Gio

10

Lug

2014

Siamo distrutti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Nostro figlio ha 36 anni, grida di continuo, alza le mani ed è pronto a  menare di continuo, me e mia moglie.

é violento e prende qualsiasi oggetto gli capiti a tiro, sia esso un coltello o un batticarne in cucina. Chiede soldi di continuo ma non possiamo darglieli, è autoritario e anche se ha torto non tace mai. Guai a contraddirlo, alza mani e voce subito. Una volta per difendere mia moglie mi sono preso un pugno sullo stomaco e mi ha lasciato pieno di graffi e lividi. Quando rientra la sera dai locali e bar a volte è ubriaco. Io e mia moglie viviamo nel terrore, non sappiamo cosa fare e a chi rivolgerci.

13 commenti

Polizia o Carabinieri, basta solo avere il coraggio di farlo.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 16:17 del 10-07-2014

Quoto anonimo e credimi, è il modo migliore per aiutarlo, dargli una bella lezione, avrà così modo di fermarsi e pensare, cosa che evidentemente non fa

Avatar di SetantaSetanta alle 16:57 del 10-07-2014

mettetelo in una comunità,potete farlo anche se è maggiorenne.con casi simili,la patria potestà ha il suo valore

Avatar di CopyCatCopyCat alle 18:40 del 10-07-2014

Come ha detto l'anonimo, polizia o carabinieri il prima possibile. Se vi ferisce andate prima al pronto soccorso, da lì potete denunciarlo con tanto di referto medico. SOlo perchè è vostro figlio non vuol dire che debba trattarvi così.

Avatar di CorvacciaCorvaccia alle 18:56 del 10-07-2014

Cos'è, vizio del gioco? Droga? Giro di amicizie sbagliato? "Semplicemente" senza lavoro?
La polizia potrebbe però fargli fare una fine che i genitori non desiderano. Dubito non abbiano mai pensato a rivelgersi alle autorità.

Avatar di farnightfarnight alle 19:44 del 10-07-2014

Anonimo dello sfogo,

qua siamo sul penale: una denuncia subito,  andate in questura e informate della situazione che state vivendo, al fine di costituire subito delle prove.

a 36 anni vs. figlio dovrebbe essere già fuori casa a produrre e farsi una vita; 

La situazione che si è creata nella vs. famiglia non è poco frequente, ma ciò non significa che si deva proseguire.  Ogni volta sarà peggio, e potrebbe arrivare a gesti estremi, soprattutto perché sa di tenervi sotto minaccia e con il timore delle percosse.

A tutela della vostra integrità personale e della vostra vita, insieme, come avete fatto la vs. vita, ora dovete dare questo passo importante, anche se difficile.

non si tratta più di correggere, è un uomo troppo grande; non si tratta di dare a chi non ha bisogno, è una persona improduttiva che vive a spese degli altri.  Qua si tratta di farlo subito, altrimenti il vs. futuro non solo sarà nell'ansia, ma nel pericolo.

spero vogliate ascoltare questi consigli. E' urgente.  

per il momento si procuri delle prove, se ha modo di registrare lo faccia, quando lui vi aggredisce anche solo verbalmente.  E rivolgetevi subito all'autorità, o da soli, o tramite un avvocato che vi dia assistenza perché le cose siano fatte in modo sicuro e legalmente valido.

mi dispiace di questa vs. situazione.  Ma reagite, di fronte ai carnefici non c'è via di mezzo.

Avatar di LuceSerenaLuceSerena alle 20:01 del 10-07-2014
Luce serena

Che si DEVA ?????????? Aiuto.  *_*

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:20 del 10-07-2014

Io venderei casa e comprerei un monolocale dove per lui non ci sarà posto, anzi non gli direi neppure dove vivo.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 01:22 del 11-07-2014
e' terribile,

denunciatelo!!!!!

Avatar di lupetta64lupetta64 alle 09:21 del 11-07-2014

Anonimo delle 22:20, chiedo scusa del terribile errore  !_!

Avatar di LuceSerenaLuceSerena alle 11:42 del 11-07-2014
denunciatelo

mi spiace ma è l unica soluzione. Rivolgetevi subito a carabinieri o polizia espondendogli prima il problema e sentire cosa vi dicono. Dal web vi puo' arrivare solidarietà ma ahimè in questi casi nessun aiuto materiale.

Un ragazzo che si comporta cosi con i propri genitori è mentalmente disturbato magari anche da qqualche sostanza o alcool..ma non è cmq accettabilie. Le autorità devono intervenire.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 11:03 del 13-07-2014

Purtroppo l'unica soluzione è quella di agire. Anche se si tratta di vostro figlio, la vostra serenità psichica e incolumità fisica viene prima. 

Voglio suggerirvi un consiglio giuridico: prima di tutto di preparare (o farvi preparare) un esposto da indirizzare al sindaco del vostro comune, dove esporre in maniera particolareggiata i fatti e la situazione, e nel quale sollecitare l'avviamento di un TSO (trattamento sanitario obbligatorio). In questo modo le amministrazioni saranno informate e manterranno un occhio vigile sul ragazzo.

 

Secondariamente, è necessario denunciare gli atti di violenza subiti in caserma. Se possibile meglio premunirsi anche di certificato medico di pronto soccorso (vi sarà richiesta la denuncia+certificato medico per corredare l'esposto da inoltrare al sindaco).

I carabinieri dovranno intervenire ponendo una diffida a vostro figlio (obbligo di non avvicinarsi a voi) mentre inizierà il processo a suo carico.  

 Nel frattempo, se vostro figlio violerà la diffida venendo a casa vostra, i carabinieri arriveranno per scortarlo altrove. È importante nel frattempo cambiare anche serratura.

 

 

Purtoppo queste situazioni sono tragedie annunciate: se lasciate nell'inerzia spesso degenerano in crimini più gravi. Vi consiglio di agire, lo dovete a voi stessi!  

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:17 del 27-08-2014
Dimenticavo

Dimenticavo, il TSO avrà lo scopo di costringere il ragazzo ad un ricovero per disintossicarsi dall'alcool. Viene disposto dal sindaco se sollecitato con un esposto. 

 

La denuncia ai carabinieri, invece, avrà lo scopo di mettere in moto la diffida e il processo, per far si che questo figlio disgraziato non si avvicini piú a voi.  

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:21 del 27-08-2014

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti