Tag: triste

Mer

18

Set

2019

non ce la faccio piĆ¹..

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono una ragazza che frequenta il liceo e sono in sovrappeso. Non un sovrappeso gravissimo, anche i medici che mi hanno controllato dicono che è principalmente massa muscolare ma che dovrei dimagrire un po’ per entrare nel peso forma. 

Ma io, lo giur, mi sono stufata di non potermi comprare un paio di jeans che va di moda solo perché fanno taglie striminzite oppure perché sono lunghi e magari non posso farl accorciare perché hanno un motivo particolare sulla caviglia.

Mi sono stufata!! Tutte le ragazze di vestono bene e io quando ci provo mi sento male perché non ottengo lo stesso risultato, voglio diventare magrissima, quasi a scomparire!!!! 

Mer

04

Set

2019

che brutto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

non essere capiti è anche peggio di non essere amati.

me l'ha detto un uomo.

e poi non mi ha capita.

che brutta sensazione.

Dom

25

Ago

2019

Inetto a vivere

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Sono solo.

Ho tanti amici, dei genitori che mi vogliono bene, un fratello con cui vado (quasi sempre) d'accordo ma fondamentalmente sono solo. 

Cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno, non mi piace tormentare chi mi circonda con i miei problemi che preferisco tenere per me stesso mentre mi ritrovo spesso e volentieri a tirare su il morale agli altri. Tutti mi reputano una persona felice e solare perché questo è quello che dimostro di essere e che in effetti mi piacerebbe essere ma la verità è che spesso sono ricolmo di tristezza. 

Ci sono stati tempi in cui la mia felicità era genuina mentre ora mi sembra di indossare una maschera con un sorriso stampato sopra, il cui unico scopo è quello di divertire chi mi circonda come fossi un giullare. 

Se devo essere onesto con me stesso la vita non mi va poi così male, eppure mi guardo intorno e realizzo che tutti i miei amici hanno la strada spianata, anche per via della loro maggiore disponibilità economica, mentre io faccio un sacco di rinunce per garantirmi un futuro più dignitoso perdendomi probabilmente gli anni più belli della mia esistenza.

Vedo passarmi davanti agli occhi la vita e non posso fare altro che restare a guardare. 

Socializzo velocemente ma fatico ad aprirmi riguardo i miei sentimenti più profondi anche con gli amici che considero più cari. Forse è per questo che non riesco ad avere una relazione che vada oltre la semplice amicizia, infatti ho avuto una sola fidanzata e da ormai 3 anni non mi riesco nemmeno a rivolgere ad una ragazza in termini amorosi, figuriamoci ottenere anche solo un appuntamento. 

Mi sento patetico, sfigato e senza speranza.

Ho deciso di scrivere qui dopo l'ennesima serata in cui rientrando a casa sono caduto nella spirale di depressione che mi coinvolge quando resto solo con me stesso. Non so perché lo sto facendo, forse nella speranza di trovare conforto e di distrarmi dai miei pensieri raccontandoli a chiunque pur continuando a non dirli a nessuno. 

Ven

23

Ago

2019

Quando perdi tutto e devi ricominciare da zero

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ok... eccomi qua. Sola, svuotata, triste. 

Ho perso lui. Non stavamo ufficialmente insieme, ma dopo tanti anni passati insieme, ha decido di troncare e sta con un'altra ragazza. Proprio oggi ha definitivamente chiuso con me comunicandomi questa sua scelta. Inutile che descriva il mio stato d'animo. Lui è l'unica persona che io abbia mai davvero amato in tutti questi anni della mia vita. Non credo che il suo posto sarà sostituibile e non torneràda me.

Nel frattempo, proprio ieri, la mia unica amica rimasta mi ha detto che adesso si trasferirà perché ha trovato lavoro lontano. 

In casa litigo continuamente con i miei genitori perché non sono serena e ho la testa da un'altra parte.

Ho perso tutto. Questa è la mia condizione sentimentale e sociale. Adesso vi chiedo, a chi è successa la stessa cosa, come si fa a ripartire da zero nella solitudine più totale? Come si trova la forza, l'energia per non pensare in negativo e ricominciare?

Per favore, ho bisogno di consigli e un appoggio morale perché sto molto male e sento che scoppierò da un momento all'altro. Ho davvero paura del mio futuro, ho paura di spegnermi, di cadere in depressione. In questo momento vedo solo il buio e mi immagino da sola in una casa senza nessuno che mi aspetta quando torno. Non voglio più soffrire

Tags: sola, triste

Gio

15

Ago

2019

tradito e mazziato

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

salve a tutti... più che uno sfogo è una ricerca di consigli....2 anni fa la mia ragazza mi ha lasciato dopo 10 anni di convivenza. lasciandomi mi ha scaricato addosso tutta la merda possibile dicendomi che non rendo felicici le persone, che sono sempre negativo, che con me non ce la faceva più ecc ecc...dopo un mese era in vacanza con un altro. ho scoperto che da 6 mesi si frequetavano ma non le ho detto niente per vedere se me lo avesse mai ammesso ma niente...per lei ho creduto davvero al fatto che lo ha conosciuto dopo...ma il problema non è questo...il vero problema è che me ne ha dette così tante che alla fine penso che abbia ragione...penso fi non essere un buon fidanzato né di poter rendere felici le persone...non ho più cercato una relazione né occasionale né altro....in questi due anni sono stato da solo come un cane e non ne posso più...ma allo stesso tempo non voglio rovinare la vita ad un altra persona....non so cosa fare...so solo che ormai mi sento in fondo alla catena alimentare, penso che se una sera ci provassi con una ragazza e lei per sfiga ci stia avrebbe beccato il peggio del peggio quella sera....mi sento inutile al mondo e vorrei solo andare a dormire e non svegliarmi più perché non ho neanche i coglioni di farla finita. ho 31 anni non sono un ragazzino, quello che dovevo vedere lo visto e quello che potrei vedere non ho interesse di vederlo, non mi interessa di niente e di nessuno e questo mondo mi fa cagare. me ne ha sempre fatto a dir la verità

 

Gio

15

Ago

2019

Insignificante

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

"Ho quasi 24 anni e non ho mai avuto una relazione" uno appena  legge questa frase pensa subito "È CESSA"  ma per la mia  immensa sfiga sono obiettivamente carina, non c'è nessuna scusa  plausibile per la mia anormalità(non sono religiosa, brutta o deforme in alcun modo e poi le ragazze cosidette bruttine hanno spesso piu relazioni o rapporti di quelle definite belle), l'estetica probabilmente centra poco con 'sti tipi di problemi, non sono assessuale per giunta, eppure non mi sono mai sentita attratta da nessun ragazzo che mi è andato dietro finora, mi ero piu volte chiesta se ho dei standard troppo alti e onestamente non mi è mai piaciuta la risposta che mi ero data, non potrei mai attrarre la persona dei miei sogni, a parte l'aspetto(che è alquanto mediocre)non ho nulla da offrire e nessuno è così tanto superficiale da rimanere soddisfatto solo da quello, ho una profondita d'animo pari a quella di una pozzanghera! Sono ordinaria al limite della banale, non potrei mai fare colpo su una persona completa, di bell'aspetto e con un forte carattere... Purtroppo non sono capace di stare con chiunque, invidio tutti quelli che ci riescono, non mi resta altro a parte mettere l'anima in pace e accettare la solitudine.  

Gio

04

Lug

2019

Perennemente solo

Sfogo di Avatar di juanpajuanpa | Categoria: Altro

Ho 40 anni, e da quasi la metta della mia vita sono da solo e non combino niente con nessuno.

Sono un amico eccellente, un ottimo lavoratore e un onesto cittadino pero quando riguarda le cose che servono per la mia felicità sono proprio negato. Non sono capace di fare le cose che voglio o che mi servono perché finisco sempre dicendo "si, prima o poi lo farò" o "impossibile che non sia capace di farlo" e alla fine passano gli anni e non combino niente e finisco per abituarmi al disaggio. Non ho obbiettivi ne scopi nella vita e vivo solo il giorno per giorno senza avere altro che occasionali soddisfazioni al lavoro che non bastano per riempire la mia vita.

Con le ragazze non riesco a combinare mai nulla, se per un miracolo riesco a parlarle con una dopo ore o settimane di dubbi, ansie  e paure, passa solo mezz'ora ed è evidente che l'unica possibilità di avere un rapporto con lei è di amicizia e io cado nella trappola e divento un carissimo amico solo per finire innamorato di una persona che non corrisponde ai mie sentimenti.

È come se avesse paura delle donne e l'unico modo che avesse per approcciarle fosse offrendo una amicizia anche se io vorrei offrirgli molto di più.

Insomma, eccomi qua, infelice, depresso e solo come al solito, sono proprio un pezzente incapace di raggiungere (nemmeno cercare) la felicità.

Ecco, mi sono sfogato.

Gio

13

Giu

2019

Maledetti sogni!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Maledetti sogni!
Stanotte ti ho sognato ed Eri ancora lì,in quel posto che non esiste,adagiato accanto a me ,nudi ,pancia a pancia,cuore a cuore.
Ah! Maledetti sogni!Mi riportano sempre da te.Ah!Maledetta me,che non so dimenticarti.



Tags: sogni, triste

Mer

08

Mag

2019

sola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

È una sensazione brutta, è una cosa che non mi piace non poter esternare le mie sansazioni; stare male ma non avere la forza e il coraggio di non parlare con nessuno. Ho il mio ragazzo questo è vero ma lui non mi ha mai chiesto cosa avessi, come sto dentro anche se vede che sto malissimo. Sa benissimo che sto male dentro e che non sono una persona che parla, ma questo succede quando non mi vuole ascoltare perché se è una persona che cerca di tirarmi sù senza parlare, che si accorge subito del mio umore che si preoccupa io non sono più quella descrizitta fino ad ora. Non si tratta di indossare maschere, ma tutt’al ho bisogno qualcuno che interessi veramente come io mi sento. Ma va bene così!

Tags: sola, triste

Dom

21

Apr

2019

Mi sento annegare.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono in un periodo della mia vita in cui vorrei soltanto mollare tutto e isolarmi dal mondo.

Quattro anni fa decisi di chiudere i rapporti con tutte le mie amiche, un gesto estremo ma che per vari motivi ero intenzionata a fare e così ho fatto. Questo distacco mi servì soprattutto a prendere delle scelte sulla mia vita, scelte che spesso possono essere influenzate dai “ragionamenti” degli amici. In questo periodo ho abbracciato la solitudine, con alti e bassi, ma ero consapevole di averla scelta io.

Ho iniziato a frenquentare l’università e a fare un lavoro nel weekend, la mia vita stava riprendendo il verso giusto. Ho iniziato a conoscere persone e due di queste tutt’oggi sono dei miei amici a cui voglio tanto bene. Con le vecchie amiche provai ad uscirci, ma capì che il distaccarmi la prima volta fu la scelta giusta. Era un bel periodo finché..

Il terzo anno inizai a conoscere un ragazzo. Abbiamo iniziato a frequentarci, ad avere una sorta di relazione, è stata la mia prima volta. Ma questa relazione mi ha un po’ rovinato. Ogni giorno che passava capivo che le cose non funzionavano come volevo, ma non ho mai avuto il coraggio di dirglielo direttamente. Forse per paura di essere derisa o peggio ancora non essere capita. Purtroppo molto spesso non ci capivamo e i “problemi” tra noi andavano a sommarsi. Pian piano ho iniziato a vergognarmi di me (è strano ma è così), non mi sentivo “abbastanza”, sembra un frase fatta, ma è quello che ho iniziato a provare. Ho iniziato a vergognarmi di alcuni miei diffetti fisici come l’essere troppo magra o altre caratteristche, il fatto di non riuscire ad aprirmi subito o di apparire strana a causa della mia riservatezza, soprattutto il fatto di non avere degli amici con cui uscire il venerdì e il sabato sera e il fatto di aver paura di guidare, me ne vergogno perché non mi fa sentire autonoma.. Tutte le mie insicurezze sono venute a galla. E fu in quel momento che decisi di chiudere, forse per paura di essere “abbandonata” per non essere abbastanza per lui. Quindi ho pensato che se lo avessi lasciato io non c’era il rischio che lui mi abbandonasse, è contorto, ma sono stata convinta di questo. Me ne pentì, anche se non mi dava le giuste attenzioni, mi pentì di lasciarlo, ma in parte sapevo di aver fatto una scelta giusta. Lo capì in particolar modo il giorno dopo, quando lo vidì in università vantarsi con un suo amico di essere andata a casa di una ragazza il giorno in cui lo lasciai. Non so se me lo fece apposta, ma ci rimasi male, forse il fatto di essere stata rimpiazzata così facilmente mi ha fatto sentire inutile. Da quel periodo mi ritrovo ad avere l’ansia di andare in università per paura di incrociarlo e mi sento come se non avessi più voglia di fare nulla, nemmeno di curarmi, infatti mi sto davvero trascurando esteticamente e per di più a causa del forte stress mi è venuta la colite che non riesco a far passare, anzi trascuro anche quella. Con questo ragazzo ho un’amica in comune (che qualche anno fa si era dichiarata con me) che non fa altro che ricordarmelo, e dirmi cose che non vorrei sapere su di lui e non capisco se me lo faccia apposta per vedere una mia reazione o per altro, fatto sta che ci sto male. Non so come uscirne, vorrei trovare la voglia di andare avanti, mi sento demotivata, con l’autostima sotto le scarpe, non so minimamente da dove iniziare a riprendere la mia vita. Sto addirittura trascurando le mie due uniche amicizie, mi sento come se fossi apatica come se nulla catturasse la mia attenzione. Qualcuno può darmi qualche consiglio o dirmi la vostra esperienza? Mi sento un po’ come se stessi annegando, ma non faccio nulla per provare a salvarmi.

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11