Tag: tradimento

Gio

01

Giu

2017

perchè tradite?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao! Mi spiegate se tradite, il perchè, e cosa vi porta a farlo?

Nel senso, tradite "con ogni figone/a" che vedete? Avreste voglia di tradire con il/la figone/a di turno eppure rimanete fedeli?

O tradite solo se avete problemi nella coppia, per noia...?

Grazie! 

 

Ven

26

Mag

2017

Dubbio

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sono un uomo sposato a cui piace guardare e fantasticare molto su altre belle donne che non siano mia moglie. A mia moglie quando sto e sempre andato bene e anzi, anche quando eravamo fidanzati, mi ha sempre detto che non ha problemi se ho rapporti con altre donne ma é sufficiente che non le metto incinta o che queste creino problemi a casa. In passato prima di incontrarla non ero mai stato fedele e ho avuto molte frequentazioni.

ORa anche se lei mi ha sempre ripetuto queste parole, da quando l'ho conosciuta,  non sono mai stato con un'altra e sono sempre stato fedele. Eppure le sue parole mi sono sempre girate in testa e nell'ultimo periodo mi sento insoddisfatto nel sesso con lei e spesso mi ritrovo oggetto di moine da altre donne con cui potrei avere un'avventura.

Sto valutando seriamente di andare con altre donne. Il mio dubbio non é se lei accetti la cosa, perché conoscendola so che le sue parole sono sempre state oneste, ma se io posso accettarla e continuare a vedere il "noi" allo stesso modo di come lo vedevo prima.

Gio

25

Mag

2017

La tentazione è forte...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Uomo, 32 anni, in una relazione stabile da svariati anni e prossimi alla convivenza.

Tempo fa... circa un paio di anni, apre un negozio vicino a dove lavoro, non affianco ma poco ci manca. Quotidianamente, dopo aver parcheggiato l'auto, passo davanti al negozio ed incrocio lo sguardo della commessa. Non nascondo che mi piace, e spesso cerco il suo sguardo, anche solo per un saluto cordiale. Col tempo capita di incontrarsi nei dintorni, per salire rispettivamente in auto ad esempio. Il classico "la conosco di vista" e ogni volta saluto per educazione. Lei ricambia. Poi un giorno le chiedo come si chiama, insomma ci salutiamo sempre ma non sappiamo nemmeno i nostri nomi. Lei sembra accogliere piacevolmente la mia iniziativa ed oltre a presentarsi segue un breve scambio di battute davanti alle auto.

Dopo qualche giorno mi ferma chiedendomi se avessi piacere di fare due chiacchiere con calma qualche volta. Io le dico di si in prima battuta.

La chiacchierata la facciamo la sera stessa, incontrandosi di nuovo uscendo da lavoro: le dico che sono fidanzato e che nonostante sia lusingato dal suo evidente interesse (che ci sarebbe anche da parte mia e glielo dico) non sono tipo da corna. Lei mi dice che aveva questo dubbio, in quanto percepiva interesse ma non realizzava la mia titubanza nel farmi avanti ed è "contenta" della mia onestà, perchè ha avuto esperienze in cui ha scoperto solo dopo la stessa situazione e si è infuriata. Aggiunge infatti di non volere storie con uomini accompagnati, non è il tipo, pertanto, con un po' di rammarico nel cuore (credo di entrambi) ma fermi nelle nostre scelte, ci salutiamo come sempre, fino al prossimo "incrocio".

Questo è quanto, niente più e niente meno. Il fatto è che non è la prima volta che ricevo avances o chiari segnali di interessamento da qualche ragazza, ed ho sempre declinato, innamorato e rispettoso della mia compagna. Stavolta però è stata più dura del solito ecco... anzi, si può dire che lei è stata la più difficile a cui dire no. Sebbene, anche in caso di una mia "apertura", avrei trovato una sua "chiusura", almeno in base a quanto mi ha detto. Nei giorni scorsi ci ho rimuginato, l'ho persino sognata e nel sogno, non tutto era pudico... 

La rivedo spesso, quotidianamente, istanti fugaci, ma sento che è sempre dura, consapevole delle attenzioni manifestate da una ragazza carina che piace anche a me.

Lo so, forse per la maggior parte delle persone che scrivono qui sono stato un coglione. Io invece, che non mi pento della scelta fatta sia chiaro, spero solo che col tempo questa sensazione di disagio vada a scomparire.

Dom

30

Apr

2017

Prima o poi ci vado a letto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Tradimento? Io mai, l'ho amato sin dal primo giorno che l'ho visto e l'ho aspettato per 5 anni, quando lui amava un'altra donna. Adesso siamo insieme da sette. Abbiamo deciso di andare a vivere insieme, e finalmente di sposarci. Lo dovremmo fare il prossimo anno. E vissero per sempre felici e contenti, direste voi. E Invece no.

Lui mi tocca a dir tanto una volta ogni 3 settimane e vi assicuro che sono una ragazza affascinante e ho molti corteggiatori. Al contrario lui è sovrappeso e poco desiderato da altre donne. Ma non mi è mai importato. Non ho mai guardato nessuno prima, mandavo giù il rospo e pensavo che fosse un suo modo (strano) di vivere la sessualità. Lo amo enormemente anche con i suoi chili di troppo, anche senza una particolare grazia in viso. E' sempre stata la sua testa ad attrarmi. Inizio a pensare però che l'amore non basti più. Quando andiamo a letto insieme (nelle rare volte che capita) lui è immobile, non particolarmente concentrato su ciò che sta accadendo e poco coinvolto. Ho avuto molte storie prima di stare con lui e mi posso definire una persona molto passionale, piena di energia. Qualche volta mi sembra di dormire con una "balena spiaggiata". Passatemi il termine, ma sono disperata: lo amo, e lo desidererei, ma non sentendomi desiderata ora lo vedo con occhi diversi.

Tanto più che è arrivato il nuovo collega. Intelligente, bello, latino...da anni in una relazione molto lunga come me. Ci siamo guardati con desiderio fin dal primo giorno. Sguardi bollenti, battutine...giochi. Fino al fatidico bacio. Ho provato delle emozioni che non sono in grado di descrivere. Le sue mani andavano da tutte le parti, la sua bocca mi desiderava sul serio e diceva delle parole che non mi ero mai sentita rivolgere. Mi è sembrato di rinascere dopo anni di prigionia. E' scattato subito il senso di colpa, così quando mi ha chiesto di seguirlo a casa ho rifiutato, anche se avrei dato qualsiasi cosa per farmi prendere una volta nella vita da un vero uomo. 

Ora lo vedo tutti i giorni al lavoro e capita qualche volta che mi metta con le spalle al muro e io....mi farei fare qualsiasi cosa. Spero di non cadere tanto in basso, ma seriamente...non ce la faccio più a sentirmi così poco donna. Ho solo 26 anni, diamine! Mi sembra di averne 60 e di convivere con un pensionato di cui mi prendo cura, a cui pulisco la casa e che, diciamocela tutta, non mi desidera come meriterei sul serio.

Cosa devo fare? Vorrei tanto ritornare ad essere la brava ragazza che faceva della sua abnegazione una virtù. Ma ora non resisto più: passo le mie giornate a pensare alle mani dell'altro e a quel bacio meraviglioso che mi ha fatto sentire ancora una volta donna. 

Lun

24

Apr

2017

come funziona la mente?

Sfogo di Avatar di LegolasLegolas | Categoria: Lussuria

Mi direte che devo parlarne con uno psicologo, lo so.

Sono mesi che tradisco il mio ragazzo con un uomo di cui di me non gliene importa niente, gli basta vedermi una volta due al mese , svuotarsi e chi si è visto si è visto. Io invece non ne potrei fare a meno,e mi incazzo con me stessa perché non è possibile che mi possa piacere questa situazione. Quando con le poche persone che mi confido mi chiedono se sono innamorata rispondo di no, perché se dovessi vivere questa persona nel quotidiano mi spaventerebbe e forse non avrei nemmeno più questa voglia che ho di andare a letto con. Lui. Mi rabbrividisce pensare a poter pensare di fare una passeggiata con lui mano per la mano o qualsiasi momento affettuoso insieme come fa una normale coppia. Non capisco sinceramente la mia testa, anche perché da una parte mi fa incazzare che non ha riguardo per me quando mi da buca , a volte vorrei fosse carino e poi se ci penso bene è proprio la via che mi spaventa.

È masochismo puro questo.

Il fatto è che non riesco a farne a meno e non so quando smetterò di vedere questa persona è soffrire come un cane da mesi. Sento che mi sto distruggendo ma sono come sottoneffetto di droga perché è l unica persona che mi smuove gli ormoni. Non so più cosa pensare.

Dom

23

Apr

2017

AIUTATEMI a capire e a decidere!!!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti
Ho 22 anni e sto con una ragazza di 19 anni da ormai 10 mesi.
Abbiamo iniziato a parlarci e uscire  (baciare o quasi per stare insieme) dal 18 giugno 2016. Poi lei va in vacanza al mare  con le sue due cugine più grandi per una settimana.
E li esce con uno che è piaciuto e aveva anche una cotta per lui.
Erano da soli che le due cugine li ha lasciati da soli, e così via con la macchina sono andati lontani dal hotel sulla spiaggia. Devo dire che lei era ubriaca e anche vergine a quel momento li. Poi lei mi ha detto che lui l'ha praticamente violentata, perché lei diceva che non voleva e ha detto sempre di no. Ma io non so a cosa credere e non so neanche a cosa pensare. Mi sento male, ma questa cosa me l'ha detta soltanto ieri, dopo 10 mesi.. aiutatemi e fatemi capire. Grazie mille in anticipo.

Ven

21

Apr

2017

Io sposata, lui fidanzato

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ho gia' scritto su questo forum una volta, disperata perche' non riuscivo a dimenticare il tradimento di mio marito, avvenuto appena agli inizi della nostra storia ma scoperto 4 anni dopo. Non sono mai riuscita a perdonarlo. Bene. Sono un'ipocrita del cavolo.

Ora siamo sposati da quasi 3 anni. Io non ho mai tradito, ne ho sempre fatto una questione di rispetto, e in genere ho problemi proprio a tollerare traditori di vario genere. Piuttosto che tradire, lascia la persona con cui stia e vai a divertirti. Ma io non lo sto facendo. Un mese fa circa ho rivisto questo ragazzo. Beh ormai uomo. L'avevo conosciuto 4 anni fa, a una conferenza, dove io ero con una collega e lui con la sua ragazza. Quest'anno, stessa conferenza, eravamo entrambi da soli.  Mi sono sciolta al primo sguardo ma pensavo di essere solo io. Abbiamo passato ogni sera insieme, anche con altre persone a inizio serata, a parlare daventi al fuoco. Parlavamo di tutto, anche dei rispettivi compagni, di lavoro, do cosa vorremmo nella vita. Sempre solo parlato, nemmeno un abbraccio per salutarci perche' la prima sera quando io lo avevo abbracciato prima di andare via lui si era irrigidito e credevo di avergli dato fastidio. Dopo quel contatto, non mi sono piu' avvicinata. Ma stavamo cosi' bene, ci cercavamo a vicenda. Io durante tutti i talk fantasticavo su di lui. Ma pensavo fossero solo fantasie, magari anche dovute al fato che mio marito non mi tocca piu'. Se e' tanto facciamo sesso 3 volte l'anno. E non mi e' nemmeno mai piaciuto con lui, non mi soddisfa, ma quando ho provato a parlarne c'e' rimasto male, mi ha fatto sentire in colpa e cosi' ho ripreso a fingere. Tanto succede comunque di rado. Insomma, a volte mi ritrovo a fantasticare, pensavo non fosse poi cosi' terribile. Anche se di solito le mie fantasie non erano mai su una persona fissa e reale. L'ultima sera alla conferenza ci ritroviamo da soli. Avevo bevuto troppo, perche' lo avevo visto parlare con un'altra durante tutta la sera, ero gelosa, e volevo smetterla di pensarci. Sbagliato tattica in pieno. Davanti al caminetto, gli ho sporto una mano solo per fargli sentire quanto fredda era, e lui dopo averla presa si e' messo ad accarezzarla. Il mio cuore e' impazzito. Ci siamo trasferiti in camera sua, dove in realta' non e' successo molto. Baci e carezze, ci abbiamo anche provato a continuare ma lui era nervoso perche' nessuno dei due era preparato a quella situazione (ovvero niente precauzioni). Ha detto che per lui era la prima volta. ho detto anche per me. Dopo i vari tentativi non proprio andati bene, decisiamo che e' meglio se torno in camera mia. Non so nemmeno perche', ero felice, camminavo sulle nuvole. Non mi sono sentita in colpa per mio marito. Mi giustificavo dicendo che lui mi aveva gia' tradito. Ma la verita' e' che io non lo amo piu' in quel modo da tanto tempo. Gia' quando l'ho sposato sapevo che non sarei stata felice, ma ho fatto quello che mi ero messa in testa da programma, quello che tutti si aspettavano. Ho detto di si. Stupida. Ipocrita e pure stronza. Non ho pensato a mio marito nemmeno per un secondo mentre ero con lui. Il giorno dopo sono stata con lui e altri suoi colleghi. Ci siamo comportati come se nulla fosse successo, anche se per me era strano. E nel pomeriggio ci siamo salutati. Lui vive in un altro continente! Non c'e' solo la distanza, ma anche il fuso orario. Non credevo lo avrei piu' sentito, ma nei giorni seguenti stavo impazzendo. L'ho aggiunto su facebook. Ha accettato subito e ha iniziato a scrivermi che stava per aggiungermi lui. Poi siamo passati a whatsapp. Ci siamo anche sentiti una volta su skype. Lui da dopo la conferenza non vive piu' con la sua ragazza, perche' lei ha un lavoro fisso e lui ha trovato un nuovo lavoro in un altro Stato. Ci scriviamo tutti i giorni, quando io mi sveglio lui va a dormire o quasi. Spesso ci scriviamo solo una serie di buongiorno o buonanotte. 

Solo una volta ho avuto del buonsenso, dopo la telefonata, e gli ho chiesto di lasciarmi stare per un po'. Mi sentivo in colpa. Provavo qualcosa che non pensavo avrei piu' provato. Lui mi ha chiesto se quello che provavo era qualcosa di positivo o negativo. tipo senso di colpa o amore. Gli ho detto quale sarebbe stata meglio, secondo lui, e ha risposto la prima. Al che ho ammesso che forse per quello non lo volevo dire. Lui ha chiesto se quindi da qualcosa di negativo poteva nascere qualcosa di positivo, e gli ho risposto che considerando il fatto che io avevo un marito e lui una ragazza, qualsiasi cosa fosse non poteva essere definito positivo. Mi ha dato ragione e ha detto che capiva, non voleva farmi soffrire e accettava la mia decisione di non cercarmi per un po'. Abbiamo retto un giorno senza sentirci. Da quella volta non ci ho piu' riprovato. Quando non lo sento mi veogno gli attacchi di ansia, guardo ossessivamente il cellulare, non mi concentro sul lavoro.

In tutto cio', mi sento una persona di m...a. Mi sono confidata solo con una persona, mia madre. Perche' aveva capito che non stavo bene. E io non riuscivo piu' a non parlare con nessuno. Giustamente, lei mi ha fatto notare che il lui di turno non deve essere un problema principale, che prima devo concentrarmi sulla storia con mio marito e capire cosa fare. Io gli voglio un bene dell'anima, ma lo vedo cone un fratello minore. Anche se e' piu' grande. Ma e' totalmente dipendente da me, e io sono stufa di averlo a carico. Pero' l'ho trascinato per mezzo mondo, per seguirmi col mio lavoro, e sono stata io a cambiarlo. E sono stata io a fargli pesare quel tradimento come un inferno... E ora, cosa mi meriterei io? Sono un mostro. E sono anche peggio perche' in realta' so che questa e' la cosa giusta da fare, lasciare mio marito, gli devo almeno questo, senza farlo sentire umiliato o ferito piu' del necessario. Ma non mi interessa. Non mi interessa nulla che non sia lui. Nella mia testa, una piccola vocina mi dice che nelle favole sarebbe possibile. Che anche lui e' preso da me come io lo sono da lui. Che se riesco a mollare mio marito poi lui lascera' la sua ragazza e potremo stare insieme. E non voglio senire ragioni quando mia madre mi dice che non accadra' mai, che lui non lascera' mai la ragazza, che se era in crisi lo avrebbe gia' fatto, e che io sono solo un cagnolino scodinzolante che pompa il suo ego.

Quindi, sfogo a parte, si accettano tutti i commenti piu' cattivi, onesti e spietati possibili, nella speranza che mi ritorni un po' di sale in zucca e riesca a concentrarmi sulla cosa giusta da fare, lasciando da parte dei sogni impossibili. Spero che sentire piu' di un'opinione, oltre a quella di mia madre, possa aiutarmi a ragionare.

Mer

19

Apr

2017

LUI È FIDANZATO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho conosciuto questo ragazzo ad una serata, si avvicina, parliamo e mi aggiunge su fb. Fin da subito mi è sembrato un ragazzo loquace e simpatico. 

Il giorno dopo mi contatta e iniziamo a sentirci per circa 5 giorni, mi chiede di uscire e accetto molto volentieri perché inizio ad essere veramente interessata, mi fa sentire bene e abbiamo parecchie cose in comune.

Siamo usciti di pomeriggio, una cosa molto tranquilla. Parliamo per ben 3 ore e devo ammettere che sono volate. Ci lasciamo promettendoci di rivederci il più presto possibile perché siamo stati entrambi bene insieme. Lui incarna esattamente cosa cerco in un ragazzo, abbiamo interessi in comune e mi fa sentire molto bene.

Il week-end scorso non mi risponde più e vengo a scoprire su fb che è a barcellona con una ragazza. All'inizio pensavo fosse semplicemente un'amica ma poi indagando un pochino scopro che è la fidanzata. CIOÈ LA FIDANZATA, capite? 

Non so cosa fare, mi sento un attimo destabilizzata e un pochino presa in giro. Aiuto.  

Ven

14

Apr

2017

Lui egoista, io stupida a cascarci..

Sfogo di Avatar di LegolasLegolas | Categoria: Lussuria

Ciao a tutti, non so dove iniziare.. Sono fidanzata e convivo da quasi 6 anni col mio ragazzo, è dolcissimo , sempre pronto ad aiutarmi, a rendermi felice.. abbiamo cambiato casa da poco, è sia mia che sua.. Quest estate ero cosi contenta di averla acquistata !

Fin qui uno dice tutto bene..no?

 No. Nella mia mente malata devo avere qualcosa di disfunzionale.

 Sento di voler bene al mio ragazzo ma non di esserne innamorata, perchè sessualmente non mi ci trovo, anzi evito molte volte il contatto fisico e quando siamo nel letto e capiso che ha voglia vorrei essere ovunque tranne che li.

Gliene ho parlato di questo mio problema ma poi sia da parte mia (mi prendo le colpe in pieno per prima) , sia da parte sua non ci abbiamo lavorato e abbiamo lasciato perdere.

 il problema è anche un altro. In questi anni non ho smesso mai di sentirmi con un altro, anche se nei 5 anni precedenti lo sentivo a dir tanto due volte l anno per pochissimo tempo (parlo di settimane) perchè mi sentivo in colpa anche solo a parlare con lui  perchè mi ha sempre e da sempre fatto uno strano effetto, quindi dopo un po' impazzivo e gli dicevo di non contattarmi più , che non dovevamo più sentirci perchè io avevo il ragazzo etc etc.. Ho fatto anni a bloccarlo e sbloccarlo in continuazione..

Fino a che a fine di quest estate succede di nuovo che mi ricontatta.. però stavolta da parte mia era diverso, non so cosa mi sia scattato ma dopo una sua frase (poi non mantenuta) ho perso la testa del tutto.

L ho rivisto a fine settembre, e da li è incominciato il mio personale inferno.

Perchè mentre mi baciava sentivo delle emozioni che non provavo da tempo, e dato che con il mio ragazzo non avevo piu voglia di avere rapporti pensavo di avere io qualcosa a livello fisico e avere delle reazioni cosi forti solo a ricevere un bacio mi sconvolse il cervello.

Da quella sera lo vedo due volte al mese, come dei ladri e con pochissimo tempo perchè lui è sposato e di me non vuole saperne niente. Vuole solo sesso. E' una persona estremamente egoista perchè molto spesso soffro il fatto che mi dia buca e io perdo ore intere fuori prima di vederlo invece io sono solo il suo tragitto da lavoro a casa..Ho tentato di chiudere piu e piu volte, l ultima volta una settimana fa gli ho chiesto di lasciarmi stare lui dato che io non ci riesco, ma lui non sente.

E io mi concedo ogni volta come una cretina perchè a me piace lui. O forse perchè non posso averlo. Non posso voler bene ad una persona nel genere nel quotidiano.

 

Non so come liberarmi da questa situazione. Mi sento in trappola con lui, mi sento in trappola a casa.

Il mio ragazzo meriterebbe di vivere la vita con una persona che gli vuole bene, un bene autentico. Lui non se ne accorge di niente, delle mie palle che invento per star fuori un ora, si fida tantissimo di me. E piu che in colpa per quello che sto facendo, cioè tradendolo, mi sento in colpa perchè lui si fida di me.

 

Sono una debole.

Sono una stronza.

Non so come uscirne, aiutatemi 

Mer

12

Apr

2017

Non ce la faccio più.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono fidanzata da due anni e mezzo ma non faccio altro che "tradire" il mio ragazzo uscendo con altri.Io non lo amo ma non lo ladcio per non farlo soffrire quindi quando sono con lui fingo di essere felice anche se non lo sono.Adesso sto cercando di dimenticare un ragazzo che mi piace davvero tanto anche se per lui credo di essere stata aoltanto una scopata.La mia vita fa schifo perché quindi non dovrei togliermela?che senso ha vivere cosi?Sto pensando seriamente al suicidio se avessi coraggio probabilmente ora non sarei qui

 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti