Tag: triste

Mer

08

Mag

2019

sola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

È una sensazione brutta, è una cosa che non mi piace non poter esternare le mie sansazioni; stare male ma non avere la forza e il coraggio di non parlare con nessuno. Ho il mio ragazzo questo è vero ma lui non mi ha mai chiesto cosa avessi, come sto dentro anche se vede che sto malissimo. Sa benissimo che sto male dentro e che non sono una persona che parla, ma questo succede quando non mi vuole ascoltare perché se è una persona che cerca di tirarmi sù senza parlare, che si accorge subito del mio umore che si preoccupa io non sono più quella descrizitta fino ad ora. Non si tratta di indossare maschere, ma tutt’al ho bisogno qualcuno che interessi veramente come io mi sento. Ma va bene così!

Tags: sola, triste

Dom

21

Apr

2019

Mi sento annegare.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono in un periodo della mia vita in cui vorrei soltanto mollare tutto e isolarmi dal mondo.

Quattro anni fa decisi di chiudere i rapporti con tutte le mie amiche, un gesto estremo ma che per vari motivi ero intenzionata a fare e così ho fatto. Questo distacco mi servì soprattutto a prendere delle scelte sulla mia vita, scelte che spesso possono essere influenzate dai “ragionamenti” degli amici. In questo periodo ho abbracciato la solitudine, con alti e bassi, ma ero consapevole di averla scelta io.

Ho iniziato a frenquentare l’università e a fare un lavoro nel weekend, la mia vita stava riprendendo il verso giusto. Ho iniziato a conoscere persone e due di queste tutt’oggi sono dei miei amici a cui voglio tanto bene. Con le vecchie amiche provai ad uscirci, ma capì che il distaccarmi la prima volta fu la scelta giusta. Era un bel periodo finché..

Il terzo anno inizai a conoscere un ragazzo. Abbiamo iniziato a frequentarci, ad avere una sorta di relazione, è stata la mia prima volta. Ma questa relazione mi ha un po’ rovinato. Ogni giorno che passava capivo che le cose non funzionavano come volevo, ma non ho mai avuto il coraggio di dirglielo direttamente. Forse per paura di essere derisa o peggio ancora non essere capita. Purtroppo molto spesso non ci capivamo e i “problemi” tra noi andavano a sommarsi. Pian piano ho iniziato a vergognarmi di me (è strano ma è così), non mi sentivo “abbastanza”, sembra un frase fatta, ma è quello che ho iniziato a provare. Ho iniziato a vergognarmi di alcuni miei diffetti fisici come l’essere troppo magra o altre caratteristche, il fatto di non riuscire ad aprirmi subito o di apparire strana a causa della mia riservatezza, soprattutto il fatto di non avere degli amici con cui uscire il venerdì e il sabato sera e il fatto di aver paura di guidare, me ne vergogno perché non mi fa sentire autonoma.. Tutte le mie insicurezze sono venute a galla. E fu in quel momento che decisi di chiudere, forse per paura di essere “abbandonata” per non essere abbastanza per lui. Quindi ho pensato che se lo avessi lasciato io non c’era il rischio che lui mi abbandonasse, è contorto, ma sono stata convinta di questo. Me ne pentì, anche se non mi dava le giuste attenzioni, mi pentì di lasciarlo, ma in parte sapevo di aver fatto una scelta giusta. Lo capì in particolar modo il giorno dopo, quando lo vidì in università vantarsi con un suo amico di essere andata a casa di una ragazza il giorno in cui lo lasciai. Non so se me lo fece apposta, ma ci rimasi male, forse il fatto di essere stata rimpiazzata così facilmente mi ha fatto sentire inutile. Da quel periodo mi ritrovo ad avere l’ansia di andare in università per paura di incrociarlo e mi sento come se non avessi più voglia di fare nulla, nemmeno di curarmi, infatti mi sto davvero trascurando esteticamente e per di più a causa del forte stress mi è venuta la colite che non riesco a far passare, anzi trascuro anche quella. Con questo ragazzo ho un’amica in comune (che qualche anno fa si era dichiarata con me) che non fa altro che ricordarmelo, e dirmi cose che non vorrei sapere su di lui e non capisco se me lo faccia apposta per vedere una mia reazione o per altro, fatto sta che ci sto male. Non so come uscirne, vorrei trovare la voglia di andare avanti, mi sento demotivata, con l’autostima sotto le scarpe, non so minimamente da dove iniziare a riprendere la mia vita. Sto addirittura trascurando le mie due uniche amicizie, mi sento come se fossi apatica come se nulla catturasse la mia attenzione. Qualcuno può darmi qualche consiglio o dirmi la vostra esperienza? Mi sento un po’ come se stessi annegando, ma non faccio nulla per provare a salvarmi.

Dom

14

Apr

2019

Oltre ai problemi di testa, pure quelli di cuore

Sfogo di Avatar di ildiariodiunasfigataildiariodiunasfigata | Categoria: Ira

opo neanche 3 giorni che ero appena tornata a casa, sono finita in ospedale.
Un'altra volta un'altra aritmia. Io credevo che la prima fosse stata una cosa dal nulla, così almeno dicevano i dottori. Invece no. 
I battiti non scendeva da 140 neanche con un farmaco che mi avevano iniettato. Ora, agli occhi degli altri potrà essere una cavolata, però io mi sono davvero spaventata. Io non ce la faccio più, non ce la faccio più a sentirmi male, voglio stare bene! A quando a quando avevo iniziato a prendere la vita in modo 'positivo', mi capita una cosa di queste!
Inoltre devo fare una sorta di operazione in cui mi metteranno dei cateteri collegati al cuore per studiare il ritmo del mio cuore, e sarò sveglia. Non mi fa tanto paura l'operazione, piuttosto il pensiero che possa succedermi qualcosa nel mentre.

Ma io dico perchè devono capitare tutte a me! Per carità di Dio, esistono problemi più gravi, per fortuna estranei alla mia sfera personale però sono stufa di sentirmi male, voglio incominciare a stare bene, che palle ho 20 anni è questà l'età per godersi tutto, per divertirsi (non so se mi spiego, avrei potuto utilizzare altre parole ma erano un pò equivobabili)

Tags: triste

Mer

10

Apr

2019

Sono infelice

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

35 anni. Una relazione difficile, stancante, snervante e senza sesso dalla quale non riesco a uscire. Non sono bella e ho un problema che mi impedirà di trovare un altro uomo.

Voglio un figlio e a questo punto penso che non lo avrò mai.

Tanti mi giudicano e mi danno la colpa dei miei problemi. 

Continuo giorno per giorno fingendo sorrisi. 

Sono stanca.  

Lun

08

Apr

2019

Mi faccio schifo..

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono adolescente e penso sia normale pensare questo di se stessa. Ma io non ce la faccio più. Ho provato più volte a fare una dieta seguita dal dietologo, ma niente, non dimagrisco. Ho fatto parecchie analisi, ma non ho niente. Fino a qui, tutto okay, avevo imparato ad accettarmi. Ma poi ho iniziato il terzo annl di liceo. E poi, il buio totale. L’allegria, la spensieratezza che c’erano in me svanite, nel nulla. Ho iniziato a mangire tanto, fino a pranzo vado bene, poi mi rovino nella seconda merenda. Mi mangio di tutto: biscotti, cioccolatini, pane e salame, poi ci metto pure la maionese, i crackers, di tutto e di più insomma. Poi mi pento. E bevo tanto. A volte vado anche a correre. So per certo di non avere un disturbo alimentare ma il cibo mi aiuta a stare bene, ma anche male allo stesso momento.

Solo che io sono una che si mette a confronto troppo con gli altri e sto male quando guardo le altre ragazze fidanzate ed io, che alla fine sì, mi reputo grassa, ma tutti mi dicono che in realtà non lo sono, sono ancora single e con una vita schifosa, perché mi vergogno ad andare in giro e in spiaggia.

Non ce la faccio più, voglio cambiare. 

Gio

07

Mar

2019

persone male

Sfogo di Avatar di farnightfarnight | Categoria: Altro

ogni tanto conosco persone o sento di persone che mi fanno stare male

intendo persone nate nel posto sbagliato al momento sbagliato, che sbagliano a loro volta di conseguenza
persone che eventualmente mancano tutte le chance di redimersi
non so, forse persone fatte male

la cosa che più mi fa male è che nessuno le aiuta, anzi, infieriscono
e loro reagiscono con odio, cosa devono fare, non esiste altro
e il ciclo continua, senza speranza 

Tags: triste

Mar

19

Feb

2019

Beccato a barare per una verifica

Sfogo di Avatar di uno studente depressouno studente depresso | Categoria: Altro

Dio mio... Ho tanta ansia per questo anno, studio bene e mi comporto sufficentemente, ma sono un coglione. Sono in 3a media e capite che ci sono gli esami... Ho una prof che mi detesta e gli sto sul cazzo, oltretutto devo fare la tesina e sono l'unico della classe a cui non ha aiutato a farla, in questo 2o quadrimestre sto cercando di comportarmi meglio... Ma oggi (19/02/2019) ho fatto una cosa cosi piccola ma cosi grande: avevo ansia per la verifica di geometria e non mi ricordavo le formule, me le sono scritte sul braccio il giorno prima e io arrivato a scuola alla fine dell'ora di inglese stavo parlando con un mio amico e si era intravisto il braccio per poco... CHE COGLIONE CHE SONO STATO! La prof di inglese lo ha visto e all'inizio gli ho detto che me lo ero fatto per fare lo scemo ma dopo che ha intravisto delle A e delle √, AVEVA SUBITO CAPITO...HO PENSATO CHE ADESSO SONO FOTTUTO e meno male il mio amico a fianco gli ha detto che era per una verifica scorsa... Mi ha detto ok prima o poi lo andra' a sapere. Arriva la prof dopo la ricreazione (di geometria) ho subito pensato: TI PREGO PROF DI INGLESE VATTENE VATTENEE!! E POCO DOPO CHE LEI SE NE ERA ANDATA LA PROF DI GEOMETRIA HA DETTO DI PREPARARSI PER FARE LA VERIFICA, LA PROF DI INGLESE HA SENTITO E SUBITO HA DETTO DI ANDARE A TOGLIERMI LE SCRITTE, non se ne andavano. L'ANSIA SALIVA, PERCHE' ERO STATO ANCHE L'UNICO IMBECILLE A FARMI BECCARE DALLA PROF (inoltre il 97% della classe stava barando T-T) la prof di geometria ha detto che era calma quel giorno e mi ha lasciato fare la verifica con il braccio con le scritte per tutto illeggibili ToT. Oltre tutto ho fatto la verifica senza guardare le formule... Sono pure cosi bravo ad non aver barato dopo che mi sono beccato questa roba.

Torno a casa... Apro il registro elettronico (FRAM) vedo in comunicazioni:

Gentile famiglia si informa che oggi *il sottoscritto pentito* aveva trascritto le formule necessarie per la verifica di geometria sul suo braccio sinistro.

Ne terrò chiaramente conto nella valutazione finale

Cordiali saluti

*Nome prof che prima o poi gli diro' la mia sincerita'*

 Ne terrò chiaramente conto nella valutazione finale--->Capite la gravita' della cosa TOTora sia mia madre e TUTTE le/i prof mi staranno addosso!!!ToT 

Aiutatemi vi prego sono in uno stato di paranoia... SPERO che non mi valutera' cosi male nel voto finale!! ;_; 

Che io non riesco a convivere con una tale cosa addosso :( ditemi come togliermelo dalla testa vi prego, speriamo in piu' anche che questa nota non sia pubblica...SPERO ;-) 

speriamo mia madre non lo venga a sapere senno' rip 

Il problema e' piu' che devo concentrarmi sullo studio e sono in fase adolescenziale :(

 

Mar

05

Feb

2019

Mi sento molto sfigata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non sono mai stata brava a socializzare e purtroppo questo ha causato in me poca autostima e poche amicizie. Ultimamente la mia vita sta andando peggio a livello sociale. Sono costretta a passare le giornate a studiare chiusa in casa, ma il problema è che quelle poche volte che esco mi sento come sperduta e imbranata, quando mi capita di conoscere qualcuno il massimo che faccio è annuire e sorridere durante una conversazione, non riesco a sentirmi libera di parlare, ho come qualcosa che mi blocca e nella mia testa penso "dico questo o non lo dico" e ovviamente finisce che sto zitta a fare scena muta. A volte mi sento la testa in uno stato confusionale e di stanchezza e l'unica cosa che penso è "ma chi me l'ha fatto fare ad uscire fuori di casa", è brutto perché facendo così mi sento di non maturare e di non distruggere la mia timidezza. Mi sono anche accorta che quando esco di casa e magari cammino per strada faccio di tutto per non incrociare lo sguardo degli altri, è una cosa che mi porto dietro da tanto tempo. Anche quando sto conversando con qualcuno mi imbarazza troppo guardare l'interlocutore negli occhi. Siceramente è una cosa che vorrei superare, ma più mi impunto a migliorarmi e più faccio schifo. Mi riuscite a dare qualche suggerimento su come "sbloccarmi" e non sentirmi impacciata ad ogni gesto che faccio? Perché sono arrivata un po' all'estremo, mi capita addirittura di sognare di avere una vita sociale intensa e appena mi sveglio mi sento proprio uno schifo e ho paura che andando avanti con gli anni rimanga sempre allo stesso punto, senza amici e sola. 

Mar

25

Dic

2018

Che famiglia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Che tristezza, che abisso, la diversità della famiglia del mio ragazzo e la mia.

Quella del mio ragazzo festeggiano tutte le feste, mi hanno invitato alla vigilia.. Sua mamma ha preparato una cena da chef. Tutto in stile raffinato e moderno. Mi hanno riempita di regali e di dolci parole.

Addirittura volevano che pranzassi con loro a natale. 

Io a natale sono voluta tornare a casa mia. E mi son trovata una scena triste. Mio papà sul divano a guardare la tv, e mia madre in cucina a fare una misera pasta. Solito cibo di tutti i giorni, soliti discorsi, nient'altro. Esordendo con frasi :che mal di testa che ho, non ho voglia di fare niente, srupido natale,odio le feste ecc. 

La madre del mio ragazzo nonostante lavori e la mia no, non si lamenta mai, le piace fare da mangiare e lo fa volentieri.. Mi accoglie con il sorriso e un abbraccio.

Invece in famiglia mia sempre tristezza e sembra un giorno qualunque dove ognuno dice e fa quello che gli pare, anche cose brutte. Niente pranzo con i parenti, niente regali. 

Io ho fatto regali a tutti e bigliettini.. Mi viene da piangere. 

È brutto quello che sto per dire.. Ma mi sento più vicina nei modi di fare e di pensare alla sua famiglia invece della mia. 

:( buon natale

Io a casa da sola in camera a guardare la tv. 

Tags: triste

Ven

21

Dic

2018

Bruttina e verginella

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Odio tremendamente me stessa per questo perché va contro tutti i miei principi ma trascrivo ciò che veramente penso : Voglio essere attraente per qualcuno. Ho 20 anni e mai nessuno si è avvicinato a me per chiedermi qualcosa su di me ma sempre domande sulle mie maledette amiche dalle chiome fluenti, la pella candida e i nasini tremendamente piccoli. Il problema è uno solo: ho un brutto viso. Il mio corpo è ok, alta e con delle belle forme, ma ciò che non va è il mio stupido e sgangherato viso. Gli occhi enormi alle Betty Boop, il naso con la gobba e le labbra tremendamente sottili. Ho il colorito smunto di corpo morto e a peggiorare le cose ci si è messo anche l’acne che mi ha lasciato delle macchie rosse sulle guance che, anche se riesco a coprire abilmente con il fondotinta, mi rendono nervosa al pensiero che con un certo tipo di luce possano venir fuori. Aggiungiamoci una bella frangia che non fa che enfatizzare il mio naso e il quadro è completo. A chi può piacere una ragazza così?! Ho degli interessi strani che non coincidono con il mio stereotipo di genere o con le mie amiche , ad esempio la politica, la letteratura, il cinema d’autore e la scrittura (anche se questa cosa la sto scrivendo davvero male poiché  presa dalla foga del momento. Tutti in paese mi credono una lesbica intellettuale ma non è così, anzi sarebbe molto più facile così però purtroppo non mi attraggono le donne ma gli uomini e ahimè io non piaccio a loro. Non desidero un fidanzato o una storia d’amore scontata come quella di tutte le persone che conosco ma voglio semplicemente ricevere apprezzamenti da qualcuno . Mi vergono di questa mia ricerca di attenzione ed è inusuale per me parlarne così su questo sito che ho trovato nel deepweb per disperazione. È l’unico modo che ho di dirlo a qualcuno . Le mie amiche , che in realtà si potrebbero definire conoscenti poiché non ho un legane vero con loro, liquiderebbero questi miei pensieri con “Ma che dici! Hai una bellezza particolare” aka “Sei una cessa, non si può fare niente”. In sostanza non ho veri legami emozionali ed affettivi perché fondamentale non ho trovato nessuno simile a me che può capirmi. Sono chiusa nella mia solitudine accompagnata al disprezzo per me stessa. Il mio aspetto mi impedisce di essere ciò che sono e impedisce agli altri di vedermi per ciò che sono ovvero una ragazza gentile e simpatica. Detto questo ho finito. Spero che non mi prendiate in giro ma questo è quello che sento e per la prima volta mi sento libera di tirarlo fuori sebbene protetta da un rassicurante anonimo.

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10