Tag: botte

Dom

06

Ott

2019

Ho fatto a botte con il migliore amico della mia ex

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Ciao a tutti, avevo necessità di parlare con qualcuno di una stupidaggine che ho fatto ieri. Tutto è iniziato il 29 agosto di quest'anno, giorno durante il quale sarei dovuto andare a Etnaland con la mia ragazza e i suoi amici, tra cui il suo migliore amico. Purtroppo il giorno prima ebbi un incidente e non potei andare con loro. Tornati dalla giornata pensavo si fossero divertiti e chiesi quali giostre fecero e cose del genere. Qualche giorno dopo uscii con la mia ragazza e mentre lei stava prendendo da mangiare, per via del mio infortunio non potevo camminare bene, presi il suo telefono e scoprii che quel giorno lei aveva baciato il suo migliore amico. Personalmente ero sempre a conoscenza dell'attrazione di lui nei confronti della mia ragazza ma dopo un anno e mezzo pensavo che avesse capito che si sarebbe dovuto comportare da amico. Dopo che lo scoprii ne parlai con lei le feci scrivere dei messaggi a lui dove dicevo che il suo comportamento non era da amico ecc.. Dopo che ci separammo per andare a casa lei si vide con lui e limonarono per bene. Durante quei giorni io e lei parlammo tantissimo ma lei faceva lo stesso con lui e ogni cosa che gli dicevo la diceva a lui e il suo amico le diceva che facevo tutto per portarla a letto. Nel giro di una settimana provammo a riprovare a stare insieme 2 volte ma ogni volta che di persona decidevamo così quando tornava a casa mi chiedeva di lasciarla perché non voleva fare soffrire il suo amico che la minacciava di andarsene o addirittura di uccidersi se lei fosse tornata con me. Per le 2 settimane successive soffio come un cane per lei, le dicevo di tornare con me perché non sarei potuto andare avanti senza di lei ecc. Ma come sempre mi diceva che non voleva fare soffrire nessuno e che voleva stare sola anche se continuava ad uscire con i suoi amici tra cui lui. Un giorno decisi di inviarmi la sua chat con il suo amico e lessi che quel bacio lo volevano entrambi e era come se si fossero tolti un peso, che lei non poteva fare sesso con me pensando a quel bacio e che insomma quello che era successo tra loro era qualcosa di bellissimo e che io ero l'intoppo tra loro due perché la mia ragazza era ancora un po' innamorata di me e non sapeva che fare perché confusa. Dopo varie litigate decidemmo di essere amici finché lei non avesse preso una decisione. In quel momento mi sentivo derubato perché la amavo tantissimo e fino al giorno prima pensavamo di sposarci (premetto che abbiamo tra i 17 e 18 anni quindi potrebbe sembrarvi stupido quello che sto dicendo). Insomma la amavo veramente e pensavo anche lei perché durante il mio 18esimo compleanno ci baciammo per un po' e lei ballò sia con me che con mio padre che sapeva tutta la storia. Dopo aver deciso di comportarci da amici ieri sera andammo a festeggiare i 18 anni di una nostra amica. Parlando con dei miei amici decisi di lasciarla definitivamente ma prima decidemmo che sarebbe stato giusto parlare con lui per chiarirci. Quindi decisi di mandargli un messaggio su Instagram per vederci e parlarne ma lui quasi facendolo a posta venne quella sera per vedere lei. Così decisi di sfruttare l'occasione per parlare con entrambi ma quando lo chiamai a disparte e gli dissi che non avrebbe dovuto permettersi di fare una cosa del genere con una ragazza fidanzata, ma al posto di darmi ragione di continuava a ripetermi che era la mia ragazza e che non stavamo più insieme tutto con un tono e una faccia da persona soddisfatta di quello che è successo. A quel punto lui iniziò a mettermi le mani addosso nel senso che mi toccava la faccia e il braccio dicendomi che ormai non avrei potuto fare niente per tornare con lei. Non sopportando ciò gli dissi di non toccarmi e lui mi disse se volessi fare a botte, come aveva fatto già per messaggio dicendolo a lei e insultandomi molte volte alle mie spalle, a quel punto non capii più nulla e gli tirai uno schiaffo così forte da farlo indietreggiare di 2 passi. Allora lui decise di lanciarsi all'attacco mentre dei suoi amici mi tenevano per separarci ma siccome sono un ragazzo messo bene a livello muscolare poiché frequento la palestra da un paio di anni, non presi neanche un pugno e nonostante le persone che mi tenevano continuai a menargli fino a quando non decise di allontanarsi e andarsene. Tutto ciò sotto gli occhi della mia ex che a questo punto non voglia neanche più vedermi. Inoltre a quel punto le dissi che io e lei avevamo chiuso e che non avrebbe neanche dovuto parlarmi. Dopo averne parlato con i miei amici che sono tutti dalla mia parte secondo me la cosa migliore da fare sarebbe parlare con i suoi genitori e chiarire la situazione. La domanda che vi faccio è come vi sareste comportati voi e cosa avrei dovuto fare per evitare questa situazione. Grazie in anticipo

Lun

13

Giu

2016

Lei mi distrugge

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Eppure non posso far altro che pensare a lei. È vero, ho sbagliato. Una volta, due, 100. Ma credetemi, mai un'offerta né una critica. Mi sono sorbito di tutto: Schiaffi dove ho uno zigomo operato (tanto da farmi gonfiare) solo per averla allontanata per fargli smettere di darmi delle pacche scherzose (ma dopo un po' stufano), mi sono preso del "Figlio di puttana, fai schifo, sei una nullità, non mi toccare" e vi risparmio il resto. Il bello è che pur essendo orgoglioso gli ho permesso di far la vittima quando è la carnefice. Due giorni fa mi ha lasciato, poi è corsa da me perdendosi per Firenze e avevamo tutto sommato chiarito nonostante (e non ho problemi a dirlo) che nella rabbia ho pianto ancora davanti a lei. L'ho portata a casa a circa 32 kilometri dalla mia e... Non ha voluto fare l'amore che si, siamo d'accordo non è tutto in una relazione ma dopo avermi lasciato, ripreso e tutto... Mi sembrava la cosa più bella che si potesse fare. Adesso lei ha cominciato ad essere fredda, aspetta mie mosse. Io sto continuando a logorarmi dentro, mangio poco (e sono da sempre una buona forchetta), e a volte ho attacchi di panico (i sintomi sono quelli e non li avevo MAI avuti prima). Sono le 1.33 dovrei dormire ma non me la tolgo dalla testa. 

 

Che fare?  

Sab

19

Mar

2016

Odio uno.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

E da 3 anni che un coglione mi caga il cazzo. Io sono un tipo gentile e non picchio(nonostante abbia seri problemi con la gestione della rabbia, a volte tiro testate,pugni o calci alla porta in maniera violenta) in più ho un (ex) migliore amico che è doppio giochista, ad esempio, un giorno gli chiedo di uscire perché mi stavo annoiando, vado e mi dice"Scusa ma non posso, devo andare a...(fanculo)" poi lo ritrovo in giro con il suo gruppo di ritardati. Nel gruppo saranno 6 tra cui Lo stonzo che mi ha preso di mira e il mio E.B.B.F. gli altri sono rincoglioniti che seguono sti due come se fossero chissà chi. Arrivando al punto io vorrei picchiarli e farli provare un dolore che in confronto le torri gemelle sono una carezza ma non posso perché avendo solo mia madre tutta la colpa si addossa a lei e gli assistenti sociali mi smontano la famiglia. Quindi qualcuno ha consigli?

Sab

23

Ago

2014

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di CorneliaCornelia | Categoria: Ira

A te,

che mi hai rovinato la vita per tre anni, riempiendomi di botte e di insulti perché,stremata, non volevo più stare con te.

A te, che con la tua aria da superiore, eri riuscito a farmi diventare succube di te, non ero più niente, una donna senza carattere e personalità. Eppure dicevi di amarmi.

A te, che persino tua madre mi odiava, e quelle poche volte che volevi mi fermassi a cena da te, un piatto di pasta in più sembrava una tragedia per lei.

A te, che te ne sei scappato in giro per L'Europa con un'altra lasciami a casa senza dirmi nulla, e una volta tornato, mi hai lasciato mostrandomi foto di te e della tua nuova donna, con un sorrisone sulle labbra consapevole di farmi male.

A te voglio dire, che dopo un'anno e mezzo, passato a piangermi addosso, e a darmi tutte le colpe, ora ho capito. L'uomo di merda sei tu, quello sbagliato e pazzo sei tu, io non ho mai fatto un cazzo di niente, ho sempre rispettato le tue regole, ti ho voluto bene nonostante tutto.. Ma adesso, adesso so che cos'è una vera storia d'amore, ed è quella che sto vivendo ora, con un'uomo che mi rispetta, adora, ed ammira. Vaffanculo a te, alla tua Lei, a tutto quello che mi hai fatto. Ti auguro di soffrire il doppio.

Gio

10

Lug

2014

Siamo distrutti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Nostro figlio ha 36 anni, grida di continuo, alza le mani ed è pronto a  menare di continuo, me e mia moglie.

é violento e prende qualsiasi oggetto gli capiti a tiro, sia esso un coltello o un batticarne in cucina. Chiede soldi di continuo ma non possiamo darglieli, è autoritario e anche se ha torto non tace mai. Guai a contraddirlo, alza mani e voce subito. Una volta per difendere mia moglie mi sono preso un pugno sullo stomaco e mi ha lasciato pieno di graffi e lividi. Quando rientra la sera dai locali e bar a volte è ubriaco. Io e mia moglie viviamo nel terrore, non sappiamo cosa fare e a chi rivolgerci.

Lun

06

Gen

2014

Vorrei massacrarti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ammetto che ho desiderato massacrare di botte qualcuno, fino a mandarlo all'ospedale. E forse andarci anch'io, ma con la soddisfazione che soffre come deve soffrire una merda. Mi basterebbe una volta per liberare la mia rabbia repressa, ma purtroppo passerei dei guai legali! La solita legge a favore di chi mi fa soffrire: loro possono, invece se reagisco io allora sbaglio.

 

Tags: natale, di, botte

Dom

28

Ott

2012

Vorrei sapere se รจ una cosa normale picchiarsi tra innamorati...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Io e mio marito, sposati da tre anni e ancora molto innamorati l'uno dell'altra, per ben tre volte da quando viviamo insieme ci siamo alzati le mani... Non nel senso che lui ha picchiato me, ma che ci siamo picchiati entrambi. A dire il vero è sempre stato lui a iniziare, ma mi ha sempre solo strattonata (molto forte), o dato schiaffi sulle gambe (non forti) o mi ha bloccato le mani o tirata fuori dalla stanza spingendomi. Una volta mi ha stretto le guance con le mani, ma molto piano, non mi ha mai fatto male davvero, è più il gesto che mi offende e mi fa salire la rabbia. Io invece gli ho mollato sonore pizze sul viso, parecchie ogni volta, quando mi ha fatto così, non riuscivo a frenarmi.. penso di avergli fatto sempre più male io. Questo è successo 3 volte, in 3 anni. La prima il primo anno di matrimonio, le ultime due una ad aprile e una ieri, di quest'anno!! Ogni volta ci pentiamo tanto, ci facciamo mille scuse, ci giuriamo che non succederà più. Nessuno dei due aveva mai picchiato qualcun altro prima, quindi non siamo dei violenti abituali,  per me dare uno schiaffo è inconcepibile, infatti di mia iniziativa non lo farei mai, lo faccio solo se lui mi strattona. Ieri strattonandomi mi ha fatto un livido sul braccio, ma penso che non volesse fare forza, solo che io l'ho colpito e lui ha stretto. Non lo sto difendendo sia chiaro, ma non mi sento una donna picchiata, in quanto le botte più forti le ha avute sempre lui, però penso che la colpa sia più la sua, perchè inizia sempre per primo, anche se dice che io lo porto al limite dell'esasperazione, e forse è vero, le mani non le dovrebbe alzare, nemmeno solo per spirgermi, perchè sa che poi io per difendermi gli mollo le pizze e la cosa degenera.  Adesso abbiamo parlato, chiarito e come al solito fatto pace, però lui è spaventato perchè ogni volta queste cose sono aumentate in violenza e gravità e ha paura che in futuro potremmo farci male sul serio. Non vuole che accada di nuovo e nemmeno io, il punto è che mi sembra che nessuno dei due sappia gestire la rabbia. Noi non litighiamo davvero mai, siamo una coppia felice in linea di massima, siamo innamorati e penso che esclusi questi tre episodi il nostro sia un matrimonio riuscito, stiamo insieme da 5 anni di cui tre di matrimonio.. certo ci sono piccoli scazzi ogni tanto, ma niente di grave, disscussioni serie solo questre tre volte e tutte e tre finite ad alzare le mani, poi io che piango e lui che vomita e si sente male. Io vorrei sapere se è normale, se capita anche agli altri di alzarsi le mani così ogni tanto, io non ho mai visto i miei genitori farlo però. Questo vuol dire che il nostro matrimonio fallirà? o possiamo cercare una soluzione? se si quale? è inutile parlarne e promettersi di non farlo più, l'abbiamo fatto tutte le volte anche ieri, e entrambi eravamo sempre tanto pentiti eppure è accaduto di nuovo. Adesso sono solo tre volte e non ci siamo fatti male, ma mio marito teme che prima o poi possa andare peggio e anche io non mi sento tranquilla. Ieri se ne voleva andare di casa, perchè si sentiva un mostro, io l'ho fermato perchè riconosco che ho la mia buona parte di colpa, in quanto lo stavo tormentanto urlandogli dietro da più di due ore e non lo facevo dormire, lo seguivo ovunque. Forse lui poteva andarsene a fare un giro per placare gli animi, invece ha continuato a stare li e a ignorare quel che dicevo, non guardandomi nemmeno in faccia, è questo che mi ha ferita e ha scatenato in me la pazzia di tormentarlo. Insomma stavo piangendo disperata, lo pregavo di ascoltarmi e lui mi ignorava proprio, continuando a fare altro, così io ho preso a tormentarlo perchè volevo mi ascoltasse, mi stavo sentendo male, mi sembrava che non gli importasse che io piangessi disperata (non lo faccio mai, questa era la seconda volta in 5 anni, quindi non è che lui ha l'abitudine a vedermi così e mi ignora), io ho cominciato a togliergli le cose dalla mani e lui ha preso a spingermi, poi quello che ho già scritto... Io stavo piangendo perchè mi ha molto ferito una sua parola detta davanti ad amici, e volevo che lui capisse che mi aveva fatto male sentirlo dire così. Adesso ho capito che intendeva, però ieri non mi ha spiegato come ha fatto oggi, mi ignorava e io stavo davvero malissimo.Altrimenti non l'avrei tormentato. Come possiamo evitare che in futuro accada di nuovo? qualcuno di voi c'è passato??

Gio

11

Giu

2009

La movida

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sì lo so che è diritto di tutti e che da qualche parte dovete pur andare a far vedere in che cosa spendete i vostri soldi, ma mi avete proprio rottoi co***oni voi trentenni con le vostre ca**o di auto enormi e voi ventenni schiamazzanti e per di più ventenni.

Sogno di  scendere in strada e picchiare almeno la metà di voi.