Tag: paura

Mer

31

Mag

2017

Sono disperata porei fare sciocchezze

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

In passato i miei genitori hanno avuto grandi problemi finanziari si è dovuto i traprendere un percorso  di grandi sacrifici per savare la casa dal pignoramento .... abbiamo acceso un mutuo su di essa inserendo nel mutuo un nome che apparteva alla famiglia con il ricavato del mutuo abbiamo pagato i debiti adesso il mutuo sta per estinguersi ma oggi ho avuto la notizia di un ingizione di pagamento con dei debiti che sono del famigliare  a cui è intestata al momento la casa una somma di appena 18000 euro che non abbiamo ....lui dice che tutto sotto controllo ma ho una paura folle 1 di dire in mezzo a una strada 2 che hai mie genitori venga un infarto loro non sanno nulla al momento ... vi giuro che sono in pessime condizioni mentali e non so a chi rivolgermi per avere conforto visto che con i miei non posso palate li ucciderebbe .... quando penso agli anni di sacrifici che ho fatto e che sembrono inutili 😩😩😩😭 ho fatto  pensiate brutto e non riesco a smettere di piangere non so se l iscrizione sia andata a buon fine il pil che mi avete mandato non si illumina  scusate gli errori sono stanca e sto piangendo ..

Ven

26

Mag

2017

Che mi succede?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Frequento il primo anno di università, la mia media non è bassa, e non ho ancora saltato esami. Sto da quasi 2 anni (anche se lo conosco da 5) con un ragazzo fantastico, che cerca di rendermi felice in ogni modo e che amo e stimo molto, quindi dove sta il problema? Il problema è che soffro di ansia e attacchi di panico incontrollabili, il problema è che voglio crescere in fretta e mi sembra di restare sempre un passo indietro, che voglio stare con il mio ragazzo che è l'amore della mia vita ma allo stesso tempo tutto questo stress e questo mio modo di essere mi spingono quasi a dire "sarebbe meglio stare sola, non ti fa stare bene realmente, non meriti di stare con lui, meglio se te ne stai da sola". La mia psicologa mi ha spiegato che questi pensieri sono frutto di stress accumulato nel tempo che ora sto scaricando su di lui e che mi porta a volerlo allontanare anche se il pensiero di vederlo con un'altra, di non poterlo abbracciare, di non poter condividere con lui momenti insieme mi rende ancora più ansiosa e confusa... Io voglio costruire qualcosa con lui, è la prima ed unica persona con cui voglio impegnarmi e l'unica con cui voglio dormire e svegliarmi il giorno dopo. Ma la mia ansia, che credo stia diventando depressione, mi porta a voler scappare da tutto e a non sentirmi bene... La psicologa mi ha detto di non fare scelte azzardate perchè non è lui la vera causa del mio malessere, lui mi ha sempre amata per quella che sono, è stata la prima persona con cui ho voluto creare dei progetti e non voglio assolutamente lasciarla. Mai. Io lo amo. Ma allora perchè non riesco a superare l'ansia? Perchè sono così? Vorrei morire, rischio di perdere la persona più importante della mia vita per colpa di questa dannata malattia comparsa in un momento assurdo. La sera prima progettavamo una vacanza ed ero al settimo cielo, il giorno dopo di punto in bianco nausea, tremori e pianti... Odio essere così, lui meriterebbe una ragazza non malata, invece ha scelto me che non volendo lo faccio soffrire. Ditemi che anche voi ci siete passati, che è una situazione del cazzo ma che la supererò, ditemi che riuscirò ad essere più forte dell'ansia che mi sta mangiando, che non farò cazzate e che riuscirò a portare avanti i miei progetti con la persona che amo... Ho bisogno di conforto... Vi prego, ditemi che non sono l'unica ad essersi trovata in una situazione del genere e come avete fatto voi ad uscirne, sto così male...

Gio

18

Mag

2017

AIUTO HO BISOGNO DI CONSIGLI

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono quella che si lamnetava di uno dei suoi migliori amici che si era dichiarato...in questi giorni ancora nulla gli ho detto sto cercando di fargli capire che è un no ma mi sa che fraintende...una cosa da dirgli veloce e dolce allo stesso tempo per non farlo restare male e rimanere amici? Oltretutto non voglio per mille motivi aiutatemi per favore😓Se devo essere sincera mi sento anche un po' in colpa...l'altra sera mi ha chiamata e mi ha detto che era a mangiare il gelato come un depresso...aiutatemi

Ven

12

Mag

2017

Me la sono vista brutta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sul posto di lavoro ho quasi avuto un attacco di panico. Sono riuscito a tenerlo a bada per il rotto della cuffia, ma me la sono vista davvero brutta...

Avevo solo il bisogno di dirlo a qualcuno e farlo qui mi ha già fatto star meglio... sia benedetto questo sito. 

Sab

06

Mag

2017

IL GIUDIZIO DEGLI ALTRI

Sfogo di Avatar di cius92cius92 | Categoria: Altro

Sono una ragazza che ultimamente,attraverso corsi di fornazione personale molto validi,sta lavorando molto su se stessa ,con dei risultati davvero soddisfacenti sotto molti punti di vista:sono molto grata del percorso che sto facendo.

Ma come si fa a liberarsi (non dico totalmente,ma  una buona parte) del senso di frustrazione che può darti il giudizio di una persona in una determinata situazione?quanto può essere debilitante quando il giudizio di una persona riesce a cambiare l'umore ndella tua giornata ?

Un esempio pratico : chi mi ha letto in passato ,sa che ho sofferto di disturbi alimentari,e che sono molto suscettibile riguardo al peso e al fisico.

Premetto di non essere né grassa ,ne uno stecchino (sono 1,64 e peso 55/56 kg circa) in più ho un seno molto grande che mi rende "giunonica" . Più mi convinco di essere perfetta così come sono ,più incontro nella mia vita persone che fanno commenti sul mio fisico senza che nessuno glielo abbia chiesto .L' altro giorno un mio amico mi ha fatto notare che ho le gambe più grosse delle sue, e che a lui personalmente piacerebbero molto più sottili,che sono una bella ragazza ma il mio fisico non gli piace .Altri mi dico che sono " in salute" ,frase che io interpreto puntualmente come "sei tonda".

La cosa orrenda è che queste frasi cambiano completamente l'umore della mia giornata ,comincio a rimuginare,a pensare al fattp che certi uomini mi abbiano mollata "forse" perché non ero abbastanza magra, che forse così non piaccio,o almeno npn agli uomini che piacciono a me .Vorrei solo togliere agli altri ul potere di condizionarmi in questo modo su questo punto di vista , ma come cavolo si fa ,dopo anni e anniin cui hai sempre dato un 'importanza abissale al giudizio degli altri ?Qualcuno che ha avuto esperienze simili ha qualche consiglio da dare?

 

Mer

26

Apr

2017

Utopie

Sfogo di Avatar di tncgintncgin | Categoria: Altro

Da bambina amavo questa frase di Walt Disney, "Se puoi sognarlo, puoi farlo". Allora in 22 anni di vita questo ho fatto, e continuo a farlo, sebbene sia terribilmente inutile perché ho solo accumulato un disincanto dietro l'altro.

Sogno un amore giusto e sano su tutti i fronti con una persona che mi faccia sentire bene davvero. Ancora non ho trovato qualcuno con cui stare senza impedimenti e sofferenze di genere. Anzi, continuo a cercare di far funzionare relazioni che ogni volta sembrano "giuste" ma piene di impedimenti e poi chissà come la magia finisce. Vorrei per una volta potermi donare anima e corpo a qualcuno senza problemi di alcun tipo.

Sogno anche un po' di sincerità: mi sono stufata di sentirmi dire che sono una bella persona, di essere interessante, di essere bella (a questa cosa non ci ho mai creduto), di essere "troppo brava e buona" e poi guadagnarci solo la scottatura di quelle parole. So benissimo di avere dei difetti, so anche di non poter stare simpatica a tutti.

Sogno un corpo che mi piaccia in primis, e che possa piacere alla persona che mi amerà. Ci sto provando, spero di poter vedere qualche progresso, sebbene i miei obiettivi mirino a corpi di modelle filiformi. Non perché magro sia bello, ma perché nell'essere magra per un periodo trovai una mia dimensione di benessere, distrutta pochi anni dopo con alimentazione sbagliata e abbuffate da stress.

Sogno un lavoro che mi piace e che mi faccia andare avanti volentieri. Pensavo di aver trovato il percorso di studi giusto, ma così non è stato. Concludere questo percorso mi pesa come un macigno, e sono arenata tra tante insicurezze. Spero di sbloccarmi il prima possibile e di potermi dedicare finalmente a ciò che amo. Anche se mi attanaglia il dubbio di commettere nuovamente un errore, e ho paura.

Sogno di essere meno sola, di trovare la mia Casa, di andarmene via da queste quattro mura, in una città che mi soffoca da quando ci ho messo piede e dove in 11 anni non sono riuscita a stringere legami di alcun tipo. Non è questo il mio posto, non lo è mai stato. 

Sogno di vivere lontana dalla depressione, da tutti i miei blocchi emotivi, psicologici, sessuali. È da troppo tempo che mi sento in gabbia, non ne posso più.

Sogno di essere snodata, slanciata, atletica. Ho sempre ammirato chi sa fare acrobazie, chi fa il parkour, chi sfida le leggi della gravità per provare il brivido del volo e del rischio. Mi chiedo se sia ancora in tempo, impacciata come sono.

Sogno di vivere senza rimpianti. Eppure un quarto di vita l'ho vissuto ricolmo di essi.

Sogno di avere la forza di reagire, di mostrare a tutti la forza che ho, so di avere, ma che ho paura di mostrare perché temo di essere incapace di controllarla. Di ferirmi per via sua.

Sono un agglomerato di sogni.
Mi chiedo quanti di questi si avvereranno davvero.

Ven

14

Apr

2017

Sognando

Sfogo di Avatar di tncgintncgin | Categoria: Altro

Vorrei davvero poterti dire tutto questo anziché doverlo vomitare su un promemoria del telefono. Ma non ho il coraggio di farlo e non penso lo farò mai.
Il fatto è che odio da morire queste situazioni ibride. Sarà una roba se vogliamo adolescenziale, ma io ho davvero il bisogno di certezze.
Cosa siamo io e te?
Amici? Conoscenti? Confidenti? Amanti? Un'occasione sprecata?
Io ce la sto davvero mettendo tutta per non illudermi con assolutamente nulla che provenga da te, ma ogni volta mi sorprendi con dei gesti inusuali, piccole cose che prima mi fanno venire voglia di mandarti a fanculo ma che poi mi scaldano il cuore, mi fanno perdere un battito, mi donano piccole gemme di gioia.
La percezione di un certo tipo di chimica era ed è tuttora palese, io interesso a te e tu interessi a me. Mi piace il modo che c'è di stuzzicarsi, di farsi delle gentilezze, di passare il tempo assieme. Mi piace la tua voce (dio solo sa quanto diamine mi manca, dannazione), il tuo viso, le tue mani. Come ti muovi, i tuoi abbracci e la forza che ci metti, i tuoi silenzi e i tuoi sospiri.
La tua risata mi stampa automaticamente un sorriso sul volto, e il solo ripensarci mi fa sorridere nelle situazioni più disparate.
È vero, non ti sei aperto molto. Mi piacerebbe che tu lo facessi, ne sarei lieta. Tuttavia non è una cosa che mi aspetto accadrà. Immagino servirà molta pazienza, e di sicuro io ce l'ho, smisurata. Anche se mi fai letteralmente uscire pazza.

Forse mi sto solo sognando tutto.
Forse sono un'illusa e basta.
Forse viaggiamo su due correnti diverse e io non lo so.

Gio

13

Apr

2017

Non so perché...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Un anno fa, prima dell'inizio dell'estate, mi venne questa strana situazione:
Ero in un periodo stressante per via della scuola, e ogni volta che mi guardavo allo specchio non riuscivo a riconoscermi.
Era come vedere un'altra ragazza, che non ero io. mi toccavo il viso ma era come se le mani fossero di qualcun'altro. Facendo ricerche su internet avevo letto che poteva essere un calo di vitamine, simile ad una mini-depressione ausata anche dallo stress.
Lo dissi alla mia migliore amica, e lei fece di tutto per farmi sentire bene.
Avevo paurissima di riavere quella sensazione, di sentirmi in un corpo diverso.
Mi dava fastidio pure la mia voce quando parlavo.


Pensai persino che mi sentivo in quel modo perché magari essere transgender, ma subito dopo lasciai perdere questa assurda supposizione (sento di appartenere al mio sesso, non sento alcun modo di essere transgender o altro) eppure mi sentivo veramente male, perché era come se non fossi io.
Era come se fossi in un corpo non mio, mi guardavo intorno ed era come vedere con altri occhi...


I giorni passarono, un giorno mangiai più vitamine e il giorno dopo mi sentì come nuova. Mi guardai allo specchio e mi riconobbi. anzi, mi vidi anche più bella di quanto mi vedevo.

E ora mi ritrovo qui, nuovamente con questa situazione...ho avuto un altro periodo di stress. E ora mi sento come quel giorno.
Mi guardo allo specchio e vedo un'altra ragazza, non sento di essere io.
Mi vedo sciupata, anzi, vedo la ragazza riflessa così.
E ho nuovamente paura...

Chi mi può aiutare? ho paura, non riesco a riconoscermi...

Gio

13

Apr

2017

Sono un fallimento. A 16 anni

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho 16 anni. Non ho amici, quei pochi che ho mi sparlano da dietro oppure mi trattano male. Sono stata bocciata in secondo superiore. Mia madre è  sempre contro di me, mia sorella mi tratta e mi risponde male da quando ero piccola. Mi dice che sono un fallimento. Che non combino nulla di buono. Ha ragione. A 13 anni tentai il suicidio. Ho ancora la cicatrice sul polso sinistro. Passo le mie giornate a casa. A vedere serie TV, dormire e in palestra. Odio la mia persona. Mi vedo brutta. Non sono mai stata innamorata. Sono stata un anno e mezzo con un ragazzo, ma lui mi ha tradito ripetutamente. Questo mi ha ferito profondamente. Credo di essere io sbagliata. Non sono forte, sono una persona molto fragile e debole. Non lo do a vedere. Alcune persone mi chiamano "elfo" per le mie orecchie. Loro ridono. Rido anch'io. Poi torno a casa, mi metto sul letto e piango. Voglio andarmene, ricominciare da zero e diventare qualcuno. Voglio essere ricordata per qualcosa in questo mondo. Vorrei poter salvare gli altri, ma in realtà non so nemmeno chi sono io. Ho paura di scoprirlo. Ho mal di testa perché ho pianto per due ore. Mi pento di tante cose che ho fatto in passato e, che ora, tornano a prendermi. Non voglio andare da uno psicologo. Ho bisogno di un amico. Con i miei non parlo di queste cose. Mi prenderebbero per pazza. Vi prego. Aiutatemi.

Lun

03

Apr

2017

Alla ricerca del killer

Sfogo di Avatar di BluesoulBluesoul | Categoria: Altro

C'è un sospettato per l'omicidio del barista Davide Fabbri, ucciso sabato sera nel Bolognese, con un colpo di pistola durante un tentativo di rapina. Lo cercano ovunque, soprattutto nelle campagne della provincia di Bologna e Ferrara. In Emilia Romagna non c’è auto dei carabinieri che non abbia la suo foto sul cruscotto. Lo cercano sapendo due cose. La prima è pericolosissimo. La seconda potrebbe essere lui il rapinatore che ha ucciso Davide Fabbri, dopo una colluttazione nel suo bar.

Questo é un pezzo dell articolo dell Ansa per far capire cosa sta succedendo praticamente alle spalle di casa mia. Sono molto preoccupata, perche ha attaccato un bar dove è andato un paio di volte mio padre con i colleghi dopo il lavoro e adesso questo soggetto é ancora a piede libero, armato e a quanto pare ben addestrato. Spero possano prenderlo presto perche l idea di subire un altra rapina mi fa venire molta angoscia, soprattutto ora che ho una bimba e se non sono a lavorare siamo sempre insieme. 

 

Tags: paura, bar, killer