Tag: problemi

Gio

08

Giu

2017

Senza TITOLO con tanteeee parolacce

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Stupido biondino dimmerda, prima fai l'amico e dopo mi dici ''le tue scarpe non sono di marca'' sei un pezzo di merda, mi umili davanti a tutti, hai una ragazza puttana che ha segato mezza (città in cui vive). Ti vanti perchè hai L'iphone tutto scassato e frantumato! Sempre geloso sei tu, sempre a dirmi ''hai paura delle ragazze?'' ''sei povero eh?'' ''ciao sfigato'', parli te parli! Che non hai nemmeno un computer o un tablet, hai solo quell'iphone dello schifo! Pure vecchio modello! Torna a guardare uomini e donne i il grande fratello invece che scassare il ca22o a me, coglionazzo. Ti ossigeni i capelli e ti vanti di quel finto biondo da scemo. Guardi solo mode e marche. Per non parlare del tuo altro migliore amico che mi prende in giro, quello ha problemi come te! è scemo pure lui e pensa solo a cose oscene! Non sei piu' mio amico, per me non sei mai valso nulla, sono stato tuo falso amico solo per non essere preso in giro da uno come te! Per non parlare anche di quelle facce da culo che si vendono per un otto, come te, vaffan****!

MI SONO SFOGATOOOOOO Sìììììììììììììììììììì 

Mer

26

Apr

2017

Ho bisogno di scriverlo a qualcuno.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Vorrei potermi sfogare con qualcuno. 

Sono fidanzata da anni ,prima di fidanzarmi avevo un migliore amico,che conoscevo da tutta una vita,praticamente. Per ragioni del mio fidanzato ho dovuto chiudere l amicizia con quest'altro, pensava che io piacevo a lui, che l amicizia tra maschio e femmina non esistesse e che quindi ci avrebbe dato problemi. Io accecata dall'amore ho fatto tutto ciò,ho chiuso i rapporti con il mio migliore amico, abbiamo fatto una discussione un giorno dove è conclusa con un mio "vabe" dove lui non ha mai risposto.

È vero che io ho fatto tutto per allontanare l amicizia, ma non volevo fino a farci diventare estranei. Io avevo in mente di parlarci ugualmente ma casomai non tutti i giorni,a tutte le ore,come facevamo,volevo far capire al mio fidanzato che a lui non piacevo che eravamo solo amici.

Comunque passano i mesi (passano anni) e noi due siamo due estranei. Il  mio fidanzato neanche se lo è mai posto il problema se io ci stessi male o no.

La verità è che ci soffro,ancora oggi che sono passati anni. Ci soffro perche è una questione irrisolta, non ne abbiamo mai più parlato. Non ci siamo neanche più scritti, mi sono persa tutte le cose più importanti della sua vita, come lui della mia. 

Vorrei poter chiudere questa questione una volta per tutte, vorrei poter essere in pace con me stessa. Perche sono stata davvero una stronza e lo so e l ho sempre saputo, ma tra amore ed amicizia avevo scelto  l amore.

Ora come ora sono sempre fidanzata con lo stesso ragazzo ma non mi sono mai aperta a lui, a nessuno in verità. L unico amico che ho avuto è stato questo che ho "abbandonato".

Certo ne sono consapevole che non torneremo più come prima,anzi sono convinta che per lui sia stato un bene la nostra litigata perche si era finalmente staccato da me e stretto amicizia con altre persone e addirittura fidanzato.

Ma ciò che più mi dispiace è che lui adesso che si è fidanzato sta facendo i miei stessi errori... Si sta allontanando dagli altri suoi amici, sta solo con la ragazza, ha addirittura cancellato su un sito una nostra foto(che ha sempre avuto anche dopo il litigio) e questo mi dispiace. Vorrei urlargli: non fare il mio errore, te ne pentirai ogni giorno,come sto facendo io, ma non posso. 

Gli auguro soltanto che non si penta come faccio io, mi dispiace e vorrei dirglielo, ma non posso e non potrò mai.

 

Grazie se avete letto fino a qui. È banale,lo so, ma avevo bisogno di scriverlo. 

Sab

11

Mar

2017

Non so nulla

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sento che la mia vita sta scivolando via dalle mie mani. Mi sento dentro un vortice di depressione, aggravato da me stesso, dai miei errori dalla mia immaturità in determinate situazioni, dalla mia incapacità nel relazionarmi con le persone.

Sento che la mia vita sta perdendo il suo valore, mi sento incapace di dare qualcosa agli altri, di arricchire le persone a me care con la mia presenza. Non riesco ad essere concreto nelle mie azioni, nel mio studio, ad essere attivo. Non sono riuscito a tenermi stretto le persone importanti, degli amici a cui volevo un mondo di bene, e un amore vero e unico. Ne riesco ad esprimere agli altri i miei sentimenti, perché li sento io stesso come sbagliati.

Riguardo indietro al mio passato e vedo che ho sempre vissuto ai margini, quasi come un emarginato, senza veri legami profondi e duraturi. Senza essere mai apprezzato per il mio valore, per le mie capacità e sottovalutato nei miei disagi e nelle mie difficoltà.

Non so che fare, forse avrei bisogno di un aiuto professionale, ma non riesco a chiederlo, perché lo vivo come una sconfitta per me, l'ennesima. La mia famiglia tutto sommato ci prova a supportarmi, ma lo fa nel modo più sbagliato possibile.

Ho paura per me, perché ho un profondo rispetto per la vita, e ho una grande voglia di vivere che supera tutto, ma ho paura che in un futuro non possa essere più così 

Lun

20

Feb

2017

I soldi fanno la felicità

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Avarizia

Dicono tutti che i soldi non fanno la felicità: non sono per niente d'accordo.
Io e la mia famiglia siamo in una situazione pessima economicamente in quanto abbiamo provato ad aprire un'attività, dopo che mio padre a 50 anni è rimasto senza lavoro, e non siamo mai riusciti a pagare i finanziamenti chiesti. Nessun familiare ci ha mai aiutati ed ora rischiamo il pignoramento di tutti i beni e della casa, a malapena mangiamo o riusciamo a comprare i vestiti. 

Quindi si, i soldi fanno la felicità, se avessi dei soldi risolverei tutti i nostri problemi e me ne andrei in crociera a spendere il più possibile, la mia confessione è che non darei mai soldi in beneficenza, bensì li userei solo per godere di ciò che mi sono privato in tutta la mia vita. Comprerei cose inutili che mi appaghino il più possibile, berrei alcool costoso e non lavorerei né studierei. 

Mar

14

Feb

2017

Spiegatemi il motivo

Sfogo di Avatar di DumontDumont | Categoria: Ira

Spiegatemi il motivo per cui passi una bella serata, fino alla mattina successiva, a PARLARE con un uomo!!!! 

Dio santo perché siete fatti così deboli e non ci provate apertamente!! Se alle 3 ancora non me ne sono andata vuol dire che ci sto diamine!

 

No, scusate, ma se io passo al pub poi montate in auto con la scusa del "non volevo lasciarti in balia di quello là". Vi riaccompagno a casa e mi chiedete di accostare per fumare una sigaretta e restiamo a parlare per 4 ore allora lo capite che il problema non siamo noi donne...  Vero? 

Dom

12

Feb

2017

Giuro che ti do fuoco

Sfogo di Avatar di BluesoulBluesoul | Categoria: Altro

Cara, sono 7 anni che sei entrata a far parte della mia vita, abbiamo avuto molti alti e bassi, ma ultimamente sono piu i problemi che mi dai delle gioie che dovremmo provare assieme. Senza contare tutti i soldi che mi hai fatto spendere e io ora sono davvero stufa.

La prossima volta che ti rompi giuro che ti metto in mezzo ad un campo e ti do fuoco.  

Tags: auto, problemi

Sab

29

Ott

2016

Lei non vuole una storia seria

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

​Sto impelagato in un pasticcio e mi servono donne in grado di comprendere una donna, che io sono un uomo e sono geneticamente impossibilitato a capirci nulla.

​Da un po' di tempo sto uscendo con una tipa che mi piace davvero tantissimo, come non accadeva da almeno un decennio (siamo ragazzi grandi, che hanno abbondantemente superato la 30ina)

​La sua situazione è abbastanza classica, ma delicata.
​In pratica ha lasciato il suo fidanzato storico un mese e mezzo fa (circa) dopo 10 anni di fidanzamento e un paio di convivenza.
​Noi ci conosciamo già da un anno, e ci frequentiamo da 2 mesi (si, da prima che lo mollasse) durante i quali la nostra "relazione" ha visto un'inevitabile ascesa.
​Andiamo a letto, usciamo insieme, stiamo imparando a conoscerci, ci sentiamo e vediamo assiduamente.
​Dal punto di vista del comportamento, se ci incontraste per strada, saremmo indistinguibili da una coppia comune (e di certo speciali non siamo)

​Ma abbiamo un problema, o meglio, IO ho un problema.
Lei non ha alcuna voglia di impegnarsi, promettere nulla, assumersi obblighi ecc ecc.
​Non parliamo di matrimoni, bambini, convivenze, o roba di questo tipo, ma del più semplice "patto di fedeltà" che c'è in una coppia, per esempio.
Insomma, vuole mantenere piena libertà personale e la possibilità di cancellare questa cosa in qualunque momento senza sentire di stare infrangendo alcuna promessa, e la cosa mi preoccupa.

​Parliamoci chiaro, è ovvio che dopo 10 anni di relazione schiantatisi a terra nel modo più sofferto possibile chiunque vorrebbe un minimo di spazio per respirare e sono già sorpresissimo di essere arrivato fino a qui (ero talmente convinto di stare andando a prendermi un 2 di picche storico che mi è dovuta saltare addosso lei la prima volta).
​Ma anche io ho le mie dolorose esperienze passate e, sebbene il cuore mi dica che la cosa migliore da fare è procedere per questa strada senza pressarla, aspettando che le acque si calmino, il logorroico cervello mi suggerisce di avere paura, di coltivare dubbi, di aspettarmi la fregatura, e di non stupirmi se tutto verrà infine cestinato come un temporaneo trastullo per allietarsi il passaggio doloroso.

​In preda a questi timori, due giorni fa, ho quasi chiuso tutto io stesso.

​Un consiglio mi aiuterebbe molto.
Sto buttando il mio tempo?
Dovrei solo aspettare?
​Quando si è presentata la possibilità (niente affatto remota) che io finissi a letto con un'altra lei ha avuto un attacco di gelosia, che dovrebbe tranquillizzarmi, se non fosse che so bene che "non voglio impegni" non significa necessariamente che "se mi scappi mentre ho ancora voglia di te va bene"

Ven

23

Set

2016

Tutti bravi a lamentarsi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho 20 anni. E sono a casa a godermi i postumi di una safenectomia aggravata da varici espanse su tutta la gamba. Ho un male cane dal mattino alla sera e la notte mi sveglio spesso con crampi terribili. Quest'estate mi hanno tolto i denti del giudizio incassati e anche la ho tirato giù un sacco disanti. In più ho passato Giugno e Luglio a lavorare e a prendermi cura del nonno che è stato da vero male. Fortunatamente ho una ragazza davvero d'oro che mi ha aiutato, una famiglia degna di essere definita tale e degli amici buoni. Pochi, ma buoni. 

 E tu ora vieni a dirmi che stia peggio di me perché non sei riuscita ad andare al mare e perché hai due esami indietro da dare? Hai rotto, sono stanco di sentire le tue litanie e quelle di tante altre persone. Avete la fortuna di non dover sbattervi per imparare un mestiere e guadagnare dei soldi e della maturità. Non avete delle gambe degne di un novantenne che ogni giorno fanno un male cane. Io rispetto i vostri problemi, ma se voi quando vedete i miei li sminuire dinnanzi alle vostre idiozie potete anche andare a fare 12 mesi di volontariato in oncologia e capire cosa siano veramente i PROBLEMI SERI. Pace.

Gio

15

Set

2016

Un cambiamento troppo opprimente

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Salve a tutti, vorrei chiedervi un consiglio: da quando è iniziata la scuola io ho iniziato a cambiare totalmente atteggiamento con il mio ragazzo, me la prendo per cose inutili, faccio strani pensieri sul suicidio eccetera eccetera, piango senza motivo, insomma non sono più la stessa. Naturalmente in tutto questo c'è un piccolo motivo, quest'anno ho la maturità e la patente, e visto che ormai la mia vita è programmata dopo la maturità farò un esame d'ammissione per l'università. Io sinceramente ho paura di tutto quello che sta succedendo, ho paura di fallire, di non farcela, di deludere tutti, inoltre quest'estate ho litigato con due mie care amiche (che sono per giunta in classe con me) ed io essendo una ragazza abbastanza timida ho stretto una buona amicizia con loro, e con gli altri in modo più superficiale, sta di fatto che queste due non mi salutano nemmeno... e sinceramente io non ho fatto nulla per meritare tutto questo...

Il mio ragazzo naturalmente mi aiuta e mi da sostegno, ma io alle volte (ultimamente quasi sempre..) faccio la bambina e l'immatura, forse perchè inconsciamente non voglio crescere.. comunque non so cosa fare.. ho anche una situazione familiare schifosa e non voglio perdere anche il mio ragazzo... Vorrei solo capire cosa mi sta succedendo.. 

Gio

15

Set

2016

18enne stufo della vita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a te che stai leggendo. Sono un ragazzo di 18 anni stanco di come sta andando la mia vita fino ad ora.

Partiamo dalle amicizie. Fin da piccolino sono sempre stato il "bravo bambino" che non faceva niente di male a nessuno, era sempre calmo, tranquillo. Ció mi fece isolare dagli altri bambini perchè diciamo che loro preferivano quelli piú "ganzi e vivaci" e quindi ho sempre avuto quei 2-3 amici in croce, ma non mi lamentavo... Fino ai tempi delle medie, in cui ho cominciato ad essere vittima di bullismo e quei 2-3 miei amici si sono rivelati degli stronzi, lasciandomi da parte. Ci sono rimasto veramente male... E ció mi fece chiudere ancora di piú, come se già non fossi di partenza timido e introverso. Tuttavia riuscì verso la seconda media a farmi un altro gruppetto di amici... Che peró anche loro una volta al liceo si sono rivelati dei coglioni per motivi che non sto a dire. Qui comincia la parte piú triste della mia vita. A 14 anni avevo di nuovo perso tutti gli amici che avevo, facendomi diventare sempre piú un "eremita sociale". Inoltre continuavo a venir preso in giro a causa della mia situazione e personalità e questo non mi aiutava affatto. Entrai in depressione (meditai persino il suicidio)... E ogni tanto ci cado ancora adesso. Dai 16 anni le cose migliorarono leggermente... Forzandomi cercai di farmi nuovi amici.. Nuove conoscenze... E ci riuscì, o almeno credevo. Persi infatti interesse nella compagnia con cui avevo cominciato ad uscire da qualche mese... Avevo capito che non facevano per me... E ció mi demoralizzó. Ma il peggio è stato circa 5 mesi fa. Infatti quello che consideravo il mio "migliore amico"  si riveló anch'egli uno stronzo. Non sto raccontarvi tutta la vicenda, ma in sintesi mi raccontó un sacco di menzogne. Questa fu la goccia che fece traboccare il vaso. Ormai ho 18 anni, sono all'ultimo anno di liceo e sono diventato molto disilluso. Con tutte le delusioni che ho avuto a livello di amicizia mi chiedo se quest'ultima esista veramente... 

Inoltre non ho mai avuto una ragazza. Tutte le ragazze che mi attraevano o mi hanno respinto, o mi hanno fatto perdere interesse in loro, o erano a loro volta fidanzate.

Per non parlare dell'atmosfera che respiro stando a casa mia in famiglia. Prima di tutto devo dire che nel periodo di depressione maggiore i miei genitori non sono stati per niente d'aiuto. Si limitavano a sgridarmi dicendomi di svegliarmi... che non dovevo essere triste.. che non dovevo rinchiudermi in casa...

Adesso invece loro non fanno altro che litigare ogni giorno... A pranzo e cena molte volte non parlano tra loro... Rendendo il mio ritorno a casa (e stare a casa) non molto eccitante. L'unica persona della mia famiglia con cui ho un bel rapporto è mia sorella.. Che purtroppo vive all'estero, quindi la vedo o su Skype, o la vado a trovare 2 settimane all'anno.

 

Davvero.. Non vedo l'ora di andarmene da questo posto... Dal mio liceo e da casa mia.. Ma tanto credo che le cose non cambieranno mai.. Come non sono cambiate fino ad esso ogni volta che ho cambiato scuola. 

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti