Tag: genitori

Ven

23

Giu

2017

Sono terribilmente incazzata con mia madre

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

mi sembra che qualcunque cosa lei faccia la fa solo per farmi incazzare, mi ha chiuso fuori sul terrazzo e poi è uscita, le chiedo qualcosa e fa l'opposto, non sparecchia la tavola a colazione e aspetta che arrivi il pranzo e poi sono costretta a farlo io, mi dice in continuazione che devo dimagrire e peso 52kg X 167cm. Durante tutta la sua giornata fa di tutto per farmi incazzare, oggi volevo andare a comprare un pantaloncino e lei ha fatto di tutto per non farmi andare, dice un sacco di cazzate. Ieri dovevo andare a comprare un vestito dal negozio di mia zia e io le ho chiesto se poteva chiamarla per avvisarla che stavo andando e lei ha detto si l'ho chiamata ti aspetta, arrivo davanti al negozio ed era chiuso perché era giornata di chiusura, mia madre mi aveva mentito. Sono tante piccole cose che però accumulate mi fanno stare davvero male. Lei è gelosa di tutto e vuole rendere la mia vita un inferno. Ho voglia di spaccare tutto ho morso il cuscino fino quasi a spezzarmi i denti ho tirato pugni al muro della mia camera, corro tuttti i giorni per sfogarmi ma questo non basta! Ogni volta che le pelo finiamo per litigare perché è questo quello che vuole.

Dom

18

Giu

2017

Famiglia di merda

Sfogo di Avatar di Broken InsideBroken Inside | Categoria: Ira

Iniziamo dai miei: mio padre è un menefreghista. Torna a casa dal lavoro (è vero che è stanco e tutto ma è insopportabile) e ci urla perché non vuole che parliamo visto che ha mal di testa, però ci costringe ad ascoltare le sue lamentele. Non vuole che si accenni alla sua professione perché lo stressiamo, tant'è che non si occupa del mio caso e se si prova a farglielo notare ci sgrida e dice che lo opprimiamo ( ho un piccolo problema per cui devo essere operata e lui DOVREBBE essere lo specialista che mi segue e mi prepara per l'intervento). Si interessa solo al nostro rendimento scolastico e nonostante sia buono continua comunque a perseguitarci e a stressarci senza motivo (non vuol sia fatto a lui ma lo fa a noi e si lamenta nonostante non sia mai presente e non sappia un bel niente). Poi è egoista: se c'è ,per esempio, qualcosa da mangiare che piace a tutti se lo sbaffa lui di soppiatto. Poi ogni volta che gli rispondiamo male ci mette le mani al collo e stringe credendo sia una specie di gioco (questo trattamento speciale lo riserva quasi sempre a me). Mia madre è anche lei egoista: fa cadere i nostri oggetti che più le piacciono in terra e poi dice di averli trovati abbandonati e che quindi sono suoi. Spesso regala o butta le nostre cose per puro divertimento. Ride di noi quando la informiamo dei nostri progetti e desideri dandoci delle fallite tra le risa. Piange,fa la vittima e ci accusa di tutti i suoi fallimenti quando non può avere ragione. Ci picchia per cose stupide e si preoccupa del nostro rendimento perché ha paura di sfigurare con le amiche davanti alle quali ci accusa di non aiutarla mai (cosa non vera visto che per anni mi sono occupata della casa e di mia sorella dato che i miei tornavano a casa solo la sera). In più non ci aiuta mai e tiene così tanto a me che non si preoccupa di nulla e mi dice sempre di arrangiarmi se voglio andare in giro e di tornare a piedi  (nonostante non mi abbiano lasciato prendere la patente e nonostante ci siano km da fare) anche a notte fonda perché non ha voglia di spostare la macchina. Dice sempre che lei fa molto più di noi anche quando è evidente che ha dormito tutto il giorno e ci fa fare da servi con la scusa  (se non ubbidiamo non ci parla più e riferisce tutto a papà). È ipercritica, maniaca dell'ordine e della pulizia e super lunatica. Mia sorella mi ha appena detto che faccio schifo nonostante abbia sacrificato metà adolescenza a seguirla ed aiutarla per non farla sentire come me. Ed ecco il risultato : pensa sia un mostro e mi tratta malissimo. Non mi ascolta ed una volta si è anche tagliata. Sono disperata. Mia nonna (l'unica rimasta) mi tratta da sempre malissimo perché a suo dire sono la fotocopia di mia madre che odia a morte (è ricambiata) ed ora inizia a trattare male anche mia sorella (proprio adesso che è in una fase critica). Gli altri parenti o sono completamente pazzi o giustamente hanno i loro problemi. Bon mi sono sfogata, scusate per la lunghezza :')

Ven

09

Giu

2017

DI NUOVO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ancora, un'altra estate a fare il colgione al mare ballando come uno scemo( cosa che odio fare ma lo devo fare per forza per i miei genitori). Avere amici falsi e mangiare male in uno stupido hotel a una stella, capito bene UNA. E svegliarsi in piena estate alle 6 per andare dentro acqua sporca, quindi vi rispondo con questo

FANC*LO 

Mer

07

Giu

2017

A tutte le madri che pensano di avere figli solo loro

Sfogo di Avatar di TheRavagerTheRavager | Categoria: Accidia

Avete rotto il c***o, sono stufa! Gente della mia età (24 anni) o più giovane che ha figli che spuntano così dal nulla e tac, succede il miracolo, la loro vita cambia!

Ne ho viste di tutte i colori ve lo giuro, perciò vi farò una bella lista, un vademecum, un foglietto illustrativo:

- Le zoccole che diventano sante: hanno trombato la prima volta presumibilmente alle scuole medie, alle superiori si sono fatte anche i banchi e i rotoli di carta igienica del bagno, e all'improvviso ops! "Sono incinta AMORE". Ma amore de che, te credo... a forza de trombà anche el campanaro della chiesa prima o poi te capitava, non pensi?! Però adesso basta, non importa se le loro parti intime le conoscono in altri 26 paesi e 3 continenti, no, adesso sono sante perchè sono mamme. "Un figlio ti cambia la vita", si ma non cambia tutti i congolesi, nigeriani e zar di Russia che ti sei trombata in metà anni della tua esistenza. Che poi mi fanno pena i mariti/compagni de ste z*ccole, perché adesso "I porno?? Ma ti pare! Che schifezza! Che cose luride, meschine, sessiste, maschiliste!! Se lo becco che cerca di mettermi a pecora lo lascio! Missionario 4ever!" Siiii, minchia, sai che sacrilegio, ti arriva la scomunica dal papa che fa pure sbattezzare tuo figlio. Mai fatta religione a scuola, si professa atea o agnostica ma "il battesimo si fa lo stesso!", tanto pagano tutto i nonniny-love love.

- Le "sbadate": "è successo", "mi sa che ho scordato di prendere la pillola", "il preservativo si è rotto". Sí che si è rotto brutta tr*ia, l'hai bucato tu, di proposito, per farti mettere incinta. La pillola te la sei dimenticata? Beh magari almeno per una sera EVITA di scopare se sai di averla dimenticata no?? O metti il preservativo (possibilmente uno di quelli che non hai già bucato). Poi mi raccomando, nel 2017 ancora non puntatevi un ca*zo di allarme sul telefono per ricordarvelo. Sapete ritoccarvi anche i tessuti interni dell'apparato gastrointestinale ormai con gli smartphone, ce state attaccate tutto il giorno ma una ca*zo de sveglia, un ca*zo de appunto/nota per la pillola no eh? Ma che ve lo dico a fare! Adesso vai pure a sederti a non fare un cazzo per il resto della tua vita tanto ti mantiene lui no? Ah scusa, l'ho detto ad alta voce? Ti ho rovinato i piani? 

- Le approfittartici: la classica put*ana che fa l'innocente, la viscida che fa buon viso a cattivo gioco, sì sì tutto bello, amore mio, sei la mia vita, e mi raccomando posta anche foto su Facebook con scritte sul rispetto, l'amore idilliaco, quello eterno che non finirà mai. Dopo che si sposa martella pesantemente i genitali del compagno per avere un figlio o meglio, quanti più riesce ad averne nel minor tempo possibile, così poi boom! Due piccioni con una fava: mantenimento, casa e pure assegno per i figli. E l'amore eterno lasciamolo dormire in macchina al fresco va. Acide di m*rda che vi permettete pure di fare le vittime poi. "Mi ha lasciata con un figlio sto bastardo, adesso devo fare tutto io! Ma ho dovuto lasciarlo!" Beh, mi sembra che tu l'abbia ottenuto il "devo fare tutto io": vivere di assegni e non fare proprio un cazzo, lamentandoti pure e spalando mer*a su quel povero cristo che hai lasciato in mutande. (Vedi anche: la "super" mamma). Cos'era sta causa di forza maggiore che ti ha spinto a lasciarlo quando lo sai benissimo che ti ama anche quando ti girano i  co*lioni e sei simpatica come una lavanda gastrica? Non ti ha portato la colazione a letto stamattina??

- Le pie madri che hanno rinunciato a tutto: "ho lasciato l'università, ho rinunciato ai miei viaggi, ai miei sogni, per fare spazio al più bello anche se inaspettato: tu piccolo/o mio/a!" Cuoricino, nome, età (scritta tassativamente in mesi me raccomando...). La prossima volta magari prenderla quella pillola eh? Cazzo ti lamenti a fare! Se dovevi rinunciare a qualsiasi cosa forse non era il momento adatto per farti riempire come un serbatoio di benzina no? Esiste una cosa chiamata "aborto" eventualmente, e non voglio sentire insulti da nessuno dei presenti perché poi questi pezzi di merda che si definiscono madri, ti fanno pesare qualsiasi cosa per il resto della vita, rinfacciandoti anche quella volta che hanno dovuto saltare l'appuntamento col parrucchiere per l'incontro scuola-famiglia per decidere del tuo futuro. Se un figlio vi pesa così tanto, se per voi rinunciare anche alle minime ca**ate è un'oddissea, semplicemente NON FATELO VENIRE AL MONDO PERCHÉ L'UNICO A RIMETTERCI DAVVERO PER COLPA VOSTRA È LUI/LEI. Il mondo è già pieno di genitori che non dovrebbero essere tali, fate meno gli egoisti e regalategli la gioia di non avere voi come genitori. È facile dire "ho rinunciato a tutto per farti venire al mondo" quando nessuno ve l'ha chiesto.

- Quelle che "eh ma sono mamma" quindi tutto gli è dovuto: "non posso lavorare perché sono mamma", "non posso manco pulire casa perché sono mamma", non potete fare una minchia vedo, solo quello che vi va. Tutto vi è dovuto brutte str*nze, pare che il resto del mondo deva baciare il terreno sul quale camminate perché siete mamme. Sapete tutto voi. "Ma tu non hai figli, non puoi capire", "non venirmi a parlare di figli perché non ne hai quindi la tua opinione vale zero!". Si non ho figli ADESSO, ma una mezza idea su come non far crescere un totale idiota come te ce l'ho e non serve essere genitore per capire la differenza tra giusto e sbagliato, anche un musso di campagna lo capirebbe. Il fatto che tu sia mamma non ti aumenta automaticamente il quoziente intellettivo, non è che perché io non ho figli allora non posso neanche più permettermi di dirti se un vestito ti sta di mer*a o meno perché "non ho figli allora non capisco automaticamente più un ca*zo di niente". Ma abbassate la cresta va, che i figli li facciamo da quando ancora assomigliavamo più a degli oranghi e vedo che non ha mai vinto il premio nessuna donna per averli fatti. Scendete da sto piedistallo e fate le mamme in silenzio come è sempre stato, che è molto più gratificante.

- La mamma di Facebook: il primo passo, il primo omogeneizzato, il primo dentino, la prima mer*a liquida, tutto quanto te devono venì a spiattellare in homepage. Oh, ma ripigliatevi! Ogni due minuti un nuovo stato:"Bimbo ha alzato gli occhietti al cielo! Oh mio dio!" Ma che pensate di avere l'esclusiva? Minchia che novità, i bambini vedono, i bambini guardano a destra e a sinistra e pure in su. Dovessi fare come voi a ogni caccola che mi cavo dovrei postarla su Facebook e commentarne dimensioni, forma e stato in una determinata situazione spazio-temporale? Eh ma ogni caccola è speciale, quindi perché non farvi sapere come si evolve ogni 3 minuti e mezzo circa. Madonna oh, tuo figlio fa cose normalissime e ordinarie per un bambino della sua età? Ooohhh, che bello! Dai, fammi vedere un'altra foto ancora di te che lo tieni in braccio e ti lamenti pure perché lo devi sfamare ogni volta che ha fame come se un'azione del tutto normale nessuna madre l'avesse mai fatta prima (e richiesta direi, servizi sociali-approved). Cretine insulse e prive di originalità, voi e quelle oche che commentano pure su ogni singola dannata fot*utissma cosa che mettete ogni 5 secondi. Se metto assieme tutte le foto che postate in un'ora, le stampo, le rilego e le faccio scorrere foglio per foglio, ci faccio un cartone animato, tanto le vostre a quanto pare non sono foto, sono sequenze in slow-motion altro che. 

- La "super" mamma: l'unica eroina qui, è la droga che dovreste prendere invece di stare a sentire "donne" del genere. Già una tizia che si definisce "super mamma" è SICURAMENTE una tipa umile, poi i motivi per appiopparvi tale definizione sono tutt'ora a me ignari. Eh sì, perché se le care signorine pensano che fare la mantenuta e ogni tanto dare un'occhio al figlio nel box mentre cazzeggiano su Facebook o si fanno i selfie con gli hashtag "#supermammainazione", "#acasaconlapestemaiosonosuperecelafaccio" o minchiate del genere sia la definizione di una super mamma, penso abbiate preso una bella botta da piccole e di certo non vi hanno tirato in testa un vocabolario e nemmeno del buon senso. Allora quelle che lavorano 8 ore al giorno e fanno pure gli straordinari, vanno a casa e devono pulire, far da mangiare, stare a sentire i capricci dei mariti e dei figli, aiutare i bambini coi compiti, intanto crescerli nel miglior modo possibile, rimboccandosi le maniche ogni giorno per portare a casa uno stipendio, magari anche misero e sacrificano tutto il loro tempo libero per stare coi figli? Loro cosa sono? Le sfottete pure dicendo "quelle non sono madri, non ci stanno neanche mai coi figli, pensano solo al lavoro e si dovrebbero vergognare!". Quindi voi che fate il minimo indispensabile e ve ne lamentate pure (non senza postarlo su Facebook naturalmente), non contribuite in nessun modo alla crescita economica ed emotiva di una famiglia, ma solo perché state a casa tutto il giorno, neanche con vostro figlio, ma a malapena nella stessa stanza magari, vi definite super mamme? Siete le classiche sfaticate e disutili che tirano fuori le cene pronte dal freezer perché "non ho avuto tempo, oggi sono stata molto impegnata". Sì, a scrivere su Facebook quanto eri "impegnata".

Io DUBITO, mi RIFIUTO di credere che ancora, in sto ca**o de 2017 si possa rimanere incinte per sbaglio. Non esiste. O siete rincretinite o... no basta, siete solo co**ione. I metodi per non rimanerci CI SONO, dagli anni 50/60 ne abbiamo fatti di progressi, i metodi anticoncezionali sono sicuri al massimo delle percentuali, ma non è questo il punto. La dovete piantare di trapanarci i co*lioni sul fatto che siete mamme, che alla fine fate solo a gara a chi scrive più minchiate. Non parlo di tutte le mamme sia chiaro, parlo degli elementi, di sti casi umani, chiamatele come volete, che ho descritto qui sopra. Siete l'equivalente delle fighe di legno, solo in un altro contesto. Vi atteggiate a sante, graziate dal divino perché avete avuto un figlio quindi tutto il resto del mondo è me*da in confronto a voi. Siete le prime ad avere figli, siete le uniche che li hanno, certi episodi capitano SOLO a voi per l'amor del cielo, noi persone normali siamo inferiori, non possiamo neanche pranzare allo stesso tavolo con voi tra poco. ******a oh, adesso vado a dormire con 30 tonnellate sullo stomaco in meno, che ormai non ci capisco neanche più un c*zzo di quello che scrivo.

Lun

01

Mag

2017

Sono io che sto esagerando?

Sfogo di Avatar di Amara88Amara88 | Categoria: Ira

Io e il mio compagno conviviamo da 2 anni...io ho un bambino nato da una precedente relazione trascorsa e chiusa in maniera burrascosa e conoscere questo ragazzo mi è sembrata la cosa più bella che mi poteva accadere...viviamo per lavoro in una città che non è la nostra e speriamo tra qualche anno di tornare dalle nostre parti chiedendo un trasferimento per lui che è statale. ora il punto è questo: prima di ottenere un trasferimento dovremmo attendere la bellezza di 15 anni per la graduatoria e siamo in affitto. Io ho un lavoro a tempo indeterminato qui...dico perché non acquistare una casa intanto invece di pagare un affitto visto che comunque volenti o nolenti dobbiamo restare qui per altri 15 anni minimo? Senza tante pretese da queste parti con 75000 euro un bicamere piccolino si trova e con una rata modesta ce la sbrighiamo comunque prima dei 15 anni! Almeno quando andiamo via la vendiamo e ci resta qualcosa dei 15 anni di lavoro che abbiamo fatto! Poi bisogna considerare che se io lo seguo in un altra città perdo il lavoro è un mutuo non ce lo danno più. Lui non vuole. Stiamo bene insieme, andiamo d'accordo e la sua risposta iniziale era si, poi sente mamma e papà e cambia opinione. Alla mia accusa di non volersi impegnare con me lui ha detto che. non è vero è che solo perché non vuole stare qui.  Ormai litighiamo da giorni. Abbiamo 32 lui 28 io. Con lui e tutto un no. Niente figli, niente animali, niente matrimonio, niente viaggi e ora anche niente casa. Lo sento succube dei genitori e non ancora in grado di fare l'uomo di casa. Mi ha detto che si vive bene anche in affitto. Questa relazione mi sta stretta. Ho deciso di lasciarlo a malincuore perché lo amo e stiamo bene insieme, ma come faccio a vivere una vita senza prospettive?? Ora non ci parliamo e lui fa l'indifferente. Mi sento morire a mettermi a letto vicino a lui. L'ho messo di fronte ad una scelta o ci costruiamo qualcosa o ognuno per la sua strada. Lo so che non bisogna forzare certe scelte ma che altro posso fare?? Lo amo ma non posso andare avanti così! Sento di non aver sbagliato.

Gio

13

Apr

2017

appello ai brutti!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Per favore cessi e cesse all'ascolto, ve lo chiedo per favore, non riproducetevi! Sono figlia di due persone veramente brutte; sono i miei genitori, gli voglio bene, ma sono oggettivamente cessi! E io secondo voi come? Ovviamente brutta! Ma non brutta in modo accettabile, no! Sono proprio un cesso! Di me, esteriormente, non salverei niente. Sono bassa 1,45, magra (almeno questo!) senza tette, culo inesistente.ma la natura con me si e' sfogata in viso: Sono oggettivamente brutta! Non c'è trucco o pettinatura che mi salvi.qualcuno potrebbe dirmi "l'aspetto non conta, e' il carattere quello che piace!" Seeee il cacchio!!! Con me sono tutti amici, dicono sia una persona solare, allegra, autoironica ed intelligente. Tutto questo potrebbe anche essere vero, ma il risultato non cambia! Non mi si fila nessuno, in realtà non mi filerei nemmeno io! Vi state chiedendo come hanno fatto i miei a mettersi insieme se cessi? Semplice; innanzitutto penso si vogliano un gran bene, ma di amarsi proprio non se ne parla! Poi essendo dei rogli entrambi (più mio padre per la verità) si sono come dire accontentati. Io non voglio accontentarmi, a me i cessi non piacciono! Così mi ritrovo a 27 anni piena di amici e comunque sola sentimentalmente! Pertanto ripeto CESSI NON PROCREATE, NON METTETE AL MONDO FIGLI CHE SARANNO PIÙ CESSI DI VOI E SOLI!!! a meno che non si accontentino...

Gio

13

Apr

2017

Genitori di merda

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho 21 e sono depressa

Non ho molti amici e quei pochi che ho sono supernoiosi, non ho un lavoro ( sono disoccupata da un anno ormai ) e il mio ragazzo dopo 4 anni mi ha mollata senza motivo per messaggio.

Ma il vero problema sono i miei genitori : due teste di cazzo che non sanno manco che cazzo vuol dire fare i genitori

Mio padre è un montato di merda che si crede superiore ad ogni persona e se gli si fa notare un errore ti minaccia dicendoti che ti ammazza di botte. È stupido e non riesce mai a fare un discorso serio. Ed è la persona più incoerente di questo mondo

Mia mamma è una ritardata mentale : ogni volta che le si fa un discorso o non capisce o non ascolta. Sa solo sbraitare e far notare cosa non va bene in te. Più volte mi dice che sono obesa (peso 55 kili) e che sono una persona di merda e che era meglio che non nascevo perché faccio schifo ed arriva a darmi della puttana.

Io non ce la faccio più

Appena me ne vado chiudo i ponti

Sto pensando di andare a vivere a Londra

Ah poi si lamentano che non ho un lavoro ma ogni offerta che ho non va bene perché o è una truffa o è una stronzata

Non mi comprano la macchina e manco uno scooter nonostante i tanti soldi che hanno

 

 

 

Mar

04

Apr

2017

Credete in me ..

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Perché per i miei genitori non posso avere ambizioni? Il massimo a cui posso aspirare è quello che loro credono sia il lavoro giusto per me? Non posso avere altri progetti nella mia vita, che forse sono stati più in grande di loro? Chiedo in fondo un po' di fiducia nelle mie capacità, nella persona che sono. È triste che le persone che ti hanno messo al mondo siamo le prime che non credono nelle tue capacità di realizzarti, e nella vita futura che vuoi costruirti.

Gio

02

Mar

2017

Io "inaccettabile"

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Altre volte ho scritto, sempre in maniera anonima, della mia famiglia e del senso di colpa, inadeguatezza a cui mi hanno condannato. Oggi, mentre mi ritrovavo ad incoraggiare mia mamma per un incidente domestico capitato a mio fratello mi sono vista nuovamente trattare come quella che non sono: una stronza insensibile. Ma come? Io cerco di farti coraggio, a dirti che poteva andare moooolto peggio, cerco di farti ridere quando (per problemi miei psicologici) neanche avrei voglia... e tu come mi ripaghi? Cosa ti aspetti che ti dica? Mi dispiace, ma fattene una ragione: non darò mai del "poverino" a nessuno e nessuno mai avrà la mia pena, giacchè mi sembra un sentimento ripugnante e totalmente carente di senso di stima. Io credo nel coraggio che ognuno di noi ha, nella forza di rialzarsi, di combattere, di farsi una risata davanti alla malasorte... un po' come faccio io ogni giorno nonostante mi risvegli con gli occhi gonfi di lacrime, il cuore a pezzi e la mente sotto psicofarmaci. Eppure durante la giornata sorrido e nessuno crederebbe mai se provassi a descrivere l'inferno che ho dentro. Cado e mi rialzo, per poi cadere per poi nuovamente ritrovarmi in piedi. Di me non dispiace mai a nessuno???

Provo insistentemente ad astrarmi dalla tristezza della mia infanzia, provocata dalla disabilità  di mio fratello, delle lacrime di mia mamma, dei nervosismi che puntualmente scaricava sulla me bambina, di silenzi in casa, di vergogna, segregazione... tutto triste, quasi lugubre... ma sembra che mia madre mi voglia riportare là dove tutto è nero. Al funerale che è stata la mia vita fino ad oggi. Non riesce a volermi serena e libera da angosce.

Costringendomi a pagare colpe non mie, a vivere di pessimismo, a provocarmi danni psicologici irreparabili; ha perso una grande opportunità: quella di regalare al mondo una me sensibile, comprensiva e incredibilmente forte. Invece sono qui a piangere perché è di nuovo riuscita a farmi sentire "inaccettabile", "inadatta" alla situazione. E i figli si donano completi al mondo, non mutilati del loro sorriso. Non c'è niente di peggio...

Dice di volermi bene, ma io mi domando e chiedo: quanti modi di voler bene ai figli esistono?

Adesso aspetterà qualche giorno prima di risentirmi... anzi, aspetterà un bel pezzo. 

Mar

28

Feb

2017

Odio i miei genitori

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Fin da quando sono piccola i miei mi hanno sempre fatto sentire inferiore gli altri ma ora che ho 20 anni la situazione è degenerata.
Qualche anno fa hanno iniziato a ballare e ora si credono chissà chi...
Ogni giorno criticano come ballano gli altri, quanto faccia schifo e quanto sia grasso l'altro! Ogni giorno mi ripetono che sono una sfigata di merda, che nessuno mi vuole e mi vorrà e che la relazione che ho da 4 anni con il mio ragazzo è una stronzata e lui è una merda e che scapperà per quanto io sia una stronza e faccia schifo.
Ogni cosa che mangio me la fanno notare...
Io li odio!
Ah poi per carnevale mio padre si vestirà da donna e continua ad andare in giro per casa con la gonna a fare la checca isterica.
 

Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti