Tag: corpo

Dom

06

Gen

2019

Odio tutti!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Sono sempre stata molto magra, ma non anoressica, bassetta e molto carina per come dicevano gli altri. Tutto questo fino a 1 anno fa. Quando con il mio ragazzo abbiamo deciso di trasferirci all'estero pensando fosse una cosa super figa da fare, allora abbiamo deciso e ci siamo trasferiti.

Premetto che ho sempre mangiato quanto e quello che volevo, sta di fatto che non so minimamente cosa sia successo ma 3 mesi dopo, quando sono tornata in Italia per salutare, chiunque mi ha aggredito dicendo che ero ingrassata. Io non capivo, non ho fatto niente di particolare diverso da sempre e anche la mia reazione di stress ad alcune circostanze non ha mai influito sul mio peso, ma stavolta effettivamente avevo preso 3 kg.

Tornata in olanda (dove vivo ora)  mi ero prefissata di iniziare ad andare in palestra e fare un po di dieta per sistemare tutto... passano altri 2, 3, 4 mesi e.. io continuo ad ingrassare a dismisura, non so piu che fare, dopo circa un anno che sono qui sono ingrassata 6kg inizialmente senza neanche accorgermene, dopo mi sono fatta venire una specie di disturbo alimentare per il quale ogni volta che cercavo di mettermi a dieta puntualmente mi abbuffavo della peggio merda e andando avanti settimana per settiamana ho ottenuto l'effetto opposto, due settimane fa sono tornata in italia e mia sorella ha avuto il coraggio di dirmi CICCIONA, io che la gente mi chiedeva se per caso non mangiavo da quanto ero magra, ho il morale a terra sono disperata e ora abbiamo deciso tra .3 mesi di tornare a vivere in italia, anche perche qui non siamo riusciti a farci uno straccio di amico e ogni volta che ho il giorno di riposo da sola mi deprimo come non mai perche e' un anno che oltre al lavoro non ho assolutamente niente da fare. Ora ho deciso da quando sono tornata l'ultima volta dall italia che se li mangiavo qualsiasi cosa e non ingrassavo, e' inutile che faccio diete da 1000 calorie e mi distruggo ogni giorno per niente privandomi delle cose e di conseguenza avendo sempre in testa il cibo, infatti e' passata una settimana ho perso mezzo chilo per ora ma mangio quando ne ho voglia, non per noia o per lo stress. Lo so che probabilmente non tornerò mai come prima anche se lo spero, pero ora ai miei occhi sono un maialino grasso e schifoso e non ce la faccio piu spero solo che almeno questo funzioni se no non so piu cosa fare.

Sab

29

Dic

2018

Avete rotto il cazzo.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

ho un fisico perfetto e sto bene con me stessa, quindi perchè cazzo devo ingrassare quando sono perfetta così? ma non vi lamentavate quando una è troppo grassa o robe così? sono magra naturalmente e poi non sono anoressica nè bulimica, perchè devo crearmi mille problemi di salute abbuffandomi per diventare più grossa (così poi quando ingrasso vi lamentate lo stesso, ovviamente) sapete una cosa? potete andare benissimo a fare in culo, tanto non vi va bene mai un cazzo ugualmente.

Tags: cibo, sfoghi, io, corpo

Dom

13

Mag

2018

Nessuna Risposta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono strana da sempre.

Da sempre ho cercato dei metodi per non darlo troppo a vedere. Ma più tempo passa e meno funzionano.

Non sono mai in grado di spiegare cosa intendo dire. 

Ora come ora sono tante le cose che non sono in grado di fare: Non riesco ad andare in bicicletta, non riesco a fare le pulizie, non riesco a fare sport (non senza mettermi in ridicolo, almeno), non riesco a ricordare cosa ho mangiato ieri sera, cosa mi è stato detto poco fa o cosa ho fatto nelle precedenti ore, non riesco a cacciar via la nebbia che sento nel cervello ogni sacrosanta volta che esco di casa, non riesco ad impedirmi di inciampare dovunque, sbattere da tutti i lati anche più volte, farmi scivolare le cose dalle mani.

Non riesco a scrivere: raccontare per iscritto cosa ci fosse nel mio animo era l'unica cosa che riuscisse a farmi stare bene. Era, appunto. Andando avanti con gli anni mi sono accorta che la mia scrittura si faceva sempre più incomprensibile anche per me, che se scrivo troppo velocemente e per troppo tempo non riesco più neanche a mettere una lettera dietro l'altra, dimentico come si scrive per farla breve. Ora scrivo soprattutto al computer, ma non è la stessa cosa. Spesso vedo una schermata bianca di fronte a me.

Qualsiasi cosa sia, si è portato via anche questo.

 

Ho 23 anni, vedo specialisti da prima di compierne 2. Perchè non ero una bambina normale: avevo l'argento vivo addosso, non parlavo con nessuno e non dormivo quasi per nulla. 

Nessuno di loro ha mai cavato un ragno dal buco. Molti se ne sono anche approfittati.

I miei genitori si sono stufati. Molto presto cominciarono a dire che la gente non mi conosce e non capisce, che mi sarei dovuta solo impegnare un po' di più, che non ho proprio nulla ed è tutto nella mia testa. Anche perchè viviamo in un posto non troppo grosso, dove tutti si conoscono e tutti possono sparlare, quindi deve essere per forza colpa di qualcuno, o mia di mia madre (di mio padre mai perchè nell'immaginario popolare il papà non conta mai nulla. Tranne quando si parla di famiglie arcobaleno, allora li diventa indispensabile...) 

Per diverso tempo ho cercato di dire cosa mi angosciava ma nessuno riusciva mai a capire, io mi ci arrabbiavo per questo e come risposta venivo tacciata di vittimismo. Se dovessi cacciar via dalla mia vita tutte le persone che almeno una volta mi hanno accusato di esagerare rimarrei sola al mondo. Giuro.

 

Sapete che c'è, oggi faccio la vittimista in piena regola.

La verità è che nessuno può sapere che significa essere me: cosa significa avere il corpo che resta fermo immobile a guardare il vuoto anche per parecchi secondi mentre il cervello disperato si chiede se sta per morire e gli altri ti osservano pensando che tu stia facendo i tuoi porci comodi, cosa significa perdere il ricordo di intere ore della giornata, cosa significa non riuscire a soffermarti sulle cose che ami fare, cosa significa dover chiedere aiuto a tua madre per lavarti le ascelle perchè tu hai problemi persino a fare questo. A 23 ANNI!

Nessuno potrà capire cosa significa sentirsi dire "Non è possibile che in tutti questi anni nessuno ti abbia dato una diagnosi" dagli stessi "specialisti" gonzi che quando devono essere loro a dare una cosidetta "diagnosi" prima ci girano attorno con paroloni e poi a domanda diretta rispondono "Perchè vuoi etichettarti per forza?"

 

Basta.

BASTA!

Io voglio solo una risposta. Non mi importa di che natura sia, se sia colpa mia, del mio cervello, della sociatà, di mia madre, della gestosi che ebbe quando mi aspettava, dei vaccini, degli alieni o di una possibile malattia influenzale risalente a Dio solo sa quanti anni fa. Sono stufa di essere sbattuta dovunque da chi dopo averti spillato soldi senza concludere nulla pensa di non essere "la persona adatta", sono stufa di dipendere dali altri, di non conoscermi, di non riuscire a vivere la mia vita. Significa "Etichettarsi"?

Se è così allora si, voglio etichettarmi.

Voglio vivere la mia vita. E' chiedere troppo?

 

PS: Domani vedo uno psichiatra. Auguratemi buona fortuna.

Dom

04

Mar

2018

Il mio invidiabile corpo

Sfogo di Avatar di ScarsoFecciaScarsoFeccia | Categoria: Invidia

 


Amo il mio corpo. E' così magro e flessibile, semplice da lavorare ed immune all'ingrasso. Posso ficcarmi in bocca tutto lo schifo che voglio senza mettere su un chilo. La natura mi ha benedetto con un metabolismo miracoloso, solo adesso mi rendo conto di quanto sia fortunato. Perdonami per tutte le mie lamentele Vita, grazie per avermi concesso i privilegi di cui godono i magri. Non mi sentivo così forte da anni. Voglio esporre il mio corpo in spiaggia ed essere ammirato e mangiato con gli occhi.

E non mi masturbo da quasi due settimane.

Tags: magro, corpo

Sab

03

Feb

2018

Il corpo non è la mente e la mente non è il corpo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ho conosciuto questo ragazzo pochi mesi mesi fa: due persone completamente differenti, ma con una visione molto simile della vita e di ciò che ci sta attorno. Ha una mente meravigliosa ed è molto brillante. In pochissimo tempo lui si è invaghito di me, ma io mi sono sempre mantenuta leggermente fredda (a differenza sua, io non sono impulsiva e ho bisogno di analizzare le situazioni prima di buttarmi a capofitto)...lui cerca di andarmi incontro, però il problema è uno.

Lui...non mi piace fisicamente. Mi sento stupida e superficiale, non sono il tipo di persona che fa questi ragionamenti e adesso che ci sto dentro, mi sento orribile.

Dagli altri mi sento spesso dire di essere una bella ragazza,beh io non ho un'autostima molto alta quindi non riesco a dire lo stesso. So solo che quando sto vicino a lui sembro una miss...non è una cosa bella da dire, ma mi pare proprio così. Non mi attrae, né lui, né la sua postura, né il suo tono di voce. Il pensiero di fare sesso con lui mi fa quasi ridere. Spesso mi dice cose dolci sul mio aspetto e io mi sento a disagio a 'ricambiarlo', cosa mai successa con altri ragazzi a cui sono stata legata.

Raramente mi è capitato di incontrare qualcuno con questa personalità, ma è più forte di me, non riesco a sorvolare sul suo aspetto. Cosa posso fare?

Mer

10

Mag

2017

Io e i vermi NO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vorrei sapere la vostra opinione personale. So che è un argomento un po' macabro e delicato ma ultimamente ci penso spesso.

Si parla di morte e di come vorreste che il vostro corpo finisse. Di recente è morta una persona a me cara, una persona molto religiosa che ha scelto di essere sepolta a terra facendo così tutto il suo naturale percorso. Sono rimasto molto colpito da questa morte e da lì ho iniziato a cercare di capire come sarebbe potuta diventare in breve tempo una persona che vedevo tutti i giorni, solare e vitale... corrosa dal tempo e dalla morte. Ho cercato di capire la differenza tra sepoltura a terra e in un tombino e poi la cremazione. A cercare di capire in quanto tempo un corpo inizia a decomporsi e via dicendo. Molto curioso di mio, e poco schizzinoso alla vista quindi mi sono guardato parecchi filmati anche molto espliciti. Devo dire che sono basito di come il corpo si possa trasformare e tutti i processi che può subire. Personalmente non credevo a quello che ho visto, pensavo fosse una cosa meno "orribile", più veloce e con meno vermi. Ok so che si dice "tanto tu non ci sarai più" è solo un involucro il corpo, che te ne frega... però la cosa di finire così mi fa stare male. Credo quindi in un futuro MOLTO (si spera) lontano, opterò per la cremazione. Per quanto spaventoso anche quel processo è più veloce e risolutivo e invece di stare a marcire LETTERALMENTE almeno si finisce in cenere. Io di avere vermi dentro e fuori, esplosioni di gas e altro sul mio corpo... anche no.

Voi ci avete riflettuto almeno una volta? Come la pensate?

Tags: vita, morte, corpo

Mer

29

Mar

2017

O nero o bianco.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

[Argomento frivolo ma neanche più di tanto]

 Siccome sono interessata al mondo della moda, tra i vari social mi capita continuamente di vedere foto postate e commentate. Instagram in primis. 

Il mondo femminile praticamente si divide in due part:

1) Quelle che: solo foto-manichino. Bello è magro. Ragazze che non riempiono una 40. Foto di clavicole possenti in bella mostra. Sò figa con 5 quintali di makeup "Il makeup è un mio diritto se mi voglio mettere una badilata di fondotinta e ombretto non mi devi dire nulla WOMEN'S POWAH, yeh". Pelle lucida, senza imperfezioni, mai guai un pelo. Ragazze che, probabilmente, durante la settimana saranno continuamente dall'estetista tra unghie perfettamente curate e gambe, ascelle, baffetti maniacalmente in ordine.

2) La naturalezza schiaffata in pubblico più nuda e cruda che si possa. Sono brutta e ne vado fiera. Fotografo i miei difetti, le mie imperfezioni e tu non mi devi giudicare. Ho le smagliature, la cellulite e te la metto bene in mostra. Guarda quanti buchi ho e ne sono fiera. Ho 3 rotoli sull'addome "che bello". Commenti sotto come: "That's nice" "whoooh this is THE BODY" "Girl you rule, damn!". Foto di culi abnormi con quintupli strati di ritenzione idrica idolatrati come Sacro Graal. "Io ho i peli sotto le ascelle e li tingo pure. Guarda qua che cespuglio"!!!!!!! I baffi e le sopracciglia? Fuc*! Monociglio a vita! Anzi, vanno anche di moda le sopracciglia incolte...

Tu sfogli le foto e dici: boh.

Mar

03

Gen

2017

Tutta una cosa psicologica

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono arrabbiata con me stessa!

Ho 30 anni e ho ancora delle insicurezze fisiche. Ringrazio Dio di essere in salute e so che sono problemi da poco ma da qualche anno mi sono tenuta questi pensieri per me e ora ho deciso di esternarli. Un po' me ne vergogno ma ho deciso di buttare fuori. Nulla di allarmante, non ho mai fatto diete da non mangiare o qualcosa che preannunciasse una anoressia (tipo dita in bocca per vomitare e altri espedienti) magari negli anni mi sono limitata nel cibo schifezza prediligendo un alimentazione più sana e movimento. Quindi direte: beh, hai fatto solo che del bene a te stessa!

Sì vero, alla fine non ho agito male ma non contesto questo. Mi fa rabbia il mio sentirmi sempre inadeguata e nell'avere dentro la mia testa il pallino di volere sempre essere in forma-magra-tonica. Mi capita spesso di scrutare silenziosamente amiche, conoscenti, passanti DONNE per vedere a loro come cade quel vestito, se sono in forma, se hanno preso qualche kg e magari se ne hanno persi invidiarle anche un po'. Io sono stanca di tutto questo PENSARE. Mi faccio tanti problemi poi fondamentalmente per niente perché sono alta 1.58 e peso 49 kg. Però mi vedo sempre i pantaloni che non mi stanno come vorrei io, le maglie che non mi cadono come vorrei io... poi succede che mi vedo in foto fatte da amici o video e mi rendo conto che effettivamente, invece, sono magrolina e sto bene (sono in salute e per nulla grassa). Quindi è tutta una cosa mia psicologica. Da un po' di tempo parenti e amici mi dicono che a loro parere sto anche dimagrendo troppo, pur mangiando in maniera sana. Soprattutto quando vedo i miei genitori mi dicono "Gaia ma mangi? sei dimagrita basta dimagrire". Ma io mangio, non riuscirei mai a digiunare o altro. Quindi per dire che sono tutti problemi di come mi vedo io, tantè che appunto quando mi vedo dall'esterno mi piaccio e ammetto a me stessa che sono cretina perché non dovrei farmi per nulla di questi problemi e vivere più serenamente.

E' una forma di non accettazione e sono un po' stanca. Non è che nella vita io non abbia altro da fare eh? No perchè so che possono esserci commenti tipo... ti fisserai su queste cose perché non hai altro a cui pensare, fare... no. Ho una vita molto attiva, indipendente, con casini come tutti! Quindi non è questo. E' che oltre a questo ho anche questo CASINO in testa.  Che rabbia. La cosa che mi fa più rabbia è che uno pensa a volte che siano pensieri confinati all'adolescenza e che verso i 30 anni una ragazza abbia ormai passato questi pallini e discorsi. Per me ad ora non è così.

Dom

20

Nov

2016

MI ODIO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

e ancora sono preda della mia inadeguatezza. CHE PALLE. mi odio per la mia incapacità di godermi la vita. una vita passata a cercare di cambiare sto sentimento e non riesco a costruirmi un cazzo. giusto il lavoro mi da un pò di soddisfazione. se laresponsabilità di cambiare è la mia di certo c'è stato qualcuno come mio padre che ha sempre rincararto la dose in fatto di autosatima. ora ve lo racconto mio padre. da piccola avevo un problemuccio.. me la facevo addosso no la pipì quell'altra. una volta , me lo ricordo benissimo anche se sono passati 30 anni attaccò un cartello nel muro del soggiorno con scritto che "C si era fatta la cacca addosso". oppure quando perendevo "bravissima" a scuola mi diceva..si ma il tuo compagno ha preso superbravissimo. poi quando ero più grandicella volevo passare le vacanze estive al mio paese con le mie amiche...e onvece no..per due anni di fila mi ha obbligato a stare con lui e la sua famiglia allargata acasa in campagna e si disaperava se non gli parlavo. ero incazzatissima con lui e sua madre che mi hanno tolto il respiro. in quell'occasione mi spiava. spiava nei mie cassetti e un bel giorno davanti a tutti iniziò a prendermi in giro perchè aveva trovato un biglietto con il nome del mioo fidanzatino che aspettava che tornassi al paese a fine estate.a mio padre gli piaceva prendermi in giro davanti a tutti. era un sadico. una volta a Gardaland obbligò me e mio fratello a montare sul toro che aveva fatto appositamente aprire solo per lui. mi volevo sotterrare dalla  vergogna..presto il gioco si riempì di persone che aspettavano di vederci montare il toro. per mio padre era puro e semplice divertiemento e non esisteva dirgli di no. occorreva assecondarlo in tutti i suoi capricci. si divertiva guardare i peli che mi crescevano sotto braccio, ero obbligata a mostrarglieli. un invasione nel corpo e nell'anima. QUESTO STRONZO. non ha fatto mai più di questo sia chiaro, ma mi sono sentita invasa, scruatata e ispezionata. e sua madre gli prestava il fianco perchè a lui tutto era dovuto. lo riveriva. lo so lo so sono grande oramai, acqua passata ma quel senso di vergogna che mi ha fatto provare ancora è dentro di me e se ritornassi a quei tempi, giuro che lo strozzerei, lo farei sparire con un VAFFANCULO sonoro con tutta la voce che ho. MA PERCHE' NON L'HO MAI FATTO??? perchè non l'ho mai mandato a cagare?? perchè non mi sono mai ribellata? gli ho sempre obbedito.grazie dello sfogo. Sostenetemi vi prego.

Lun

05

Set

2016

Che depressione infinita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti, sono un ragazzo gay, sì l'ennesimo su questo sito o forse lo stesso che ha già scritto altri post.
Il mio "segreto" è che sono tremendamente depresso ogni volta che vedo un bellissimo ragazzo eterosessuale perché gli etero sono diversi dai gay, mi piacciono infinitamente di più e NON POTRò MAI AVERNE UNO. 
Ogni volta che ne vedo uno mi sento invisibile e già rifiutato a priori. Oltretutto certi ragazzi gay hanno esperienze con etero perché hanno un certo aspetto fisico che non spaventa nessuno, io pur non essendo brutto sono molto maschile, ho peli e barba in abbondanza e non ho quell'aspetto efebico che mi permetterebbe di sedurre un ragazzo etero. Quindi la tristezza è doppia, tripla, quando vedo un ragazzo gay come me glabro e dal visetto angelico e so che nella sua vita ha sicuramente fatto sesso con dei ragazzi etero stupendi mentre io non potrò mai farlo. A volte vorrei cambiare fisicamente in modo abbastanza radicale solo per soddisfare questi miei bisogni ma non posso, non mi è possibile. 
Non so se capite la situazione ma per me è davvero triste e deprimente.

Succ » 1 2 3