Tag: solitudine

Dom

08

Lug

2018

Presa in giro

Sfogo di Avatar di Feb7Feb7 | Categoria: Ira

è una vita che mi sento e vengo presa in giro, usata, maltrattata, non considerata; ho 27 anni , un adolescenza brillante e un inizio di età adulta abbastanza infantile. Sono stata vergine fino a 20 anni e non per bruttezza, bensì per incapacità del mio primo fidanzato nel farmi sentire a mio agio. All’alb Dei miei vent’anni conosco un uomo di 31 anni che piano piano riesce a sciogliermi ...: dopo con lui il rapporto è naufragato ed io mi sono data alla pazza gioia, insomma ho recuperato gli anni persi. Arrivata a 21 anni conosco il mio ultimo ragazzo , con cui sono stata sei anni...... un rapporto bipolare perché alternavamo giorni da dio a giorni da cani, soprattutto perché nel tempo lui si è sempre comportato in modo strano con me... all inizio con un contatto falso di Facebook invitava una MIA AMICA (ex anche lei) a casa sua per sparlare di me ../ tutto a mia insaputa e senza una ragione e solo dopo pochi mesi che lo conoscevo ..... dopodiché dopo mesi lo perdonai e tornammo insieme .... dopo un po’ inizio’ a non farmi studiare perché lui era disoccupato e non aveva un cavolo da fare ...... ho buttato due anni di università così ... poi mi ammalo gravemente... vado fuori corso all università data la lunga convalescenza... ci lasciamo perché era insopportabile, non capiva la mia condizione precaria di salute e non capiva neanche il mio prendere la vita più pesantemente ...... poi ancora una volta torniamo insieme ..... ci lasciamo, lui vede un altra e me contemporaneamente.... per sesso ..... non mi va giù , io inizio a rifarmi una vita e lui non mi lasciava stare un attimo ... e così via per sei lunghi anni, di casini in casini senza mai provare cosa significhi essere sereni senza dubbi. Io però ero innamorata. Ma negli ultimi anni.... sembravamo inseparabili.... io credevo in lui come mai ..... ho anche lavorato per un paio di anni...... perdo il lavoro, lui non mi faceva mancare nulla..... ma soprattutto l’affetto, vero. Cioè credevo! Cosa accade? Che vengo contattata da un fake che mi dice che lui , tramite una sua vicina, voleva uscire con la sorella (tra l’altro di dieci anni più grande sposata con figli) ..... e con queste persone già c’erano stati precedenti ma almeno di quattro cinque anni fa. Ebbene decido di credere a questo messaggio... considerando anche un amico che, neanche pochi giorni prima, mi fa ... ma Mario ce L ha sempre la testa a fare il cretino? 

Dopo sei anni... va bene così . Perdonatemi la confusione ma è difficile non avere neanche un amico con cui parlare e 2190 giorni di presa in giro da smaltire !!!!!! 

Sab

07

Lug

2018

la mia vita fa schifo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

sono le 22:26 di sabato sera, ho 21 anni e sto già al letto perché mi stavo annoiando. Apro instagram e vedo tutte le persone della mia età avere una vita sociale, un ragazzo o una ragazza. Li vedo nelle storie che a quest'ora escono e tornano alle 6 del mattino, tutti i loro video in discoteca, foto tra amici con i bicchieri in mano, il giorno dopo che si taggano e sono felici. E io qui, da sola, senza nessuno (e quando dico nessuno intendo proprio nessuno, non come certi che intendono 2 o 3 amici, io ne ho 0). Gioco al pc, mi sento una sfigata, piango e vedo le stories degli altri che si divertono come tutte le persone normali della mia età. 

E non venitemi a dire "eh ma sono cose da stupidi la discoteca, l'ubriacarsi, il taggarsi il giorno dopo" perché non mi solleverà il morale, anzi credo che non sia affatto stupido e che nella vita serva anche questo ogni tanto. Io esco si e no una volta al mese da casa mia, penso in continuazione, penso al suicidio ma non ho il coraggio nemmeno per fare quello. Non trovo lavoro, non posso andare che ne so in palestra perché, ovviamente, i miei non possono permetterselo. A settembre però comincerò un corso per diventare estetista, se da una parte sono felice di uscire da questa casa che sta diventando la mia galera con mia madre che sta diventando insopportabile, dall'altra sono spaventata.

Ho paura di essere vista come quella strana, di essere presa per il culo, di essere isolata e di non riuscire a parlare anche se sono mesi che mi sto preparando psicologicamente, e quelle poche volte che esco mi sforzo di parlare con la gente senza sembrare una cretina goffa e ritardata.

Purtroppo non ho amici perché ho passato l'adolescenza a fare l'idiota strana che andava contro tutti e doveva fare per forza la diversa del cazzo. Me ne pento amaramente di non essere stata mai me stessa per apparire alternativa. Nessuno si è mai accostato per fare amicizia perché io dovevo mostrarmi superiore a tutti. Brutta cogliona. Guarda come ti sei ritrovata, 21 anni e stai al letto a casa da sola, già alla terza canna in un'ora, invidiando gli altri che si divertono.

Come se non bastasse ci si mette pure mia madre che invece di consolarmi e aiutarmi mi dice che sono una delusione, che come mi trucco fa schifo e non mi si accosterà mai nessuno (eyeliner e ciglia finte e un po' di fondotinta manco a dire chissà cosa porto), che se esco mi vesto troppo provocante e sembro una poco di buono. Sempre a strillare che devo pulire casa perché sono una donna ed è giusto così.

Mi sento uno schifo. Una ragazza persa qualunque.. 

Lun

02

Lug

2018

Parliamone.

Sfogo di Avatar di HerbrowHerbrow | Categoria: Altro

E' da un po' di tempo che cercavo un sito del genere.
Ultimamente la solitudine ha preso sempre più piede nella mia vita. 
Sinceramente non so se questo sia il sito più adatto dove scrivere tutto ciò, ed in effetti non saprei nemmeno sotto quale ''categoria'' inserirlo.. 
Però io ci provo, magari ci sono altre persone in questa situazione che hanno bisogno di parlarne oppure hanno qualche consiglio, insomma, come inizio credo possa bastare. A presto.

-A 

Mar

26

Giu

2018

Inamabile

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

A volte ho la sensazione di essere una persona che non si può amare. 

Ven

22

Giu

2018

magrezza

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

avete presente quando siete stanchi di tutto? quando vorreste solo prendere il primo treno ed andare via? ecco io mi sento così. 

sono alta 1,74m e peso 46kg. ho questo peso non perchè io non mangi, ma semplicemnte perchè sono sempre in movimento facendo molto sport. 

Una mattina mia madre mi ha alzato e mi ha fatta pesar davanti a lei.da lì ha iniziato a sclerarmi contro. 

mi definisce una malata mentale e per questo motivo martedì mi porterà da uno psicologo. 

Io non so più cosa fare, sono delusa da tutti. delusa del fatto chenessuno mi ascolti e capisca che sto bene così. Solo mio padre sembra provare a capirmi. 

Mer

30

Mag

2018

Sto litigando con il mio ragazzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono tre giorni che litigo con il mio ragazzo e sono tre giorni che nemmeno mi guarda in faccia. Io vivo con lui, nella sua città a centinaia di chilometri dalla mia di origine. Tutto è nato perché è un periodo che non ho voglia di fare l'amore. Non so nemmeno io perché e questa cosa mi fa stare malissimo. Lui all'inizio mi diceva che "non ti preoccupare, non importa. Abbiamo tempo" e dopo un paio d'ore si incupiva, quasi non mi parlava più. Io gli chiedevo scusa, mi sentivo mangiata dal senso di colpa e lui ancora a dirmi "stai tranquilla". Le cose sono andate avanti e ora non mi guarda più, non mi parla più, nemmeno mi saluta al mattino. Non so da quanto tempo è che non mi fa una carezza o mi da un bacio perché mi dice che se me le fa poi gli viene voglia e a me non va. L'unico contatto fisico ricevuto da parte sua negli ultimi tempi è stato provare "scherzosamente" a mettermi la mano tra le gambe e ad appoggiarmelo, ma quando lo scansavo perché mi dava fastidio se la prendeva. Lui ha un pc, passa il tempo a svagarsi con quello e ci sono pure dei ragazzi online con cui parla spesso. Io sono sola, non ho nessuno. Non ho amici qui e passo tutto il giorno seduta sul letto a guardare il telefono. Non posso nemmeno sfogarmi con nessuno e mi sembra di morire. L'altro giorno gli ho detto per l'ennesima volta che mi sentivo sola, chiedendogli per favore di passare un po' più tempo con me e magari di uscire un po' (sono due settimane che non usciamo a fare qualcosa insieme); la sua risposta è stata "se vuoi uscire, vai, mica ti trattengo. E poi se ti annoi puoi fare qualcosa anche tu". Nemmeno il tempo di andare in bagno un secondo a sciacquarmi la faccia che lui era già tornato al suo pc. Mi sono sentita davvero presa in giro perché viviamo insieme, sa che non conosco nessuno, non guido per colpa dell'ansia , il mio pc praticamente non si accende più..cosa dovrei fare? Lui è l'unica persona che ho vicino al momento. E da lì non mi ha più parlato né guardato. Ieri notte sono uscita a farmi un giro perché non riuscivo più a stare dentro casa, sono tornata dopo un'ora e mezza e lui manco si è accorto subito che ero rientrata (era sveglio, mi ha vista andare via e non si è nemmeno offerto di accompagnarmi. Se non lo salutavo io prima di andare, manco mi avrebbe detto "ciao"). Tutt'ora non sa dove sono stata e cosa ho fatto. Non gli frega proprio di niente. Poi quando siamo a tavola con i suoi mi parla come se niente fosse e io cretina che gli reggo il gioco perché sono una persona riservata e non voglio che loro sappiano che stiamo litigando. Ma vaffanculo, va. Prima mi si è avvicinato e mi ha chiesto "ma se io non vengo a parlarti, quanto andrà avanti questa storia?", io gli ho risposto che non lo sapevo e lui ha detto "ok, dai. Vediamo un po' quanto dura" e si è rimesso al pc. Ma io dico, questa situazione non l'ho voluta io, non mi sono svegliata un giorno dicendo "facciamo che d'ora in poi la mia libido sarà totalmente azzerata yuppi che bello". Io ci sto di merda e lui si sta comportando come un coglione. Dovrei anche chiedergli scusa? Oltre a sentirmi in colpa dovrei pure sentirmi responsabile per i tuoi comportamenti del cazzo? Quanto vorrei spaccargli quel computer di merda, così magari tornerebbe a darmi un minimo di considerazione. Sinceramente non capisco perché si comporta così, è sempre stato molto dolce e attento con me. In passato avevo anche provato a parlargli (facendo delle ipotesi perché io ancora non so perché non ho più voglia di fare sesso), spiegandogli  cosa secondo me andava cambiato per invogliarmi maggiormente ad avere rapporti, ma lui queste cose non le ha mai messe in pratica. Non so più cosa devo fare, davvero. Mi sento così triste e sola. 

Gio

17

Mag

2018

Sono rimasta sola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

 

Sono rimasta compleatamente sola. Avevo delle amiche, ma a quanto pare vige la regola secondo cui appena trovi uno straccio di ragazzo o amici con la macchina automaticamente escludi quell'amica sfigata, non patentata e non abbastanza popolare da garantirti il tot di like per ogni selfie (non posto mai foto e detesto i selfie, tutta roba per egocentrici con discutubili smanie di protagonismo - ovviamente non vale per tutti, ma almeno l'85% di chi se li fa corrisponde pienamente a quella categoria). Solo un anno fa uscivo e almeno tre volte a settimana ci si vedeva per un caffè o per un film, adesso neanche il sabato passo fuori (chiusa in casa, e ho 20 anni cavoli, 20 anni!) e al massimo ci vediamo solo quando  vogliono e possono loro (e io ogni tanto invento impegni e salto l'incontro perché non mi va di passare perla sfigata e senza amici - che poi è quello che sono). Cosa è cambiato da un anno all'altro? Semplice: c'è chi si è fidanzata (di cui due per la prima volta) e chi si è fatta degli amici con la macchina, chi degli amici se li è fatti ma con o senza macchina li trova più spassosi di te e chi... beh, e chi semplicemente si aggrappa ad ogni scusa pur  di non vederti. Ho passato mesi a farmi millemila esami di coscienza ma niente, e ad un certo punto ho realizzato che non dovevo fare altro che rassegnarmi.

Dire che ci ho anche parlato ma non è servito a un bel niente perché addirittura alcune mi hanno consigliato di trovarmi anche io un ragazzo (come se avessi bisogno di un ragazzo per realizzarmi, e maschilismo a parte non sfruttarei mai una persona per i miei comodi), quelle che si son fidanzate per la prima volta, ancora peggio, mi hanno fatto capire che una volta fidanzate si esce solo con il ragazzo - roba che neanche il Medioevo...

A conoscere nuova gente diciamo che sono un po' impedita... cosa posso fare a parte passare le giornate a torturarmi psicologicamente?? 

Gio

10

Mag

2018

Essere diversi per non essere uguali

Sfogo di Avatar di moondogmoondog | Categoria: Superbia

Non ho mai voluto essere come gli altri. Trovo la società odierna in una situazione talmente degradata che difficilmente può essere salvata. Sono un ragazzo che il prossimo mese compirà 18 anni e fino a questo momento mi è sempre sembrato di non essere vissuto affatto. Sono 4 anni ormai che non esco la sera per fare una passeggiata o bere una birra con amici, proprio perché non ho amici. Ho tentato diverse volte a cambiare gruppo ma non mi sono mai inserito; le persone lì fuori sono sempre le stesse. Sono maleducate e arroganti, pronte di gettarsi nel pericolo per un minino di attenzione. Certo delle volte sono fiero di essere un ragazzo con la testa sulle spalle anziché un tizio che pensa solo a bere e fumare per fare colpo,ma darei tutto per vivere un solo minuto della loro vita. Inizio ad essere stanco di uscire da casa solo per andare a scuola. Inutile dire che non farò feste per i miei 18 anni. Quando vedo qualcosa che ha a che fare con l'amicizia inizio a starci male. Forse era meglio nascere stupido, cosi non avrei mai scritto questo post.

Mar

08

Mag

2018

Avere nulla per un cervello

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

È da fin troppo tempo che mi trovo in questa situazione e spero di non essere l'unico. Da alcuni anni mi trovo leggermente diverso rispetto il ragazzo che ero solito essere. Non ho ancora capito se sono io ad essere cambiato oppure il mondo a me circostante... Forse l'aggettivo asociale mi identifica al meglio; non ho amici, non esco la sera e non do retta ai social e roba varia. Ci ho provato fin troppe volte, cambiando gruppo sera dopo sera ma alla fine ho avuto la conferma che i ragazzi (e ragazze) là fuori sono troppo stupidi, maleducati e scortesi con tutti, che pensano solo a fare i grandi bevendo o fumando, mettendosi in pericolo per nulla. Forse sarò brutto, forse sarò troppo "studioso" per loro ma pian piano questa cosa mi sta facendo del male. 

Non esco da 4 anni e a breve farò 18 anni (inutile dire che non farò alcuna festa). Mi sembra di vivere solo quando vado a scuola ed inizio a preoccuparmi per la fine della scuola e l'arrivo dell'estate (la quinta chiuso in casa)

Cosa starò sbagliado? Alcune volte darei tutto per vivere anche un solo minuto della loro vita spensierata.  

Gio

03

Mag

2018

PENSIERI COMPULSIVI

Sfogo di Avatar di ChangessssChangessss | Categoria: Altro

Non sopporto più che ogni tot me ne esco con qualche pensiero compulsivo davvero insulso, mi fa sentire fuori dal mondo, soprattutto  se è un pensiero brutto. Adesso capisco i motivi del mio stress e dell'ansia.

Il fatto è che non conosco nessun'altra persona con questi problemi così "insulsi". (Come dopotutto i miei pensieri sono insulsi).

E poi odio essere troppo sensibile, sono sempre l'unica che si commuove per cose che lasciano le altre persone al minimo leggermente scosse.

 Insomma, non mi sento normale e quindi non mi sento bene.

Un conto è essere particolari, un altro è essere "malati?"

Mi sento fissata dalla gente sempre, per la stranezza del mio carattere.

Insomma, sono uguale a mio papà, dice mia madre; nervosa, irrequieta, sensibile, impaziente, piena di insonnia e altre cose così.

I miei sono divorziati.

Mi chiedo se qualcuno potrà mai apprezzarmi, o in qualche modo dovrò cambiarmi, anche se è davvero complicato.

In più non vorrei una persona piatta, ma che abbia i suoi alti e bassi, con cui condividere la mia pazzia.