Tag: gente

Mar

23

Ott

2018

Non ne posso più

Sfogo di Avatar di C030C030 | Categoria: Ira

Non ne posso più di studiare giorno e notte e non ottenere nulla in cambio sempre tutto dovuto 

non ne posso più della gente che mi racconta i suoi cazzo di problemi come se fosse l’unica ad averli

non ne posso più di essere sempre presa di mira

non ne posso più di tutto e tutti

non ne posso più dei miei genitori che invece di incoraggiarmi non fanno altro che buttarmi giù

non ne posso più di avere nausea ogni mattina per via del l’ansia procurata da tutto ciò

perché l’essere umano deve sopportare tutto questo , le cattiverie degli altri , le ingiustizie; un motivo c’è ? 

Sab

13

Ott

2018

Per la gente siamo sempre sbagliati

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono circondata di conoscenti che considerano sbagliata qualsiasi cosa faccio. 

Andavo all'università e mi criticavano perché la donna deve solo pensare a fare la casalinga e quindi se andavo all'università ero una poco di buono.

Appena laureata, non ho trovato lavoro per un anno e tutti ad attaccarmi dicendomi che facevo la mantenuta... ma non dicevate che dovevo fare la casalinga?

Ho trovato lavoro e hanno cominciato ancora a dirmi che non sta bene che una donna lavori... ma quando non lavoravo non stava bene che non lavorassi!

Quando ero single ero una mammona, quando ero fidanzata ero una p**** che pensa solo ai ragazzi.

In una stessa frase, la stessa persona mi ha detto "Alla tua età dovresti essere sposata", e quando ho risposto che sono effettivamente sposata quella persona mi ha risposto "Non ti vergogni? Così giovane e già sposata? "

 

Ma come devo essere per andarvi bene??? 

Tags: gente

Ven

14

Set

2018

Ma che problemi ha la gente?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono fuori da un ufficio postale in attesa che apra. Sono arrivata che mancava un quarto d'ora all'apertura.

Una signora arriva come una furia, mi passa davanti, fa per aprire la porta, la trova chiusa e se la prende con me accusandomi di volerle passare davanti e di aver chiuso apposta la porta per fregarla. Eppure su quella stessa porta l'orario di apertura è scritto a caratteri cubitali. 

Per farla contenta e non essere più trattata male l'ho lasciata passare davanti, eppure lei non era ancora soddisfatta, continuava a borbottare, a dire che ho chiuso apposta la porta per fregarla e passarle davanti.

Ma cosa dovevo fare per andarle bene, regalarle 1,000 euro che non ho neanche? 

Tags: gente

Dom

24

Giu

2018

People Sucks

Sfogo di Avatar di SpleenSpleen | Categoria: Altro

Non sei come me neanche a volerti vedere lontano lontano

Col sole negli occhi

Col cuore pieno di illusioni come vetri opachi

Che incoraggiano a correre incontro al venditore di lenzuola d'occasione

Pensando che sia il tuo amore

Invece è quel tizio

Quello da cui nonna una volta si è fatta fregare e poi mi ha messa in guardia

Guarda che quella roba che vende

Non esiste nemmeno

Addio

Le persone succhiano cazzi amari e si rinsecchiscono

E vogliono diventare il tuo cazzo amaro

Ma belli

Ne ho già visti tanti

E il sapore ce l'ho ancora in mente

Però grazie di avermi fatto capire

Quanto sono speciale 

Ven

13

Apr

2018

La gente

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ma dico io ....ma dico voi non avete proprio un Cazzo da fare dalla mattina alla sera che tanto vi stiamo a cuore che sapete tutti i nostri Cazzi?! C'avete da lavorà? C'avete na famiglia?! C'avete i problemi?! Ma come cazzo è che oggi sono andata in sartoria (prima volta, mai andata prima) e il tizio sapeva chi ero io ,mio marito,dove lavora e che addirittura è saldatore con patentino!!!ma che cavolo campate a fare?! questa invadenza proprio non la digerisco. Che crepassero!

Tags: merda, gente

Gio

15

Dic

2016

Generazione di ingigantitori... "mi ha schioccato la gamba, andiamo all'ospedale che mi è uscito l'osso".

Sfogo di Avatar di Angry EdithAngry Edith | Categoria: Altro

Avete anche voi (mi riferisco soprattutto ai giovani) l'impressione che molte persone della nuova generazione concepiscano la malattia mentale e le difficoltà della vita come cose fighe, di cui vantarsi?

Sento gente dire "Questo cantante è un grande e poi ha avuto una vita difficile e turbolenta" come se a farlo figo fosse la vita difficile... se non anche gente che dice "si soffro di depressione, bipolarismo, disturbi e turbe di sta minkia" e poi se gli chiedi le cose in maniera approfondita capisci che in realtà ingigantiscono tutto, anche le piccole cose e magari usano nomi di disturbi seri solo per fare la scena. Sono per lo più gli ipocondriaci a fare così ma parecchi sono proprio dei frustrati.

Non so ragazzi, non è che dico che non ci si debba scherzare sopra perchè è normalissimo ma mi dà fastidio il fatto che tante cose serie vengano prese come cose di tutti i giorni, sminuendone l'importanza. Non so voi ma io vedo il mondo attorno a me, pieno di ipocrisia. Ovunque ti giri pare che ci sia quello con la vita tragica, che si vanta di essere stato male ed esserne uscito e poi magari gli era solo caduta una forchetta. Ma sul serio... c'è gente che mi dice "eh ho avuto una vita difficile, sono stato bocciato in terzo"  o addirittura "sono bipolare" (detto con tono serio, convinto e da vittima) e poi magari la sua era semplicemente una fase dell'adolescenza tipica di quasi tutti e non la vera e propria malattia che è molto molto molto di più che semplici forti cambi d'umore repentini. Mi piacerebbe fare informazione su questo tema, tutti dovrebbero sapere grossomodo la realtà (e non solo la definizione) sulle principali malattie mentali più fraintese e mal conosciute perchè alla fine se parlo di bipolarismo, si pensa solo a momenti di depressione e momenti di euforia quando in realtà è molto molto di più... ma sto divagando. Mi disturba non tanto l'ignoranza perchè non si può essere onniscenti e sapere tutto su tutti i temi ma la mancanza di rispetto verso i veri malati, al solo scopo di mettersi in mostra.

Ora però voglio sentire la vostra se ne avete voglia. Voglio capire se qiuesto è un problema di paese o di mondo. Avete conosciuto o conoscete gente esagerata che si vanta di avere problemi e malattie che non ha?

PS: Ho studiato psicologia e ne sono un'appassionata e purtroppo ho avuto anche a che fare con veri casi psichiatrici anche fuori dal contesto scolastico (persone che amo) quindi non pensiate che in realtà giudico questi "Esageratori" senza sapere quello che in realtà c'è nelle loro vite e se hanno davvero i disturbi che dicono di avere... anche perchè è una cosa che non farei mai poichè l'hanno fatto anche a me e quindi, sapendo quanto è brutto, faccio sempre mooolta attenzione a non farlo agli altri... anche se per essere così inconsciamente frustrati, del tutto felici non sono e paradossalmente qualche problema c'è davvero.. ma non di certo quelli che dicono di avere. 

 

Mar

06

Set

2016

Con la gente maleducata, io non riesco a chinare il capo!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ma voi, come reagite quando la persona che avete davanti e che non conoscete si dimostra spocchiosa-arrogante e velatamente o neanche poco velatamente maleducata, offendendo voi e la vostra professionalità senza che voi abbiate fatto NULLA per meritare questo?

 In questo caso parlo di un cliente dell'ufficio dove lavoro. Che fosse un tipo particolarmente "borioso" lo avevamo capito ma ieri ha avuto a che fare con me, ero l'unica in ufficio. Io, carina e tranquilla lo accolgo...mi fa una richiesta e io NON SAPEVO RISPONDERE in quanto quello che mi ha chiesto non era di mia competenza. Ho detto più volte che mi sarei informata e gli avrei dato risposte o passato contatti di chi se ne occupa e lui (roteando gli occhi e sbuffando più e più volte come dire: ma lei qui cosa ci sta a fare...) mi ha domandato un'altra cosa (di mia stretta competenza questa volta) dicendo: "di questo, almeno, ne sa qualcosa.. visto che è di sua competenza"?????? Io, con un sorriso tirato e basita per il suo modo di fare, gli ho detto "certo, ma non si arrabbi con me... appena ho le risposte gliele fornisco, così rischierei solo di dirle cose sbagliate"! E lui per tutto punto ha risposto che questo atteggiamento lo faceva inca**are... (non avere risposte immediate?) e che mi paragonava ad -sue testuali parole- "un oggetto inanimato-parlante, non ad una persona". Io, pseudo tranquilla esteriormente, dentro stavo per ESPLODERE. L'ufficio fosse stato mio, l'avrei mandato a cagare alla prima ma essendo dipendente non posso spingermi così in là. Ad ogni modo gli ho risposto decisa, semi tranquilla e susseguentemente siamo finiti per parlare di altro e pareva essersi calmato e tornato a ragionare. Dopo mi era venuto un nervoso... un agitazione e tachicardia, che non posso descrivervi. Ero veramente furente!

Sto seriamente pensando di non essere adatta a tutte le situazioni del "front-office". Sono una ragazza carina, sempre sorridente, volenterosa e dove posso faccio, infatti vado d'accordo con quasi tutti e molti mi stimano. Lavoro in questo posto da 10 anni, sono competente nel mio campo e secondo me la gente (quella matta) si permette di trattarmi così perché invece che 30 anni ne dimostro 18, quindi si prende delle confidenze alla "bambina stai buona che potrei essere tuo padre" che non avete idea. Però io non riesco, non riesco e non riuscirò mai ad essere una di quelle persone che si fanno insultare a gratis, trattare a pesci in faccia (soprattutto se non hanno fatto nulla e sono state educate) e chinare il capo, tantomeno nel posto di lavoro. Capisco che bisogna mantenere la calma, capisco che non tutti siamo uguali, che magari questo era schizzato per i cavoli suoi ma io sono stata tranquilla e ho cercato di rispondergli al mio meglio... e questo non può permettersi di paragonarmi a un oggetto di arredamento. Io volevo rispondergli: "ma cosa sta dicendo? Lei invece ha difronte una PERSONA non un oggetto, quindi mi tratti come tale e abbia più rispetto" Poi però so che questo probabilmente non sarebbe più tornato nella nostra azienda ecc ecc..

 

Oh, io con la gente che lavora sono sempre educata e carina ANCHE nelle mie giornate più nere. Pensate voi... 

Sab

05

Dic

2015

Odio gli italiani

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono italiano, ma non ce la faccio più a sopportare gli italiani oppressi dal loro arrivismo e dal loro avere 1 e desiderare 2 e non appena ottenuto 2, desiderare 5 e così via... il tutto volendolo avere subito, senza sacrifici e calpestando la legge o la collettività. 

Amo l'Italia in quanto penisola meravigliosa, ma gli italiani no.

 

Gio

05

Nov

2015

Io merito e nessuno lo capisce

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mio "padre" mi ha detto che dovrei amazzarmi perché non posso parlare dei miei problemi in famiglia, che altrimenti stanno male loro, capito?

Invece io sto bene, no??? Pensate a come sta bene uno che vive tutti i giorni il rifiuto degli altri. Forse è perché ho fatto qualcosa di brutto, forse è perché mi comporto male? No miei cari! Sono sempre stato gentile, cordiale e disponibile con tutti.
E questo è il ringraziamento! La gente mi scarta, quando la incontro si gira dall'altra parte, qualcuno mi fa proprio capire in faccia che non vuole averci a che fare.

Invece se sei stronzo allora ti pensano tutti, anzi allora ti vogliono tutti perché non ti fai conquistare. Sono veramente schifato e deluso.

Mer

14

Ott

2015

Odio il mio lavoro. Odio il mio lavoro. ODIO IL MIO LAVORO.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non ne posso più. Non ne posso più di stare in questo maledetto ufficio. E dire che, quando ho accettato, ho pensato che fosse un impiego tranquillo... Come no! Per colpa del mio principale, brava persona per carità ma pessimo datore di lavoro, non faccio altro che litigare con le persone un giorno sì e l'altro pure. Una delle cose che più detesto al mondo è litigare, e qua ci sono praticamente costretta. Lui si fa negare in continuazione, con il risultato che finiscono per prendersela con me.

Mi sono rotta di sentire gente che mi accusa di non fare il mio lavoro ("Ma lei glielo ha detto che l'ho già cercato quattro volte? Gliel'ha detto o no?!" No, guarda, stavo giusto sperando che richiamassi per ascoltare un po' di lamentele)  gente che impreca urlando ("GLI DICA CHE MI SONO ROTTO IL C***O! VENGO LI' E GLI SPACCO LA SCRIVANIA IN TESTA!) gente che mi riattacca il telefono in faccia, o gente cui io sono costretta a riattaccare il telefono in faccia. Sono arrivata al punto in cui, al primo squillo, io faccio un salto di mezzo metro sulla sedia, tanto sono perennemente tesa e nervosa.

Ma mi sono rotta specialmente di lui, che per darmi quei due soldi che mi deve mi fa aspettare oltre metà mese, che su cinque giorni ne lavora sì e no due e mezzo, che pur sapendo di mettermi in una posizione scomoda non fa niente per evitarlo, che una volta mi ha detto: "So che alzano la voce con te, ma devi avere pazienza". Pazienza? E' quasi un anno che sto qui otto ore al giorno, per trecento euro al mese, a farmi venire i dolori di stomaco perché a te non va di sentire questo o quello, e quindi preferisci che se la sfoghino con me prima di parlarci. Questa non è pazienza, restare qui perché non riesco a trovare altro? Vorrei essere una di quelle persone che si fanno scivolare le parole addosso, ma proprio non ci riesco... Mi basta che qualcuno si alteri e resto nervosa per ore. Lo so che di questi tempi è già tanto avere un lavoro (anche se sottopagato) ma lavorare così mi sta facendo diventare esaurita...

Succ » 1 2