Tag: mangiare

Ven

09

Ago

2019

II malato di salute

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono un ragazzo di 16 anni e in questi ultimi anni molti aspetti della mia vita sono cambiati. In particolare a dicembre del 2017 ho deciso di mettermi a dieta dopo numerosi solleciti da parte della mia famiglia. Ho iniziato dunque a mangiare sano e a praticare attività fisica regolare. In un anno ho perso circa13kg, dopodiché mi sono concentrato sulla massa muscolare, svolgendo esercizi per addominali, bicipiti, tricipiti e pettorali. Dopo il dimagrimento ho inoltre imparato a conoscere meglio i cibi, a leggere le etichette e ho iniziato a mangiare molti prodotti "light", "senza zuccheri aggiunti" e integrali. E proprio questo ultimo punto rappresenta il mio problema. In famiglia vengo spesso etichettato come fissato o strano perché scelgo questi alimenti anziché quelli che chiamano "normali" (con zucchero, raffinati). Una volta mio padre è arrivato addirittura a darmi del malato davanti a tutta la mia famiglia per questo mio modo di mangiare. Mi impedisce inoltre categoricamente di portare o comprare (anche con i soldi miei) prodotti di questo genere da mangiare da lui. Oggi (che vado da lui per i 15 giorni esclusivi - i miei sono separati e mia madre non fa problemi per i cibi light e simili, anzi anche lei li mangia-) ho deciso di comprare pane e cracker integrali, stevia, sottilette light e sciroppo di menta senza zucchero per portarli da lui e parlargli del fatto che secondo me non è giusto che a 16 anni (in realtà quasi 17 ormai) debba ancora impormi cosa mangiare e impedirmi con i miei soldi di comprare ciò che voglio, non chiedo mica cose dannose e costose...  Sono veramente strano o semplicemente mio padre ha difficoltà ad accettare delle abitudini alimentari diverse dalle sue?

 

Dom

28

Lug

2019

Le scrofe - una cena tra donne

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Ciao sono Paola, ho 40 anni, lavoro come traduttrice in una ditta di Torino. E’ tradizione che verso il mese di luglio si faccia una cena tra colleghe (solo donne). Siamo una ventina di solito. Una del reparto commerciale, implacabile organizzatrice di queste cose, quest’anno ha scelto un locale che ha una filosofia particolare: si mangia solo pasta di ogni tipo e non c’è un menu a scelta, c’è un prezzo fisso a persona, si servono porzioni di pasta di ogni tipo, formato, condimento, una dietro l’altra, e si va avanti fino a che…si riesce ! in pratica quando uno è pieno da scoppiare dice basta. Questa è una premessa che già mi ha un po’ resa dubbiosa sul tipo di serata in programma, infatti conoscendo la gente che ormai ragiona più con la pancia che con la testa, mi aspettavo di vedere un’abbuffata orribile in nome del risparmio.

Arriviamo con il solito ritardo “da cena fuori” e quando siamo tutte presenti sono già le 21. Sabato sera. Caldo torrido. Tutte messe fighissime in un tripudio di vestitini, tacchi, gioielli, trucco e capelli sistemati il pomeriggio stesso… perché anche se siamo solo tra donne dobbiamo pur sempre vantarci e rivaleggiare no?

Qualcuna azzarda a sgranocchiare dei grissini nell’attesa. Arrivano le bevande, acqua naturale, gasata e vino. Iniziano le portate. Pasta burro e salvia, ragu, piselli e speck, pesto genovese, amatriciana, carbonara e via dicendo, porzioni da 30 grammi, praticamente assaggini, ma la quantità fa la differenza.

Io sono già sazia dopo 5 portate, fa caldo, ho bevuto vino e inizio a sudare. Non sono la sola, vedo che anche le altre sono nello stesso stato.

Dopo le 10 portate incomincia la trasformazione. Rumore che aumenta, bottiglie di vino vuote, sudore. Mi manca l’aria. Vedo le mie vicine che hanno la fronte perlata, il trucco incomincia a rovinarsi. Per una inspiegabile ragione tutte continuiamo a mangiare, quasi raccogliendo la sfida del ristorante a chi resiste di più.

Bocche unte che masticano, tovaglioli sporchi, commenti sul cibo, vino, ascelle pezzate, discorsi stupidi. Mi guardo attorno e vedo non più delle persone ma dei maiali…anzi delle scrofe !

Inizia la processione nel bagno, credo che qualcuna abbia persino vomitato…

Altre escono a fumare cosi l’aria si arricchisce di un nuovo odore, un misto tra cibo, sudore, profumo ormai sfatto e sigaretta, ad un certo punto, sarà per il caldo, mi sembra di svenire.

Portano lasagne, paccheri, penne ai gamberetti… le “scrofe” mangiano tutto, masticano rumorosamente, qualcuna mentre parla mostrando il contenuto informe nella bocca. Qualcuna armeggia con acqua e tovaglioli sui vestiti, gli schizzi di sugo non perdonano.

Camerieri quasi sfiniti continuano ad andare avanti e indietro, già molti piatti tornano in cucina mezzi pieni, ma il nocciolo duro resiste, all’annuncio “bucatini al-qualche-cosa” molte esplodono in un’esclamazione come se non mangiassero da una settimana.

La sala incomincia ad assomigliare ad un porcile vero e proprio, la tovaglia è una schifezza, qualcosa cade dai piatti mentre sparecchiano, tra di me mi chiedo cosa ne penserebbe un uomo di ognuna di noi vedendoci in quel momento.

Ormai quasi tutte hanno smesso la gara a chi mangia di più, ci sono tre ragazze della contabilità, visibilmente ubriache, che si mettono in centro sala a improvvisare dei canti popolari, le osservo sorridendo come un’ebete perché anche io sono un po’ annebbiata. Mi pare di vedere i loro vestitini con le giunture sul punto di scoppiare nella zona del ventre per quanto hanno mangiato…ma forse è un’impressione. Renata, una di loro, mentre ondeggia, calpesta qualcosa che la fa scivolare e per poco non cade come un sacco di patate, si salva per miracolo tra le risate sguaiate di tutte, me compresa. Appena si rimette in piedi si controlla la scarpa per capire la ragione della sua scivolata e, con grande stile, mostra a tutta la platea quello che resta di un pacchero appiccicato alla suola del sandalo.

La serata finalmente finisce, nuova processione al bagno, io preferisco non andarci per paura di quello che posso trovare.

Paghiamo con la solita discussione su come dividere la cifra, tra di me penso “dai Paola fra un’ora al massimo sei a casa sotto la doccia”.

Sono le 2 di notte, domani è domenica, nessuno mi telefonerà, niente sveglia, niente impegni, niente uscite, starò a casa tutta la domenica senza toccare cibo per almeno 36 ore. Prima di crollare di sonno do un’ultima occhiata nello specchio, vedo due occhi sfatti, la faccia stanca, capelli disordinati.

Ma poi penso “va be’ anche per quest’anno è andata”. E con un grugnito mi butto nelle lenzuola.

Ven

19

Apr

2019

Le finte inappetenti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Oh, premetto che è uno sfogo stupidissimo e con una puntina di cattiveria, ma visto che siamo in periodo di feste e si mangerà assai fra amici e parenti volevo parlare con voi di questi soggetti che mi fanno da sempre girare le palle; in pratica mi riferisco a quelli (quasi sempre di sesso femminile) che in qualsiasi situazione pubblica in cui si mangia devono sottolineare quanto facciano schifo gli altri a mangiare tanto mentre loro stanno per scoppiare, quando se osservate attentamente sono talvolta i più grassi della tavolata o comunque non sono di certo magri.

Frequenterò gente pazza io, ma ogni volta che sono ad un pranzo normalissimo (ma davvero normalissimo, per esempio con un primo di pasta, carne per secondo e un dessert) e arriva il dolce a tavola, c'è qualcuno che è troppo pieno per una fettina di torta e deve dirlo ad alta voce guardandosi intorno come a voler sottolineare la golosità altrui. E se sono fortunata e non c'è nessuno che dice niente a voce, non manca mai la tizia che pesa ad occhio e croce 10/15 kg più di me che mi fissa sbalordita perché ho preso il secondo pezzo di 2 cm quadrati di tortina al cacao. Uno è liberissimo di avere lo stomaco piccolo o non voler mangiare, dico io, ma basta dire 'no grazie' senza tutte queste storie; invece ho la sensazione netta che questi soggetti sappiano benissimo di essere poco credibili -perché fingono di mangiare come uccellini e poi sono oggettivamente sovrappeso- e reagiscano ostentando disgusto per il cibo quando poi hanno una ciambella di svariati cm intorno ai fianchi.
Tra parentesi le ragazze/donne davvero magre che conosco non fanno scenette e non guardano quello che hanno nel piatto gli altri, in genere mangiano tutto oppure dicono di non avere fame e stop. 

A questo punto voi direte 'a te che te ne frega': eh ma sapete, mi fa terribilmente girare le palle l'approccio invadente e giudicante che le persone hanno nei confronti del modo in cui si alimentano gli altri, perché se dopo un piattino di pasta hai bisogno di dire ai commensali che il pranzo era luculliano e magari al tavolo con te c'è una ragazzina complessata sul proprio peso come lo ero io un tempo, le stai facendo un danno di cui non ti rendi nemmeno conto, soprattutto se poi tu sei grassa e lei è normale e penserà che mangiare 50 grammi di pasta sia da ingordi meritevoli di disprezzo. Posto che a me queste esternazioni da finte modelle ormai fanno ridere nella maggior parte dei casi, ma poi ci penso e mi incazzo da morire.

E questo è ancora niente, perché finché parliamo di persone che hanno un sovrappeso nella media va beh; quello che veramente mi lascia allibita sono le obese che hanno probabilmente dei disturbi alimentari veri tipo il binge (di cui mi spiace molto, per carità) che però sono false anoressiche in pubblico: o avete dei noduli tiroidei grandi come palle da bowling per cui ingrassate pure con l'aria, e in questo caso mi dispiace ma comunque non siete autorizzate a rompere i coglioni al prossimo perché fa il bis, oppure siete delle cazzo di bugiarde patologiche e davvero non ne capisco il motivo perché nessuno vi crede. L'altro giorno una di queste era tutta allibita perché per cena ho mangiato addirittura un piatto di patate al forno, che per inciso avevano più o meno le stesse calorie di un paio di quelle barrette del cazzo con cui pensano di fare la dieta! Cioè, ma devi essere malata mentale per asserire convintamente di mangiare seicento calorie al giorno se poi pesi palesemente più di 90 chili, escluse le malattie ormonali di cui sopra; ma più di tutto rido perché queste penseranno pure che io sia una di quelle che si ingozza e non mette un etto, mentre faccio semplicemente un'alimentazione normale e non fingo di nutrirmi di vapore quando sono davanti agli altri come fanno loro! 

Ma poi parlassimo solo di calorie, loro sono spaventate persino dalle quantità perché evidentemente hanno lo stomaco piccolo quanto un neutrino; se dico che per pranzo mi mangio una busta intera di insalata da sola -e solo quella- rimangono incredule; ma dico io, centro grammi di roba sono cento grammi di roba! Come può a una persona normale sfondarsi lo stomaco per una busta di insalata, soprattutto se poi è ovvio che è una mangiona! Boh, io sono sempre più perplessa anche perché denoto proprio un atteggiamento passivo-aggressivo in questi soggetti, poi mi fanno incazzare i bugiardi (ribadisco, tengo salvi gli ipotiroidei) e soprattutto la stupidità tipica di certe donne che devono mentire su tutto quello che poi si vede anche ad occhio nudo, come l'età, l'altezza e il peso: ma siete sceme?

Stasera sarò a una cena dove probabilmente alla seconda portata tutte le mie commensali staranno per scoppiare mentre io mangerò tutto fino al dolce con sottofondo di loro che mi chiedono 'ma come faaaiiiiii?'

Ditemi che non sono sfortunata io e che questa gente esiste anche nei posti che frequentate voi, e soprattutto: se controllate il cibo fatelo solo a voi stessi e per voi stessi. Ciao <3

Mer

18

Nov

2015

Sono stufa di mantenermi magra.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Mi mantengo sempre sui 50-1 kg perchè appena aumento un po' il mio corpo si "sforma", sono fatta così purtroppo.
Inoltre per natura ho metabolismo rapido, ma sono stufa! Voglio mangiare a bizzeffe ingrassare e fregarmene. Basta l'ho detto.

Mer

05

Ago

2015

HO UN PADRE RUTTONE!! CAZZO

Sfogo di Avatar di B26B26 | Categoria: Ira

Secondo voi è normale un padre che mentre mangi rutta così sonoramente che potrebbe infrangere la barriera del suono, così forte che probabilmente lo sentono anche i vicini. Trema tutto intorno. Resiste per i primi tre bocconi di cibo e poi... BOOOM, rutta in un modo così disgustoso e da maleducato, e poi fa finta di nulla, ma lo rifà almeno altre 7-8 volte prima di terminare il pasto!! Ma [parte moderata], che cazzo di uomo è... per fortuna ora mia madre non c'è!! Ma voglio dire, come diamine!!... non rispetti le tue figlie, che stanno consumando del cibo che preferirebbero non fosse impregnato dei tuoi gas intestinali che passano via bocca!!!!! Basta un po' di vino, una bevanda gassata e... RUTTOO! E' quasi vergognoso scriverne. Cioè... io non voglio dirgli nulla per non litigare, ma... minchia... !!!!!!!!!!!!!! Non posso reggere! Dov'è il rispetto, porca puttana. E il bello è che alle volte si copre quella bocca vomitosa con un fazzoletto, mentre altre lo fa così, addosso a me ed al mio piatto, perchè sedendo vicini, lui si volta verso di me per la televisione posizionata alla nostra sinistra ed io vengo investita in pieno. Mi sento la puzza in bocca, mi immagino quell'aria putrida circondarmi... Non fa SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!???? Non so che fare, ma non può essere sempre così!! (Per precisare... lo sta facendo proprio adesso, dopo che ho lasciato la cucina, dopo essermi ingozzata per causa sua!!). Cioè sembra un ruggito che proviene dall'esofago, o che-so-io!! Sono così nervosa ed irritata. Poi vi immaginate.. ritornare là dove lui ha ruttato almeno una decina di volte (perchè sìììììììììììì continua anche dopo aver finito di mangiare, per almeno altre due ore, e se non in cucina, perchè non andare anche in salotto!!!!!!!!!!!!!!). Cosa faccio????? Dio che maleducazione di uomo!!! Il rispetto, il rispetto per gli altri dov'è?? Nel suo stomaco che si sta decomponendo!!!! 

Gio

09

Apr

2015

Mangiare รจ l'unica cosa bella della mia vita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Odio la mia esistenza, faccio una facoltà che non mi piace, sono senza amici e non ho il fidanzato. Passo la mia vita in casa a studiare cose che odio, perchè tanto non ho niente di meglio da fare e non ho nessuno che vuole uscire con me. Gli unici momenti un po' diversi dal solito sono i pasti. Ma ovviamente mia madre mi sta togliendo anche quelli. Eh si, perchè ha deciso che la mia taglia 40 è un po' eccessiva e che con quel rotolino sulla pancia non sto tanto bene. Persino mia nonna mi ha detto che sono grassa. Quindi ora si mangia solo carne bianca, verdura al vapore e pesce. Sono a dieta e odio esserlo. Non perdo peso. E io mi sforzo tanto per essere bella. Corro quattro volte la settimana, corro come una disperata. Vado tre volte la settimana in palestra. Faccio centinaia di addominali al giorno, ma non serve a niente. Il mio psichiatra non dice nulla a riguardo (si, perchè oltre ad avere un carattere di merda ed essere senza amici sono pure in cura da uno psichiatra, su, insultatemi e datemi della psicolabile). Mi sento tremendamente triste. Ho deciso che smetto di mangiare. Tanto a cosa mi serve mangiare quando tutto il resto sta colando a picco.

Nella vita bisogna essere magri per essere amati. Per essere accettati dalla propria madre bisogna portare una taglia 38, essere alte e magre. Io non sarò mai alta e magra, perchè nella mia famiglia nessuno è alto e magro. Non sarò mai un metro e settanta di ragazza, nemmeno si mi spacco le gambe e me le faccio allungare.

Non voglio più mangiare. Voglio scomparire, diventare così magra che poi tutti si pentiranno di avermi fatta soffrire.

Gio

28

Ago

2014

Coerenza 0.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Sono una ragazza di 18 anni e adoro il cibo. Pesavo 89 kg, poi c'è stato un periodo dove spinta da non so che cosa non ho mangiato e sono arrivata a pesare 61 kg, ero fiera ormai del mio corpo, tutti i ragazzi mi guardavano, mi scrivevano. Piacevo e mi piacevo. Poi è arrivata questa fottutissima estate..sto mangiando come non ci fosse un domani e piango e mi dispero. Pratico il calcio ma quando torno a casa sono più affamata di prima. Voglio trattenermi ma non ci riesco.. devo trovarmi un hobbie al più presto! CONSIGLIATEMI COME DISTRARMI.

Lun

28

Lug

2014

Voglio mangiare in pace

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Il mio problema è che mio marito è troppo sexy e io lo amo da morire. Lui si è messo in testa che devo smetterla di mangiare dolci, patatine fritte e porcherie varie (che io adoro)  perchè ho un po di cellulite sulle chiappe. Ma uffa io sono già abbastanza magra (1.73 x 54 kg), ho 30 anni e mi piace mangiare la pizza, le patate fritte, la cioccolata, la pasta, i gelati, i bastoncini di pesce fritto ecc. E poi mi chiedo: perchè bisogna stare in continuazione attenti alla dieta, quando poi da vecchi si diventa brutti lo stesso? A parer mio tanto vale godersela. Il mio amore stupendo dice che sono io che ci dovrei tenere al mio aspetto fisico, ma io mica mi devo sco.... da sola. Uffa gli darò retta per farlo contento ( e per far si che non scappi a gambe levate) ma  ho sempre voglia di mangiare. Parla bene lui che sembra un modello senza fare niente. Se un domani mi lascierà (e io riuscirò a sopravvivere al dolore) mi cercherò un ciccione, così tutte ste cacate non esisteranno più e io mi potrò ingozzare. 

Lun

03

Giu

2013

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

io vorrei proprio mandare a fanculo una buona ramata di ragazzi che parlano parlano e dicono che a cena non sopportano le ragazze che tengono alla linea e fanno attenzione a ciò che mangiano e bla bla bla... però intanto vogliono le ragazze snelle e in forma !!

 

eccheccazzooooo  andate affanculoooooo!!

Lun

18

Feb

2013

Sono davvero triste

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

Basta, tutto qui.

Non so che dire, sono solo triste, angosciata, non sono neanche vuota, sono piena di merda, di peso... non lo so mi sento come se fossi marmo... il mio corpo fa così schifo, non riesco a smettere di mangiare, vorrei che il mio corpo sparisse, vorrei svanire dentro me stessa, abbandonando queste molli e flaccide carni da maiale.

Sono inutile, inetta, che cazzo ci faccio qui? e non riesco a smettere di provare noia e tristezza.

Mi sento male, vorrei solo valere qualcosa.

Se qualcuno fosse così annoiato da commentarmi, per favore vitate perbenismi e frasi fatte, non è proprio il caso.

Succ » 1 2