Tag: depressione

Sab

14

Ott

2017

Tornado

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Buona sera a tutti, ho bisogno di parlare con qualcuno perché questa cosa non posso dirla a nessuno e mi sta esplodendo dentro.

Di Recente credevo di aver in parte risolto una parte degli enormi problemi che sto vivendo nella mia vita: mi era stato proposto un posto di lavoro all’estero che mi avrebbe finalmente permesso di scappare via di casa mantenendomi dignitosamente, dopo avere preso tutte le precauzioni del caso decido di lasciare il mio vecchio lavoro per iniziare la mia nuova vita, in casa mia ho rischiato la pelle e la sanità mentale, non ce la faccio più a stare a casa dai miei dove mi torturano psicologicamente da quando sono al mondo, mio padre l’uomo che mi giudica e mi massacra psicologicamente dicendomi ogni giorno che devo morire che gli ho rovinato la vita, mia madre è una ex tossica e prostituta e non la vedo da qualche anno, quando ho vissuto da lei mi massacrava di botte e anche lì giù minacce e insulti, vi dico solo che negli ultimi 7 anni ho provato 5 volte a suicidarmi perché non credevo in una via di uscita, ma ogni volta mi sono fermata sul limite, ogni volta non sono riuscita ad ammazzarmi. Quindi ora capirete sicuramente perché ho fretta di scappare di casa ma, qualche settimana fa, il nuovo datore di lavoro si fa vivo dicendo che la cosa è rimandata di un mese, dopo di che sparisce e non si fa più vivo (in teoria doveva scendere in Italia e partivamo insieme). La cosa mi devasta psicologicamente, ad un passo dalla libertà, mi sono persino licenziata da un altro lavoro che però non mi permetteva di mantenermi da sola. Volevo morire. 

Passo una Settimana d’Inferno, discussioni violente in casa ero al limite della sopportazione umana... una mattina mi alzo e decido, ma di punto in bianco, di portarmi a letto una ragazza che qualche anno fa fu il mio primo grande amore, quella storia la patii tantissimo perché lei e  il mio migliore amico dell’epoca scoparono E in una notte ho subito uno shock tale che mi cambiò la vita. Ci stavo malissimo che lui l’avesse toccata e io no. Dopo anni siamo rimaste amiche/conoscenti perché nello stesso gruppo di amici e io mi sono fatta la mia vita.

Ora vi chiederete, ma che c’entra tutto questo? C’entra perché forse se non mi fosse crollato il mondo addosso non avrei perso la testa. 

2 anni fa lei una sera mi saltò addosso ma io non vollì, ero fidanzata e non me la sentivo anche se ero in rottura tanto che 3 giorni dopo la lasciai. Sono passati 2 anni e io nel frattempo mi sono molto divertita in giro e questa famosa ragazza che chiameremo I ovviamente sa e sapeva tutto. Di recente ho una scopa amicizia con una bellissima ragazza, sembra una modella da quanto è bella, e questa I scopro di recente che è gelosissima nonostante sia fidanzata con uno e convivano. Allora mi sveglio quella mattina e nella mia testa decido di portarmela a letto, le chiedo se ha da fare e mi dice che è libera e che o stiamo a casa sua o usciamo, ovviamente propongo casa sua, porto qualcosa da bere per sciogliere la situazione è appena arrivo a casa sua lei mi si presenta tutta scollata, pantaloncini cortissimi. Ci sediamo e iniziamo a bere e a flirtare, si avvicina sempre di più, sempre più scollata, scherzando ci avviciniamo con le nostre bocche e lei sussurra: io dicevo si a te.

mi salta addosso e ovviamente la spoglio e facciamo un buon sesso.

sensazioni? Era la cosa giusta, lei continuava a ripetermi frasi molto eccitanti e sconce e sembrava tutto giusto tutto nella dimensione ideale. Mi scoppiava il cuore di felicità. Io per la prima volta in 2 anni sono stata felice, premetto che assolutamente io non voglio nulla con lei se non sesso occasionale cosa che anche le ho ribadito finito l’amplesso.

il fatto è che è fidanzata e io lo ammetto, la maggior parte delle donne con cui sono andata a letto un buon 80% erano etero sessuali e fidanzate o comunque bisex è fidanzate. La rivoglio, la rivoglio carnalmente voglio rifare sesso con lei ma credo che lei ora mi voglia evitare e tra l’altro io non voglio comunque perdere il rapporto che abbiamo. Non so che fare, non so se sto perdendo questo rapporto, se potrò avere occasione di fare sesso con lei di nuovo. Io ho bisogno di una mano, so che ho sbagliato ma voglio essere sincera, non sono pentita perché entrambe lo volevamo 

Mer

11

Ott

2017

Il mio compleanno

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Solitamente il mio compleanno è una giornata bella e lo festeggio in famiglia e con gli amici ma quest' anno i miei genitori, al posto dei soliti bei regali (magliette, scarpe ecc.) hanno deciso che sono diventata "materialista" ( cosa assolutamente non vera ) e quest' anno mi hanno regalato una penna rosa ( il colore che odio).

Ma questo è nulla: oltre tutto mi avevano promesso qualche settimana fa che non sarebbero andati a lavorare ma guarda un po'... chissà cosa hanno fatto ... se ne sono andati dopo pranzo e mio fratello se ne è andato al cinema con dei suoi amici lasciandomi sola come un cane...

Ho 13 anni ora e non ricordo un compleanno più dimmerda di questo, spero di dimenticarlo...  

Dom

08

Ott

2017

I miei genitori mi hanno dato solo le malattie, nient'altro. Fa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Certe volte mi chiedo come sia possibile che io sia figlia loro, come posso essere figlia di certe persone così disgustose. se volevano solamente mio fratello, il figlio maschio, potevano abortire quando hanno scoperto che in realtà non avrebbero avuto un primogenito ma una primogenita. perche mettere al mondo una figlia e poi farla sentire una merda? A sentirli, anche la fame nel mondo è colpa mia. E gli è andata pure male, perché mentre io ho sempre studiato, posso essere motivo di vanto/orgoglio (ma non è così), il loro tanto amato figlio maschio è un coglione vivente, ma se senti mia madre come parla del figlio con le persone, sembra che sia arrivato il nuovo Einstein con una strabiliante invenzione per l'umanità. E mentre lui, fancazzista, se la gode per bene la vita e a 18 anni ha avuto anche la macchina, io povera cretina a 22 anni devo alzarmi alle 5 per andare a prendere il treno per andare all'università. E almeno io ci vado all'università, e mi faccio il culo a studiare medicina, e anziché vivere in una situazione serena che mi permetta di studiare con tranquillita, ci sono i giorni in cui io sono così incazzata nera che non riesco a studiare per colpa loro. Ma soprattutto i miei genitori anziché essermi vicini, aiutarmi, dopo che ho scoperto di avere una malattia alla tiroide, di essere celiaca e soprattutto dopo aver avuto un'alopecia per fortuna non totale che mi ha messa KO, che fanno? Mi danno addosso, se ne fregano, si mangiano il pane e i pasticcini alla faccia mia, davanti a me, se li comprano per loro e per me no. Mio padre, che si gira il mondo, dice di non sapere dove sia la pasticceria che fa senza glutine. Ma si può dire una cosa del genere? Ci sono genitori che si fanno in 4 per i figli, e poi queste due merde che si comprano i pasticcini per loro e per il figlio e se li mangiano davanti a me alla faccia mia. E se glielo rinfacci, loro dicono che RINUNCIANO A MOLTE COSE PER NON FERIRMI. Per non parlare di quell'ignorante di mia madre, un insulto a tutte le donne che si sono battute per far valere i loro diritti. Un insulto. Merita solamente di vivere in medio oriente dove devi chiedere il permesso anche per respirare. La sua vita è UNA LAMENTELA CONTINUA, UN DISPREZZO CONTINUO, UN RINFACCIAMENTO CONTINUO DI OGNI CAZZATA CHE HA FATTO PER ME (ovviamente mai a quel coglione del figlio). Lei si lamenta che i suoi genitori non la fecero studiare perché dicevano di non avere soldi, e poi si comprarono due garage. E lei con me ha fatto la stessissima identica cosa: io ero stata presa alla bocconi (perché inizialmente non ero passata a medicina e avevo ripiegato su economia) e lei disse che non c'erano i soldi, un anno dopo mio padre ha comprato dei terreni. Fa gli stessi ragionamenti di mia nonna, ma almeno mia nonna ha 80 anni e ragiona come lo si faceva 50 anni fa, ma lei, ma come cazzo puoi dire a tua figlia Chen studia medicina "io non mi farei mai operare da un chirurgo donna, gli uomini sono più bravi"? Come puoi?!?!!! Vattene in Iraq a vivere sottomessa! Io so guidare, quelle rare volte che mi viene lasciata la macchina da mio padre, e so guidare bene, ma ogni volta deve dire che non sono capace, Che mio fratello guida meglio, che è meglio se vado a piedi come fa lei anche sotto il diluvio universale  (perché lei non chiede mai di essere accompagnata da mio padre o mio fratello per non dargli fastidio). Per non parlare della nostra condizione economica dal suo punto di vista, sembra che non possiamo neanche mangiare, deve cercare il risparmio fino all'ultimo centesimo, non capisce cosa significhi "essere accoglienti" "essere gentili" e il suo modo di fare è "se una cosa può essere fatta male risparmiando, perché farla bene?" Qualche settimana fa ho invitato in campagna dei miei amici per fare una grigliata, e sono arrivata a dirle che nella spesa avrei messo anche i soldi del dolce che avevo preparato e lei insisteva che io non dovevo usare dei piatti "belli". Così, senza motivo. Poco tempo fa ho rischiato di prendere la corrente perché sulla veranda c'è una presa messa veramente male e stavano collegate varie cose e stavo per farmi veramente male. Ma perché spendere soldi per avere una casa in sicurezza? Ed è inutile parlare con mio padre, per anni se ne è fregAto di me, quando andavo al liceo e credevo ancora che mia madre non fosse senza speranza, ho scoperto che lui la tradiva con una rumena di 8 anni più grande di me, e quando gli feci capire che lo sapevo inizio a scagliarsi contro di me, e per anni, pur stando in casa qui, non parlavamo e lui diceva a mia madre che io non gli parlavo perché sono una presuntuosa/insopportabile/mi credo il centro del mondo. Ora sembra che si sia redento e sia tutto per la famiglia, ma continua a farmi schifo. E mio fratello sapeva tutto ma ovviamente non gliene fregava un cazzo del male che mio padre faceva a mia Madre.

Ho provato a chiedere aiuto alla mia madrina ma mi ha solo presa in giro, certe volte vorrei solo andarmene da qui ma non saprei come mantenermi e purtroppo la strada per potermi mantenere economicamente è ancora lunga 

Ho passato dei periodi della mia vita terribili, e loro ne sono stati la causa, non mi sono mai stati vicini, anzi. Loro dovevano avere le mie malattie, i miei disagi, loro e quel figlio di merda che si ritrovano. E ormai sto così male che i capelli li sto perdendo di nuovo. 

Lun

02

Ott

2017

Compleanno di falsità

Sfogo di Avatar di UdonUdon | Categoria: Altro

Faccio parte di un grande gruppo di conoscenti/amici. Durante quest'anno l'andazzo era quello di organizzare feste a sorpresa a tutti o quasi, con il contributo per il regalo che si aggirava intorno ai 5€.

Queste sono le premesse. Questo fino a ieri.

Sapevo che mi stavano organizzando qualcosa (anche perché hanno riciclato il gruppo per un altro compleanno, ricordandosi di togliermi solo in ritardo) e anche perché il mio ragazzo mi aveva in anticipo chiesto se mi andasse che mi organizzassero qualcosa. Questo perché ultimamente sto vivendo un periodo difficile, di transizione tra l'università e il lavoro, e mi sento sola e alla deriva. Sono in una fase abbastanza pessimista, ho l'impressione che le persone intorno a me siano sparite, e quando usciamo in un gruppetto di amiche più intime parlano di persone che nemmeno conosco, dato che hanno i rispettivi ragazzi che sono molto amici tra di loro. 

Qualcuna di loro sa che sto passando un periodo difficile e avrebbero potuto approfittare dell'occasione per farmi sentire bene...

La serata è andata così. Il mio ragazzo mi ha portato a fare questo aperitivo dove ho trovato lì alcune persone. Nessun sorpresa né niente. Qualcun altro è arrivato poi, senza neanche farmi gli auguri. Qualcun altro è arrivato in ritardo, ricordandosi di passare a salutarmi e a farmi gli auguri dopo aver salutato parte degli altri. 

Il regalo di intimo aveva solo il detergente (intimo, per l'appunto). Era un set di bagnodoccia, detergente intimo, non so che altro, e una spugna che però nella confezione effettiva mancava. Su internet ho trovato lo stesso a 4€. A parte che ho scoperto che hanno messo un euro a testa per il regalo (e la cosa mi scoccia, dopo non so quanto ho speso durante l'anno tra i vari regali per loro - 50, 100€? -  ma avrei preferito una stronzata però più sentita. Una stronzata che esprimesse la loro amicizia, il fatto che mi conoscono. Io sono una ragazza, ma non me ne frega niente di andare nelle profumerie e per me il docciaschiuma si prende al supermercato, punto.

Tra l'altro il sacchetto era anche bello, per cui mi aspettavo qualcosa di più... chissà che faccia di merda ho fatto quando l'ho aperto e ho detto "ah, grazie... un set doccia?", tra i miei pro/contro c'è che mi si legge in faccia tutto. Non escluderei però l'ipotesi che gliene fregasse così poco che non l'hanno neanche capito.

 Il biglietto. Il biglietto sarebbe potuto essere il modo per rifarsi, ma era così anonimo con scritto solamente "Auguri".

La cosa che ha coronato la serata è che era presente una persona che tutti loro ritengono estremamente falsa. La cosa peggiore è che hanno permesso a questa persona di contribuire all'organizzazione della serata, seppure essa stessa si sia autoinvitata all'ultimo. Questo per me rende l'intera serata di una falsità tremenda. Le cose sono state fatte tanto per.

Secondo il mio ragazzo pretendo troppo e ho troppe aspettative... Forse in parte ha ragione, ma il punto è anche che io in primis pretendo tanto da me quando faccio le cose per gli altri. Ho organizzato alcune feste per loro, preparato biglietti originali e sentiti... e questo è quello che tocca a me.

Sinceramente sono arrabbiata e delusa, la prossima volta che si attacchino tutti.
La cosa positiva è che ora ho la possibilità di fare un giveaway di un set doccia (incompleto di spugna).

 

Mar

26

Set

2017

Depressione

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vi è mai capitati di dire una bugia abbastanza grossa da non poter tornare indietro?? A me si

Sono all ultimo anno di giurisprudenza e mi mancano due esami da dare(che avrei dovuto dare a settembre ma per colpa della mia poca voglia di fare non ho fatto) ma mia mamma crede che io li abbia finiti!!

Non oso immaginare quanto si incazzerebbe se le dicessi la veritá...ma non so più con chi parlarne perche tutti quelli che si dicono miei amici non mi capiscono...dicono che devo torare fuori le palle e dirle la verità ma conoscendone le conseguenze non è facile!!

Sto attraversando un periodo di depressione...non riesco a studiare e mi sento una fallita in qualsiasi cosa!!!

Vorrei avere solo qualcuno che mi ascolti e mi aiuti e mi stia accanto..chiedo tanto?? 

Sab

23

Set

2017

Ho un problema di cui non ho mai parlato a nessuno

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sembrerà una sciocchezza ma per me è un problema serio, mentale ed economico.
Sono affetto da shoppomania. Ebbene sì. Nemmeno è riconosciuta come una patologia mentale ma insomma è un brutto disturbo del comportamento. Ce l'ho da anni, l'ossessione è cominciata a 12/13 anni, ora ne ho 25, sono un ragazzo omosessuale.
A 12 anni ero sfigato, asociale, piacevo anche alle ragazze ma proprio non riuscivo ad integrarmi. Ho usato i vestiti come prima armatura, mi atteggiavo da punk, da alternativo per tenere a bada le persone. E' cominciata lì la costruzione di me stesso. Ho passato tanti periodi diversi e cambiato modo di vestirmi molte volte, lo trovavo un linguaggio e lo trovo tuttora tale. Sembrerà assurdo ma per me è davvero difficile fare a meno di comprare vestiti per più di 3 o 4 mesi.
Non pensate che io abbia enormi armadi pieni di cose ma non sono nemmeno uno a cui mancano vestiti, e tanti ne ho comprati preso dalla voglia di riempire un buco nel guardaroba. "Mi manca un paio di jeans" tac, compro un paio di jeans che non mi piace e dopo 3 mesi li do in beneficenza, Non succede così spesso ma succede quelle 2 o 3 volte all'anno. 
Sono anche terribilmente annoiato in questo periodo e quindi non pensarci mi rimane molto difficile, per fortuna a breve mi riprendono le lezioni. 
Credo di farlo perché non mi sento amato né capito, Nè apprezzato né rispettato e spero che con un'apparenza di un certo tipo (non troppo convenzionale ma piuttosto curata) la gente mantenga il giusto rispetto, tenga le giuste distanze o mi voglia più bene perché gli arrivi il mio immaginario e i miei sentimenti.
Per carità amerò sempre la moda e l'abbigliamento, sono cose stupende anche se poco popolari, però ecco, credo di viverlo in modo anche malsano a volte. Cioè sono molto ossessivo, faccio addirittura liste di ciò che dovrei comprare e ciò che mi manca nel guardaroba, c'è sempre una mancanza, dico "questo, questo e questo e poi basta :)" e invece no! Non faccio in tempo a colmare un desiderio che subito ce n'è un altro. In parte anche perché è da poco che sto dando il peso che vorrei al mio abbigliamento, prima compravo tanta merda per risparmiare. Ora spendo BENE. 
Chissà se si attenuerà quando avrò comprato quelle 3 o 4 cose che mi servono, spero di sì perchéuna costante sensazione di mancanza è insopportabile, credetemi. 
Me ne vergogno anche perché sembra una cosa frivola ma nella mia testa ha assunto le dimensioni di un'ossessione. Gli oggetti hanno preso il posto dei rapporti umani, della vita, dei sentimenti. Vivo per loro e descrivo il mio guardaroba come la cosa migliore che ho, e non è nemmeno un guardaroba da sogno ma solo un bell'armadio di vestiti scelti piuttosto bene. Una cosa che amo dell'abbigliamento è che lo SCEGLI, la pelle, gli occhi, i lineamenti e tutto il resto non possiamo sceglierli, l'abbigliamento è la maschera che scegliamo. Penso che anche come mi hanno cresciuto i miei sia stato deleterio, ricordo che fino a 20 anni avevo 2 paia di scarpe: uno di tela per l'estate e uno di pelle per l'inverno. A 16 anni avevo due felpe e due paia di pantaloni e mai mai mai i miei mi hanno detto "ti serve qualcosa da mettere? hai bisogno di comprare qualcosa?" No mai. Se chiedevo qualcosa anche di strettamente necessario scattavano gli sbuffi e gli occhi roteanti, con tanto di "ma ti serve? ma quanto costa? mamma mia 100 euro per un paio di scarpe" roba che quanto cazzo vuoi pagarle un paio di dr martens?! 
Sono davvero triste e vorrei riempirmi di altro, l'apparenza è importante, lo sosterrò sempre, ma non dovrebbe risucchiare i pensieri e poi fare shopping dovrebbe essere un piacere, non una dipendenza.

Mer

20

Set

2017

Cosa fare in una situazione del genere?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti ho 26 anni ed ho avuto una vita molto difficile. Il fatto è che vivo con mia madre è mio fratello. Di conseguenza mio fratello e sempre andato a favore di mia madre perché, quando mia madre gli diceva, seguilo lui mi seguiva. Poi mi mena quando litigò con mia madre, e di me se  frega. Poi mia madre vuole che ha ventisei anni di settimana torni a casa presto intorno le 22:00 massimo. Sennò chiama a mio padre, ed anche se ho 26 anni mi picchia. Anche se sono separati. Poi mia madre mi sgrida sempre per ogni cosa. No ne posso più

Gio

07

Set

2017

SONO F-I-N-I-T-O-!!!!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Io sono sociopatico (clinicamente proprio,e sono pure grave),ciò mi porta ad aver paura delle persone e a provare tantissima ansia,che sfocia in asma o attacchi di panico,quando mi ritrovo in mezzo alla gente soprattutto se non le consosco.È una cosa bruttissima.Quest'anno sono stato bocciato e,per qualche assurdo motivo,non sono stato messo in classe con nessuno degli altri bocciati,con i quali ero riuscito a stringere una piccola amicizia.Ora mi sento malissimo,sto cadendo in depressione per questo,ho molta paura, almeno se fossi stato messo con loro avrei avuto meno ansia.

Forse riuscirò a farmi cambiare di classe,fattostà che mi sento malissimo e sono rimasto traumatizzato. 

Mer

06

Set

2017

Non riesco a fare la dieta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

È più forte di me. Il cibo è la mia unica consolazione, l'unica cosa che mi fa stare bene. Poi mi guardo allo specchio e mi faccio schifo per quanto sono grossa e pesante. Penso che non piacero' mai a nessuno, sempre che possa trovare quella maledetta anima gemella di cui tutti parlano. Vorrei essere come le maledette modelle che vedo ogni giorno, ma il cibo è più forte. Vorrei morire

Mar

05

Set

2017

Cosa fare in una situazione del genere

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Cosa fareste in una situazione del genere tipo se, vostra madre venisse ad ascoltarti dietro la porta mentre parlaste al telefono?

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti