Tag: bulimia

Gio

23

Mag

2019

sfogo o forse primo tentativo di chiedere aiuto?!

Sfogo di Avatar di sowhysowhy | Categoria: Altro

Non so se possa essere definito uno sfogo, forse è più un tentativo di iniziare a liberarmi da un peso ed avvicinarmi al momento in cui riuscirò a parlarne con qualcuno a me vicino.

Sono bulimica! è un anno e mezzo che la cosa va avanti, non una situazione grave (per quanto si possa dire così  di una cosa che è grave di per se, ma ne sono conscia).

Sono infelice, mi allontano da tutto e ne sono conscia ma è un circolo vizioso da cui non è facile uscire. Ancora peggio è il non riuscire a parlarne con qualcuno che ti sta vicino perchè non capirebbe e non so se riuscirei a sopportare anche solo un sguardo di "ma che cavolo combini?!A volte mi abbuffo come se non ci fosse un domani, senza controllo su me stessa... per poi sentirmi uno schifo totale 

Mar

05

Mar

2019

Faccio schifo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Mi sono appena mangiata una tavoletta intera di cioccolata.

Ven

14

Lug

2017

3 anni d'inferno

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Sono passato 3 fottuti anni da quando ho cominciato ad avere problemi con il cibo e con il mio corpo... Tutto era iniziato per una stupida delusione d'amore e una piccola crisi d'identità, per concentrarmi su altro ho deciso di seguire uno stile di vita più sano poiché mi vedevo abbastanza in carne e così sono iniziati i problemi. Prima sono diventata anoressica, poi dopo vari trattamenti e cure ho ripreso a mangiare e anche tutti i chili persi...Da qui ho cominciato ad avere attacchi di fame che fino ad oggi sono sempre più prolungati e frequenti anche se poi cerco di tornare sulle mie vecchie orme di anoressica mangiando molto poco e spesso vomitando ciò che mangio. Ora però sto male con me stessa perché non mi accetto e mi vedo brutta e grassa ma so di non poter fare nulla perchè non ho più la forza di combattere per tornare magra e non riesco a smettere di avere questi attacchi di fame nervosa. 

 

Sab

08

Lug

2017

Disturbi alimentari

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Soffro di disturbi alimentari da quando avevo 16 anni. Ora ne ho 26. 10 anni precisi in un limbo di digiuno e vomito. 3 anni fa ho cominciato a vedere una psicologa e un gruppo di psicoterapia, ma l'anno scorso ho dovuto interrompere tutto,  però avevo smesso con questi comportamenti distruttivi. Avevo smesso fino a 2 settimane fa, ma non ce la faccio a sentire che nel mio stomaco c'è qualcosa che non dovrebbe esserci e a volte sento che nulla di nulla dovrebbe entrarci, solo che poi ho fame e non ce la faccio.. Ho vomitato solo 2 volte in queste 2 settimane. Non voglio riprendere a vomitare, quando ho smesso avevo l'esofago distrutto, mi bruciava anche bere l'acqua... Ma io non ce la faccio proprio a volte. E poi sento che il mio corpo mi è così estraneo.. . Se non fosse per il viso e i vestiti, io in foto non mi riconosco. Non so neanche come sono fatta..  L'unica cosa che so è che il mio cervello proprio non funziona. E ho fatto una cavolata assurda. Ho organizzato una vacanza con una mia amica al mare, ma io muoio al pensiero di espormi. Mi sento mancare l'aria ogni volta che vado a provare un costume pensando che devo stare nuda in quel modo in pubblico. Io pensavo di poterci riuscire mentre organizzavo, ma ad oggi non é così. E più penso a questa dannata vacanza e più non sopporto di mangiare. Vorrei solo disdire tutto.. Ho anche chiuso da poco con il mio ex. Non so se è un bene o un male. Lui è l'unico con cui non mi sento in ansia a spogliarmi perché lui ha problemi simili ai miei. Una relazione malatissima. Però ora mi manca l'intimità, le coccole, il sesso, invece mi viene il panico all'idea di spogliarmi per qualcuno, di essere guardata, toccata.. È tutto così.. Vorrei, vorrei, vorrei, ma non posso, non riesco.. Una privazione continua.. Devo tornare in terapia, lo so, ma per ora non riesco con gli orari a lavoro... 

Dom

08

Gen

2017

Lui non sa come mi sento

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mi sono veramente rotta i coglioni di tutto.

Lui non si rende conto che in questa casa non è da solo e ci sono anche io. Ho 24 anni e lui ne ha 36. lavo, faccio le pulizie, stiro, mi occupo di tutto ciò che serve in casa.

Non gli faccio mancare nulla e la stronza sono io. Ora è malato con l'influenza e mi colpevolizza di essere uscito per andare a comprare il necessario per il sushi che voleva fare stasera. Io manco lo mangio il sushi visto che sono vegetariana...ma la colpa è mia. Non l'ho mai tradito nè intendo farlo....sul suo computer continua a tenere le foto delle sue ex della Bielorussia solo perchè gli mancano....allora la mia domanda è...che cazzo stiamo insieme da 10 mesi se pensi ancora a loro e le suddette continuano a scriverti? che cosa siamo noi?

Fino a 10 mesi fa avevo poco, ma avevo tutto...ora ho tutto ma mi sembra di non avere nulla....

soffro di una forte depressione dovuta a una malattia degenerativa che ha colpito i miei occhi....ho subito abusi dall'ex compagno di mia madre, sono stata vittima dell'anoressia e della bulimia.... Pensa che per me sia facile? Mi sento rispondere che a vedermi triste sta ancora peggio....ma lui lo sa come sto io? non può nemmeno immaginare cosa ho fatto per lui....Non posso nemmeno più vedere la mia famiglia perchè lui non li sopporta e dice che mi condizionano.... a 36 anni ragionerei in un modo più maturo.... Non riesco nemmeno a capire perchè si sia arrabbiato quando i suoi mi hanno regalato una collana al mio onomastico....è geloso del rapporto tra me e i suoi genitori.... Deve crescere....

Se sapesse come mi sento ora.... non riesco ancora a perdonarlo per  ciò che ha fatto il 17 luglio....mi ha distrutto il cellulare sbattendolo al suolo (un regalo dei miei) perchè in un momento di euforia dovuta all'alcool e dopo avermi paragonata ad una sua ex gli ho tirato uno schiaffo e gli ho detto che non era un vero uomo....forse la colpa è mia....ma da quel giorno le cose non sono più state le stesse....

Grazie per  l'ascolto....

Sab

27

Ago

2016

La perfezione non esiste

Sfogo di Avatar di ragazzasilenziosaragazzasilenziosa | Categoria: Gola

Ho 16 anni, peso 45/46 chili (credo) e sono alta 1,58 m. Sono stata anoressica per meno di un anno e adesso sono bulimica. Nel periodo in cui volevo costantemente dimagrire ero arrivata a pesare 41/42 chili in pochissimo tempo. non dimenticherò mai le ore in palestra, i pasti di 100 calorie, la soddisfazione che provavo per me stessa quando da 100 riuscivo a mangiarne 60 o 30 perchè mi autoconvincevo di non avere fame.le abbuffate che duravano ore. era una vera e propria malattia. mi sentivo in una bolla dove c'eravamo solo io, la palestra, le calorie e il cibo mio nemico. l'ho ripetuto tante volte a chi mi ascoltava, spesso sono stata io che avevo un disperato bisogno di raccontare le mie sensazioni e quello che provavo a qualcuno. avevo necessario bisogno di qualcuno che mi stesse vicino, che attraverso i miei racconti capisse come mi sentivo, ma negli occhi di chi mi ascoltava vedevo pena, compassione, vedevo incredulità (negli occhi di mia madre). quando guardavo mia mamma leggevo nei suoi occhi : "ma perchè lei parla in questo modo? come è possibile dire quello che dice lei?". quando  mi aprivo con lei mi sembrava sempre di parlare arabo. non penso che mi abbia mai capita, lei non ha mai capito che il mio riflesso non è mai piaciuto a me stessa. le mie gambe grandi, i polpacci enormi e i fianchi larghi non sono mai stati parte di me. l'immagine che avevo di me stessa nella mia testa non rispecchiava la realtà: volevo essere in un modo e ne ero in un altro. non ho mai pensato di voler essere Megan Fox sia chiaro, ma con qualche piccola modifica del mio corpo e del mio viso magari mi sarei piaciuta. tutti hanno il diritto di piacersi, perchè io no? ero determinata a piacermi e avevo un obiettivo, ma il momento in cui questo obiettivo è diventato l'unico della mia vita non lo ricordo ed è arrivato all'improvviso. pensavo solo e unicamente a dimagrire, era diventata un'ossessione. avevo scambiato la bellezza di stare con le mie amiche con la soddisfazione di vedere i pantaloni che mi andavano sempre un po' più larghi. ero meno vogliosa nel conoscere un bel ragazzo piuttosto che passare le ore in palestra. non ero più un'adolescente. ma nei primi mesi ero felice, non mi rendevo conto che la vera me stava sparendo e al suo posto arrivara una me malata. non sono mai stata coì determinata nel fare qualcosa, amavo avere il controllo su tutto, ovviamente su tutto quello che potevo controllare, ovvero la palestra e le calorie, ma anche il cibo, che ho anche e sempre cosiderato mio nemico perchè spesso perdevo il controllo su di esso. come ho già detto vivevo in una bolla, una costante fare di trans in cui non mi accorgevo di quello che mi accadeva intorno. quando la mia bolla di vetro ha cominciato a creparsi le cose sono andate a peggiorare. dentro di me stava avvenendo una lotta che non mi rendevo neanche conto di combattere all'inizio. Io volevo rinascere, volevo riaquistare il controllo del mio corpo, perchè tutto il controllo che esercitavo sul cibo eccetera non ero Io ad averlo, ma era la mia malattia che lo aveva su di me. di questo me ne sono resa conto più in là. cominciavo a notare i miei capeli che cadevano e che erano molto sfibrati, le mie occhiaie che erano nerissime, il mio pallore, le mie ossa sporgenti, le unghie che si spezzavano, la mancanza di memoria, la difficoltà nel parlare e nel reggere una conversazione normale. mi rendevo conto di stare veramente male,e non riuscivo ad uscirne. piangevo, mi disperavo, incolpavo Dio e chiunque mi passasse per la testa in quel momento della mia malattia, nessuno mi diceva perchè era toccata a me una malattia così brutta, cosa avevo fatto di male per maritararmi tutto questo male. pensavo di aver passato il periodo più brutto della mia vita, non credevo esistesse un male peggiore a quello che avevo provato per mesi. invece mi sbagliavo, un male peggiore esisteva e lo sto provando. sono uscita dall'anoressia per nessun miracolo, ma solo grazie a tutti gli sforzi che ho fatto. una delle persone che potrei ringraziare è la mia psicologa che mi ha aiutata a capire me stessa, mia mamma che mi è stata vicina nonostante l'immenso dolore che provava nel vedermi in quel modo e non poter fare nulla per aiutarmi, e mio padre che ha pagato per aiutarmi a guarire, ma che allo stesso tempo non riusciva a guardarmi in faccia perchè per lui era guardare sua figlia che stava morendo. ho visto la debolezza di mio padre in questi mesi, un lato che lui non mi avrebbe mai voluto far notare. quando mi chiamava al telefono mi sembrava sempre che per lui ogni saluto fosse l'ultimo perchè da un momento all'altro me ne sarei potuta andare. chiudeva quasi sempre la chiamata con la voce incrinata dal pianto e io non potevo che essere triste per questa situazione perchè mi sentivo impotente di fronte alla malattia e piano piano, prima della guariggione, iniziavo a pensare che non ce l'avrei mai fatta ad uscirne fuori. ho detto basta più delle volte che sono disposta ad ammettere, e spesso ho pensato di arrendermi,ma non l'ho mai fatto veramente. 

Mar

21

Giu

2016

non ce la faccio più

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

sono malata. è definitivo. lo ho capito, ma nonostante questo NON  riesco a guarire.

passo settimane di dieta per perdere quei dannati kg accumulati in pochi giorni di abbuffate compulsive. ogni giorno mi riprometto di smetterla, poche ore dopo mi ritrovo a ingozzarmi e mi faccio schifo.

Sono malata, non è una mia colpa, non l'ho voluto io, è talmente radicata nel mio cervello che non posso fare a meno di fare e rifare gli stessi errori.

 Qualcuno ha dei metodi che potrebbero essere utili per migliorare la mia situazione? 

Tags: bulimia

Mar

29

Mar

2016

ora basta!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti. Questo è uno sfogo, ma non del tipo che generalmente qui si vede, perciò probabilmente sarà considerato fuori luogo, fuori contesto. Non m'importa. Da futura operatrice del settore, mi sento in dovere di farlo.

Qualche giorno fa leggevo lo sfogo della ragazza che vorrebbe seguire una dieta da 600Kcal e ieri, entrando volontariamente nella categoria "Gola" ho notato che la questione riguarda molta gente. Secondo me poi, chi scrive su questo sito, in qualunque categoria, e in particolare chi lo fa avendo dei problemi veri, soffre o e lì lì per soffrire di problemi di alimentazione.

Inoltre ho letto un altro sfogo, quello in cui si citavano proAna e proMia, e presa da curiosità e senso di colpa per la mia ignoranza in un argomento che invece per me non dovrebbe avere segreti, ho visitato questi due blog. Non è necessario raccontarvi ciò che ho letto, perchè potete farlo tutti autonomamente. Mi chiedo solo come mai nessuno abbia mai denunciato legalmente chi si cela dietro quei siti.

In ogni caso, dicevo, mi sento in dovere di dire qualcosa, e non lo farò entrando nelle motivazioni psicologiche poichè non è il mio ambito. Io sono una futura Dietista, e in quanto tale è mio dovere parlare di Medicina.

Sui siti ho letto insulti rivolti a chi non riesca a seguire una delle prime regole: il digiuno. Bene, vorrei far notare che durante il digiuno l'obiettivo del nostro organismo è sempre quello di mantenere una glicemia costante, ed è in grado di farlo, in condizioni di salute, per più di un mese. Come? utilizzando glicogeno epatico e muscolare, poi acidi grassi e infine proteine muscolari. Il risultato è un deciso impoverimento della massa muscolare. E indovinate un po' chi è il principale bruciatore di calorie? Già proprio il muscolo! Quindi, se voi praticamente annullate la vostra massa muscolare il vostro metabolismo basale rallenterà sempre di più, e avrete sempre più difficoltà a dimagrire. Questa è una banalizzazione, nel senso che potrei discutere anche degli effetti che il digiuno ha sul vostro stomaco, sul vostro cervello, cute, cuore, fegato, rene, ovaie e testicoli, e su come le pratiche di eliminazione devastino cavo orale e intestino, ma non mi sembra il caso, non voglio appesantire di più questo post già lungo. E molto di ciò che ho detto riguarda anche diete fortemente ipocaloriche.

Ciò che voglio dirvi è che se, come ho letto, queste blogger vi spronano a raggiungere la perfezione, e per perfezione intendono quel che vi ho sopra descritto, allora vedetelo da voi, c'è qualcosa di sbagliato! Pensateci, è autolesionismo. E leggete tra le righe nelle autodescrizioni delle blogger. Sono persone che non stanno bene, è vero e me ne dispiace, ma è anche gente che vuole sfogare il suo dolore e la sua rabbia su persone sconosciute a cui non vuole bene! Ana e Mia non vogliono il vostro bene|

Lun

28

Mar

2016

Bulimia

Sfogo di Avatar di bulimiaportamiviabulimiaportamivia | Categoria: Gola

Sono bulimica da tre anni. Dopo aver perso 15 kg in tutta fretta mio padre è morto da un giorno all'altro e sono passata da un disturbo alimentare a un altro.

Ma è così difficile perdonare una bulimica?

Io non riesco a perdonarmi perchè mi faccio del male, non rispetto me stessa e nemmeno il cibo. 

Lavoravo e un terzo del mio guadagno andava a finire nel gabinetto.

No, non riesco a comprendere come sia possibile amarmi dopo tutte le volte che mi sono ficcata le dita in gola, dopo tutto l'alcol che ho bevuto per ottenebrare la mia mente e dopo le canne fatte sempre per lo stesso scopo. Ho pure passato giorni interi a fumare, a correre, a tagliarmi le braccia e il corpo. 

Io ho provato di tutto e mi sono fatta tanto male. Non riesco a crederci e non riesco a raccontarlo.

Quindi il mio peccato è l'aver usato il cibo con così tanta stupidità e poca cura. C'è gente che muore di fame e poi ci sono io che vomito. 

Ora non sto vomitando nè sto esagerando col cibo, però mangio poco e digiuno per più giorni di fila. Il mio comportamento mi fa proprio schifo. 

 

Tags: bulimia

Mer

23

Mar

2016

Odio le diete, le persone che stanno a dieta e non ne capiscono un cazzo, odio la società

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Sono alta 1,60 circa per 44-45 kg. Ho sofferto di anoressia nervosa e ora combatto contro la bulimia con vomito e binge. Sono ancora ossessionata dalla forma del mio corpo e mi sento un maiale. Se non mi abbuffo mangio abbastanza sano e regolare. Vorrei solo essere libera, vivere come i bambini che mangiano tutto senza sensi di colpa. Cazzo la società fa schifo. Oggi vogliono stare tutti a dieta, essere magri come delle merde ma poi non capiscono un cazzo di alimentazione. Con questi due disturbi ho imparato praticamente tutto sul cibo e non ne vado fiera. Quanto mi incazzo quando sento ragazze\donne dire, desolate dal fatto che non riescono a perdere peso,"invidio le anoressiche e le bulimiche". Ma cosa cazzo c'è da invidiare? E' come dire "invidio i malati mentali, i maniaci sessuali". Cazzo ma lo capite che l'anoressia e la bulimia sono malattie mantali o no? Un'altra cosa che mi sta troppo sul cazzo è che queste malattie non vengono viste come tali ma come dei capricci. L'anoressica è anoressica perchè è una demente superficiale, la bulimica è una golosona che non sa stare a dieta. E poi ancora: "l'anoressica è quella che pesa 30 kg, che ha le ossa sporgenti, il viso scavato. Invece la bulimica è grassa."  Ma dove sta scritto? L'anoressia è una condizione mentale che ti porta a rifiutare il cibo, quindi a sto punto anche una persona obesa che decide di non mangiare più si può considerare anoressica no? Qualche settimana fa è stata la giornata mondiale contro i disturbi alimentari. E sono così stanca che in giro ci sia disiformazione, pregiudizi da veri ignoranti. Siamo nel 2016 porca miseria. Perchè poi si fa di tutta l'erba un fascio e a me non sta bene. Ed è così per tutto. 

Succ » 1 2 3