Tag: paura

Mar

02

Ago

2016

Paura di parlare con le ragazze

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non capisco proprio che problema ho, non ho paura di fare cose estreme, faccio downhill, motocross, ho provato bunjee jumping, mi tuffo in acqua da 20 metri di altezza ma quando si tratta di parlare con le ragazze mi blocco, divento serio e perdo tutta la mia spigliatezza, non ci so fare proprio un cazzo. Infatti non ho amiche donne, ma solo remote conoscenti con cui avrò parlato si e no una o due volte, amiche di amici ecc...

Purtroppo è una paura tanto stupida e insensata quanto vera, vorrei solo essere me stesso ma proprio non ci riesco.

Badate non sono un brutto ragazzo, ho un bel fisico, un bel viso, me la cavicchio.

Eppure non riesco a instaurare rapporti sociali di alcun genere con l'altro sesso, ed ecco perchè non ho amiche, ecco perche non becco mai, ed ecco perchè vado a prostitute.

Sono appena tornato da una vacanza in grecia e non sono riuscito ad andare con nessuna nemmeno li, penso di aver vinto un primato

 Evviva!!!

 

Mar

26

Lug

2016

Una paura che impedisce di vivere

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono una ragazza di 25 anni e ho sempre più paura della morte, non solo della mia ma ho soprattutto terrore che possa accadere qualcosa a mio figlio, soprattutto quando crescerà e prenderà la sua strada. Vedo così tanti giovani morire ultimamente, così tante vite che si spezzano ingiustamente che ho terrore che possa capitare anche a me o a noi... Non che io sia felice di stare in questo posto così cattivo che è il mondo, ma in fondo la vita è bella, è bello l'amore per la famiglia, per i figli, per il prossimo quando è incondizionato... Vorrei fare ancora tanto. Ho paura persino ad uscire, ho paura che finisca tutto senza rendermene conto, ma preferisco che accada a me che ai miei cari. Ovviamente il mio essere agnostica e non sapere a cosa credere non aiuta, e credo appunto che la religione serva solamente come appoggio per farci accettare questo brutto distacco che è la morte, quando invece dovremmo solamente accettarla in quanto parte della vita. Ma io... Non ci riesco. 

Tags: vita, morte, paura

Gio

21

Lug

2016

Il mondo gira alla rovescia!

Sfogo di Avatar di Disagio CreativoDisagio Creativo | Categoria: Accidia

Mi sento sola e sempre incazzata.
Sono sempre stata una ragazza solare, magari un pò insicura, esibizionista, senza autostima, sensibile ai problemi degli altri e molto altruista. Sono un controsenso ma in fondo sono umana anche io, Ecchecacchio!
Da un anno a questa parte, però, dopo aver lasciato il mio ex storico è cambiato tutto. La mia compagnia di amici mi ha lasciata a piedi facendomi cadere in uno stato di confusione e declinamento dei valori sull'amicizia. anche la mia migliore amica, la quale ho sempre sopportato le sue lamentele di poco conto ma che ho sempre ammirato per il suo carattere forte, il suo essere acida e il suo menefreghismo nell'essere se stessa anche se poteva essere ritenuta una bambina capricciosa (Tante urla ma niente arrosto insomma!) , ha discusso con me proprio nel periodo dove avevo più bisogno di lei per i traumi della rottura ancora freschi con l'ex. Ho accettato di far entrare nella mia vita una persona molto invadente, pretenziosa e presuntuosa di merda pur di non sentirmi sola. D'altronde questa mi faceva sentire ancora più insicura, invidiosa di tutti e dovevo portarla (perchè addirittura dovevo prendere la macchina sempre io nonostante fosse ricca da far schifo) in locali fighetti pieno di gente con la puzza sotto il naso che mi faceva sentire ancora più inadeguata! Sono arrivata a non fidarmi più di nessuno perchè la paura di prenderla nel culo era dietro ogni angolo, secondo i miei pensieri contorti. Fattostà che fattastò! giusto l'altro ieri sono riuscita a mandarla a 'FANCULO sputandole addosso tutto il veleno che provavo per lei e tutte le volte che sono dovuta stare ai suoi comodi. La sua risposta è che io non so cosa voglia dire la parola "AMICIZIA".........Ma io ti inculo con la sabbia! sono stanca di perdere le persone che reputavo amiche. nel possibile sono sempre stata disponibile andando contro quello che magari mi interessava davvero pur di vederle felici! Sono mongola perchè non si deve accontentare sempre la gente se no queste se ne approfittano! Il risultato però è che sono sempre io l'amica di merda! Bè..ora sono rimasta con l'amaro in bocca. Non faccio più ridere come una volta.non mi fido più di me stessa perchè a una certa credo di essere davvero una brutta persona. ho sempre brutti pensieri. sono diventata invidiosa di chi ha tutto e non se lo merita , ma mannaggia la mannaia continua ad avere la ruota che gira dalla loro! La mia ha gli angoli!!!! e cosa che mi fa più imbestialire è che non ho più creatività nel mio lavoro!!! l'unica cosa che volevo era di non perdere la testa e rimanere sempre lucida nel lavoro la quale ho tirato su da sola, essendo una libera professionista. sopratutto perchè la mia attività si concentra sulla fantasia e inventiva!!!! è l'unica cosa della quale vado fiera di fare bene. ma che da un pò di tempo non ho più idde geniali per tirare avanti!! che palle. e poi voglio giocare a Pokemon Go ma la gente dopo critica e mi da della sfigata. ma chissenefrega io voglio catturare Pikachu!!!!!!

Tags: paura, confusa

Lun

18

Lug

2016

C'ho la rabbia che non mi fa dormire.

Sfogo di Avatar di Disagio CreativoDisagio Creativo | Categoria: Ira

Ciao,

ho 26 anni e da un anno a questa parte ho solo dei groppi in gola.

Cercherò di essere breve perchè ho represso molta rabbia e confusione in questo lungo periodo.

Da quando presi la decisione di rompere dopo 3 anni di relazione con il mio ex il mondo sembra essermi franato addosso. Provo a non fare la vittima perchè ho cercato anche di capire l'altra parte. Ma no, non ci riesco dai! Da che mondo è mondo, le coppie se non vanno bene si frantumano come i maroni. La situazione che mi spaventa e mi rende nel mio stato insicuro e nervoso è il fatto che l'abbia fatto conoscere alla mia compagnia di amici, la quale dopo la rottura hanno preferito lui a me. Si è preso le mie amicizie, partendo dai maschi a seguire quella delle donne. Mi sono ritrovata, dopo 10 anni quello che credevo un rapporto di amicizia sano nei suoi difetti, un lupo solitario senza volerlo. O almeno quello che penso, perchè se è un intero branco a esiliarmi evidentemente sono io quella difettosa. Non lo capisco e vorrei poter comprendere tutt'ora cosa abbia fatto preferire una persona che ho introdotto a me che ci sono sempre stata. So che molti mi consigliano di guardare avanti e farmi aprire gli occhi pensando che è meglio soli che male accompagnati o che questa allora non è mai stata una vera amicizia. Lo concepisco! Quello che mi fa paura è il mio stato d'insicurezza e paura che si è creato dentro di me. La paura di non potermi più fidare di nessuno perchè penso che da un momento all'altro la prendo nel culo! Non mi aspettavo neanche che dopo la rottura, il mio ex mi abbia sputtanata come se non ci fosse un domani con le persone alla quale ero più legata per ben oltre 15 anni di amicizia. Per quanto io lo reputassi una persona intelligente e matura, non mi aspettavo una reazione così vigliacca da parte sua. Quello che mi ha dato ancora più fastidio e delusione è il fatto che queste amicizie gli abbiano creduto facendomi chiudere ancora di più le porte della mia anima. Piuttosto che parlarmi e avere un confronto sono andate a colpo sicuro ascoltando solo lui. Bè, l'evoluzione di questa cosa è che andando avanti per la mia strada ho incontrato persone non proprio positive per la mia condizione, eccetto il mio attuale moroso che ammiro e apprezzo il suo supportarmi di questa vicenda. Mi sono dovuta adattare perchè si è creata in me costante la paura di rimanere sola. Non mi accetto e non mi voglio bene a tal punto di far felice gli altri anche se non voglio. Non rido più come prima, spensierata e leggera. A volte non mi fido del mio ragazzo perchè penso che anche lui possa scoprirsi un'altra persona che prima o poi mi ferirà. Odio l'ipocrisia che si è creata intorno a personaggi della compagnia che prima mi davano ragione e poi se ne vanno in giro a braccetto con il diavolo! Odio me stessa perchè sono diventata invidiosa di tutte le persone che mi circondano perchè penso che stiano sempre meglio di me e che sono sicure di essere quelle che sono!  odio dover pensare che me lo merito perchè ho seminato io tutto questo odio, solo per aver preso la decisione di lasciare una persona che non amavo più e adesso sto raccogliendo i risultati! E odio ancora di più il fatto che quest'ultima persona gode nell'avermi portato via tutto. Non se lo merita nessuno. Ora, le persone strette che avevo mi hanno chiesto scusa nell'aver ascoltato lui senza dare spazio e comprensione a me. Ma farlo prima? Ora con che agonia dovrò aspettarmi l'inculata dietro l'angolo. scusate il papiro e la calligrafia ma mannaggia la mannaia non ci sto più dentro nella mia testa!

E comunque non mi sento per nulla pentita di tutte le mie scelte fatte! Fun-cool-oh! 

Ven

15

Lug

2016

Non voglio sentirmi così

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non ce la faccio più. Non so esattamente per quale motivo ho deciso di cercare un sito simile, so solo che non riesco più a tenermi tutto dentro.

Due anni fa ho conosciuto una ragazza e, nonostante le nostra differenze, siamo rapidamente diventate migliori amiche. Andiamo d'accordo praticamente su tutto, e quando abbiamo opinioni diverse riusciamo comunque a convivere senza discutere troppo. 

Non abbiamo occasione di vederci di persona molto spesso, quindi ogni possibilità è davvero preziosa per me... In questi due anni è nato qualcosa di speciale; ormai non scriverci ogni giorno è strano per entrambe. Ma è qui che le cose iniziano a farsi complicate: qualche mese fa, si è presa una cotta per un ragazzo. E nel momento in cui lei ha iniziato a parlare di lui, di quanto fosse gentile e simpatico e la facesse sentire bene, io ho sentito qualcosa morirmi dentro.

Mi sono resa conto di provare cose che non ho mai provato prima. Ho provato gelosia, invidia per il ragazzo in questione... ho chiesto aiuto ad altre mie amiche, e la risposta che mi hanno dato mi ha fatto male. Non voglio essere innamorata di lei, come pensano loro. Perchè là dove per me non è un problema (sono bisessuale), lei è etero. Ne abbiamo discusso più di una volta: lei non ha assolutamente interesse romantico per le ragazze (e se ne ha, è per persone che non hanno niente a che fare col mio aspetto o carattere: non sono proprio il suo tipo di persona). 

Mi fa male e ho paura. Mi fa male e non voglio sentirmi in questo modo. Lei è la mia migliore amica, e dirle che mi sono innamorata di lei (e non so neanche se sia vero, o se si tratti di qualcos'altro) significherebbe perdere tutti i nostri progetti, perdere la sua fiducia. Non esiste uno scenario dove confessarmi mi porta a concludere qualcosa: sarebbe un disastro.

Ma anche tenersi tutto dentro fa male. L'altro giorno, tornando a casa dopo averla vista, sono esplosa a piangere in metropolitana, pensando che un giorno si innamorerà davvero...e lo voglio! Voglio sia felice. Non esiste nessuno che se lo merita più di lei. Ma allo stesso tempo, penso che si innamorerà di qualcuno che non sono io...e non so se posso accettarlo. Non so come sarebbe la mia vita se dovessi mettermi da parte per fare spazio a un suo partner. Non so come vivrò, quando succederà, e non so cosa voglio dalla mia vita o da lei. Sto male se non la sento. 

Volevo solo togliermi un peso dallo stomaco...che credo sia il motivo per cui questo sito esiste... 

Gio

14

Lug

2016

Una persona più insicura di me???

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non sono sempre stata così, anzi da piccola e per buona parte della mia adolescenza ero alquanto menefreghista nelle cose.  Con gli anni ho maturato più insicurezza. Insicura non tanto sulle cose che mi piacciono, sulle decisioni di vita pratica, lì mi trovo ad essere veloce, anche troppo impulsiva. Sono più insicura sui sentimenti, miei e degli altri per non ferire. Tratto tutti con i guanti di velluto, rimandando decisioni non dicendo cose, chiedendo mille pareri per rivedere una situazione prima di fare scelte per non ferire a destra e a manca.

 

La grande insicurezza, che per me ultimamente sta rasentando un po la psicopatia, me ne rendo conto, è piuttosto al riguardo delle cose che appartengono ad altri. Verso le responsabilità in generale.

E’ come se io compiessi delle azioni, guardando… essendo conscia di averle compiute ma che poi per la poca fiducia in me stessa io le debba ripetere per verificare di averle fatte effettivamente e fatte bene.

Piccolo esempio: lavoro in una ditta. A volte, essendo in pochissimi dipendenti, mi tocca chiudere. Questo comporta: chiudere il quadro dell’elettricità, spegnere pc e tutti i macchinari, assicurarsi tutto sia off (per evitare incendi per esempio)… chiudere bene la porta d’entrata, chiudere le serrande. Faccio tutto questo ma lo faccio almeno 2 volte. Lo faccio la prima: spengo le luci e le elettricità varie nelle varie stanze, poi prima di uscire faccio un secondo giro per verificare di averlo fatto bene. Chiudo la porta, chiudo la serranda. Risollevo la serranda per vedere di averla chiusa bene. Spingo la porta ¾ volte per vedere che sia effettivamente chiusa. Ma l’ho fatto! Cioè… ero lì mentre compievo l’azione ma è come se io per paura di “sbagliare” in cose non mie, debba ricontrollare almeno 1 o 2 volte. A volte mi sento stupida.

Anche per le chiavi dell’azienda, io ne ho una copia. Sono terrorizzata dal perderle e che ciò possa causare danni. Quando chiudo tutto le ripongo in una tasca della borsa,  chiudo. Poi riapro e mi accerto che effettivamente siano nella tasca chiusa e richiudo. Così come con la macchina che condivido con la famiglia. Esco dalla macchina. Chiudo. Controllo. Mi allontano riapro con il telecomando e richiudo guardando bene di averla chiusa. A volte sono anche tornata in dientro per sentire la maniglia che fosse chiusa.

Il gas di casa, la porta di casa prima di allontanarmi per vedere sia chiusa. La macchinetta del caffè che sia spenta, la stufetta in bagno in inverno che abbia il filo staccato prima di uscire di casa. Che le tapparelle siano giù. Sul lavoro: se mi viene detto: conta questa scatola di buste (ce ne sono tante) la metà 2/3 la dobbiamo consegnare ad un cliente, la restante ad un altro. Io conto le buste, le divido, poi sono capace per paura di avere sbagliato, di rifare l'operazione del contarle per fare la riprova!! Insomma: mi rendo conto che non vivo la vita easy, ma ho sempre paura di fare le cose BENE in modo che non ci siano problemi quindi ricontrollo anche più volte. Boh per me c’è qualcosa di patologico. Sarà forse che mia mamma è sempre stata mooolto apprensiva quindi: hai fatto questo? Hai chiuso questo? Hai cambiato questo? Hai preso questo? Mi raccomando eh? Hai controllato? Sei sicura? Ecco lei, donna buonissima e affettuosissima ma è sempre stata la donna delle raccomandazioni.

Gio

14

Lug

2016

La verità è che non so amare.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ci voleva l'ultima delusione sentimentale per capirlo.

La verità è che non sono capace di avere relazioni sane e coinvolgenti con gli uomini. Perché ho paura dell'amore. Ho paura di perdere la libertà faticosamente guadagnata. Ho paura di essere abbandonata e tradita. ...e puntualmente lo faccio avverare.

Se un uomo si mostra davvero interessato a me faccio di tutto per allontanarlo mentre mi ritrovo a correre dietro alle persone che non mi vogliono.

In un perverso meccanismo di autodistruzione.

Sono una figlia non voluta: mia madre aveva 16 anni e mio padre 29 quando si sono messi insieme e da quella passione sono nata io e  in seguito i miei fratelli. Nei momenti di sconforto mia madre mi rifaccia spesso che ha rinunciato alla sua giovinezza per portare avanti la famiglia. Mi ha sempre detto che quando nasce un figlio e ci si sposa la libertà finisce.

I miei sono ancora insieme ma non sono felici. Dipendono l'uno dall'altra e chiamano ciò "amore". 

Per questo ho paura.

Eppure so che l'amore è naturale come respirare...ho pochi amici sinceri,  i miei interessi e stare da sola non mi pesa molto. Ma desidererei molto lasciarmi andare con un uomo....fidarmi completamente. ..sento di vivere a metá. .. 

Tags: amore, paura

Ven

01

Lug

2016

amicizia strana...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Ho con il mio migliore amico un'amicizia davvero strana. O meglio, siamo noi due quegli strani: completamente gli opposti. Io sono solare e allegra, un po' infantile a volte, per niente timida. Lui invece sorride poco, è timido, timidissimo, tanto che quando sorride o ride si mette una mano davanti alla bocca, smette subito di ridere e arrossisce o va in bagno scusandosi. Non ha avuto un'infanzia facile... per questo nonostante il suo carattere cerca sempre di fare il "duro fuori". Il problema è qua: anche se qui la persona chiusa, ermetica sui suoi sentimenti parrebbe lui, in realtà sono io. Lui si sfoga tantissimo con me, chiedendomi consigli, chiedendomi di parlare con lui quando è nelle sue fasi un po' depressive. Io invece non esterno le mie emozioni con nessuno, nè familiari, e nemmeno lui... e questa cosa mi fa stare un po' male. Lui si fida di me, confidandosi e tutto, ma anche se è sempre a dirmi "Ehi, ma ******, parli sempre di te!", in realtà dico cose solamente superficiali. Nonriesco a sfogarmi con nessuno. E ho paura che questa cosa, non appena la capirà, lo farà allontanare. Non voglio perderlo! Gli voglio un bene dell'anima!

Inoltre il prossimo anno andremo allo stesso liceo, ma ho paura di non finire in classe insieme a lui... insomma, sono così confusa che non riesco nemmeno a mettere le idee apposto.

Ah, inoltre quando ci vediamo a scuola non siamo molto "intimi", diciamo che io mantengo sempre una certa distanza di sicurezza, ma anche lui... ma vorrei tanto abbracciarlo. Se lo abbracciassi però se la prenderebbe con me per via della sua "copertura da macho"...

E anche io non scherzo: sono gelossissima. Non sopporto qualsiasi ragazza, anche la mia migliore amica, che si avvicini a lui, ho paura che lui possa trovare una ragazza migliore di me e abbandonarmi! 

Aiuto! Le mie domande sono: è possibile che sia innamorata di lui? E lui di me? Cosa posso fare per vincere questo mio blocco emotivo? Grazie!

Sab

25

Giu

2016

Suicidio, aggiornamento

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono la stessa autrice che un paio di giorni fa ha scritto questo http://www.sfoghiamoci.com/Altro/20232/Suicidio.html 

Dopo la sua richiesta e quell'immagine, non mi ha più contattata e oggi mi ha bloccata. Sono preoccupata e nessuno mi prende sul serio, anche i miei genitori non mi vogliono aiutare. Ovviamente, per loro, è assolutamente impossibile che un ragazzo depresso da anni con tentati suicidi alle spalle, ci riprovi..sono io cretina a starci male. Anzi! Meglio che si faccia fuori, così la smette di rompere agli altri (parole loro).  

Vi ringrazio ancora per tutto il sostegno datomi nello scorso sfogo.  

Sab

28

Mag

2016

Amicizia/amore

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

c'è un mio amico ,sottolineo amico, che mi abbraccia e mi da i baci sulla guancia sempre e diciamo che a me fa piacere perché lui è carino e tenero quindi mi va bene.

Il problema è che lui già una volta ci ha provato con me e io gli ho detto di no e ora ho paura che se lui ci prova di nuovo con me e gli dico di no si offenda..con lui ho un'amicizia molto bella e non voglio rovinarla.Poi con lui non mi metterei mai perché piace a una delle mie amiche più care quindi è già un no in partenza.

poi ad esempio oggi mi ha scritto e a ogni messaggio mandava un cuore! Io non so che fare. 

Ma secondo voi cosa potrebbe succedere se gli dico di no? Sono in crisi.