Tag: paura

Gio

13

Mar

2014

decidere di cambiare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

perche' e' cosi difficile cambiare le cose che non vanno nella mia vita? Mi lamento ,mi piango addosso,ma sono sompre allo stesso punto.Ho paura di qualsiasi cosa, Ho paura di guidare,e devo continuamente chidere favori per per questo motivo ,mi faccio schifo dopo dieci anni che ho la patente sono ridotta ancora cosi. Ho paura di tutto, lo so che devo darmi una mossa, che dipende tutto da me,ma tra il dire e il fare...da cosa dipende tanta insicurezza,eppure non sono piu' una ragazzina, ma continuo a spaventarmi per ogni piccola cosa che devo affrontare,vivere nella paura di vivere,che razza di via e'.

Tags: paura, vivere

Mar

04

Mar

2014

Datemi un parere per favore, non so se ho fatto bene o male!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Allora sono all'estero da due mesi in una famiglia che mi ospita con una figlia piccola a cui devo badare. La bambina è sempre statab difficile fin dall'inizio, molto maleducata nei miei confronti, non mi obbidisce etcetera. Avevo una voglia di andarmene ma ho voluto resistere e vedere se la situazione migliorava. Ora passati due mesi va leggermente meglio nel senso che la bambina non mi prende più a calci e altri comportamenti insopportabili come prima...però non mi ascolta mai e questo non va bene.Ieri la madre era incazzata nera anche con me perchè è successo un episodio che ora non vi sto a raccontare e ci sono rimasta male di come mi ha sgridato , come se fossi sua figlia di 7 anni -.- ve la sto facendo molto breve. In sistesi stasera ho decido di parlare si genitori dicendogli che non so più come fare con la figlia (in passato ne avevo già parlato) ma non riusciamo a trovare una soluzione e gli ho detto anche che vorrei andare via (avevo un'ansia pazzesca di parlargli ma alla fine l'ho fatto) ....loro non hanno minimamente pensato di mandarmi via però mi dicono che con la figlia non va proprio bene.....e gli ho detto che un altro problema (ho voluto essere del tutto sincera) è che non mi sento a mio agio in questa casa...che mi dispiace x loro perchè sono molto gentili con me ma nn mi sento per niente a mio agio. Così abbiamo deciso di aspettare un altro mesetto e vedere se la situazione migliora e io devo pensare bene a cosa voler fare e poi gli dico se me ne voglio andare o no. Loro hanno detto che rispetterebbero la mia scelta ma so che ci sono rimasti male...ma cosa posso farci io sto tropo a disagio..secondo voi ho fatto male a parlargli? graziee

Ven

14

Feb

2014

Sto male

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

mi sento solo.. tutti mi evitano, forse perche' sono omosessuale e avranno paura di chissa' che cosa.. in classe ho fatto amicizia con due.. che penso che non mi sopportino piu', gli do troppe attenzioni pur essendo solo "amici" o almeno.. vorrei che lo fossero.. mi manca avere qualcuno che mi voglia bene, che mi aiuti ogni giorno... ho bisogno di qualcuno.

Mar

21

Gen

2014

Ho paura di fare una stupidaggine... entrate e commentate per favore...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve, sono un ragazzo di 18 anni.. come da titolo ripeto che ho paura di fare una stupidaggine, voglia farla finita, si ho paura di arrivare a suicidarmi.. non ho mai visto nulla di buono in questa vita.. tutto inizia con l'abbandono di mio padre quando avevo 3 anni, ci ha lasciati insieme a mia mamma e mio fratello in mezzo ad una strada senza dire niente, per 1 anno abbiamo vissuto di merda, mia mamma si è fatta il culo per risollevarci su lavorando dalla mattina alla sera, facendo i lavori piu umili per 2 euro... e intanto io, bambino di 3 anni, mi ritrovavo a dover crescere e fare l'uomo per portare avanti la casa.. dopo quell'anno ha incontrato un uomo, NON L'AVESSE MAI FATTO! ha da quel giorno, esattamente 13 anni fa che lui si ubriaca e ci sono sempre urla a casa mia.. lui che ha sempre  fattoq uello che voleva a casa nostra, ha rotto televisori a pugni, telefoni, ci buttava l'acqua mentre dormivamo, e mia mamma non sapeva cosa fare... ora continua ad ubriacarsi tutte le sere, e ogni sera sono costretto a litigarci, già 2 volte siamo arrivati alle mani, ma niente! ormai in questa casa non c'è armonia, c'è troppo nervosismo, si litiga per la qualunque.. faccio una cosa e vengo sgridato da mia mamma perchè è sbagliata, faccio qualcos'altro e vengo sgridato da mio fratello perchè sbaglio anche quella cosa.. sono fidanzato da quasi 3 anni, e con la mia ragazza ha 2 anni che litighiamo 4 giorni su 7.. e da sempre la colpa a me.. sono fisicamente e psicologicamente distrutto.. a pezzi.. a terra.. sono finito in ospedale perchè ho avuto delle crisi.. ora sto ancora male e sono sotto farcami.. a 18 anni devo svegliarmi la mattina e già riempirmi di farmaci per non avere altre crisi... non posso nemmeno uscire perchè mi sento male.. non ho amici, mi sento ogni tanto tramite pc (quindi non di presenza) con 2 vecchi compagni, ma sono solo totale.. ormai non riesco più a sentire qualcuno alzare di un filo in più la voce perchè mi innervosisco, mi viene voglia di spaccare tutto, urlare, uccidere.. è da un paio di giorni che ho il pensiero di farla finita.. non trovo un senso per andare avanti, tutti se la prendono con me solo perchè sono buono.. ma buono vuol dire coglione.. una volta camminando per strada mi sono buttato sotto una macchina, ma per "fortuna" (o sfortuna, non saprei) si è fermata appena in tempo urlandomi contro "Che cazzo fai?!", ed aveva pure ragione.. ho davvero paura di farla finita... ma cosa devo fare..?

Mar

07

Gen

2014

Primo sfogo, meglio numerarli, mi sa che saranno molti

Sfogo di Avatar di Cry1990Cry1990 | Categoria: Altro

Non mi presenterò, ma so già che non sarà l'unico sfogo che leggerete. 

Sono stanca e ho paura.

Ho paura perché il mio corpo sembra stia cominciando a remarmi contro, a volermi morta.

Sono stanca e non credo che avrò la forza di affrontare una notizia negativa,

un  referto negativo. 

Perche tanto so che ho un tumore, che il mio corpo marcisce, che morirò prima di sposarmi, prima di vedere il mio bambino. Morirò e gli altri andranno avanti, rideranno e ameranno,  mentre le mie ceneri saranno sparse per il mondo.

Invisibile 

Ho paura 

Gio

02

Gen

2014

Lui mi trascura, non riesco a lasciarlo e ora lo tradisco.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono fidanzata da 8 anni ma il mio ragazzo mi trascura. Si dimentica del mio compleanno, viene a casa e si mette a parlare con mio fratello e non mi fa mai soprese. Se io non lo chiamo lui non mi chiama. Nel 2013 sesso solo CINQUE volte e abbiamo io 27 anni e lui 30!!!Prima non era così, era tutto diverso. Mi baciava, mi cercava, vederlo era una gioia e lo era anche solo sentirlo. Piango, sto male. Ma lui dice che mi sbaglio. Che non si fa sesso perché il lavoro mi stressa e che non vuole baciarmi davanti agli altri perché si vergogna. Ma non è vero, prima lo faceva! Mi sento tanto sola, tanto triste... Sono 2 ANNI che sto così ma a lui non gliene frega niente e quando gliene parlo e gli dico che voglio lasciarlo, ci guardiamo negli occhi e ci mettiamo a piangere come due imbecilli... e poi mi promette tante belle cose... la verità è che mi sono stancata, mi sono stancata di fare sesso solo in macchina, di non poter vivere insieme perché non lavoriamo stabilmente, di non avere una persona che mi coccoli quando torno in lacrime dal lavoro (lavoro che ora ho anche perso tra l'altro), di avere i genitori che mi credono ancora vergine e che sono all'antica ecc. ecc.
Ho vissuto per un anno da sola all'estero per lavoro e lui non si faceva quasi sentire. Mi venne poi a trovare per una settimana, ma dopo il sesso lui si girava dall'altra parte. Niente abbracci, niente baci, niente parole carine e dolci. Ma dico io, siamo fidanzati da 8 anni, non è mica roba da una botta e via!
E poi, sorprendentemente, in giro per motivi di studio, ho incontrato un altro ragazzo... dolce, affettuoso, che mi ha abbracciato e baciato per tutta la notte, tenendomi per mano (una novità per me). Lo sento per messaggi tutti i giorni e non vedo l'ora di rivederlo. Mi sento così male! Stavo male prima, sto male anche ora, anche perché i rapporti sex con questo ragazzo non sono sicurissimi e temo di avere qualche problema... mi sento morire, ve lo giuro. Ho un enorme vuoto dentro quando vedo il mio ragazzo (mi dispiace per tutto),  ho un'enorme voglia di andar via, fuggire con questo nuovo ragazzo. Lasciare finalmente la casa paterna, il fidanzato storico, cercare lavoro altrove.  Mi sento vigliacca ed impotente. L'unico lato positivo del mio ragazzo è che con lui il sesso è sicuro. Si usano le dovute precauzioni in modo scrupoloso e va sempre tutto bene. Con questo nuovo tipo invece... ho tante paure e perplessità...insomma, sembro un'adolescente con i miei discorsi ma spero che non mi giudichiate. Mi sento come in trappola. Aspetto il ciclo con ansia. Mai successo prima d'ora. Ho strani dolori e strane perdite, peccato che manchi ancora tempo al ciclo... ho tanta paura. voglio morire. Non ho nessuno con cui parlarne. Nessuno che mi aiuterebbe se avessi un simile problema. Sto male. Dovrei lasciarli entrambi e pensare alla mia carriera! E' questo quel che il mio cervello mi suggerisce. O dovrei lasciare il vecchio ragazzo? O lasciare il nuovo, con il quale non potrei neanche stare perché vive in un'altra città e io odio i rapporti a distanza? Non riesco a fare niente. Le mie poche amiche mi dicono di non prendere nessuna decisione ora perché sono turbata... Ma io a vivere così muoio ogni giorno.

Dom

24

Nov

2013

Sono inamorata del mio amanti...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Lo so neanche mi ero mai pensato a una situazione di genere ma nella vita capita a tutti é io dopo 1 anni i 5 mese che mi frequento con questo Uomo 4 mese fa mi sono accorta di essere inamorata di lui... È' stato un drama ero disperata i ora dipíu perché le ho proprio detto guardando nei suoi occhi,ma lui a detto che se come io sono sposata no dovevo affezionarmi molto okay! Ma capita ora sono in un matrimonio di crisi,per separazione...vorrei stare com mio amanti ma lui no si sbilancia perché forsi a paura di affrontare abbiamo anche amici in comune va be e' tutto un grosso casino!! Ah dimenticavo lui no e' sposato NO!lui e' single da quando lo conosciuto...insomma sento che è mio futuro fidanzato sono incasinata....confusa...persa... Vorrei consigli di gente matura di testa i comprensibile che mi aiute a capire cosa fare i cosa dire a lui!!!! O finire o continuare!!! 

Cosa faccio?

Grazie a tutti da una donna sensibile emotiva soni io :)

Mar

22

Ott

2013

Bulimia Portami Via

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono bulimica da tre anni e ho assolutamente bisogno di sfogarmi, sono nel panico più totale e non so cosa fare. Circa sei mesi fa ebbi il coraggio di confessare il mio problema a mia madre,che è l'unica a conoscerne l'esistenza fatta eccezione per il mio terapista, e insieme decidemmo che della terapia sarebbe stata utile per uscire dal vortice in cui mi ero catapultata. La situazione preoccupava moltissimo mia mamma per via del fatto che a settembre sarei dovuta andare via di casa e trasferirmi a 800 km da casa, per via dello studio. Molte volte mia madre mi ha scoperta a provocarmi ancora il vomito, ma dopo ogni volta mi sono rialzata e lei con me, pronte a ricominciare. Meno di un mese fa ho chiesto ai miei genitori un regalo...  non mi piaceva il mio corpo, così ho chiesto di regalarmi una liposuzione. Mio padre era riluttante, ma mia madre, conoscendo la mia malattia ha acconsentito e lo ha convinto, credendo che quell'operazione avrebbe messo definitivamente un punto alla mia bulimia. Lo credevo anch'io, ma ci sbagliavamo. In realtà dopo la liposuzione, sembra assurdo, ma il mio problema è peggiorato. Ancora ho le cosce indolenzite eppure non riesco a fare a meno di provocarmi il vomito ogni giorno, più volte al giorno... vorrei tanto confidarmi con mia madre, ma sapere questa cosa, ora che sono così lontana la ucciderebbe.... proprio adesso che cominciava a stare meglio non posso farle questo... sono disperata. Le ho provate tutte, ma non riesco a smettere... non riesco a studiare, ho la mente annebbiata, mi sento uno straccio.... inizio a pensare che ormai per me non ci sia più speranza.

Mer

18

Set

2013

Il mio migliore amico soffre di epilessia tonica clonica

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Da fine giugno il mio migliore amico ha scoperto di soffrire di epilessia tonica clonica (il grande male), ma ancora non si sa da cosa questa sia dovuta. La prima volta che ha avuto una crisi è stata circa ad Aprile, in seguito a un trauma cranico. Subito è andato al pronto soccorso e ha fatto accertamenti ma dai primi esami non risultava nulla. Alla fine di giugno, una mattina si è ritrovato steso sulla brandina dell'ospedale, completamente ignaro dell'accaduto (durante il sonno aveva avuto una pericolosa crisi che gli è durata più del normale, caratterizzata da perdita di coscienza e memoria, allucinazioni, convulsioni ed emissione di sangue dalla bocca). E' rimasto in ospedale per giorni fermo a letto. Hanno scoperto che le crisi gli si presentano solo la mattina prima di svegliarsi, mentre ancora dorme. Ultimamente ha fatto altri esami per scoprire definitivamente da cosa sono causate le crisi. Ha fatto la TAC, l'EEG, NAP e REC e altri esami di cui però non ricorda il nome. Conosco i primi due tipi di esami ma gli altri due non ha voluto spiegarmeli. Non gli piace molto parlare di questi argomenti ma io sono veramente preoccupata anche perchè le pillole che gli hanno somministrato lo rendono incredibilmente lunatico, aggressivo e nervoso. Per questo volevo sapere da qualcuno che se ne intende maggiormente qualcosa in più, su tutto, davvero. Come mai queste crisi si verificano mentre dorme e da cosa potrebbero essere causate? Gli ultimi esiti che avrebbero dovuto rivelare che cosa aveva, dicono che apparentemente non ha nulla, anzi risultano proprio INVISIBILI. Io quando l'ho saputo gli ho detto:"Beh, ottimo, no? Questo è positivo, significa che non hai nulla di grave". Lui mi ha risposto che invece è il contrario... che il suo problema non nasce dalla testa... e cose che non ho capito bene, anche perchè era molto vago. Quindi volevo sapere, cosa significa l'esito degli ultimi esami? Mi ha detto inoltre di essere peggiorato e che gli hanno aumentato la dose di pillole da prendere. Non ha smesso di fare esami e probabilmente ne farà ancora per tanto tempo, se non per sempre. Piccola precisazione: l'unica cosa che sanno i dottori (o che almeno lui mi fa credere che sappiano) è che c'è una parte del suo cervello che non risponde agli impulsi, che è come dire, difettosa. Non so nient'altro, ho bisogno di maggiori spiegazioni e rassicurazioni, lui è ancora sconvolto da tutto questo e giustamente non si sente pronto a parlarne. Io però vivo con l'angoscia, ogni sera prima di addormentarmi spero che la mattina ci sia ancora, questa situazione ha cambiato anche il nostro rapporto, che ora si è molto smorzato e ultimamente lo vedo sempre silenzioso e triste, ma continua a dire che va tutto bene. Aiuto 

Mar

10

Set

2013

vi prego mi aiutate? :'(

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ho 22 anni e da 5 anni sono fidanzata felicemente. c'è un problema. per diversi motivi soprattuttto di natura universitaria mi sono dovuta spostare da 2 anni e mezzo in un'altra città (500 km lontani da casa mia). oltra a vivere le NORMALISSIME DIFFICOLTà e otre a stare male per una lontananza così forte da tutto e da tutti...sto malissimo perchè il mio ragazzo non la vive bene! non posso prentendere ovviamente che sia allegro e contento ma il suo pessimismo e la sua quasi depressione di certo non mi aiutano. (il fatto è che i suoi genitori quando era piccolo, si sono separati e lui come tutti, ci ha sofferto tanto). se non fosse stato seriamente e strettamente necessario andar via, non sarei mai partita. STO MALISSIMO :'( NON SO COME FARLO STARE MEGLIO! è UNA SITUAZIONE BRUTTISSIMA MA ANCOR PIù BRUTTA è LA SUA FREDDEZZA CON ME. IL SUO PESSIMISMO. A STENTO MI CERCA E SE LO CHIAMO MI DICE CHE NON SE LA SENTE DI SENTIRMI SEMPRE PERCHè GLI FA MALE PERCHè PENSA AL FATTO CHE NON STO CON LUI. io capisco il  suo dolore ma già vivere da sola lè difficilissimo..lontano da lui ...dalla mia famiglia ...dalla mia splendida terra.... dai miei amici... dal mio clima ...il mio ambiente ...VI PREGO HO BIOSGNO DI QUALCHE CONSIGLIO CONCRETO :'(

SPERO CHE TRA DI VOI CI SIA QUALCUNO INTERESSATO O QUALCUNO CHE CI SIA GIà PASSATO..

p.s se avete da dire cose come" l'amore a distanza non funziona" e bla bla bla non ditele, grazie! di certo non mi farebbe stare meglio in un momento così.. 

ps2 credo sia scontato che ovviamente è una distanza passeggera nel senso che è tutta una questione di qualche altro annetto il tempo di laurearmi e di vedere cosa posso fare con la speranza che lui mi possa raggiungere o che io possa tornare. (CI AMIAMO TANTO)