Tag: stufa

Ven

14

Giu

2019

Non ho libertà in casa mia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Inanzitutto premetto che per me scrivere online queste cose è assolutamente anormale, trovo assurdo tutto ciò che sto per dirvi ma purtroppo è vero.

Ho 18 anni, vivo a casa con i miei genitori, ma ormai la situazione va degenerando. Potrei raccontarvi tante cose che riguardano tutti i problemi che ho avuto con loro durante la mia adolescenza, ma diciamo che i peggiori sono iniziati non molto tempo fa. I miei sono sempre stati molto all'antica; sono una ragazza, la sera devo tornare per le 11 e se tardo di 15 minuti (avvisandoli) iniziano a chiamarmi costantemente, anche trenta volte ognuno (sia mamma che papà). La cosa per me è frustrante perché vorrei avere un po' di pace, sentirmi libera di poter fare un po' tardi senza paura di tornare a casa, il mio costante pensiero è "chissà che cosa mi faranno questa volta". Un paio di settimane fa ho tardato la sera, di un paio di orette, sono arrivata verso l'una più o meno, dopo varie chiamate e messaggi da parte di mia madre. Diciamo che la peggiore è lei. La cosa degenera talmente tanto che più loro mi chiamano meno voglia ho di tornare a casa. Così, quella volta ho tardato, mi hanno preso il cellulare (per undici giorni) e le chiavi di casa, che non mi hanno ancora ridato. Si preoccupano tantissimo anche se sanno che sono sempre con il mio ragazzo la sera (con il quale sto da tre mesi) perché dicono che non sanno con quali persone esco e cose del genere. Io voglio che loro lo conoscano ma loro si rifiutano, anche se so che concordano con me sul fatto che sarebbero più tranquilli se lo conoscessero. Mi fa male tutta questa situazione e prima di tornare a casa mi metto sempre a piangere, come i bambini, perché trovano sempre qualcosa di sbagliato in me. Quando sono a casa del mio ragazzo la sua famiglia mi tratta come se fossi una di loro, e mi fanno sentire a casa più loro che i miei genitori. È frustrante e non è normale tutto questo, perché anche per piccolezze la colpa ricade sempre, e ripeto SEMPRE su di me. Hanno sempre tentato di farmi essere ciò che volevano loro (decidevano il mio modo di vestire, le persone con cui dovevo e non dovevo uscire, il modo in cui dovevo comportarmi e addirittura alcune volte i giorni in cui dovevo studiare e i giorni in cui non dovevo farlo) e quando mi sono resa conto che non volevo essere così ho iniziato a ribellarmi e a fare quello che volevo, per fargli capire che io ho un mio carattere e che non posso essere come vogliono loro. Io sono stufa di tutto questo, di non avere la libertà di essere chi voglio essere e di uscire con le persone che voglio, la libertà di uscire di casa senza che loro mi chiamino 30 volte per quindici minuti di ritardo. Sono stufa, e anche il mio ragazzo (che comunque mi sta sempre vicino) si sta veramente stufando di vedermi stare male per questo. Quando mi chiudo in camera e mi metto a piangere dallo stress, o per altri motivi, loro entrano, mi guardano ed escono fuori. Senza dire nulla. Quando torno a casa e mi chiedono dove sono stata, io gli rispondo ma per loro è sempre una bugia. Qualsiasi cosa io dica, è una bugia. Non posso andare a ballare perché torno a casa prima che inizi qualsiasi festa e sono sempre la prima ad andare via.

Ho provato tante volte a parlare con loro di questo, ma loro non si degnavano di ascoltarmi. Non si sono mai preoccupati di chiedermi come sto, come sta andando con il mio ragazzo, non sanno nemmeno che ho conosciuto i suoi genitori. Parlare è fuori discussione. Io a casa aiuto sempre mia mamma, studio e vado bene a scuola, quando esco faccio spesso tardi però sempre avvisando, ogni tanto quando sono fuori scrivo a mia mamma di mia iniziativa per dirle che va tutto bene, o dirle che autobus prendo per tornare a casa e a che ora. A me non sembra di sbagliare, ma per loro qualsiasi cosa è un errore.

Sto veramente valutando di andarmene di casa, anche perché loro sono i primi a spronarmi a farlo, a trovarmi un lavoro, a tenermi i soldi da parte. Credo che sia l'unico modo per risolvere tutto questo, perché io non ne posso più di essere sempre quella sbagliata quando in realtà non lo sono! Le cose che a me farebbero piacere non vengono calcolate ma le cose che loro vogliono bisogna farle se no io posso dire addio al mio cellulare, alle mie chiavi e sopratutto al poter uscire di casa. Non ne posso più.

Mer

08

Mag

2019

sopravvivere a suocera-vicina di casa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Aiuto.

Vivo vicino a mia suocera. Purtroppo negli anni ho cominciato a non sopportarla piu.

Io sono una persona che ama stare sulle sue, che se puo cerca di aiutare, mi definisco molto tollerante (non mi danno fastidio i rumori dei vicini, nemmeno notturni). Eppure lei riesce sempre a lamentarsi di qualcosa che non va bene.

Io abito sotto di lei e la sento camminare e spostare i mobili a tutte le ore, eppure penso che sia giusto tollerare la cosa perchè se si vive nello stesso stabile è normale dover tollerare dei rumori... Lei invece si lamenta di qualsiasi cosa... se una porta nel mio appartamento cigola, lei dice che il rumore la sveglia di notte... ha un cane che abbaia dalla mattina alla sera e i vicini hanno mandato un paio di volte anche i vigili, eppure lei si lamenta se sente il mio cane abbaiare (tra l'altro un cane minuscolo e anziano che abbaierà una volta al mese).

Mio marito subisce le continue lamentele di questa persona. Negli anni le abbiamo prestato soldi, fatto favori... eppure lei è come un pozzo senza fondo e continua a chiedere e a lamentarsi.

Le piace fare la vittima. Noi abbiamo una famiglia numerosa, non abbiamo bisogno del suo aiuto, nè economico nè di altro tipo. Per fortuna, perchè altrimenti saremmo veramente continuamente accusati di pesare su di lei. Per assurdo, quelle poche volte che ci ha fatto un favore, lo rinfaccia per anni... Dice di adorare i suoi nipoti, ma se dipendesse da lei sarebbero vestiti di stracci e non andrebbero nemmeno a scuola dopo i 16 anni, perchè quello che conta nella sua mente malata è che tutta la sua discendenza contribuisca economicamente al suo mantenimento.

Mi domando come fa a dire di essere senza soldi quando ha appartamento di propietà, un figlio single che vive con lei e contribuisce alle bollette, percepisce una pensione e un affitto di un immobile... Dunque lei dichiara di non riuscire a vivere in questa situazione, però ritiene che noi, con uno stipendio e mezzo, tre figli  in età scolastica, ai quali dobbiamo anche cercare di garantire un futuro, un mutuo da pagare ogni mese e tutte le altre spese che una famiglia sostiene, dovremmo passarle tra e cento e i duecento euro al mese....

Sono stufa. Non la sopporto piu. Voglio bene  a mio marito e non sopporto come lei lo usi solo per ricevere favori o soldi. Col lei si parla solo di problemi (i suoi) e soldi che le mancano. 

Sono l'unica in questa situazione?  

E' una persona che ha grossi problemi, puo farmi in un certo senso pena, perchè certo non vive felice causa se stessa, ma non per questo le permetto di rovinare anche la nostra esistenza.

Vi dirò francamente che negli ultimi mesi la sto evitando.  

Mar

15

Gen

2019

Basta!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono stufa. Dire stufa è un eufemismo.

Ho 45 anni, un marito, tre figli. E fin qui tutto ok. Solo che mio marito ha una madre e un fratello che sono due persone che non sopporto piu. Il solo vederle mi mette di malumore. Vorrei essere superiore e riuscire ad ignorare il rigetto che provo quando li vedo o quando mi parlano, ma non ci riesco.

Per fortuna che quellla trashata di natale è passato. Ero esasperata dal fatto di averli dovuti invitare a casa, come non li vedessi gia abbastanza.

Viviamo nella stessa palazzina. Noi a piano terra, suocera e cognato cinquantenne abitano insieme sopra di noi. In cima, nell'attico, c'è un appartamento (quello con il panorama migliore e una terrazza favolosa) che è del cognato, ma lui al momento vive ancora con la madre perchè dice di non avere i soldi per comperarsi i mobili (la cucina, il letto e il divano ci sono... non so cosa potrebbe mancare). Da sempre mia suocera predilige mio cognato rispetto a mio marito. A volte è imbarazzante. Ha una visione di lui distorta: lo vede bello, vincente, con un peso forma invidiabile. In realtà è una persona con grossi problemi. Quando non lavora si chiude in casa e beve da solo. Poi sfoga il nervoso con chi ha vicino (da un paio d'anni non lo fa piu con me e mio marito perchè sono stata molto brava a tenerlo a distanza).

Poi c'è questa cosa dell'essere senza soldi, o di dire di esserlo, che è un mantra continuo di mia suocera e di mio cognato.

Noi siamo in cinque, mio marito operaio, io lavoro saltuariamente, mutuo, spese varie per scuola, figli ecc... è dura, ma finora ce l'abbiamo fatta. 

Mia suocera da sola, pensione minima, incassa due affitti (un miniappartamento e un negozio), ha l'appartamento di propieta senza mutuo

Mio cognato operaio (stesso contratto di mio marito), single, ha un mutuo, vive con sua madre (percio bollette e spesa come minimo fanno metà per ciascuno.

Ecco, mia suocera continua a chiedere soldi in prestito. Quindici anni fa le ho dato una somma molto sostanziosa: quindicimila euro, perchè doveva fare dei lavori al negozio che ora affitta. Non me li ha ancora restituiti. Eppure in questi anni non so quante volte ci avrebbero fatto comodo.

Vorrebbe che mio marito e mio cognato le passassero 50 euro a testa al mese. La scusa è che mio suocero non autosufficiente si trova in una casa di cura e che con la pensione del suocero non riesce a far fronte alle spese. Peccato che io sia a conoscenza di quanto ammontino pensione e rata della casa di cura e che perciò sappia che in realtà la differenza sarà di 200 euro in un anno (che non abbiamo mai avuto problemi a versare).

Ogni grossa spesa che si presenta, lei viene a battere cassa. O almeno ci prova. Se mi invita a bere un caffe da lei c'è sempre un secondo fine: richieste di soldi, favori, oppure si lamenta dei mei figli che non la vanno a trovare. Le due adolescenti mi hanno detto chiaramente che con la nonna si sentono a disagio. Fa commenti sul loro modo di vestire o sul loro look (troppo scollate, troppo truccate, perchè avete tagliato i capelli? Cosi li avete rovinati!! Adesso sono bruttissimi....)

Mia suocera non si trucca, non va dal parrucchiere e si veste male, però si permette di dare giudizi malvagi su come si vestono, truccano o pettinano gli altri.

La mia figlia piu piccola invece mi ha detto che non va volentieri dalla nonna perchè quando poi vuole tornare a casa la nonna non la lascia, si mette a piangere e le dice che se non resta li con lei rimarrà da sola perchè nessuno va mai a trovarla.

Mio cognato invece pensa di essere una vittima. Lui fa tutto, se non ci fosse lui poveri noi ecc... in realtà non fa un cazz a parte andare a lavorare. E nessuno di noi gli ha mai chiesto di fare cose per noi e noi non ci siamo mai accorti che lui ci faccia dei favori come è convinto di fare.

Mettiamoci poi mio marito, che ho sempre adorato, ma che negli ultimi due anni mi sembra diventato un vecchio, sempre a letto, sempre lamentoso, sempre stanco. Che se gli chiedi di fare qualcosa subito si arrabbia.

Ed io? Io vado avanti per le mie figlie. Mi ritaglio i miei spazi (sempre piu grandi, visto che se rimango a casa quando non ci sono le mie figlie mi sento circondata di negativita). Per fortuna ho un'amica con cui faccio lunghe passeggiate e tante risate. Per fortuna ho mio papà che vado a trovare spesso e con cui parliamo di cose divertenti.

Scusate lo sfogo, ma dovevo farlo, se no magari succedeva che dicevo a mia suocera quanto mi sta sui.... 

 

Gio

13

Dic

2018

Ma che cazzo!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

No vabbè, si può essere così sfigati???
Non è umanamente possibile avere una vita di merda e nel contempo tutta una serie di sfighe quitidiane che ti fanno venire voglia di ammazzarti sul serio!

Ho in casa da due anni un'invasione di maledettissimi psocotteri e io ho la fobia degli insetti, soffro di insonnia, passo le giornate a cercare uno straccio di impiego che non trovo solo per potermene andare di casa, sono circondata da persone che si godono la vita lamentandosi per minchiate epiche e nemmeno si degnano di chiedermi come sto, ogni volta che provo a fare qualcosa mi va di merda (perfino andare dallo psicologo, dato che dopo pochi mesi si è trasferito e mi ha mollato!XD).

Ogni giorno mi sveglio e non vorrei lasciare il letto per non cominciare un'altra giornata uguale a quella precedente e poi, tipo questa mattina, mi capitano cose che mi mandano fuori di testa, aggiungendosi a tutto il resto. Me ne sto tranquilla al pc per le mie due orette di relax (anche se la connessione qui a casa fa schifo e ci mette ore a caricare una pagina), all'mprovviso la batteria inizia a calare e il tempo di raggiungere l'alimentatore...il buio.Si è bruciata e ora il computer funziona solo con la presa elettrica, cosa mooolto scomoda.Il pc è pure un vecchio modello di cinque/sei anni fa e non so se riuscirò a trovare il ricambio della batteria! Posso incolpare il numero 13, pure se non è venerdì, o mi tocca davvero andare a Lourdes per farmi benedire e scacciare 'sta bastarda di sfiga che mi perseguita da anni??! No, perchè non si può continuare così...

Tags: basta, sfiga, stufa

Dom

18

Giu

2017

M agg rutt o cazz

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mi sono rotta le palle di dover dar retta a tutto e a tutti

Mi sono rotta il cazzo di trovare uomini che non sono realizzati chi di una maniera. . Chi in un'altra

Vedere donne che alla mia età  hanno figli e tutto.. ed io a 28 anni devo star dietro ad uno che  tutto qll k fa lo fa senza portarlo a termine

Mi sono rotta il cazzo d nn riuscire a trovare lavoro. 

Tags: stufa

Gio

15

Giu

2017

STUFA

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Che due palle sta vita di stereotipi e moda, se non sei idiota e pecorone come gli altri ciao e buonanotte. Se non socializzi con il paesello sei strano e asociale, se non spettegoli sei ancora più strana. Però occhio, sei strana anche se parli troppo, se cerchi di far sorridere la gente musona, sei strana in ogni caso. E allora? Sono strana? Bene, io sono strana perché forse non riesco ad adattarmi al vostro modo patetico di intendere la vita. Io sono felice con poco, se brontolo lo faccio perché vi devo sopportare. Quando sono sola sto una meraviglia. Tutti che mi rompono i coglioni ma io vi rompo le palle forse? No, mai. Mi faccio i cazzi miei. Mi offendo se mi date buca? No, me ne frego, capisco e vi scuso. Nessun problema. Provo io a spostare un appuntamento e apriti cielo, offesi a morte, mi becco pure insulti e mi si dice che sono incoerente. Si, w l'incoerenza, perché io VIVO belli miei, io vivo alla giornata, al momento. Se mi gira cambio idea su tutto quanto, su di me, su di voi, sul mondo intero. Ogni attimo sono una persona nuova. Però sono educata, simpatica, solare e divertente e mi cercate sempre eh? Però quando fa comodo a voi. Se sono io una volta ad aver bisogno c'è qualcuno? No. Ma io non vi rompo i coglioni e nemmeno attacco le mie rogne agli altri, me li vivo e risolvo da me. Cazzo se mi state sulle balle cari miei del genere umano, uno più cretino dell'altro. Se discuto io rispetto l'altro e cerco un punto d'incontro civile, invece mi ritrovo cretini che insultano senza freni se non la pensi uguale. Beh, allora io mi scanso, chi cazzo ha voglia di discutere in questo modo? Con gli incivili schizzati nevrastenici che urlano come le scimmie dovrei perdere il mio prezioso tempo? No, grazie. Il mio cane mi dà più soddisfazioni. Io e lui passiamo ore insieme sereni e nessuno rompe le palle. Gli esseri umani meritano di vaporizzarsi al più presto. Sono cosi stufa, stufa... umani, che razza animale di merda! E ne faccio pure parte..che sfiga...

Tags: stufa

Sab

01

Apr

2017

Stanca di questo e quello.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Perché dovrei sentirmi pentita innanzitutto?

Sono stufa di tutto! Stufa di questa esistenza! Perché è evidente che non ha senso niente! Almeno per me! E non riesco ad andare avanti con antidepressivi o qualsiasi altra pillola, medicina del cavolo che allieva le sofferenze. Sono stufa di alleviare le ansie, le tensioni davanti a un cellulare, ad un monitor, a Facebook, oppure spaparanzata su un divano a guardare la tv. Sono stufa di non avere nessuna certezza dentro di me, di vivere così, senza senso. Comunque, sfogarsi dà già un'altra sensazione. Stufa di sentire mia madre sempre urlare, o che ti impone di fare qualcosa, che non riconosce mai quello che hai già fatto. Stufa di mio padre, che torna a casa dopo lavoro e ti ritrovi sempre con quel suo sguardo giudicante e il suo silenzio incombente. Stufa delle sue prediche, del suo atteggiamento nei confronti di mia sorella e nonostante ciò, di pretendere che diventiamo delle brave ragazze acqua e sapone casa e chiesa. Cosa che non siamo. Stanca del telegiornale che trasmette sempre le solite noiose tristi notizie, non sa fare altro e lo vediamo tutti come il mondo sta migliorando giorno dopo giorno grazie alla sua utilità. Stanca di non sentirmi mai libera, di sentirmi sempre sotto accusa, sotto l'occhio inquisitore o semplicemente sbagliata per quella che sono. Stanca delle mode da seguire, di non sentirmi libera di poter fare e essere come sono. Stufa dei volumi alti alla televisione di casa, di vedere mia sorella sempre fissa al cellulare, stanca di vedere mio padre che rimprovera il cane perché abbaia. Stufa di sentire squillare il telefono di casa solo da parte dei call center che ti propongono le loro offerte per fidelizzarti oppure da parte di parenti ansiosi che chiedono favori. Forse la stanchezza maggiore deriva dal fatto che ho sempre dato importanza più agli altri che a me stessa. Reprimere e reprimere sempre tutto. Senza un attimo di "Oh che bello! Posso rilassarmi!!!!!" Qualsiasi cosa faccia, se c'è accanto qualcuno mi paralizzo, non riesco a mostrarmi per quella che sono. Non riesco a mostrarmi triste quando lo sono, a essere me stessa di fronte agli altri. Riesco solo a paralizzarmi. A sentire disagio, stanca stanca davvero di questo. Dentro di me ho sempre o quasi questa sensazione di disagio. Come "CAVOLO!!!!" Sono stufa. Stanca!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! SSTAANCAAAA. DAVVERO. Come se dentro di me non esistesse libertà.

Sab

18

Mar

2017

MATRIMONIO=FIGLI!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sei fidanzata...perchè non tisposi???

Ti sposi...è ora che fai dei figli???

Gli rispondi a tono....Da quando ti sei sposata sei cambiata!!!

Si so cambiata, sono stufa di sentire sempre che qualcuno mi dice quello che devo o che non devo fare.

MATRIMONIO=FIGLIO....NO CAZZO...MATRIMONIO=STARE BENE CON TUO MARITO E SE HAI VOGLIA FARE UN FIGLIO

ho l'impressione, sopratutto se sei donna che, se non "ottemperi" al dovere di fare i figli, sei taglaita automaticamente fuori dalle amicizie. Sicuramente è una mia condizione mentale (come dice mio marito) ma io sto soffrendo questo!

 

Mer

08

Mar

2017

Ora resto da sola..

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ti ho conosciuto per tre mesi , abbiamo aspettato l'anno nuovo insieme abbrcciati sulla riva del lago a gurdare i fuochi d'artificio,  da li sembrava iniziare qualcosa di bello.

La verità è che dopo questi pochi mesi che ti ho conosciuto ho capito che non ero felice con te e che odio tutto del tuo carattere.  E me ne accorgo solo ora! Odio il tuo essere troppo impostato ("stasera non posso vederti, ceno alle 19, mia madre poi si offende devi dirmelo il giorno prima che vuoi vedermi" a 28 anni???), non potevo chiamarti quando eri a casa ("si sente tutto dalle pareti di casa mia meglio di no"), non potevo farti un regalo ("se mi regali questo non lo uso, sto bene cosí"....apprezzare il gesto?), non avrei mai fatto un viaggio in posti belli come Napoli, Campania, Siciclia posti che adoro..('non ho voglia di spostarmi troppo e poi certa gente del sud mi dà il nervoso').....vita sessuale inesistente ("stasera meglio di no, cè poco tempo....No qui no non mi piace....Certe cose non mi vanno sempre")

Come ti ho trovato.....ora ti saluto! Io scema con le fette di salame sugli occhi, sempre dolce e a non badare a queste cose. Scoppia un litigio e neanche vuoi affrontare le situazioni....sparisci nei tuoi silenzi, lasci a me prendere in mano sempre la situazione. Stavolta mi sono rotta.....sto da sola! Cosa ci faccio con un ameba per cui mi sbatto, comprendo, esprimo i miei sentimenti e faccio gesti carini per mostrarti che ci tengo, ti vengo in contro anche se sei quadrato...ma la verità è che non te ne frega niente. "E questo no...e quello no...non mi piace...." SEI DIFFICILE. Oh là. 

Neanche gli auguri per la festa della donna mi hai fatto. Piccola goccia che mi ha fatto esplodere. Dovevo sfogarmi...che cavolo.

 

Mer

01

Mar

2017

adesso mi sfogo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

sono stufa di non avere soldi, di dover sempre fare i conti per ogni piccola cosa. Ci sono sempre centinaia di priorità in casa e io non vado dal parrucchiere da 5 mesi, non vedo un'estetista da anni ed ho sempre gli stessi vestiti.

Sono ingrassata 20 kg, mangio per il nervoso. non riesco a calare nonostante faccia lunghe camminate e cerchi di non mangiare dolci.

mio marito non mi desidera piu da anni, dice che sono i problemi economici e lavorativi che lo inibiscono, ma chissà, magagari sono io che ora faccio talmente schifo che...

i figli sono adolescenti e hanno alti e bassi. sono orgogliosa di loro, ma mi prendono tanta energia.

mi sento stanca, non dormo molto, ma mi sento stanca dentro... dimentico le cose, mi sento sempre sotto pressione anche per piccole cose.

mi sembra che tutto vada male...

una mia amica si è rivelata falsa e questo mi ha fatto male. le altre mie amiche mi dicono di non preoccuparmi, che quella persona è sempre stata una persona strana e di non dare peso alla cosa.

odio mia suocera, il suo vittimismo, il suo lasciarsi andare, il suo mettersi nei casini economici, il suo voler sfruttare fino all'ultimo mio marito ricattandolo con assurdi sensi di colpa, il suo voler mettersi in mezzo in tutte le decisioni... ormai le tengo nascosto tutto, anche le banalità, perchè non sopporto più i suoi consigli non richiesti, il suo modo di scaricarmi addosso ansie e colpe che non ho, la sua ipocrisia. se qualcuno le domanda come sta, dice che piange tutti i giorni, che io non la vado mai a trovare, che io ce l'ho con lei, ma che lei non mi ha fatto niente... ma che vada al diavolo... meno la vedo e meglio sto, c'è già tanta gente falsa in giro che faccio volentieri a meno di lei.

vorrei spaccare tutto. dentro ho un mare in tempesta. 

vado avanti giorno per giorno, mi trascino, non sopporto piu niente e nessuno. vorrei solo avere tempo per me, soldi per me, spazi per me...

sono stufa di dover sempre essere la spalla su cui si consolano gli altri, che si arrangino... voglio stare in pace, fare cose che mi divertono, frequentare persone che mi fanno stare bene...

qualche settimana fa si è tolto la vita un signore che conoscevo di vista, tutti sono rimasti sconvolti dal fatto che non immaginavano, vedendolo da fuori, che questo signore fosse depresso a tal punto da fare un gesto del genere. Eppure non era chiaramente felice, eppure appariva chiaramente stanco di tutto e di tutti, eppure era sommerso da richieste di aiuto ma nessuno chiedeva a lui come stava... io mi sento un po' in questa situazione, e questa cosa mi fa paura, perchè non so come può evolvere. ho dei figli e non vorrei mai arrivare a tanto, ma certi momenti sono davvero duri... e il fatto che tutti pretendano di essere compresi e nessuno cerchi di comprendere almento un po' come mi sento io... mi fa stare male

scusate lo sfogo... 

Succ » 1 2 3