mancare completamente di empatia, per esempio passa la totalità del suo tempo a sfogarsi dei suoi problemi ma è il tipo che se dico 'mi sono rotta una gamba' lei ribatte costernata che anche a lei una volta si è spezzata un'unghia. Tutto quello che succede è riferito a lei, qualsiasi argomento portato avanti dagli altri è motivo per replicare con un aneddoto doloroso della sua esistenza tragica; esistenza che in realtà sussiste solo nella sua mente perché col tempo ho capito che in fondo non ha patito guai che non abbia patito anche io. Considerando poi che lei è stata bullizzata a scuola, mentre io sono stata bullizzata da lei, per un periodo ben più lungo delle sue scuole medie (e poi tutti vengono trattati di merda alle medie ma non tutti ritornano a casa a vendicarsi sulle sorelline piccole, quindi la sua è una scusante del cazzo come gli uomini che picchiano le mogli e danno la colpa al lavoro stressante).
Poi è immatura a dei livelli patologici, come i bambini scassacazzo: tipo che entra in una stanza interrompendo una seria conversazione perché deve raccontare qualche stronzata successa a lei, ha un umorismo da dodicenne fastidiosa, ancora rientra a notte fonda sbronza come se fosse una liceale e non si rende conto che c'è qualcosa che davvero non va nella sua vita.

A tratti provo pietà, per il resto mi fa montare una rabbia paurosa per cui spaccherei tutto quello che c'è in casa, per fortuna è una di quelle che si ritiene un cervello in fuga e non vuole stare in questo Paese quindi ogni volta che può fugge.

Ma io mi dico, come si fa a vivere con una così scarsa consapevolezza di sé e dei propri limiti? O meglio, io so che lei sa di essere totalmente inetta e inadeguata, ma le costerebbe così tanto chiedere scusa quando fa una stronzata, accettare talvolta di non capire un cazzo, riconoscere quali sono i problemi autentici e quali le stronzate? Non mi sembra affatto viva meglio di me, e allora cosa ci guadagna ad essere così? 

Sorella mia, il tuo problema non sono gli altri: la verità è che se rimanessi cinque minuti con te stessa ti impiccheresti. 

Ven

22

Mar

2019

Lei parla del collega in modo strano.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho 26 anni e sto insieme a lei da 6 anni. Lei ha iniziato da qualche mese un tirocinio presso uno studio di ingegneri. Ha subito legato con i membri del team (hanno tutti superato i 30, sposati e alcuni anche con figli) e mi coinvolge molto raccontandomi di questa nuova esperienza. Ho anche conosciuto due di queste persone che mi hanno reso partecipe anche di un evento organizzato da uno di loro. Persone davvero alla mano e affettuose!

Tuttavia, circa un mese dopo l'inizio di questo tirocinio, lei ha iniziato a parlarmi di un nuovo tirocinante, più o meno nostro coetaneo. Ecco le stranezze che ho notato:

1 Fin dal primo giorno che l'ha nominato partono grandi elogi: "...pure bravo! Laureato da poco e ha fatto pure la primina, quindi si è laureato anche prima!"
(Ora non è che uno è un genio perché ha fatto la primina, questo qua semplicemente si è laureato in corso come me e altri milioni di persone in questo mondo, quindi non comprendo tutto questo entusiasmo).

2 Un giorno mi dice che su facebook le era arrivata una notifica sul gruppo di studenti di ingegneria dicendo che qualcuno dal nome familiare avesse scritto in quel gruppo. Allora dice che ha curiosato nel profilo di questa persona (facendo nome e cognome) e ha scoperto che era il tirocinante. Conclude il discorso dicendo che forse allora non si è ancora laureato e chiedendosi se si sarebbe laureato a luglio come fece lei. (In realtà alla fine si era davvero laureato, ma ancora non capisco tutta questa curiosità facebookiana quando bastava semplicemente che glielo chiedesse).

3 A differenza di altre persone che ha incontrato, non mi ha mai fatto il nome del tirocinante e nonostante sappia benissimo come si chiama, quando capita di nominarlo dice con fare insicuro "quel tipo che fa il tirocinio da noi", "quel ragazzo" o, addirittura, "quel ragazzino".

Morale della favola: le ho fatto notare i suoi comportamenti strani chiedendole spiegazioni... lei dice che era semplicemente curiosa ed essendo uno che va raramente in studio e non tutti i giorni come lei, non era sicura del nome ed era solo curiosa di capire se fosse o no laureato. Ha ammesso di aver esagerato con gli elogi (lei è molto più gelosa di me e anche a lei avrebbe dato fastidio) e che si è resa conto che anziché spulciare il profilo facebook di questo tizio aveva più senso chiederglielo.

 
Alla fine ho sospettato che lui fosse di quelli un po' strozetti che se la tirano e sono caduto nella trappola di cercare il suo nome su facebook e già solo da come gestisce il suo profilo si vede che è il tipico viziatello con la pappa pronta che vuole i riflettori puntati.
L'ho detto alla mia ragazza per metterla in guardia e tempo 3 giorni torna a parlare di lui ma incazzata ed esterrefatta perché questo tirocinante non saluta il capo, consulta documenti senza chiedere il permesso e risponde con saccenza quando gli danno consigli (ha detto a un altro ingegnere: "sì sì lo so già "). Insomma, ci avevo azzeccato.
Dulcis in fundo, ho avuto il sospetto che lui si volesse avvicinare alla mia ragazza con una scusa, proprio con questo suo modo di catturare l'attenzione. A me preoccupa non tanto l'idea che ci possa essere qualcosa tra loro, dato che io e la mia ragazza abbiamo un solido rapporto di reciproca fiducia e trasparenza, ma il fatto che possa approfittarsi di lei dal punto di vista professionale. Ho sempre pensato che alla prima occasione utile, una volta instauratosi un maggiore contatto l'avrebbe cercata. Anche questa volta ci ho azzeccato. La prima volta che questo qua viene invitato per un caffè dai colleghi, ecco qua che la aggiunge su facebook e le chiede se l'indomani ci sarebbe stata o no la riunione (cosa che poteva benissimo chiedere al capo). Io sono entrato in paranoia perché lei quando mi ha raccontato tutto aveva una faccia da funerale, anche abbastanza infastidita e dice: "Tra l'altro ho visto che mi ha mandato pure un altro messaggio e ho visto poco fa la notifica. Te l'ho voluto dire perché noi ci diciamo tutto e non volevo che se avessi visto che mi scriveva un'altra persona pensassi male".

Questo tirocinante si chiama esattamente come me. La cosa è davvero inquietante perché lei sembra, più che non ricordarselo, di aver paura di nominarlo. Mi mette ansia con queste storie e quest'ultima mi ha davvero infastidito perché mi rendo conto che quello strano non è lui, ma è lei che pone la questione sul "noi ci diciamo tutto" come se questo le stesse proponendo di andarci a letto e poi mi lascia sulle spine senza dirmi nulla sul secondo messaggio che le ha scritto!
Non bastava dirmi semplicemente e più spontaneamente: "Ho una notifica su messenger, deve essere Marco che mi stava chiedendo della riunione di domani"?

Almeno, io con i miei colleghi/colleghe faccio così, senza troppi giri!

Ven

22

Mar

2019

Mi hai proprio rotto i coglioni

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Devo proprio aver fatto qualcosa di brutto in qualche vita passata per avere una piaga simile. Già ti sei reso detestabile durante tutti quegli anni in cui, vista la tua malcelata insistenza, ho cercato di accontentarmi di te, di far funzionare la nostra relazione nonostante ti vedessi più in modo fraterno. Sì, perchè ho sempre desiderato la tua felicità, nonostante tutto. In più, puntualmente spunti fuori quando passo dei periodi di merda. Quando meno ho voglia di sentirti. Ed io ci casco, perchè sembra che tu voglia davvero farmi stare meglio. Ma è solo una trappola del cazzo. Arriva sempre un momento in cui devi rompere i coglioni con riferimenti ad esperienze sessuali che francamente vorrei dimenticare, in quanto vissute quasi come un incesto! Ogni volta mi parli del tuo amore nei miei confronti, ma io quasi sbuffo. Sì, perchè tu in realtà ti trombi chiunque, senza un minimo di selezione. E non solo. Ti innamori nella stessa maniera. E ti innamori unicamente dell'aspetto esteriore delle persone. Questo mi fa capire che tu non ami me, ma vuoi semplicemente una vagina qualsiasi. Dici che sono speciale e tutto il resto, ma il punto è che per te chiunque è speciale. Sarai pure fondamentalmente buono, al punto da peccare di ingenuità spesso e volentieri, divertente e simpatico. Infatti provo dei sentimenti di affetto. Ma sei estremamente superficiale. In tutto, comprese le questioni che reputo importanti. Infantile. E appiccicoso al punto di diventare inquietante. 

Nuovamente ci provi e nuovamente vorresti "altro". Ed è talmente poco nascosta questa intenzione da risultare imbarazzante. Ok, d'altra parte io non mi sono mai comportata davvero bene con te, ti ho sfruttato e infatti ora non pretendo assolutamente nulla da te. Ma se proprio ti interesso così tanto... Puoi provarci con me chiamandomi con dei nomignoli da 50enne alluppato? Puoi mandarmi le foto di tipe a caso che ti sei scopato? Puoi consolarmi con frasi del tipo: "o reagisci o reagisci"? Allora non biasimarmi se non riesco a togliermi dalla testa il bastardo che però sa quando è il momento di scherzare e quando è il momento di essere seri, che prestava davvero attenzione a ciò che gli scrivevo, che pur amando tantissimo il sesso riesce a tenere a bada questi istinti per più di un minuto di fila e che in 2 minuti ha capito molte più cose di quelle che hai capito tu in 5 anni di conoscenza.

Ven

22

Mar

2019

Ho il Diritto di essere nervosa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Salve a tutti .. Mi sfogo perché mi rode il culo in una maniera assurda!! E i miei parenti invece di capire la situazione rompono i coglioni!!!..

Del tipo, la situazione è questa:

Sono in cinta al 7 mese,sono due giorni che mi sento nervosa e piango per nulla e me ne rendo perfettamente conto perché sento che è una cosa ormonale,   anche la dottoressa mi aveva avvisato di eventuali sbalzi d umore nell ultimo trimestre .  

QUINDI ORA MI CHIEDO.  CHE CAZZAROLA DI PROBLEMI HANNO I MIEI PARENTI CHE NON CAPISCONO CHE NON MI DEVONO ROMPERE I COGLIONI! SE ALLA DOMANDA "COSA HAI, SEI STRANA" TI RISPONDO "NOM HO NULLA SONO SOLO NERVOSA,, HO GLI ORMONI A 1000" perche ne devono seguire altre tipo "MA CE L HAI CON ME? MA TI HO FATTO QUALCOSA  ? " 

NO! NON AVETE FATTO NULLA! SONO SOLO IN PREDA AGLI ORMONI CAZZO ! NON FATEMI DOMANDE ( SE COME VEDETE NON HO PIACERE A RISPONDERE) LASCIATEMI SFOGARE DA SOLA SENZA ROMPERMI I COGLIONI! 

SONO INCINTA, IN PREDA AGLI ORMONI  E HO IL SACRO SANTO DIRITTO DI ESSERE NERVOSA CAZZO! 

SE MI ISOLO LASCIATEMI ISOLATA! SE NON HO VOGLIA DI PARLARE, NON FATE DOMANDE DEL CAZZO!..   

 

Gio

21

Mar

2019

Quanto può essere dura la convivenza con i colleghi in ufficio?

Sfogo di Avatar di TrinityTrinity | Categoria: Ira

A volte ci rifletto. Passo la maggior parte della giornata insieme ai colleghi piuttosto che a casa con i miei cari. E, siccome i colleghi non te li scegli, succede spesso e volentieri che il tuo vicino di scrivania ti stia irrimediabilmente sulle palle. Perchè lavativo e indisponente.  Ora: magari l'antipatia è reciproca, e non sono certo costretta ad andare oltre i normali rapporti lavorativi, ma...esco dal lavoro idrofoba un giorno sì e uno no. Qualcuno di voi vive la stessa condizione? Come la affrontate? Sono sei ore al giorno di sopportazione

Gio

21

Mar

2019

Pensiero sulla felicitĂ .

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono insoddisfatta con il mio partner per una serie di motivi. Quindi sono infelice.

Un'amica mi ha detto che la felicità è dentro di me, non viene da un'altra persona. Ho iniziato a fare sport e ho cambiato lavoro e sto molto meglio. Però sono comunque insoddisfatta quando sto col mio partner. 

Quindi mi pare che, sport si o sport no, in problema sia lui.  E quindi lui è quello che potrebbe rendermi felice se facesse certe cose come ho chiesto. 

La felicità viene dalla relazione, non c'è nulla da fare. Sport e lavoro non migliorano la felicità, aiutano semplicemente a distrarsi.

Trovatevi un partner che vi rende felice. Tutto il resto sono stronzate e pagliativi.  

Mer

20

Mar

2019

Organizzazione

Sfogo di Avatar di gatto777gatto777 | Categoria: Ira

Io e l’organizzazione dello studio viviamo in mondi diversi. Il mio metodo di studio consiste in un ciclo di 4 fasi: studio (iniziato all’ultimo), disperazione, insulti ai prof, pensiero che qualsiasi cosa che sto studiando sia inutile. 

Questo succede ogni volta e la cosa divertente è che non me ne rendo conto all’inizio!!!! Rimando sempre tutto per poi ricadere nello stesso circolo vizioso

grazie a dio che mancano pochi mesi alla fine. 

Tags: scuola, studio

Mer

20

Mar

2019

QUEL CAZZO DI SERVIZIO CLIENTI POSTEITALIANE!!!!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

E’ da mesi che cerco di risolvere un problema, oggi sapendo già in partenza che non mi avrebbero risolto niente, faccio il tentativo di chiamare l’assistenza clienti, come mi aspettavo: due telefonate, due persone diverse tutte e due maleducate,arroganti e svogliate. Risultato: nessuno dei due mi ha risolto il problema. L’ultimo in particolare mi chiede il codice fiscale non specificando che lo voleva dell’intestatario della carta, io gli do il codice fiscale e dopo di chè quando si accorge che non ero io l’intestatario della carta inizia a prendermi ad insultarmi e mi dice che se non chiama mia madre (ovvero l’intestatario) lui non è tenuto a risolvere nessun problema, dopo di chè gli dico che è un maleducato e mi chiude il telefono in faccia, senza lasciarmi spiegare che evidentemente se sto chiamando io è perchè mia madre è purtroppo impossibilitata a farlo. Un nervoso che mi sta venendo che non potete immaginare, ma che cazzo!!!!! Più che altro perchè non puoi fare reclamo per la maleducazione a nessuno e ‘sti stronzi rimangono impuniti a fare tranquillamente il loro lavoro sentendosi al sicuro. Spero che prendano veramente uno stipendio da fame, al pari del loro trattamento. Sia chiaro non voglio generalizzare, magari non sono tutti così ma quelli con cui ho avuto a che fare sono degli st****i  

Mar

19

Mar

2019

Bestemmio come voglio

Sfogo di Avatar di Peccato OriginalePeccato Originale | Categoria: Ira

La gente mi rimprovera costantemente il fatto che nei momenti di rabbia urlo bestemmie contro madonna, santi e trinità, perchè si aspetta che un ateo come me non possa, per coerenza, insultare una cosa contro la cui presunta esistenza si batte come mi batto io. Questa è la stessa gente che dice “se dici di non credere in dio, automaticamente ammetti che esiste”, ma questo è un disocorso a parte. Fermo restando che ognuno è libero di pensare come vuole, io penso di avere il diritto di tirare giù paradiso e pirgatorio quando mi sale il sangue al cervello dalla rabbia. Non significa che di punto in bianco sono diventato credente, ma che il contesto in cui sono nato, vissuto e cresciuto mi ha offerto ottimi spunti per incolorire le mie bestemmie. Non credo che faccia una piega.

Tags: bestemmie

Mar

19

Mar

2019

FANCULO!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

FANCULO! FANCULO! FANCULO! FANCULOFANCULOFANCULOFANCULOFANCULOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!

FANCULO!

Succ » 1 2 3 4 101 ...201 ...301 ...401 ...501 ...601 ...640

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti