Tag: triste

Sab

22

Set

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi sto frequentando da quasi un mese con un ragazzo.. Conoscendolo ho scoperto che ha avuto solo relazioni leggere, cioè frequentazioni e niente di serio. Io, nonostate sia da un mese che ci stiamo frequentando, ho leggermente percepito che vuole fare la stessa cosa con me, anche perché mi scrive e mi cerca pochissimo. Premetto che è stato lui ha cercarmi e a farsi avanti. Quando sono con lui sto bene, sono spensierata, mi riempie di complimenti, ma ora che mi sono costruita una specie di pregiudizio su di lui nella mia testa, mi sembra tutto finto: dai complimenti, dalle carezze, in sintesi mi sembra tutto costruito. Mi capita anche che quando mi fa un complimento, nella mia testa mi dico da sola che "avrà fatto lo stesso complimento ad un'altra ragazza". Io non dico che voglio qualcosa di serio, ma non voglio nemmeno affezionarmi troppo, e purtroppo più passano i giorni e più penso di affezionarmi. Non voglio nemmeno essere presa in giro o fare da zerbino. Io voglio qualcosa che mi faccia stare bene e non vogio avere il tormento che la persona che frequento mi stia prendendo in giro. Io sinceramente vorrei interrompere questa frequentazione, perché ho paura che mi nuocerà. Purtroppo, per colpa di alcune vicende che mi sono successo in passato, riesco a fidarmi poco, se poi aggiungiamo che questo ragazzo non mi da nessuna sicurezza, mi faccio più paranoie e alla fine non ne ricavo nulla, se non un po' di sofferenza. Cosa mi consigliate? Farei bene ad interrompere o no? 

Mer

19

Set

2018

Sono inutile

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non trovo un posto per me nel mondo, nonostante sia una ragazza carina, con un fidanzato fantastico, pochi amici ma buoni e una famiglia che mi sostiene sempre. C'è chi crede pure che sia intelligente, chi che sia creativa e chi che sia particolarmente empatica, eppure io mi sento persa, persa nella vasta scelta di strade che si possono prendere, persa perchè non so prendere decisioni, non so cavarmela mai da sola, persa perchè sento che il mondo è davvero troppo grande per me e mi terrorizza. Vorrei fare l'università, ma puntualmente quando ci sono i test o non mi presento oppure non studio abbastanza, così da essere sicura di non entrare perchè "ho deciso io di non studiare tutto il programma" e non di fallire perchè ho studiato tutto, ho il terrore di essere rimbalzata che preferisco trovare il modo di non dare il 100% ed essere la causa del mio fallimento, piuttosto che impegnarmi e dare modo a qualcosa di esterno da me di bocciarmi. Sono inutile. Sono inutile e ferma sempre nello stesso punto. 
Cerco lavoro, cerco un corso di studi che non debba avere un test di ingresso, cerco la mia autonomia, cerco la mia strada, cerco di capire se davvero c'è qualcosa che mi piace fare. Credo di non avere nessuna passione e sono arrabbiata con tutti per questo, fin da piccoli un sacco di persone che conoscono si erano già fatti un'idea di quali ambiti poter sviluppare da più grandi, perchè quella era la loro strada. C'è chi se n'è andato a Londra per studiare danza, chi per equitazione, chi, invece, non vedeva l'ora di studiarsi malloppi di pagine sulle culture dei vari paesi, chi libri di economia e io che oscillo fra mille idee, che non sono brava in niente, che un giorno vorrei essere un chimico e l'altro una psicologa, ma tranquilli, qualche settimana dopo sogno già di diventare una stilista di successo. 

E POI SON SEMPRE QUI. FERMA. In un paesino di 15mila abitanti, nessuno sbocco lavorativo, nessuna passione e con una paura invalidante di guidare. Mantenuta dai miei, inutile. Inutile in mezzo a tutti i miei amici studenti e neolaureati, in mezzo a tutte persone affermate. E io che faccio? E io chi sono? Continuo a rimandare, continuo ad annullare e rifiutare. Continuo a non voler veder nessuno, a stare chiusa nella mia camera a deprimermi perchè è quello che so far meglio, perchè combattere quando sai che ci potrebbe essere la possibilità di perdere? Voglio essere una vincenti e vesto i panni di una pigra, terrorizzata perdente.

Che schifo che mi faccio. 

Sab

01

Set

2018

Vivere in un posto che è diventato una trappola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono venuta in questa città di merda con l'idea di prendermi una laurea in un ambito che non mi piaceva. Il risultato è stato di passare ben 10anni a prendere per il culo me stessa e la mia famiglia. Alla fine ho mollato tutto. Intanto ho trovato un uomo che oggi è mio marito,con il quale ho un bimbo straordinario di 4 anni e una bimba che arriverà tra poche settimane. Ci siamo trasferiti in questo appartamento di 60mq da 4 anni in affitto,ma è da più di un anno che cerco casa nelle vicinanze  perché già in 3 qui dentro non ci si sta. L'appartamento non.è nemmeno un vero appartamento, è un ufficio che lasciano passare per abitabile grazie ai santi in paradiso che conoscono al comune i proprietari. Il problema è che non riesco a trovare niente che sia alla nostra portata. Al momento con un solo stipendio non possiamo permetterci un affitto superiore ai 600euro ,ma qui affittano 50mq con quella cifra. Allontanarsi diventa troppo un problema e comunque la cosa non cambia molto..mi sento in trappola e non so come fare ,mi giro in questa casa e vedo solo roba ammucchiata in ogni angolo, non c'è posto nemmeno per una bella cameretta comoda per i bimbi,non posso ospitare nessuno,tanto meno organizzare feste o cene ,quando viene qualcuno mi vergogno del caos che inevitabilmente si forma ogni giorno,anche perché sono sola a sentire questa necessità, a mio marito pare non gliene freghi un cavolo ,il che mi rende ancora più triste.

Tags: casa, triste

Gio

30

Ago

2018

Lho lasciato

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Volevo raccontarvi la mia storia, un anno fa x caso conosco un uomo, la mia prima domanda e' quella di sapere se era sposato, mi racconta mezze verita' che era fuori di casa da 7 anni omettendo che era tornato a casa da un anno. Cominciamo cosi a sentirci x 6 mesi, qualche incontro, ma nessun contatto fisico xke' io nn ero pronta, io comincio ad affezionarmi a lui, nasce un bel rapporto di "amicizia" fatto di lunghe chiacchierate e molte risate, qualcosa pero' nn mi convinceva, comincio a scavare...e scopro che lui e' sposato, cosi lui mi confessa tutto, un rapporto ormai fallito, una figlia problematica...tutte cose accertate e ho le prove che nn ha mentito, io cmq venendo a conoscenza della verita'...gli dico chiaramente che nn mi interessano gli uomini sposati x cui interrompiamo il rapporto x circa 2 mesi, un suo msg...e li scappa il mio errore, ricominciamo a sentirci, a vederci, giornate intense fatte di tante risate xke insieme stiamo benissimo, lui pero' sincerissimo mi dice che mi vuole molto bene e proprio x il mio bene, nn posso pretendere NULLA xke' questo e' il rapporto...bene dopo 5 mesi..domenica gli ho parlato cn il cuore in mano, dicendogli chiaramente che nn posso gestire una relazione cn un uomo impegnato, lui senza battere ciglio mi dice ok se il ns.rapporto ti fa stare male, nn ci sentiamo piu' come vuoi. So che ho fatto la scelta migliore x me, ma sto soffrendo da cani xke' gli voglio troppo bene, ma nn potevamo neanche rimanere amici xke' la situazione ormai era cambiata....so che di fronte a questa scelta nn potevo aspettarmi nulla di diverso, ma fa male vedere cn quanta freddezza una persona che ogni giorno ti ripete di volerti troppo bene, abbia accettato di nn sentirti mai piu' senza neanche provare a dirti qualcosa....sono molto triste, noi eravamo soprattutto "amici" xke il ns.rapporto nn e' nato sotto le lenzuola, ma so che andando avanti mi sarei fatta molto male. Scusate x lo sfogo

Tags: triste, zza

Mer

29

Ago

2018

Non so perché sono così

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono un ragazzo (bisex)

Ho conosciuto un ragazzo tramite un app di chat anonima e ora ha più di un mese che chattiamo. Ancora non ci siamo visti (abitiamo un po' distanti). Lui mi piace tanto e anche io piaccio a lui (almeno lui dice questo), però non so perché sono triste. Non so realmente perché lo sono. Sono un tipo emotivo e molto sensibile forse è per questo...non lo so. A volte penso che sarebbe stato meglio se non l'avessi conosciuto.. pero non  sono sempre triste, a volte sono anche felice ma la maggior parte dei giorni sono triste, anche perché penso spesso a lui. Il fatto è che mi affeziono troppo alle persone e ho paura di perderle. Spesso penso che forse msarebbe meglio che io stia da solo almeno non soffrirei così...

Dom

26

Ago

2018

Stanca

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono triste e mi faccio schifo. Voglio cambiare la mia vita, ma non so da dove iniziare e non so minimamente come fare, spesso credo che l'unica soluzione sia farla finita. Ho 21 anni, é sabato sera e sono a casa da sola, con il mio gatto a piangermi addosso, mentre fuori c'è una musica che proviene da chissà quale festa e questo mi rende ancora più triste, perché mi sbatte in faccia la triste realtà che non ho amici e che sento di star sprecando la mia vita. Invidio le ragazze che passano sottocasa mia dirette alla festa, e penso a quanto sarebbe bello se fossi normale come loro.. Ma purtroppo sono qui, senza amici, a studiare, o almeno a provarci. In tutto questo mi pervade anche la nostalgia delle vecchie amiche che avevo, con le quali uscivo e confidavo qualsiasi cosa, ma che il tempo, la distanza e i contrasti di idee mi hanno portato via. Vorrei soltanto essere normale, avere una vita normale, ma sembra che io stessa me lo impedisca. Ho problemi di autostima, per problemi legati al bullismo di tanti anni fa, ma di cui tutt'oggi ancora non sono riuscita a cancellare dalla testa tutti quei giudizi negativi che subivo in giovane età. Si aggiunge anche il fatto che rifiuto l'invito di qualunque ragazzo per insicurezza, perché non mi sento all'altezza di nulla. Non c'è la faccio più, odio tutto questo. Vorrei urlare, gridare fino a perdere la voce, fino ad essere stanca. Sono consapevole che non sono problemi gravi, ma sono cose che mi fanno vivere negativamente la mia vita, non riesco più a trovare un motivo per continuare, non so cosa fare.. 

Dom

19

Ago

2018

Depresso

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono un ragazzo (21 anni) troppo timido e questo non mi piace per niente. Spesso questa timidezza mi blocca, non mi fa andare avanti o mi fa prendere decisioni sbagliate e devo dire che ne ho fatti di errori...

Sono un tipo ansioso e questo è il mio problema principale..la cosa che più odio di me. Vado all'università e addirittura mi è capitato di avere degli attacchi di panico lì (per fortuna nessuno mi ha visto)...Dio quando faccio schifo.. 

Ultimamente sono sempre triste, non ho amici. Il fatto è che ho difficoltà nel fare amicizia non so perché forse mi aspetto di più dalle persone o sono io che sono sbagliato...sicuramente il problema sarò io. Credo di essere diverso, sono un tipo serio e gentile con tutti... e purtroppo incontro sempre dei coglioni che alla fine si approfittano della mia gentilezza. È stato sempre così. 

Tra l'altro è da un po' che mi sento strano, sono attratto dai ragazzi ma anche le ragazze mi piacciono però ultimamente preferisco i ragazzi. Forse è per questo che ho difficoltà nel rapportarmi...Non lo so, tutto questo mi fa stare male.

Credevo che prima o poi mi sarei abituato a stare da solo ma non è cosi. Non so cosa fare... in realtà credo di essere uno sfigato e la mia vita fa schifo e credo che non potrà migliorare...

Ven

17

Ago

2018

Sono un po' sfigata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Un ragazzo mi ha chiesto di uscire, io non so cosa fare. Nel senso vorrei conoscerlo, ma diversi fattori me lo impediscono. Tipo: non mi sento all'altezza, ho 23 anni e non ho la patente e quindi se per esempio mi chiedesse di uscire la sera non potrei a causa dei mezzi   soprattutto mi vergognerei a dirgli che non ho la patente e soprattutto mi vergogna il fatto di non avere amici, mentre lui sembra il tipo che esce spesso ehne ha moltissimi. Queste cosedspesso mi bloccano nell'uscire con ragazzo e sono abbastanza triste per questo. Sono più che sicura che così facendo rimarrò zitella a vita.. Fantasticoooooo

Gio

19

Lug

2018

un nodo alla gola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

ho 30 anni, non posso dire di avere una vita sociale iperattiva, non riesco più ad innamorarmi, cerco qualcuno da amare ma non trovo nessuno, le mie amiche, conoscenti ecc mi dicono sempre " cavolo sei un bel ragazzo, hai 30 anni e ne dimostri fisicamente 25 se non meno, come cavolo fai a non avere la fila di ragazze dietro" e a volte me lo domando anche io, mi curo molto, tengo molto all'aspetto fisico, dai vestiti, ai capelli, al viso pulito, ma niente nessuna mi si avvicina... ho anche molti difetti, tra cui il mio carattere che non mi fa estroverso, ma mi tiene chiuso in me stesso, sto all'interno di quella cerchi di amicizie che mi danno sicurezza, non penso sia una cosa sbagliata. Ho anche il brutto vizio, e lo considero tale, che mi affeziono sempre alle persone sbagliate, ho ricevuto cosi tante batoste in ambito amicizia che ancora oggi come un cretino continuo a credere a questa parola " amicizia" la mia ultima vicenda è capitata con un mio (ex) amico per cui avrei dato al mia stessa vita, è stato quello che mi accolto a casa sua quando sono tornato dall'inghilterra e ho abitato con lui per un'anno, all'inizio andava tutto bene, eravamo affiatati, nonostante lui fosse fidanzato, era li con me, ed io ero li per lui, lo riempivo di attenzioni, regali, pensieri... poi pian piano le cose cambiarano, ho cominciato a sentire un suo distacco, io ero li sempre pronto a farglielo notare dicendogli le differenze che io sentivo, ho cominciato a stare male, a a soffrire nel vedere tutto sgretolarsi, volevo solo che le cose tra di noi tornassero come erano prima, ma niente, lui cambiava di giorno in giorno, e quando io parlavo negava l'evidenza. Pian piano tutto si rovinò, io andai anche via da casa sua, in primis per un problema con il lavoro che avevo avuto, e poi anche per vedere se stando divisi per un pò qualcosa si sarebbe sistemato, ma mi sbagliavo, ho creduto a qualcosa di cui ne ero quasi certo, ci siamo totalmente persi, e ancora oggi ci sto un male cane non avere più lui nella mia vita, è una cosa da cui non riesco a darmi pace, vorrei tornare indietro nel tempo e cercare di capire cosa è andato storto. Ripeto, avrei dato la mia stessa vita, e credo che tutt'ora lo farei. Ho avuto molte persone importanti, ma lui per me è diverso, è il fratello che non ho mai avuto, una persona che per me era veramente importante, e volevo che non fosse solo uno di passaggio... mi ritrovo a 30 anni senza avere una persona su cui riversare il mio affetto... molti possono pensare che io sia sbagliato, molti mi dicono dai troppa importanza alle persone, devi cercare di amare più te stesso, e poi cominciare ad amare gli altri. Ma è una cosa fuori dalla mia indone, se voglio bene, il mio bene lo devo dimostrare, senza chiedere niete in cambio, solo sentirmi voluto bene, considerato, amato. So che scrivere su questo blog non mi porterà nulla, ma stupidamente lo faccio. Mi sento una persona sbagliata.  

Tags: triste, deluso

Gio

12

Lug

2018

non mi vuoi piu: questa è la verità

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Altro

Sono convinta che tu non voglia piu stare con me.

Quando non siamo insieme mi snobbi e non mi chiami mai. Mi scrivi poche volte di tua spontanea iniziativa e solo a monosillabi. Per 6 mesi sei stato quasi asfissiante: ti arrabbiavi se mi facevo sentire poco, eri iper presente nella mia vita, volevi sapere tutto di me... ora invece devo elemosinare le tue attenzioni e non hai neanche più voglia di vedermi. Non parliamo mai al telefono e l'unica cosa che ti interessa è sapere se sono uscita, dove e con chi. Cos'è, temi che ti tradisca? Chi ha il sospetto ha il difetto! Non ti sei mai fidato di me e ora neanche io mi fido piu di te.

Non mi sento amata, prima eri completamente diverso e sono due mesi che sei cambiato.

 

Temo che non ti interesso piu e che magari ti sei pure fatto qualche scappatella. Mi chiami "amore" ma per me non significa niente. è solo una parola! parlavi del fatto che saremmo andati in vacanza insieme, che avresti conosciuto i miei... sono state tue idee... e ora che abbiamo avuto occasione di affrontare queste cose, ti sei tirato indietro accampando stupide scuse. mi sento veramente presa in giro.

esco con gli amici e mi dicono tutti che ho le corna, che è palese. e poi...quel tuo attaccamento morboso al cellulare.... non ti stacchi da esso neanche per pisciare. chi sa chi ti scrive. hai tanti social che io non ho. poi frequenti amici amanti dell'alcol, delle canne e delle scappatelle...non mi fido di te. ho sempre pensato che fossi furbo. e ora che una delle persone più importanti della mia vita ti ha conosciuto e mi ha detto che hai uno sguardo furbo e che non mi devo fidare, sono ancora più triste e spaventata.

 

mi sento sola. io quando ero single non mi sentivo sola. ora mi sento sola. esattamente come quando stavo col mio ex. tua madre mi ha detto che quando le cose ti vanno male ti chiudi in te stesso... ma io non so se sia solo quello il problema... credo di non piacerti piu e che magari mi hai pure tradito. sono triste. tristissima. mi sono innamorata, per la prima volta in 30 anni, di te. sono stata felicissima per mesi ma ora pendo dalle tue labbra, dai tuoi messaggi, dalle tue parole che non arrivano. ti ho consegnato la mia felicità. sono un'emerita imbecille.

e ora che sono a casa dei miei devo pure farmi vedere da loro in questo stato depressivo. vorrei non averti mai conosciuto. vorrei che parlassimo. ormai non ci raccontiamo piu niente. mi eviti. e non ci vediamo mai. vorrei lasciarti stare ma non ci riesco. voglio farti vedere che io ci sono e vorrei tanto che i miei presentimenti fossero sbagliati. 

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8