Tag: piacere

Ven

02

Ago

2019

Morsi nel sesso

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ieri sera sono stata a letto con un conoscente/scopamico parecchio più giovane di me con cui ero già stata una volta. Sesso travolgente, intesa perfetta, grande godimento anche perché lui fa una cosa che nessuno aveva mai fatto con me. Mi morde. Dappertutto. Labbra, capezzoli, pancia, natiche. E a me piace da impazzire. Oggi sono tutta indolenzita, credo mi abbia lasciato anche qualche livido. Possibile che io nasconda un'anima sadomaso e non me ne sono accorta fino ad ora?

Dom

06

Gen

2019

FAMMENE UN ALTRO, BARMAN...

Sfogo di Avatar di BrooklynBabyBrooklynBaby | Categoria: Gola

Io adoro bere, cazzo, lo adoro. Mi rende meno ansiosa, diminuisce quella che definisco "ansia sociale non clinica", mi cura e mi rende quella che vorrei essere, una ragazza simpatica ed estroversa. Quando sono su di giri divento la ragazza più bella e fantastica del mondo, e lo divento perché mi ci sento! Mi dimentico di tutto e di tutti e riesco anche a ballare in discoteca senza sentirmi un'imbranata totale! Mi dimentico delle brutte parole, mi dimentico dell'ansia e dei problemi. I brutti pensieri svaniscono e io divento un'altra, più leggera! Per questo non bevo mai troppo. Voglio ricordarmi come ci si sente a bere ma ad avere allo stesso tempo coscienza di sé. Per me, è come vivere un'altra vita! Essere una vera Brooklyn baby, come dice Lana Del Rey... Ultimamente ho letto un articolo in cui Lana parlava di come avesse anche lei una forma di alcolismo simile alla mia. E le sue parole mi hanno illuminato, cazzo. Era come se mi avesse fatto un quadro clinico! "In quel momento della mia vita bevevo tantissimo, avrei bevuto anche tutti i giorni, ed anche da sola. Pensavo fosse una cosa figa. [...] All'inizio pensi che andrà tutto bene, che è solo un lato oscuro della tua personalità, è anche eccitante." Leggendo questo, ho capito perché mi piacessero tanto le sue canzoni. è la voglia di controllare almeno una parte di sé, di potersi considerare esperti almeno di qualcosa, e i liquori sono la cosa più semplice. I miei parenti chiaramente non approverebbero mai, per loro il bere è da uomini duri, non da giovani donne. Invece il bere è per me una liberazione, è piacevole, mi scioglie la lingua e mi fa sentire inclusa nel mondo e nella società, anzi, mi fa sentire superiore. è semplicemente stupendo, odio guidare soprattutto perché mi impedisce di bere. Mi fa male bere? Ovvio!! Ma cosa esiste di VERAMENTE bello che a una certa non ti uccide? Non rispondete... non cambierò idea ;) *giggle*

Mer

17

Ott

2018

Non so.

Sfogo di Avatar di AnnieaouAnnieaou | Categoria: Lussuria

Dopo essermi presentata con lo sfogo precedente, passo alle cose serie. 

A giugno inizio a frequentare, in amicizia, un uomo che ha il doppio della mia età, mi aveva fermata per strada perché accomunati dalla passione per il medesimo sport. Mi propone di ricoprire il ruolo di mio allenatore personale. Accetto. Iniziamo a praticare sport insieme, mi trovo bene con lui, mi insegna molte cose, mi fa crescere tecnicamente, mi regala molti accessori sportivi, è paziente ed i miei genitori si fidano di lui. Sembrava tutto perfetto, fin quando inizia a contattarmi telefonicamente e per messaggi al di fuori del discorso sportivo e con una certa insistenza. Io che sono persona dalla comprovata probità, nella mia sciocca dabbenaggine, come un'imbecille ero quasi certa che il suo interessamento non celasse alcuna finalità collaterale inizialmente ed abilmente occultata. Mi fa capire di essere irrefrenabilmente attratto da me, di provare qualcosa per me, che potrebbe non riuscire più a reprimere i sue pulsioni in mia presenza. Lui è oggettivamente un bell'uomo, gentile e discreto, ma io non avverto che un sincero sentimento di amicizia nei suoi riguardi, e per quanto io sia in cerca da tempo di relazioni occasionali, non mi sento sufficientemente attratta.  Nei giorni che seguono mi chiede di baciarlo, mi nego, si offende, chiariamo, non si arrende, dice che non può arrendersi, ci riprova, io faccio un tentativo e mi concedo per una fuggevole sessione di palpate reciproche da lui gentilmente pretese, ma le sensazioni non sono positive, mi sento costretta, e la cosa mi infastidisce e quasi mi disgusta. Lui è fermamente convinto che io lo desideri e che abbia tratto non poco piacere da quelle effusioni, ma la brama ottunde l' intelletto e la sua antenna capta segnali inesistenti, sarà l'età. Si ripropone, ed io mi mostro fredda e distaccata, in più farmi toccare senza un minimo di eccitazione diventa una tortura. Per questioni personali non ci vediamo da un mese, io nel frattempo ho sperato che il suo ardore svigorisse, ma niente, mi ha già avvisata che recupereremo gli arretrati con gli interessi. Io non ho il coraggio di sbattergli barbaramente la verità in faccia perché so che distruggerei la nostra amicizia, e mi dispiacerebbe,  però mi sento uno schifo perché lo sto illudendo. Ammetto che un po' mi piace vederlo sbavare per me, vederlo smaniare dalla voglia di scoparmi, quasi svilirsi per un semplice contatto più intimo. Sono stronza, ma con moderazione, perciò vi chiedo il modo meno doloroso possibile per dargli la mazzata.

E comunque non ha mai beccato un congiuntivo, manco per sbaglio, e questo per me è più disdicevole di un micropene infestato dal gonococco. 

Mer

01

Ago

2018

mi voglio un sacco bene..

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Eccomi qui con un abitino nuovo e nuovi capelli lunghissimi, ondulati e profumati..che ero carina lo sapevo da sempre, perchè fin da bambina attiravo i maschietti e li facevo girare parecchio prima di ricambiare i loro approcci..Poi gli anni sono passati, sono ancora giovane , però avevo qualche dubbio sulle mie capacità seduttive . La colpa è del mio ragazzo che mi marca strettissimo, sempre con lui addosso e gli altri a distanza stanno ..per forza no?. 

Ho continue verifiche dapparte sua che gli piaccio, che lo eccito, che mi desidera e quando facciamo l'amore è pieno di calore e anche parla e mi dice quanto sono bella e bona.

Però come tante donne belle uno solo è poco, cioè vorrei avere una vasta platea di ammiratori per amarmi di più.

Ma ieri qualcosa di nuovo, cioè qualcosa che prima mi faceva inca**are ha invece cambiato le cose.

ma come ho fatto a non pensarci? Quasi tutte le volte che provo ad attraversare la strada, anche se lontana dalle strisce, anche se c'è un casino di traffico, appena accenno ad attraversare la strada le macchine guidate dai maschi si fermano, si bloccano immediatamente. tutti lì in coda ad aspettare che passo. Uno oggi ha perfino rischiato il tamponamento!   E io prima dicevo sono i soliti cafoni che vorrebbero rimorchiare,  me o un' altra per loro è uguale, ma adesso do un interpretazione diversa, perchè non c'è volgarità , non ci sono inviti a ..., o apprezzamenti sul fisico, c'è proprio una forma elegante di rispetto, un inchino di fronte alla bellezza di una donna sconosciuta che nemmeno potrai mai avvicinare..Ecco, fa piacere!!!!  mi fa capire che sono bella , ma non come una tr*ia, qualsiasi,bella e basta. e MI VOGLIO BENE, SONO piu serena. è PECCATO?

E adesso sotto ai maligni che diranno , bè ti fanno passare perchè sei zoppa, vecchia col bastone o altre scemenze..

Non è uno sfogo per vantarmi, è solo uno sfogo POSITIVO per compensare tutte le volte che ho rotto coi miei lamenti. Non sono iscritta eh, ma ho scritto diverse volte. 

Sab

14

Apr

2018

SarĂ² stata una stronza..ma non me ne pento.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

 

Sono una studentessa universitaria di 30 anni. Nell'estate del 2016 vengo contattata da un tizio su Facebook, cioè S., 34 anni, sposato con due figli ma intenzionato a separarsi (parole sue). Al suo messaggio rispondo gentile ma cercando di non dargli troppa corda, ma messaggio dopo messaggio la cosa va avanti..fino a che arriviamo a incontrarci (lui vive nella città in cui studio). Fisicamente era l'opposto del mio tipo di uomo, non mi piaceva e non mi é mai piaciuto, però ci trovavamo bene, ci piaceva parlare a lungo.. così inziamo a vederci sempre più spesso (ero single al tempo) e un pomeriggio tra una cosa e l'altra (vuoi anche la mia pregressa astinenza sessuale) finisco a fargli un p*mpin0..lì l'amara scoperta: lo aveva davvero piccolo e non gli riusciva a tirare granchè, nonostante lui dimostrasse un sacco di voglia. Da li è stata  un'escaletion: a me dispiaceva rifiutarlo perchè in fondo era una brava persona, anche se per me era solo un passatempo cosi. Provò qualche volta a penetrarmi ma giuro, era una tristezza: moscissimo e io non lo sentivo proprio. Mi diede una mano quando mi dovetti trasferire e mi ospitò temporaneamente nel suo mini-appartamento in affitto dove rimasi poco meno di 2 mesi.

E qui viene il bello..in quel periodo mi infatuai di D., 38 anni, sposato con un bambino e titolare di un negozio nei pressi della mia facoltà. Passavo di lì tutte le mattine, davanti al suo negozio e decisi di volerlo conoscere..cercai il negozio su Fb e gli scrissi con una scusa.Iniziammo a scriverci e l'interesse crebbe reciprocamente..a differenza di S., D.mi piaceva un casino: alto, barba e capelli stile hipster, occhi azzurri, sorriso sornione, malizioso..ero terribilmente attratta da lui e decisi che sarebbe stato mio, lo avrei sedotto in tutti i modi e me lo sarei fatto. Così lo invitai per vederci nell'appartamento di S. dove vivevo, quando lui era a lavoro: parlammo un po' sul divano di S. e a un certo punto scatta il bacio..passionale, voglioso, davvero eccitante. Solo che dopo, ci lasciammo prendere dalla passione e dalla voglia tanto che ne segui un p*mpin0 che fu indimenticabile e intensissimo..D. era incredulo ed estasiato, quasi in trance e lo fu ancora di più quando rimasi là tra le sue gambe fino alla fine, quando esplose in preda al piacere. Da quella volta ci vedemmo ancora svariate volte, era troppa la passione che ci univa..lui era completamente in balia di me, bastava una mia parola e lui era ai miei piedi, pronto a tutto. Circa 2 mesi dopo però lui mi confessò che si stava innamorando di me, stava pensando a come divorziare e diceva che sognava di sposarmi..Io lo vedevo legato a me, ma non essendo un'ingenua lo feci ritornare alla realtá..d'altronde il mio obiettivo lo avevo giá raggiunto: sedurlo e farmelo finchè mi andava. Quindi la cosa finì là e mi allontanai. Con S. finì ancora prima per un litigio riguardo l'affitto dell'appartamento, ma di lui non me ne è mai importato granchè. Morale della favola: nessuno di loro due si è poi separato o ha divorziato, e io ho continuato felicemente la mia vita. Donne non illudetevi mai con gli uomimi già impegnati, un consiglio dpassionato: divertitevi, magari fateveli, ma in primo piano mettete sempre la vostra vita, NON appoggiatevi mai agi uomini, quelli giá impegnsti in primis.

 

Ci tengo a dirvi una cosa: finchè si è coscienti di ció che si fa e che si vuole, non privatevi di nulla...la vita passa in fretta e si fa presto ad accumulare rimpianti che di tanto in tanto vi corroderanno la testa: qualsiasi cosa, se non vi lascia qualcosa di buono di sicuro vi farà imparare una lezione da aggiungere alle vostre esperienze. Io non mi sento affatto in colpa per essermi fatta due uomini sposati, è stata una mia scelta, ma sempre con la testa, senza mai innamorarmi o rincorrere storie impossibili e intricate..ma il potere di sedurre gli uomini che desideravo e riuscire a farmeli, ancora oggi ripensandoci,credetemi, è appagante ed esaltante in una maniera incredibile..prima di scrivere commenti medievali in stile "Santa Inquisizione" ricordatevi...santi sulla terra non ce ne sono...Godetevela, dunque..che la vita è una sola.

Ven

10

Nov

2017

Mi piacciono sempre persone che non conosco

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi piacciono sempre persone che non conosco, ma che mi attraggono per il loro aspetto (alcuni non sono nemmeno belli, ma mi attraggono per la loro particolarità) e per i loro atteggiamenti. So che il mio è un comportamento superficiale e anche infantile, ma secondo voi da cosa può essere scaturito? Mi succede anche che mi fisso di queste persone per anni interi. Infatti adesso è da un quasi un anno che "mi piace" un ragazzo che non conosco. Questo mio atteggiamento purtroppo dura da un bel po' di anni e io ne sono davvero stanca. So che magari verrà facile a dire le opzioni sono due "o lo dimentichi oppure ci parli", ma mi sento impossibilitata a fare queste due cose. Per la prima mi viene difficile in quanto molto spesso la persona che "mi piace", frequenta la mia stessa lezione e quindi la vedo praticamente sempre. La seconda, sono molto riservata e paranoica, e non riesco proprio a parlare con qualcuno che mi piace, andrei in tilt e mi farei troppe paranoie. Spero che qualcuno sia stato nella mia situazione e sappia darmi un consiglio su come darci un taglio a sta cosa perché la cosa sta diventando imbarazzante per me in quanto non sono una adolescente, ma mi comporto da tale facendo così. E poi perché molto spesso con questo mio atteggiamento mi ritrivo a non avere il coraggio nemmeno di guardarli in faccia oppure di cambiare strada appena li incrocio e così è peggio, perché essendo sciva non riuscirò mai a conoscerli e mai a capire se mi piacciono realmente oppure no

Dom

29

Ott

2017

QUASI QUASI MI SFOGO ANCH'IO!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Il sesso non mi piace più come prima ormai da circa un anno! Quando ero più "giovane" mi emozionavo mille volte di più ed era tutto più intenso, anche se non ho mai vissuto un sesso capace di farmi sognare o degno di memoria. Ora sto con lo stesso ragazzo da 2 anni e mezzo e il problema non è lui secondo me, sono io che non mi sento coinvolta, e anche nelle mie storie precedenti ho avuto lo stesso problema, dopo un tot di mesi mi stancavo, mi sembra sempre la solita minestra! Io ci provo a movimentare un po' la situazione e lui pure, è pure ben dotato o comunque normodotato, ma non sento quasi niente!!! Mi tocca e non c'è brivido, il poco che sento è solo una questione meccanica! Arrivo addirittura a non capire cosa la gente ci trovi nel sesso di tanto coinvolgente, a me sembra gradevole ma nulla di più, niente di travolgente da una vita ormai. Né ho la stessa voglia di prima, né sento più la mancanza nei giorni in cui non lo faccio. E quando lo vedo faccio finta di niente, lo facciamo pure molto e cerco di lasciarmi andare, ma spesso mi sento solo finta, bloccata in un punto fermo e so già che non ci saranno scintille, so già che anche quando vengo (non capita sempre, la metà delle volte piu o meno) non mi sembra nulla di così bello, solo qualche secondo piacevole ma niente di irrinunciabile. E' un problema nella mia testa? Qualcuno di voi c'è mai passato? Non credo sia un problema fisico perché da sola ho orgasmi forti e mi dispero perché vorrei sentirmi così con lui, che come persona mi piace un casino! Vorrei anch'io incontrarlo con la voglia di farlo, vorrei eccitarmi mentre mi tocca, vorrei sentire la mia voglia crescere, vorrei un piacere crescente, invece sento pochissimo per quasi tutta la durata e solo alla fine (sempre se ci arrivo) un buum finale migliore ma non forte come potrebbe essere. Mi rivolgo anche alle donne...a voi è mai capitata una situazione del genere? Potrebbe significare che non sono innamorata come credo? Datemi dei pareri e consigli, io cerco di non pensarci ma in fondo è un problema pesante, io ho perso il piacere e non ho neppure fantasie che desidero da attuare con lui per sbloccare la situazione.

Tags: sesso, piacere

Mer

20

Set

2017

Piaccio, ma...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono un ragazzo di 30 anni che non ha mai avuto problemi con le ragazze, nel senso che ho avuto abbastanza storie molte delle quali serie con ragazze di diverso genere e tipo. NESSUNA di esse ha dato importanza o peso ad un mio difetto che ora illustro: in pratica da piccolo misi un apparecchio vecchio stile che al posto di mettermi a posto, mi ha fatto accavallare un dente dell'arcata inferiore sugli altri. Quindi ho la bocca in pratica perfetta, ma sto cavolo di dente sotto fuori. Sto cercando ora di provare il metodo Invisalign che fa miracoli, ma costa come un rene e per ora non posso permettermelo. Il problema è che forse dovrò uscire con un'altra ragazza e ho paura che appena mi vede scappi via di corsa! (Per carità la paura l'ho sempre avuta, ma alla fine a quanto ho visto era molto infondata). Tengo a precisare che ho un carattere molto sicuro, ma allo stesso tempo molto dolce e che fisicamente comunque non faccio schifo, ma non sono nemmeno un modello ecco! Nulla questo è il mio sfogo personale!

Ven

12

Ago

2016

Il pensiero e la carne

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sono cattolico e condivido in buona parte la morale sessuale della Chiesa. Ciò non significa che io predichi un "puritanesimo sessuale" (ognuno agisca secondo coscienza), semplicemente non appoggio comportamenti eccessivamente libertini.

Non sto a snocciolare le motivazioni, pur numerose, perché puttana la pupazza quando per strada vedo passare quei maschietti in pantaloncini e magliettina, - gambe pelosette, fisico naturale, culo danzante - l'unica cosa a cui riesco a pensare è quanto li farei godere se mi capitassero sotto mano!

Ogni volta che vado al supermercato poi trovo un commesso alto, biondo, occhi chiari, muscoloso (e che culo ragazzi, quel culo è il sesso), che mi fa ribollire il sangue al membro, lo metterei a pecora lì dov'è! Hai voglia a farlo mugolare!

Per non parlare del fratello di un'amica con cui giravo l'estate scorsa: una faccia da porco totale, ghigno maliziosetto, con quello ci si fa di tutto, nessun limite purché lo si faccia godere. A casa sua, mentre attendevo che lei finisse di prepararsi, mi intrattenevo avidamente con il manzo in questione, la cui tenuta casalinga consisteva in pantaloncini da corsa e canottiera. Cosa non ci farei con quel corpo!

E gli amici? Giravo con un paio di ragazzi a cui lo avrei messo in ogni orifizio, che orge! Uno di questi mi ispirava il pompino in modo assurdo, con le sue cosce muscolose, il pelo pubico ben rasato che sale filo all'ombelico  e lo stampo del suo pacco sempre visibile dai pantaloni! Gli avrei fatto provare il suo primo vero pompino!

Rimane tutto nell'impulso del momento: per ora il pensiero ha sempre avuto la meglio. Ma si sa, la carne è debole, e non so quanto ancora potrà sostenere questo comportamento e-retto! 

 

 

Lun

09

Mag

2016

Ma percheeeee!!!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Avete notato che molte cose che portano estremo piacere fanno male e ti creano dipendenza? Ma perche! Non è giusto!!! Uff, la vita! 

Succ » 1 2