Tag: uomini

Mer

13

Feb

2019

Stiamo tirando su male i maschi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Negli ultimi 50 anni abbiamo tirato su dei pessimi uomini.

Non sanno più lavorare sodo, non sanno più fare sesso, hanno paura del confronto, dei medici, dei viaggi, di impegnarsi. Non sanno ne essere dei veri uomini, ne occuparsi delle faccende. 

Di 100 cose non riescono a farne una per bene. Sono confusi, impauriti, incasinati e imbranati. E le donne invece hanno imparato a fare tutto, dai lavori manuali, pesanti ed esposti (muratrici, vigili del fuoco, tassista) pur rimanendo capaci di pulire, cucinare e fare figli.

Stiamo sbagliando qualcosa. 

Esempio: la sterilità. Nei media si continua a sostenere che nelle coppie sterili la causa è nel 50% dei casi la donna. Signori, è una menzogna. Secondo statistiche Europee del 2018, la causa della sterilità è nel (rullo di tamburi) 76% dei casi la poca agilità dello sperma maschile o la mancanza di sperma vivo. 

Si parla di uomini signori. Non prendono la pillola, non hanno motivo di avere questi problemi. Ma li hanno. Perché fumano, bevono, non fanno sport. E soprattutto, non vanno dall'andrologo finché le palle non cadono. Noi donne invece una volta l'anno siamo dal ginecologo.

 Dobbiamo insegnare ai maschi l'importanza della salute e mandarli dal medico in adolescenza come le femmine. 

E dobbiamo insegnare loro a fare tutto quello che fanno le bambine. Dobbiamo insegnare loro ad essere buoni mariti, non bamboccioni dipendenti, dato che ormai gli uomini con le palle come i nostri nonni non ci sono più. 

 

Mar

12

Feb

2019

Curiosità innocente

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ma quando gli uomini guardano i porno, immaginano di far sesso con l'attrice o comunque entrano nei panni dell'attore? 

Tags: uomini, porno

Dom

10

Feb

2019

Ma sei scemo?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono a letto con l'influenza. Per 3-4 giorni mio marito deve occuparsi della casa e cucinare. Non sta lavorando questa settimana quindi ha tutto il tempo che gli serve. Non abbiamo né figli ne animali. 

Ho fatto la spesa in anticipo non appena mi sono accorta che mi stavo ammalando. Quindi lui non deve nemmeno uscire. Ieri tranquillo tranquillo è anche andato in palestra e a tagliarsi i capelli. L'unica cosa che sta facendo è fare una lavatrice dopo l'altra. Poi butta tutto in asciugatrice e dopo non mette a posto nulla. Ha fatto una montagna di panni in camera anziché dividerli fra cose da stirare e cose che può già mettere apposto. La montagna ovviamente la dovrà mettere a posto e stirare la sottoscritta dopo la malattia, a meno che lui non pensi che i panni camminino magicamente verso l'armadio. 

E la ciliegina sulla torta: oggi gli ho detto di mettere a posto almeno gli asciugamani. E il risultato è stato che lui si è incazzato perchè erano piegati male e non entravano. Dice che li piego male e questo lo fa infuriare. Alla mia richiesta di discuterne in un altro momento perché non mi sento bene mi ha accusata di non saper ascoltare. 

E certo amore mio. Io li piego male e veloce perché faccio le faccende la sera dopo il lavoro anche se torno più tardi ti te. Sono esausta e se la roba è pulita per me è già una vittoria. Ma a te che te ne frega. Tu hai bisogno di tempo per te, per la palestra, per i porno e per i tuoi inutili videogiochi. 

 Speriamo qualcuno di investa la prossima volta che esci. La mia vita senza di te sarebbe più facile. 

Sab

05

Gen

2019

Non sentire niente durante la penetrazione e perdere erezione

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti, ho avuto solo due esperienze sessuali in vita mia (finora spero XD). La prima volta indossai il preservativo, e poco dopo che iniziai a penetrarla, appena mi fermai un attimo per cambiare posizione, ho perso l'erezione. Quella volta pensai che era per il fatto che la ragazza con la quale stato facendo sesso non mi piaceva molto fisicamente, e che il preservativo mi bloccava la sensibilità, infatti anche quando la penetravo non sentivo tanto piacere. La seconda volta, la ragazza mi piaceva tanto, era bellissima, non avendo il preservativo decidemmo di farlo senza (lo so che è stata una cazzata quindi sorvoliamo). Anche qui non  subito come la prima volta iniziai a perdere l'erezione, non è stata quasi immediata come la prima volta, anzi, appena estraevo il pene dalla vagina, l'erezione tornava praticamente subito, ed inoltre non è che la perdevo totalmente, ma parzialmente, morale della favola....anche la seconda volta non sono riuscito a venire!

E' capitato anche a voi?

 

Sab

05

Gen

2019

Non capisco gli uomini

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Da un po' di tempo cerco di capire perché certi uomini hanno in mente una sola cosa: il sesso, in qualsiasi stagione dell'anno... Possibile che non esista un'altra attività e passatempo da sviluppare durante le loro giornate? Che noia

Tags: uomini

Dom

30

Dic

2018

Uomini

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sfogo domenicale. 

È proprio vero che uomini e donne provengono da due pianeti diversi. 

Si ha difficoltà a capire cosa un uomo o una donna possa provare in seguito ad una azione. 

Ho provato negli ultimi tempi ad analizzare il comportamento degli uomini e mi riesce difficile decifrare il loro pensiero effettivo. 

Loro si descrivono come esseri semplici, ma non è assolutamente così.

Così come le donne, gli uomini stanno incominciando a sviluppare delle dinamiche complesse di pensiero e talvolta assumere degli atteggiamenti tipici femmili. 

 Nel mio caso specifico, frequento un ragazzo che fraintende qualunque cosa. Se cerco di avvicinarmi di più, mi respinge e in seguito ad un mio allontanamento mi cerca (teoria della molla in tensione)  

 Alla fine come c**** bisogna comportarsi? Mi chiedo.. 

 Credo di comportarmi abbastanza bene, però mi sottovaluta.. 

Mi piacerebbe trovare un ragazzo normale con cui passare del tempo e condividere bei momenti, non un rompi scatole che si offende in continuazione. 

 Vorrei solo sapere cosa ci sia alla base di questo comportamento.. 

Tags: uomini, sfogo

Sab

29

Dic

2018

VOGLIA DI FARE L'AMORE.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Buongiorno, inizio con il presentarmi.

Ho quasi 20 anni, sono una ragazza tranquilla, di mentalità aperta, di sani principi. Mi interesso di politica, di attualità, di letteratura e così via... (frequento lettere). 

Ho un carattere apparentemente freddo e serio, solo chi mi conosce bene sa che non sono così... Anzi. Quando mi apro con qualcuno sono molto alla mano, sempre gentile ed empatica con gli altri. Porto rispetto a tutti e non faccio distinzioni. Quindi in sostanza sono introversa all inizio ma poi divento socievole. 

Ho passato un adolescenza difficile, e nonostante non avessi dietro le spalle una bella famiglia, non mi sono "persa" .per fortuna so chi sono e quello che voglio. 

Negli ultimi due anni sono stata innamorata di un uomo molto più grande e convivente, fra noi c'era felling... Ma arrivata ad agosto di questo anno ho sentito la necessità di dichiararmi... Ovviamente lui non ha risposto al messaggio. Ma adesso diciamo che l'ho superato. Per 2 anni non ho frequentato nessuno perché innamorata di lui, cioè sono stata fedele ai miei sentimenti e soprattutto al non volere una storiella qualsiasi.. (la maggior parte delle coppie mi sembrano così.. Entrambi insoddisfatti ma legati forse dalla paura di rimanere soli).

Vivo in un piccolo paese, di mentalità chiusa, e non ho un gruppo di amici qui, purtroppo già dalle elementari mi hanno sempre esclusa e presa in giro. Poi quando uscivamo mi escludevano dalle loro conversazioni facendomi capire che non ero la benvenuta. Quindi ho chiuso i rapporti.... E sono anche rinata, visto che mi facevano sentire sempre brutta e inadeguata. 

Comunque, nonostante tutto il problema è questo: ho voglia di fare l'amore, non sesso. L'unica storiella che ho avuto è di due anni e mezzo fa, ed erano le mie prime volte con il tipo, poi niente più. 

Vorrei conoscere qualcuno  che mi guardi per ciò che sono, e che mi apprezzi, mi faccia sentire bene. E che mi voglia bene. (ho voglia di complicità, una rapporto stabile fatto di reciproca empatia) 

Premetto che, per quanto riguarda gli uomini, sono malfidata. Mio padre con mia madre non ha mai avuto un buon rapporto, le ha sempre fatto violenza psicologica e con gli anni si sono create altre dinamiche famigliari complicate. 

È stato un padre assente e per nulla empatico. (il classico narciso) 

Quindi escludendo le storie di una notte, le trombamicizie e robe del genere. Come posso risolvere questo mio problema? Desidero tanto fare l amore, saranno gli ormoni e l astinenza di due anni e mezzo... Ma ho una tremenda voglia di un contatto con l altro, di sguardi, carezze, baci... Di confidenze ecc.. 

Purtroppo non so come conoscere uomini interessanti, ho poco tempo per dedicarmi ad altre attività, perché quando esco per andare all uni ci metto 3 ore e mezza di viaggio... Quindi la mia vita si basa tutta su uni e studio. 

Esco con gli amici raramente perché siamo di paesi diversi e ognuno ha le sue cose... Quindi non so davvero come fare. Ho provato le App ma non mi piacciono, ho riscontrato parecchi "casi umani" e molti depravati.

Se continuo così credo che morirò zitella. Anche perché mi chiudo sempre di più in me, su questo fronte, giorno dopo giorno. 

Non mi reputo brutta, mi reputo carina, sono alta e ho un bel viso (dicono) fisicamente sono cambiata tanto prima ero in medio sovrappeso ora dovrei buttare giù ancora qualche kilo.. Ma tutto sommato sto bene così.. Ho un po' di fianchi e un fisico anni 50.non credo che il problema sia il fisico, anche perché vedo ragazze bruttine e fidanzate, per questo non so cosa non vada in me. 

PS. Con i miei coetanei non ho molte cose in comune e molti di loro non hanno i miei stessi interessi. Il mio unico ragazzo era 7 anni più grande. E all uni ci sono pochi ragazzi e spesso gay. A lettere si sa... 

Grazie a chi mi leggerà e mi scuso per essermi dilungata troppo.  

 

Ven

26

Ott

2018

Prima di conoscermi...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Prima di conoscermi dici sempre che la tua vita era meravigliosa, che non ti mancava nulla, che eri felice, sereno e soddisfatto...si certo...

 

Prima di conoscermi, hai sputtanato 5.000 euro in alcol e serate, tornavi a case ubriaco ogni sera, eri nervoso ed irascibile, usavi una poveretta innamorata di te come giocattolo sessuale ed eri talmente stupido da non sapere come chiudere questa relazione perché "Poverina, è una mia cara amica, non voglio che soffra!", dello stipendio ti rimaneva 0 in tasca a fine mese, mangiavi solo cibo in scatola o precotto, insomma, stavi una favola... 

 

Poi hai conosciuto me, ti sei perso in un'altro mondo, dopo 4 mesi mi hai detto che volevi un figlio, accontentato, quando ha compiuto 1 anno hai voluto il secondo, accontento, abbiamo 1 bella casa e 2 macchine, non navighiamo nell'oro, ma non stiamo neanche male.Qualche mese fa ti ho chiesto di farmi avere il numero di una persona per lavoricchiare e tirare su 2 soldi in più, ti sei rifiutato e ti sei incazzato, oggi te ne esci col fatto che ti ho rovinato la vita e che 2 soldi in più in casa male non facevano, ma brutto cretino, adesso sono di nuovo incinta che cazzo pretendi che faccia ADESSO??? È facile rinfacciarmi tutto, come se non facessi niente, come se in questi anni non avessi fatto niente!

Rivuoi la tua splendida vita di prima? Vai, un calcio nel culo e vai, tra qualche anno potrò dire ai bambini che papà ha preferito diventare un'alcolizzato piuttosto che diventare un'adulto!

Uomini crescete, a 40 anni non siete più dei ragazzini da serate alcoliche con gli amici, imparate a diventare grandi ed ad apprezzare le cose belle che la vita vi da, non soffermatevi sui momenti più bui facendoli diventare il centro della vostra vita e smettetela di rimpiangere i "bei vecchi tempi" che forse così belli e perfetti non erano! 

Mer

17

Ott

2018

Non so.

Sfogo di Avatar di AnnieaouAnnieaou | Categoria: Lussuria

Dopo essermi presentata con lo sfogo precedente, passo alle cose serie. 

A giugno inizio a frequentare, in amicizia, un uomo che ha il doppio della mia età, mi aveva fermata per strada perché accomunati dalla passione per il medesimo sport. Mi propone di ricoprire il ruolo di mio allenatore personale. Accetto. Iniziamo a praticare sport insieme, mi trovo bene con lui, mi insegna molte cose, mi fa crescere tecnicamente, mi regala molti accessori sportivi, è paziente ed i miei genitori si fidano di lui. Sembrava tutto perfetto, fin quando inizia a contattarmi telefonicamente e per messaggi al di fuori del discorso sportivo e con una certa insistenza. Io che sono persona dalla comprovata probità, nella mia sciocca dabbenaggine, come un'imbecille ero quasi certa che il suo interessamento non celasse alcuna finalità collaterale inizialmente ed abilmente occultata. Mi fa capire di essere irrefrenabilmente attratto da me, di provare qualcosa per me, che potrebbe non riuscire più a reprimere i sue pulsioni in mia presenza. Lui è oggettivamente un bell'uomo, gentile e discreto, ma io non avverto che un sincero sentimento di amicizia nei suoi riguardi, e per quanto io sia in cerca da tempo di relazioni occasionali, non mi sento sufficientemente attratta.  Nei giorni che seguono mi chiede di baciarlo, mi nego, si offende, chiariamo, non si arrende, dice che non può arrendersi, ci riprova, io faccio un tentativo e mi concedo per una fuggevole sessione di palpate reciproche da lui gentilmente pretese, ma le sensazioni non sono positive, mi sento costretta, e la cosa mi infastidisce e quasi mi disgusta. Lui è fermamente convinto che io lo desideri e che abbia tratto non poco piacere da quelle effusioni, ma la brama ottunde l' intelletto e la sua antenna capta segnali inesistenti, sarà l'età. Si ripropone, ed io mi mostro fredda e distaccata, in più farmi toccare senza un minimo di eccitazione diventa una tortura. Per questioni personali non ci vediamo da un mese, io nel frattempo ho sperato che il suo ardore svigorisse, ma niente, mi ha già avvisata che recupereremo gli arretrati con gli interessi. Io non ho il coraggio di sbattergli barbaramente la verità in faccia perché so che distruggerei la nostra amicizia, e mi dispiacerebbe,  però mi sento uno schifo perché lo sto illudendo. Ammetto che un po' mi piace vederlo sbavare per me, vederlo smaniare dalla voglia di scoparmi, quasi svilirsi per un semplice contatto più intimo. Sono stronza, ma con moderazione, perciò vi chiedo il modo meno doloroso possibile per dargli la mazzata.

E comunque non ha mai beccato un congiuntivo, manco per sbaglio, e questo per me è più disdicevole di un micropene infestato dal gonococco. 

Mer

17

Ott

2018

Ignoranza.

Sfogo di Avatar di AnnieaouAnnieaou | Categoria: Lussuria

Brutti ignoranti, scrivete nella sezione lussuria e nemmeno padroneggiate la terminologia esatta per riferirvi a concetti ed elementi ricorrenti nell'ambito della sessualità.

L'uomo non è affetto da ninfomania, termine, quest'ultimo, che fa riferimento alla condizione peculiare che riguarda la donna; pertanto, quello, soffre di SATIRIASI.

Forse avrei dovuto postare in suberbia, ma la mia superbia è talmente superba che me frego.