Tag: consigli

Ven

26

Apr

2019

CARI TUTTI

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non è il mio primo sfogo poiché vengo spesso qua durantre lìorario di lavoro. Ebbene si per passare il tempo a lavoro visito questi siti per distrarmi; spesso capita che non abbia nulla da fare e le ore diventano lunghissime e noiose e ciò mi provoca immensa freustrazione. Scrivo proprio per questo: sono stufa di stare qua a perdere tempo.

Sono originaria di una piccola cittadina e dopo aver proseguito gli studi a Milano sono dovuta tornare avendo ottenuto la laurea magistrale. Come ogni persona ho cominciato a cercare lavoro a Milano e (s)fortunatamente mi si è presentata questa occasione in una piccola azienda della zona che mi offriva uno stipendio piu che buono (che non avrei mai potuto avere a Milano) e pure la macchina aziendale che fa molto comodo! 

Sono qua da 3 mesi e ho vari problemi: capo viscido di 80 anni suonati che fa il provolone con me a volte anche in modo pesante, figlia del capo mezza stronza che non ha voglia di insegnarmi e mi lascia da sola e se provo a chiedere mi guarda come se fossi scema e infine noia noia e noia. A volte c'è lavoro, ma spesso sto con le mani in mano al pc. Odio non fare niente e non avere stimoli...Ho provato a mandare cv ma niente di interessante all'orizzonte. Datemi una mano per favore. Non so come uscire da questa situazione.

Ps vorrei tanto tornare a Milano 

Sab

13

Apr

2019

Consigli?Odio i peli

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho 13 anni e sono di origine italiana meridionale e spagnola, quindi mediterranea.

Bellissimo, tanti capelli...ma i peli!!

Ne ho tanti e superflui!

Sulle dita delle mani  ho provato con la pinzetta, ma il segno rimane, e sul viso e le gambe faccio la ceretta.

 

Consigli per le mani? 

Gio

11

Apr

2019

LESBICHE E NON, VI CONDIVIDO IL MIO INCONFESSABILE E IMMENSO DOLORE, HO UN DISPERATO BISOGNO DEL VOSTRO CONSIGLIO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ho vent'anni, sono lesbica, per la prima volta in titta la mia vita mi innnamoro follemente di una ragazza che frequenta la mia stessa facoltà. All'inizio non ci conosciamo, sento un'innata simpatia per lei, che vedo per alcuni aspetti simile a me. Noti che i nostri sguardi si incrociano spesso. Decido di entrare nel coro in cui canta per conoscerla. Perdo completamente la testa per lei. Ma non so se lei sia lesbica o meno. Poi vengo a sapere di una sua presunta storia con uno,  disperazione. Il tempo passa vengo a sapere che frequenta un locale gay. Euforia. Poi però vengo a sapere che in realtà ci va con un gruppo di amici fra cui ci sono gat e le loro amiche etero. Sconforto e delusione più totale. Eppiure noto che alle prove di coro ci scambiamo sorrisi complici e proviamo entrambe una spiccata simpatia l'una per l'altra, ci facciamo un po' di scherzi infantili ci punzecchiamo un po'. 

Poi la svolta: ieri abbiamo avuto un concerto, dopo siamo andati.a ballare in dicoteca, e io subito voglio ballare con lei e vedere che succede. Le insegno qualche passo di salsa, le nostre mani si toccano, io sono al settimo cielo. Poi ci sepatiamo ballando non a coppia, ma sempre vicine. Poi il sogno che si avvera, lei mi rixhiede di ballare a coppia e io allora cerco  di farlr capire quelio che provo e quindi cerco di incrociare le mie dita con le sue e noti che lei accetta, però non ho il coraggio di guardarla negli occhi, nè di avvicinarmi troppo, nè tanto meno di baciarla, anche se non avrei voluto fare altro. Poi si ritorna a ballare separate, con momenti alterni di imbarazzo per il ballo a volte poco spontaneo.  A un certo punto ci annoiamo un po' decidiamo di andare via insieme al resto dei miei amici coristi, compreso mio fratello. Camminiamo, rimaniamo io lei mio fratello e una amica, io dico così: Stasera ho capito molte cose. Lei, e mio fratello mi chiedono cosa. Io con lo chalance dico che non posso dirlo. Lei insiste, mi chiede di dire almeno cosa riguarda in generale. Io ripeto che non posso perchè riguarda uno di loro. Mio fratello non sa nulla, pensa che stia dicendo cose a caso. Poi mi volto a mio fratello e gli dico, non riguarda te... o forse sì. Lo dico ne disperato tantativo che lei capisca che sto alludendo a lei.  Io mi sono fatta aggiungere nel gruppo di amici di lei che frequenta il locale gay, si chiama Unicorni e non. E nel gruppo c'è anche mio fratello ( che è dichiaratamente gay, si lo so asssurdo che mio fratello non sappia che anche io non sono gay). E ovviamente in questo gruppo c'è ancbe lei, anzi è lei che mi aggiunge. Oggi io ero a lezione lei no. Ci scambiamo messaggo simpatici su whatsupp. Poi il pomeriggio durante la lezione pomeridiana lei arriva in ritardo e si siede accanto a me, io super impacciata, amcbe perchè pensavo non venisse, si era vestita tutta carina e profumata, io ero conciata un po'male,.non  pensavo di vederla a lezione, senno mi sarei fatta una doccia, mi sarei messa qualcisa di carino, quindi le dico qualcosa ma poco e anche lei mi sembra freddima, io vado nel panico convinta che mi veda bruttina e malconcia e che magari non mi trovi più attraente. Anche quando ci salutiamo non c'è piů l'affetto con cui ci siamo lasciate l'altra sera. Io cado in una profonda disperazione, forse se mi fossi ^preparata^ alla sua presenza a lezione, mi sarei messa meglio, le avrei scambiato più parole. Avrei fatto un'impressione migliore, cazzo!

Le chiedo se stasera va al locale gay, come mi aveva detto ieri. Mi dice che no,.non ci va.Ma cos!?!?!?? Va be ci salutiamo senza affetto, poi va be io non riuscivo a pensare lucidamente. Va be' quest ultima parte magari vi sembra strana e non la capite, è che ci skno trop e cose da spiegare. 

Ditemi solo una cosa: dai insomma mi ha chiesto di ballare, ci.siamo.incrociate le.dita.delle mani, eravamo entrambe un po'imbarazzo. Lei prova qualcosa per me? E se oggi avessi rovjnato l'impresione di bella e sjmpatica ragazza di ieri?  

Innanzi tutto forse farò coming out con mio fratello, magari gli dico che sono bisessuale, Perchè mi vergogno meno e poi,  perchè  si senturà tradito che gli ho nascosto la mia omosessualità per tutto sto tempo. Poi bho.dovrei dichiararmi?  Ho jma fottuta paura di non essere alla sua altezza, lei è veramente bella, fascinosa, intelligente e simpatica, io sono meno bella, meno simpatica e meno intelligente e poi non mi vesto benissimo, mi vesto in maniera poco femminile e un po'infantile.

Vi prego aiutatemi, in nome della nostra.comune appartenza alla razza umana e al.nostro comune soffrire per ragioni di amore

 

scusate errori di ortografia, è la fretta dello sfogo 

Lun

04

Mar

2019

Andare a vivere da soli!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Tra pochi giorni andrò in una nuova casetta a vivere da sola...per la prima volta in tutta la mia vita. Felicità, eccitazione, ma anche tanta ansia e paura. Aiuto! Datemi un po' di supporto!!!!!!!! 

Ven

15

Feb

2019

Cosa devo fare?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

sto con un ragazzo da 6 mesi, all’inizio lui mi è venuto dietro e ha fatto di tutto perché io diventassi la sua ragazza. Abbiamo avuto un rapporto di solo sesso per più di un mese, dopo abbiamo deciso di metterci insieme dati i nostri sentimenti. A 6 mesi da quel giorno, vedo tanti cambiamenti. Lui è sempre stata una persona tanto orgogliosa e non sempre ammette le sue colpe, dandole a me. Per mettersi con me lui la lasciato la sua ragazza di allora, nonché mia ex migliore amica, e si è dedicato completamente a me. Da un po’ di settimane lui però dice che non sono in grado di capirlo e che sono superficiale. Si sta riavvicinando alla sua ex perché a suo dire era l’unica ad averlo capito e in questo momento ha bisogno di riscoprire se stesso ed essere libero. Si interessa a lei ma è chiaro che non vuole tornarci. Adesso io e lui ci siamo lasciati ma continuiamo a vederci per forza tutti i giorni (siamo nella stessa classe io, lui e l’ex)  e con me è freddo e Continua a dirmi di non averlo mai capito. Io penso di aver avuto sicuramente delle carenze, ma non so veramente come fare. Non ho nessuna intenzione di lasciarlo andare e lui vedo che non vuole perdermi. Dice che così non ce la fa più. Vuole una persona che lo capisca e che capisca la sua anima. Come devo fare??

Mar

05

Feb

2019

Bitcoin

Sfogo di Avatar di HatshepsutHatshepsut | Categoria: Altro

Cosa ne pensate dei Bitcoin? 

Ne sento parlare cosi bene che mi sembra quasi una fregatura....  

Lun

14

Gen

2019

Innamorata di chi mai mi sarei immaginata!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ho 24 anni e a giugno dell’anno scorso mi sono innamorata di quello che è ora il mio ex cognato (ex compagno della sorella del mio ex). Sono stata assieme al mio ex per 10 anni, portando avanti una relazione a distanza, motivo per cui ho passato molti mesi a casa sua e motivo per cui ho avuto un certo legame con la sua famiglia. Le cose tra noi sono nate quando eravamo 2ragazzini, ma dopo molto tempo, l’intesa e quello che pensavo fosse amore è svanito. In cuor mio l’ho sempre saputo, saputo delle sue bugie e dei suoi tradimenti ma ho preferito non vedere, continuare così, e quando finalmente ci siamo lasciati sono stata davvero bene, bene con me stessa. Ma il punto è ben altro.

un po di tempo fa, la mia ex cognata (sorella del mio ex), mi confessò di aver fatto un torto al suo al tempo compagno, o meglio di averlo tradito ed essere rimasta incinta di in altro ragazzo ed in seguito abortito. Io rimasi scioccata, lei gli fece credere che la gravidanza fosse di lui, e che aveva deciso di abortire perché avevano già un bimbo di due anni e la situazione non sarebbe riuscita a reggerla. Io rimasi zitta, non ne feci parola con nessuno.

Dopo circa un anno, la situazione si ripresenta. Mi confessa ancora che è rimasta di nuovo incinta sempre del suo “amante”, e che ovviamente avrebbe abortito (forse solo perché il colore della pelle sarebbe stata un’altra, altrimenti con tanta cattiveria e astuzia forse li avrebbe anche tenuti!). Io ancora rimango di stucco, ma non ne faccio parola con nessuno.

Del primo aborto il suo ex compagno lo sapeva, ma lei gli racconto che il loro bimbo era ancora piccolo e che ancora non era pront per un altra gravidanza. Anche la sua famiglia lo sapeva e anche essa pensava fosse del suo ex compagno (ex perché poi lui ha scoperto tutta la verità).

Del secondo aborto lui addirittura dice che non ne era a conoscenza. Nel frattempo dopo il secondo aborto, uanno avuto un altro bambino. Fatto sta che un po’ di mesi fa, quando io oramai mi ero lasciata con il mio ex, mi contatta il compagno della mia ex cognata, dicendo che aveva alcuni sospetti nei confronti di lei, che aveva trovato dei messaggi sui suo telefono e che ora aveva la testa che viaggiava. Io ovvio stetti zitta, gli dissi che non sapevo nulla e in più non potevo prendermi la responsabilità di rovinare una famiglia e nonostante tutto, nonostante un po’ di delusione io a lei volevo bene e mai avrei potuto. E sempre stato smerdato sia da lei che dalla famiglia di lei. 

Lui continua a chiedermi se io sapessi qualcosa, ma io ho sempre negato anzi dicendo che lei non L avrebbe mai tradito! una bella sera mi chiama lui e mi dice che ha scoperto tutto, dei suoi tradimenti, dei suoi aborti, o meglio del primo.. ed io per istinto gli dico “tu sai che non è successo solo una volta vero...”, solo questo!

Lui aveva già parlato lo stesso giorno con un’amica di lei la quale sapeva anche lei dell’accaduto e gli confessò la verità.e mi confessa che del primo aborrono aveva avuto qualche dubbio, ma che la persona con cui cui ne parlo lo prese per pazzo, e fece quello che feci io, finta di nulla.

Immaginate il putiferio che ne esce. Anche io vengo tirata in ballo, all’inizio credevo di dovermi sentire in colpa, perché ho passato molto tempo a casa del mio ex quindi a casa sua, con la sua famiglia e sua sorella. Vengo anche contattata dal mio ex il quale mi dice che x lui la sorella è morta e che io assolutamente non mi devo sentire in colpa.

Il vero punto cruciale, è che dopo un po’ di giorni dall’accaduto, l’ex compagno della mia ex cognata inizia a farmi discorsi strani, comportamenti che mai avrei immaginato.. la realtà è che tra me e lui non c’è mai stato nulla e questo lo giuro sulla mia stessa vita su quello che più caro ho. Per me è sempre stato un bel ragazzo ed io per lui lo stesso, ma mai e poi mai ci siamo nemmeno sfiorati manco col pensiero. Era una bel ragazzo ma non si avvicina minimamente a quello che io volevo, lo reputavo stronzo, menefreghista... e invece, dopo L’accaduto disse che le telefonate tra noi, le nostre ore al telefono a parlare della situazione, il nostro avvicinamento l’avevano portato ad innamorarsi di me. Io rimasi malissimo, gli chiesi per favore di non dirmelo mai più e che le Cose tra noi non sarebbe mai andate, perché eravamo e siamo ex cognati e in più io alla famiglia del mio ex e della sua ex ci tenevo troppo. 

Il tempo passa, e intanto vengo a conoscenza di cose Che mi fanno pensare molto sul rapporto con il mio ex e quella famiglia. 

Un bel giorno lui mi dice che stava per prendere l’aereo e venire a trovarmi. Io faccio il macello, non volevo che venisse e non volevo che la storia continuasse. Fatto sta che viene, ed io mi perdo. Scopro una persona diversa, una persona che mi fa stare bene e a cui riesco s confessare i miei dolori più segreti.

Ci innamoriamo. Io lo amo da morire e lui ama me. Si parla del mio trasferimento da lui, si parla di matrimonio,  di giuramenti ed io sento di aver trovato la persona giusta per me. Il nostro non è qualcosa che accade spesso è qualcosa di speciale. C’è verita, condivisione, viglia di vivere ed essere felici solo questo. 

Anche io sono stata da lui, abbiamo passato giorni indimenticabili, solo di amore senza pensare a tutta la merda che ci circonda quello che potrebbe accaderci.

Io ho deciso per il mio bene di chiudere il rapporto con quella famiglia anche se il mio ex a volte mi contatta, solo ed esclusivamente perché ha la coscienza non sporca di più. La sua ex e la sua famiglia sospetta che tra noi ci sia stato qualcosa infatti a lui è stato detto dalla sua ex che io sono una persona di merda, una poco di buono...

lo so che si potrà pensare che io e lui ci siamo fatti gli affari nostri o che siamo stati amanti, ma non è così. È un amore che è nato quando entrambi eravamo liberi, purtroppo entrambi ex di due fratelli.  

La situazione è davvero difficile, ci amiamo da morire e lui continua a ripetermi che non stiamo facendo nulla di sbagliato. Ma io ho troppa paura, quello che diranno e inventeranno, mi daranno della poco di buono, diranno che io sono stata a casa loro, ho fatto la principessa e che ho avuto il coraggio di fare questo. Di stare con lui.

Sto sempre più male, pensando di fare quello che è giusto ma mai facendo quello che fa star bene me!!

In mezzo ci sono due bambini, i quali mi chiamavano zia fino a un anno fa. Poche sono le persone che ci dicono di seguire il nostro cuore, ma la maggior parte dice che non potrà mai essere che è impossibile, che potrebbero anche farci del male.

Ci amiamo da morire, la nostra non è vendetta, non è rancore. È solo un forte sentimento che è nato puro. Ho troppa paura, paura di quello che potrebbe accaderci, so solo che anche se lontani non posso pensare di vivere senza lui!!!

Che disperazione 😞😞😞 

Lun

07

Gen

2019

Chiudere la Porta, lentamente. Vorrei morire

Sfogo di Avatar di DarkerDarker | Categoria: Lussuria

Ciao, sono di nuovo io, con la mia storia e le mie seghe mentali. Ma questa volta posso dire che sarà il mio ultimo sfogo sull’argomento. Dopo averla vista poco prima delle vacanze natalizie ho pensato dentro di me che forse, avrei potuto conquistare la ex prof. Fu una serata meravigliosa, sentivo una carica sessuale come non mai. Ci siamo scambiate regali a vicenda senza sapere che l’altra avrebbe fatto un regalo (tra l’altro dello stesso tipo). Insomma, in una vita normale fatta di situazioni normali sarebbe stato l’appuntamento perfetto. Sarebbe perché poi ha iniziato a prendermi una strana malinconia dopo capodanno. Inizio seriamente a chiedermi se tutto quello che sto provando sia univoco. Mi chiedo, se quei segnali positivi, sessualizzanti, siano davvero segnali e non mie proiezioni mentali, magari voler vedere qualcosa che in realtà non c’è. Panico. Decido di parlarne con una mia cara amica e mi conferma il tutto:”Darker parliamoci chiaro, se a una donna piaci ti tocca e soprattutto non parla così apertamente di sesso, te lo farebbe capire velatamente, cercherebbe di portare la situazione a concretizzarsi, stuzzicandoti, ma facendotelo comunque capire, indipendentemente che sia timida o meno. Iniziò a fare un check-up di tutte quelle cose che definivo segnali: Parla apertamente di sesso, con voce provocante e stuzzicante, ma parla di rapporti suoi e mai mi chiede dei miei, si lamenta della fidanzata, vuole fare cose e o attività che con la fidanzata non può fare. Ha 25 anni più di me e forse mi considera troppo giovane. Mi parla apertamente di chi si è scopata nel passato, mi parla del suo passato e dei suoi traumi.

ODDIO. “Si”, No, No, No

Sono stata Friendzonata?

Mi assale il panico, respiro male ma faccio il possibile perché non si veda, volevo morire. In realtà sono giorni che non dormo, mi manca il respiro e sono talmente infelice che se solo penso o odo il suo nome ho un colpo al cuore. D’improvviso, quelle poche certezze che avevo si sono rivelate pugnali avvelenati puntati verso il mio sentimento. La mia amica ha ragione, penso che abbia ragione e che io sia una deficiente totale e non so più che fare. Mi ha scritto oggi per vederci tra qualche giornoe impulsivamente ho detto si, ma non so come affrontarla, con che stato d’animo io... io non so che fare. Non mi posso dichiarare per ovvie ragioni tra cui che non ho un lavoro per mantenermi e certe cose per le donne sono troppo importanti e un’altra cosa che non posso dire nemmeno qui ma che purtroppo non si risolverà prima di un’anno/ anno e mezzo. Da idiota credo di gestire la cosa con tempi miei e se fosse stato, dichiararmi quando tutto per me era a posto. Credo che la mia amica abbia ragione e che io abbia visto cose che ho mal interpretato in positivo. Mi sono presa una brutta cotta per la mia ex prof e non so proprio come fare. Non riesco ad essere lucida e a vedere la cosa con ludicidità. E non so come comportarmi quando la vedrò

Dom

09

Dic

2018

Perchè non riesco a lasciarmi andare?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve a tutti sono una ragazza di 16 anni ed è da un po' di tempo che ho bisogno di parlare con qualcuno che non siano i miei amici. Loro sono fantastici e mi ascoltano sempre, però a volte sento di aver bisogno del punto di vista di una persona esterna alla storia che non conosca ne me né il ragazzo in questione. In 16 anni io non ho mai avuto una relazione ma al contrario di molte mie coetanee lo considero una cosa normale. Non sono molto carina esteticamente e poi secondo me c'è ancora tempo per innamorarsi, mica a 17 anni devi già aver trovato marito. Però non nego che come ogni adolescente ho sempre sognato di avere un ragazzo e guardare le storie delle mie amiche (alcune addirittura di anni e anni) non mi aiuta tantissimo.. In tutta la mia vita ho baciato solo un ragazzo due anni fa, un mio compagno di classe che mi piaceva tantissimo. Ma il giorno dopo esso mi rivelò che in realtà era innamorato di un altra ragazza e che baciare me era stato un errore (stronzo). Ora per la prima volta dopo così tanto tempo un ragazzo si è interessato a me. È della classe con cui siamo andati in camposcuola in Germania che è proprio dove lho conosciuto. Complice qualche bicchiere di troppo ho avuto il coraggio di andare a parlare con lui e siamo diventati amici, o almeno conoscenti. Una volta tornati in Italia mi scrive su instagram e dopo qualche giorno mi chiede di uscire. L'uscita è andata bene ma qualcosa è scattato in me. Prima ero contenta che un ragazzo fosse interessato ma ero convinta che la cosa non sarebbe andata in porto. Non so.. Lui è un figo, poi è carino, dolce e sensibile... La mia poca stima in me stessa mi aveva convinto che lui dopo qualche tempo avrebbe capito che non ero abbastanza per lui e avrebbe smesso di provarci. Ma dopo quell uscita ho capito che lui faceva sul serio e mi sono terrorizzata. Così mi sono divisa in due. C'è la parte di me che desidera baciarlo, stringerlo.. E vorrebbe conoscerlo meglio, e la parte di me che desidera scappare a gambe levate. Il problema è che con la mia indecisione invece che scappare io sto facendo scappare a gambe levate lui.. Ho rifiutato la sua seconda proposta di uscire e ogni volta che lo incontro in corridoio a scuola, dopo aver spiaccicato 4 parole scappo spaventata. Non riesco a capire come posso volere così tanto una cosa e allo stesso tempo esserne così spaventata. Lui secondo me sta iniziando a pensare che non mi piace perché veramente quando sto intorno a lui mi comporto in modo strano e per niente piacevole. Come faccio a farmi passare questa paura? Io vorrei veramente che riprendesse l'interesse che aveva per me all inizio e rimediare a tutte le gaffe che ho fatto nell'ultimo periodo.. Come faccio a lasciarmi andare? Forse devo credere più in me stessa? Non so sicura.. Ma temo che questa mia paura sia anche influenzata dalla paura di essere rifiutata o di essere presa in giro da lui e i suoi amici.. Che poi è una paura stupida perché lui non è proprio il tipo ma io non riesco a togliermi. Dalla testa l'immagine di lui che pensa che sono una svitata e che non vuole più parlarmi.. Consigli? 

Dom

09

Dic

2018

Il Ritorno a Se Stessi

Sfogo di Avatar di DarkerDarker | Categoria: Lussuria

Ultimamente, come non mai, ho questa necessità di parlare con qualcuno di sconosciuto. Per sfogare tutte quelle cose che nella vita reale non puoi fare. Se penso a tutto questo mio ultimo periodo della mia vita (2 anni) mi chiedo esattamente quando finalmente potrò ritenermi felice. 

Beh, questo periodo è stato pessimo, ho perso amici, lavoro, la persona più importante della mia vita, mi sono ritrovata a terra, spezzata e arrabbiatissima. Mi sento sempre più spesso non compresa, quella voglia di gridare spaccare il mondo e condividere quella disperazione che fa parte di me dal momento che sono venuta al mondo. Di recente ho iniziato a perdere anche quella fiducia, forza e corazza che mi ero creata per stare al mondo. E mi sento nuda e vulnerabile. E ho paura. La solitudine che è sempre stata mia cara amica improvvisamente mi soffoca e mi trascina verso il basso, in un baratro sempre più profondo. 

Allora mesi fa deciso di andare in terapia, dopo anni che ho passato a saltare da un terapista all’altro trovo un dottore con cui scatta subito quell’affinità. Un grande, riesco ad aprirmi come non mai, ma da quando frequento il suo studio ho iniziato a perdere le mie sicurezze, portandomi al sopraccitato malessere amplificato.

Anni fa ho avuto una relazione importante dove la mia ex ragazza mi ha stracciato l’anima e l’orgoglio a pezzi, mi ha ferita a tal punto che mi sono ripromessa che non mi sarei mai più innamorata. Ero quella ragazza che ti darebbe l’anima per vederti felice e sopprimerebbe la sua per la tua. Che cosa sbagliata. Ovviamente lei se ne accorse e se ne approfittò, e io purtroppo, che avevo bisogno di amore in quanto non ne avevo mai ricevuto, nemmeno dalla mia famiglia, ero attaccata a lei e al sentimento che ci legava con la stessa modalità con cui un eroinomane ama l’eroina. Dopo 2 anni mi sveglio e la lascio. Trascinandomi questa esperienza insieme alla mia infanzia traumatica. Trasformandomi in una persona che disperatamente voleva essere l’opposto di quello che era la sua natura. Io volevo essere una sciupa femmine, non una di quelle che si innamora. E allora me lo imposi. Mi imposi che non mi sarei mai più voluta innamorare, non volevo stare così male mai più, per me non ne valeva la pena. Ci riuscì e iniziai a scopare in giro per la mia gioia, senza vincoli, sentimenti, e la paura era finalmente volata vi da me.

E non di certo facile, sono una bella ragazza ma non ci sapevo fare per niente. Per la mia limitata esperienza ho capito che le Donne, in genere, vogliono:

1) Un Partner che trasudi Sicurezza, ma che al col tempo le faccia vivere sul filo del rasoio non dando loro certezze sul sentimento

2) Il Bad Guy (lo stronzo/a) pagano, pagano perché quel tipo di atteggiamento le attirà come api con il miele per i motivi citati nel punto 1

3) Giocare sulla sindrome da Crocerossina facendo credere loro che sono le uniche che potrebbero cambiarti e aiutarti a diventare una persona migliore, per poi sparire e riappariread intermittenza per dare loro quel colpo al Cuore per farle sentire importanti in un’incertezza generale.

4) Se le fai vedere che non te ne frega un gran cazzo e che praticamente te la vuoi solo scopare non lo accetta, sclera e cerca in tutti modi di trovare segnali che non ci sono per convincersi che invece tu sia presa/o da lei. E inizia a desiderarti più di qualsiasi altra cosa

5) Grazie a Dio non sono tutte così (80%) e poi sarebbe carino se ognuno di voi aggiungesse parti alla lista o commenti e considerazioni in merito

6) Una moto, un atteggiamento spavaldo e un filo arrogante e simpatico con un tocco di cultura, sicurezza e una spruzzata di dolcezza fanno bagnare qualsiasi donna. C’è poco da fare, a quasi tutte piace un certo tipo di standard. Devi dare sempre l’idea che sai che cosa stai esattamente facendo.

e allora Darker, perché rompi i coglioni con questa lista?

io ero diventata così, e trombavo un sacco. Lo sono in parte tutt’ora ma sono cambiate delle cose;

È come se all’improvviso io debba mutare nuovamente in una terza forma: tra quello che ero e quello che ho desiderato diventare

e tutto questo da quando è apparsa nella mia vita la Prof.

(ex mia prof del liceo con cui mi frequento di tanto in tanto, lei è fidanzata e per il momento non è successo assolutamente nulla)

Brucio quando la ho vicino a me, e ogni volta saltarle addosso diventa sempre più difficile, passo da desiderarla solo fisicamente a provare un po’ di romanticismo nei suoi confronti, tanto che ho deciso di regalarle un libro per Natale e mi sto già pentendo perché mi sembra un’atteggiamento da sfigata che non scopa. Però al col tempo voglio regalarle qualcosa e vederla felice. È tipo una settimana che penso sempre a lei e ho voglia di vederla ma non le scrivo perché ho paura che possa capire. Ho questa cazzo di confusione che mi uccide, non so perché mi terrorizza così tanto lanciarmi. È un anno che ci frequentiamo saltuariamente. E poi è fidanzata e mi sembra di romperle le palle di scriverle, non lo so... Passo da non pensare a lei a pensarla spessissimo. So solo che mentre scrivo ora, la vorrei qui, vorrei scoparci baciarla, sentire il suo odore e sapore, e abbracciarla. E ho paura di tornare troppo indietro, di innamorarmi, di un’altra situazione sbagliata e di trovarmi schiacciata nuovamente in mezzo a un sentimento che non so gestire.  

È una vita che ho paura di Vivere, e da poco tempo che sto iniziando a scrollarmi da dosso la depressione. Ma adesso ho bisogno di vivere. È ho bisogno di parlarne con qualcuno e di consigli. Grazie  

 

Succ » 1 2 3 4 5 6