Tag: soldi

Mar

13

Nov

2018

Sostegno economico all'uomo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vorrei essere in grado di fornire al mio ragazzo la possibilità di non lavorare continuativamente, ma temo moltissimo il giudizio della gente. Mi spiego: lui è molto più incline di me ad occuparsi della casa, ed è piuttosto dotato nei lavori di falegnameria, ma non ha la stoffa dell'imprenditore, e non riesce a trovare da dipendente. Siamo entrambi giovani, io guadagno abbastanza. L'unica cosa che temo, è che gli altri lo vedano come un fallito, e che lui si deprima per questo, perché per esempio i miei genitori non la vedrebbero certamente bene.

Come la vedete, voi? Mi consigliate? 

Lun

22

Ott

2018

parenti pezzenti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

maledetti parenti!!i suoi!!!sempre a chiedere favori poi loro mai una gentilezza!!

Mi spiego : sto da tantissimi anni con un ragazzo veramente altruista e gran lavoratore, peccato che la sua famiglia (genitori,zii, cugini, frtelli, ecc) sia l'opposto!!!mezzi ladri e neppure tanto bravi dato che piangono sempre miseria però appena hanno due lire le spendo in cavolate e per di più fanno la scena "mi serviva per forza" e magari si tratta di robot da cucina o cavolate del genere e di spese assurde di cibo per la settimana pari a 200€...no comment io faccio la spesa per due con 50€ al mese e il robottino da 1.000,00 non è necessario è solo un capriccio! 

A parte che mi hanno sempre trattata male e fatto i conti in tasca, da parte loro la frase tipica è "come sei fortunata...si vede chi ha i soldi"...bellini, io prendo il minimo sindacale la differenza è che non sperpero e ci penso bene prima di usarli!

Questi bei personaggi nonstante mi trattino manco fossi la viziata paris Hilton hanno anche la faccia tosta di sfruttare la mia famiglia chiedendo consulenze e favori, che poi i miei parenti dato che vogliono gran bene al mio ragazzo non fanno pagare e loro manco una telefonata o un piccolo presente di ringraziamento.

Goccia dopo goccia il secchio si è riempito dopo che un parente decisamente non stretto ha chiesto l'ennesima consulenza che è risultato essere un lavoro non da poco. Alla fine nonostante il conto presentanto questo parente ha fatto finta di nulla e non ha pagato e non si è più fatto sentire. I miei parenti scocciati e anche un pò imbarazati non hanno detto nulla al mio moroso (che di sicuro ci rimarrebbe malissimo e andrebbe a fargli il c**o ) perchè gli vogliono bene.

Cigliegina sulla torta questi parenti di lui anche quando lo vedono parlano del lavoro in questione senza menzionare che si sono ben guardati dal pagare!!!

che persone schifose!!!!e sinceramente non so cosa fare... 

Dom

21

Ott

2018

i soldi non fanno la felicità

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

col cavolo! fanno la felicità eccome! chi l ha detto doveva essere una persona che ne aveva cosi tanti da farseli uscire dalle orecchie.... 

vorrei solamente ogni mese riuscire a pagare tutti i debiti, fare una bella spesa e mettere qualcosa da parte per le urgenze. Non mi interessano vestiti, scarpe o gioielli, voglio solo che i miei figli siano felici e sani.

 

 

Mar

09

Ott

2018

Cara Italia...vivo in un paradiso fiscale.

Sfogo di Avatar di CriptoDIABLOCriptoDIABLO | Categoria: Avarizia

(Chiedo scusa per eventuali imprecisioni e/o errori di grammatica ma sto digitando da una tastiera spagnola)

Non so se la sezione sia quella giusta ma dato che si si para di soldi presumo di si.

 

Detto, semplicemente.

Come da titolo vivo in un paradiso fiscale;

ho avuto una discussione con un amico che mi ha portato a riflettere su quanto sia corretto (o meglio quanto possa sembrare corretto) dal punto di vista degli altri italiani il fatto che alcuni di noi (per non dire molti) siano scappati dall'Italia e dall'europa.

Io non credo di essere dalla parte del torto e qui di seguito spiego le mie motivazioni.

Per prima cosa non sto facendo niente di illegle dato che risiedere e essere domiciliato in un altro paese non è vietato.

Avendo aperto la mia impresa in questo paese DOPO averla chiusa nel bel paese non ho nessun obbligo e nessuna necessità di pagare le tasse in Italia.

Sono giovane e ho scoperto di essere portato per un lavoro che mi permette di guadagnare molto bene, non ho ancora 25 anni, cosa dovrei fare inchiodato in Italia? Aspettare di diventare vecchio? Magari aspettare di fare carriera iniziando da un lavoretto statale come nei film?

Ho lavorato come operaio/lava piatti e pavimenti/tutto fare  rigorosamente in nero dai 16 ai 18 anni, ho subito tante di quelle umiliazioni da quei cialtroni falliti che ho deciso che la mia vita sarebbe stata diversa. 

L'unica cosa che accetto di sentirmi dire è che ho voltato le spalle allo stato italiano.

Questo è un dato di fatto e c'è poco da opinare però in questa mia corta vita mi chiedo quando questo stato non abbia girato le spalle a me e ai miei genitori. 8 ANNI a 700 euro al mese, 8 ANNI passati a non poter fare un progetto più complesso  di una gita in giornata o di 2 giorni perchè pensare di avere una vera vacanza era impossibile.

Potrei fare 1000 esempi di questo tipo, mi ricordo a 14 anni quando ero strafottente a scuola perche mia madre non poteva comprarmi tutti i libri e quindi fingevo di lasciarli a casa per fare un dispetto al professore di turno.

potrei ricordarmi di tutte le volte che da bambino si giocava al "gioco del picnic" per non farmi pesare il fatto che la sera si mangiava pane e affettato.

io ho meno di 25 anni, i miei genitori è una cazzo di vita che vivono così...per essere più preciso  una cazzo di vita meno 2 anni,

perche gli ultimi 2 anni li abbiamo passati bene, a guardare l'ocenano pacifico mangiando palta e altra  frutta tropicale.

Si, ho voltato le spalle allo stato che le ha sempre voltate ai miei cari e anche a me. 

Perchè mai dovrei preoccuparmi di uno stato di merda che non si è mai preoccupato del benessere del suo popolo? Della sua progressione? 

In italia il tuo unico valore è la manovalanza a basso costo o direttamente sotto pagata che puoi  apportare per ingrassare i soliti LADRONI.

E  ripeto NON mi sto giustificando e non voglio fare della demagogia, solo non credo che la sfortuna di nascere in un determinato paese debba essere vincolante per la vita, anche noi abbiamo diritto e a parer mio anche dovere di emigrare per il nostro bene.

Quando in una zona non ci sono più provviste gli animali emigrano, non restano nello stesso posto a morire di fame per testardaggine o sbaglio forse? 

Potrei forse rimpiangere anche io l'italia degli anni 70 e 80 se avessi potuto vederla almeno una volta forse.

Anche mio padre mi parla di questo però purtroppo noi giovani come chiunque  non possiamo provare questo sentimento per un posto che non abbiamo mai visto e mai vissuto.

I miei sentimenti nei confronti dell'Italia sono quello che provo  per mio vissuto. 

per questo non mi sento in colpa ad aver lasciato il mio paese;

dovrei sentirmi in colpa per aver regalato una vita migliore a me e ai miei genitori forse? 

Non credo, per chi dovrei spendere i soldi che sto guadagnando se non per loro?

 Poi chi lo dice che questo che sto facendo non va bene ? I politici?

IO non rubro IO non maneggio soldi pubblici e in generale soldi che non siano di mia proprietà IO non truffo nessuno IO non vivo sulle spalle di un popolo.

Loro non hanno  diritto di decidere cosa va bene e cosa no.

  

PS: Le persone che credono  non sia giusto non pagare le tasse devono sapere che anche qui si pagano solo che si pagano delle tasse assolutamente normali (4% nel mio caso contro il 26% che pagherei in Italia) perchè lo stato qui se la prende con chi non le paga anzi che spremere come limoni maturi chi già paga le sue.

So che lo sfogo è stato lungo ma è anni che non mi trovo a scrivere qualcosa di cosi esteso in italiano e quindi ho voluto aprofittarne per essere più dettagliato possibile. 

mi scuso ancora per eventuali imprecisioni nella forma. 

Mer

03

Ott

2018

La prosti (o niente)

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ha meno di 30 anni, cioè 20 meno di me. Non amo il sesso mercenario però meglio di niente. A determinate condizioni può andare bene. Ieri gli ho telefonato: le ho chiesto se voleva uscire e lei ha chiesto cosa volevo fare. Andare a casa mia. OK. Vado all’appuntamento. Si presenta in tuta e da lontano non la riconosco, abituato a vederla vestita da zoccola. Concordiamo il prezzo per 60 € e guido verso casa, 20 minuti di viaggio. Mi eccita. Il pisello si rizza e si ammoscia mentre guido. Di solito ho problemi di erezione con le prosti. Arriviamo a casa, chiudo il cancello ed entriamo. Lascio la porta aperta. Lei va al tavolo e prepara uno spinello. C’è confidenza fra noi, non è la prima volta che la pago. Per lo meno non ha paura di me, si fida e ci rilassiamo. Se non fosse una prostituta la leccherei volentieri. L’abbraccio da dietro, quasi mi dimentico che è una marchetta e la bacio sul collo mentre le parlo, arrivo all’orecchio, bacio e lecco, la accarezzo. Mi passa lo spinello ed io apro la bocca e mi faccio imboccare.


Niña, deja que levante

tu vestido para verte.

Abre en mis dedos antiguos

la rosa azul de tu vientre.


Ha il reggiseno, non sento le puppe, così la tocco più in basso, e le abbasso i pantaloni. Sento il suo cuore che batte. Vabbé che fa la zoccola ma è pur sempre una donna, e sembra gradire molto il mio abbraccio. Ci muoviamo verso la camera abbracciati, goffamente perché le ho abbassato i pantaloni. Mi scuso e l'aiuto a spogliarsi, le tolgo il reggiseno e finalmente sento le sue puppe. Sono piccole e mi stanno intere nelle due mani. Sento il suo cuore. Ha gradito l'abbraccio, le ha fatto effetto. Allora un sei sorda. Il vecchio seduttore è contento. Le bacio le puppe e succhio, poi scendo e contravvenendo alle mie regole, le prendo in bocca la ciccia della vulva, ai lati. Destra-sinistra mentre le massaggio le chiappe. Avrei voglia di infilarle la lingua nella figa. Ha un buon odore e probabilmente anche un buon sapore, anzi ne sono sicuro, però...

Lei succhia solo col preservativo. Ha le stesse mie regole. Andiamo a letto e continuo a baciarle la figa e il culo, accarezzo l'anello, lo provo col dito. Entra e lei dice no. Ha la figa bagnata ma non troppo. Non ha molta esperienza di sesso "vero", marchette tante ma sesso poco.

Dopo che me l'ha succhiato le propongo di montarmi sopra a smorzacandela, ma è poco bagnata e perdo l'erezione. Me lo fa tornare duro e proviamo a 4 zampe. Lo metto dentro ma è moscio. Fra che è moscio e ho poca sensibilità, poi il preservativo e quella figa spanata che si ritrova, ho la sensazione che di cazzi come il mio ce ne entrerebbero 4. E' stretta all'apertura, però. Non è lubrificata, la sua figa è un fiore che non si apre. Servirebbe del lubrificante.

Mi muovo un po' e riesco a recuperare l'erezione, che diventa piena solo poco prima di venire e riempie bene la sua figa. Modestamente, ci ho un bel cazzo.

Finito. Il tempo di una sigaretta e poi 20 minuti d'auto per riaccompagnarla in città.

Tutto sto casino pe na scopata. Un'erezione triste per un coito modesto. Il sesso, per me, è tutt'altra cosa. Chissà se riuscirò (a breve) a fare sesso con qualcuna che di mestiere non faccia la zoccola e non voglia i soldi.

p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 115%; }

Mer

03

Ott

2018

Avere un lavoro

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Avere un lavoro ti risolve la vita, qualunque problema tu abbia, se hai un lavoro puoi affrontarlo, puoi mettere da parte dei soldi, puoi realizzare pian piano i tuoi sogni, farti una famiglia o viaggiare con il tuo partner, comprare una casa, avere una tranquillità per il futuro. Ma come si fa quando si è come me? Mi sono laureata tardi e solo per poi scoprire che la mia laurea è carta straccia, volevo diventare insegnante, era il mio sogno, ma adesso hanno cambiato tutte le carte in tavola, dopo la laurea devi sborsare altri soldi per i crediti, poi per il tirocinio, e tutti sti soldi uno come dovrebbe averli se non lavora? Però se ti trovi un lavoro non puoi fare tirocinio o supplenze, perché devi essere inoccupato per poter essere convocato, ma quando poi ti convocano devi pagare viaggio e alloggio per spostarti nella regione in cui hai fatto l'iscrizione perché nella tua regione è tutto saturo, non c'è posto neanche a pregare dieci anni. Allora pensi di lavorare nel campo che hai studiato, ma anche per quello sai che dovrai fare un sacco di gavetta malpagata o gratis, e non si parla di mesi ma di anni prima di poter vedere uno stipendio decente, ma che dico, almeno al limite della sopravvivenza, e io non è che pretenda di essere coperta di soldi per nulla, ma quantomeno il minimo per pagarmi una stanzetta - manco una casa! - in affitto e andare via da una famiglia disfunzionale che non fa altro che aggravare il mio stato d'animo perché oltre ad essere separati i miei genitori sperperano un sacco di soldi senza preoccuparsi dei loro figli e del futuro a cui li costringeranno, perché quando avranno finito di sperperare e indebitarsi chi è che dovrà accollarsi tutta la baracca? Ovviamente io e i miei fratelli. Sono mentalmente esausta, sento voci da ogni parte, chi mi dice che devo perseverare e sacrificarmi per avere un buon lavoro, chi dice che devo buttarmi e accettare anche il lavoro a nero da cameriera per dieci ore al giorno a quattro spicci, tutti hanno consigli, ma nessuno ha mai una soluzione. Io il lavoro da cameriera l'ho anche provato, ma finita la stagione dei turisti io e gli altri che come me sono stati assunti a nero siamo stati buttati fuori dalla sera alla mattina (Letteralmente! Un giorno lavoravamo, e la sera ci dissero che la settimana dopo non saremmo più dovuti andare!), ma come si fa a farsi una vita in queste condizioni? Devi accettare un lavoro sfruttato e sottopagato e mettere anche in conto che da un giorno all'altro ti buttano fuori, non puoi progettare niente, non puoi mettere da parte niente, praticamente devi vivere alla giornata, ma che vita è? Quando ero piccola mi hanno riempito la testa di illusioni, mi dicevano che mi avrebbero mandata a studiare in america o chissà dove, che la laurea avrebbe aperto tutte le porte, invece sto qui a trent'anni e con un centodieci che non serve a niente, perché quello che serve davvero in questa società sono i soldi, soldi, soldi, sempre soldi, e io sono stanca, faccio una vita da reclusa perché non voglio chiedere soldi alla mia famiglia per fare le mie cose, non compro mai nulla, non voglio gravare sulle spalle altrui, ma non ce la faccio più, non è vita questa, non ho futuro e non so che fare, certe volte penso che vorrei sparire. Non ho mai chiesto tanto, non voglio ricchezze, non voglio il superfluo, voglio solo un lavoro che mi permetta di guadagnarmi da vivere, e so che esiste, perché tante persone intorno a me l'hanno trovato, e non capisco perché solo io non riesco a uscire da questo pantano, ho solo voglia di dare testate contro il muro e chiudermi in casa senza farmi più vedere da nessuno, mi vergogno davanti ad amici e conoscenti, anche se pure molti di loro sono disoccupati, ma almeno hanno più esperienza di me. Non sopporto più questa vita e questa ansia, BASTA!!!

Lun

03

Set

2018

Quanto guadagnate?

Sfogo di Avatar di magicsignmagicsign | Categoria: Avarizia

Cosi...per curiosita. Magari specificando anche il vostro tipo di lavoro senza entrare troppo nello specifico ovvio!

Lun

27

Ago

2018

Odi chi ama il proprio animale: fatti i mazzi propri

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Spesso su internet o in giro qualche rompicog di mette a fare giudizi contro le persone che tengono bene i cani, li porta in giro, in viaggio, compra cibi, biscotti, vestiti, li ha a casa, è li tratta, è via dicendo vi dico una cosa: fatte i ca@@i vostri che nessuno viene da voi a chiedere soldi! Non vi sta bene? Sto cavoli! Vi da fastidio? Stio cavoli! Siete poveri ma vi siete riempiti di figli? Cavoli vostri (irresponsabili). 

 Vi da fastidio che una coppia non viva più nel medioevo e non voglia avere figli ma preferisca avere un animale? Cavoli vostri! Riempite i di figli e smettete di fare gli affari degli altri.

Vi da fastidio che  il vostro amico/parentepabbia un animale in giro per casa? Lui sara Ben felice di non dover piu ricevere le vostre visite, loro non ve lo dicono solo per educazione! 

Fatte i ca@@i vistri, non fatte i conti in tasca agli altri e pensate alla vostra povertà e invece di stare su internet a rompere cercate un lavoro o studiate. La colpa del vostro fallimento non e dei cani ma vostra. I soldi li ho e li spendo come cavoli mi pare e questa risposta l'ho data a tanti impiccioni eppure tante mammone e pappini rompic che credono che i cani debbano volare se i figlioro sono in giro

  Fatte gli affari vostri, sempre! 

Lun

06

Ago

2018

Uomo ricco

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Tutti gli uomini dopo qualche anno divemtano noiosi, volgari e insulsi. Tanto vare fregarsene dell'"amore" fin dall'inizio e trovarsi un uomo con dei bei soldoni. 

Tags: soldi, uomini

Mer

25

Lug

2018

sto impazzendo

Sfogo di Avatar di bimbadolcebimbadolce | Categoria: Accidia

sto spendendo un sacco di soldi dall'estetista non riesco più a fermarmi.

Tra massaggi, pressoterapia, unghie, cerette...sto svolando!

 Ma tengo tantissimo all'aspetto fisico. Praticamente son dall'estetista ogni settimana..è una droga. Aiuto 

 

#moneymoney 

Tags: soldi