Tag: timidezza

Dom

15

Apr

2018

La prima volta che mi sfogo veramente..

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non so se si possa definire un pentimento però ho bisogno di parlarne con qualcuno.

Nella mia famiglia non va proprio tutto bene:

 

  • Mio padre si é sempre atteggiato come un uomo aperto a tutto. Passa le sue giornate a studiare geometria o a suonare il basso, oppure fa i suoi calcoli e fuma.              L'ho sempre visto come un idolo, la persona che sarei voluta diventare da grande ma man mano che cresco mi rendo conto di come é davvero... Deve avere ragione in tutto quello che fa e se provi a dire la tua devi prepararti a sentirlo urlare e a sentirti come un'idiota perché lui ha ragione e tu sbagli.
  • Mia madre non si é mai schierata, non mi ha mai difesa da mio padre e non mi ha mai capita..                                       Una volta da bambina ho litigato con mio padre e sono stata così male che mi mancava il respiro, l'unica cosa che mi madre é riuscita a dirmi é stata "se non gli dai ragione rischi che non ti ridarà il telefono" capite?? Come se il telefono fosse stata la cosa importante.
  • Mia sorella si comporta con tutti noi come se non facessimo parte della sua famiglia.. Abbiamo sempre condiviso tutto in famiglia ma lei ha le sue cose e guai a chi le tocca, lei indossa le mie maglie ma se io provo a chiedergliene una la risposta é "me le allarghi" e così funziona anche per le scarpe.. Non esiste complicità né dialogo.
Due anni fa ho conosciuto un ragazzo e siamo diventati migliori amici e alla fine ci siamo messi insieme. É stato una settimana al mare con noi e da quella settimana mio padre ha iniziato a comportarsi di merda con lui. Il mio ragazzo mi ha spinto in acqua per giocare e mio padre, vedendolo come un gesto violento, ha iniziato a vederlo male e a comportarsi come se fosse una persona cattiva.Il ragazzo di mia sorella invece mi ha dato della zoccola come minimo due volte ma mio padre l'ha scusato con "é fatto così". Anche per quanto riguarda le mie amicizie le cose non vanno bene: Ho iniziato a trovarmi male con le persone da quando sono stata "tradita" da mi cugina. Eravamo molto legate e io la consideravo come una migliore amica fino a quando non le ho rivelato un segreto "particolare".. Ha iniziato a darmi della zoccola e a dirmi che ero troppo stupida per essere sua amica.Avevo tre amici alle medie e quando stavo con loro ero la persona più felice del mondo, riuscivo ad essere me stessa e a fare ciò che volevo. A loro ho dato tutto quello che potevo ma alla fine hanno preferito un'altra ragazza a me, una che li faceva sempre arrabbiare e che faceva l'offesa ogni due per tre.Arrivata alle superiori il mondo mi é crollato addosso: ero proprio come un pesce fuor d'acqua, abituata a persone sincere che stavano con me perché con me si trovavano bene. Ho trovato persone false che di parlavano alle spalle come se fosse stata la cosa più normale del mondo.. Inutile dire che la mia timidezza ha raggiunto il culmine e oggi mi ritrovo qua nel letto a piangere perché mi sento sola. Sono in quarta superiore e ancora non sono riuscita a creare dei legami all'interno della classe, a parte per il mio ragazzo.Ho o avevo una "quasi migliore amica", con lei mi trovo benissimo ma più passa il tempo e più mi rendo conto di come sia uguale a tutti gli altri: fa l'amica con tutti ma appena é con me sparla del primo che passa. Le voglio un mondo di bene ma ho paura faccia così anche con me. Le persone non stanno con me.. Nessuno vuole stare con me.Passo la maggior parte degli intervalli seduta a guardare il telefono e a fingere di scrivere con qualcuno per far pensare agli altri che sto sola perché voglio stare sola.  Ho paura delle persone perché so di fare schifo in tutto:
  •  Sono quella che fa più schifo negli sport: quando in palestra dobbiamo fare i test io sto in disparte a tremare finché non arriva il mio turno, e vi giuro che tremo veramente
  • Quando vado alle feste sto in disparte mentre tutti ballano e sono sempre quella vestita peggio.. All'ultima festa a cui sono andata mi si é strappato il vestito e mi si sono rotte le scarpe.
  • Sono sempre quella ridicola che rimane da sola.
  • Sono quella che viene scelta per ultima per qualunque cosa
  • So anche di puzzare molto spesso e non sapete cosa darei per dire a tutti che mi lavo tutti i giorni ma che puntualmente sudo perché sono agitata.
  • Quando sono con le persone faccio schifo nel fare anche le cose che in realtà so fare bene. Un esempio banale é il giocare a calcetto.. So giocare a calcetto ma quando sto con gli "amici" divento una schiappa anche in quello.
Io parlo di "amici" perché in realtà alcuni li ho.. Esco con un gruppo di persone ma tra loro sono comunque quella messa peggio..- sono tutti sportivi- io sono la più grassa- sono la più stupida- sono la più brutta- sono la più timida- sono la più ridicola Il mio ragazzo dice che dovrei parlarne con quella che prima ho definito "quasi migliore amica" ma io so che non posso farlo perché risulterei patetica.. Il mio tentativo risulterebbe un patetico tentativo di fare pena e non é quello che voglio. Sono più che sicura che il mio problema di timidezza sia una vera e propria malattia, se così posso definirla, e ho bisgno di aiuto per curarla ma non ho la minima idea di come fare e da cosa partire. Ho paura della risposta delle persone e del loro atteggiamento verso di me... Io proverei anche a migliorare ma é difficile sapendo che tutti ti criticano. Una volta sono riuscita persino a sentire i miei compagni dire "cazzo L. dice sempre grazie, l'avete notato? Qualunque cosa ti ringrazia" come se fosse una cosa negativa. Ne ho parlato con il mio ragazzo dicendogli espressamente:" Sono un'asociale di merda e ci sto malissimo quando rimango da sola, io vorrei che tu restassi sempre con me e non mi lasciassi mai da sola. Ma so che non é possibile perché non é così che si affronta la vita.  Avrei ancora così tante cose da dire ma mi sono sfogata e ho pianto talmente tanto che mi é venuto mal di testa e mi sono calmata quindi direi che può bastare così. Aggiungo solo che nonostante tutto io sono una persona ottimista e vedo il buono in tutta la gente intorno a me, che per quanto il mondo me la metterà nel culo io continuerò sempre ad amarlo e ad essere felice di vivere.

 

Dom

25

Mar

2018

Sono stanca. Stufa.

Sfogo di Avatar di Anne94Anne94 | Categoria: Ira

Sono stufa di combattere. Sono stufa di andare avanti. Mi faccio schifo.

È da un po' di tempo che mangio senza freni. Mangio schifezze , dolci,pane....insomma qualsiasi cosa che trovo vicino  ,fino a scoppiare. Mi fa sentire bene inizialmente . Ma poi mi vengono i sensi di colpa. Questo perché mi sento sola.....Sono sola: Non esco mai,Sto sempre a casa. Purtroppo sono timida e  Non riesco a integrarmi in un gruppo. Però tutto questo non mi piace. Vorrei essere diversa , come tutte le altre persone voglio divertirmi. Ma non ci riesco . L'unica cosa che mi riesce bene è sfogarmi con il cibo. Ma così  non ho un equilibrio. Io non mi sento felice. Mi annoio a stare tutti i giorni a casa. Alla mia età dovrei già avere un lavoro visto che non ho continuato gli studi. Invece sto tutto il giorno a casa a piangere. A pensare alla mia vita inutile. 

È  anche colpa dei miei genitori che non sono ancora riuscita a crearmi qualcosa. Loro sono stati con me troppo protettivi e severi. Sono una ragazza cresciuta in campagna. Ho solo 6 famiglie intorno a me è fino a 14 anni non ero mai stata in città.  Non avevo mai praticato nessun tipo di sport. Non ero mai uscita. Poi al liceo ho visto Un altro mondo. Non riuscivo a confrontarmi con le altre persone. Mi prendevano in giro. Ero quella ragazza di campagna che non sapeva cos'era il trucco, non sapeva come vestirsi, non sapeva come acconciarsi i capelli. Ero un disastro. Così tornavo a casa e mi guardavo alla specchio per vedere cosa c'era che non andava in me. 

Mi sento così sola. Vorrei provare anch'io l'emozione di un abbraccio di un bacio. Vorrei divertirmi. Vorrei vivere. Tutto questo mi fa rabbia perché  non riesco a reagire e trovare un equilibrio. Se qualcuno legge il mio messaggio , vi prego dite la vostra.

Mer

01

Nov

2017

Stanca

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono sttanca ddella mia tiidezza, non so mai cosa fare. Sono stanca di restare a casa da sola e non sapere cosa fare. Non vedo l' ora di poter lavorare. Dopo sono sempre in colpa perchè certe volte mangio cose che non dovrei anche se so che non devo dimagrire ancora. Mi manca lui, ogni volta che succede che lo devo incontrare la mia sfortuna arriva e non me lo fa nenanche vedere. lui vive lontano da me e questo  me lo fa desiderare ancora di più. sono stanca di quesa stupidissima sfortuna, vatti a farti fottere sfigaggine di merda. ODDIO QUESTA CAZZO DI SFORTUNA, LA MIA VITA E COSI MONOTONA, ODDIOOOOOOOOOO!

TIMIDEZZA DI LA, TIMIDEZZA DI QUA, TRISTEZZA LA, DELUSIONE QUA BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

MI SONO ROTTA LE SCATOLE, MAI UNA FOTTUTA VOLTA CHE MI SUCCEDE UNA COSA DAVVERO BELLA, MAI. VAFFANCULO MONDO DI MERDA. TUTTI SUPERFICIALI, TUTTI STUPIDI, TUTTI IMMATURI, BASTAAAAA. PERCHE LE PERSONE PIU CATTIVE DEVONO ESSERE LE PIU FORTUNAATE?! DITEMELO!

DOPO CE QUELL' ALTRA STRONZA DELLA MIA "AMICA" CHE NEANCHE RIESCO A LASCIARE ANDARE, NON RIESCO. CAMBIO IDEA CONTINUAMENTE. LEI STA SEMPRE CON LA SUA AMICA (POPOLARE) E MI IGNORA E DOPO SCUOLA CHE FA? MI VIENE A CONTATTARE A ME PER USCIRE PERCHE LA SUA AMICHETTA STA SEMPRE CON LA SUA AMICA. MA VAFFANCULO VA. NON RIESCO A REAGIRE. MONDO DI MERDA. 

Dom

29

Ott

2017

Non so come spiegarlo ,ma ci provo.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Allora lui 29 anni : ragazzo timido, mi guarda diventa rosso e finiamo per stare muti, non é uno sfigato perché é nell'esercito. 

Io sono più timida di lui entrambi siamo single lui dal 2016 io da maggio di quest'anno. Però dopo non ho avuto più nessuno né trombamici né uscite e sesso così insomma nulla di nulla.. Lui invece è libero , ci divertiamo insieme ..nulla di serio almeno penso  io che lui lo pensa anche se sto pensando che lui la pensa diversamente perché lo vedo preso, ma la cosa a me fa più che piacere anche se lui non lo sa.  Comunque  per quanto sia timido  ha gli occhi dolci ti guarda diventa rosso  e a me la cosa piace perché  è buono , solo che magari vorrebbe baciarmi e fa passare tempo perché non riesce si blocca , lo posso capire fin qua perché io non sono una che si lancia ma sta ferma in silenzio peggio di lui. Insomma una sera lo vedevo che mi guardava poi girava lo sguardo altrove poi si mordeva le labbra poi d'improvviso mi è diventato rosso in faccia  ad un certo punto dopo mezz ora così finalmente si butta di colpo e mi bacia , una cosa bellissima anche se c' ha messo 30 minuti a me faceva piacere... succede dopo un paio di uscite che ci sentiamo facciamo l'amore.. ora arriva il punto.. per quanto è timido  con lui si fa la classica posizione penso che in 5 volte che abbiamo fatto l'amore e lo fa davvero bene come davvero quelli nei FILM quando una dice che bello magari avessi un ragazzo che lo fa così tipo da film romantico io posso dire che esiste  e lui mi piace davvero perché mi sembra proprio il tipico da film romantico , insomma in 5 volte che abbiamo fatto l'amore li diventa più normale non timido quasi epoi mentre facciamo l'amore mi bacia sempre di continuo , e la cosa mi piace un casino perché quando avevo il mio ex poche volte mi baciava quando facevamo l'amore, con lui è forte l'attrazione e mentre lo si fa ci baciamo sempre  di conitnuo.. 'unica cosa è che non mi ha mai chiesto o cercato di far capire che vuole fatti i preliminari "sesso orale", da un lato  mi fa piacere che non me l' ha mai chiesto perché mi vergognerei un pò non so il motivo dall'altro però penso  come mai sto ragazzo non vuole del piacere anche lui dato che a me lo fa lui di spontanea volontà? e poi un 'altra cosa quando deve arrivare non mi arriva a dosso , si porta dietro i tovaglioli tipo e arriva la, tipo una volta gli ho detto stai tranquillo io uso l'anticoncezionale però dai fai bene che non arrivi dentro non si sa mai, e lui mi disse evitiamo guai preferisco sporcarmi io  e poi non ti posso mica sporcare te.. cioè ma da quando esistono sti tipi così ? cioè a me piace però non pensavo fosse così educato tipo non so come definirlo.  ma ragazzi ma anche voi a letto siete così? cioè le cose che fa a me piacciono un casino.non solo a letto lo vedo molto Dolce molto rispettoso nei miei confronti .. io non capisco perché con me è così buono. Mi ha detto : con te sono  buono perché te lo meriti.. ma io non ho chiesto il perché me lo merito .. ma che devo pensare secondo voi potrei piacergli, il punto è che non stiamo insieme ..ci sentiamo ma non siamo fidanzati c'è attrazione c'è complicità, cstiamo bene insieme, c'è timidezza a volte.. poi penso che magari entrambi siamo single entrambi abbiamo avuto la storia seria durata anni forse ha paura lui di qualcosa per ricominciare, perché sinceramente ho paura anche io quindi la cosa va bene così al momento .. quindi secondo voi che tipo di ragazzo è?

Sab

30

Set

2017

qualcosa non funziona

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

E difficile spiegarlo a parole, perchè è tutto un tremendo casino dentro di me.

Stasera ho fatto l'ennesima figura di merda e ci sono rimasta davvero male. Mia sorella mi aveva invitato a mangiare una pizza con dei ragazzi che abitano nel mio paese, dei quali conosco solo uno mentre gli altri di vista... mi sono detta anche se non avevo voglia, di sforzarmi di andare e cercare di aprirmi più socialmente e cercare di conoscere gente nuova. Non è stato come mi aspettavo, o forse ci ho solo sperato... il tutto è finito con mio enorme disagio e mi sono sentita tanto inadeguata e alle domande di un altro ragazzo non sapevo cosa rispondere. Il ragazzo mi fa " raccontami qualcosa di scandaloso"( mia sorella è l'opposto di me..) ma io non sapevo che dire..perchè non ho avuto mai esperienze... nonostante abbia 19 anni .. ma è cosi..in parte è colpa mia, perchè sono un pò introversa e in parte è colpa della famiglia rigida che ho.

Non vorrei stare cosi male, ogni volta che va storto qualcosa..ma non riesco..perchè è in quel momento che penso che non sono una normale ragazza della mia età. Mi piace stare da solA, MA AL CONTEMPO MI PIACE STARE IN MEZZO ALLA GENTE..E POSSO ESSERE SOCEVOLE ma anche timida. Vorrei capire come superare questa barriera tra me e quello che c'è fuori dalla mia sicura casetta e incomiciare a vivere. 

Tags: timidezza

Mar

26

Set

2017

Quanto è brutto essere timidi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono una ragazza di 22 anni, a causa della mia timidezza ho perso la mia occasione con lui. Lui è un ragazzo con il quale ho lavorato quest'estate, poichè ho fatto la stagione al mare. Anzi a dire la verità era uno dei miei superiori poichè era il figlio del capo. Questo ragazzo ha 14 anni in più di me, da quando ho iniziato a lavorare nel loro supermercato, ci sono stati fin da subito dei gran sorrisi tra di noi, col trascorrere dei mesi ci siamo conosciuti meglio, lui veniva spesso a parlare con me (ad esempio mentre lavoravo agli scaffali) ci siamo confidati entrambi sui nostri progetti, sogni e infanzia che non è stata facile per nessuno dei due, abbiamo scoperto di avere tantissimo in comune compresi lati caratteriali come purtroppo la timidezza ... Ci sono stati pure diversi sguardi, scherzi e prese in giro tra noi. Prima che me ne andassi (a inizio settembre ho terminato di lavorare) mi ha anche regalato uno dei suoi libri preferiti. Un gesto che ho apprezzato tantissimo e che mai mi sarei aspettata.

Inoltre una cosa che mi ha colpito e che mai dimenticherò, è stata una volta quando ci siamo detti contemporaneamente e con le stesse parole "tutto bene"? e poi ci siamo messi a ridere... quel momento per me è stato davvero magico, magari è una cosa stupida da dire, però è stato proprio speciale. 

Sinceramente credevo di piacergli almeno un pò, ma non si è mai fatto avanti, forse perchè mi vedeva solo come un'amica oppure perchè la differenza d'età tra noi è un pò troppa oppure per timidezza. (specifico che lui è single)

Io ci sto soffrendo un sacco, penso continuamente a lui e chissà se riuscirò mai a togliermelo dalla testa... Non sono mai stata innamorata perciò non so se è amore oppure no, fatto sta che io con lui sono riuscita a parlare di cose che non avevo mai detto con nessuno, con lui mi sono sentita compresa, mi ha fatto capire che certi miei lati caratteriali non sono dei difetti (mentre io invece li consideravo tali), grazie a lui ho anche capito che ci si può sempre migliorare e poi ho i suoi occhi, il suo sorriso la sua voce che non se ne vanno più dalla mia testa... E a me viene anche rabbia perchè non vorrei piangere e starci male. Non sono mai stata così per nessuno. Penso anche che magari è stata colpa mia cioè che probabilmente gli piacevo ma io non sono stata in grado di fargli capire che l'interesse era reciproco. Mi sento pentita perchè potevo fare di più e adesso è troppo tardi.

Non troverò mai nessun'altro come lui.

Mar

22

Ago

2017

Timidezza

Sfogo di Avatar di CucciolaCucciola | Categoria: Altro

 

Ciao a tutti.

Sono una ragazza e attualmente frequento il secondo anno di liceo. Il mio problema è che sono molto timida e spesso fatico a parlare con chiunque, anche solo per chiedere aiuto. Anche all'interno della mia classe non parlo molto per colpa di questo mio problema perciò le persone mi cercano solo per farmi delle domande e mai per chiedermi come mi sento. Facciamo una parentesi (Spesso vedo le altre ragazze della mia età sempre in gruppo, anche con molti ragazzi. Anche a me piacerebbe avere un fidanzato ma nessuno ci prova mai con me, non che ne abbia un bisogno disperato, anzi ci sto molto bene single. Si, sono bassina ma non mi sembra di essere brutta. A volte le mie "amiche" mi chiedono se voglio andare con loro al campo di calcio per vedere i ragazzi giocare ma,a me, sinceramente a me non mi interessa molto tanto so già qual'è il risultato. Mio padre mi dice che sono più avanti mentalmente rispetto a quelle della mia età ma, ormai non so più se credere a lui o a me.) Tornando al discorso precedente, spesso quando sono in gruppo tento di approciare ma finisco per essere lasciata in disparte dopo pochi minuti. Una volta, a una fiera della mia città, la mia migliore amica mi ha invitato a fare un giro con lei e con altre mie compagne di classe. Alla fine il risultato è stato che per tutta la serata sono stata invisibile per loro e che sono stata sballottata avanti e indietro per tutta la città perchè non potevo nemmeno andarmene siccome mi doveva portare a casa la madre della mia amica. Io non ho veramente idea di come superare tutto ciò e mi servirebbe disperatamente un aiuto.

Detto questo mi scuso per avervi fatto perdere qualche minuto di tempo con le mie cavolate da adolescente.

Spero vivamente che qualcuno mi risponda.

Grazie mille💕 

Gio

09

Mar

2017

Arrossisco sempre...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho 22 anni e purtroppo ho un carattere estremamente timido. A lavoro c’è un mio collega che ha 10 anni più di me. Specifico che non sono innamorata di lui. Lo conosco da poco. Ammetto però che è un bellissimo ragazzo. Ogni volta che parlo con lui o anche solo se ne incrocio lo sguardo, arrossisco terribilmente. La cosa mi capita sempre. Anche con altre persone. Però temo che lui abbia capito le mie reazioni… nel senso che, sa che se mi guarda e parla, arrossisco… Vorrei un parere sincero cosa pensereste al suo posto? Mi riterreste stupida, patetica…?

Mar

18

Ott

2016

tirocinio e ansia :'D

Sfogo di Avatar di HeremitHeremit | Categoria: Altro

ieri ho iniziato il tirocinio in una scuola media (ho 21 anni, sono al 3 anno della triennale di lingue). sono stata per la prima volta in classe, ho osservato la lezione di inglese, praticamente non ho fatto un cavolo a parte guardare e ho tanta ansia e mi sento male. Sono timida e le situazioni sociali i fanno paura, specie quelle che comprendono gruppi numerosi di persone... infatti questa cosa è molto impegnativa emotivamente per me e mi sento una schifezza, un'incapace, mi sento debole e sbagliata, infatti tutti continuano a dire: "bisogna essere severi con i bambini, sennò ti calpestano" e io sono dolce e gentile di carattere e non mi sento in grado di farcela. se non riuscirò a diventare un'insegnante pazienza, ma mi sento incapace di fare tutto... ho paura e mi sento male ma nessuno mi prende sul serio... vabbè forse i miei problemi sono stupidi e insignificanti rispetto a quelli di altre persone, ma io sto male lo stesso e mi sento indegna di esistere... cioè a me piacciono le persone, ma per tutta la vita tutti mi hanno detto che non sono brava a socializzare, che ho un carattere sbagliato e mi comporto nel modo sbagliato e devo cambiare perchè così come sono faccio schifo... mi sento un incapace...

Mar

13

Set

2016

Non ce la faccio più

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho passato un'estate a dir poco orribile. Pensavo che le cose si stessero sistemando ma sta tornando tutto come prima.

È ricominciata la scuola e avevo davvero dei buon propositi, non il solito "Terrò in ordine tutti i quaderni" che al secondo giorno ti passa già la voglia.

Avevo intenzione di impegnarmi davvero, di non accontentarmi di un semplice 6 e far vedere chi sono veramente. Intervenire, non andare in panico ogni volta per qualsiasi cavolata.

Sono ancora abbastanza determinata, ma non come prima e questo mi fa solo capire quanto io sia ipocrita con me stessa, pigra e complessata.

Continuo a paragonarmi agli altri, ho paura di quello che potrebbero pensare le mie compagne se intervenissi, ho paura di sbagliare.

Ci sono certe persone che sparano solo stronzate e ne sono anche consapevoli, eppure questo non li ferma dal dire qulaunque cosa passi nella loro mente. E allora perché io devo farmi problemi? Soprattutto se so che quello che dico è giusto.

Il problema è che non lo so mai, perché ho talmente poca autostima che anche quando so qualcosa non la dico per paura di sbagliare. Come se dalla mia bocca possa uscire solo il falso o cose stupide.

Continuo a promettere a me stessa che "da domani" comincerò a partecipare alle lezioni ma non lo faccio mai.

Non so nemmeno cosa mi blocca. È anche vero che la gente mi tratta come se fossi inferiore (e no, non è una mia impressione) e questo sicuramente mi blocca molto, ma è anche colpa del mio carattere. Non parlo mai, sono chiusa e timida e sembra che io non sappia fare niente (cosa non del tutto sbagliata).

Voglio smetterla di sottovalutarmi, voglio sentirmi allo stesso livello degli altri, voglio sentirmi apprezzata nonostante la valanga di difetti che ho.

Inoltre ho dei problemi con il mio corpo. Per essere più chiara, se chiedessi a qualcuno "Qual è il difetto fisico che odieresti avere di più?" le risposte mi descriverebbero.

Iperidrosi, pelle grassa, brufoli, solo per nominarne una piccola parte.

Mi vergogno troppo di me stessa quando sono con gli altri.

Se sono da sola o in famiglia non mi interessa più di tanto e riesco anche a vedermi in modo "decente", ma appena vedo persone della mia stessa età con una pella perfetta, persone che non sudano manco dopo 20 minuti di corsa, persone che hanno tre peli di numero su tutto il corpo ecco, io mi sento a disagio. E non poco.

E sì, mi direte che devo accettarmi come sono e convivere con i miei problemi, ma fidatevi, ci ho provato e ci sono anche parzialmente riuscita. Sono andata al mare nonostante abbia una peluria piuttosto visibile che mi ricopre interamente e chissene frega di quello che pensa la gente.

Il problema sono solo i miei amici, so che può risultare incoerente ma è così.

Ho paura che non troverò mai nessuno, nessuno che mi accetti. Dove trovo qualcuno che appena mi tocchi la mano trovandola bagnata non se ne vada a gambe levate? E come potrei avere una relazione stabile con qualcuno, con tutti i problemi che ho e che mi faccio?

E poi un'altra cosa che non c'entra molto, cioè, in parte sì.

Ho sempre detto di voler fare l'università, ma in realtà non ne sono così convinta.

Prima di tutto perchė sarebbe davvero difficile con la situazione economica in cui mi trovo. Ma a parte questo

A me non piace studiare. Non vado male a scuola, ma faccio piuttosto fatica. Inoltre non c'è nessun corso che mi ispira veramente. Non ho una passione.

Certo, mi piacerebbe fare la psicologa (nonostante stia facendo un linguistico) ma non so se riuscirei a sopportare tutti gli studi.

Piuttosto mi farei un corso di LIS per poi diventare interprete, sempre che sia possibile. Il linguaggio dei segni è l'unica cosa che mi appassiona davvero, oltre alle lingue straniere (ma non sono ancora a conoscenza di un lavoro che abbia a che fare con esse e che mi piaccia).

In ogni caso, mi sembra di essere sempre "l'unica". L'unica che non è così sicura di voler fare l'università, l'unica che ha i problemi che ho io, l'unica che non capisce, l'unica che non sa.

Non so da dove vengano tutti questi complessi, ma io sono davvero stanca. Voglio essere felice, voglio avere ricordi positivi della mia adolescenza.

Succ » 1 2 3 4

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti