Tag: rapporto

Mar

04

Giu

2019

Ho distrutto il paradiso..

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Pensavo di esser padrone della gestione dell'amore; sulle basi o, line guida, quali possano essere, del rapporto concretizzato poi come matrimonio. Per molti anni il mio mondo era completo: casa, figli e amore di chi è accanto nel mio cammino. Fino a quando lo specchio non rifletteva più la mia immagine, ma solo una riflessione, la quale sia una anticamera dell'insicurezza di essere nel mondo giusto.
Non riesco ancora a capacitarmi di quanto sia veloce il distruggere tutto: anni di gioia, dolore, sacrifici, lotte e vincite vengano smontati in poco meno di un attimo. 
Pur mantenedo un linea stabile dei doveri acquisiti e ora mal mantenuti, come lancette d'orologio i miei passi continuano e, "dovrei" esser alla ricerca di un nuovo mondo ma....continuo troppo a guardarmi indietro, continuo troppo a pensare: "vorrei fare ma non posso per..". Condizionato da ciò che il passato era e mai più sarà.
Continuo ad osserrvare le macerie cercando una via per oltrepassarle: distruggere anche i ponteggi precari issati a sorreggere quel poco sopravvisuto, uccide, come veleno, l'anima.

Nonostante io sia l'autore di questo macabro libro, non riesco a dare risposte dalle forti e solide basi...non sò! Forse sarò pazzo? O forse tento solo di nascondermi dalla realtà. 
Ora la mia vita è nell'ombra di un'altra anima ed in silenzio senza interferire, ne disturbare osservo chi fino a poco tempo fa custodiva il mio cuore ed ora apro spesso la teca dove è riposto, non accettando, o meglio non voler vedere che sia solo una copia ben fatta di plastica, in quanto ancora è riposto in quelle mani. 

Mer

22

Mag

2019

Rapporti tossici

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Come vi sentireste se le poche persone a cui aprite il vostro cuore poi si rivelano stronze? C'è da aggiungere che io sono timido e introverso già di mio, quindi essere deluso mi fa molto male perché mi sembra come se cascasse il mondo e fossi solo.

Mi è successo già innumerevoli volte che persone a cui tenevo e che pensavo ci tenessero a me poi mi trattassero di merda.. e scusatemi ma io non mi faccio trattare così. Voi penserete che si stia meglio senza di loro, e forse è così, ma mi chiedo: devono proprio essere tutti così? Tutta la gente con cui divento un po' più intimo prima o poi mi tratterà come una merda? 

L'ultima delusione l'ho avuta proprio di recente, da una fidanzata tossica e ossessiva. Io le volevo comunque bene e abbiamo cercato di rimanere amici, ma la sua ossessività prendeva il sopravvento e l'amicizia era automaticamente impossibile. 

L'ho trattata con le pinze, perché quando ci tengo a qualcuno ci tengo davvero. E il ringraziamento sono state varie frecciatine a distanza di tempo (che mi hanno veramente fatto capire che io quella persona non la conoscevo proprio, perché non l'avrei mai fatta tanto bambina da ridursi a delle frecciatine) e il rinfacciarmi qualsiasi cosa possibile e immaginabile perché la merda della situazione sono sempre io. 

Sab

13

Apr

2019

L'amore non mi interessa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Quando dico alle mie amiche, famiglia, ecc che non sti con nessuno semplicemente l'amore non m'interessa, non provo questo sentimento, non m'interessa privarlo e non capisco perché le persone cercano disperatamente un partner. Alcune volte certi miei e mie amiche mi rompono le scatole con le loro eterne lamentele, perché non trovo l'amore, non si chi non mi ama, soffro per amore... Insomma perché tutta questa paranoia? Se si trova bene altrimenti si pensa ad altro. In realtà spesso mi annoiano queste lamentele ma per educazione, amicizia e quieto vivere le ascolto.

La cosa interessante è che io non cerco l'amore ma lui mi cerca, nonostante io non sia proprio una modella, anzi tutt'altro, molti uomini vorrebbero avere una relazione seria con me, ma io preferisco restare da sola

Gio

22

Nov

2018

Preferite il sesso

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Orale o coito?

Sab

05

Mag

2018

Tradizionalismo nel rapporto uomo-donna

Sfogo di Avatar di Tamara95Tamara95 | Categoria: Invidia

Eccomi tornata con un nuovo sfogo! Ne ho tantissimi. Appena posso andrò da una psicologa ahahahah.

Sono una ragazza che crede nell'uguaglianza di genere e per questo devo dire che provo un leggero fastidio in tutte le creature femminili che si approfittano di quel tradizionalismo che è rimasto per spennare il proprio ragazzo. Inizio col dire che il mio non ha tanti soldi, ogni tanto mi offre il caffè o una merenda... Niente di più. Ma a parte questo, in generale, non mi approfitterei di una persona, solrattutto se si tratta del mio fidanzato. Certo è che un po' ci rimango male se mi dice di andare a mangiare fuori, perché io essendo più "squattrinata" di lui fatico a pagarmi una pizza fuori. Ah, premetto che non lavoro e non posso farlo perché sto finendo di laurearmi.

Ma ritorno allo sfogo principale: le donne che si approfittano dei maschi per farsi pagare tutto. Mamma mia che palle, non le sopporto!!! Non so se la mia è invidia, anzi sicuramente un po' lo è, ma NON perché vorrei la loro "furbizia" nel non uscire il portafogli, non per questo... Ma perché io proprio ho pochi soldi ahahahah sinceramente sarei disposta a pagare pure al mio ragazzo se potessi. Quindi quando vedo coppie che vanno spesso a mangiare fuori la pizza, o il classico  panino gourmet, o altro mi viene un po' di invidia... Anche se so che se una persona sente il bisogno di "pubblicare" continuamente cosa fa col suo ragazzo vuol dire che ha bisogno di approvazione.. ma questo è un altro argomento.

Finisco col dire: ma sono io un po' ingenuotta nell'aspirare alla partita di genere, o stronze (nel senso buono di furbizia) le altre a "entrare" nel portafogli del loro frequentante/ fidanzato / marito? 

Mer

07

Feb

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Dopo quasi dieci anni, la mia compagna mi dice di non amarmi più: rimango di schifo soprattutto perché non avevo colto alcun segnale di crisi. Combatto per sei mesi, poi me ne faccio una ragione, e conosco una donna con cui inizio una storia: una donna straordinaria, al di fuori del comune. 

Passano quattro mesi, e la ex mi dice di voler riprovare,  anche perché abbiamo un figlio. Lascio la nuova col cuore in gola, e mi sento un bastardo, ma cerco solo di salvare la mia famiglia. 

Soffro per aver ferito una persona che non meritava, ma non posso passare sopra alla mia famiglia. 

Spero di aver fatto la miglior scelta. 

Ven

19

Gen

2018

Fimosi non serrata.. 28 anni. Mia madre vuole aiutarmi?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

ModificaSalve, purtroppo per motivi di timidezza e imbarazzo, ho tenuto nascosto a mia madre di avere una leggera fimosi non serrata (secondo la ultima visita fatta). Tutto ciò nonostante io e lei non abbiamo segreti, e siamo molto in simbiosi. 
L'altro giorno però è uscito il discorso.. lei mi ha detto chiaramente che tutto ciò è dovuto al fatto di non aver mai avuto una ragazza e che può peggiorare.. 
Mi ha detto comunque di non vergognarmi e di farglielo vedere uno di questi giorni.. 
A voi è mai successo ? 
Io mi sono deciso di farglielo vedere.. ma ho paura di imbarazzarla, perché ovviamente devo andare in erezione.. e già da piccolo le notava.. però a parte questo ho anche paura che se lo prova non capiti solo l'erezione.. (non so se avete capito..) perché sono molto sensibile con questo problema. 
Cosa mi consigliate e cosa ne pensate ? 
Grazie e scusate l'argomento..

Mar

21

Nov

2017

Cosa devo fare con mia madre di 58 anni ? Non so come agire e sono single da alcuni anni, per sfortuna!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao, (chiamatemi Naoto per privacy qui) e sono qui a confessarmi su una situazione che più passa il tempo e più non riesco a gestire, a tenere dentro di me. E' come un grande peso che va avanti da anni..

 Cerco di essere sintetizzante, perché altrimenti dovrei scrivere giorni e giorni. Il problema è che arrivato a 28 anni, sento di aver sbagliato anche io qualcosa.

Fin da piccolo, ho un rapporto molto morboso, in simbiosi e stretto con mia madre. Lei secondo me, avendo perso altri due figli, ed avendo subito molte ingiustizie dal primo compagno, dal padre, anche da mio padre per diversità di carattere, ha forse trovato in me la sua similanza. Durante il tempo è come se mi fossi accorto di essere per lei, una figura molto importante, un figlio, un amico, la persona che le stesse più vicino possibile. Iniziammo a dormire insieme, già dai miei 15-16 anni. Fin qui niente di particolare..
L'unica cosa è che però durante il tempo, mi sono accorto di non ricambiare il forte affetto di mia madre, verso di lei e a nasconderli sempre una cosa (forse poco frequente e rara?) 

In poche parole, ho cominciato a senitre per lei un forte affetto e dei sentimenti di un rapporto non madre-figlio. Lei non ha mai notato questa cosa (almeno non me l'ha mai detta apertamenta..) ma già fin da piccolo è capitato che notasse quello che mi succedeva fin da piccolo, quando eravamo vicini o a dormire insieme. Potete sicuramente immaginare a cosa mi riferisco..

Lei infatti mi chiedeva spesso, un po sorpresa "perché ti succede questo" ? Io li rispondevo che non sapevo nemmeno io perché accadesse.. ma anche di recente è capitato che lei, scherzandoci sopra, tornasse a quei momenti in cui mi ricordava di quegli episodi. O altri in cui passando, incrociandosi nella stanza, facesse la mossa per acchiapparmi il mio "lui" :) 

Io ho sempre però cercato di mascherare tutto.. infatti non abbraccio quasi mai mia madre, ne li dico  parole dolci.. però questo non mi fa star bene.. inoltre lei, spesso mi vede come turbato da qualcosa, e vorrebbe vedermi più affettuoso.. 

Ora sono preoccupato perché lei, che già sta vivendo alcuni anni di conflitti caratteriali con mio padre, è spesso più nervosa, magari ci siamo ritrovati (inedito) a discutere anche noi due.. Vorrebbe vedermi più collaborativo e attivo... ma lei non sa che in me c'è questa situazione disagiosa.

Cosa ne pensate sia di me, che di lei ? 
Cosa dovrei fare ? 
E' un periodo che cerco delle risposte...
Dentro di me, sento il forte desiderio di togliermi questo peso..

Il mio primo desiderio sarebbe in primis, confessargli tutto in qualche modo e non nascondermi più ?

Ma ho paura della sua reazione... e sopratutto mi chiedo "come dovrebbe essere il DOPO per entrambi" ?

 

Sab

19

Ago

2017

Non ci capisco niente

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

Salve a tutti.

Vorrei parlarvi del mio "amico" ...in questo sfogo lo chiamerò Rinale (che fa rima col suo vero nome).

 

per due anni siamo stati ottimi amici, migliori amici. Abbiamo condiviso un sacco di cose, come due fratelli. Avevamo spesso degli intoppi ma si risolvevano in pochissimo tempo! In questi due anni ha avuto SEMPRE la mia spalla su cui appoggiarsi, io anche ho avuto la sua!

Dopo due anni una mattina si sveglia e mi dice che sono pesante, per poi sparire nel nulla per 5 mesi.

dopo varie mie prove nel capire cosa fosse successo, dopo tentativi di chiarire con Rinale e porte sbatture in faccia, mi sono arreso.

Rinale mi ha contattato in questi giorni dicendo di volermi vedere per ritornare come prima...

(ve l'ho fatta molto breve)

L'ho viso e sono stato freddo come non mai, perché un amico non si comporta come ha fatto lui. Quindi ho lasciato le cose come stanno, nonostante io voglia tornare come prima. Ma a parer mio, le cose rotte non si possono aggiustare...

che Rinale di amico.

 

accetterei consigli da parte vosra.... 

CHE NERVI ! 

Dom

16

Lug

2017

Rapporto con mia madre

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve a tutti mi voglio sfogare perchè sono stanco di essere perennemente criticato da mia madre per come sono, mi spiego: sono una persona abbastanza riservata a cui piace starsene sulle sue, in poche parole mi piace farmi i gran cazzi miei, ma non sono una persona sola infatti ho una buona compagnia di amici e amiche e una famiglia affettuosa..ecco la famiglia...forse troppo affettuosa e INVADENTE ed e forse per questo che spesso tiro su muri, ma non è che non voglia bene ai miei famigliari, soltanto che li reputo troppo diversi da me e dal mio pensiero e quindi forse anche in modo presuntuoso non li reputo in grado di capirmi. Sono una brava persona, che si è appena diplomata con 83 e che più che qualche "sbronza giovanile" non si è mai preso altro, nonostante ciò sento sempre che mia madre dubiti di me, questa cosa mi rende triste, lo ha sempre fatto, a differenza di mio padre con il quale ci parlo di più e mi fa più piacere passare del tempo con lui, forse anche perchè siamo più simili di testa in certe cose. Questa situazione che porta a frequenti frecciatine da parte sua nei miei confronti che poi sfociano il litigi che si concludono con lei che frigna perchè in fondo è una debole che su qualcuno dovrà pur sfogarsi. Dico questo perchè a mio fratello più grande invece mai una critica, infatti lui è il prediletto, quello che ogni domenica va a messa come lei e che a tutte le richieste dice di si come una burattino. Ormai è matematico che almeno una volta a settimana una critica e un reclamo me lo devo beccare anche se in fondo non faccio nulla, soltanto che in famiglia non parlo molto e quando sono a casa mi faccio i cazzi miei finchè non prendo le chiavi ed esco con i miei amici, sinceramente non penso di essere l'unico, soprattutto a 19 anni. Un altro esempio è il tasto delle ragazze e la sessualità, io con lei di questo non ci voglio minimamente parlare, abbiamo due teste troppo differenti , già che lei crede che il sesso sia semplicemente un mezzo per soddisfare la volontà di dio di fare un figlio per me è ridicolo e bigotto, quindi non parlo con lei di queste cose, però non mi sembra di essere un cattivo figlio, è vero ho un carattere a volte difficile, ma non per fare l'uomo vissuto io di gente che anche più piccola di me sta già rovinata ne ho vista tanta. Spero che un giorno forse andando a vivere da solo il nostro rapporto paradossalmente si rafforzerà per via del fatto di non doverci vedere tutto il giorno.

Succ » 1 2 3