Tag: dubbi

Gio

25

Mag

2017

Resoconto personale ultimo anno

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Giugno 2016, lascio la mia ex ragazza, nonostante la amassi tanto, con lei mi sentivo vecchio e triste, mi sentivo gia al capolinea.

Da li in poi è un fiume di lacrine e alchool,  Luglio e agosto  e settembre passano completamente ubriachi e persi. Inizio anche a fumare sigarette in quantità.

Ottobre 2016, comincia l'università, entusiasmo iniziale svanisce in fretta con l'arrivo del gelido inverno.

Dicembre 2016, grande crisi nostalgica ed esistenziale, comincio a frequentare una psicologa piuttosto avara.

Mi manca la mia ex ragazza, mi pento di averla lasciata, l'università mi appare finta ed inutile. 

Marzo-Aprile 2017 cominciano alcuni miglioramenti alternati a ricadute, riduco le sigarette drasticamente, comincio a fare sport.  

Vado con una ragazza che ho conosciuto, molto carina ma la cosa non funziona, la mia ex mi manca ancora.

Maggio 2017, arriva il caldo estivo, ma invrce che dornarmi energia me la toglie, poca motivazione, esami vicini, poco interesse e poca voglia di fare e di scoprire. La curiosità mi abbandona.

Mi accorgo che ogni qualvolta squilli il telefono, o veda di spalle una ragazza dai capelli rossi, il mio cuore si ferma una secondo nella speranza che sia lei a chiamarmi o lei di fronte a me.

È passato il mio compleanno da due giorni, non sono ne felice ne triste,  non ho voglia ne di festeggiare ne di stare a casa,, il posto migliore è la scuola al momento.

Aspetto dei miglioramenti 

 

 

Sab

06

Mag

2017

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di TajnyTajny | Categoria: Altro

sono qui a confessare un mio  grande difetto.

non so chi sono .non conosco i miei pregi 

non conosco i miei difetti.

Non mi conosco 

non so perchè faccio dterminate cose 

non so se sono una ragazza sicura o insicura 

non lo so , mi sembra di essere all' oscuro di me stessa  .

Principalmente non so chi sono

 

Tags: dubbi

Sab

06

Mag

2017

IL GIUDIZIO DEGLI ALTRI

Sfogo di Avatar di cius92cius92 | Categoria: Altro

Sono una ragazza che ultimamente,attraverso corsi di fornazione personale molto validi,sta lavorando molto su se stessa ,con dei risultati davvero soddisfacenti sotto molti punti di vista:sono molto grata del percorso che sto facendo.

Ma come si fa a liberarsi (non dico totalmente,ma  una buona parte) del senso di frustrazione che può darti il giudizio di una persona in una determinata situazione?quanto può essere debilitante quando il giudizio di una persona riesce a cambiare l'umore ndella tua giornata ?

Un esempio pratico : chi mi ha letto in passato ,sa che ho sofferto di disturbi alimentari,e che sono molto suscettibile riguardo al peso e al fisico.

Premetto di non essere né grassa ,ne uno stecchino (sono 1,64 e peso 55/56 kg circa) in più ho un seno molto grande che mi rende "giunonica" . Più mi convinco di essere perfetta così come sono ,più incontro nella mia vita persone che fanno commenti sul mio fisico senza che nessuno glielo abbia chiesto .L' altro giorno un mio amico mi ha fatto notare che ho le gambe più grosse delle sue, e che a lui personalmente piacerebbero molto più sottili,che sono una bella ragazza ma il mio fisico non gli piace .Altri mi dico che sono " in salute" ,frase che io interpreto puntualmente come "sei tonda".

La cosa orrenda è che queste frasi cambiano completamente l'umore della mia giornata ,comincio a rimuginare,a pensare al fattp che certi uomini mi abbiano mollata "forse" perché non ero abbastanza magra, che forse così non piaccio,o almeno npn agli uomini che piacciono a me .Vorrei solo togliere agli altri ul potere di condizionarmi in questo modo su questo punto di vista , ma come cavolo si fa ,dopo anni e anniin cui hai sempre dato un 'importanza abissale al giudizio degli altri ?Qualcuno che ha avuto esperienze simili ha qualche consiglio da dare?

 

Mer

29

Mar

2017

i miei maledetti dubbi

Sfogo di Avatar di andy top 2016andy top 2016 | Categoria: Lussuria

Eccomi qua, dopo qualche mese che leggo i vari sfoghi decido anch’io di iniziare a sfogarmi elencandovi i miei dannati dubbi.

Sono un ragazzo trentenne sposato da 2 anni ma fidanzato da 11, 2 bimbi, un buon lavoro, una vita normale fatta di serate in famiglia, con amici, uscite anche singole per tutti e 2, insomma niente di strano.

Tranne che per la mia maledetta gelosia (ma forse non solo per colpa mia).

5 anni fa ho beccato la mia futura moglie che mi tradiva con un suo collega (da un paio di mesi); mi ero accorto che era strana, alla sera io andavo a letto e lei rimaneva a guardare la tv per poter messaggiare con lui. Beh, nonostante la bimba piccola, decisi di lasciarla, ma lei per dimostrarmi che mi amava e che aveva fatto una cazzata, si licenziò e cosi decisi di perdonarla, anche perché il mio amore è davvero tanto.

Passano gli anni, ci sposiamo, arriva un altro bimbo e poco tempo fa cosi per controllo (sono malfidente di mio) entro nel sito del suo operatore per controllare chiamate e messaggi e trovo 3 messaggi inviati ad un suo collega (di 50 anni ma tipo giovanile) inviati la sera che erano fuori per una cena (con tutta la ditta). Chiedo spiegazioni e i dice che ha risposto solamente a dei suoi messaggi che chiedeva se era arrivata a casa visto il brutto tempo, ecc e io non mi spiego il perché di 3 messaggi quando ne bastava eventualmente solo uno (specifico che sono andato a controllare gli ultimi 3-4 mesi e non c’erano ne chiamate o altri messaggi dubbiosi).

Va bè lite della miseria, vengo accusato giustamente di mancanza di fiducia.

Visto che sono malfidente tengo controllato gli accessi di whatsapp di entrambi e beh, cazzo mi accorgo che tante volte sono online nello stesso momento. Cosi decido di fare una pazzia, controllo il suo whatsapp con webwhatsapp (praticamente vedi le sue chat) e lo stesso giorno lei manda un messaggio al suo collega. Il messaggio era normalissimo con scritto se bevevano un caffè insieme ma lui non poteva quindi rinviato al giorno seguente ed cosi fu’. Io preso dalla gelosia e dalla rabbia mando un messaggio a lei augurandole un buon caffè e spiegandole che avevo letto (grave errore avrei dovuto aspettare qualche giorno vedendo se c’erano altri tipi di messaggi).

Cosi si incazza come una bestia, mi dice che sono un bambino, che se non mi fido di andarmene, che non crede che abbia potuto fare una cosa del genere, ecc.

Mi spiega che avevano avuto un battibecco al lavoro e quindi le ha chiesto di bere un caffè per chiarire.

(facendo part-time per i bimbi non può trattenersi più di tanto).

Quindi lo so esce raramente da sola, a livello affettivo e sessuale non mi fa mancare nulla però cazzo ho sempre il dubbio, probabilmente visto i precedenti.

Voi cosa pensate? Scusate ma davvero vivo male, ho un pensiero fisso e ho paura di rovinare tutto per la mia stupida gelosia.

Tags: gelosia, dubbi

Mar

28

Feb

2017

Non si eccita?!?!?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sto conoscendo un ragazzo di 37 anni, quando ci baciamo anche in modo appassionato ecc ecc vedo che non si eccita. La prima volta pensavo fosse ansia..lui mi aveva guidato con la mano lì sotto e toccando era tutto morbido.. le altre volte la stessa cosa..tutto tace.. eppure dice di impazzire e in effetti lo vedo..siamo molto appassionati è impossibile non eccitarsi.. l'ultima volta in mezzo a quel morbido ho toccato qualcosa di leggermente più consistente ma piccolo... sarà poco dotato?? davvero ci sto pensando molto al fatto che non ha facilmente l'erezione.. non mi è mai capitato in precedenza! A cosa può essere dovuto?

Ven

03

Feb

2017

Non vuole usare il preservativo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Io e lui non stiamo ancora insieme, ma l'idea c'è e, per forza di cose, abbiamo anche iniziato a parlare seriamente di come sarebbe se iniziassimo una relazione. In uno di questi discorsi è uscito l'argomento del sesso. Io ho sempre avuto rapporti con preservativo (l'idea di prendere un anticoncezionale ormonale non mi fa impazzire), mentre lui ha sempre usato il coito interrotto. Su questa cosa abbiamo litigato parecchio perchè lui lo ritiene seriamente un metodo valido visto che non gli ha mai dato problemi (si sente assolutamente in grado di controllarsi..come se ancora non si sapesse che esistono perdite pre eiaculatorie incontrollabili e che possono potenzialmente contenere spermatozoi); in più, dice di sapere di essere perfettamente sano perchè non ha mai avuto rapporti occasionali e si tiene controllato in fatto di malattie sessualmente trasmissibili.

Dopo varie discussioni (che tutt'ora avvengono) lui ha acconsentito a provare ad usare il preservativo, nel caso..ma mi sento comunque molto triste. E' vero, ha deciso di venirmi incontro ed è un gesto lodevole, ma nel farlo mi ha detto che per lui non sarebbe lo stesso, che troverebbe tutto poco romantico e che non sarebbe una cosa così speciale come lo sarebbe senza. Ho provato anche a dirgli che mi ha fatta rimanere male, ma lui dice che "allora cosa avrei dovuto fare? Mentirti?"..non che io sia stupida, eh, sapevo già che sarebbe stato difficile per lui..è proprio il modo in cui me l'ha detto.

Io non so come comportarmi..vorrei darci una possibilità, ma queste sono le premesse non saprei proprio. Sono proprio giù.

Mar

03

Gen

2017

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho la netta sensazione che tu stia facendo di tutto per farti lasciare: e mi chiedo, perche’ non lo fai tu? Se non te la senti piu’, se non mi ami piu’, perche’ semplicemente non me lo dici? Ho tentato piu’ volte negli ultimi mesi di parlarti e farti parlare col cuore in mano, ti ho chiesto se mi stavi tradendo, ti ho chiesto se mi volevi lasciare, se non mi amavi piu’: le tue risposte son sempre state negative, ma non riesco a scrollarmi questa sensazione di dosso. Mi dici che non abbiamo obbiettivi comuni, tu forse vuoi figli, io forse no, dopo 4 anni nessuno dei due ha intenzione di sposarsi e questo ti riempie di dubbi. Ma non prendi nessuna decisione.

Ti fa paura dover vendere la casa e riniziare da capo? Dovrebbe far piu’ paura a me, che son piu’ vecchia; invece non ho paura, ho solo la sicurezza di meritare un po’ piu’ di chiarezza.

Dom

18

Dic

2016

Non mi fido del mio amico e credo che stia lucrando dietro le mie spalle...

Sfogo di Avatar di LoveMisteryLoveMistery | Categoria: Altro

Cerco di essere il più chiaro possibile rendendo chiara la situazione, io , questo amico  e  un suo compagno abbiamo fatto un giro di "affari" , io e il suo compagno siamo molto bravi nell ambito informatica/elettronica , e il mio amico è molto bravo ad "attirare" clienti e gestire gli ordini dei pezzi che erano necessari , eravamo molto contenti di questa iniziativa, con il tempo mi accorgevo che comunque diceva molte menzogne ai clienti, ad esempio se avremmo dovuto cambiare un pezzo guasto dicevamo che costava 80 euro quando magari ne costava molto meno, la cosa è normale quando si compra una cosa e se la rivende a un costo più altro , ma lo trovo meno giusto mentire e poi farli aggiungere (da se) anche il costo della mano d'opera, lo stesso amico cercava anche di convicermi di creare un sito spazzatura che attirasse la gente e che uno dovesse mandare il link a un po di persone su WhatsApp per vedere alla fine un contenuto,vuoto e mettere la pubblicità per lucrarci sopra, una specia di "truffa", fin qua la tolleravo la cosa alla fine su internet girano molto ste schifezze, ma sono della idea che non bisognerebbe fare di tutto per i soldi, la cosa però che mi ha colpito di più è quando un nostro amico aveva bisogno di assemblare un pc potente, con un budget di 900 euro, quando l ha saputo cercava di convicermi di prenderli dei pezzi con un totale di 400 euro per poi fare metà. anche questa non è una cosa giusta....un giorno avevo deciso di andarmi a leggermi su internet cosa sia esattamente il valore di una persona.. e ho letto alcune frasi che mi hanno fatto riflettere...
 1-"Possiamo notare nella nostra vita che a volte i Valori possono entrare in conflitto con le nostre azioni, parole o comportamenti"
2-"I Valori per una persona possono essere considerati come delle: CONVINZIONI [..] Essi rappresentano ciò che è Bene per noi, ciò che è Giusto""
3-"se per noi un grande valore è l’onestà, le persone che interagiscono con noi possono stare tranquilli su come agiremo nei loro confronti"

...poco tempo fa dovevamo sostituire una scheda di una console, e come gia detto in precedenza è lui che fa gli ordini da internet per i ricambi, e mi ha detto che dovevamo mettere 15 euro a testa perchè costava 45 euro circa, il dubbio che mi sta tormentando è : ci sta "mentendo" anche a noi?
ho fatto una ricerca del costo su internet e costavano sui 30 euro con la spedizione compresa, gli ho chiesto se i 45 euro erano compresi nella spedizione, e lui mi disse che non lo sapeva e che non aveva controllato...
io non so se fidarmi o meno, so che magari sembrerebbe assurdo una fregatura di 15 euro, ma alla fine siamo abbastanza giovani (sui 16/17 anni) anche perchè lui mi ha detto molto spesso che mi riteneva "il suo miglior amico" anche se io sinceramente non ricambiavo molto...
E la cosa che sto pensando è che se per lui non avesse nessuno valore(l'onesta,lealtà etc...), allora probabilmente non gliene fregherebbe cosi tanto di mentire anche a noi, o sbaglio?

Dom

13

Nov

2016

Crisi d'identità

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Il mio ragazzo mi ha confessato di essere bisessuale e mi ha mandata in crisi..non per il fatto di essere bisex, ma perchè io non so ancora cosa sono e ho paura di non capirlo mai. Le ragazze non mi sono mai state indifferenti; già alle medie mi ero presa una cotta per una mia coetanea e anche alle superiori è successo, ho fantasie su altre ragazze e guardo porno lesbo. Però alla fine mi sono sempre messa con ragazzi (e ne sono felice, eh..l'ho sempre fatto con sentimento). Con il mio primo ragazzo avevo già avuto una mezza crisi del genere, ma alla fine avevo deciso di archiviare la cosa e non pensarci più. Quello che mi indispone maggiormente è non aver mai avuto nessun tipo di esperienza con altre ragazze..e se le mie fossero solo fantasie? Invidio il mio ragazzo per il semplice fatto che lui, invece, con altri ragazzi ci è stato. Il problema è che per me sarebbe la "prima volta" e non riuscirei ad andare con una ragazza così, come una botta e via..se fosse così semplice mi basterebbe chiedere al mio ragazzo di fare una cosa a tre e lui accetterebbe sicuramente. Vorrei fosse solo una cosa mia..ma sto con lui e non posso tradirlo. Lo amo. E quando ero single ho sempre avuto paura di provare, non sapevo come fare. Ho paura di non riuscire mai a capire cosa sono. E' molto doloroso per me.

ps. Io ho 21 anni. 

Tags: dubbi, ansia

Sab

05

Nov

2016

Super-Ego

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mi chiedi di uscire, dopo silenzi e mezze risposte durate più del necessario. Dopo che, con una certa ostinazione, hai volutamente ignorato qualsivoglia notizia allegra circa la mia vita, i miei successi o viaggi per il mondo. Ma glissare è sempre stato il tuo mestiere, riproporti come se nulla fosse. Guardarmi con la faccia stupita di chi non sa che giorno sia, mentendo sapendo di mentire quando, con incredibile maestria hollywoodiana, insceni un atteggiamento ai limiti del premuroso, come se nulla mai fosse accaduto. Questa si, è la tua arte migliore.
Ed io, come sempre, non so dirti di no, cara amica mia. Non so dirti di no nemmeno quando so perfettamente che dovrei farlo, perchè mi adori ogni volta che perdo e mi odi ogni volta che vinco. Mi doni la tua amicizia migliore solo quando cado, quando qualcosa di storto inceppa le mie giornate...E mi eviti quando raggiungo un traguardo importante, al punto che sembra non importarti o infastidirti, al punto che smetti di parlarmi e cominci ad ignorare ogni mia piccola gioia, se c'è. 
Non tolleri che io sia felice, non tolleri che io conquisti un gradino perchè tu, gli altri, li vuoi vedere posizionati in basso, così da poterli guardare soddisfatta dall'alto. 
E quando ci siamo sedute su quel tavolino, non ho potuto fingere di non notare il tuo atteggiamento ai confini della realtà. 
Io non sono mai stata una persona sicura di se stessa, mai. Non ho mai pensato di essere speciale, di contare qualcosa, di fare la differenza tra la gente...Ma quando esci con una persona che sventola i capelli, che cammina davanti a te ( e mai di fianco),per eseguire in prima linea una sfilata tra la folla, assicurandosi che tu le resti dietro...Capisci che qualcosa non va. E che forse, a volte, il problema non sei tu. Siedi sempre, strategicamente, dove sei sicura che nessuno sguardo possa sfuggirti, lasciando a me il posto rivolto verso il muro. E quando parli, ti guardi intorno, per captare se e chi ti sta osservando, al punto che a tratti ho avuto il sospetto che fingessi di ascoltarmi. Una posizione impostata, come in un'innaturale e perenne posa. E' li che ho cominciato a percepire un'esuberante espansione del tuo super-ego, che ha raggiunto vette inesplorate prima d'ora, oltre i confini dell'universo conosciuto. Una convinzione di te stessa tale, da grattare l'esosfera. Mi sono sentita in compagnia di una che era solo il riflesso della mia migliore amica. Una persona piena di sè, che ha cercato costantemente di rimarcare alla sua interlocutrice (cioè io) la sua superiorità estetica, con strane affermazioni tra le righe e citazioni qua e là di chi e di quanti ti dicono  "che tu sei l'emblema della bellezza". Ma il momento più alto della serata lo si è raggiunto quando, parlando, ti sei lasciata sfuggire un'affermazione per la quale, ad un certo punto, ho avuto il dubbio di sognare. E cioè nel momento in cui, con estrema nonchalance, ti sei equiparata a Belen Rodriguez. Le mie orecchie non hanno mai sanguinato tanto come in quel momento... Mi sono sentita come se sfruttasse la mia insicurezza per immergersi nell'auto-gloria. Come se io fossi per lei il metro di paragone necessario per rinnovare a se stessa quanto fosse "meglio di me". Io non so quanto sono brutta o quanto sono bella, non sono mai stata in grado di dare un giudizio al mio aspetto...Ma sono sempre stata insicura, quel tipo di persona che parla poco e si sente a disagio tra la gente. Mi chiedo, allora, perchè cerchi in me un confronto? Una competizione? Ho il sospetto che il suo misurarsi con me sia, fondamentalmente, dovuto al fatto che vince in partenza...Il che vorrebbe dire che io sono davvero meno di lei. Perchè è più comodo misurarsi con chi è già "fuori gara" piuttosto che con qualcuno che, forse, potrebbe essere meglio di te. Mi sento il suo pungiball e quello che più mi fa star male è il suo continuo atteggiamento competitivo sul piano estetico che mi mette angoscia...Perchè devi sempre rimarcare, ad una persona che sai che non si sente bella, quanto tu sei meglio di lei? Lo trovo un atteggiamento cattivo. A volte ripeto a me stessa che devo chiudere i rapporti con lei, ma io non so dire di no a qualcuno che sta male o ha bisgno di me...Nemmeno se quel qualcuno mi ha ferita. Sono fatta così, non riesco ad essere vendicativa o cinica, e non so più come uscire da questo rapporto.

Tags: amica, dubbi, ego
Succ » 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti