Tag: rifiuto

Ven

05

Lug

2019

Penso di essere quasi ossessionata da una persona...

Sfogo di Avatar di WasspWassp | Categoria: Altro

Non ci conosciamo benissimo. In realtà uscimmo insieme pochissime volte, eppure in me scattò qualcosa. La definirei chimica. Non ha un nome e io non so darglielo. Va aldilà dell'aspetto fisico, di quello caratteriale.

Solo scrivendo mi rendo conto di quanto posso essere ridicolo. Ebbene dopo 2 anni ci penso ancora. Lo so. Il tempo passa. Ma non riesco a farmelo passare. Nel frattempo la vita è andata avanti. Sia per me che per lui. Non ci siamo più sentiti. Ma in me il ricordo delle nostre brevi chiacchierate e uscite mi è impresso nella mente. 

Sono la classica persona che non sbanda mai. Trovo veramente difficile come dire "flipparmi" con qualcuno. Ma quando succede è terribile. Non sono neanche più tanto una ragazzina. Sono uscita con tanti ragazzi ma nessuno mi ha mai dato quella sensazione. Mi sono fatta viaggi mentali. Assurde teorie sul perché non avesse voluto continuare. Semplicemente non gli interessava. Si sgretola il castello di carte. Tutto finisce. Eppure non riesco a farlo uscire dalla testa. Eppure mi ha rifiutato. Trattato anche abbastanza male. Ma niente. Cosa devo fare? Me lo sogno la notte e tanto lho sognato in questo tempo. Pensavo l'anno scorso di averlo dimenticato. Poi ho iniziato a controllarlo. E da lì il buio. È diventata un ossessione. Mi cambia l'umore. Ho cercato a staccarmi e per ora resisto. Ma devo trovare una soluzione. Suggerimenti? 

Mer

29

Mag

2019

Due pesi e due misure

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono una bella ragazza e mi rendo conto che, il più delle volte, ciò che spinge gli uomini ad intavolare un discorso con me èl'aspetto esteriore. Quello che mi fa infuriare è che, mentre a loro è consentito interessarsi a me solo perché sono piacevole da guardare, a me non è consentito respingere quelli per cui non provo attrazione (e non dico che siano brutti, semplicemente non piacciono a me) e vengo tacciata di superficialità.

"Se fossi bello non mi diresti di no, guardi solo all'aspetto". Alla fine mi sono ritrovata a rispondere malamente ad uno, dicendogli: "Fidati, ho provato a guardare oltre l'aspetto e ti assicuro che non c'è niente".

Che poi siamo sinceri: in una relazione è importante anche l'attrazione fisica, non solo quella mentale. Io tendo a non dare troppo importanza all'apparenza (i miei ex confermerebbero), ma almeno un pochino mi deve piacere la persona con cui sto, altrimenti che intimità potrei mai volere? Perché ragionare così è consentito solo a loro e non a me?!

Senza contare che il fatto di non saper accettare un rifiuto con un minimo di garbo definisce la persona meglio di mille parole.

Dom

14

Ott

2018

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Feb7Feb7 | Categoria: Lussuria

Mi ha preso in giro per tutta la serata. 

Ho deciso di non scrivergli mai più e trattarlo con il distacco che merita.... non ho neanche trent’anni e non mi considero così disperata da star dietro a uno così (leggi sfoghi precedenti se hai voglia di capire).

Per cosa poi?

sesso, tatto, gusto, vista, olfatto, udito?

potrei inventare anche il settimo senso, pensando a lui.

so anche che se fosse stato semplice, usuale, canonico, non mi avrebbe attratta.... ma così , no.

dopo tutto ciò che gli ho concesso: no. 

Gio

14

Dic

2017

La mia vita sentimentale in uno screen.

Sfogo di Avatar di FrangFrang | Categoria: Ira

http://i65.tinypic.com/15x8lsk.jpg

 

 ----

Antefatto:


Stavo preparando un esame e la vedo in biblioteca con lo stesso libro su cui stavo studiando io. Non la conoscevo, ma con la scusa dell'esame la approccio, e iniziamo a studiarlo insieme.

Il giorno dopo l'esame le mando questo messaggio (mentre eravamo già nel mezzo di una conversazione piacevole.)

Bloccato tipo subito.

Ven

15

Set

2017

Che palle esser sfigati

Sfogo di Avatar di RagZoRagZo | Categoria: Altro

Non sono uno che ha successo con le donne. Ma zero proprio. L'altro giorno, girando per un'applicazione di dating (sì, ho provato pure questo, tanto l'uno vale l'altro) trovo una che ha messo il suo contatto di Telegram. 
La contatto spiegandole dove avevo trovato il suo contatto, lei mi chiede anni e foto. Eseguo.  Unico commento "Però sei grassoccio" (ed è vero, sono una decina di kg in sovrappeso). 

Di che mi pento? Sono così abituato al rifiuto che ho iniziato a pensare che sia un mio errore il provarci in primo luogo, anziché mandarla a cagare mi sono scusato per averle fatto perder tempo. 

Sab

27

Mag

2017

Non sa perchè non vuole fare l'amore

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Stiamo insieme da un anno, e in questo anno sono sempre stato io che ho parlato ( NB: parlato! ) di fare l'amore o di sessualità, ovviamente con tutta la gentilezza del mondo, ricevendo sempre rifiuti.

Alchè, per capire il perchè di questi rifiuti, la sua unica risposta è "Non lo so", mai una risposta decisa.

Io la amo tantissimo e lei ricambia, ma per quanto riguardo l'aspetto intimo, è chiusa del tutto.

Che rabbia quando in un rapporto uno dei due partner è così chiuso!!! 

Tags: amore, rifiuto

Dom

20

Mar

2016

... Ahia ....

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho il cuore a pezzi
Sono cosi delusa che non riesco a piangere
L'amore è raro
Le certezze sono poche
La paura è tanta
Le persone possono essere davvero cattive
Combatto ogni giorno
Vivo col cuore
E sono me stessa
Senza più nessuna maschera
Ho paura
Ma devo farlo per me stessa
Devo andare avanti a testa alta
E sperare che vada meglio
Cercherò nel buio un filo di luce
E sarò aggrappata ad esso
Ho paura e sono triste
Vorrei credere in Dio e sapere che mi protegge
Ho il cuore a pezzi
Sto soffrendo
Basta ipocrisie
Basta finzioni
Sarò me stessa
Ma sono troppo triste

Lun

15

Feb

2016

Io rifiuto.

Sfogo di Avatar di CinereaCinerea | Categoria: Altro

Di recente mi ritrovo spesso a passeggiare la sera, per un motivo o per l'altro. Oggi, in particolare, verso le sei e mezza, stavo tornando a casa; testa per aria (al solito), sgranocchiando una mela caramellata (non le avevo mai assaggiate, sono strepitose), osservando distrattamente i fari delle auto nel loro viavai.

Mi ero persa nelle mie riflessioni, cercando di ricordare qualcosa del latino che ho studiato qualche anno fa. Un pensiero ha tirato l'altro, finchè il filo conduttore delle mie riflessioni s'è perso nel buio che avanzava.

Ad un certo punto sono stata investita da una raffica d'aria, la mente sgombra, e nel blu di questa sera, illuminata solo dai fari e dalle luci della città, mi sono sentita libera. 

E, un secondo dopo, ho realizzato che io sono libera. 

Non ho dipendenze: non fumo, non bevo, non mi drogo. Non ho il vizio del gioco (e ci mancherebbe, a 18 anni), non sono una ninfomane (idem).

Ho rifiutato ciò che mi limitava. Ho rifiutato di incatenare il mio spirito a qualsiasi cosa potesse ancorarlo inesorabilmente al suolo.

Io rifiuto i pregiudizi, e rifiuto di essere classificata in base a sesso ed età. Ho rifiutato (pur con parecchi dubbi) la religione, anche vedendo le contraddizioni della Chiesa (per quanto religione e Chiesa non siano assimilabili al 100%) - e la Chiesa mi ha rifiutata, perchè siamo tutti uguali, ma gay e bisessuali sono meno uguali degli altri; ho rifiutato di smettere di pensare e di lasciare che la televisione mi convincesse che c'è chi può pensare al posto mio; ho rifiutato di smettere di far polemica per difendere le mie opinioni, ho rifiutato di smettere di divorare libri, ho rifiutato di mettere a tacere la mia sete di nozioni, ho rifiutato di smettere di scrivere. Ho rifiutato di rinunciare a chi sono, ho rifiutato di farmi dire dalla società chi devo essere. Ho rifiutato di adeguarmi agli standard che hanno cercato di impormi. Ne ho pagato il prezzo, ma ne è valsa la pena. 

Scrivo tutto ciò perché voglio dire una cosa a chi legge questo sfogo, vorrei dirla a chiunque, ad ogni persona che incontro. Ma siccome non posso fermare la gente per strada, lo scrivo qui. O almeno ci provo. 

Vi prego, non fatevi intrappolare da chi gli altri si aspettano che voi siate. Vi prego, rinunciate a tutto, ma non alla vostra facoltà di pensare. Vi prego, siate liberi.  

Io ho solo l'età che ho, ma di questo sono sicura: la libertà è inestimabile.

E' una riflessione banale, ma non così scontata da non valer la pena d'essere fatta. Quindi ve lo chiedo con tutto il cuore. Siate liberi, siate voi stessi, non lasciatevi ancorare al suolo e dire chi dovete essere. Non legatevi a chi vi limita. Non legatevi nel senso letterale della parola. 

Ma naturalmente io non sono nessuno per dirvi che fare della vostra vita, chiunque voi siate. 

Vi auguro ogni bene. 

Tags: rifiuto

Gio

30

Apr

2015

Guarda chi c'è alla porta...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

E così sei tornato, proprio come avevo preventivato. Come se io fossi qui ancora ad aspettare te. Non mi ricordo nemmeno come fai di cognome!

Senti: vai a fare in culo! Io ho trovato di meglio. Ma farò finta di essere single solo per te, così ti gusterai il sapore del rifiuto che mi hai propinato mesi fa, senza addurre motivazioni plausibili. Che poi tanto rifiuto non era, dato che mi hai scritto di esserti pentito e mo sei qui ancora a chiedermi di uscire.

Ed io ti dirò che tra noi non c'è più niente lol :'D

Tags: rifiuto

Mar

30

Dic

2014

Rifiuto o oggettiva stanchezza?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sono un ragazzo giovane,25 anni, sono fidanzato da oltre 4 anni con una mia coetanea, e il sesso nella coppia è a periodi, nel senso che ci sono settimane da 3 volte a settimana e settimane da una volta...

E' la prima volta che scrivo, vi leggo spesso, e proprio leggendovi mi è venuta in mente una situazione che stiamo vivendo, anzi che sto vivendo...

Nel periodo dell'università, avevo e sapevo gestire meglio il tempo a disposizione, e il sesso non è mai e dico mai stato un problema.

Dopo però, da quando lavoro "full immersion" arrivo davvero cotto a certe serate. Per altro noi non abitiamo sotto lo stesso tetto, ognuno vive con i suoi...

Premetto che anche lei lavora, ed anche il suo lavoro non è certo una passeggiata. 

E quando ci vediamo, ovviamente la mia lei ha una voglia matta di me. Però mi sta capitando, e giuro che nonostante anche io abbia voglia di lei, a volte la stanchezza di una giornata pienissima, nonostante la mia giovane età mi faccia dire di no.

Ora... probabilmente secondo qualcuno di voi, a 25 anni non dovrei avere assolutamente problemi del genere... ho letto che però capita anche ad altri, e allora mi sembra che non sia così "anormale"... Anche noi uomini siamo esseri umani, anche noi abbiamo le nostre voglie, ma se passa avanti un giorno o 3 giorni, non fa di noi degli esseri "asessuali".

Anzi, vi racconterò una cosa... Un giorno dopo aver consumato, dopo una giornata di lavoro davvero stressante, mi sono sentito quasi di svenire! Completamente senza forze, le braccia molli, gli occhi che volevano chiudersi da soli, contro la mia volontà.

A lei, ripeto, nonostante il lavoro suo sia stressante, non capita quasi mai una cosa del genere.

Però credo sia una questione soggettiva dopotutto, c'è chi ha una sopportazione della stanchezza e chi altre, chi arrivata la mezzanotte è veramente KO e chi può tirare avanti ancora una mezz'oretta... 

Voi che ne pensate?  

Tags: rifiuto
Succ » 1 2