Tag: madre

Ven

15

Mar

2019

Solitudine e incomunicabilità con madre anziana

Sfogo di Avatar di OldJoeOldJoe | Categoria: Altro

Ultimamente sto riscontrando in mia madre (87 anni) gli stessi sintomi che presentava mia nonna alla stessa età. E cioè non è presente, mi ascolta sì e no, non recepisce quello che tento di comunicarle. Declino cognitivo è il termine medico corripondente. 

Un po' è sorda, un po' è maleducata perché mi interrompe mentre parlo (lo fa anche perché è sorda. Fa fatica ad ascoltare e allora parla.). E io mi arrabbio, che non serve a niente e fa male alla salute.
Devo farmene una ragione, ci sto provando.

Poi minimizza sempre i miei problemi e i miei bisogni e questo mi dà fastidio. Ho fame? Dice che bisogna saper reggere la fame. Idem per il sonno, la stanchezza, il raffreddore, la febbre etc

Le esterno un sentimento, un'emozione, un problema. Provo a parlarle della solitudine che sento da quando mio padre e mia nonna sono morti e siamo rimasti noi due soli. Ma recepisce poco.

Dopo che morì mio padre andò in depressione, non subito ma dopo qualche mese. Morto lui per lei era finito il mondo. Ora, a distanza d'anni la capisco, ma all'epoca mi fece un po' incazzare perché sembrava che si scordasse di me. Il mio ragionamento era "Va bè che sei rimasta vedova ma hai un figlio. Che sarei io. Com'è che te ne sei dimenticata? Non conto un cazzo per te?".

Mi telefona e mi chiede di andarle a comprarle le sigarette. Abito a 15 km da casa sua. Le dico che gliele comprerò in serata quando andrò in città.
Poi le telefono prima di uscire. Il tel squilla a vuoto per un minuto e mezzo ogni volta per poi smettere (time out). Penso a quante volte le ho telefonato in questi ultimi anni. Centinaia di telefonate, ore di TU-TU, frustrazione...

Dopo un po' ritelefono. Mi dice che è uscita a comprare le sigarette perché se aspettava me... (velato rimprovero).

Penso vaffankulo. Non te l'ha ordinato il dottore di fumare, e se per assurdo l'avesse fatto non fumeresti perché ti piace fare come ti pare, il che non sarebbe un male in linea generale, però lo è quando ti intestardisci a fare cose che vanno contro il tuo interesse, e conseguentemente anche contro il mio.

Farò obiezione di coscienza sulle sigarette. Non voglio comprargliele, le fanno male alla salute.

E poi ho dei limiti, non voglio vivere per fare il badante a te. Non sta scritto da nessuna parte che io debba farlo. Chiedi, chiedi, chiedi... Se faccio come dici perdo la salute perché mi trascuro dovendo occuparmi di te.

E quindi stabiliamo dei paletti. Sono abbastanza tranquillo per pensare all'argomento senza arrabbiarmi. Forse ho metabolizzato, chissà... Perché prima mi incazzavo e ora accetto la situazione per quello che è senza tentare imprese impossibili.

Non posso occuparmi di te. Non è il mio lavoro né lo sento come dovere. Sono cresciuto con mia nonna, tu eri troppo stressata per badare a me. Hai sempre avuto problemi a badare a te stessa, pensare anche a tuo figlio è troppo per te. Sei fatta così. Amen.

E voglio andarmene da qui. Ho vissuto quasi tutta la vita nello stesso posto e ho voglia di cose nuove. Mi sto organizzando in tal senso. Prima penso per me, poi SE C'ENTRA penso un po' anche a te. Non ti ho messo al mondo io, è il contrario.

Ciao ma'.

Ven

22

Feb

2019

Stanca di tutto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Stanca di combattere. Stanca di discutere. 

Non sono una persona cattiva. Sono sempre disponibile, gentile con tutti, supporto il mio partner, lo assisto, lo aiuto. In casa mi faccio un mazzo così e lavoro a tempo pieno.

L'unica cosa che voglio è un bimbo. È il mio unico desiderio. E vengo presa a pesci in faccia da 10 fottutissimi anni. 10 anni. Io non so se la gente se ne rende conto. Sono 120 delusioni. 120 cicli persi perché i bisogno del mio ex e del mio attuale compagno erano sempre piú importanti dei miei.

Sto pensando di averlo da sola questo bimbo. In Spagna, in Danimarca....voglio un figlio. E mi sono stancata di sentirmi dare dell'impaziente e dell'egoista. Dopo anni in cui sono stata al 100% presente per le persone intorno a me sono tutto, ma di sicuro non egoista e impaziente. 

 

E ora prendetemi a sassate. Ditemi che voglio un bimbo come giocattolo. Che sono guidata dal mio utero. Che sono stupida e egoista. Tanto lo fanno tutti, ci sono abituata. 

È questo che è diventato il mondo? Un posto che insulta una donna che soffre perché vorrebbe la cosa piú naturale dell'universo?  

Mar

29

Gen

2019

Buenos Aires : Un anno dopo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Grattacieli alti,malavita,gente che balla il tango per strada e molto altro ancora...Ma un momento: E IL PASSAPORTO?

Ebbene signori è stato tutto frutto di uno stato comatoso che mi ha colpito,precisamente uno stato di coma epilettico...brutto vero? Comunque tutto è partito nel 2016 quando stavo mettendo da parte dei risparmi con i quali avrei acquistato un rudere in argentina alla modica cifra di 4.000 dollari almeno cosi' recitava l'annuncio.Ma nel 2016 la mia vita è stata stravolta dopo una lite iniziata prima su un social e poi proseguita con esiti sfociati nel penale nel mondo reale (Sintetizzo:Non le ho prese ma le ho date e avevo all'epoca 26 anni).Soffro di epilessia dal 2007 e dal 2015 in cura con appositi farmaci ma solo nel 2016 fu che cessarono le convulsioni grazie alla giusta combo di farmaci ed oggi non soffro piu' di nulla.Ma sebbene le avessimo stoppate dovete sapere che i miei con complici tutto il viscido e vigliacco parentado mi hanno celato di essere stato in coma epilettico stracciando le carte del ricovero e aggiungo anche altre aggravanti: Hanno tentato e in parte ci sono riusciti a mettermi contro mia madre usando la mia malattia,affermando cose come "potrebbe farti del male" o "è posseduto da demoni" e lei gli è andata dietro e mi crede pazzo!!! Mio padre (del quale ho sentito dire non essere il mio padre biologico) mi ha negli anni minacciato di farmi fare un TSO (trattamento sanitario obbligatorio) ed in piu' ha riempito tutto il paesino dove stiamo di calunnie nei miei confronti sia lui che i suoi fratelli,preciso inoltre che quando studiavo a scuola mi derideva di questo con i suoi colleghi di lavoro i quali non aspettavano altro che questo.Comunque questo è niente se non il fatto che all'eta di 54 anni scopava con la ragazza che mi piaceva che di anni ne aveva 27 e con la quale aveva pure avuto un figlio che lei ha perduto con aborto spontaneo (fffi..meno male),Una volta è stato scoperto da mia madre e lei vincolata a lui non ha nemmeno chiesto il divorzio.Dulcis in fundo 3 anni fa durante la mia ultima crisi convulsiva lui mi ha insultato dandomi del pazzo e dicendomi che avevo il cervello malato e mi ha sputato in faccia mentre io ero li a non potere reagire!!! Nonostante dai 19 ai 26 io abbia lavorato le persone mi hanno sempre dato del mantenuto poiche' vivevo ancora in famiglia.Quest'anno ne compio 30 e o sono fermo da 3 anni pertanto con quei pochi soldi che possiedo ho deciso di cambiare vita e di partire ma non a Buenos Aires bensi' in una bella cittadina spagnola..Non solo per evitare scocciature come i visti di soggiorno ma anche per la moneta corrente.L'anno scorso il fratello di mia madre ha provato pietà per me dicendomi "c'è ne ha milioni come te" EH NO CA**O ORA BASTA!!! Parto a settembre e quello che trovo mi prendo cosi' finalmente mi libero di lui,del suo mangiare che mi passa e dei medicinali che ahime' devo prendere.Ricomincero' da Zero sono stanco di soffrire,ho sofferto fin troppo.Addirittura (e scusatemi se vi sto annoiando) qualcuno del parentado affermava che io avessi avuto un bambino con una nel 2016 (MA CON QUALI PROVE???TI AZZARDI A FARE CERTE AFFERMAZIONI???) Che se fosse stato vero non l'avrei abbandonato per nessun motivo al mondo.Passiamo ora al pianeta M come Mamma: L'errore piu' grande della sua vita è stato sposarsi..Ella ha perduto nel 2014 la madre da tempo malata e il padre (il mio super nonno) morto all'improvviso nel 2015 a un'anno e 8 mesi di distanza.Lei era legata a mia nonna piu' di quanto lo fosse con me quindi vi lascio immaginare...Ha pianto per 2 anni interi,oggi raramente sorride e l'anno scorso è stata ricoverata per problemi legati al suo stato di salute e l'hanno imbottita di medicine che tutt'oggi assume.Le ho parlato della mia futura partenza e lei dopo avermi sbraitato un po' addosso cose come "morirai di freddo e di fame,farai il barbone,etc" si è convinta che alla fine è anche meglio per me se trovo una qualche semi-stabilità in spagna purchè io resti in ocntatto con lei.Ma a me cari sfoganti l'unica cosa che mi interessa è andarmene da questo posto intriso di dolore e di odio.Buenos Aires non l'ho vista e sicuramente mai la vedro',forse non avro' nemmeno dei figli ma almeno saro' libero e svincolato da questo bastardo che quando morirà (se non muoio prima io) lascerà la casa ai suoi fratelli probabilmente.Ma questo in futuro non lascero' che succeda,dovessi mettere tutto all'asta per 10.000 Euro e con il ricavato allora si che potrei acquistare una piccola porzione di terreno in sudamerica :) alla faccia sua e di quella scopina della sua amante che oggi ha 31 anni ed è sola come un cane e per sempre lo resterà.

Grazie staff di sfoghiamoci,è stato meglio di una visita dallo psico...Hasta luego!

Ven

25

Gen

2019

il ricordo? lasciatemi almeno quello!

Sfogo di Avatar di ivodepressoivodepresso | Categoria: Ira

 Inizia tutto con mia mamma che come le altre banali volte mi agguanta dalle scale di casa e mi dice(sei già incazzato oggi?) traduzione: nel nostro linguaggio significa ho voglia di litigare!! oggi non avevo per niente voglia di litigare e semplicemente era una giornata qualunque MA.... arrivi TU! lurida merda, lurida puttana, che vivi a scrocco e fai la bella faccia davanti  i tuoi amici e cerchi sempre di fare notare quello che non fai e che NON hai mai fatto per tuo figlio, se non belle parole e mi insulti facendo la più brutta delle uscite cioè: senza motivo mi rimprovera dicendo che non mi frega di nessuno, perchè non ero stato al funerale di mia nonna per farsi vedere bella dal suo "schiavo" di mio padre che la asseconda in tutte le maniere. Per chi aveva già letto i miei vecchi sfoghi sa benissimo che rapporto avevo con mia nonna oramai defunta, IO ero sempre presente nella sua vita, e lei era sempre presente nella mia! mi ha aiutato e fatto stare bene quando avevo dei problemi,  con il cuore ho sempre cercato di farla contenta, sia che fosse stata una sciocchezza oppure una cosa seria. La portavo a passeggio, al ristorante, a fare braciolate al mare, e quando non potevo andare a trovarla gli telefonavo, con lei potevo parlargli di tutto e sapeva consigliarmi anche rimproverarmi al momento opportuno. Una volta mi aveva chiesto: Ivo la vicina di casa mi prende per il culo per i fiori secchi sul terrazzo... puoi fare qualcosa tu che sei capace? io ho comprato dei semi speciali di Surfinie dal giappone e in due mesi, gli ho fatto crescere 30 piante lunghe oltre un metro di diversi colori che scendevano a cascata... lei era felicissima e lo rifarei altre migliaia di volte. Poi il giorno che temevo che arrivasse purtroppo è giunto, lei si è spenta nel suo letto, io ci sono rimasto cosi male che andavo in cantina prendevo un suo ricordo e lontano da occhi indiscreti piangevo come un bimbo cazzo! per poi ritornare in mezzo i parenti falsi, avari che non vedevano l'ora di spartirsi l'eredità. Il giorno del suo funerale io sono restato fuori dalla chiesa insieme alla mia ragazza perchè non stavo bene e la mia mente era lontana... ho aspettato che tutti fossero andati via al cimitero e ho deposto una rosa sulla sua tomba, non volevo stare vicino a gente di merda in quel momento cosi fragile per me. Adesso mia mamma usa quello per farmi sembrare una merda come lei, ma io non devo giustificarmi con nessuno sul perchè non ero al funerale...secondo me le persone vanno rispettate da vive, il funerale è un ricordo non per fare presenza e bella figura con i parenti e amici. Il ricordo lo tengo nella mente e nel cuore

Dom

13

Gen

2019

La vita è una girandola del male e dei tradimenti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao!  

Questo è il mio primo di molti sfoghi e penso che mi sfoghero' ancora in futuro. 

La mia vita è stata difficile ma sembra che ultimamente sia anche peggio. Ho subito negli ultimi 6 mesi il tradimento delle migliori amiche che hanno deciso di chiudere la nostra amicizia di punto in bianco facendomi passare per il palo della situazione( in pratica servivo affinché loro potessero t******e i loro ragazzi e le mamme non fossero preoccupare che succedevano cose strane alle loro vergini- ma quando? - figlie) ritrovandomi quasi senza nessuna spalla con cui parlare. In famiglia la mia signora madre pensa che sia meglio annebbiare la sua depressione tra i fumi delle sigarette e l'alcol per dimenticare un amore passato che non è ovviamente mio padre e la perdita di un'altra persona amata. Mio padre vuole passare per il martire della situazione e farsi compatire a destra e sinistra per la depressione della moglie e su quanto abbia difficoltà quando in realtà la gente non sa che uomo è nel suo piccolo, una nullità di uomo ma soprattutto un essere incapace di amare e di provare la minima emozione se non per il suo erede che ovviamente non sono io( teoricamente frutto di un tradimento, salvo che il DNA dice tutt'altro). Oltre a questo nella mia vita di M***A aggiungiamo pure il lavoro che manca e entriamo in un brodo di giuggiole. 

Spero solo a tutti colore che mi hanno fatto del male tra quelli citati che possano provare delle pene infinite in futuro per avermi calpestato.  

Dom

06

Gen

2019

PADRE CHE GUARDA I PORNO COME UN MANDRILLO IN CALORE

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao cucciolotti, uno dei sentimenti che si addice di più a me medesima è la rabbia incondizionata contro tutti i cazzoni che si presentano, senza alcun pudore per il genere umano, sotto ai miei occhi. Questa rabbia colpisce non solo i conoscenti, ma anche quei sacchetti di merda che hanno il coraggio di definirsi miei parenti. In particolare quel grande stronzone di mio padre. Tutta quest'ira è molto MOOOOLTO più fondata di quanto possa apparire dal titolo, ma suppongo che ne scriverò più avanti. Per ora sono incazzata come una bestia per il fatto che quel vecchiaccio mandrillone di mio padre si spara porno come fossero patatine san carlo. No product placement. Cioè, almeno cancella la cronologia prima di passarmi il tuo cell. Non voglio vedere quello che ti spari in bagno. E io, piccola ingenua che credevo che stesse in bagno TAAAANTO TAAAAAAAANTO TEMPO per leggere. E voi penserete, crisi di mezza età (passata da un pezzo), ci sta. E INVECE NO, ZUCCHERINI MIEI. Avevo 8 anni, lui ancora non aveva lo smartphone e GIà AVEVA VIDEO PORNO SALVATI. E sembravano girati da lui. Mi aveva dato il cell per giocarci e io sono capitata per sbaglio nella GALLERIA SBAGLIATA, diciamo così. EVVAI, INFANZIA ROVINATA! TETTONE STRAENORMI DI UNA DONNA PROBABILMENTE PROVENIENTE DA UNO STRIP BAR A 8 ANNI. Pensavo gli fosse passata questa mania col passare del tempo, ma no. A quanto pare, il pipo volante non si trattiene! Vivere di filosofia (o almento di immaginazione) non è il suo forte. Dite quello che volete, che un padre rimane pur sempre un uomo dentro di sé e ha diritto alla sua privacy -->  MA NON è PRIVACY SE NON CANCELLA MANCO LA CRONOLOGIA. E inoltre, fa l'ipocrita. Per esempio, io non ho netflix e spesso sono costretta a guardarmi film in streaming per questo. MA SAPPIAMO TUTTI CHE I FILM IN STREAMING SONO SU SITI CHE CONENGONO PUBBLICITà DI PORNO A GO GO. Riesco a chiudere le pagine che si aprono in maniera veloce, ma chiaramente le tracce nella cronologia (anche quando la si cancella rimangono). Una volta mi padre arriva sostenendo che lo aveva chiamato la polizia postale perché ero andata su "siti poco edificanti" (PAROLE SUE). IO STAVO SCOPPIANDO. LUI CHE MI HA ROVINATO L'INFANZIA CON QUEI VIDEO PORNO DEL CAZZO, LUI CHE LI HA GUARDATI TUTTO QUESTO TEMPO, LUI, PROPRIO LUI, MI VIENE A DIRE CHE GUARDAVO PORNO E CHE PER DI PIù NE STAVO GUARDANDO DI ILLEGALI. Ma ho reagito con prontezza e senza incazzarmi. Gli ho spiegato dei film in streaming. E gli tirato un avvertimento alla fine. Una frecciatina. So che guardi porno, animale. Non costringermi a mostrare le prove. (parte mod.)  Non costringermi a farlo. Non devo alcun rispetto a uno come te. Non devo rispetto a nessuna persona che si sega senza tregua su dei porno. La carne è debole, ma non la mia. La masturbazione è salutare, ma non quella continuativa. Quello vuol dire essere pervertiti, e ipocriti. è proprio vero che i vecchi tornano bambini (o meglio adolescenti).

Ven

04

Gen

2019

Se finisce subito fa meno male

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve a tutti, ho 15 anni e sono stanca: da ormai 4 anni nella mia famiglia non c'è più pace a causa di mia nonna che, dopo un'incidente in macchina, ha perso l'uso delle gambe e sinceramente anche del cervello. Il trauma del colpo l'ha infatti condotta ad una sorta di demenza senile che ha portato via la pace a tutti in famiglia.

Quando è accaduto l'incidente mia madre era alla guida e si sente in colpa per ciò che è successo e non c'è verso di farle cambiare idea. Da 4 anni mia nonna vive in casa nostra e, visto che non è autosufficiente, gli serve aiuto per qualunque cosa e di notte urla in continuazione i nomi di tutti i parenti vivi e morti che possiede.

Io ho il sonno profondo e non me ne accorgo ma i miei genitori sì, mio padre in particolare non sopporta questa situazione ma più di ogni altra cosa non sopportiamo più come mia madre è diventata: piange sempre, è irritabile a causa del sonno perso, perde spesso la pazienza con mia nonna ma non sopporta l'idea che venga mandata in un istituto per paura che muoia per incuria o per malattia.

Da un lato capisco il suo punto di vista ma dall'altro vorrei solo che tutto questo finisse: sono stanca di vedere mia madre distrutta dal senso di colpa e vorrei solo che mia nonna smettesse di soffrire. Io le volevo bene ma ora so che non è più lei e che è solo l'ombra di quello che era un tempo e se potessi vorrei poter fare in modo di porre fine alle sue sofferenze ma so che la sua morte peggiorerebbe solo le cose.

Mia madre dice sempre di non poter vivere senza di lei e che vorrebbe morire con lei. Non posso darle tutti i torti ma la situazione è ormai insostenibile da troppo tempo. Io vado bene a scuola, non ho più problemi di bullismo e ho degli amici ma tutto ciò non cancella il fatto che la mia vita familiare sia diventata un'inferno.

Abbiamo già provato a parlare con qualcuno ma quell'idiota dello psicologo non ha fatto altro che dare a mia madre farmaci a caso che le hanno dato solo più sonnolenza ma non hanno risolto il vero problema che ci attanagliava. Quando glielo abbiamo detto ci ha solo detto che per quello lui non poteva fare niente e che doveva essere mia madre a decidere cosa fare.

Adesso siamo di nuovo a un punto morto e io non ce la faccio più e vivo nell'amarezza da un pezzo. Non so più cosa fare e spero solo che la morte arrivi a sistemare tutto ma ormai è passato un casino di tempo e credo che purtroppo ne dovrà passare ancora molto, la morte è una vera stronza e non è mai in orario, arriva sempre troppo presto o troppo tardi.

Non so se qualcuno avrà mai il tempo di sentire questo sfogo ma avevo bisogno di sfogarmi in qualche modo visto che non ce la faccio più.  

Gio

29

Nov

2018

Quello stronzo del mio ragazzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Quello stronzo del mio ragazzo pensa di aver sempre ragione, è un "so tutto io".

Vince sempre lui, è un vincente di natura e si vede che è orgoglioso di sé, tanto che non ci pensa due volte a fare paragoni con i "poveri amici sfigati".

Ha questo atteggiamento anche con me.

E quella stronza di sua madre ha lo stesso atteggiamento. Infatti mi sa che lui ha imparato da lei.

Lei è una donna che gioca il ruolo della vittima quando le conviene, per ottenere alla fine quello che vuole. Lui mi sembra che faccia lo stesso, però invece di fare la vittima fa in modo di manipolare la situazione (e me) per ottenere ciò che vuole.

Tale madre tale figlio a quanto sembra!

 Da un po' mi sta piacendo un suo amico. È pieno di difetti, è vero. Però almeno sa cos'è l'autoironia!

Caxxo, devo continuare ad accettare questa situazione di merda????? 

Tags: ragazzo, madre

Gio

04

Ott

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

il dovere di assistenza morale - materiale vale anche fra genitori e figli?

anni fa mia madre mi lasciò senza cibo dopo un'intervento che mi costringeva a non usare il braccio, e lo fece dopo essersi assunta l'impegno solenne e neanche richiesto, - cioè lo fece di sua iniziativa - di badare a me in quei giorni. e ci ho rimesso molto in salute. mi toccò arrangiarmi. fu un brutto scherzo che non le ho perdonato. vorrei sapere, per curiosità, se la sua negligenza costituisce reato. Qualcuno lo sa?

Scusate per l'OT. Non sapevo dove scriverlo. Grazie.  

recentemente abbiamo avuto un altro screzio, e per me non è più mia madre. basta, anche se è difficile troncare del tutto i rapporti li ho ridoti al minimo. una madre snaturata, proprio.

la sequenza con cui mi ha inculato è da manuale.

1 - si presenta la necessità dell'intervento chirurgico. Mi metto in lista di attesa. Passa del tempo.
2 - muore mio padre
3 - mi trasferii a casa sua per aiutarsi reciprocamente
4 - nel frattempo una mia amica viene a sapere del mio problema e si offre di farmi da infermiera dopo l'intervento. ho dei soldi e potrei pagare senza problemi un'assistente.
5 - mia madre fa 2 interventi chirurgici e l'assisto io
4 - nel frattempo la suddetta madre si è offerta di assistermi. udite udite "così si risparmia". ingenuamente accetto. molto ingenuamente.
5 - per farla breve lei ASPETTA CHE MI SONO OPERATO per dirmi che non può farlo, anzi, non dice di no, ma non fa da mangiare, con scuse varie (che non mi sarebbe piaciuto il cibo cucinato da lei e altre amenità del genere). una scenetta assurda.
6 - me ne andai da casa sua il giorno dopo.
che caxxo di madre è?

un'idea me la sono fatta. vorrei leggere qualche commento del tipo la mamma è sempre la mamma ecc. 

Ven

21

Set

2018

Non odio mia madre, ma non la sopporto più da quanto urla

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Va bene che sono anche io, non sono la persona più ordinata del pianeta, nel mio regno nella mia scrivania c'è un disordine (o meglio c'è un mio ordine nel disordine, so dove sono le mie robe, al di fuori della mia stanza sono un po' più ordinato), nel mio mondo ed è vero che io lo sporco lo noto solo quando arriva al "centimetro" di polvere. Il fatto però che sta sempre urlare, ma dalla sua bocca non sento nessun apprezzamento, e fino a un anno fa, fiche mio padre le ha chiesto di evitare, faceva anche confronti con i miei fratelli. Quindi quasi ogni giorno, dalla sia bocca sento solo urla, a tal punto che cerco proprio di non ascoltarla, correndo all'altro lato della casa per non sentirla. Non la sopporto più. Gia mi sento schifo di mio perchè non sono riuscito a finire l'universita (ho fatto due corsi diversi, ho provato per un anno per corso, non sono stato li a perseverare) e ho difficolta nel trovare lavoro, quindi già mi sento una merda e quasi un fallito, uno scansafatiche (pensando ai miei fratelli che alla mia età già lavoravano, e sembravano migliori di me), ma sentire una persona che ti urla sempre contro, mi fa ancora sentire peggio.