Tag: triste

Lun

09

Apr

2018

Non lo so

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

non capisco bene cosa mi sta succedendo in questo momento.

ho perso diversi amici, il che rende difficile trovare qualcuno al quale traccintare ciò che mi passa per la testa.

non mi sto godendo nemmeno un secondo della mia vita.

non so se cercare un ragazzo o restare da sola, perché i ragazzi mi annoiano in fretta.

non capisco se sono io ad inciampare costantemente in casi umani che non suscitano il mio interesse o se è colpa mia, che evito i rapporti umani snobbandoli tutti.

non lo so, aiuto. 

Gio

22

Mar

2018

triste

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

da bambino stavo sempre dai nonni dalla parte di mia mamma di rado vedevo i genitori di mio papà, ora che ho 29 anni ultimamente da un pò di tempo andavo a trovare la nonna che oramai era sola e vedova di 86 anni, avevo riallacciato un rapporto speciale, ha sempre voluto vedere il mondo ma non aveva potuto da giovane, cosi avevo iniziato a portarla al mare a fare barbecue sulla spiaggia mentre pescavo, adirittura al ristorante giapponese piccole gite al lago, le telefonavo ogni sera ci facevamo delle risate quando gli dicevo cosa fanno le ragazze/ragazzi adesso, gli potevo dire tutto quello che volevo lei non si sconcertava anzi,le spiegavo i miei problemi e lei mi consigliava sempre nel giusto, rimproverandomi anche quando necessario, una volta avevo avuto un problema con una ragazza e lei è stata l'unica che mi ha capito veramente e messo in riga, adesso ogni sera dopo il lavoro prima di rientrare a casa prendevo il telefono in mano per chiamarla ma purtroppo lei non c'e più e io mi sento solo, la mia fidanzata mi ha confessato che era gelosa di mia nonna e che non ci soffre che è morta non a versato manco una lacrima, pensate che quando parlavo con mia nonna in privato molto spesso mi diceva che le piaceva molto la mia fidanzata perchè le sembrava sincera adatta a me, le voleva fare sempre dei regali, io sinceramente penso di essere sempre stato presente anche per la mia ragazza, in più usavo il tempo libero per andare da mia nonna quando lei lavorava, mica la portavo il sabato sera con noi accidenti, io sinceramente sbagliero ma mi sento tradito schifato, come si fa ad essere cosi egoisti cazzo

Mer

07

Mar

2018

Boh

Sfogo di Avatar di ZahirZahir | Categoria: Altro

Sono nuova su questo sito, non so nemmeno io come sono riuscita a trovarlo, comunque mi è sembrata una buona idea cercare di sfogarmi in questo modo, così evito di parlare alla mia unica amica o alle mie coinquiline delle stesse cose. Come iniziare? Donna di 21 anni che si sente una perfetta stupida e priva di obiettivi. 

Niente, praticamente in tutta la mia vita mi sono sempre sentita la "sbagliata" di tutta la mia famiglia, poi nell'ultimo periodo tutto ciò è peggiorato. Me ne sono voluta andare dalla mia regione e ciò ha portato solo critiche da parte di tutti i miei familiari, giudicandomi come un irresponsabile, come una specie di fallimento e come se fossi un orribile mostro senza cuore per aver lasciato i miei e per avergli fatto sprecare un sacco di soldi per mantenermi dall'altra parte della nazione, facendo sì che il mio senso di colpa continuasse a persistere. Successivamente, quest'ultimo continuò a peggiorare sempre di più, visto che quest'anno non sono riuscita a dare nemmeno un esame e ciò mi fa pensare a tutte quelle volte che mi hanno detto che non ero capace e che non ero portata per andare all'università. Mi ha fatto pensare a tutte quelle persone che mi hanno considerata come la scema del villaggio o come l'ignorante di turno, a quelle "amiche" che mi hanno sempre parlato male e che non mi hanno mai considerato all'altezza di poter vivere da sola. Ma sapete qual è la cosa che fa più male? è sapere che sono arrivata fin qui e aver scoperto di non avere più un sogno nel cassetto, ma soprattutto, di non sapere più quello che voglio fare nella mia vita. 

Ho paura, ho paura di aver sbagliato tutto, ho paura di mollare perché altrimenti darei soltanto la soddisfazione a tutti quelli che mi dicevano che non ce l'avrei mai fatta, ho paura di dare delle delusioni ai miei, ho paura di non aver nessun futuro, ho paura di essere il fallimento della mia famiglia. 

Ma in tutto ciò, mi si pone un'altra domanda: se lasciassi tutto, magari tornandomene a casa, cosa potrei mai fare? 

Non mi sento all'altezza di niente, mi sento inutile, mi sento come se fossi incapace di fare qualunque cosa. 

Comunque, non so perché vi ho parlato di tutta questa storia, non credo che qualcuno di voi possa capirmi e forse, dopo tutto questo discorso, mi considererete anche una bambina che dà retta a ciò che dicono gli altri, ma sapete non è facile! Soprattutto quando hai un'autostima di merda ed anche le persone che dovrebbero starti vicine e capirti non ci sono. Il prossimo non fa altro che giudicare. 

Che dire? Sono davvero stanca. 

Tags: help, sola, triste

Mer

31

Gen

2018

Sono stanco della pornografia.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Seguo il nofap (astenersi da qualunque tipo di masturbazione PORNOGRAFICA) da un paio di mesi, e la mia serie più lunga è stata di 27 giorni, poi, il cervello diventa una merda.

È come se una voce richiedesse: fallo fallo fallo, una DIPENDENZA vera e propria.

Per molti non sarà importante il fatto, di smettere di guardare porno e masturbarsi, ma se solo le persone si i formassero di quanti benefici ci sono nel cancellare la pornografia e piantarla con le seghe virtuali, noterebbero che i benefici si vedono, solo dopo qualche giorno, e io fallisco, odio me stesso per questa cosa, il mio insignificante ego, non vuole lasciarmi proseguire.

Oggi dopo 22 giorni, sono "caduto", e sono stufo. Stufo di essere uno schiavo di un video di merda, che causa solo sofferenze inconscie e dipendenza pornografica.

Vi giuro, so gia che chi risponderà magari darà poca importanza a questo sfogo, ma realmente mi sento incapce di avere un controllo sulla mia mente, non riesco a capire come altre persone.arrivino a 200 se non di più giorni.. sono cosi frustrato.. mi odio da un lato.. odio di non portare mai a termine ciò che inizio.. sotto questo aspetto non farò mai carriera, sono.destinato a fallire, lascio sempre le cose a metà, e questa storia del nofap, non fa altro che dimostrarmelo.. tristezza pura. 

Mar

02

Gen

2018

Gatto di merda e altri problemi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Io sono stanca, esausta, non ce la faccio più. Sono 2 mesi che mi sono trasferita dal mio ragazzo, a 400 km da casa. È stata una scelta quasi obbligata in quanto a casa mia era un inferno. Con i miei mi sono lasciata male e tutt'ora non mi danno un minimo di appoggio. Si vergognano a dire ai parenti che me ne sono andata, non gliene frega un cazzo della mia vita e mia nonna continua a farmi terrorismo psicologico facendomi credere che mio padre venga colpito da infarti o che se vogliono possono arrestarmi per essermene andata. Qui la vita è piatta, monotona. Sia io che il mio ragazzo stiamo cercando lavoro. Non ho amici, non conosco nessuno e lui passa il tempo a dormire (sono le 17.40 e non si è ancora alzato dal letto) o a giocare al pc. Mi sono anche interessata ai videogiochi per fare qualcosa insieme, ma non si può sempre continuare così. Non fraintendetemi, lui mi ama davvero tantissimo, ma vorrei anche mettere il naso fuori casa ogni tanto..ma lui non lo capisce. Da quando mi sono trasferita ho problemi con il ciclo mestruale; prima un ritardo di quasi 20 giorni, poi un ciclo davvero tanto abbondante, una settimana di perdite durante il mese e adesso è ancora in ritardo. I due test di gravidanza che ho fatto erano negativi. Tutto questo è ulteriore fonte di stress. Il suo maledetto gatto di merda mi ha rotto abbondantemente il cazzo. Carina e tutto (riesce ad essere molto dolce), ma sta diventando assillante e inizia a farmi paura. Non posso usare il telefono perché appena vede il riflesso dello schermo mi salta addosso, se mi cambio i pantaloni mi graffia, se cerco di spostarla mi morde e quando dormiamo passa le ore a graffiare sulla porta perché vuole entrare. Vorrei buttarla giù dal balcone. Ormai quando la vedo mi viene l'ansia. Quando sono andata al centro dell'impiego quella cretina a cui mi hanno assegnata non ha capito un cazzo e mi ha chiesto la certificazione del diploma. La scuola non me lo da se non sono presente e io non posso risalire a prendermelo. Ho chiesto ai miei se potevano aiutarmi almeno in questo e hanno acconsentito manco mi avessero dato una concessione cardinalizia. E quella scema del centro non si è fatta più sentire. Mi sento frustrata e sola da morire. Non so come fare. Non posso manco tornare dai miei perché sarebbe come passare dalla padella alla brace. 

Ven

03

Nov

2017

Sono disperata... lo amo, ma l’ho lasciato perché mi pesava la nostra vita insieme!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti... è la prima volta che scrivo, forse perché sono disperata. Fino a qualche giorno fa convivevo da 7 mesi con un uomo. Ci conosciamo da circa 2 anni e stiamo insieme da più di un anno. In questo anno siamo stati bene... tanta passione, semplicità nelle cose quotidiane di tutti i giorni (è stata la mia prima convivenza e mi sono trovata bene nonostante le problematiche che ora vi dirò). Premetto che la casa è sua, sta pagando il mutuo. Lui ha 39 anni e io 24. Ma questo non è mai stato un problema. I problemi principali sono: economici (lui non arriva a fine mese... e non perché butta via i soldi... ma perché tra mutuo e rate della macchina e lo stipendio bassissimo che prende li finisce subito)... così mi ritrovo io (che sono senza lavoro da 5 mesi) a pagare spesso più del dovuto, a prestargli 50€ a fine mese (che mi ridà sempre) e a rinunciare a tutte le uscite. Non usciamo MAI.); il secondo problema è il posto in cui viviamo... cioè controllati 24h/24 da un vecchio antipatico che ci rompe sempre le scatole, che ci controlla, che ci fa domande, che ci spia... insomma io non mi sento libera di uscire di casa perché ho il peso di questo qua!!! Il terzo problema è un po’ la mentalità diversa... io del nord e lui del sud... che in alcune cose quotidiane viene fuori; e infine il fatto che lui vorrebbe una famiglia tra 2/3 anni mentre io ho sempre detto “figli dopo i 30 anni!” (Anche perché in queste condizioni economiche come si fa???)

Insomma... ho avuto una crisi enorme dopo mesi e mesi di stress (anche per altri motivi personali) e ho fatto le valigie. Il problema è che mi manca!!! Mi manca tanto il suo bacio del buongiorno, la cena insieme a lui, dormire abbracciati... perché anche se siamo diversi, se la nostra vita probabilmente fa schifo e mi stava limitando tanto la mia, se la differenza di età che ora non pesa ma tra 10 anni potrà pesare... ecco... io lo amo ancora.

scusate se mi sono dilungata... avrei tanto bisogno di un consiglio o di qualche parola di conforto.

un saluto a tutti.

G. 

Mar

15

Ago

2017

Non sono perfetta come tutti vogliono

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non sono la ragazza che i miei genitori volevano, sono il contrario di mia madre. Non sono mai stata come lei, a volte mi ripete che sono stata la sua più grande delusione. Lei non capisce che facendo così mi fa sentire male..sono stata dall'asilo fino alle medie mira dei miei compagni non mi sono ripresa. Nell'estate 2015 sono stata presa di mira da degli miei "amici"

Non c'è la faccio più a volte vorrei non essere mai nata. Io lo so che mia madre vorebbe una figlia come mia cugina, è bella, simpatica, dolce ha un bel ragazzo, ha una famiglia felice. In famiglia sono in 5

vorrei essere come lei, avere tanti amici, rendere felice i miei genitori, uscire con il mio ragazzo o con dei amici.

Ho 13 anni che mia mamma non mi permette nemmeno di scendere da casa per comprare il pane, sono ancora una bambina per il Mondo. Quando mi farà uscire un giorno sono sicura che mi succederà qualcosa perchè non conosco i pericoli. 

Aiutatemi non c'èla faccio più

Gio

10

Ago

2017

Convivo, stiamo insieme, con il mio compagno da 2 anno e mezzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Oggi sono 2 giorni che io e il mio compagno non ci rivogiamo parola. L altro ieri, siamo usciti con amici in tranquillità, quando ci siamo ritrovati ubriachi (almeno, io).. mi sono allontanata per salutare un amico e tornando, un amica mia mi ha detto che una ragazza aveva detto qualcosa a l orecchio del mio lui (in un modo sensuale deduco, sennò non sarebbe venuta a dirmelo).. però ne la mia amica ne il mio compagno volevano dirmi chi era.. allora ho ripetuto al mio compagno di darmi il nome oppure gli tiravo uno schiaffo in faccia. (Mi ha fatto sentire come se fosse contro di me, ma in una coppia ci si sostiene a vicenda, almeno per me, anche se lui fosse in torto io sarei con lui).. Siccome io sono una che non si rimangia quello che dice, inoltre stavo alticcia per l alcool, allora gli ho tirato uno schiaffo, e in mezzo a tanta gente sono andata diretta a una, a chiedergli se fosse stata lei a dirgli qualcosa a l orecchio, e mi risponde di si.. (probabilmente da lucida gli avrei fatto altre domande del tipo "cosa le hai detto? Perché all orecchio?" Etc.). A quel punto, invece, le ho tirato un sinistro, dicendole che non doveva permettersi e che se l era meritato tutto.. (anche perché è l ex di un amica mia, quindi era anche da parte sua, glie l ho dedicato 😅). Non ha reagito, meglio, perché questa cosa mi ha placato. Avrei  voluto vedere che avrebbe fatto lei al mio posto.. in tutto questo, prendiamo e ce ne andiamo ma il mio compagno era incazzato nero con me. Che avrebbe fatto lui?! Voi che avreste fatto al posto mio?.. poi la sera dopo volevo parlarci da lucida con questa e sono uscita con 2 amiche mie perché con il ragazzo non ci parlavamo, (infatti non so la sua versione) però non si è presentata, e Peggio che mai si è presentato lui!allora ho attaccato con i bicchieri di vino, di nuovo, perché dispiaciuta per quanto successo (specifico che non bevo mai, non mi piace l alcool vista la reazione su di me, come immagino a molti).. non l avessi mai fatto, siamo andati a litigare di brutto ci siamo alzati le mani, e prima che la situazione degenerasse, gli ho chiesto di andare a casa, insieme.. mi ha risposto di no, e la situazione è degenerata.. mi sembravo na matta, manco lui si è regolato, mi sento responsabile perché l ho istigato parecchio.. molto è stato l alcool perché non sono una tipo così, amo le coccole i baci sono affettuosa con le persone, generosa, mi piace aiutare chi in difficoltà, contando anche tanti difetti.. ma sono pacifista!! Ora non ci parliamo, però vorrei chiarire con lui.. non saprei come fare perché sta volta siamo andati sul pesante.. però è anche vero che stamattina mi sono avegliata e ho pensato che forse non siamo fatti l uno per l altra.. aiutatemi, vi prego! Spero di essermi spiegata! Consigliatemi il meglio.. grazie in anticipo 😊

Tags: triste

Mer

12

Lug

2017

Non mi coccola più

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho 19 anni e sono fidanzata da 3...all'inizio era magnifico...coccole a non finire e mi dava dei baci che mi toglievano il fiato...ma ormai da un anno a questa parte neppure mi guarda più...la sera si addormenta sempre...ama i preliminari ma solo se li faccio io...nn gli va mai di fare l'amore...mi bacia solo se gle lo dico io e neppure un bacio passionale ma uno a stampo...non mi tocca ne coccola...una volta nn toglieva le mani dal mio corpo e adesso invece gle le devo mettere io...nn so cosa pensare... e come se in lui si fosse  spenta l'attrazione per me...a volte gle lo chiedo ma dice di no e che nn ci fa neppure caso a certe mancanze....ma gle lo dico ogni Santa sera...e come se facesse finta di non sentire :( mi sento così stanca a stargli dietro...vorrei solo una relazione normale...vedo quelle coppie che si baciano e abbracciano e mi viene una tristezza immensa...

Lun

10

Apr

2017

sono triste

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti , ho 19 anni e sono stanca di vivere cosi. Sono sempre stata molto timida , non sono mai riuscita a socializzare con i miei coetanei, la mia famiglia non ha mai fatto niente per spingermi a parlare con loro. Ho solo un amica delle superiori che vedo pochissimo perché è occupata con l'Università. Non ho mai avuto un ragazzo, non ho neanche mai dato il mio primo bacio. Tempo fa sono stata presa in giro per il fatto che non cresco, la pubertà non mi ha mai aiutata, sembro una bambina di 12 anni. Nessun mi vuole davvero, io sono sempre stata messa al secondo posto.tutti erano più importanti di me.  Vorrei tanto incominciare l'Università per fare infermieristica ma la mia famiglia non se la può permettere. Quando ero piccola avevo un sogno ma non ho potuto realizzarlo, volevo diventare ballerina di danza classica . ma in quel periodo era morto mio padre e mia madre non aveva la possibilità di farmi fare questo sport. Mi manca mio padre anche se non lo ricordo.   Non riesco a trovare lavoro . ultimamente mi ero presa una cotta per un ragazzo più grande che Lavorava in farmacia ma adesso non lo vedo più . mi manca , era una persona stupenda.  Scusate i miei eventuali errori di ortografia ma sto scrivendo velocemente perché mi si sta per spegnere il cellulare. Grazie per l'attenzione .

Tags: triste
Succ » 1 2 3 4 5 6 7

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti