Tag: sfogo

Sab

20

Mag

2017

Madre assillo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Buongiorno a tutti, sono una ragazza che vive con i genitori per via del lavoro poco redditizio e anche per una questione di rispetto nei confronti di mio padre che sta poco bene e ha bisogno di cure. Il mio sfogo parte dal fatto che molto spesso litigo con mia madre per questioni di poco valore e di fisse mentali. Oggi l'ultima... ribadisce spesso il fatto che io non ho amici... il che è vero in quanto non ho mai avuto a che fare con persone serie o che tenessero a me, ma non sono asociale, come pensa lei, sono timida e riservata ma se c'è da dialogare dialogo con chiunque se ho qualcosa da dire. Un'altra cosa che mi rimprovera é che se io faccio qualcosa per la famiglia lo faccio solo per inerzia, solo perché lo debba fare...o che non sono capace a trovarmi un lavoro come si deve. Sembra che gli faccia schifo! E ogni volta che lo fa mi fa sentire male come se sia un mostro... Non capisco cosa abbia mai fatto di male... forse sono troppo accondiscendente nei suoi confronti. Però tengo al suo giudizio non tanto a quello della gente ma al suo sì e mi fa sentire male anche se lei pensa che lo faccia per spronarmi.  

Tags: sfogo

Gio

11

Mag

2017

Help...Sono quello sposato di 40 che ha raccontato della sua nuova amica.....

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Incredibile....nemmeno a farlo apposta mi ha contattato 5 min dopo aver scritto lo sfogo. Chiede come mai negli ultimi gg non sono passato a trovarla al negozio dove lavora..chiede se posso andare da lei alla chiusura perchè è sola e dopo le 20.00 ha paura per via del quartiere poco raccomandabile...

Se vado faccio il danno, se non vado forse mi gioco l'unica occasione che ho..

Sono abbastanza incasinato 

Mer

10

Mag

2017

Sollievo Velenoso

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi chiamo Daniel e ho 24 anni...vorrei scrivere tante cose ma lo spazio è poco e cercherò di essere sintetico...sono un tossico, o meglio, ero un tossico di oppiacei dall'età di 15 anni fino ai 18/19 purtroppo però recentemente ci sono ricaduto, complice anche il fatto che al cps della mia zonami hanno prescritto ipnotici benzodiazepine per l'insonnia e degli antipsicotici atipici per la depressione, che purtroppo invece mi hanno scatenato forti incubi e un aumento generale del malessere, e purtroppo non sono stato abbastanza forte dal resistere a prendere qualcosa che mi "tappasse" i sensi ed il dolore...In ogni caso la mia dipendenza è nata dal principio proprio come "antidepressivo fai da te"...di fatti a 14 mia madre scappò di casa, ma non mi sorprese (soffriva di schizzofrenia religiosa) lasciandomi con un padre violento e autoritario che ha instillato in me la paura e una rabbia repressa che ancora mi porto dietro, la vita fino a quel momento era stata comunque un disastro, e spesso i vicini chiamavano polizia e carabinieri per le urla dei miei che si picchiavano e che picchiavano me, così a 15 anni iniziai a rifugiarmi nella prima cosa che riusciva a staccarmi da tutto e farmi stare meglio, e nel mio quartiere (case popolari in periferia) non era difficile procurarsela, la mia vita era un casino, risse, spaccio, droga, sesso, niente scuola, sballottato qui e li con gli assistenti sociali...a 16 anni scappai di casa anche io vivendo per un primo momento da amici, successivamente mi ritrovai ad abitare con perfetti estranei...la mia fortuna è di essere nel complesso un bel ragazzo, ed infatti sfruttai questo per trovare vitto, alloggio e la mia dose di sollievo (speedball), continuai così fino ai 18 anni, età in cui facevo il fotomodello e il ragazzo immagine per mantenermi fino a che la mia fidanzata dell'epoca rimase incinta, smettemmo entrambi e decidemmo di tenerlo ma al 4° mese, dopo aver saputo che era una femminuccia, ebbe un aborto spontaneo...inutile dire che non riuscimmo più a stare insieme, e io ripresi a farmi per contenere gli attacchi di panico che mi erano iniziati a venire da quando avevo saputo di aver perso una figlia...penso sia stato l'anno in cui ho esagerato di più con le dosi, infatti nell'anno successivo sono morti tanti miei amici fra le mie braccia per aritmie cardiache, virus vari o semplicementeperché quando si è fatti non si dovrebbe uscire di casa...fatto stà che ho smesso, un po' per paura di soffrire, un po' perché suicidarmi mi sembrava una mancanza di rispetto verso la mia bambina che invece di vivere non ne aveva avuta nemmeno occasione...dai 19 fino ai 24 ho vegetato, stanco...lo so, è ridicolo sentire un 24 enne che dice di essere stanco della vita...ma sinceramente non mi interessa, nella mia vita ho conosciuto solo dolore, rabbia, paura, violenza, lussuria (ho un pessimo rapporto col sesso)...le poche gioie che mi sono guadagnato sono svanite lasciando segni così profondi da togliermi la volontà di andare avanti, di lottare...probabilmente anche per colpa mia, non sono mai stato una cima, me ne rendo conto e molte delle situazioni che mi si sono presentate le ho gestite sicuramente nel peggiore dei modi...ma ciò nonostante non ho più voglia di vivere, di impegnarmi e di fare tutte quelle cose che un 24 enne dovrebbe fare...sono stanco, e voglio solo riposare...e se proprio non posso morire, lascerò scorrere la vita fino al suo termine...questo non mi rende felice, ma mi rende meno infelice di come starei perdendo nuovamente qualcosa di importante o rendendomi conto che non sono in grado di riuscire in qualcosa di buono e utile...una volta mi dissero una frase, una frase che odiai profondamente, e forse mi diede così fastidio proprio perché vera, e si sa, la verità brucia..."in questa vita nasciamo soli, viviamo soli, e moriremo da soli" e di fatti oggi mi ritrovo senza lavoro, vivo in un piccolo soppalco ospitato da una vecchia signora e sono circondato solo da ricordi atroci, incubi che non mi fanno dormire per più di 2 ore di fila, vivendo ogni secondo un agonia immensa, pieno di rabbia, di paure, di ferite e cicatrici...mi scuso se queste parole offendono qualcuno, so che ci sono persone che sicuramente hanno un vissuto peggiore del mio e vivono tutt'ora peggio di me senza mai mollare, ma io non sono così forte, non lo sono mai stato...ed infatti mi rifugio in dei veleni che non mi fanno vedere la realtà del mondo che mi circonda...che siano medicinali, o meno....in realtà non so perché scrivo tutto questo...ma ne sentivo il bisogno...in ogni caso sono stato anche abbastanza prolisso, al contrario della mia premessa, quindi chiudo qui.
Saluti, Daniel

Dom

07

Mag

2017

lavoro perso,ragazza andata...e adesso FANCULO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

 

ho perso il lavoro. DI NUOVO

ho perso una ragazza che amavo,e se la sta spassando con un altro. DI NUOVO

Non so che dire. vorrei incazzarmi ma sono arrivato al punto che sento solo .... freddo. A sto punto credo starei meglio sotto le ruote di un treno,almeno da morto le persone potrebbero smettere di deludermi e farmi del male. 

Mer

26

Apr

2017

Utopie

Sfogo di Avatar di tncgintncgin | Categoria: Altro

Da bambina amavo questa frase di Walt Disney, "Se puoi sognarlo, puoi farlo". Allora in 22 anni di vita questo ho fatto, e continuo a farlo, sebbene sia terribilmente inutile perché ho solo accumulato un disincanto dietro l'altro.

Sogno un amore giusto e sano su tutti i fronti con una persona che mi faccia sentire bene davvero. Ancora non ho trovato qualcuno con cui stare senza impedimenti e sofferenze di genere. Anzi, continuo a cercare di far funzionare relazioni che ogni volta sembrano "giuste" ma piene di impedimenti e poi chissà come la magia finisce. Vorrei per una volta potermi donare anima e corpo a qualcuno senza problemi di alcun tipo.

Sogno anche un po' di sincerità: mi sono stufata di sentirmi dire che sono una bella persona, di essere interessante, di essere bella (a questa cosa non ci ho mai creduto), di essere "troppo brava e buona" e poi guadagnarci solo la scottatura di quelle parole. So benissimo di avere dei difetti, so anche di non poter stare simpatica a tutti.

Sogno un corpo che mi piaccia in primis, e che possa piacere alla persona che mi amerà. Ci sto provando, spero di poter vedere qualche progresso, sebbene i miei obiettivi mirino a corpi di modelle filiformi. Non perché magro sia bello, ma perché nell'essere magra per un periodo trovai una mia dimensione di benessere, distrutta pochi anni dopo con alimentazione sbagliata e abbuffate da stress.

Sogno un lavoro che mi piace e che mi faccia andare avanti volentieri. Pensavo di aver trovato il percorso di studi giusto, ma così non è stato. Concludere questo percorso mi pesa come un macigno, e sono arenata tra tante insicurezze. Spero di sbloccarmi il prima possibile e di potermi dedicare finalmente a ciò che amo. Anche se mi attanaglia il dubbio di commettere nuovamente un errore, e ho paura.

Sogno di essere meno sola, di trovare la mia Casa, di andarmene via da queste quattro mura, in una città che mi soffoca da quando ci ho messo piede e dove in 11 anni non sono riuscita a stringere legami di alcun tipo. Non è questo il mio posto, non lo è mai stato. 

Sogno di vivere lontana dalla depressione, da tutti i miei blocchi emotivi, psicologici, sessuali. È da troppo tempo che mi sento in gabbia, non ne posso più.

Sogno di essere snodata, slanciata, atletica. Ho sempre ammirato chi sa fare acrobazie, chi fa il parkour, chi sfida le leggi della gravità per provare il brivido del volo e del rischio. Mi chiedo se sia ancora in tempo, impacciata come sono.

Sogno di vivere senza rimpianti. Eppure un quarto di vita l'ho vissuto ricolmo di essi.

Sogno di avere la forza di reagire, di mostrare a tutti la forza che ho, so di avere, ma che ho paura di mostrare perché temo di essere incapace di controllarla. Di ferirmi per via sua.

Sono un agglomerato di sogni.
Mi chiedo quanti di questi si avvereranno davvero.

Gio

06

Apr

2017

Non riesco più a nasconderlo... vorrei solo urlare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho bisogno di raccontare tutto questo a qualcuno, la mia migliore amica non ha mai avuto di questi problemi, delle mie compagne di classe non mi fido molto e se lo dicessi a mia madre direbbe di lasciar tutto così com'è senza batter ciglio, pere evitare di avere problemi inutili.

La verità è questa...

Dopo  due anni di scuola superiore la mia classe è stata spezzata in due, la parte in cui c’ero anche io è stata unita a i rimanenti di un’altra classe, leggermente di più di noi. Tra questi c’era L. Mi ricordo all’inizio che gli chiedevo sempre i compiti di costruzioni dato che lui era uno ed è tutt’ora uno dei più bravi. Mi ha subito ispirato fiducia questo ragazzo. Finché il giorno prima dell’inizio delle vacanze di natale della terza superiore, insieme ad una mia compagna di classe, E, e lui, ci siamo ritrovati in classe a parlare delle cose sconce che E faceva da tempo con il proprio ragazzo più grande di lei di qualche anno.  E nulla lì ho rivelato che non avevo mai avuto un ragazzo, negando completamente quello successo tra me e M, un mio compagno di classe delle medie, qualche anno prima (era una storiella delle medie, ero ancora troppo piccola per capire veramente). Fatto sta che il discorso mi sembrava finito con la fine dell'intervallo, fino a quando di pomeriggio L inizia a scrivermi e parliamo un po’. Non mi ricordo l’inizio del discorso e cosa ci siamo detti, mi ricordo solo che di ritorno dal corso di giapponese parlammo ancora a proposito di ciò che avevo detto in classe. E mi rivelò, facendomelo capire, che in seconda gli piacevo. Mi disse che dopo avermi vista una volta ridere nei sotterranei (la mia classe si trovava lì a quei tempi) con dei miei compagni, continuava a proporsi per andare a fare le fotocopie solo per passare davanti alla mia classe, vicina alla stamperia.  Così massaggiammo per tutte le vacanze e il sabato prima che finissero, ricordo che siamo andati a pattinare sul ghiaccio; lì lui mi regalò un orso di peluche grigio con dentro dei cioccolatini. L’ho ancora in casa. Ricordo che non ci fu nessun bacio se non uno fugace sulle guancie e un abbraccio. 
Però poi, una volta iniziata la scuola parlammo su come comportarci, dato che eravamo nella stessa classe e a sua detta era imbarazzante. Quindi abbiamo deciso di far finta di nulla. La cosa è andata avanti per un paio di settimane finché gradualmente ho notato che si stava allontanando da me e quando gli ho chiesto, facendo il primo passo, di metterci insieme davvero, lui ha detto che mi avrebbe fatta soffrire e quindi sarebbe stato meglio se fosse finita lì. E così è stato. Ho iniziato ad odiarlo e parlargli sempre meno: era la mia tattica per non soffrire troppo, almeno credo. 
Così finì la terza superiore.
D'estate, per mancanza di affetto (mia nonno era morto da poco) o per dimenticarmi di ciò che è successo con L, ho iniziato a provarci con M (si il mio compagno delle medie). E dopo esserci uscita ecc. ci siamo messi insieme. Però solo dopo un paio di mesi e una bella litigata ( in cui lui mi ha tirato un bidone pazzesco), ho deciso di lasciarlo perché mi faceva più male che bene. 
Nel frattempo però, con l'inizio del nuovo anno scolastico, mi sono avvicinata ad L come migliore amica per aiutarlo con una grave delusione amorosa che lo faceva soffrire ecc. 
Anche lui dopo che mi sono lasciata con M, mi ha aiutato a riprendermi perché comunque faceva male dimenticare una persona con cui sei stata per quasi tre mesi. Solo che, e questo me lo ricordo come se fosse ieri, un giorno (esattamente a metà di dicembre) L mi invitò a casa sua e, quasi stento ancora adesso a crederlo, mi ha baciata, più di una volta (possiamo dire che abbiamo "limonato"). E tipo ero al settimo cielo! Abbiamo passato anche il capodanno insieme con altri nostri compagni di classe! Era il momento più felice della mia vita. Solo che non ho mai parlato seriamente con L, perchè volevo godermi quei momenti di felicità che sapevo sarebbero passati. Come volevasi dimostrare, io e L ci sentivamo sempre meno fuori da scuola e sentivo come se lui si stesse allontanando ancora da me. Così solo un mese dopo gli ho chiesto perché mi avesse baciata: lui mi rispose che voleva provarci come me, che credeva che sarebbe potuto nascere qualcosa tra di noi. E io lì non l'ho costretto e non ho insitito più di tanto per non sembrare appiccicosa e maleducata.

Mi sono accorta troppo tardi che quello che provavo e che ancora provo per L è amore, e non semplice affetto materno. Non era un semplice migliore amico, stavo bene con lui, avrei voluto passare con lui tutto il tempo possibile, stargli vicino se aveva bisogno di una mano o se stava male semplicemente per un malanno. Ma sono arrivata troppo tardi, qualcuno gli ha rubato il cuore prima di me. Ci aveva provato a far nascere qualcosa tra noi e io l’ho ignorato per egoismo, per non soffrire più, se avessi detto questo quel dannato giovedì quando mi ha baciata, ora sarei felice. 

Ora la situazione è questa: L sta con una ragazza da ormai tre mesi, io mi sono rimessa con M perchè ho deciso, dopo che mi ha detto che gli mancavo da morire, di dargli una seconda possibilità. Ma ogni mese che passa è sempre più difficile.
Non voglio far soffrire M, è una ragazzo gentilissimo anche se un po' troppo timido, e poi non se lo merita di soffrire per una come me. E non voglio nemmeno rompere l'equilibrio che L si è creato con questa nuova ragazza, la prima dopo la sua grande delusione, non se lo merita di soffrire ancora...

Ecco...io non so più che fare

Tags: amore, sfogo

Gio

30

Mar

2017

Fastidioso atteggiamento

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Questa sera mi sono girate le scatole perché il mio ragazzo continua a parlare di una tipa che conosciamo. Già tempo fa l'ha tirata fuori più volte, tirato fuori il discorso, dicendo che la vedeva in crisi con il suo ragazzo (entrambi li conosciamo solo di vista o poco più) e ok una ... due ... ma poi cosa me ne sbatte a me... poi questa si e' messa con un amico del mio fidanzato, e dinuovo 'sai che stanno insieme chissà se dura etc etc' e anche qua cosa me ne frega dinuovo... sembrava proprio come se un po' gli interessasse... ma almeno parlane con i tuoi amici non con me cavolo. Questa mattina eravamo tra amici in un parco ed e' saltato fuori il discorso di questo suo amico con altri amici in comune, e lui ha raccontato loro che si è messo con questa ragazza, ed ha iniziato ad elogiarla : perché e' una bella tipetta, molto carina, sportiva, in gamba etc davanti a me ... e non contento ha fatto vedere loro le sue foto ( di lei ) da Facebook e una volta mostrate si e' ripreso il suo telefono e davanti a noi si è messo a scorrersi tutte le sue foto del profilo. Visto che avevo già notato questo suo 'interesse' avevo anche già notato che non c'è una foto o una cavolata che questa pubblichi a cui lui non mette mi piace. Non sono una persona gelosa e non gli ho detto assolutamente nulla, perché sinceramente va bene una va bene due va bene tre ma poi mi girano le scatole. Se questa ti ispira tanto perché stai con me provaci con lei no ? Poi lui con me e' fantastico si comporta bene non ha mai dato segni di essere disonesto anzi, forse lo fa anche un po' in modo ingenuo ma e' chiaro che a me da fastidio .... anche perché non è la prima volta che mi accorgo che mette mi piace a tutte foto di una ragazza. L'estate scorsa mi compariva sempre su Instagram che lui aveva messo mi piace a post di una tipa..finché un giorno eravamo a casa e questa dal nulla gli scrive se esce quella sera. Cioè facendo così, anche se non lo fai per cattiveria non mi vuoi tradire ne nulla, ma mandi un messaggio sbagliato alla gente ... e comunque anche la storia che ho raccontato prima, quella recente, mi da davvero fastidio !! Forse esagero il. Ah ps premetto che non siamo ragazzini ma lui ha 35 anni e io qualche in meno. Quindi non sono storielle stupide da 14 anni... e stiamo insieme da un anno e mezzo. 

Tags: sfogo, love

Ven

17

Mar

2017

Perché le persone sono stronze?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Domani c'è il mio ultimo open day prima della maturità e scrivo per il giornale della scuola che verrà distribuito. Prima di Natale la prof del laboratorio di giornalismo mi ha chiesto di scrivere un articolo abbastanza difficile e complesso. Ci ho passato tutte le vacanze di Natale e poi il primo giorno in cui l'ho vista dopo le vacanze l'ho consegnato felice per averci messo anima e corpo. Oggi ricevo un'anteprima del giornalino e non vedo il mio articolo. Chiedo spiegazioni alla prof che mi duce che lo hanno sostituito con un altro sempre dello stesso argomento ma scritto da quelli di prima. Ora io mi chiedo perché. Perché me lo fai scrivere se poi non lo pubblichi? Mi ha rovinato la giornata. E ora incollerò sull'articolo che ha preso il posto del mio il mio articolo. E ucciderò a morsi e calci le bambine di prima e la prof. STRONZE. ESTINGUETEVI. 

Lun

13

Feb

2017

San Valenti.....NO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Altro anno, altro giro di boa. Altra ragazza che mi piace, altra ragazza che si mette con un idiota col risvoltino. Rosico. rosico da matti - mi pare di impazzire.

E domani sarà il 14. ottimo, un altro anno a guardare quelli che stanno con qualcuno e invidiarli perchè io non riesco a essere così STRONZO da farmi volere bene.

Vi auguro di mettervi le corna tra un mese, quanto basta per illudervi di esservi innamorati e accorgervi che quelli che vi volevano DAVVERO gli avete cacciati via.

Fanculo all'amore, fa talmente male che a sto punto vale non desiderarlo nemmeno piu. 

Gio

26

Gen

2017

pessima

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Si sono propio pessima non riesco a portare a termine nulla.ogni buon proposito dura un secondo oramai devo rassegnarmi a nn avere figli e non ci riesco propio so che e' colpa mia ho perso troppo tempo in passato e essere diventata un bidone gigantesco nn mi aiuta ma niente sogni infranti desideri perduti per cosa ? Pigrizia ??

 

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti